Visualizzazione post con etichetta METEO. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta METEO. Mostra tutti i post

Maltempo: venti forti sulla Puglia

BARI - Prosegue l'ondata di maltempo sulla Puglia. Dal primo pomeriggio di domani giovedì 2 dicembre, e per le successive 12-18 ore, sono previsti venti di burrasca sud-occidentali, con raffiche di burrasca forte, su Puglia meridionale. Lo rende noto la Protezione civile.

Dalle ore 14:00 di domani, giovedì 2 dicembre, e per le successive 18 ore, sono previsti venti di burrasca sud occidentali, con raffiche di burrasca forte su Puglia meridionale. Possibilita’ di forti mareggiate lungo le coste esposte.

Pertanto dalle ore 14:00 del 2 dicembre, e per le successive 18 ore, e' prevista allerta gialla per rischio vento su bacini del lato e del lenne.

Venti forti sulla Puglia: è allerta gialla

BARI - Prosegue l'ondata di maltempo sulla regione. Dalle ore 20.00 del 29 novembre, e per le successive 22 ore, sono previsti venti inizialmente forti nord-occidentali, con raffiche di burrasca sulla Puglia meridionale. Lo rende noto la Protezione civile.

Pertanto dalle ore 20.00 del 29 novembre, e per le successive 22 ore, e' prevista allerta gialla per rischio vento localizzato su tutta la regione.

Maltempo, allerta arancione in due Regioni


ROMA - Le Regioni più colpite saranno Calabria e Campania. La Protezione civile ha diramato anche un'allerta gialla su diverse aree del Centro-Sud.

In particolare è prevista la possibilita’ dalla tarda di domenica 28 novembre, e per le successive 24 – 30 ore, di venti di burrasca, con rinforzi fino a burrasca forte dai, quadranti occidentali su Sardegna, in rapida estensione a Sicilia, Calabria, Basilicata e Puglia centro – meridionale. Previste forti mareggiate lungo le coste esposte.

Venti forti sulla Puglia: è allerta gialla


BARI - Prosegue l'odata di maltempo sulla Puglia. E' prevista la possibilita’ dalla tarda serata di oggi, domenica 28 novembre, e per le successive 24 – 30 ore, di venti di burrasca, con rinforzi fino a burrasca forte dai, quadranti occidentali su Sardegna, in rapida estensione a Sicilia, Calabria, Basilicata e Puglia centro – meridionale. Previste forti mareggiate lungo le coste esposte.

REGIONE - E' prevista la possibilita’ dalle ore 16,00 del 28 novembre, e per le successive 8 ore, di venti forti occidentali con rinforzi fino a burrasca con ulteriori raffiche fino a burrasca forte sulle aree ioniche. Dalle ore 00,00 del 29 novembre, e per le successive 20 ore, previsti venti di burrasca forte dai quadranti occidentali. Forti mareggiate lungo le coste esposte.

Pertanto dalle ore 16,00 del 28 novembre, e per le successive 8 ore, e' prevista allerta gialla per rischio vento localizzato su tutta la Puglia. Dalle ore 00,00 del 29 novembre, e per le successive 20 ore, e' prevista allerta gialla per rischio vento localizzato sulla maggior parte della Puglia e allerta arancione sul Salento e bacino del lato e del lenne.

Venti forti sulla Puglia, è allerta gialla

BARI - Prosegue l'ondata di maltempo sulla Puglia. Dalle ore 14:00 di oggi, venerdì 26 novembre, e per le successive 20 ore, sono previsti venti da forti a burrasca sud occidentali, con raffiche di burrasca forte.

Pertanto dalle ore 14:00 del 26 novembre, e per le successive 20 ore, e' prevista allerta gialla per rischio vento su tutta la regione.

Temporali sulla Puglia: è allerta arancione


BARI - Prosegue l'ondata di maltempo sulla Puglia. Dalle ore 14:00 di oggi 25 novembre, e per le successive 24 ore, sono previste precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale su Puglia centro-meridionale, con quantitativi cumulati generalmente moderati; da isolate a sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, con quantitativi cumulati deboli, fino a puntualmente moderati sul resto del territorio. possibili locali fenomeni di esondazione legati al transito delle piene. Venti: da forti a burrasca, con raffiche fino a burrasca forte su puglia meridionale. Lo rende noto la Protezione civile.

Pertanto dalle ore 14:00 del 25 novembre, e per le successive 24 ore, e' prevista allerta arancione per rischio idraulico, idrogeologico, idreogeologico per temporali e vento localizzato sulla Puglia centrale adriatica, bacini del lato e del lenne, Puglia centrale bradanica e Salento. E' prevista allerta gialla sul resto della regione.

3bmeteo: "Arriva l'inverno, da giovedì maltempo e neve anche a quote basse"


BERGAMO - ”Dopo una breve tregua mercoledì, torna il maltempo sull’Italia e questa volta assumerà caratteristiche via via più invernali” – lo conferma il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara che spiega – “giovedì prima intensa perturbazione con piogge e rovesci su gran parte della Penisola in movimento da Ovest verso Est, tuttavia più intensi e frequenti al Nord e versante tirrenico, dove non mancheranno anche locali temporali. Temporali talora intensi e a carattere di nubifragio saranno altresì possibili su Sicilia, Sardegna, Calabria e in generale area ionica. Non esclusi picchi localmente superiori ai 40-50mm.

“Tra venerdì e il weekend poi altri impulsi freddi e instabili dal Nord Europa affonderanno il colpo sull’Italia e il Mediterraneo in generale” – avverte Ferrara di 3bmeteo.com – “con ulteriori piogge, rovesci e temporali specie al Nordest e ancora una volta sulle regioni tirreniche, ma con fenomeni sparsi possibili anche sul resto d’Italia. Non mancheranno precipitazioni localmente di forte intensità, con tra l’altro anche frequenti grandinate, pur localizzate. In questa fase ulteriore calo delle temperature a partire dal Nord, dove si respirerà aria d’Inverno, ma progressivamente anche sul resto della Penisola. Il tutto accompagnato da venti a tratti forti e burrascosi tra Scirocco e Libeccio, con raffiche talora superiori agli 80km/h specie su Tirreno, Sardegna, Sicilia, Ionio e mari agitati”

ARRIVA LA NEVE SU ALPI E APPENNINO, ANCHE A QUOTE BASSE AL NORD – “Come già anticipato le temperature saranno in diminuzione nei prossimi giorni, anche marcata in primis al Nord. Questo favorirà il ritorno di nevicate anche a quote medio-basse dapprima sulle Alpi, ma a seguire anche sull’Appennino centro-settentrionale a tratti anche a quote collinari al Nord. Più nello specifico giovedì la neve potrà scendere sin verso i 300-500m su basso Piemonte ed entroterra savonese, ma nel weekend non esclusa anche su Lombardia e Nordest; sempre entro il weekend neve fino a 800-1300m sull’Appennino centro-settentrionale” – concludono da 3bmeteo.com.

3bmeteo: "Breve tregua nel weekend ma la prossima settimana torna il maltempo e anche la neve”


BERGAMO - “Sabato la giornata più stabile per l’Italia con sole prevalente su gran parte del Paese, eccetto che sulla Valpadana, dove ristagneranno nebbie e nubi basse con riduzione della visibilità, localmente anche sulle vallate del Centro e in Toscana” – a dirlo il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara che precisa – “la pausa stabile sarà tuttavia effimera, in quanto già domenica si avvicinerà una nuova perturbazione che porterà nuove piogge o rovesci sparsi a fine giornata al Nord, lungo il versante tirrenico e sulle Isole Maggiori”

PROSSIMA SETTIMANA RIPETUTE ONDATE DI MALTEMPO – “La perturbazione in arrivo domenica sera aprirà la strada a una fase nuovamente instabile o a tratti anche perturbata per la nuova settimana” – avverte Ferrara di 3bmeteo.com – “Un primo affondo perturbato dal Nord Europa ad inizio settimana darà vita all’ennesima circolazione ciclonica sul Mediterraneo occidentale che porterà piogge e rovesci sparsi tra lunedì e martedì, specie al Centronord. A seguire una seconda e più intensa offensiva perturbata fredda sempre dal Nord Europa potrebbe innescare condizioni di maltempo talora severo in particolare al Nord e sul versante tirrenico, con possibilità per piogge abbondanti e nubifragi.”

ARIA PIU’ FREDDA E NEVE ANCHE ABBONDANTE SULLE ALPI – La seconda fase perturbata del periodo 25-27 novembre potrebbe essere accompagnata da aria decisamente più fredda in discesa dalla latitudini artiche, che dovrebbero raggiungere pur attenuate anche l’Italia specie settentrionale. In questa fase dunque saranno possibili nevicate talora copiose su Alpi e Prealpi anche a quote medio-basse.” – concludono da 3bmeteo.com.

Maltempo: allerta gialla sulla Puglia


BARI - Torna il maltempo sulla Puglia. Dalle ore 14:00 di oggi, mercoledì 17 novembre, e per le successive 30 ore sono previste precipitazioni da sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, sulla Puglia meridionale, con quantitativi cumulati moderati; da isolate a sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, sulla Puglia centrale, con quantitativi cumulati da deboli a puntualmente moderati. Lo rende noto la Protezione civile. 

Pertanto dalle ore 14:00 del 17 novembre, e per le successive 10 ore, e' prevista allerta gialla per rischio idrogeologico ed idrogeologico per temporali localizzato su Puglia centrale adriatica e bacini del lato e del lenne; dalle ore 00:00 del 18 novembre, e per le successive 20 ore, e' prevista allerta gialla per rischio idrogeologico ed idrogeologico per temporali localizzato su Puglia centrale adriatica, Puglia centrale bradanica e bacini del lato e del lenne.

3bmeteo: "Maltempo eccezionale, tornado in Sicilia, allagamenti in Calabria e sulle Marche"


BERGAMO - Incredibile quanto successo nelle ultime 24 ore in Sicilia, flagellata ripetutamente dal maltempo in questo autunno davvero eccezionale. “In seno ad una circolazione ciclonica che insiste da molti giorni sul Mediterraneo centro-occidentale si sono sviluppati nuovi violenti temporali che tra ieri e stamattina hanno 'spazzolato' l'Isola da Sudovest verso Nordest.” - spiegano gli esperti di 3bmeteo.com - “Si sono registrati così nuovi nubifragi, allagamenti, grandinate anche di grossa taglia in particolare tra trapanese, palermitano, agrigentino, poi anche ennese, ragusano, siracusano e catanese. Il dato notevole riguarda il numero eccezionale di vortici tra tornado che hanno toccato terra e trombe marine, ben 10 nella giornata di ieri e altre due tra la scorsa notte e stamattina, per un totale di 12!”

“Il maltempo ha continuato a inveire per tutta la notte con ulteriori forti temporali che hanno cumulato altri 100mm in provincia di Catania e oltre 120mmin provincia di Ragusa a Scoglitti, a Comiso un tornado ha distrutto un rifornimento di carburante.” - proseguono da 3bmeteo.com - Nella zona di Modica (Ragusa) vaste aree rurali sono state devastate da un secondo tornado (il dodicesimo della serie) con epicentro tra Frigintini e le contrade Bosco, Serrameta, Sant'Elena che è costato la vita ad una persona, un 53 enne che era uscito di casa quando in contrada Serrameta Trebalate è statoinvestito in pieno dalla tromba d'aria. E' stato ritrovato anche il furgone, vuoto. Ingenti i danni alle abitazioni private, ai pali della luce, ai muri di contenimento. Tantissime case sono rimaste senza energia elettrica e senza linea internet. Vaste grandinate sono state segnalate in provincia di Catania. Da segnalare anche la neve sull'Etna a tratti fin verso i 1500-1600m.

PRECIPITAZIONI ECCEZIONALI - “Ottobre si è rilevato un mese eccezionale per la Sicilia ma novembre non si sta dimostrando da meno. Piogge davvero importanti in particolare sulla Sicilia sud-orientale dove si registrano i picchi e i surplus maggiori. Su ragusano e siracusano ad esempio nel solo mese di ottobre in alcune aree è piovuto di più rispetto a tutti i 12 mesi precedenti. Solamente ad ottobre la stazione di Linguaglossa sull'Etna ha fatto registrare oltre 700mm di accumulo!”.

ANCORA MALTEMPO ANCHE SUL RESTO D'ITALIA, MA SI VA VERSO UNA PARZIALE TREGUA – Anche altre parti d'Italia sono state colpite dal maltempo, in particolare il resto del Sud, il versante adriatico, con allagamenti in Calabria, specie cosentino, e sulle Marche, specie costiere; anche qui picchi di oltre 50-100mm. Piogge in genere deboli invece al Nord. Nei prossimi giorni l'alta pressione tenterà di riportare maggiore stabilità ma con residue piogge sul versante adriatico e al Sud, mentre la prossima settimana potremmo assistere ad un nuovo generale guasto con recrudescenza del maltempo e primi freddi in arrivo al Nord” - concludono da 3bmeteo.com.

Maltempo: allerta gialla sulla Puglia

BARI - Prosegue l'ondata di maltempo sulla Puglia. Dalle ore 20:00 di oggi, martedì 16 novembre, e per le successive 20 ore sono previste precipitazioni da isolate a sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, sulla Puglia meridionale, con quantitativi cumulati fino a localmente moderati.

Pertanto dalle ore 20:00 del 16 novembre, e per le successive 20 ore, e' prevista allerta gialla per rischio idrogeologico localizzato su bacini del lato e del lenne.

Temporali sulla Puglia: è allerta gialla


BARI - Torna il maltempo sulla Puglia. Dalle ore 00,00 di domani, martedi’ 16 novembre, e per le successive 20 ore sono previste precipitazioni, sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, con quantitativi cumulati puntualmente moderati, possibili locali fenomeni di esondazione legati al transito delle piene. Lo rende noto la Protezione civile.

Pertanto dalle ore 00,00 di martedi’ 16 novembre, e per le successive 20 ore, e' prevista allerta gialla per rischio idrogeologico localizzato su bacini del lato e del lenne.

Maltempo: 6 nubifragi al giorno da inizio autunno

ROMA - Dall’inizio dell’autunno si contano lungo tutta la Penisola piu’ di 6 nubifragi al giorno tra bombe d’acqua, tempeste di vento, e tornado che hanno provocato morti, feriti e danni. E’ quanto emerge dall’analisi della Coldiretti sulla base dei dati dell’European Severe Weather Database (Eswd) in riferimento alla nuova perturbazione con l’allerta meteo della protezione civile arancione in Veneto  e gialla su Liguria, Piemonte, Lombardia, Emilia-Romagna, Toscana, Lazio, Puglia, sul versante nord-orientale della Sicilia e sull`intero territorio della Sardegna.

Sono evidenti anche in Italia – sostiene la Coldiretti – gli effetti dei cambiamenti climatici con l’autunno 2021 che fa segnare fino ad ora un aumento del 39% di eventi i estremi rispetto allo scorso anno. Si tratta di un brusco cambiamento dopo una estate generalmente siccitosa che aveva favorito il divampare degli incendi con oltre 170mila ettari di bosco andati a fuoco. A pagare un conto salato in autunno – continua la Coldiretti – è l’agricoltura con la fase conclusiva della vendemmia e l’inizio della raccolta delle olive mentre nei terreni si raccolgono gli ortaggi autunnali e bisogna effettuare le tradizionali semine primaverile ostacolate dal maltempo.

Siamo di fronte – precisa la Coldiretti – alle conseguenze dei cambiamenti climatici anche in Italia dove l’eccezionalità degli eventi atmosferici è ormai la norma, con una tendenza alla tropicalizzazione che si manifesta con una più elevata frequenza di manifestazioni violente, sfasamenti stagionali, precipitazioni brevi e intense ed il rapido passaggio dal sole al maltempo, che compromettono anche le coltivazioni nei campi con danni per oltre 2 miliardi di euro nel 2021, tra perdite della produzione agricola nazionale e danni alle strutture e alle infrastrutture nelle campagne. Alla perdita del raccolto stagionale infatti si aggiungono in molti casi danni destinati a durare nel tempo come per le piante da frutto divelte dalla furia delle acque per le quali – conclude la Coldiretti – occorreranno anni prima che possano tornare a produrre.

Venti forti sulla Puglia: è allerta gialla

BARI - Prosegue l'ondata di maltempo sulla Puglia. Dalle ore 18:00 di oggi, mercoledì 3 novembre, e per le successive 30 ore, sono previsti venti forti meridionali con rinforzi fino a burrasca. Lo rende noto la Protezione civile.

Pertanto dalle ore 18:00 del 3 novembre, e per le successive 30 ore, e' prevista allerta gialla per rischio vento localizzato su tutta la regione.

Maltempo: allerta meteo su gran parte d'ltalia


ROMA - Una vasta perturbazione sta portando temporali e forte vento da Nord a Sud della Penisola. La Protezione civile ha diramato l'allerta meteo arancione su cinque Regioni, sette quelle interessate dall'allerta gialla.

Saranno interessate dall'allerta infatti Campania, Lazio, Molise, Abruzzo e Sardegna. Ma la vasta perturbazione di origine atlantica, dalla prossima notte, raggiungerà tuttavia gran parte delle regioni determinando una fase di spiccato maltempo specie al Centro-Nord e parte del Sud. Si prevede inoltre un generale rinforzo dei venti dai quadranti occidentali.

Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le regioni coinvolte – alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati – ha quindi emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare infatti delle criticità idrogeologiche e idrauliche.

L’avviso prevede dalle prime ore di domani precipitazioni da sparse a diffuse, a prevalente carattere di rovescio o temporale, su Liguria, Toscana settentrionale e Sardegna. Dal primo mattino di domani si prevedono inoltre precipitazioni diffuse, a prevalente carattere di rovescio o temporale, su Lazio, Campania, Abruzzo e Molise, con fenomeni più persistenti a ridosso dei settori appenninici. Sempre dal primo mattino di domani sono previste precipitazioni sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Lombardia e Veneto, specie settori alpini, e sulla Puglia settentrionale. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento.

3bmeteo: "L'autunno fa sul serio, Ognissanti con la pioggia, poi nuove ondate di maltempo"

BERGAMO - “Perturbazione atlantica di classico stampo autunnale in arrivo sull'Italia, che verrà investita nella giornata di Ognissanti” - lo conferma il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara che spiega - “avremo così condizioni di maltempo diffuso con piogge e rovesci in movimento da Ovest verso Est. Non mancheranno locali temporali, piogge abbondanti o nubifragi, in particolare su fascia prealpina, alta Lombardia, Trentino, Dolomiti del Veneto, Friuli Venezia Giulia, Liguria centro-orientale, Toscana, Lazio e Campania. Il tutto accompagnato da venti anche forti di Scirocco e Libeccio, mentre sulla Liguria irromperà la Tramontana scura. Marea molto sostenuta sulla Laguna di Venezia con un picco previsto di 130cm in serata. Contestualmente nevicherà sulle Alpi a quote in genere elevate, ma a tratti sotto i 1800-2000m entro sera.”

NUOVE PERTURBAZIONI A SEGUIRE- “Non sarà finita qui” - avverte Ferrara di 3bmeteo.com - “dopo una breve e parziale tregua martedì, tra mercoledì e giovedì sono attese nuove perturbazioni con ulteriore ondata di maltempo su gran parte d'Italia,. Sono così previste nuove piogge, temporali specie al Nord e sul medio versante tirrenico. Più ai margini il Sud, con tempo spesso asciutto e anche parzialmente soleggiato tra Sicilia, Calabria, Basilicata e Puglia; Campania, Molise e Sardegna saranno invece più coinvolte dall'azione ciclonica. Venti spesso sostenuti e mari molto mossi o agitati.”

CALO TERMICO E NEVE ANCHE COPIOSA SULLE ALPI, FIOCCHI ANCHE IN APPENNINO - “In questa fase affluirà aria più fredda proveniente dal Nord Europa, che favorirà nevicate talora copiose sulle Alpi inizialmente dai 1600-1900m, ma in calo fin sotto i 1500m specie sulle Alpi di confine. Entro giovedì fiocchi di neve anche sull'Appennino centro-settentrionale pur in genere a quote elevate” - concludono da 3bmeteo.com.

3bmeteo: “La tempesta Apollo (probabile Medicane) punta il Sud e ad Ognissanti maltempo anche al Centronord”


BERGAMO – “Si sta strutturando in queste ore sullo Ionio meridionale il ciclone mediterraneo che nelle prossime ore assumerà caratteristiche simil-tropicali” – lo conferma il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara che avverte – “il ciclone, che è stato nominato Apollo dall’Università di Berlino, risalendo le acque ancora molto calde del Mediterraneo, si potenzierà ulteriormente avvicinandosi alla Sicilia. Non è escluso che temporaneamente in questa fase possa diventare anche Medicane, ovvero uragano mediterraneo, prima di declassarsi nuovamente a tempesta tropicale.”

“Tra giovedì notte e venerdì condizioni di maltempo anche severo sono previste sulla Sicilia, in particolare ionica” – prosegue Ferrara di 3bmeteo.com – “attenzione dunque in primis a ragusano e siracusano, ma successivamente anche a catanese e messinese ionico. Saranno possibili piogge molto intense, potenzialmente alluvionali, accompagnate da burrasche di vento con raffiche talora superiori ai 90-100km/h e intense mareggiate sulle coste ioniche (onde anche di oltre 4-5 metri al largo). Marginalmente coinvolta anche la Calabria, con severo maltempo entro venerdì sera soprattutto sul comparto meridionale e in primis sul reggino ionico”.

PONTE OGNISSANTI CON ARRIVO DELLE PIOGGE AUTUNNALI AL CENTRONORD - “Condizioni meteo invece diametralmente opposte al Centronord dove il tempo si manterrà stabile e in prevalenza soleggiato sino a venerdì. Tuttavia proprio nel weekend si avvicinerà una perturbazione atlantica che porterà un progressivo peggioramento ad iniziare dal Nordovest, dove le prime piogge dovrebbero giungere già sabato. Ma sarà tra domenica e Ognissanti che arriverà una vasta perturbazione atlantica, che porterà le vere piogge di stampo autunnale su gran parte della Penisola, a tratti anche intense ed abbondanti su Alpi, Prealpi, pedemontane del Nord, Friuli Venezia Giulia, Liguria e Toscana. Qualche rovescio raggiungerà anche il Sud, dove nel frattempo il ciclone mediterraneo avrà allentato progressivamente la presa” – concludono da 3bmeteo.com.

3bmeteo: "Uragano Mediterraneo in rotta verso il Sud, ma entro Ognissanti anche al Centronord"


BERGAMO – Neanche il tempo di fare la conta dei danni della disastrosa alluvione di Catania, che la Sicilia e non solo sono già in allerta meteo. “Appare infatti ormai molto probabile la formazione di un ciclone mediterraneo simil tropicale associato a venti paragonabili a quelli di un uragano (Medicane), che tra giovedì sera e venerdì dovrebbe risalire lo Ionio e raggiungere parte del Sud Italia” - lo conferma il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara che avverte - “pur con ancora delle incertezze legate alla traiettoria del vortice, le zone interessate da una nuova severa ondata di maltempo dovrebbero essere Calabria e Sicilia orientale. Su queste aree a partire da giovedì sera e nel corso di venerdì ci attendiamo condizioni di maltempo talora severo con piogge e temporali talora a carattere di nubifragio e venti burrascosi, con raffiche anche di oltre 100km/h sullo Ionio e violente mareggiate sulle coste esposte. I versanti maggiormente a rischio saranno quelli ionici pertanto: siracusano, catanese, messinese ionico, poi reggino, Locride in generale, catanzarese e crotonese. Non esclusi picchi pluviometrici ancora una volta superiori ai 150-200mm con possibili criticità idrogeologiche, frane e allagamenti, oltre ai potenziali danni arrecati dal forte vento. Prestare dunque massima attenzione a queste zone”.

“Il resto del Sud dovrebbe rimanere più ai margini dell'azione ciclonica” - prosegue l'esperto - “con nubi irregolari e precipitazioni in genere meno intense e più occasionali, anche se c'è una remota possibilità che la Campania possa venire interessata in modo più diretto entro la fine di venerdì. Anche la Sardegna vedrà piogge talora consistenti specie sul versante sud-orientale dell'Isola".

AL CENTRONORD SITUAZIONE TRANQUILLA, MA PIOGGE ATLANTICHE IN VISTA PER OGNISSANTI - “Situazione decisamente più stabile al Centronord almeno sino a venerdì. Nel weekend tuttavia primi segnali di cambiamento con nubi in aumento e precipitazioni in arrivo su Nordovest e Toscana. Sarà il preludio ad un peggioramento più marcato per Ognissanti e nei giorni successivi, quando una vasta perturbazione atlantica riporterà le piogge autunnali su gran parte del Centronord, a tratti anche abbondanti a ridosso dei rilievi e sul versante tirrenico. Nel frattempo il ciclone mediterraneo perderà forza al Sud, lasciando comunque in eredità una certa instabilità atmosferica” - concludono da 3bmeteo.com.

3bmeteo: "Avviso per l'uragano Medicane nei prossimi giorni al Sud"


BERGAMO – “Giungono sempre più conferme sulla formazione di un profondo ciclone mediterraneo nei prossimi giorni, che potrebbe assumere caratteristiche tropicali diventando quello che mediaticamente viene chiamato Medicane (da MEDiterranean HurriCANE)” – a dirlo il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara che avverte – “purtroppo il maltempo alluvionale dei giorni scorsi in Sicilia potrebbe essere solo un antipasto di una nuova e ancora più severa ondata di maltempo che tra giovedì e venerdì potrebbe colpire l’Isola, quando il ciclone sembrerebbe fare landfall una volta potenziatosi nei pressi di Malta. Saranno così possibili nuove forti piogge e nubifragi, in particolare su ragusano, siracusano e catanese, con venti burrascosi, raffiche di Levante talora superiori ai 70-80km/h e violente mareggiate sulle coste ioniche con onde talora di oltre 2-3 metri. In parte coinvolta anche la Calabria, in primis il reggino, ma piogge talora abbondanti potrebbero interessare pure il resto del versante ionico specie tra Locride e catanzarese.

“Il resto del Sud si dovrebbe mantenere ai margini dell’azione ciclonica con precipitazioni più occasionali” - prosegue Ferrara di 3bmeteo.com – “mentre la Sardegna si troverà inserita nel canale depressionario che alimenta il ciclone, con piogge a tratti più consistenti specie sul cagliaritano”.

PONTE OGNISSANTI CON ARRIVO DELLE PIOGGE AUTUNNALI AL CENTRONORD -
“Condizioni meteo invece diametralmente opposte al Centronord dove il tempo si manterrà stabile e in prevalenza soleggiato almeno fino a venerdì compreso. Tuttavia proprio nel weekend si avvicinerà una perturbazione atlantica che porterà un progressivo peggioramento ad iniziare dal Nordovest, dove le prime piogge dovrebbero giungere già sabato. Ma sarà con molta probabilità ad Ognissanti e nei giorni successivi che la parte più attiva della perturbazione raggiungerà il Centronord portando le classiche piogge diffuse di stampo autunnale. Qualche rovescio raggiungerà a seguire anche il Sud, dove nel frattempo il ciclone mediterraneo avrà allentato progressivamente la presa” – concludono da 3bmeteo.com.

Allarme maltempo al Sud Italia. Una settimana all'insegna dell'uragano mediterraneo

(euronews) Allagamenti, piogge torrenziali, strade interrotte, scuole chiuse in diverse città della Sicilia e Calabria tra cui Catania, Acireale e Reggio Calabria.
© tutti i diritti sono riservati
made with by templateszoo