Header Ads

Mauro Tummolo: "A febbraio torno con un nuovo album"


PIERO CHIMENTI -
Mauro Tummolo, in queste festività natalizie, ha regalato ai suoi fans un nuovo singolo: "L'inverno dentro". Un singolo profondo, che tratta di particolari fasi della vita che un po' tutti stiamo vivendo a causa del distanziamento sociale che ha reso più aride e distaccate le nostre festività natalizie. Il cantautore lucano ci ha anticipato che è iniziato il conto alla rovescia per l'uscita del suo ultimo album, che uscirà i primi mesi del prossimo anno.

Hai sentito l'inverno dentro in questo anno particolare?

Ma guarda a dire il vero l’inverno dentro lo sento da tempo e secondo me non è che bisognava che arrivasse la pandemia per capire che ci sono tanti periodi particolari della vita. Quando si sta bene bisogna essere bravi a capire cosa di meglio si può fare perché altrimenti quando arriva qualcosa di non piacevole è sempre troppo tardi. Ovviamente sottolineando che è un mio pensiero.

L'inverno dentro parla della solitudine. Com'è nata questa canzone?

Questa canzone è nata pensando ai miei nonni che non ci sono più da molto tempo. Avverto molto la loro mancanza. E diciamo che trasversalmente volevo scrivere qualcosa dedicato a loro a tutti i nonni del mondo e a tutti i bisognosi. Racconto di un sogno dove la neve la speranza e il rifugio possono essere ancore di salvezza ove ognuno di noi può aggrapparsi per sentirsi più protetti e più amati.

Come mai avete deciso di lanciare in questo periodo di comunità questo singolo?

Per lanciare soprattutto il messaggio contenuto nel brano. Il periodo è storico lo so però qualcosa bisogna pure fare. Ho scritto il brano assieme al mio autore Andrea Sandri e prodotto da Fabrizio Frangione mio chitarrista storico. Siamo riusciti a confezionare tutto in pochissimo tempo rispettando tutte le restrizioni del caso. Ci tengo a precisare che il COVID non è citato nel brano e che non c’entra nulla come magari qualcuno ha pensato che fosse.

Da poco sei passato alla Bit&Sound Music. Quali progetti hai in serbo per i tuoi fans?

Allora per ora la collaborazione è solo per questo brano, per il prosieguo si vedrà. Bisogna mettersi a confronto per capire cosa si potrebbe fare ma per farlo si dovrà tornare alla normalità. Per quel che riguarda i miei fans possono stare tranquilli perché tra febbraio e marzo il disco vedrà la luce. Un bel progetto che è curato dal mio staff assieme al grande producer Walter Babbini. L’importante è stare sul pezzo sempre.

Cosa ti aspetti per il prossimo anno ormai alle porte?

Mi aspetto che tutti ricordino ciò che è successo e ciò che sta succedendo e che soprattutto non si ci dimentica mai dove eravamo e cosa siamo diventati. Il cambiamento nei libri di storia ha sempre raccontato che l’umanità si è rialzata dai periodi bui ripartendo alla grande più forte di prima. Ecco questa è la mia speranza. Armiamoci di pazienza e dimostriamo che nella vita nulla è scontato e quindi mai sottovalutare qualsiasi tipo di avversità. Cerchiamo sempre dì rispettare il prossimo e soprattutto madre natura. Secondo me se vogliamo si può fare e dare sempre di più.

Grazie per la bellissima intervista.

MT