Foggia, Gdf scopre 152 'furbetti' del bonus spesa


LUCERA (FG) - Le Fiamme gialle di Lucera (Fg) hanno scoperto 152 persone che avrebbero percepito indebitamente i bonus spesa erogati dal Comune di Troia (Fg) destinati alle famiglie in difficoltà per l'emergenza "Covid-19".

La Gdf ha accertato che gli stessi hanno dichiarato di essere in condizioni di difficoltà economica ovvero in uno stato di indigenza che non consentiva loro neppure di acquistare generi alimentari.

Secondo l'accusa i buoni spesa, per un importo variabile tra i 130 e 530 euro in base alla composizione del nucleo familiare, invece sarebbero stati percepiti da famiglie dove c'erano parenti conviventi con possibilità economiche. Tra i percettori alcuni sono risultati essere proprietari di numerosi beni immobili (terreni e fabbricati) oppure avevano continuato a percepire, nonostante il lockdown, il proprio stipendio in quanto pensionati o dipendenti pubblici.

Per altri nuclei familiari anche l'indennità "COVID-19" prevista per i lavoratori del "settore agricolo" o per i lavoratori "autonomi", l'indennità di disoccupazione o altre forme d'indennità e assistenza elargite per via della sospensione dell'attività lavorativa. Nei loro confronti sono state disposte sanzioni amministrative per un importo di oltre 50 mila euro. Contestualmente è stato interessato il Comune di Troia per l'avvio delle procedure di recupero del beneficio economico indebitamente fruito.

Posta un commento

0 Commenti