Header Ads

Quando Giovanni Paolo II visitò la Puglia

NICOLA ZUCCARO - Sono trascorsi 40 anni da quel 5 ottobre 1980 quando Giovanni Paolo II giunse a Otranto per i 500 anni dal martirio di 813 cristiani che si opposero alla conversione all'Islam a seguito dell'invasione della città salentina da parte dei Turchi. Per il 264mo Papa della Chiesa fu la prima delle cinque visite pastorali in Puglia. La seconda venuta nel tacco d'Italia risale al 26 febbraio 1984 quando, in una ventosa domenica, Bari lo accolse a 886 anni di distanza dalla presenza di Urbano II, con una moltitudine di fedeli nel piazzale fra lo stadio della Vittoria e la Fiera del Levante per la celebrazione della Santa Messa e per la successiva preghiera sulla tomba di San Nicola presso la Basilica dedicata al Vescovo di Myra.

Altrettanto intensa fu la seconda parte della giornata con la visita agli ammalati degenti presso il Policlinico di Bari e il successivo trasferimento a Bitonto da dove poi raggiunse l'Aeroporto di Palese per l'incontro con i giovani della Diocesi comprendente le 2 città precedentemente menzionate. Tre anni più tardi, dal 23 al 25 maggio 1987 un viaggio a Foggia e a San Giovanni Rotondo dove pregò sulla tomba di Padre Pio che verrà beatificato proprio da Karol Wojytla il 2 maggio 1999 e canonizzato il 16 giugno 2002.

Dal 28 al 29 ottobre 1989, fu a Taranto. Nel capoluogo ionico incontrò i lavoratori dell'Italsider e visitò la Cittadella della Carità. La quinta e ultima visita pastorale in Puglia fu a Lecce, il 17 e il 18 settembre 1994. Nei suoi 27 anni di pontificato, iniziato ufficialmente il 22 ottobre 1978 e la cui data è stata inserita nel calendario liturgico per il ricordo della sua santità, la Puglia risulta essere la Regione più visitata da San Giovanni Paolo II.