Header Ads

Fse: primi passi verso l'elettrificazione della dorsale salentina

BARI - Dopo l’avvio dei lavori di ammodernamento e messa in sicurezza sulle tratte dell’area barese, oggi FSE (Ferrovie del Sud Est, gruppo Fs) ha consegnato all’impresa appaltatrice i lavori per l’elettrificazione della linea Martina Franca–Lecce-Gagliano del Capo e Maglie-Otranto. Lo comunicano il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano e l’assessore ai Trasporti Giovanni Giannini. 

“Mano a mano – ha detto Emiliano - stiamo trasformando il volto dei trasporti ferroviari della Regione. Gli interventi sul Nodo ferroviario di Bari, quelli sulla rete barese delle Sud Est, i grandi interventi di raddoppio e interramento delle Appulo Lucane si sono concretizzati solo negli ultimissimi anni. Presto porteremo i treni all’aeroporto di Brindisi e da lì si potrà proseguire comodamente e sicuramente verso le località salentine più belle, mettendo a disposizione di turisti e pendolari mezzi efficienti e sicuri”. 

Per Giannini “gli interventi per le Sud Est nel Leccese rientrano nella filosofia di adeguare le reti pugliesi alle nuove tecnologie previste dalle leggi sia italiane che europee per l’interoperabilità e la sicurezza, in modo da creare uno spazio unico ferroviario europeo. L’elettrificazione poi porterà indubbi vantaggi per la riduzione di emissioni nocive in atmosfera”. Tra agosto e settembre verranno eseguite le opere di predisposizione del cantiere e avviate le operazioni propedeutiche; il cantiere sarà pienamente operativo nel mese di ottobre. 

I lavori dureranno 4 anni, durante i quali verranno anche realizzati interventi di ammodernamento e potenziamento tecnologico su 28 passaggi a livello, per innalzare gli standard di sicurezza e di efficienza, e verranno installati circa 2,6 km di barriere acustiche. Nei cantieri saranno impiegati circa 150 unità lavorative e 25 mezzi d’opera. L’investimento complessivo è di 130 milioni di euro, a valere sui fondi regionali del Fondo Sviluppo e Coesione. 

Grazie all’elettrificazione, la dorsale salentina potrà essere connessa alla rete ferroviaria nazionale, attraverso le linee Bari-Taranto e Lecce–Brindisi–Taranto, già elettrificate, e si potrà garantire una maggiore offerta nell’area suburbana di Lecce. Sull’anello salentino dal 15 giugno sono stati, inoltre, trasferiti sei ATR diesel, di cui cinque già circolanti, mentre il sesto è attualmente in manutenzione.