Domenica 25 settembre torna 'Nonno ascoltami!'


VITTORIO POLITO
- Torna Domenica 25 settembre Nonno ascoltami! la Festa dell’Udito più famosa d’Italia. Udito Italia e Croce Rossa Italiana insieme a medici, audiologi, otorinolaringoiatri, audioprotesisti, tecnici di audiometria, saranno in piazza per incontrare i cittadini all’interno di presidi medici avanzati in cui verranno effettuate attività di prevenzione e di informazione sui corretti stili per conservare la salute dell’udito. Una festa che si rinnova da anni col supporto dei medici, l’adesione delle aziende sanitarie e delle Università coinvolte e realizza per ogni edizione più di 10.000 screening dell’udito.

Per 5 Domeniche in alcune piazze d’Italia, tra cui Bari (9 ottobre, piazza del Ferrarese), saranno effettuati screening gratuiti finalizzati a salvaguardare l’udito.

Secondo gli esperti, oltre il 5% della popolazione mondiale - circa 466 milioni di persone - ha una riduzione dell’udito che incide sulla qualità della vita e si stima che entro il 2050 oltre 900 milioni di persone (ovvero 1 su 10) avrà una perdita uditiva disabilitante. La metà di tutti i casi di ipoacusia può però essere prevenuta, attraverso misure di sanità pubblica.

«È per questo - spiega Valentina Faricelli, presidente di “Nonno Ascoltami!” - Udito Italia Onlus - che da oltre dieci anni siamo impegnati in campagne di informazione, educazione e responsabilizzazione dei cittadini per diffondere l’importanza della prevenzione dei disturbi uditivi, avvicinando la sanità alla gente».

«Negli ultimi anni i disturbi uditivi sono in preoccupante aumento e il tema è ormai all’attenzione dei governi mondiali - aggiunge Mauro Menzietti, fondatore della Onlus -. L’Oms ha istituito un apposito organismo, a Ginevra, per monitorare e incoraggiare politiche attive di prevenzione e cura dei disturbi uditivi. Questo organismo è il World Hearing Forum di cui anche “Nonno Ascoltami! - Udito Italia Onlus” è membro».

In Italia sono 7 milioni le persone con problemi di udito, corrispondenti all’11,7% della popolazione. Nel nostro Paese l’ipoacusia riguarda una persona su tre (tra gli over 65). Solo il 31% della popolazione ha effettuato un controllo dell’udito negli ultimi 5 anni, mentre il 54% non l’ha mai fatto. Solo il 25% di coloro che potrebbero averne beneficio usa l’apparecchio acustico, nonostante l’87% di chi ne fa uso, si dichiara soddisfatto per la migliorata qualità della propria vita.

Quest’anno sarà il Ministero della Salute ad ospitare la presentazione della nuova edizione della campagna nazionale di prevenzione Nonno Ascoltami! che prenderà il via il prossimo 18 settembre 2022 alle 10,30. L’appuntamento è mercoledì 14 settembre 2022 a Roma, presso l’Auditorium Cosimo Piccinno, Ministero della Salute – Lungotevere Ripa.

Posta un commento

0 Commenti