Visualizzazione post con etichetta Trasporti. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Trasporti. Mostra tutti i post

Sud: Lezzi: "Sanzioni se non rispettati tempi per alta velocità ferroviaria"

ROMA - "Oggi abbiamo fatto il punto della situazione, tra due mesi ci rivediamo anche perché sono stati presi anche degli impegni da parte di Rfi sulla tempistica da osservare. Ci sono ancora dei rallentamenti significativi, ad esempio sulla Potenza-Foggia, e ho già detto a tutti i componenti del tavolo che dal momento che i Contratti istituzionali di sviluppo prevedono anche un regime sanzionatorio, dai prossimi incontri si avvieranno le sanzioni nel momento in cui ci sono ritardi non giustificati”.
Così il ministro per il Sud, Barbara Lezzi, al termine del tavolo convocato a Palazzo Chigi sui Contratti istituzionali di Sviluppo per tre infrastrutture ad alta capacità ferroviaria al Sud: Messina-Catania-Palermo, Salerno-Reggio Calabria, Napoli-Bari, Lecce-Taranto.

“Queste infrastrutture servono anche a lanciare le Zes, perché riguardano grandi città e vaste aree del Sud . Se si fanno tanti provvedimenti ma non si dà il giusto grado di efficienza nei collegamenti è come non farli”. Rispetto alla questione delle eventuali sanzioni il ministro per il Sud precisa che “All'interno dei tre Cis ci sono diverse tratte: ci sono conferenze dei servizi, pareri, Via, una serie di autorizzazioni ancora da recepire. Poi ci sono da fare i bandi e le assegnazioni. Nel momento in cui si prendono impegni devono essere rispettati. Nel 2019 saranno state fatte tutte le assegnazioni? Bene. Non sono state fatte? Perché? Se non c'è una ragione, si sanziona”.

Sud: domani a Palazzo Chigi Barbara Lezzi presiede 3 Cis ferroviari

ROMA – Si terrà domani a partire dalle ore 11, presso la Sala Verde di Palazzo Chigi, il tavolo presieduto dal ministro per il Sud Barbara Lezzi, su 3 Cis (Contratto istituzionale di sviluppo) ferroviari per l’alta capacità. Le direttrici coinvolte sono la Napoli- Bari-Lecce-Taranto, la Salerno- Reggio Calabria, la Messina-Catania-Palermo.

I tre Cis sono stati sottoscritti tra il 2012 e l’inizio del 2013: l’obiettivo è quello di verificarne lo stato di avanzamento ed esaminare eventuali problemi e criticità. Al tavolo sono stati convocati rappresentanti dei ministeri e delle Regioni coinvolte, Ferrovie dello Stato, Rete Ferroviaria Italiana, l’Agenzia per la Coesione e il Dipartimento per le Politiche di coesione.

Al termine dell’incontro, previsto per le ore 12.30, il ministro per il Sud terrà un punto stampa all’uscita da palazzo Chigi.

Ferrovie Sud Est: venerdì sciopero di 24 ore

BARI - Alcune sigle sindacali autonome hanno proclamato per ragioni di natura politica uno sciopero nazionale di 24 ore, dalla mezzanotte alle 23.59 di venerdì 8 marzo, riguardante il personale di Ferrovie del Sud Est. Lo rende noto Ferrovie dello Stato.

In occasione del precedente sciopero dell’8 marzo 2018 proclamato dalle medesime sigle sindacali, non si sono registrate adesioni del personale di FSE (Gruppo FS Italiane).

Per i treni e per gli autobus saranno garantiti i servizi essenziali in caso di sciopero nelle fasce orarie di garanzia ai sensi della Legge del 12 giugno 1990 n.146

Informazioni su fseonline.it, inviando una mail a assistenzaclienti@fseonline.it o chiamando il numero verde assistenza clienti 800 079 090

Ripetuti ritardi dei Frecciargento sulla tratta Bari-Roma: Decaro scrive all'ad di Trenitalia

BARI - Il sindaco di Bari Antonio Decaro ha inviato questa mattina una nota all’amministratore delegato di Trenitalia spa per segnalare i ripetuti ritardi registrati nelle ultime settimane dai treni Frecciargento che collegano Bari a Roma, che risultano non più sostenibili in particolare per quanti utilizzano la tratta per motivi di lavoro.

“Tale situazione di disagio - scrive il sindaco Decaro - finirà per disincentivare l’utilizzo del treno come mezzo di collegamento alternativo, comodo e confortevole tra il versante adriatico e quello tirrenico del nostro Paese, determinando un impatto negativo sulle prospettive di crescita economica e sociale di un territorio, quello dell’area metropolitana barese, al momento sprovvisto di treni sia ad alta capacità che ad alta velocità”.

La nota si conclude con la richiesta di un intervento volto a rimuovere le criticità, tecniche e logistiche, alla base dei continui ritardi e a ripristinare la puntualità di un collegamento che, al suo varo, aveva suscitato grande entusiasmo tra i viaggiatori.

“In questi anni - commenta a margine Antonio Decaro - abbiamo lottato per vederci riconosciuto almeno un collegamento diretto, che rappresenta un diritto fondamentale alla mobilità per i cittadini, alla pari con le altre grandi città del Paese. E ora vediamo vanificati tutti i nostri sforzi, perché assistiamo nei fatti a un depotenziamento delle tratte esistenti a causa dei continui ritardi. Per questo sosteniamo le ragioni di tutti i cittadini pugliesi che protestano per un disservizio grave in un Paese che ragiona di autonomia differenziata ma non garantisce pari accesso ai diritti fondamentali sul territorio nazionale. Dalla Puglia deve arrivare un messaggio forte e chiaro: l’Italia non finisce a Roma e il Governo si deve fare garante di queste nostre istanze con Trenitalia e con tutti i gestori dei servizi nazionali”.

Trasporto sociale per cittadini con disabilità e anziani: prorogato il termine per la presentazione delle domande

BARI - La ripartizione Servizi alla persona rende noto che è stato prorogato il termine per la presentazione delle domande di accesso o di rinnovo per i servizi di trasporto a chiamata, verso sedi prestabilite e non, in favore di persone con disabilità e anziani. Le domande potranno essere presentate entro il prossimo 30 aprile.

Si tratta di interventi a sostegno della mobilità di persone in situazioni di particolare necessità, con ridotta capacità motoria, che non trovano risposta ai loro impedimenti nei tradizionali mezzi di trasporto pubblico o nella rete familiare, con conseguente rischio di esclusione e isolamento dal contesto sociale.

Nello specifico, si ricorda che il trasporto sociale “a chiamata verso sedi non prestabilite” prevede l’accompagnamento (massimo 2 corse giornaliere), verso qualsiasi destinazione prescelta sul territorio cittadino, di tutti i cittadini con disabilità autorizzati dal Comune di Bari e inseriti in un apposito elenco trasmesso annualmente alla ditta aggiudicataria del servizio. Quanto al trasporto sociale “a chiamata verso sedi prestabilite”, l’accompagnamento giornaliero viene assicurato a 102 cittadini con disabilità, di età compresa tra i 14 e i 64 anni, autorizzati dal Comune di Bari, presso posti di lavoro,  Università degli Studi, Centri socio culturali/educativi/ricreativi, Centri di riabilitazione fisica e fisioterapica non rientranti nel trasporto socio-riabilitativo organizzato dalla ASL, per cui il Comune concorre nella misura del 60%, né in quello verso strutture sociali e socio-riabilitative finanziate dalla misura regionale “Buoni servizio in favore di disabili ed anziani non autosufficienti”.

L'avviso e i relativi modelli di domanda sono disponibili sul sito istituzionale del Comune di Bari.

Alta velocità, Lezzi: "Fondi Fsc per portarla a Lecce"

ROMA - “Relativamente alle dichiarazioni da me rilasciate oggi (ieri, ndr) a Bari sull'estensione dell'alta velocità Napoli-Bari fino a Lecce, desidero precisare che, in occasione dei tre Cis convocati a Roma per il 12 marzo, chiederò ad Rfi di predisporre un apposito studio di fattibilità. Aggiungo inoltre che per finanziare l'opera metterò a disposizione le risorse del Fondo sviluppo e coesione, di mia competenza”. Così in una nota il ministro per il Sud Barbara Lezzi.

Tav: è ancora scontro nel Governo, Conte frena

ROMA - Ancora tensioni nel Governo sulla Tav. "Credo che il governo stia andando verso quella direzione": lo ha detto il ministro dell'Economia, Giovanni Tria, riferendosi alle parole dell'omologo francese, Bruno Le Maire, sul proseguimento del cantiere della Tav Torino-Lione, durante il Forum economico franco-Italiano di Versailles.

"Ci sono posizioni differenti nel governo ma credo che ci sarà un'evoluzione positiva perché sono i fatti" che portano in quella direzione. "Del resto c'è una legge su questo e per cambiare ci sarebbe bisogno di un'altra legge, ma non credo sarà cosi".

Danilo Toninelli, 44 anni
TONINELLI: "COME M5S RIBADISCO NO" - "Come M5s ribadisco profondamente il no alla Tav senza alcun pregiudizio". Così il ministro delle Infrastrutture, Danilo Toninelli, durante un sopralluogo al cantiere del viadotto di Annone Brianza, crollato nell'ottobre 2016 e in corso di ricostruzione. 

"La Tav può anche servire - ha continuato - sono felice se dopo il 2070 serve, ma io sono il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti e mi sento responsabile se domani crolla un altro ponte e muore qualcuno, anche se giuridicamente non lo sono, perché avrei potuto impiegare le risorse della Tav per fare manutenzione a quella infrastruttura". 

"Nessuno può dire che esiste un'altra analisi costi-benefici sulla Tav, ne esiste una sola, abbiamo solo dato ulteriore materiale per un dibattito", ha continuato Toninelli.

CONTE FRENA - Intanto da Palazzo Chigi si fa sapere che il premier Giuseppe Conte "non ha aperto a nessuna ipotesi di mini-Tav né ha mai richiesto un ulteriore contributo all'analisi costi-benefici dell'opera, contributo che è stato invece sollecitato dal Mit", smentendo alcune "ricostruzioni apparse questa mattina su alcuni quotidiani"

Trenitalia Puglia: presentati a Bari i nuovi treni Jazz per pendolari

BARI - Al via l’ammodernamento della flotta dei treni regionali dedicati ai pendolari pugliesi. Trenitalia (Gruppo FS Italiane) e Regione Puglia hanno presentato oggi a Bari Centrale i nuovi treni Jazz, acquistati dalla Regione Puglia, in circolazione sulle linee Lecce-Bari, Bari-Foggia e Taranto-Bari

Presenti al taglio del nastro l’Assessore regionale ai Trasporti, Giovanni Giannini, l’Amministratore Delegato di Trenitalia Orazio Iacono e il Direttore Divisione Passeggeri Regionale di Trenitalia di Puglia e Basilicata, Bruna Di Domenico.

Dotati di un'eccezionale livello di comfort, sicurezza, affidabilità e accessibilità i Jazz consentiranno una nuova esperienza di viaggio alle persone che per lavoro, studio e turismo utilizzano i treni regionali di Trenitalia.

L’ammodernamento della flotta porterà ulteriori vantaggi in termini di comfort, regolarità e security del viaggio in regione. I dati rilevati da una società demoscopica terza confermano già una costante crescita di soddisfazione per il viaggio nel suo complesso del 5,8% nel confronto con il 2018 e il 2017 arrivando all’86,6%, con una percentuale di soddisfatti del 92,8% per la fase di permanenza a bordo e del 90,1% per il comfort.

Un gradimento frutto anche dell’importante rivisitazione dei processi industriali e della macchina organizzativa che gestisce il trasporto regionale. A ciò va aggiunta l’attivazione di nuovi servizi, fra tutti il customer care per i viaggiatori regionali, che permettono di individuare e soddisfare le esigenze di chi sceglie il treno per i propri spostamenti.

Le azioni del Gruppo FS Italiane confermano ancora una volta il rilancio del trasporto ferroviario regionale, in Puglia come in tutte le altre regioni, garantendo così un miglioramento della qualità della vita dei pendolari.

Un’ulteriore svolta sulla qualità del servizio di trasporto si avrà a partire dal 2021 quando arriveranno sui binari pugliesi i primi nuovi treni Pop. In tutto saranno 43 entro il 2024.

Caratteristiche principali del treno Jazz 204 posti a sedere

Dotato di 5 casse, lungo circa 82 metri e largo 2,9, il nuovo treno è in grado di viaggiare a una velocità massima di 160 km orari. Progettato secondo nuovi standard di comfort, sicurezza e accessibilità, conta 204 posti a sedere, comprese due postazioni per viaggiatori a ridotta mobilita, e spazi portabici. L’ingresso alle carrozze “a raso” del marciapiede facilita la salita dei passeggeri, mentre le pedane retrattili permettono un accesso agevole anche alle persone a ridotta capacità motoria. Molti i servizi a bordo: impianto di videosorveglianza, schermi luminosi interni visibili da ogni punto del treno per le informazioni, impianto di sonorizzazione, scritte in braille, prese di corrente a 220 V per l’alimentazione di cellulari e PC portatili.

Incidente treni: riapre al traffico linea Ruvo-Corato

BARI - Dal prossimo 4 marzo riapre a la tratta ferroviaria Ruvo-Corato, anche se inizialmente in regime di spola protetta a 50 Km/h. Lo annuncia l’assessore ai Trasporti della Regione Puglia Giovanni Giannini.

“Questo è quello che emerge dal monitoraggio degli interventi eseguito sulla linea della Ferrotramviaria – ha detto Giannini – è un ulteriore tassello che ristabilisce, in parte, la continuità della circolazione, consentendo, infatti, agli utenti di viaggiare direttamente e senza interruzioni da Bari a Corato e viceversa. Dopo aver già completato le opere civili sul secondo binario, sempre sulla Ruvo-Corato, sono in fase di contrattualizzazione anche gli affidamenti per gli impianti di segnalamento e sicurezza che verranno completati nei primi mesi del 2020 e saranno utili a ripristinare le originarie velocità di percorrenza, superando gli attuali 50 km orari imposti dall’ANSF”.

“Anche il cantiere per il raddoppio della Corato/Andria (per un totale di 33 M€) procede – ha aggiunto l’assessore - siamo quasi al 40 % dell’avanzamento contabile e con una previsione di completamento entro la fine dell’anno corrente. Va in ogni caso segnalato che, il passaggio sotto il controllo dell’Agenzia Nazionale per la Sicurezza Ferroviaria, ha visto avviare un obbligatorio iter di riesame, rivalutazione e validazione di tutti i progetti iniziali, ivi compresi quelli esaminati da USTIF, con un inevitabile allungamento dei tempi di esecuzione degli stessi elaborati”.

Sono prossimi all’apertura anche i cantieri per il secondo fronte di stazione di Barletta (totale 4 M€) e per l’interramento della linea nell’abitato di Andria (totale 91 M€). Le procedure di gara sono in via di definizione, avendo già espletato la fase della prequalifica delle imprese, con una previsione, ove non intervengano imprevisti, di conclusione della realizzazione dell’opera entro il 2022.

Maltempo: incendio sui binari, circolazione ferroviaria in tilt tra Sicilia e Calabria

COSENZA - L'ondata di maltempo che imperversa sull'Italia crea numerosi disagi anche al trasporto su rotaie. Attimi di paura ieri nel Cosentino, zona di Paola, dove la circolazione ferroviaria tra Sicilia e Calabria è andata in tilt in seguito ad un incendio divampato sui binari. Secondo quanto riportato dal sito ViaggiaTreno di Trenitalia, alcuni convogli, diretti a Roma Termini e Milano Centrale, hanno accumulato ritardi fino a 13 ore. Problemi anche in Sicilia, dove dalle 3 è sospesa la circolazione tra Siracusa e Augusta, sulla Catania-Siracusa, per la presenza di rami sui binari. Un treno diretto a Roma Termini ha portato un ritardo di oltre 4 ore.

Maltempo, Fs: "Attivata preallerta piani neve e gelo"

ROMA - In base al bollettino meteo diramato dalla Protezione Civile, il Gruppo FS Italiane ha attivato per la giornata di domani, sabato 23 febbraio, la fase di preallerta dei Piani neve e gelo in Abruzzo, Molise, Campania, Puglia e Basilicata.

L’offerta ferroviaria è confermata in tutte le regioni. 

I servizi commerciali potranno essere eventualmente ridotti o subire modifiche in base al peggioramento delle condizioni meteo. Il Gruppo FS Italiane ha già predisposto il monitoraggio costante dell’infrastruttura ferroviaria, per assicurarne l’efficienza e garantirne la piena disponibilità per i servizi delle imprese ferroviarie e, quindi, la mobilità delle persone nelle seguenti linee ferroviarie:

-          Campobasso -Venafro
-          Foggia - Benevento
-          Benevento - Avellino-Salerno
-          Foggia - Potenza-Battipaglia
-          Bari - Taranto
-          Sulmona - Avezzano
-          Terni - L’Aquila-Sulmona
-          Sibari - Cosenza

Per far fronte in maniera tempestiva a eventuali criticità provocate nelle prossime ore dal maltempo saranno attivi i Centri operativi territoriali nelle regioni interessate, coordinati dalle Sale Operative centrali di Rete Ferroviaria Italiana e Trenitalia.

FS Italiane invita i viaggiatori a tenersi informati sulla situazione della circolazione dei treni anche attraverso i canali di informazione del Gruppo, visitando i siti web trenitalia.com, rfi.it, il giornale on line fsnews.it, ascoltando FSNews Radio, o collegandosi a @fsnews_it, il profilo Twitter di FS.

Aeroporto Gino Lisa, Emiliano: "Carte a posto, Governo rilasci autorizzazioni a lavori o ricorreremo a magistratura"

FOGGIA - Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, insieme agli assessori Leonardo di Gioia e Raffaele Piemontese ha tenuto oggi  una conferenza stampa nell'aeroporto di Foggia per fare il punto sulla situazione relativa all'allungamento della pista di volo del “Gino Lisa”.

Secondo Emiliano “tutta la documentazione richiesta finalizzata al rilascio dell’autorizzazione all’inizio dei lavori è stata depositata e ci auguriamo che dietro il ritardo alla concessione non ci sia il tentativo di rendere più difficoltosi i lavori di allungamento della pista dell’aeroporto.

Siccome abbiamo aspettato settimane che il presidente del Consiglio dei Ministri, al quale avevo rassegnato di persona l’urgenza durante l’ultima riunione in Prefettura con i sindaci della Capitanata, mi pare che a questo punto la misura sia colma.

In caso di ulteriore ritardo dovrò far valere nelle sedi competenti la condotta di chi non ha ancora adempiuto al proprio dovere presso il Ministero delle Infrastrutture.

Prima facciamo e meglio è. Qualunque cittadino o qualunque istituzione dello Stato di fronte a un atteggiamento sospetto ha il diritto di chiedere all’autorità giudiziaria di verificare le ragioni del ritardo quando esso appare non giustificato.

Non si tratta di un ultimatum: eventuali ritardi costituirebbero reati procedibili di ufficio, non c’è bisogno di evidenziarli.

Il punto è che bisogna sbrigarsi perché abbiamo già i lavori appaltati, l’imprenditore che ha vinto la gara già pronto a cominciare e dobbiamo far redigere il progetto esecutivo così possiamo sfruttare tutta la buona stagione per i lavori di allungamento.

Sono stanco di sentirmi dire dalla comunità foggiana che noi siamo in ritardo, forse sulla questione dell’aeroporto di Foggia qualcuno vuole compromettere la mia immagine personale e quella della Puglia. Si sono sbagliati, perché siamo molto determinati”.

Per di Gioia “sul Gino Lisa c’è stato un lavoro di squadra importante in questi anni per mantenere vivo il finanziamento e le autorizzazioni. Oggi siamo nelle condizioni di poter utilizzare lo stanziamento per una finalità che è sì quella del potenziamento dell’aeroporto ma è anche e soprattutto il consolidamento della struttura ai fini di protezione civile.

L’esperienza potrebbe consentirci di valorizzare un presidio che per noi è importante anche dal punto di vista occupazionale, con la speranza che poi si arrivi a far volare aerei in grado di veicolare turismo e opportunità per una terra che è già la prima in Puglia per attrattività e per passeggeri movimentati con altri mezzi, che poi diventano turisti nel territorio”.

L’assessore Piemontese ha concluso con un appello: “abbiamo prodotto tutti i documenti utili, abbiamo sbloccato la pratica a Bruxelles, abbiamo stanziato le risorse in bilancio, abbiamo inviato i documenti richiesti e adesso aspettiamo che il Ministero dei Trasporti dia un semplice nulla osta perché si possa partire con i lavori. Abbiamo prodotto tutto: per favore, firmate questo nulla osta”.

Aeroporti di Puglia aderisce al Global compact delle Nazioni Unite


BARI - Aeroporti di Puglia aderisce al Global Compact delle Nazioni Unite, progetto mondiale sulla responsabilità sociale con oltre 9.000 partecipanti in 135 Paesi, che incoraggia le imprese di tutto il mondo a promuovere un percorso di sostenibilità atto a favorire un'economia mondiale sempre più responsabile e virtuosa.

Con la ratifica del documento internazionale del Global Compact, Aeroporti di Puglia  è il primo Gestore aeroportuale italiano che si impegna formalmente a perseguire, nella propria sfera di influenza,  dieci principi fondamentali, relativi ai diritti umani, agli standard lavorativi, alla tutela dell'ambiente e alla lotta contro la corruzione. Principi già condivisi universalmente derivanti dalla Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, dalla Dichiarazione ILO, dalla Dichiarazione di Rio e dalla Convenzione delle Nazioni Unite contro la corruzione.

A tal riguardo, il presidente di Aeroporti di Puglia, Tiziano Onesti, ha dichiarato: “Le aziende moderne, soprattutto quelle che operano in ambito pubblico o che sono impegnate a gestire servizi e infrastrutture a favore di una comunità, hanno il dovere di affrontare i propri rischi e di calibrare le proprie scelte di gestione nella direzione di una estrema attenzione ai profili socio-ambientali e di trasparenza e correttezza dei processi di governo”. Continua il presidente: “la sostenibilità deve essere considerata vincolo - imprescindibile -  per tutte le decisioni inerenti i principali stakeholder di riferimento, determinando ricadute positive per lo sviluppo del territorio dove l’impresa opera. Va rimarcata inoltre la sensibilità che ultimamente anche i mercati finanziari accordano alle imprese che si ispirano a tali principi. Ancora, è proprio di questi giorni la notizia che la Commissione Europea ha pubblicato un documento che sintetizza le condotte finalizzate a raggiungere l’obiettivo di un’Europa più sostenibile entro il 2030”.

Il Presidente Tiziano Onesti conclude: “Il Consiglio di Amministrazione di Aeroporti di Puglia ha consapevolmente aderito al Global Compact dell’ONU, perché crede nell’importanza della responsabilità sociale dell’impresa per lo sviluppo durevole del business, favorendo un’economia circolare capace di contribuire alla realizzazione del bene comune, confermando, altresì, l’impegno responsabile nell’esercizio dei servizi aeroportuali. In questo senso,  Aeroporti di Puglia si impegna a comunicare periodicamente al Global Compact dell’ONU i risultati conseguiti tramite apposita Communication on Progress”.

Tpl, Di Bari: "Scongiurati tagli Giannini garantisca migliori condizioni di viaggio"


BARI - “Ora che i tagli alle risorse per il trasporto pubblico locale paventati da Giannini sono stati definitivamente scongiurati, l’assessore non può più accampare scuse per fare il suo dovere e garantire le migliori condizioni di viaggio ai pendolari pugliesi”. Lo dichiara la consigliera del M5S Grazia Di Bari dopo la firma del Ministro Toninelli al decreto con cui vengono ripartiti alle Regioni 3,89 miliardi di euro per il trasporto pubblico locale e sbloccati i 300 milioni della legge di Bilancio 2019. Alla Puglia saranno destinati 316 milioni di euro.

“Questo risultato del ministro Toninelli - continua la pentastellata - rimarca ancora una volta l’importanza che ha per noi il trasporto pubblico locale. Trasporto che mi aspetto ora venga potenziato da Giannini, che auspico inviti gli ambiti territoriali a redigere i piani di trasporto. Lo invito, in ambito provincia Bat, anche a fare una seria riflessione sul servizio complessivamente erogato da Ferrotramviaria e sulla linea Barletta-Canosa-Minervino-Spinazzola che, attraversando un territorio paesaggisticamente attrattivo e ricco di archeologia, dovrebbe essere potenziata e magari prolungata, così da costituire una ulteriore offerta nel panorama turistico regionale. Ora assessore Giannini servono i fatti non le polemiche e purtroppo si è già perso troppo tempo”.

Tav, dossier Ministero: costa 7 miliardi di troppo


ROMA - E' stato pubblicato il dossier sulla Tav. Sul sito del ministero delle Infrastrutture è stato pubblicato il testo. "L'analisi condotta - scrivono nelle conclusioni gli esperti del Mit - mostra come, assumendo come dati di input relativamente alla crescita dei flussi di merce e dei passeggeri e agli effetti di cambio modale quelli non verosimili contenuti nell'analisi costi-benefici redatta nell'anno 2011, il progetto presenta una redditività fortemente negativa".

"Nello scenario 'realistico' - scrivono - il valore attuale netto economico (Vane), ovvero il saldo tra i costi e i benefici, risulta pari rispettivamente a -6.995 milioni considerando i costi 'a finire' (escludendo i soldi già spesi) e a -7.949 milioni qualora si faccia riferimento al costo intero".

La Tav - si legge ancora - avrebbe un impatto sulle finanze pubbliche degli Stati interessati superiore alla sola somma dei costi di investimento e di gestione: a questi devono infatti essere sommate le minori accise che - si legge nell'analisi costi-benefici del Ministero delle infrastrutture e trasporti - portano il bilancio complessivo da 10 a 11,6 miliardi (flussi attualizzati) nello scenario "realistico" e a 16 miliardi in quello "Osservatorio2011".

"Non ho ancora letto il dossier". A dichiararlo il vicepremier e ministro dell'Interno, Matteo Salvini, rispondendo ai cronisti alla domanda avesse già letto l'analisi costi-benefici sulla Tav.

Fse: sequestrate aree vicino via Oberdan


BARI - In relazione alla notizia del sequestro preventivo, avvenuto nella mattinata di martedì 5 febbraio 2019, di alcune aree ubicate in prossimità di via Oberdan a Bari, Ferrovie del Sud Est (Gruppo FS Italiane) precisa che le particelle catastali poste sotto sequestro sono esterne all’area ferroviaria. Lo rende noto l'azienda.

Le aree di competenza di FSE saranno bonificate. L’iter per la bonifica del sito - si legge ancora nella nota - è stato avviato ed è in fase avanzata. Conclusa a novembre 2018 la Conferenza di Servizi con l’approvazione dell’analisi di rischio sito, Ferrovie del Sud Est ha avviato la redazione del progetto di bonifica che sarà completato entro maggio 2019, nel rispetto dei termini di legge.

L’appalto dei lavori sarà bandito dopo l’approvazione del progetto da parte degli Enti preposti.

Autostrada del Brennero, Toninelli: "Gestione sia pubblica"


ROMA - Il Governo si muove dopo i disagi sulla A22 del Brennero. Il ministro dei Trasporti Danilo Toninelli annuncia 'un'ispezione' per verificare che il concessionario abbia garantito 'adeguatamente' la sicurezza e il 'ritorno a una gestione totalmente pubblica e più conveniente', visto che la concessione è scaduta e deve essere rinnovata.

"Vogliamo vederci chiaro sui disagi che si sono verificati negli ultimi giorni sulla A22 autostrada del Brennero. È infatti già in corso un'ispezione per verificare che il concessionario sia intervenuto adeguatamente per garantire la sicurezza degli utenti, come prevede la convenzione". Lo dice il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, in una nota nel quale ricorda che la concessione è scaduta da anni e si è "ad un passo dal rinnovo con una gestione totalmente pubblica e più conveniente".

'Un'altra gaffe', per Michaela Bianfofiore, di Fi: 'O il ministro non sa o finge di non sapere- La società è già pubblica, partecipata all'oltre 81% da enti pubblici'. Il piano di Toninelli sarebbe di lasciare la gestione 'totalmente' alle due province autonome più alcuni Comuni, senza nessun privato. In gioco c'è la riduzione delle tariffe, limitando gli extraprofitti e i dividendi.

Trenitalia Puglia: più sicurezza a bordo dei treni regionali, siglato accordo con forze dell'ordine


BARI - Sinergia tra capitreno e agenti delle Forze dell’Ordine per avere più sicurezza a bordo dei treni regionali pugliesi. Questo l’obiettivo dell’accordo siglato questa mattina dall’Assessore regionale ai Trasporti, Giovanni Giannini, dalle Forze dell’Ordine e da Trenitalia Puglia. Lo rende noto Trenitalia.

Il protocollo - spiega la nota - prevede che gli agenti di pubblica sicurezza possano viaggiare su tutti i treni regionali beneficiando di una tariffa agevolata valida per gli abbonamenti.

Una volta saliti sul treno, gli agenti si registrano su una APP per segnalare al capotreno la loro presenza a bordo. In caso di necessità il capotreno potrà così inviare loro, attraverso un click, una richiesta di intervento e avvalersi di un supporto delle Forze dell’Ordine per contrastare eventuali reati.

Trenitalia, insieme a Regione Puglia, monitorerà nei prossimi mesi l’efficacia del modello che sarà attivo dal prossimo febbraio.

Liviano: "Giannini solleciti Trenitalia a ripristinare collegamenti tra Taranto e Comuni della provincia"

BARI - “Le azioni programmate dalla Regione Puglia d'intesa con la Rete ferroviaria Italiana e Trenitalia e, almeno in teoria, finalizzate a migliorare la qualità dell'offerta ferroviaria italiana, risultano, come da più parti lamentato, non rispettose delle aspettative di trasporto da e verso Taranto”. Gianni Liviano, consigliere regionale del Gruppo Misto, va dritto al nocciolo della questione: la difficoltà di collegamenti tra il capoluogo ionico e i Comuni della sua provincia ma anche con realtà limitrofe a quella ionica. È il caso, per esempio, della decisione di Trenitalia di sopprimere le fermate di Castellaneta e Palagianello. Inoltre, Castellaneta e Palagianello sono le uniche due stazioni lungo la tratta Bari-Taranto che non hanno visto l'incremento di fermate poiché a Palagiano da anni fermano i bus Ctp, Sita e SudEst.

“Per questi motivi - spiega Liviano - ho ritenuto di dover scrivere all'assessore regionale ai Trasporti, Giovanni Giannini, perché Taranto non può continuare a pagare un prezzo sempre più alto in termini di disagi per viaggiatori e pendolari oltre che di isolamento”.

Tre le richieste che il consigliere regionale ha sottoposto all'attenzione dell'assessore Giannini.  Un treno (o bus sostitutivo) che arrivi a Taranto da Francavilla-Grottaglie intorno alle 7 del mattino, un servizio, ricorda Liviano, “presente in verità fino al 9 dicembre scorso e poi sostituito con un treno/bus che arriva alle 8, troppo tardi per le esigenze di molti lavoratori e studenti”.

Le altre due richieste riguardano un treno, o bus sostitutivo, “che parta da Taranto, destinazione Metaponto, verso le ore 16 in modo da consentire il rientro a casa” e una maggiore attenzione verso le comunità di Palagianello e Castellaneta servite, allo stato, solo da Fs che collega a Bari raccogliendo chi parte da Mottola e Palagiano nella stazione di Palagianello e chi parte da Laterza nella stazione di Castellaneta. Queste tre richieste - conclude Gianni Liviano - mi paiono di facile risoluzione, per questo mi aspetto che l'assessore Giannini provveda a fornire risposte e a dare soluzione a questi problemi fortemente penalizzanti per gli spostamenti dei viaggiatori delle comunità indicate”.

Sicurezza, forze dell'ordine a bordo dei treni: accordo Regione Puglia-Trenitalia

BARI - Venerdì 25 gennaio alle ore 11.00, nella sala “Di Jeso” della Presidenza regionale (Lungomare Nazario Sauro 31-33, I piano) sarà firmato – durante un incontro aperto alla stampa - un accordo finalizzato all’incremento della sicurezza a bordo treno nella Regione Puglia.

Per la Regione è previsto l’intervento dell’assessore  ai Trasporti, Giovanni Giannini e firmeranno l’accordo i rappresentanti di Trenitalia e dei rispettivi comandi di Carabinieri, Polizia di Stato, Polizia Penitenziaria e Guardia di Finanza.

Dal 25 infatti gli agenti delle Forze dell’Ordine firmatarie dell’accordo potranno viaggiare a bordo dei treni regionali a condizioni particolarmente vantaggiose, informando della loro presenza a bordo il personale di Trenitalia, al fine di aumentare la sicurezza dei mezzi e dei passeggeri.

I particolari dell’accordo, che prevede procedure innovative per la registrazione a bordo dei treni, saranno illustrati nel corso della conferenza stampa.

Gdp Tv

150° Unità d'Italia AGRICOLTURA AGROALIMENTARE AMBIENTE Animali Annunci Approfondimento Arredamento Arte Attualità Auto e motori Avviso Pubblico Aziende Bari Bari 2014 Bari 2019 Bat Bifest 2011 Bifest 2014 Bifest 2015 Bifest 2016 Bifest 2017 Bifest 2018 Brasile2014 Bricolage Brindisi Calcio Casinò Chiesa cinema Columbus Day COMMENTO Comunicati Stampa Concerti Concorsi Corsi CROCIERE CRONACA CRONACA LOCALE CULTURA DOVE SEI? Cultura e Spettacoli Design Diari da Kinshasa Dimmi come scrivi Discoteche Donna del Giorno Economia Elezioni 2011 Enogastronomia Estate Esteri Eventi Expo 2015 Festival del cinema di Roma 2010 Festival del cinema di Roma 2011 Festival del cinema di Roma 2012 Festival del cinema di Roma 2013 Festival del cinema di Roma 2014 Festival del cinema di Roma 2015 Festival del cinema di Roma 2016 Festival di Venezia '13 Festival di Venezia '14 Festival di Venezia '15 Festival di Venezia '16 Fiera del Levante Filastrocca film Flash Foggia Food Experience Foto Frodi Fumetti Gallery Gastronomia Gdp Junior Ghost Hunters Puglia Giochi Giubileo Gossip Grafico Hot IL MIO AVVOCATO Il Principe Azzurro Inchiesta Intervista Intrattenimento Islam isola dei famosi 5 L'Angolo della Poesia LA CURIOSITA' LA RECENSIONE Latitudeslife LAVORO Lecce Lettera al direttore Libri Link LIVE Lotterie Matera METEO milano Miss Italia MODA Mostre Motociclismo musica Necrologi NOTIZIE DAL MONDO novità musicali Oroscopo Paranormale Perle di storia pugliese photogallery PLAY: MUSICAEDINTORNI Politica Politica locale Potenza PRIMO PIANO Protezione civile Psicologia Pubblica Amministrazione Puglia Punto e a Capo Regionali 2015 Reportage ricerca Ricette Rio 2016 Roma Russia 2018 Salute e benessere Sanità Sanremo 2015 Sanremo 2016 Sanremo 2017 Sanremo 2018 Sanremo 2019 Scheda Scienza e tecnologie Scuola Sentenze europee Sessualità Silent Key Spazio Spazio Emergenti Speciale Speciale 21 dicembre Speciale amministrative 2012 Speciale Amministrative 2014 Speciale Euro 2012 Speciale Fiera Speciale Politiche '13 Spetteguless Sport Storia Taranto Tennis Territorio TICKER Top Tra scienza e fede Trasporti Turismo Tv UE Università e formazione Us version Vacanze Viabilità Viaggi Video Videogiochi Vignetta Vino diVino Voli Web Zootecnia