Lecce, insulti e spray negli occhi a cliente sudamericana: a processo commessa


LECCE - Rinvio a giudizio per la commessa 43enne di Trepuzzi per aver spruzzato in faccia a una ragazza colombiana del detersivo. La donna offese e ferì la ragazza sudamericana che fu costretta a raggiungere il 'Vito Fazzi' di Lecce per le lesioni riportate agli occhi. L'accusa per la 43enne è di lesioni personali aggravate dall’odio razziale, come stabilito dalla giudice per l’udienza preliminare. 

I fatti risalgono al 31 marzo 2021 quando la colombiana raggiunse Lecce da Leverano per inviare dei soldi ai familiari con MoneyGram.

La commessa, dopo aver saputo che la ragazza doveva inviare denaro in Colombia, si era rifiutata di portare a termine l'operazione, cacciandola dal negozio. Non lasciando il suo posto, la commessa ha così deciso di spruzzarle del detersivo per pulire i vetri, ordinandole di andarsene e accusandola di avere delle malattie. 

La giovane sudamericana ha filmato la scena al telefono, fino a quando la commessa le ha spruzzato del detersivo sugli occhi, definendola una prostituta. La commessa si è sempre difesa rifiutando l'etichetta di razzista e di aver sempre avuto un atteggiamento corretto nei confronti della ragazza. Il processo inizierà il 2 aprile.

Posta un commento

0 Commenti