Ostuni, 'La via dei canti': martedì 10 agosto a "Teatro Madre" un omaggio al settecentesimo anniversario della morte di Dante


OSTUNI (BR)
- Si avvia l’ultima settimana di Teatro Madre, il festival che dal 18 luglio ha letteralmente "invaso" il Parco Archeologico di Santa Maria d’Agnano di Ostuni, con spettacoli teatrali, concerti, arti circensi, laboratori e performance di artisti provenienti da tutta Italia.

E, a pochi giorni dalla fine del Festival, martedì 10 agosto, alle ore 22.00, si celebrerà la notte delle stelle con uno special event – che registra già il tutto pieno - realizzato da Armamaxa – PagineBiancheTeatro per Teatro Madre. La Via dei Canti, questo il nome dell’evento, è un omaggio al settecentesimo anniversario dantesco e insieme un invito a "stare", nella notte di San Lorenzo, a "rimirar le stelle".
Attori, danzatori, musicisti e artisti circensi accompagneranno il pubblico ad "attraversare" il Parco Archeologico di Teatro Madre in silenzio e a perdersi con lo sguardo rivolto al cielo notturno e alle stelle che cadono. I versi del poeta saranno solo suggestione per le parole degli attori e le note dei musicisti: parole fuori dal tempo e dai costumi, suoni e movimenti plasmati sull’immutabile essenza dell’uomo che, nel suo DNA profondo, non muta e che, per questo proprio nei versi di Dante può ritrovarsi; oggi come ieri. Per la Via dei Canti andranno in scena: Flavio Albanese (attore), Sara Bevilacqua (attrice), Giovanni Calella (musicista), Gaetano Colella (attore), Giuseppe Ciciriello (attore), Michela Marrazzi (attrice, canto), Francesco Moro (danzatore), Anna Pinto (acrobata) e Fabrizio Sirotti (musicista) per il coordinamento drammaturgico e la regia di Gaetano Colella, Enrico Messina e Daria Paoletta.
Biglietto unico euro 10. Per info e prenotazioni: +393892656069.
Teatro Madre Festival prosegue, mercoledì 11 agosto, con la Compagnia Burambò (Foggia) e il loro teatro di figura, tanto amato dal pubblico di Ostuni, nel dissacrante e divertentissimo Secondo Pinocchio; venerdì 13 agosto, il divertentissimo Leonardo Manera presenterà Vivere!, il suo nuovo lavoro che racconta, in chiave comica, quanto il coronavirus abbia stravolto la nostra quotidianità; sabato 14 agosto, la Compagnia dei Somari (Pergine Valsugana) porterà in scena Il Piccolo Clown, uno spettacolo delicatissimo di clownerie senza parole con in scena padre e figlio. Domenica 15 Agosto (h.5.15), in un momento di eccezionale congiunzione tra arte e natura, quando Aurora apre il giorno sorgendo dal mare proprio di fronte al pubblico dell’Anfiteatro, saranno la voce antica e cristallina di Rachele Andrioli, accompagnata dalla fisarmonica di Rocco Nigro e dal violoncello di Redi Hasa a chiudere questa IV Edizione di Teatro Madre Festival con Panacea, il Concerto all’Alba.
Dal 6 agosto per poter assistere agli spettacoli di Teatro Madre Festival, come da dpcm del 22 luglio 2021, sarà necessario essere muniti di GREEN PASS (dai 12 anni in su).
Teatro Madre Festival è un progetto, ideato e fortemente voluto da Armamaxa/PagineBiancheTeatro e dal Museo Archeologico di Ostuni, e realizzato con il sostegno fondamentale del Comune di Ostuni e la collaborazione del Teatro Pubblico Pugliese.
Per maggiori info e dettagli sul programma completo di Teatro Madre Festival: www.paginebiancheteatro.it

Botteghino e info utili

Tutti gli spettacoli avranno inizio alle ore 21.15 (accesso entro le ore 21.00), ad esclusione del Concerto all’alba e dello special-event La Via dei Canti, e si svolgeranno nello spazio aperto dell’Anfiteatro del Parco Archeologico di Santa Maria di Agnano, allestito e attrezzato per assicurare il massimo rispetto di tutte le misure di sicurezza sanitaria per i lavoratori e per il pubblico. A tal fine, è stato ridotto il numero dei posti per ciascun spettacolo, che verranno assegnati in ordine di prenotazione, assicurando la distanza sociale di 1 mt, ad eccezione dei congiunti.
La prenotazione è obbligatoria al +393892656069.
In alternativa sarà possibile acquistare i biglietti su vivaticket.it

Posta un commento

0 Commenti