Puglia, V Commissione: ok al disegno di legge in materia di VIA


BARI - La V Commissione presieduta da Paolo Campo, ha approvato a maggioranza, con l’astensione di FdI e FI, il disegno di legge contenente l’organizzazione e le modalità di esercizio delle funzioni amministrative in materia di valutazioni ed autorizzazioni ambientali, proposto dalla Sezione regionale in materia.

L’esigenza di legiferare in tal senso nasce dalla necessità di riordinare complessivamente le disposizioni normative regionali in materia di valutazioni ed autorizzazioni ambientali, in coerenza con le disposizioni nazionali vigenti, con le finalità di allineare la normativa nazionale e regionale superando le attuali criticità, eliminare i ritardi e aggravi istruttori derivanti dalla vigente normativa regionale non coordinata né congruente con le disposizioni statali e raccogliere organicamente in un unico testo le disposizioni in materia di valutazione ed autorizzazioni ambientali, superando la vigente frammentazione della disciplina.

L’articolato disciplina, inoltre, le procedure per progetti con impatti ambientali interregionali e la partecipazione della Regione alle procedure di VIA di competenza statale.

Il testo di legge si compone anche di alcuni allegati che contengono l’elenco degli interventi soggetti a VIA obbligatoria di competenza della Regione, Provincia o Comune; degli interventi soggetti alla verifica di assoggettabilità a VIA di competenza regionale, provinciale o comunale; delle attività soggette ad AIA, distinguendole fra quelle di competenza della Regione (gestione dei rifiuti) e di competenza della Provincia (attività energetiche, produzione e trasformazione dei metalli, industria dei prodotti minerali, industria chimica, gestione rifiuti); delle attività di escavo e posa in mare di cavi e condotte, le cui autorizzazioni all’immersione in mare del materiale da esse derivante, vengono distinte tra quelle di competenza regionale o provinciale.

I lavori della seduta hanno riguardato anche l’audizione richiesta dal capogruppo di CON Giuseppe Tupputi, al fine di avere chiarimenti sul procedimento di nomina di periti demaniali per la verifica e proposta di sistemazione della zona Arenili e Mezzane dell’Ofanto, ricadente nel territorio comunale di Barletta, al fine di addivenire al problema di affrancamento dei terreni che risultano essere numerosi. A tal proposito, sono stati ascoltati in audizione l’assessore comunale al demanio Giuseppe Germano e la dirigente comunale del Servizio demanio Rosa Di Palma, i quali hanno assicurato la massima attenzione da parte dell’amministrazione comunale ad affrontare e risolvere nel più breve tempo possibile la questione, tant’è che nei prossimi giorni sarà pubblicato l’avviso per l’affidamento degli incarichi ai periti. Di fondamentale importanza è stata ritenuta la risistemazione degli argini dell’Ofanto per giungere a regolarizzare una situazione ambientale compromessa.

Posta un commento

0 Commenti