Libri: valorizzazione del Paesaggio, Etica e Selvicoltura

di DONATO FORENZA - La prestigiosa Biblioteca Storica Nazionale dell’Agricoltura, in Roma, recentemente ha effettuato la presentazione di un libro afferente alle tematiche della Selvicoltura e del Paesaggio con particolare accezione alle dimensioni poliedriche di San Giovanni Gualberto, fondatore dei Benedettini dell’Abbazia di Vallombrosa, in Toscana.

L’interessante volume dal titolo ”Etica - Ecologia - Economia: un precursore San Giovanni Gualberto monaco benedettino, fondatore ed Abate di Vallombrosa”, evidenzia con peculiare valenza interdisciplinare, la rilevante attività della vita e delle opere del Santo, che è stato assunto quale patrono dei forestali (nel 1951 da Pio XII fu proclamato Patrono dei Forestali) e anche iniziatore della Scienza della Selvicoltura. Il libro è stato curato da Rocco Chiriaco e pubblicato da Editori Associati per la Comunicazione. Meritoria è la preziosa attività scientifica del Movimento Azzurro nella protezione dell’ambiente che ha implementato la manifestazione.

L’elegante volumetto, viene dedicato al Santo patrono dei Forestali, che visse intorno all’anno Mille in Toscana; in questi territori montani e collinari, curò il paesaggio forestale e la spiritualità e fondò importanti monasteri nei quali si creò un mirabile connubio tra la valorizzazione ambientale e le dimensioni dell’Etica, anticipando di un millennio il concetto di sostenibilità. San Gualberto inculcò nei monaci la coltura dei boschi: infatti,l’Abbazia di Vallombrosa è considerata un asse cardinale della Tecnica e della Scienza della Selvicoltura italiana. Giovanni di Gualberto nato in territorio fiorentino (anno 1000 circa), divenne frate in S. Miniato di Firenze; verso il 1035 contribuì a riforme monastiche e del clero.

Con la fondazione di Vallombrosa, si unirono altri monasteri, fra i quali Badia a Passignano nel Chianti, dove il santo abate morì il 12 luglio 1073; quivi riposano le sue ossa. Canonizzato da Celestino III nel 1193, è venerato eroe della carità, per le sue benemerenze nel campo sociale e della Selvicoltura, continuate dalla sua Congregazione. All’evento hanno partecipato Rocco Chiriaco (Autore del libro e Presidente Nazionale del Movimento Azzurro), Antonio Ricciardi (Comandante Generale Carabinieri Forestale C.U.F.A.A.), Dante Fasciolo (Giornalista, presidente dell’Accademia G. Merli) e Mario pulimenti (Direttore Vicario della Biblioteca Storica Nazionale dell’Agricoltura). Alla manifestazione hanno partecipato studiosi e un folto pubblico con positivi consensi.

0 commenti:

Posta un commento