Ad Section

'Banane, riso e cozze', ovvero diario di un viaggio in Uganda

di VITTORIO POLITO - Un’ottima iniziativa da segnalare è il progetto voluto da Mario Giordano, nefrologo pediatra presso la Nefrologia e Dialisi Pediatrica dell’Ospedale “Giovanni XXIII” di Bari che, insieme ad altri volontari, Vitangelo Dattoli, Tino (Loreto) Gesualdo, Anna Maria Di Palma, Emilia Marziliano, Tonia (Antonia Magda) Caldarulo, Mimmo (Domenico) Zonno e con il supporto di collaboratori residenti a Mbarara (Uganda): padre Carmelo Giannone, fra Agapitus Mubangizi e fra Francis Mbuvi, finalizzato a realizzare presso l’Ospedale Universitario di Mbarara (Uganda) un Centro Dialisi.

Per la realizzazione, Mario Giordano ha pubblicato il libro “Banane, riso e cozze” (Wip Edizioni), i cui proventi delle vendite saranno devoluti alla realizzazione del Progetto di cui sopra.

Chiaramente il titolo è immaginario e non si riferisce certamente alla nostra “Tiella patate, riso e cozze”, ma è un modo di far conoscere la “banana ugandese”, che non ha nulla a che vedere con le “normali” banane, ma è una specie di patata farinosa-molliccia, insomma, come dice l’autore, a cui non piace, “una banana travestita da patata”.

Lo scopo della pubblicazione è quello di far conoscere, ai più, le finalità dell’iniziativa, descrivendo in lungo e in largo la vita sociale e assistenziale di quella regione africana bisognevole di tante cose.

Santa Vetturi, direttrice della Collana “CulturaSolidale”, che firma la prefazione, scrive: “Questo libro dunque non è solo il racconto di un viaggio, tra avventure e disavventure varie. È l’espressione, personale e bella, del ‘mal d’Africa’ che ha avvinto i suoi protagonisti ed è soprattutto un piccolo grande segnale di speranza, per tutta la meravigliosa e genuina gente dell’Uganda”.

Si può contribuire all’iniziativa acquistando il libro (costo 13 euro), oppure facendo una liberalità a favore dell’Associazione Meridian Onlus meridiansonlus@gmail.com, ovvero contattando Mimmo (Domenico) Zonno domenicozonno66@gmail.com, il quale ha realizzato il progetto “Villaggio Puglia a Rwentobo” (Uganda), importante ponte di solidarietà tra la Puglia e la stessa Uganda.



Iscriviti ora