Header Ads

Brico-casa.it è il primo e-commerce d'Italia nel settore Brico 2020/2021


Lo store online di BricoCasa Deodato supera la più nota concorrenza, grazie al lavoro del team e-commerce e a quello di digital marketing di Angela Teresa Girolamo e Daniele Rutigliano

Una notizia giunta inaspettata a tutti, persino agli attori della squadra digitale di brico-casa.it, versione digitale del marchio barese BricoCasa, fiore all’occhiello della famiglia Deodato: a giugno 2021 l’Istituto Tedesco Qualità e Finanza ha insignito brico-casa.it del primo premio quale miglior e-commerce d’Italia nel settore Brico, scavalcando quindi tutti i competitor compresi i nomi più blasonati.

L’impennata di notorietà ha sorpreso non solo per il notevole tasso di crescita avvenuto nel 2020/2021, ma anche per il breve lasso di tempo in cui è avvenuto.

“Siamo molto soddisfatti anche perché per noi è stata una vera sorpresa, non ce l’aspettavamo.” ha affermato Stefano Deodato, referente della famiglia Deodato per quanto riguarda lo store online “É arrivato per posta l’attestato cartaceo e poi ci hanno rilasciato il sigillo da inserire nei portali social e nelle pianificazioni pubblicitarie e li abbiamo contattati. Ci hanno fatto i complimenti perché non ci conoscevano”.

Brico-casa.it miglior e-commerce d’Italia della categoria Brico premiato dall’Istituto Tedesco Qualità e Finanza e La Repubblica

L’indagine condotta dall’Istituto Tedesco Qualità e Finanza, in collaborazione con La Repubblica Affari e Finanza, ha coinvolto 80.000 siti web da cui poi ne sono stati selezionati 75, divisi poi per categoria e settore merceologico.

I criteri di inclusione ed esclusione sono stati rigorosi, valutando anche dati di traffico, sede fiscale dell’azienda e altri parametri; i dati sono stati poi incrociati con i risultati di un sondaggio condotto tramite online panel che ha coinvolto oltre 730 mila utenti.

Il risultato strabiliante nella categoria Brico, quella di pertinenza della nicchia di mercato di BricoCasa ma anche di più altisonanti nomi, ha decretato la vittoria di brico-casa.it sulla concorrenza.

 
Il successo di un e-commerce: logistica e digital marketing

L’avvento del Covid-19 ha causato un aumento delle vendite e del traffico digitali in modo generalizzato durante il 2020, e BricoCasa col suo store online ha confermato questo trend.

“Nel 2020 abbiamo realizzato un incremento compreso tra il 30 e il 40%, dove i mesi di maggio e giugno sono stati incredibili. Quest’anno proseguiamo con una crescita molto positiva ma in maniera molto più omogenea su tutto l’anno” ha commentato in proposito Stefano Deodato.

Quali sono, tuttavia, gli ingredienti del successo di un e-commerce?

“La pandemia è stato un fattore favorente” ha commentato la responsabile della comunicazione online di brico-casa.it e direttrice editoriale del magazine correlato Chiedilo a Bricolo, Angela Teresa Girolamo “Tuttavia gli utenti potevano scegliere altri e-commerce, invece hanno scelto noi, e sono tornati da noi. Nella mia esperienza, il successo di uno store online dipende dall’equilibrio e l’efficienza di tutti gli ingranaggi della macchina: il marketing è fondamentale per attirare un buon traffico di utenti medio mensile dai social media e dai motori di ricerca principalmente. Poi c’è anche la user experience del sito, la facilità del percorso di acquisto, la logistica dell’evasione ordini, il magazzino, ecc. ma se non porti gente sul sito è difficile emergere in partenza. Va detto anche che questi sono i risultati di mesi e mesi di duro lavoro di squadra, risultati spesso graduali e lenti per cui due qualità che un gestore e-commerce dovrebbe avere sono pazienza e costanza anche per anni a volte”.

Un lavoro di squadra, quello alle spalle del premio di brico-casa.it, che vede come attori, oltre alla Girolamo, il direttore del team gestionale e del customer care Alvaro Pepe, il responsabile delle strategie di digital marketing Daniele Rutigliano di Aproweb.it.

Di sicuro la sfida digitale si conferma una volta ancora il futuro di molti settori merceologici per un rilancio dell’economia post-pandemica che può guardare, se non proprio in modo roseo, se non altro ottimistico al futuro.