Francavilla Fontana, lunedì 18 settembre Gianluca Budano alla rassegna 'Lei non sa chi sono io'



FRANCAVILLA FONTANA (BR)
- Lunedì 18 settembre alle 19.00 a Castello Imperiali la rassegna "Lei non sa chi sono io – Storie e autori al Castello" ospiterà il direttore dell’Ambito Territoriale Br3 Gianluca Budano che presenterà il suo ultimo libro "Base, altezza e profondità" (Meltemi editore).

All’incontro prenderanno parte il Sindaco Antonello Denuzzo, l’Assessore ai Servizi Sociali Giuseppe Bellanova, il Presidente del Consiglio Comunale e Consigliere Regionale Maurizio Bruno, il giornalista e scrittore Emilio Mola e il Presidente regionale di Confcooperative Sanità Mauro Abate. Modererà Valentina Farina, vicepresidente del Consiglio dell’Ordine degli Assistenti Sociali Puglia.
"Base, altezza e profondità" raccoglie e mette a sistema gli scritti di Gianluca Budano pubblicati su varie testate e blog, sfumati e declinati da autorevoli rappresentanti del mondo della cultura, dei corpi intermedi e delle professioni. Tema conduttore è la trasversalità della componente sociale: alla base dell’essere umano, quest’ultima si innalza e attraversa in profondità altri settori risultando essenziale per ogni politica e servizio che intenda rispondere con efficacia alle esigenze e ai bisogni degli uomini e delle donne.
Come la cura ha bisogno di una specifica etica, allo stesso modo l’impegno sociale e politico ha bisogno di una specifica cura. Tale assunto fonda una nuova idea di antropologia dell’uomo e dell’organizzazione e introduce il concetto riformista di patriottismo sociale, che spiazza le parti politiche e culturali oggi in scena.
Gianluca Budano, esperto in materia di politiche socio-sanitarie, è welfare manager pubblico e opera nel mondo universitario. Dirigente delle ACLI e Consigliere di Amministrazione di Terzjus – Osservatorio di Diritto del Terzo Settore, è anche giornalista pubblicista, scrittore, bloggista per "The Huffington Post" e fondatore del blog "www.servecisono.eu" sul tema dell’etica della cura e della cura dell’impegno sociopolitico. Ingresso libero.

Posta un commento

0 Commenti