Giornata memoria vittime della strada, Aci Bari: "Scarsa cultura sulla guida sicura"

BARI - Nel 2021, sulle strade italiane, si sono registrati 151.875 incidenti con lesioni a persone, che hanno causato 2.875 decessi e 204.728 feriti. Ogni giorno, in media, 416 incidenti, 7,9 morti e 561 feriti. Le statistiche sugli incidenti stradali, elaborate da ACI e Istat, ci mostrano una situazione di graduale ritorno alla normalità in seguito all’allentamento delle restrizioni imposte dalla pandemia da Covid-19. Nella Giornata Mondiale in ricordo delle vittime della strada, con questo video, l’Automobile Club d’Italia intende sensibilizzare tutti a rispettare sempre le regole dettate dal Codice della strada e a usare la massima prudenza, qualunque veicolo si utilizzi per muoversi: a quattro o a due ruote. E’ assolutamente necessario prestare particolare attenzione quando si è alla guida dei cosiddetti mezzi per la ‘mobilità dolce’: il monopattino o la bicicletta. Mai dimenticare, poi, che in caso di incidente è il pedone ad avere la peggio. E’ bene sempre avere in mente che non esiste una velocità sicura: “Tuo il rischio, tua la responsabilità”! Guidate con prudenza - sempre e dovunque - ne va della vostra e dell’altrui incolumità!

"Ci sono delle strade in cui si verificano più incidenti, sia perché più trafficate e sia per mancanza di una adeguata manutenzione - commenta il presidente dell'Ac Bari Bat, Francesco Ranieri - a questo si unisce la poca cultura sulla guida sicura. Auspichiamo nei prossimi anni una maggiore attenzione tra i giovani. A partire dall'uso di bici elettriche e monopattini che riteniamo siano fautori di molti incidenti nei centri abitati. Riteniamo che le bici elettriche e i monopattini debbano circolare nelle corsie dedicate, corsie che però mancano nelle nostre città e questo porta anche all'aumento degli incidenti. I monopattini e le bici elettriche è vero che sono veicoli a zero emissioni, ma devono essere usati con attenzione su strada: sono mezzi poco visibili, con ruote inadeguate sull'asfalto. Aci Italia continuerà a divulgare l'educazione stradale sia nelle scuole che nelle piazze cittadine proprio al fine di sensibilizzare i cittadini ad una guida più consapevole".

Posta un commento

0 Commenti