Visualizzazione post con etichetta Foggia. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Foggia. Mostra tutti i post

venerdì, aprile 28, 2017

Agguato nel Foggiano, ucciso operatore ecologico

FOGGIA - Si torna a sparare in Capitanata. Un operatore ecologico 33enne e' stato freddato in un agguato, stamane a Torremaggiore. La vittima, Pasquale Maiellaro, gia' noto alle forze di polizia, aveva appena iniziato il turno di lavoro in via Moro, quando e' stato colpito mortalmente da alcuni dei proiettili sparati dall'assassino probabilmente con una pistola automatica.

I Cc hanno eseguito i rilievi tecnici e stanno esaminando i filmati delle telecamere di sicurezza di alcuni esercizi commerciali della zona, per risalire all'identita' del killer.

mercoledì, aprile 26, 2017

'Un 25 aprile per la legalità', Michele Placido e Albano a San Severo

SAN SEVERO - Un palco di grande qualità ed eccezionale spessore artistico, con la presenza di tutti gli importanti ospiti annunciati alla vigilia, ha caratterizzato ieri in piazza Municipio la manifestazione “Un 25 aprile per la legalità”, fortemente voluta dalla Regione Puglia e dal Comune di San Severo con il Teatro Pubblico Pugliese, per sostenere il territorio contro ogni forma di criminalità attraverso lo spettacolo.

Nel giorno in cui in Italia si è celebrata la liberazione dal nazifascismo, una originale idea di Michele Placido, un figlio di questa terra che non ha dimenticato la sua terra, ha trasformato la piazza più centrale della città in un grande salotto televisivo, andato in onda in diretta su Tele Norba (con la impeccabile conduzione di Michele Cucuzza e Mary De Gennaro) con la straordinaria partecipazione di artisti di fama internazionale come Ambra Angiolini, Albano Carrisi, Mauro Di Maggio, Alessandro Haber, Maria Nazionale, Michele Placido, Violante Placido, Sebastiano Somma, Federica Vincenti. E poi il fantastico concerto del gruppo salentino degli “Alla Bua” che ha trascinato molti dei presenti a ballare in piazza la pizzica. Il Governatore della Regione Puglia Michele Emiliano è intervenuto in diretta da Roma.

“E’ stato un giorno memorabile – dichiara il Sindaco avv. Francesco Miglio, salito sul palco nel corso del pomeriggio – in cui abbiamo ribadito che il nostro territorio necessita della giusta attenzione da parte delle autorità nazionali. Devo ringraziare ancora una volta Michele Placido per aver scelto la nostra San Severo, per aver convogliato con la stretta collaborazione del Teatro Pubblico Pugliese, tanti importanti ospiti a San Severo a costo zero, cosa ribadita sul palco sia dallo stesso Michele Placido che dal grande Albano. Purtroppo le polemiche ci sono sempre. Occorre dire a voce ferma che Il Comune di San Severo non ha tirato fuori un solo centesimo, abbiamo solo messo a disposizione le nostre strutture, il nostro apparato burocratico, i nostri dipendenti, tutto il resto lo ha fatto la splendida produzione, compresa la scelta della location. Abbiamo mostrato nei giorni precedenti a Tele Norba quattro piazze della città, è stata individuata Piazza Municipio sia perché essere quella della residenza municipale che deve rappresentare il centro della legalità in ogni dove, sia perché il Municipio ha consentito, con i suoi uffici ed i suoi spazi, un formidabile contenitore per tutte le esigenze della produzione che altri luoghi cittadini non avrebbero potuto soddisfare. Infine i posti a sedere: una trentina quelli riservati alle autorità civili, ecclesiastiche e militari, tutto il resto era a disposizione dei cittadini che hanno tranquillamente occupato il posto. Nelle oltre quattro ore di spettacolo sono stati circa 2000 quanti, tra piazza Municipio e piazza della Repubblica, dove era stato allestito un maxi schermo, si sono alternati a seguire l’evento mediatico, che ancora una volta ha mostrato alla gente in Italia e nel mondo il volto della San Severo perbene, quella che vuole la legalità e combatte ogni giorno per conquistarla” conclude il Sindaco Miglio.

martedì, aprile 25, 2017

Foggia, intimidazione con bomba carta a a commerciante

FOGGIA - Momenti di paura ieri notte a Foce Verano, nel Foggiano, dove una bomba carta e' stata fatta esplodere dinanzi ad un negozio di ferramenta. L'esplosione ha divelto la saracinesca dell'esercizio commerciale, in via Uria, ed una vetrata, causando danni di alcune migliaia di euro.

I carabinieri indagano per risalire all'identita' del responsabile dell'intimidazione. Il titolare del negozio ai militari ha riferito di non aver mai ricevuto minacce o richieste estorsive.

lunedì, aprile 24, 2017

Trenitalia, linea Foggia – Bari: traffico sospeso fra Trani e Bisceglie per investimento mortale

BARI  - Dalle 13.05 la circolazione ferroviaria fra Trani e Bisceglie (linea Foggia – Bari) è sospesa per l’investimento di una persona. Sul posto l’Autorità Giudiziaria per i rilievi di rito. Lo rende noto Trenitalia.

Attivata la circolazione a senso unico alternato, su un solo binario, con ritardi fino a 70 minuti.

Foggia, finalmente è gioia... si va in serie B!

di GIUSEPPE DEFEUDIS - Dopo 19 anni il Foggia ritorna in serie B e lo fa nella maniera più bella e convincente: vincere il proprio girone e farlo con tanti punti (81 a due giornate dal termine) e vari record (tra cui 10 vittorie consecutive, una in più del precedente record di Pasquale Marino dell'ultima promozione foggiana).

La squadra allenata da Giovanni Stroppa, alla sua prima stagione con il Foggia e subentrato a Roberto De Zerbi il 14 agosto 2016, ha giocato e convinto anche i tifosi più ostili al suo arrivo e desiderosi del risultato. È stata una cavalcata vincente quella del Foggia che ha battuto nel rush finale i cugini del Lecce, ora in ballo per la dura sfida play off.

Il 23 aprile, dunque, con un pareggio con il Fondi, il Foggia è tornato nel buon calcio, quello che conta. E con la serie B raggiunta non sono tardati i mega festeggiamenti in città e non solo (tanti i videomessaggi di gioia dei foggiani e non dai vari punti del Globo) con circa 30 mila foggiani riversati nelle piazze cittadine e con alcuni di loro che si sono tuffati nella storica Fontana del Sele (storico ricordo dell'inaugurazione dell'apertura dell'Aquedotto Pugliese in città), in attesa dell'arrivo dei loro beniamini sul pullman aperto a suon di musica, cori e fuochi d'artificio.

Lacrime di gioia, sorrisi di speranza, rinnovati sogni, tante emozioni ma forse non destinate solo all'imminente futuro calcistico, quelle viste negli ultimi tempi in città. Che possa essere un ritorno alle glorie della storica dominatrice della Terra di Capitanata e co-capitale federiciana? L'augurio è che lo sia. Bentornato Foggia!

domenica, aprile 23, 2017

Trema la terra a Foggia, scossa magnitudo 4

FOGGIA - Trema ancora la terra in Capitanata. Un importante evento sismico è stato registrato dall'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia in provincia di Foggia alle ore 6.25 con magnitudo 4.0 a 22 km di profondità. La Sala Situazione Italia del Dipartimento della Protezione Civile si è messa in contatto con le strutture locali del Sistema nazionale di protezione civile.

Dalle verifiche effettuate, l'evento - con epicentro individuato tra i comuni di Cagnano Varano, Carpino e Ischitella - è risultato avvertito dalla popolazione. Al momento nessuna segnalazione di danni a persone o cose.

Il Foggia torna in B dopo diciannove anni

(LaPresse)
di FRANCESCO LOIACONO - Il Foggia ha pareggiato per 2-2 a Fondi ed è stato promosso in serie B dopo 19 anni. Nel primo tempo i laziali insidiosi. Un tiro di Gambino è stato parato dal portiere Guarna. I dauni hanno replicato. Una botta di destro di Rubin da fuori area ha visto la valida opposizione in angolo del difensore Signorini. Coletti da trenta metri ha centrato la traversa. Il Fondi in contropiede. Ci ha provato Signorini, la palla è terminata di poco fuori. Il Foggia è passato in vantaggio con SainzMaza velocissimo di destro in diagonale a sorprendere il portiere Baiocco. Terzo gol stagionale per l’attaccante spagnolo.

Nel secondo tempo i laziali propositivi. Calderini col destro, sfera di un niente a lato. I pugliesi in contropiede. Mazzeo è stato anticipato all’ultimo momento da Baiocco. L’attaccante ci ha riprovato tutto solo in area di rigore, ma ha clamorosamente calciato lontano dalla porta. Il tecnico dei dauni Stroppa ha fatto entrare in campo Sarno al posto di Chiricò. Il Foggia ha raddoppiato per merito di Mazzeo, colpo preciso di sinistro da pochi metri. Per la punta diciannovesima rete in questo campionato. Il Fondi ha riaperto la gara con Gambino, abilissimo di testa a superare il portiere Guarna. I laziali hanno pareggiato grazie ad Albadoro su rigore concesso per un fallo di Coletti su Calderini.

Un punto serviva ai dauni ed è stato ottenuto con notevole determinazione e tenacia. Un salto di categoria meritato per il Foggia che si è accontentato della divisione della posta in palio dopo avere ottenuto ben 10 vittorie consecutive. Grande entusiasmo per i 1200 tifosi che hanno seguito la squadra a Fondi. La festa può finalmente cominciare a Foggia, che è stata colorata di rossonero.

venerdì, aprile 21, 2017

Maltempo, in Puglia la grandine danneggia pesche e albicocche

BARI - Albicocche, pesche e asparagi sono le vittime dell'ultima ondata di maltempo: intere produzioni sono seriamente a rischio, considerati gli sbalzi termici che stanno interessando anche la Puglia. La grandine ha pesantemente compromesso i frutteti e le colture. La zona più colpita è localizzata in una fascia molto ampia in provincia di Foggia: sono centinaia le aziende che hanno subito danni tra Borgo Tressanti, in agro di Cerignola, e nelle località Fonterosa e Beccarini, in agro di Manfredonia. CIA Agricoltori Italiani Puglia ha raccolto le segnalazioni e ha già avviato un monitoraggio per quantificare i danni.

Risparmiati dal gelo, i frutti di albicocco e pesco, dopo le fioriture anticipate dal caldo, sono stati martoriati dalle grandinate e hanno fatto registrare le perdite più ingenti. I raccolti di asparago sul terreno sono andati persi. Ancora da verificare, ma comunque minori, i danni ai vigneti. Superata la notte tra giovedì e venerdì, soggetta al maggior rischio di gelate, agli agricoltori non resta che sperare in un progressivo miglioramento delle condizioni meteo. Solo mercoledì, un'ulteriore grandinata nella zona di Borgo Mezzanone, in agro di Manfredonia, ha devastato altre colture. Dopo aver subito condizioni di stress idrico - in molte zone della regione non pioveva da mesi - la Puglia si è trovata a fronteggiare repentine variazioni di temperatura.

"L'agricoltura sta pagando a caro prezzo l'instabilità e le bizze del tempo - dichiara il Presidente CIA Puglia Raffaele Carrabba - Non sono più derogabili misure strutturali in grado di tutelare stabilmente il reddito agricolo e i sacrifici di una vita che rischiano di essere annientati ormai con cadenza mensile. Le aziende agricole colpite da calamità eccezionali devono essere ristorate nell'immediato per poter ripartire. Gli agricoltori non possono più essere ostaggio di sconvolgimenti che ribaltano le stagioni. Basti pensare alla neve fioccata dopo giornate di temperature ben oltre la media primaverile. I governi, a tutti i livelli, devono necessariamente pianificare interventi che tengano conto dei cambiamenti climatici in atto". 

giovedì, aprile 20, 2017

San Severo inserita nell'elenco delle 'Città che leggono'

SAN SEVERO(FG) - La città di San Severo è stata inserita nell’elenco dei Comuni che entrano a far parte delle “Città che leggono” istituito dal Centro per il Libro e la Lettura, Istituto autonomo del Ministero dei Beni Culturali e delle Attività Culturali e del Turismo. “E’ un risultato lusinghiero – commenta il Sindaco Francesco Miglio – che conferma il grande impegno profuso dalle tante associazioni cittadine che operano nel campo culturale, ma anche da parte di quest’Amministrazione Comunale, la cui vivacità e la ricca proposizione di eventi caratterizzano notevolmente il mio mandato sindacale. Siamo onorati che San Severo faccia parte delle “Città che leggono” ed indirizzo pubblicamente il mio apprezzamento a quanti giornalmente si impegnano per promuovere la cultura in ogni ambito ed in particolare al nostro Assessore Celeste Iacovino, al Direttore della Biblioteca Minuziano Concetta Grimaldi e per quanto riguarda in maniera particolare questo evento, alla dott.ssa Rosalba Pistillo, operatrice culturale della nostra Biblioteca che, insieme al Poeta Raffaele Niro, hanno ben operato per conseguire questo importante traguardo. Grazie di cuore!”.

Principale compito del Centro – coerentemente con le priorità politiche del Ministero – è quello di “promuovere politiche di diffusione del libro, della cultura e degli autori italiani” e di “realizzare iniziative e campagne informative per sensibilizzare e incentivare i giovani alla lettura”. Premesso che la lettura è un valore riconosciuto da cui dipende la crescita intellettuale, sociale ed economica di una comunità, il Centro per il libro e la lettura, d’intesa con l’ANCI, intende promuovere e valorizzare, con la qualifica di “Città che legge” l’Amministrazione comunale che svolge e che si impegna a svolgere con continuità politiche pubbliche di promozione della lettura sul proprio territorio. Attraverso la qualifica di “Città che legge”, il Centro per il libro e la lettura intende riconoscere e sostenere la crescita socio-culturale delle comunità urbane attraverso la diffusione della lettura come valore riconosciuto e condiviso, in grado di influenzare positivamente la qualità della vita individuale e collettiva.

mercoledì, aprile 19, 2017

Latte, Gatta: "Buona notizia, ora battaglia per tracciabilità di altre eccellenze nostrane"

BARI - “La tracciabilità del latte è una grande notizia per la nostra Regione e per la Capitanata, dove si producono vere e proprie eccellenze nel settore caseario. Su questo fronte, il ‘Made in Puglia’ potrà certamente beneficiare di un impulso forte al consumo di prodotti locali, ma rappresenta un’importanza garanzia per i consumatori che potranno avere massima contezza della provenienza di quanto acquistano”. Così il vicepresidente del Consiglio regionale, Giandiego Gatta.

“Le eccellenze enogastronomiche ed agroalimentari – aggiunge - sono il frutto di un lavoro appassionato, di tradizioni antiche che oggi si coniugano agli sviluppi tecnologici mantenendo alta la qualità, e sono tratti assolutamente identitari per la nostra Regione. La tracciabilità è un ostacolo alle contraffazioni, un sostegno concreto ai nostri imprenditori e una tutela in più per i cittadini. Adesso -conclude Gatta - ci aspettiamo che il Governo nazionale intraprenda la strada della maggior tutela e valorizzazione di tutte le produzioni italiane, a partire dall'olio extravergine d'oliva, che hanno un rilevantissimo peso specifico per l’economia agroalimentare di regioni a forte tradizione agricola, come la Puglia”.

LEGA PRO. Fondi-Foggia, partita insidiosa per i dauni

di FRANCESCO LOIACONO - Il Foggia giocherà fuori casa contro il Fondi. Il match è in programma domenica alle 14,30. Per i pugliesi si preannuncia una partita insidiosa. I laziali dopo la vittoria per 1-0 ad Andria vorranno ripetersi per confermarsi in zona play off. I dauni dovranno evitare di concedere opportunità importanti a D’Angelo, Pompei De Martino Tiscione e Calderini. Questi ultimi due hanno realizzato 7 gol a testa nel girone C di lega pro. I laziali nelle ultime tre gare interne hanno totalizzato 2 punti. Pareggiando 1-1 con Matera e Messina. Perdendo 2-1 con la Casertana.

Al Foggia dopo il successo per 1-0 in casa con la Reggina manca solo un punto per essere promosso in serie B dopo 19 anni. Ma certamente i pugliesi allenati da Stroppa cercheranno di ottenere i tre punti per conquistare un notevole record, l’undicesima vittoria consecutiva. A Foggia c’è grande entusiasmo. I supporter della Curva Sud hanno invitato tutti a colorare la città di rossonero. Numerosi saranno coloro che seguiranno la squadra a Fondi per concretizzare il sogno del salto di categoria sfuggito per un soffio la scorsa stagione, ma stavolta davvero realizzabile. Mazzeo è determinato a realizzare quella che sarebbe la sua diciannovesima rete per confermarsi solitario capocannoniere di questo campionato. Sarà importante mantenere in campo nervi saldi e giocare con grande qualità e fantasia. Determinante certamente proporre degli inserimenti rapidi in area di rigore per sorprendere gli avversari.

Nel Foggia in porta Guarna. Nel reparto arretrato Loiacono, Martinelli Coletti Rubin e Agnelli. Esterni Vacca e Deli. RegistaChiricò. In attacco Mazzeo e Di Piazza. Nel Fondi tra i pali Baiocco. In difesa Galasso, Tommaselli Marino Bertolo e Varone. Sulle fasce De Martino e D’Angelo. Trequartista Pompei. In avanti Tiscione e Calderini. I dauni vogliono soddisfare certamente i tifosi.

Dino Marino: "Gli spot elettorali non bastano a sconfiggere la criminalità"

SAN SEVERO (FG) - Parole dure dal consigliere comunale Dino Marino circa la decisione della giunta Miglio di indire una manifestazione per la legalità il prossimo 25 aprile alla presenza di Michele Placido, Albano Carrisi e altri vip. “Non abbiamo nulla contro questo tipo di eventi – spiega Dino Marino – ma non bastano, da soli, a scardinare la criminalità. Che cosa ha fatto Emilano da assessore alla legalità a San Severo? E che cosa hanno fatto di concreto Miglio e l’attuale assessore alla legalità? Sarebbe anche utile ricordare ai cittadini che cosa si è fatto e si vuole fare, oltre agli spettacoli, per fermare il degrado dei quartieri periferici con azioni di riqualificazione urbana; come mettere in moto una serie di opportunità attraverso i servizi sociali; come rendere gli appalti più trasparenti; come lavorare per creare nuove opportunità di lavoro partendo dalla nostra identità; come, di concerto con gli operatori del commercio, siglare un patto per la sicurezza; come creare un progetto che utilizzi il personale precario del Comune stabilizzandolo e garantendo così supporto amministrativo alle forze dell’ordine; come veicolare azioni di sistema nelle scuole, partendo da quelle dell’obbligo. Per la legalità c’è una sola strada, mettere da parte la propaganda e lavorare seriamente ogni giorno”.

martedì, aprile 18, 2017

San Severo, grande evento per sensibilizzare la città: superospiti Albano e Michele Placido

SAN SEVERO - “Un grande evento per sensibilizzare i cittadini e tutta la comunità sui grandi valori che hanno sempre impreziosito la vita di ogni sanseverese; la legalità, il rispetto per il prossimo e per il bene comune hanno sempre contraddistinto la gente perbene di San Severo e la giornata del 25 aprile ci vedrà tutti insieme per sostenere ancora una volta il nostro territorio contro ogni forma di criminalità, organizzata e non”.

Il Sindaco Francesco Miglio annuncia così la Giornata della legalità, una grande manifestazione in compagnia di tanti artisti di fama internazionale, voluta dal Comune di San Severo, dalla Regione Puglia e dal Teatro Pubblico Pugliese, in programma nel pomeriggio di martedì 25 aprile 2017. Un evento totalmente gratuito, in una location cittadina ancora da definire, che sarà anche trasmesso dalla emittente Telenorba che dedicherà una puntata speciale a questo evento: Buon Pomeriggio Speciale Legalità. La puntata, condotta da Michele Cucuzza e Mary de Gennaro, sarà trasmessa in diretta a partire dalle 15 su Telenorba (canale 10), TgNorba24 (canale 180 del digitale e 510 di Sky), e in streaming su Norbaonline.it (sezione LIVE – TGNORBA24).

“Devo pubblicamente ringraziare – prosegue il Sindaco Miglio – Michele Placido, il grande attore della nostra terra che, malgrado i ripetuti successi di fama internazionale, non ha affatto dimenticato i sentimenti di forte amore e legame con la Capitanata ed è un punto di riferimento imprescindibile per la nostra gente. Penso a lui e penso alla indimenticabile figura magistralmente interpretata nella fiction di successo mondiale La Piovra, il Commissario Cattani, che combatteva la mafia e la criminalità. Michele Placido è un figlio di questa terra, un attore ed un uomo che ama i grandi valori come libertà e legalità. Ecco, la giornata del 25 aprile, scelta non a caso, perché è il giorno della liberazione d’’Italia dal nazi–fascismo, sarà per San Severo l’occasione per scendere nuovamente in piazza e ribadire il nostro spirito e la nostra voglia di una migliore vivibilità, nella sicurezza e nella pace”.

Quella del 25 aprile sarà una grande serata artistica, mai assaporata in precedenza. Sul palco saliranno alcuni dei big del mondo dello spettacolo italiano:  Michele Placido, Albano Carrisi, Violante Placido, Ambra Angiolini, Alessandro Haber, Maria Nazionale, Uccio De Sanctis e tanti altri.

Ma non sarà solo un momento di spettacolo. Sul palco di San Severo, oltre al governatore della Puglia Michele Emiliano ed al Sindaco di San Severo Francesco Miglio, ci saranno i racconti di chi quotidianamente lotta, impegnandosi con coraggio e rischiando contro la criminalità. Testimonianze di cittadini, imprenditori, uomini e donne delle Istituzioni e delle Forze dell’Ordine. Ma anche giornalisti e scrittori impegnati ogni giorno nella difesa della legalità.

sabato, aprile 15, 2017

LEGA PRO. Foggia-Reggina 1-0, i dauni sono a un punto dalla promozione in B

di FRANCESCO LOIACONO - Il Foggia ha vinto per 1-0 in casa contro la Reggina. Tre punti d’oro per i dauni. Consolidano il solitario primo posto ora a quota 80. Sono a un solo punto dalla promozione in serie B. Nel primo tempo i pugliesi insidiosi. Una pennellata di destro di Chiricò su punizione è terminata alta. Ci ha provato Di Piazza, palla fuori. Un sinistro di Rubin ha sfiorato il palo. Un colpo col destro di Mazzeo è stato parato dal portiere Sala. I dauni hanno insistito. Un destro di Coletti è stato deviato in angolo dal difensore Gianola. Un colpo di testa di Di Piazza non ha inquadrato la porta. I calabresi in contropiede. Una conclusione da lontano di Bianchimano è stata neutralizzata dal portiere Guarna. La squadra pugliese di Stroppa arrembante. Una inzuccata di Coletti ha visto il salvataggio del difensore De Vito.

Nel secondo tempo il Foggia è passato in vantaggio con Loiacono velocissimo di testa a sorprendere Sala. Per il difensore terzo gol nel girone C di lega pro. La Reggina ha replicato. Knudsen è stato anticipato all’ultimo momento dai difensori Coletti e Martinelli. I pugliesi propositivi. Un sinistro di Sarno è terminato sull’esterno della rete. Un colpo di testa di Martinelli ha sfiorato la traversa. I calabresi incisivi. Un destro di Bianchimano non ha avuto esito positivo. I dauni molto determinati. Un diagonale di Mazzeo non ha centrato il bersaglio per pochi centimetri.

Decima vittoria consecutiva per il Foggia. Momento davvero eccellente per la squadra di Stroppa che ormai è davvero ad un passo dal meritatissimo salto di categoria. Grande entusiasmo dei tifosi rossoneri pugliesi.

All'Ucronìa di Foggia svastiche naziste

FOGGIA - Se non li conoscete, guardateli un minuto: eccoli, gli eroi italici che ritornano a ribadire di esistere. Svastiche, di notte, nel perfetto stile vigliacco e prevaricatore che li contraddistingue. Allo stesso posto di due settimane fa, sulla serranda di Ucronìa. Lo rende noto l'associazione foggiana.

Un'ulteriore prova - prosegue la nota - di quanto a Foggia sia necessario e vitale praticare l'antifascismo. Già tante realtà e tanti singoli ci hanno espresso attivamente il loro appoggio e impegno. Ma non basta. Chiediamo che, una volta per tutte, le istituzioni rompano il silenzio e prendano parola su queste situazioni inaccettabili perchè in un Paese civile non possiamo accettare che l'odio e l'intolleranza, già largamente condannate dalla storia, possano anche solo minimamente ripetersi, conclude la nota di Ucronìa.

venerdì, aprile 14, 2017

Rodi Garganico, intimidazione sindaco: la solidarietà di Anci Puglia

BARI - "Esprimo la solidarietà mia personale e il sostegno dell'Associazione dei comuni pugliesi al sindaco Nicola Pinto, alla famiglia, all'amministrazione e alla comunità di Rodi Garganico. - ha dichiarato il presidente Anci Puglia sen Luigi Perrone. - Ferma condanna per questo sconsiderato atto intimidatorio che di certo non condizionerà l'operato del sindaco Pinto, a cui va l'incoraggiamento a proseguire il cammino intrapreso all'insegna della legalità".

Il fantasma del monacello nel centro storico di Foggia

di MARIO CONTINO - Quando mi è stato riferito che a Foggia si vocifera di un fantasma a spasso per il centro storico, e che questo viene chiamato "manacello", ho immediatamente associato questa figura al noto folletto campano, citato soprattutto nelle leggende napoletane e salernitane.

Anche a Napoli "O Manaciell'" sarebbe uno spirito di bassa statura vestito in abiti monacali, solo che a differenza del quasi omonimo foggiano lui sarebbe un folletto.

Nel centro storico di Foggia, esattamente presso Vico D'Angiò, stretta via che prende il nome dall'antica famiglia che in loco abitava, sono in molti ad essere a conoscenza della leggenda del monaco fantasma, e tra questi, una buona parte sostiene che ci sia un fondo di verità, strani avvistamenti che poco avrebbero di razionale.

La via in questione Parte da Vico Pietà e costeggia le mura della "chiesa dei Morti", termina poi in un tratto senza uscita conosciuto come vico San Leonardo.

Lo studioso del paranormale Mario Contino
Il leggendario monaco apparirebbe dall'aspetto tozzo, con saio e corda ben visibile sulla pronunciata pancia, di bassa statura ma non tanto piccolo da aver potuto creare l'idea del folletto, ciò a differenza dello spirito campano sopracitato.

Secondo la leggenda il frate fantasma viveva a Foggia e fu tentato dalla bellezza delle ragazze che più volte si era fermato ad osservare dalle finestre del monastero. Tentò quindi di fuggire dal palazzo per dar sfogo alle sue tentazioni, forse non pienamente convinto della sua vocazione religiosa. Scelse però una via di fuga rischiosa, si intrufolò nello sfiatatoio del camino senza tener conto della sua taglia. Il mattino seguente i frati lo ritrovarono morto, soffocato all'interno dello sfiatatoio stesso.

Un religioso che tradisce la sua fede è considerato un traditore che tradisce Dio, macchiato dunque dello stesso peccato di Lucifero. Quanto detto, unito alla violenta morte dell'uomo e ad un contesto culturale abbastanza chiuso, hanno certamente contribuito alla nascita del fantasma, ossia dell'anima del peccatore rifiutata dal Paradiso e costretta a vagare in un'eterna dannazione.

Anche questa è una storia poco divulgata; mi è stata raccontata da diversi amici, alcuni l'avrebbero appresa come narrazione popolare, quindi in contesti colturali locali, altri invece su giornali o riviste.

Ciò che conta è che la leggenda esiste, è certamente tra le più affascinanti della Puglia e merita di essere divulgata.

giovedì, aprile 13, 2017

LEGA PRO. Foggia-Reggina, gara ostica per i dauni

di FRANCESCO LOIACONO - Il Foggia giocherà in casa contro la Reggina. Il match è in programma sabato alle 14,30. Per i dauni si prospetta una gara ostica. I calabresi dopo la vittoria per 1-0 in casa contro il Catanzaro nel derby cercheranno un colpo allo “Zaccheria” per fare un importante passo in avanti nella corsa verso la salvezza. I pugliesi dovranno contrastare con notevole efficacia De Francesco, Botta Bangu Tommasone Leonetti e Bianchimano.

Nelle ultime tre partite in trasferta la Reggina ha totalizzato 4 punti. Vincendo 1-0 a Taranto. Pareggiando 1-1 a Siracusa. Perdendo 2-0 a Matera. Il Foggia dopo la vittoria per 3-0 a Caserta vuole assicurarsi i tre punti per consolidare il primo posto nella corsa verso la promozione in serie B.

Il tecnico dei calabresi Karel Zeman dovrà rinunciare a Coralli infortunato, Porcino e Cucinotti squalificati. A Foggia c’è grande entusiasmo, in pochi giorni sono stati venduti già 3000 biglietti. Nella gara di andata a Reggio Calabria i rossoneri pugliesi riuscirono a pareggiare 1-1, il gol fu realizzato dal centrocampista Sicurella nel primo tempo. Sarà importante effettuare rapide azioni in contropiede per sbloccare presto l’incontro. Fondamentale proporre una qualità ed intensità notevole per prevalere sugli avversari.

Nel Foggia in porta Guarna. Nel reparto arretrato Loiacono, Martinelli Coletti Rubin e Agnelli. Esterni Vacca e Deli. Regista Chiricò. In attacco Mazzeo e Di Piazza. Nella Reggina tra i pali Sala. In difesa Gianola, De Vito Kosnic Cane e De Francesco. Sulle fasce Botta e Bangu. Trequartista Tommasone. In avanti Leonetti e Bianchimano. Saranno presenti almeno 15000 spettatori, di cui 100 provenienti da Reggio Calabria.

mercoledì, aprile 12, 2017

San Severo, il 21 aprile vestizione della Madonna Del Soccorso

SAN SEVERO (FG) - A dare il via ufficialmente ai solenni festeggiamenti patronali in onore di Maria SS del Soccorso, sarà la scesa e la vestizione del simulacro della Vergine del Soccorso, in programma il 21 aprile.

Il rito della scesa e della vestizione dunque, segna l’apertura dei festeggiamenti della Madonna del Soccorso che si terranno principalmente da sabato 20 a mercoledì 24 maggio.

Come da tradizione, il simulacro ligneo verrà spogliato delle sue vesti annuali e verrà ricomposto con quelli pre-festa per poi essere questi ultimi, sostituiti con quelli a festa in una nuova vestizione proprio a ridosso dei giorni principali dei festeggiamenti. Quest’anno, come risaputo, ricorre l’80° anno dell’incoronazione della Vergine e ci si prepara a tale religioso evento in preghiera e devozione verso la nostra Mamma Celeste.

martedì, aprile 11, 2017

San Severo, profanate tombe al cimitero

SAN SEVERO(FG) - La città di San Severo di nuovo al centro delle polemiche. L’altra notte molte tombe del cimitero cittadino di via Zannotti sono state profanate da ignoti. Porte divelte, oggetti vari asportati, e soprattutto danni ingenti. “Esprimiamo forte condanna – dichiara il Sindaco Francesco Miglio – per un gesto che consideriamo davvero sconsiderato che per la prima volta si manifesta in una forma così ampia. Tante, tantissime le tombe che hanno subito danni, anche di grave entità. Chi ha compiuto questo atto delinquenziale non ha avuto alcun rispetto per i defunti, per l’area cimiteriale che racchiude i ricordi di tantissimi sanseveresi. Si tratta di un atto che offende la nostra memoria e quella dei nostri amici, parenti, che non ci sono più”.

L’area cimiteriale resta uno dei luoghi più cari ad ogni cittadino: “Cercheremo di potenziare il servizio di vigilanza – continua il Sindaco Miglio -, magari sviluppando anche un apposito servizio di videosorveglianza, ma facciamo appello al buon senso di tutti per evitare che simili gesti si ripetano nel futuro. Nel contempo dobbiamo registrare che, a seguito dell’ordinanza che ha disposto il blocco di ogni permesso per circolare nel cimitero, oggi il transito veicolare è davvero limitato. Siamo impegnati con l’Assessore al ramo Michele Del Sordo, ad istituire un servizio navetta, in grado di condurre in tutta l’area cimiteriale i cittadini diversamente abili o con difficoltà di deambulazione in maniera tale da venire incontro in maniera seria a chi ha davvero bisogno di aiuto per rendere visita ai propri cari".