Visualizzazione post con etichetta Bari 2019. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Bari 2019. Mostra tutti i post

Bari, giunta tecnica o politica? Il dilemma di Decaro


di NICOLA ZUCCARO - Giunta tecnica e quindi decarocentrica o giunta politica? All'indomani della ripartizione dei seggi spettanti in Consiglio comunale al centrosinistra quale coalizione uscita vincente dalla tornata elettorale del 26 maggio, per Antonio Decaro la composizione della nuova squadra assessorile si potrebbe rivelare un vero e proprio dilemma, tanto da indurre il riconfermato sindaco di Bari a prendersi qualche giorno di riflessione in più per ascoltare i rappresentanti delle liste che comporranno la nuova maggioranza in Aula Dalfino. 

Esse, alla luce del 66,24 % in virtù del quale Decaro continuerà ad indossare la fascia tricolore per altri 5 anni, chiederanno assessorati o nomine di prestigio che comporteranno un rimescolamento a favore dei primi dei non eletti alla massima assemblea cittadina. In attesa di sviluppi con l'unica conferma al momento insistente nella composizione della nuova Giunta e rappresentata dalla nomina di Giuseppe Galasso quale "tecnico" alla guida dell'Assessorato ai Lavori pubblici. La 'colpa', come da spot elettorale, sarà sempre di Antonio Decaro.

Amministrative: il centrosinistra si conferma a Bari, Firenze e Bergamo. Regionali piemontesi a Cirio

BARI - Le comunali prendono una piega leggermente diversa rispetto alle Europee, con la sinistra che si conferma a Bari, Firenze e Bergamo. Il centrodestra, invece, mantiene la poltrona del sindaco di Perugia e la Lega potrebbe conquistare lo scranno di Potenza. Le regionali piemontesi vanno al candidato del centrodestra Alberto Cirio, mentre esce sconfitto il governatore uscente Chiamparino. 

Bari il sindaco Dem uscente Antonio Decaro si conferma vittorioso, staccando nettamente lo sfidante Pasquale Di Rella (FI) con oltre il 65% e lasciando le briciole ad Elisabetta Pani (M5S). 

A Livorno, fino ad oggi governata dal M5S, ballottaggio tra il candidato del centrosinistra Luca Salvetti e quello del centrodestra, Andrea Romiti. 

Anche a Bergamo il sindaco uscente Giorgio Gori (Pd), sostenuto dal centrosinistra, è riuscito a mantenere la poltrona insidiatagli da un concorrente temibile, l'ex presidente del Copasir Giacomo Stucchi, candidato dal centrodestra. 

A Perugia il sindaco uscente Andrea Romizi (FI) batte senza difficoltà il giornalista Giuliano Giubilei, sceso in campo per il centrosinistra e Francesca Tizi per i Cinque Stelle. 

A Potenza si profila il ballottaggio con il candidato di Basilicata possibile. 

Anche a Campobasso si va verso il ballottaggio tra i candidati del centrodestra Maria Domenica D'Alessandro e M5S Roberta Gravina. 

Le Comunali 'incoronano' Mauridinoia miss preferenze

di PIERO CHIMENTI - Le amministrative appena andate in archivio hanno incoronato 'Miss Preferenze' Anita Maurodinoia con i suoi 6234 voti. La consigliera regionale è scesa in campo a sostegno di Decaro, con Il Sud al centro. Tra i partiti tradizionali bene nel Pd Elisabetta Vaccalla con le sue 2263 preferenze, mentre nell'opposizione va male Forza Italia, il quale candidato che ha raggiunto il maggior consenso è Ciaula con 832, mentre Fratelli d'Italia con Melchiorre riesce a raggiungere 1130 voti.

Bari '19: Di Rella fa l’analisi del 25%


di LUIGI LAGUARAGNELLA - Dopo essersi complimentato con il vincitore delle comunali il sindaco Antonio Decaro, Paquale Di Rella dal suo comitato in viale della Repubblica fa la diagnosi del risultato elettorale che sfiora il 25% contro il 65% del primo cittadino. Ai continui rimandi di una comunicazione poco efficace durante la campagna elettorale da parte dei giornalisti, Di Rella risponde mettendo in evidenza che le sue 3 liste, pur senza candidati di primo piano, sono riuscite a ritagliarsi uno spazio con circa 8000 voti ottenuti (7-8%) all’opposizione. 

Il candidato del centro destra, infatti, nelle sue dichiarazioni pone degli spunti di riflessione sulla coalizione che lo ha appoggiato. Fa notate una notevole discrepanza tra i voti delle Europee e quelle comunali. Da circa il 40% ottenuto dai partiti di centrodestra a livello nazionale esiste una grande fetta di elettorato che nelle comunali (oltre la metà dei votanti). 

Per Di Rella alla capacità dei leader nazionali di Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia non è corrisposta la stessa capacità dei rappresentanti di partito locali. Di Rella, pronto a fare un’opposizione costruttiva, si chiede dove siano “finiti molti quei voti dalla scheda arancione a quella azzurra”. Le 3 liste, a suo parere, hanno ben figurato, mentre tra gli alleati è venuta meno, forse, una visione globale per ribattere al successo di Decaro.

Amministrative: l'anticipazione di Salvini sui ballottaggi

di NICOLA ZUCCARO - "Andremo ai ballottaggi nelle città governate dalla sinistra". Più che un auspicio, alla luce del successo ottenuto alle elezioni europee, quanto dichiarato nella scorsa notte da Matteo Salvini rappresenta, per il suo ruolo di Ministro degli Interni, un'anticipazione dell'epilogo che potrà essere confermato dalle ore 14 di lunedì 27 maggio 2019, orario a partire dal quale inizierà lo spoglio delle schede relative alle Comunali.

Fra le città maggiormente monitorate per l'eventuale ballottaggio c'è Bari. Nel capoluogo pugliese il sindaco uscente Antonio Decaro potrebbe sfidare uno fra Pasquale Di Rella, in rappresentanza del centrodestra, ed Elisabetta Pani, candidata dei 5 Stelle. Quest'ultima ipotesi sulla carta, per quanto improbabile, potrebbe concretizzarsi a seguito del buon risultato ottenuto alle Europee dalla lista pentastellata.

Bari '19: Elisabetta Pani (M5S) al voto


BARI - "La mia speranza è quella di un voto consapevole, informato, libero. I tanti dubbi su possibile voto di scambio (le indagini della Digos sono tuttora in corso) e la presenza di impresentabili in alcune delle tante liste mie avversarie la dice lunga su una modalità che può essere sconfitta solo con una vera rivoluzione culturale. La politica deve dare il buon esempio con sobrietà e rispetto delle regole". Così in una nota la candidata sindaca M5S Elisabetta Pani.

Elezioni: Emiliano ha votato alle 13

(foto d'archivio)
BARI - Il governatore pugliese Michele Emiliano si è recato al seggio oggi alle ore 13, a Bari, presso l’istituto Vivante, piazza Diaz 10.

Bari '19: Decaro spiega il verbo governare


di NICOLA ZUCCARO - "Governare significa prendere delle decisioni, assumendosene le responsabilità". E' racchiuso in questo passaggio il pensiero di Antonio Decaro espresso nel suo "ultimo" giorno di sindaco di Bari, durante il breve comizio di chiusura della campagna elettorale per le amministrative di domenica 26 maggio 2019. In una Piazza Umberto popolata dalla numerosa presenza del popolo di centrosinistra, il verbo governare ha fatto rima con il verbo elencare. 

Quest'ultimo, implicitamente coniugato, è servito al candidato della coalizione precedentemente menzionata nel derubricare tutti i provvedimenti posti in essere dall'Amministrazione comunale uscente e per la cui riconferma Decaro ha sollecitato i presenti a non mollare all'ultimo chilometro, in ossequio ad uno degli spot elettorali della sua campagna elettorale, terminata nella tarda serata di venerdì 24 maggio 2019.

Bari '19: Decaro voterà domani nella scuola 'Montalcini'

BARI - Il candidato sindaco Antonio Decaro domani si recherà alle urne alle ore 12 nella Scuola Media Statale "Rita Levi Montalcini" di Torre a Mare (via Giacomo Leopardi, 1).

Di Rella manderà Decaro a casa?


di NICOLA ZUCCARO - "Vai a casa Decaro. Vai a casa Emiliano!". Più che uno slogan, un avviso di sfratto contro il suo recente e remoto passato politico, rappresentato dalla precedente presenza nel centrosinistra. A lanciarlo è stato Pasquale Di Rella, candidato sindaco di Bari per il centrodestra nel corso della manifestazione di chiusura della rispettiva campagna elettorale svoltasi nella serata di giovedì 23 maggio 2019 al rione Libertà, in una Piazza del Risorgimento popolata dalla sola presenza dei candidati, oltre che degli attivisti delle liste appartenenti alla stessa coalizione. 

Dopo questo primo atto del rush finale per la corsa alla poltrona di primo cittadino del capoluogo pugliese, ci sarà il bagno di folla per il comizio conclusivo del centrosinistra? La risposta arriverà a partire dalle 20.30 di venerdì 24 maggio 2019 quando toccherà al sindaco uscente Antonio Decaro dover prendere la parola nella centrale Piazza Umberto.

Bari '19: stasera il comizio finale di Decaro


BARI - Questa sera il candidato sindaco del centrosinistra Antonio Decaro chiude la campagna elettorale in vista del voto in programma domenica. L'appuntamento è alle 20,30 in piazza Umberto. 

"Chiudiamo la nostra campagna elettorale - dice Decaro - con un semplice comizio. Un momento in cui voglio raccontare che cosa ha significato per me essere il sindaco di questa grande e meravigliosa città. Quello che abbiamo fatto, insieme, in questi cinque anni è solo una parte di quello che vogliamo fare per Bari. Una città che continua a crescere, che oggi crede di più in sé stessa e di cui siamo sempre più orgogliosi".

Salvini da Bari auspica tra i fischi il primato della Lega in Europa


di NICOLA ZUCCARO - "Ringrazio le forze dell'ordine per aver tenuto a bada quei 4 figli di papà". Da ministro dell'Interno, prima ancora che da Leader della Lega, Matteo Salvini, dal palco di via Sparano, non ha mancato di esprimere la propria gratitudine ad esse al termine del comizio a sostegno della propria candidatura al Parlamento Europeo e del candidato a sindaco di Bari per il centrodestra Pasquale Di Rella, offuscato dai cori di contestazione rivolti da un esiguo gruppo che stazionava presso la vicina via Putignani.

Un elemento di non poco conto che, arricchito dai fischi e dall'intonazione di "Bella ciao" e di altri improperi, ha fatto il paio con il basso numero dei baresi presenti all'evento elettorale. Nella serata di martedì 21 maggio, a differenza del bagno di folla tributato al vice premier lo scorso 19 febbraio, questa tiepida accoglienza sarà cancellata dal desiderio auspicato da Salvini di vedere la Lega quale primo partito europeo? Agli elettori l'ardua sentenza.

Bari, M5S: "Interrogazione su preside che fa campagna a scuola"


BARI - “Decaro dichiari chiusa la corsa della preside Colucci nella competizione elettorale. La scuola è sacra, dice Decaro, ma la politica è una cosa seria e ai baresi non può bastare uno sconcerto ipocrita. Dopo le violazioni delle norme sulla raccolta firme e sulla propaganda politica, assistiamo a un altro fatto che rischia di rimanere impunito. È inaccettabile che un preside usi il suo ruolo per fare campagna elettorale a scuola. Stiamo preparando un’interrogazione al Miur che sarà depositata lunedì”. Lo dichiarano i deputati baresi del MoVimento 5 Stelle, Giuseppe Brescia e Paolo Lattanzio. 

Per Lattanzio, componente della commissione Cultura, “il ministro Bussetti non può non intervenire. Sono questi i casi in cui gli uffici scolastici regionali devono attivarsi”. Il presidente della commissione Affari Costituzionali di Montecitorio, Brescia, sottolinea invece “l’estrema correttezza con cui la candidata sindaca Elisabetta Pani, tutti i candidati nelle liste e tutti i volontari impegnati stanno svolgendo la campagna elettorale”.

Elezioni: martedì 21 maggio Salvini a Bari


di NICOLA ZUCCARO - Matteo Salvini sarà a Bari martedì 21 maggio 2019. A partire dalle ore 19, il leader della Lega e attuale Ministro dell'Interno incontrerà i simpatizzanti del Carroccio in via Sparano angolo via Putignani per la manifestazione elettorale a sostegno del candidato sindaco di Bari della coalizione di centrodestra Pasquale Di Rella.

Decaro: "No alla campagna elettorale nelle scuole"


BARI - Il candidato sindaco Antonio Decaro interviene sulle notizie di presunta propaganda nelle scuole: "Mi giunge notizia che una dirigente scolastica abbia diffuso nelle aule di una scuola barese una lettera da consegnare ai genitori degli alunni, corredata da materiale elettorale. Sono sconcertato da questo assurdo comportamento. Sono sconcertato da cittadino, da padre e da rappresentante delle istituzioni. La scuola è sacra. Nessuno deve azzardarsi a utilizzarla per scopi diversi dall’educazione dei nostri figli. Lo dice la legge, ma soprattutto lo impone il senso civico. Il fatto che questa candidata faccia parte di una delle liste della mia coalizione non fa che accrescere il mio sconcerto e la mia rabbia. Per quanto mi riguarda per candidati che portano avanti in questo modo la propria campagna elettorale non c’è spazio".

Bari '19, Corciulo (Sud al Centro): "Ho deciso di scendere in campo per aiutare chi è in difficoltà"

BARI - Intervista del Giornale di Puglia al medico nefrologo Roberto Corciulo, candidato al Consiglio comunale di Bari con la lista 'Sud al Centro'.

D: Di solito nelle nostre interviste partiamo con la più classica delle domande: quali i motivi della sua candidatura e cosa ha da dare Roberto Corciulo alla politica? 
R: Ho sempre guardato con interesse alla politica anche se non da attivista e ora per me sono maturate le condizioni per "scendere in campo" perché sono convinto che, per entrare in politica, occorra avere l’esperienza e la capacità di rappresentare le proprie idee nel rispetto di se stesso e di chi si rappresenta. 

D: Cinque anni di Antonio Decaro: cosa lascia in eredità alla città di Bari questa amministrazione? 
R: Il sindaco Decaro lascia in eredità tanti interventi positivi (la bonifica dell’ex gasometro, la bonifica dell’ex Fibronit, il Parco Carrante a Poggiofranco, il Parco Troisi a Japigia, il Parco Tridente a San Pasquale, il water fronte a San Girolamo, venti chilometri di piste ciclabili, e tanto altro ancora) e tante altre idee sono in cantiere. Penso però che lasci come eredità più importante la volontà di far cambiare il modo in cui i baresi percepiscono il bene pubblico. C'è maggior rispetto per la città ed il senso civico è cresciuto e questo non potrà che essere di aiuto per la nuova amministrazione per ambire a traguardi ancora più lusinghieri. 

D: Perché ha scelto la lista “Sud al Centro” per la sua candidatura? 
R: Ho deciso di candidarmi come consigliere comunale con la lista “Sud al Centro”, che sostiene come candidato sindaco Antonio Decaro, perché questo movimento è attento alle esigenze delle persone in difficoltà. Ho lavorato e lavoro con passione come nefrologo nell’ambito dell’assistenza ospedaliera e, da unico medico della lista, vorrei intervenire su problematiche di ordine sanitario e sociale della nostra città. 

D: Quali i punti basilari del suo programma amministrativo? 
R: Penso che si debba continuare con la riqualificazione urbana della nostra città che necessita di spazi verdi, di miglioramento del waterfront a sud, di grandi contenitori culturali come il teatro Piccinni, il teatro Margherita, del polo bibliotecario del Rossani, ma anche di una migliore mobilità urbana. Inoltre, e questo nasce soprattutto dalla mia esperienza di medico che ha sempre vissuto le difficoltà di persone ammalate, vorrei occuparmi di chi è più sfortunato per restituirgli dignità e fiducia. 

D: Secondo il suo punto di vista, oggi nella politica prevalgono più le idee o l’opportunismo? 
R: Nella politica, purtroppo, spesso l’opportunismo e l’interesse personale rappresentano la spinta che anima molti candidati. Spero invece che le idee siano il riferimento unico per chi si affaccia alla gestione del bene pubblico. Guardo alla politica come ad un “concorso di idee” per migliorare la città e la sua vivibilità. Ognuno degli eletti dovrebbe contribuire, con le proprie e diversificate capacità professionali, per raggiungere livelli più alti di efficienza dell’amministrazione pubblica e dare agli elettori riscontro diretto del suo operato. 

D: In caso di vittoria della sua coalizione, quali gli interventi primari per migliorare questa città? 
R: Proseguire e completare le opere e gli impegni previsti già dal primo mandato di Decaro. Dal punto di vista dell’impegno sociale, che mi è molto a cuore, vorrei che si venisse incontro efficacemente alle esigenze dei cittadini più fragili e rendere la vita degli anziani e degli ammalati più serena. Immagino sistemi di trasporto agevolato per chi ha difficoltà a raggiungere ambulatori e ospedale, il completamento dell’abbattimento delle barriere architettoniche, numeri verde dedicati ai cittadini anziani o con difficoltà motorie per prenotare visite ambulatoriali o per svolgere pratiche amministrative, assistenza domiciliare per i non autosufficienti, consegna pasti e farmaci a domicilio, telesoccorso, terapia iniettoria domiciliare e quanto, in sostenibilità per un’amministrazione comunale, possa essere utile e realizzabile per non lasciare solo chi è già solo per la malattia, per la non autosufficienza o per povertà. 

D: Cosa si aspetta da questa campagna elettorale? Ma soprattutto, viste le tante forze pronte a scendere in campo, che campagna elettorale sarà? 
R: Ogni campagna elettorale ha la sua storia perché i contesti sono mutevoli. Ma se al termine di questa campagna elettorale i baresi avranno preso atto del buon lavoro svolto fin qui dall'amministrazione Decaro nonché dei programmi da portare a compimento nei prossimi cinque anni, sono convinto che darà ancora fiducia all'amministrazione uscente. 

D: La competizione sarà dura, soprattutto con l'avanzare del centrodestra su scala nazionale. Quanto la sua coalizione crede nella possibilità di tornare a Palazzo di Città? E, quindi, vota Roberto Corciulo perché? 
R: La tendenza del dato nazionale non sempre influisce sul voto amministrativo dato che a livello locale ci sono altre logiche e si deve sempre giudicare l’operato dell’amministrazione uscente. I risultati dell'amministrazione Decaro sono un ottimo biglietto da visita per credere nella possibilità di una riconferma, anche al primo turno, a Palazzo di Città. Roberto Corciulo perché votarlo? Perché è una persona onesta, ha ottenuto dalla vita quello che aveva desiderato, fare il medico e dedicarsi a chi aveva bisogno, non cerca visibilità né ha interessi personalistici, ha accumulato esperienza e ha idee personali non barattabili e soprattutto non è influenzabile da logiche di partito se sono contro la sua etica personale e professionale. 

Mi auguro di avere la possibilità di mettere la mia esperienza al servizio della collettività ma se non dovessi avere questa opportunità sarei in ogni caso soddisfatto di aver contribuito alla riconferma di Decaro perché è davvero il miglior sindaco che la città possa avere in questo momento. 

SOCIAL: 

Bari '19, De Marzo: replica ad articolo diffuso da media locali


BARI - Riceviamo e pubblichiamo la nota del candidato al Comune di Bari il dott.Diego De Marzo: "In merito all’articolo pubblicato su alcuni organi di informazione tengo a chiarire la mia posizione per rettificare le errate informazioni contenute nell’articolo di riferimento ed assolutamente diffamatorie nei confronti della mia persona e non corrispondenti alla realtà dei fatti. Tengo a precisare - prosegue Di Marzo - di aver avuto l’onore di ricoprire il ruolo tecnico di componente dei nuclei di valutazione della città metropolitana di Bari dal 2015 con impegno e dedizione ed avendone tutti gli opportuni titoli professionali. Ad oggi non ricopro più tale carica avendo rassegnato le mie irrevocabili dimissioni nel mese di aprile 2019. Pertanto le informazioni contenute, oltre ad essere totalmente ineleganti nei confronti di un professionista iscritto all’ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Bari, sono peraltro non corrispondenti alla realtà dei fatti". 

"Specifico - spiega De Marzo - che le mie dimissioni antecedenti al momento della presentazione delle liste non erano in alcun modo dovute per legge,  ma sono soltanto frutto di una serena riflessione personale della quale non voglio farmi alcun vanto ma che devo necessariamente oggi esternare per difendere la mia immagine di uomo, di professionista e di candidato al consiglio comunale di Bari. Non spenderò altre parole perché preferisco continuare la campagna elettorale concentrandomi sulle nostre idee, sulle nostre proposte e sul nostro entusiasmo unitamente a tutto il gruppo che mi sostiene. Mi riservo di adire ogni via legale a tutela della mia persona", conclude la nota.

Luigi Di Maio stasera a Bari all'Hotel Nicolaus


BARI - L'appuntamento con Luigi Di Maio in Puglia, a Bari, domenica 12 maggio 2019 alle ore 19:30, si terrà presso l'Hotel Nicolaus in via Cardinale Ciasca n.27 a Bari e non più in piazza, a causa delle avverse condizioni meteo (forti precipitazioni previste per il pomeriggio di oggi). Lo rende noto M5S Bari.

Confermata la scaletta dell'evento durante il quale il capo politico del M5S Luigi Di Maio parlerà di futuro e cambiamento, in Europa come in Italia.

Sarà inoltre presentato l’Europrogramma del MoVimento 5 Stelle per le elezioni europee del 26 maggio. È un grande programma, venite a conoscerlo!

Parteciperanno all'appuntamento la candidata Sindaca di Bari del M5S Elisabetta Pani, i candidati Sindaci Pugliesi del M5S ed i candidati Europei del M5S della circoscrizione meridionale.

Bari '19: Iniziativa Democratica consegna cinque cartelle di programma a Decaro


BARI - Cinque cartelle di programma con temi su sicurezza, lavoro, inclusione, ricuciture sociali e verde urbano. Sono i temi portanti del programma di Iniziativa Democratica presentati questa mattina a Bari nel comitato di viale Unità d’Italia (13 e/f) dal leader del movimento e capolista al Comune, Alfonso Pisicchio, alla presenza del candidato sindaco del centrosinistra Antonio Decaro.

La lista di Iniziativa Democratica si presenta al Comune di Bari con ben 20 donne sul totale dei 36 candidati, diventando di fatto la compagine più rosa di questa competizione elettorale.

“Abbiamo uomini ma soprattutto donne di comprovata esperienza, che sapranno dare il giusto contributo – ha spiegato Pisicchio -. Ci siamo aperti al mondo civico con candidati provenienti da diversi ambiti professionali: dirigenti sanitari, liberi professionisti, giornalisti, docenti e tanti giovani. Dobbiamo continuare il percorso tracciato dalla buona amministrazione Decaro perché come recita il suo spot non vanno lasciate le cose a metà. Dalla nostra abbiamo idee, progetti e opere che in questi quindici anni di centrosinistra hanno davvero cambiato il volto della città. Peccato che invece i nostri competitors abbiamo deciso di sottrarsi a ogni tipo di confronto. La democrazia è confronto sulle idee, sui programmi, non sui silenzi”.

Pisicchio ha anche lanciato un appello a una campagna elettorale “trasparente, seria e senza strani movimenti”. “La politica della qualità deve prevalere sulla politica del ricatto. E chi è a conoscenza di certi meccanismi deve subito denunciare”.

Nel suo intervento Antonio Decaro ha ricordato i dati certificati “che fanno di Bari una città davvero europea e turistica” e tutti i contenitori culturali “già aperti e in fase di inaugurazione” come l’Auditorium Nino Rota, il Museo Archeologico, i teatri Piccinni e Margherita, la Sala Murat e l’ex Mercato del Pesce. “E se l’Accademia delle Belle arti – ha ricordato Decaro – troverà una sede dignitosa nella ex Caserma Rossani – il merito è anche di Alfonso Pisicchio. L’idea è stata sua”.

Infine uno sguardo sulle Europee, dove Pisicchio è candidato con "+Europa" nella Circoscrizione Sud. “Credo – ha concluso Decaro – che una persona competente come Alfonso meriti di andare in Europa. Con Alfonso sarà l’Europa a ricordarsi della Puglia e di Bari. E non saremo più noi a dover ricordare all’Europa di esserci”.

L'ironia di Decaro nello spot per le elezioni a Bari: "Non sopporto lasciare le cose a metà"


BARI - Il sindaco di Bari, Antonio Decaro, su FB: "Se inizi qualcosa la devi portare a termine, non si lasciano le cose a metà». Una frase che da bambino sentivo dire spesso. Beh, mi sa che l'ho presa troppo sul serio. Grazie a Pippo Mezzapesa e agli amici di Proforma che con questo spot ci aiutano a rendere più divertente questa campagna elettorale" (Fonte: Facebook Antonio Decaro)

Speciale 83ma Campionaria

Gdp Tv

150° Unità d'Italia AGRICOLTURA AGROALIMENTARE AMBIENTE Animali Annunci Approfondimento Arredamento Arte Attualità Auto e motori Avviso Pubblico Aziende Bari Bari 2014 Bari 2019 Bat Bifest 2011 Bifest 2014 Bifest 2015 Bifest 2016 Bifest 2017 Bifest 2018 Bifest 2019 Brasile2014 Brindisi Calcio Casinò Chiesa cinema Columbus Day COMMENTO Comunicati Stampa Concerti Concorsi Corsi CROCIERE CRONACA CRONACA LOCALE CULTURA DOVE SEI? Cultura e Spettacoli Design Diari da Kinshasa Dimmi come scrivi Discoteche Donna del Giorno Economia Elezioni 2011 Enogastronomia Esoterismo Estate Esteri Eventi Expo 2015 F1 Festival del cinema di Roma 2010 Festival del cinema di Roma 2011 Festival del cinema di Roma 2012 Festival del cinema di Roma 2013 Festival del cinema di Roma 2014 Festival del cinema di Roma 2015 Festival del cinema di Roma 2016 Festival di Venezia '13 Festival di Venezia '14 Festival di Venezia '15 Festival di Venezia '16 Fiera del Levante Filastrocca film Flash Foggia Food Experience Foto Frodi Fumetti Gallery Gastronomia Gdp Junior Ghost Hunters Puglia Giochi Giubileo Gossip Grafico Hot IL MIO AVVOCATO Il Principe Azzurro Immobiliare Inchiesta Intervista Intrattenimento Islam isola dei famosi 5 L'Angolo della Poesia LA CURIOSITA' LA RECENSIONE Latitudeslife LAVORO Lecce Lettera al direttore Libri Link LIVE Lotterie Matera METEO milano Miss Italia MODA Mostre Motociclismo musica Necrologi NOTIZIE DAL MONDO novità musicali Oroscopo Paranormale Perle di storia pugliese photogallery PLAY: MUSICAEDINTORNI Politica Politica locale Potenza PRIMO PIANO Protezione civile Psicologia Pubblica Amministrazione Puglia Punto e a Capo Regionali 2015 Reportage ricerca Ricette Rio 2016 Roma Russia 2018 Salute e benessere Sanità Sanremo 2015 Sanremo 2016 Sanremo 2017 Sanremo 2018 Sanremo 2019 Scheda Scienza e tecnologie Scuola Sentenze europee Sessualità Silent Key Spazio Spazio Emergenti Speciale Speciale 21 dicembre Speciale amministrative 2012 Speciale Amministrative 2014 Speciale Euro 2012 Speciale Fiera Speciale Politiche '13 Spetteguless Sport Storia Taranto Teatro Tennis Territorio TICKER Top Tra scienza e fede Trasporti Turismo Tv UE Università e formazione Us version Vacanze Viabilità Viaggi Video Videogiochi Vignetta Vino diVino Voli Web Zootecnia