Header Ads

Piero Pelù scatena col rock l'estate molfettese

FRANCESCO BRESCIA - Una serata a suon di rock, quello coinvolgente e stravolgente di Piero Pelù che, domenica 18 luglio, ha infuocato il pubblico della Banchina san Domenico a Molfetta nella prima tappa dell'Oversound Music Festival.

Formazione d'eccezione per l'artista: i Bandidos, composti da Alessandro "Finaz" Finazzo (proveniente dai Bandabardò) alla chitarra e ai cori, da Luca "Luc Mitraglia" Martelli alla batteria, le sequenze e i cori, da Dado "Black Dado" Neri al basso, basso chitarra e cori e Francesco "Felcio" Felcini addetto al suono di sala e agli effetti speciali.

Da "Io ci sarò" a "Regina di cuori" dedicato a "Raffina" ("Bella come il sole, risplenderà sempre da Lassù"), da "Gigante", quinta classificata a Sanremo 2020, a "Spirito", da "Toro loco" a "Dea Musica".

Uno show musicale, artistico, scenografico che ha riempito l'animo, i cuori, le orecchie del pubblico accorso numeroso nella città del nord barese dopo mesi di reclusione forzata in cui è decisamente aumentata la voglia di buon sound, di condivisione, di partecipazione soprattutto se si tratta di un artista completo, apprezzato e straordinario come Pelù.

L'organizzazione dell'evento è stata curata dalla Pdl Comunicazioni & Eventi, realtà esperta nel campo del management e della gestione e della promozione di manifestazioni artistiche di grande respiro.