Foggia, investitore omicida ammette colpe

FOGGIA - Ha ammesso le sue colpe sostenendo che era lui alla guida dell'autovettura che sabato notte ha investito e ucciso Luigia Campanaro, in via Gramsci a Foggia. Il giovane di 19 anni accusato di omicidio stradale, omissione di soccorso e lesioni personali gravissime, ha anche detto al magistrato di non essersi accorto di aver investito la vittima e il suo fidanzato, ma solo di aver urtato violentemente un'automobile.

Il gip ha convalidato il fermo disposto dalla procura di Foggia e il giovane resta in carcere. Il giovane al magistrato ha raccontato che dopo l'incidente si e' confidato con il padre e a quel punto sono tornati sul posto apprendendo cosa era accaduto. Attraverso il suo legale il ragazzo ha ammesso le sue colpe.

Posta un commento

0 Commenti