'Periferie umane e materiali', a Bari la terza conferenza nazionale degli assistenti sociali


BARI – Dietro la nostra porta chiusa c’è una bimba denutrita fino alla morte; al di là dell’orizzonte che vediamo dalla spiaggia, una barca che affonda o persone che muoiono di sete; il ragazzo autistico costretto a stare a casa dopo aver cambiato 17 insegnanti di sostegno, nel palazzone costruito per dare casa a chi non l’aveva si sono imposti violenza, degrado, emarginazione; nel paesino di montagna o di collina non ci arriva più una strada decente, non c’è più la scuola, né il medico per le emergenze; ma nella fabbrica chiusa ha trovato spazio il Museo della Scienza.

Non c’è bisogno di allontanarsi troppo per arrivare nelle «Periferie umane e materiali» che ci circondano e che spesso non vediamo fino a che una drammatica cronaca non le impone su media vecchi e nuovi.

Gli assistenti sociali si ritrovano a Bari per la terza Conferenza Nazionale che dopo “Povertà ed Esclusione” e “Lavoro e Dignità” ospitate a Roma e Torino, porta nel capoluogo pugliese studiosi, politici e istituzioni. L’appuntamento è per il 21 ottobre, dalle 9,30 alle 13, a Villa De Grecis, via delle Murge 63. In presenza e online – 2000 i posti disponibili per il webinar – studiosi e politici si confronteranno e ascolteranno le istanze raccolte tra “gli esperti per esperienza” e nel lavoro quotidiano delle e dei 46mila assistenti sociali italiani.

Dopo l’introduzione dei lavori affidata al presidente dell’Ordine, Gianmario Gazzi, interverrà il ministro della Salute, Roberto Speranza.

La prima tavola rotonda: “Nei quartieri artificiali e non solo per combattere marginalità, povertà, devianze e degrado” è affidata al dibattito tra Livia Turco, presidente della Fondazione Nilde Iotti, Carlo Colloca, docente di Sociologia urbana dell’università di Catania e consulente del Team G124 di Renzo Piano e Davide Giove, portavoce Forum Terzo Settore – Puglia.

L’assistente sociale Milena Sibilio racconterà la storia: “La RSA è chiusa, ma l’amore entra comunque”.

Torna il confronto. “Recuperare, rammendare e coinvolgere. La politica ha un piano?” con Antonio Decaro, Presidente ANCI e sindaco di Bari, Maria Teresa Bellucci, parlamentare FDI e Ubaldo Pagano, Parlamentare PD.

Le conclusioni sono affidate a Barbara Rosina, vicepresidente del Consiglio Nazionale dell’Ordine degli Assistenti sociali.

Alla sessione mattutina seguirà il light lunch, un momento di riflessione e uno spettacolo teatrale a cura della Alphaztl Compagnia d'Arte Dinamica.

Si riprende nel pomeriggio con tre focus group: il primo su innovazione sociale, politiche abitative e rigenerazione urbana; il secondo su povertà educative e contrasto all’istituzionalizzazione, livelli essenziali delle prestazioni sociali, il programma Pippi, il progetto Humus e il progetto Careleavers; il terzo su migrazioni e sfruttamento del lavoro

Sia la mattina che il pomeriggio saranno riconosciuti tre crediti formativi e deontologici utili ai fini della Formazione Continua degli Assistenti Sociali.

Per iscriversi al webinar (2000 posti disponibili) che si svolgerà dalle ore 9,00 alle ore 13,00 è possibile prenotarsi al link qui di seguito indicato: https://attendee.gotowebinar.com/regi.../7914050927101195532

Mentre per la partecipazione della sessione mattutina in presenza è necessario iscriversi a:

https://www.eventbrite.it/e/439008695827.it

fino ad esaurimento dei 200 posti

Per la prenotazione della sessione pomeridiana che si svolgerà esclusivamente in presenza è possibile iscriversi mandando una mail a segretariato@croaspuglia.it indicando nome, cognome, numero di iscrizione all'albo e Focus Group scelto.

Inoltre per i soli partecipanti all'evento pomeridiano e in particolare per coloro che si sono iscritti all'albo dopo il 2017, oltre alle generalità richieste, sarà possibile prenotare il ritiro della pergamena di iscrizione.

Posta un commento

0 Commenti