Header Ads

La Puglia fa un passo avanti nella lotta al Covid: sequenziati due ceppi


PIERO CHIMENTI - Un passo avanti importante è stato fatto dalla Puglia nella lotta al Coronavirus. I ricercatori dell'Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Puglia e Basilicata hanno sequenziato due ceppi del virus SARS COV 2, studiandone le mutazioni, aprendo così la strada al vaccino anti-Covid. Ne dà la notizia la Regione Puglia che ha diffuso il comunicato: “In questi giorni la ricerca made in Puglia ha raggiunto un importante traguardo dal punto di vista scientifico. I bravissimi ricercatori dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Puglia e Basilicata hanno infatti sequenziato due ceppi del virus SARS COV 2, studiandone le mutazioni. Questo per noi rappresenta un traguardo davvero importante, è la punta di diamante di un sistema Puglia che si coniuga perfettamente anche con le eccellenze della ricerca. In questo modo la Puglia potrà dare un significativo contributo alla scoperta delle medicine e del vaccino contro il coronavirus”. Anche il Direttore dell'Istituto Fasanella, ha commentato l'importante passo avanti contro il Coronavirus: “L’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Puglia e della Basilicata (IZSPB), sin dal primo momento dell’emergenza ha garantito alle due Regioni di riferimento un importante supporto diagnostico. La conoscenza e la pubblicazione dei genomi di SARS-COV-2 circolanti nella nostra area geografica saranno utili per valutare la variabilità genetica del virus e andranno ad arricchire i database disponibili in rete per avanzare e verificare ipotesi evolutive, per valutare l’identità virale in corso di focolai epidemici o la comparsa di nuovi genotipi”.