Header Ads

Schiusa a Torre dell’Orso: mancava da 15 anni


TORRE DELL'ORSO (LE) - Dopo 15 anni di assenza, una femmina di tartaruga Caretta caretta aveva deposto delle uova sulla spiaggia di Torre dell’Orso. Ieri pomeriggio, su un tratto di spiaggia affollata di bagnanti dopo 62 giorni di incubazione, il miracolo della natura si è ripetuto, ed in pochi minuti 71 tartarughine Caretta caretta sono affiorate dalla sabbia raggiungendo il mare attraversando un “carpet di sabbia”, appositamente realizzato, tra due ali di bagnanti entusiasti.

Attesa sin dal giorno in cui operatori del Centro di Recupero Tartarughe di Calimera, avvertiti dalla Guardia Costiera di Otranto, erano intervenuti tempestivamente mettendo in sicurezza l’area con il supporto dell’ufficio marittimo di San Foca. Grazie ad una segnalazione di alcuni bagnanti, presa al volo, avevano avuto contezza della nidiata di uova di tartaruga "Caretta-caretta" sull'arenile libero lungo uno degli arenili più frequentati del litorale costiero di Torre dell’Orso. La cronaca della giornata, vissuta i diretta sui social, è stata immortalata dai telefonini.

Per gli esperti, evidenzia Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, si tratta di un evento eccezionale perché la schiusa delle uova avviene generalmente di notte. Per il sindaco di Melendugno Marco Potì “Le nostre spiagge,oltre ad essere Bandiera Blu, 5 Vele Legambiente, Bandiera Verde a misura di bambino, sono anche spiagge a misura di tartaruga!”.