Sciame sismico sul Vesuvio, Dobran: "Necessario un programma sull’educazione al rischio vulcanico"

(Pixabay)
NAPOLI - Flavio Dobran è sceso in mezzo ai ragazzi in occasione della Conferenza internazionale sulla resilienza e sostenibilità alla Sala dei Baroni al Maschio Angioino a Napoli. Da anni il ricercatore  italo – americano, ingegnere di termo – fluidodinamica che studia i flussi piroclastici dei vulcani, inclusi Vesuvio e Campi Flegrei, è nelle scuole del napoletano, vesuviano e dell’area flegrea, in prima linea sulla prevenzione.

Dobran ha presentato alla stampa 5 azioni per un territorio napoletano e flegreo resiliente e sostenibile, il "Vesuvius-Campiflegrei Pentalogue", basato sui suoi studi scientifici.

“Il Governo italiano – ha affermato Dobran – dovrebbe prevedere l’obbligo in tutte le scuole di un Programma sull’Educazione al Rischio Vulcanico e sulla Sicurezza.   Ridefinire le zone pericolose intorno al Somma – Vesuvio e Campi Flegrei  stabilendo un’area di esclusione nella quale assolutamente non può esserci alcun insediamento abitativo, un’area di resilienza ed un’area di sostenibilità che potrebbe ospitare almeno in parte i cittadini residenti nell’area resiliente. Verificare la vulnerabilità delle abitazioni  dei sistemi infrastrutturali, del patrimonio culturale sia dell’area napoletana, vesuviana e flegrea. Rivedere i piani di evacuazione che dovrebbero basarsi sullo scenario massimo per il Vesuvio e sullo scenario massimo per i Campi Flegrei. Infine informazione alla popolazione con l’accesso diretto a tutte le notizie riguardanti la prevenzione e collaborazione tra comunità scientifica italiana, straniera ed istituzioni locali”.

Posta un commento

0 Commenti