Giusy Ferreri, il nuovo album è 'Cortometraggi' in uscita il 18 febbraio

0

 


Venerdì 18 febbraio uscirà “Cortometraggi” (Columbia/Sony Music), il nuovo album di inediti di Giusy Ferreri contenente “Miele”, brano in gara al 72esimo Festival di Sanremo, e il singolo attualmente in radio, “Gli Oasis di una volta”. “Cortometraggi”, da oggi disponibile in pre-save e pre-add, è il sesto album in studio di Giusy Ferreri e arriva a 5 anni di distanza dal precedente “Girotondo”, uscito nel 2017.

“Il titolo ‘Cortometraggi’ nasce dai miei live – ha spiegato Giusi Ferreri – durante i concerti amo definire alcuni brani che ho scritto come dei cortometraggi musicali e questo album racchiude come la narrazione di tanti piccoli film che esprimono concetti, situazioni e stati d’animo di vario genere. Ogni cortometraggio è un piccolo viaggio che ogni volta ha sapori e atmosfere differenti, colori, stili, generi e intensità diverse. È bello pensare che ogni individuo viva ogni giorno una sorprendente quotidianità che spesso varia e a volte si ripresenta ciclicamente”.

Parlando poi di “Miele”, brano scritto da Takagi & Ketra, Federica Abbate e Davide Petrella, in gara a Sanremo, Giusy Ferreri ha spiegato: “E’ una parentesi musicale romantica dal sapore retrò. Quando lo canto mi sembra di vivere uno spostamento spazio-temporale, come un magico e dolce viaggio nell’attesa del ritorno di un amore”.

A dirigere l’orchestra del Festival di Sanremo per Giusy Ferreri sarà il Maestro Enrico Melozzi. Nella serata di venerdì 4 febbraio, Giusy Ferreri, accompagnata sul palco da Andy dei Bluvertigo, interpreterà “Io vivrò (Senza te)”, celebre brano del 1969 di Lucio Battisti. “‘Io vivrò (Senza te)’ di Battisti Mogol è un capolavoro – ha commentato Giusy Ferreri – è un brano molto intenso, che ho scelto di cantare appunto perché ritengo sia tra i brani più belli ed espressivi del repertorio della musica italiana. Ho da subito immaginato la presenza di Andy dei Bluvertigo per fondere contemporaneamente la magica atmosfera dei synth e aggiungere un viaggio nel tempo. Andy è un artista e polistrumentista completo, la sua presenza darà un tocco affascinante grazie alla sua consapevolezza e al gusto che lo contraddistingue. Ci lega una forte amicizia e stima reciproca, abbiamo avuto già occasione di condividere il palco insieme. Sarà bellissimo condividere anche quello del Teatro Ariston”.

Nessun commento

Posta un commento

© tutti i diritti sono riservati
made with by templateszoo