Header Ads

Confesercenti: Fase 3 non basta, in 6 mesi -1.900 euro di consumi


ROMA - Non basta la ripartenza a recuperare i consumi perduti per l'emergenza coronavirus. Nonostante le riaperture delle imprese a partire da maggio, il bilancio dei primi sei mesi dell'anno rimane ancora fortemente negativo, con un calo medio della spesa stimabile in -1.879 euro a famiglia. Sono le stime che emergono dalle elaborazioni condotte da Confesercenti.

La spesa cala soprattutto a causa dello stop delle attività durante la fase acuta della pandemia, ma anche alla prudenza mostrata dalle famiglie nel periodo di ripartenza. Se prima della crisi il risparmio medio era di 8 euro ogni 100, adesso siamo arrivati ad 11, con un conseguente aumento dei risparmi: nel 2020 gli italiani hanno accumulato 32 miliardi di depositi bancari in più (+20%) rispetto al 2019, spinti dalla situazione di incertezza.