• , ,
  • Gastronomia: apre a Bari ‘Stammibene’, il primo mercato con cucina progettato da chi lo userà

    BARI - Un orto verticale e una parete di erbe aromatiche, un ‘pratavolo’ dove fare colazione con i gomiti sull’erba fresca nel cuore della città, un bar con l’offerta di colazioni dolci, salate e internazionali. Sono solo alcune delle ispirazioni proposte dai 100 Ambasciatori del Gusto, selezionati in tutta Italia, divenute realtà a StammiBene, il primo mercato con cucina dedicato al benessere alimentare che apre a Bari in via Nicolai 31, lunedì 11 settembre.

    Stammibene è la nuova sfida del Gruppo Megamark, tra le realtà leader del Mezzogiorno nella distribuzione moderna – con circa 5.000 collaboratori e oltre 500 punti vendita a insegna Dok, A&O, Famila, Iperfamila, Sole365 e Superò in Puglia, Campania, Molise, Basilicata e Calabria - che continua la diversificazione nella ristorazione dopo l’apertura di ‘Colorito’ a Caserta, dove degustare prodotti di stagione e del territorio oltre che pietanze realizzate con materie prime campane di eccellenza.

    Attraverso il portale dedicato (www.stammi-bene.it), 100 Ambasciatori del Gusto hanno contribuito, con i loro suggerimenti su arredamento, atmosfera, menu, prodotti e servizi, alla co-progettazione del primo spazio di benessere alimentare dedicato a loro. Tra le proposte divenute realtà lo “Stammi Pronto”, una intera parete dedicata a insalate e zuppe fresche da asporto, la parete degli sfusi (“Legumi e Legàmi”) con semi, cerali, spezie e legumi, la “Cucina viSIva” dove assistere ogni giorno alla preparazione di piatti regionali o internazionali, il ristorante “A Stare” dove degustare menu stagionali che valorizzano prodotti biologici e locali (circa il 90% dell’assortimento proviene dalla Puglia) e sorseggiare vini accuratamente selezionati in nome del “buon bere”.

    Con una superficie di oltre 450 metri quadri e 70 posti a sedere, Stammibene occupa 40 persone con un’età media di 30 anni coordinati dallo chef Antonio Scalera e da Francesca Mosele e Alessandro Milella. La progettazione degli spazi, a valle del percorso partecipativo e dei focus group sul territorio condotti da Giusy Scandroglio, è stata curata dall’architetto Nicla Prodon. La cura dell'allestimento e dell'identità è ad opera di Lorenza Dadduzio, direttore creativo di cucinaMancina, che ha coordinato la progettazione partecipata e sviluppato i contenuti didattici e di comunicazione di Stammibene.

    www.stammi-bene.it
    www.facebook.com/stammibenee
    https://www.instagram.com/stammi_bene/?hl=it
    Condividi: 

    Nessun commento:

    Posta un commento

    Le news del giorno