Header Ads

Commercialisti, Congedo: “Da Saviano parole vergognose. La Rai chieda scusa ai professionisti”


BARI - “Da commercialista ancor prima che da rappresentante delle Istituzioni, trovo che le dichiarazioni di Saviano nel corso della trasmissione RAI “Che tempo che fa”, in cui ha accusato la categoria dei commercialisti di essere complice della criminalità organizzata, siano a dir poco vergognose". Così in una nota il consigliere e coordinatore regionale di Fratelli d’Italia Puglia Saverio Congedo.

"Saviano ci ha abituato ad uscite ad effetto pur di lucrare qualche momento di pubblicità - prosegue -, ma arrivare a dire che i commercialisti segnalano le aziende in difficoltà perché possano essere aggredite dagli usurai non solo è di una gravità inaudita, ma dimostra quanto il personaggio sia lontano da quella realtà che vorrebbe raccontare presentandola sotto una luce falsa e inconsistente. A Saviano va ricordato che la categoria conta ‪120.000 professionisti impegnati al fianco dello Stato ad esempio nella gestione di patrimoni sottratti alla mafia, nell’azione di antiriciclaggio e in tante altre attività di repressione del crimine. I commercialisti sono coloro che quotidianamente, anche in questa fase emergenziale da coronavirus, sono al fianco di famiglie e imprese fornendo loro un supporto senza il quale sarebbe impossibile districarsi fra normative farraginose, fiscalità esasperata e burocrazia asfissiante. Auspico quindi non tanto le scuse di Saviano -che, credo, non interessino a nessuno- quanto quelle della RAI, TV di Stato che ha permesso un tale sproloquio senza contradditorio a spese dei cittadini italiani; cioè proprio di coloro che i commercialisti supportano nei loro doveri di contribuenti”, conclude Congedo.