Ostuni, interventi integrati per la valorizzazione della Via Francigena nel territorio: il Comune candidato all’Avviso pubblico per lo sviluppo dell’offerta turistica dei cammini religiosi italiani


OSTUNI (BR)
- La neo-costituita sezione amministrativa del Comune di Ostuni che si occupa di redigere i progetti da candidare a finanziamenti guidata dal Vicesindaco Giuseppe Tanzarella comunica di aver candidato all’Avviso Pubblico del Ministero del Turismo per lo sviluppo dell’offerta turistica dei cammini religiosi, d’intesa con il Parco naturale regionale delle Dune Costiere, la proposta progettuale di "Interventi integrati per la valorizzazione della Via Francigena nel territorio di Ostuni", per un importo complessivo di € 960.000,00.

Si tratta di un progetto per il potenziamento dei servizi turistici, interventi per la qualificazione e messa in sicurezza del cammino della Via Francigena, interventi di implementazione di strumenti digitali per la promozione e fruizione.
Gli interventi della proposta progettuale riguardano nel dettaglio: la riqualificazione dell’ex scuola rurale di Camerini al fine di realizzare un "Green Hostel" per l’ospitalità turistica; la riqualificazione e il potenziamento dell’adiacente velostazione con un servizio di ciclo-officina; la riqualificazione di un immobile in località Diana Marina al fine di realizzare un centro di accoglienza e aggregazione a servizio del turismo lento; l’acquisto di due tandem con pedalata assistita e sedile per disabile, biciclette con pedalata assistita, minivan elettrico attrezzato per il trasporto disabili finalizzati alla fruizione inclusiva e sostenibile delle esperienze; la messa in sicurezza del tratto di Via Francigena ricadente sulla Via Traiana (S.C.n.1 "Carriera") attraverso interventi di moderazione del traffico; l’eliminazione delle barriere architettoniche lungo il tratto della Via Francigena nelle località di Diana Marina e Villanova e la riqualificazione delle aree di sosta; il potenziamento di 2 aree di sosta mediante dotazione di panchine smart per la ricarica di dispositivi elettronici dotate di defibrillatori semiautomatici DAE e di connessione wifi, nonché di una fontana pubblica e la realizzazione di 3 nuove aree di sosta; l’integrazione della segnaletica direzionale ufficiale della Via Francigena; l’implementazione di una applicazione per smartphone con relativa pagina web contenente tutte le informazioni sui servizi presenti lungo i tratti della Via Francigena; la realizzazione di contenuti audiovisivi di promozione della Via Francigena e dei beni culturali e naturalistici del territorio.
Il vicesindaco e Assessore all’Ambiente Giuseppe Tanzarella condivide: "Nell’ambito dell’ammodernamento della macchina amministrativa -afferma Tanzarella- la neo-costituita sezione del Comune di Ostuni che si occupa di redigere i progetti da candidare a finanziamenti inizia a dare i suoi frutti. Il nostro impegno, da ora e in futuro, sarà quello di lavorare su progetti ammissibili a finanziamento affinché si possa candidare il nostro Comune ad Avvisi Pubblici non appena verranno messi a bando finanziamenti simili".
L’assessore al Turismo del Comune di Ostuni comunica l’importanza del progetto: "Offrire percorsi destinati ai cammini - afferma Maffei - è di importanza cruciale per promuovere una forma di turismo che punta alla scoperta del territorio e alla sostenibilità. Questo approccio lento e intimo consente ai visitatori di conoscere al meglio il nostro territorio, la nostra cultura e la comunità locale, promuovendo una reciproca e giusta interazione tra i visitatori e l'impiego delle attività locali".
Il trend dei camminatori in Italia ha dimostrato una crescita importante negli ultimi 4 anni: i dati relativi alle sole credenziali utilizzate sui soli cammini organizzati di lunga percorrenza italiani hanno registrato un aumento di quasi il 39% medio annuo (fonte Agenzia Regionale per il Turismo "Pugliapromozione"). Analizzando a livello regionale i dati relativi ai flussi di camminatori sul territorio pugliese, è stato registrato nell’anno 2022 un aumento del 24% rispetto al 2021 con una ricaduta economica stimata per il 2022 per la sola Puglia di oltre 2 milioni di euro (fonte Agenzia Regionale per il Turismo "Pugliapromozione"). Esiste inoltre un mercato interno pronto (il 43% degli italiani è interessato a provare l’esperienza dei cammini), ma che va all'estero per carenza di strutturazione del prodotto sul territorio italiano.

Daniele Martini

Sono un giornalista pubblicista, docente di comunicazione e sostegno. Sono un operatore della comunicazione.

Posta un commento

Nuova Vecchia

Modulo di contatto