Header Ads

Mobilità e sostenibilità: il Poliba e 'Magna PT S.p.A.' avviano un ampio programma di ricerca

BARI - Nel mondo, due auto su tre, posseggono a bordo prodotti o sistemi realizzati dalla Società canadese, “Magna Internazional Inc.”, leader mondiale nel settore automobilistico le cui origini risalgono al 1957.

Grazie all'apporto dei suoi 344 stabilimenti di produzione e 93 centri di sviluppo, distribuiti in 27 paesi di tutti i continenti, “Magna International Inc.”, sede centrale a Toronto, oggi è l’unico fornitore al mondo con esperienza in tutto il veicolo: dall'elettronica alla carrozzeria, alla trasmissione e alla produzione completa dei veicoli.

La sua espansione coinvolge l’Italia e, nel 2016, rileva la sede di Bari-Modugno della tedesca “Getrag”. Importanti investimenti potenziano il polo pugliese, denominato, “Magna PT S.p.A”, Gruppo Powertrain. Unico in tutto il sud Italia raccoglie l’esperienza di “Getrag” nella meccanica e diventa, con i suoi 900 dipendenti, presidio d’eccellenza per la produzione di cambi (sistemi di trasmissione) automatici a doppia frizione per le più importanti case automobilistiche, quali: Daimler, Ford, Nissan e Renault.

La ricerca non si ferma. La presenza di realtà scientifiche di ricerca di alto profilo come il Politecnico di Bari, con le sue affinità e competenze nel campo dell'ingegneria industriale, ha condotto “Magna PT S.p.A.” e Poliba ad individuare un percorso di collaborazione scientifica. L'intesa è stata recentemente sottoscritta dal Rettore del Politecnico, Francesco Cupertino, da Aldo Cirilli e Gabriele Ghirelli, rispettivamente Amministratore Delegato e Co-Amministratore Delegato di “Magna PT S.p.A.”. Essa è un accordo quadro, che in realtà raffigura un piano triennale generale, rinnovabile, di collaborazione su progetti mirati, attività di ricerca, sviluppo tecnologico ed innovazione, attività di didattica e formazione, servizi a supporto delle attività di ricerca.

Diverse sono le tematiche previste sulle quali “Magna” e Poliba concentreranno il loro know-how: dalla progettazione di componenti ai sistemi meccatronici; dalla progettazione ed ottimizzazione di prodotti e processi produttivi ad alta precisione alle nuove tecnologie di produzione; dall'applicazione dell'intelligenza artificiale ai processi produttivi, all'uso dei big data in ambito manufacturing; dallo sviluppo di applicazioni Industria 4.0 all'ottimizzazione dei flussi dei materiali e delle informazioni, alla robotica avanzata, ai sistemi energetici per il risparmio energetico. “Operando nel settore automobilistico, potremmo definire l'accordo tra “Magna PT Spa” e il Politecnico di di Bari come una trasmissione innovativa ad alte prestazioni – dice Sandro Morandini, Senior Vice President Transmission system, Magna Powertrain. In un mondo in cui il bisogno di innovazione è sempre più evidente - prosegue - possiamo definire tale collaborazione un asset fondamentale per il futuro, un percorso comune tra chi sviluppa nuove conoscenze e chi è in grado di portare i benefici dell'innovazione al cliente finale. Lo sviluppo di progetti comuni e lo scambio di competenze, conoscenze e risorse diventerà una storia di successo, consentendo all'azienda di diventare più competitiva, perché supportata da solide basi accademiche, e rendendo entrambe le componenti più attrattive”.

Il Politecnico di Bari favorirà il supporto alla Società nello sviluppo di progetti di nuovi prodotti e tecnologie anche attraverso l’attribuzione di tesi di laurea, borse di studio; lancio di iniziative di sperimentazione e casi pilota, incluse commesse di ricerca; la partecipazione congiunta a programmi di ricerca nazionali e/o internazionali. “Magna” favorirà tirocini a studenti e/o neolaureati del Politecnico; visite e stages didattici indirizzati agli studenti; conferenze, seminari. Inoltre, finanzierà assegni di ricerca e borse di studio per percorsi di dottorato di ricerca erogati dal Politecnico su temi concordati con la Società.

«Le necessità di innovazione tecnologica di Magna PT S.p.A – commenta il rettore Cupertino – sono in linea con i grandi obiettivi della nostra ricerca scientifica applicata. La mobilità, che dovrà essere sempre più sostenibile, è infatti uno dei settori strategici per la ripartenza sociale ed economica – aggiunge Cupertino – e il Politecnico di Bari vuole dare un contributo importante al Territorio e al Paese. Lo sviluppo di nuove soluzioni, che siano all’altezza dei grandi cambiamenti in atto, richiede grandi investimenti e capacità di visione, insieme a conoscenze e competenze di alto livello. Ben vengano, quindi, le collaborazioni come questa – conclude il rettore del Politecnico – che mettono insieme le esigenze di business del mondo produttivo con quelle istituzionali delle università».

Sul piano operativo, il Dipartimento di Ingegneria Meccanica, Matematica, Management del Poliba curerà la collaborazione con “Magna PT Spa”” mediante il responsabile scientifico, prof. Luciano Afferante. Responsabile scientifico di “Magna PT SpA” è invece l'ing. Ettore Camarda. L'accordo triennale, “Poliba-Magna PT S.p.A” è già esecutivo.