Header Ads

Marialuisa Sabato espone a Santa Teresa dei Maschi


VITTORIO POLITO
- Dal 4 al 18 dicembre, nella Chiesa di Santa Teresa dei Maschi del Centro Storico di Bari, Marialuisa Sabato esporrà le sue opere pittoriche.

L’esposizione, denominata “Tempora”, diretta da Miguel Gomez, sarà aperta al pubblico dal martedì al venerdì ore 10.00-13.00 e 16.00-20.00; sabato e Domenica ore 10.00-20.00.

Marialuisa Sabato, pittrice, illustratrice e scrittrice di libri per bambini e ragazzi, ha partecipato a numerose rassegne espositive in Italia ed all’estero. Le sue opere sono state esposte a New York, Londra, Basilea, Stoccarda, Berlino, Innsbruck ed anche in Giappone. Ha esposto anche in importanti Gallerie d’Arte Nazionali ed in Sedi Istituzionali.

Bari ha ammirato le sue opere presso l’Auditorium Diocesano della Vallisa, la Galleria Comunale “Spaziogiovani”, “La Nuova Vernice”, la Cattedrale di San Sabino, mentre altre esposizioni hanno avuto luogo in molte altre città italiane (Roma, Ferrara, Milano, Messina, Taormina, Torino, Venezia Bologna, Udine, Monza, Carrara, Reggio Emilia, Vercelli ecc.).

È stata più volte premiata, classificandosi nel 2008, al 1° posto al Premio Internazionale di Pittura “Barberart” di Nizza Monferrato; nel 2011 ha vinto a Roma il Premio “AlberoAndronico”; nel 2018 ha ottenuto a Matera la Menzione di Merito al Premio d’Arte “Energie vitali…”, e la Menzione d’Onore per la sezione figurativa alla V edizione del Premio Internazionale di Pittura “Notti Sacre 2018” in Santa Teresa dei Maschi di Bari.

Le opere di Marialuisa Sabato per la delicata varietà dei colori utilizzati possono paragonarsi a vere e proprie manifestazioni sinfoniche e/o poetiche. Qualcuno ha sostenuto che la differenza fra la pittura e la poesia è che la pittura tace, mentre la poesia è loquace, ma le opere della pittrice di cui parliamo con la varietà dei colori e dei soggetti rappresentati, pur tacendo, sono al contrario abbastanza loquaci.

Ricordo anche i libri “Le avventure di Rimafacile e Sapientona”, un gradevole romanzo di avventure per ragazzi e per tutti coloro che avranno il piacere di leggerlo, e “Filastorie in Salsa Rap”, un libro divertente e “allegro” che, attraverso la lettura dei racconti presentati, propone a bambini e ragazzi da 9 a 13 anni e ai loro genitori suggerimenti per seguire un’alimentazione corretta e uno stile di vita sano. Entrambi i volumi sono editi da Levante.

Mi piace ricordare che secondo Albert Lev Tolstoj (1828-1910), scrittore e filosofo russo: «L’arte è la suprema manifestazione della potenza dell’uomo; è concessa a rari eletti, e innalza l’eletto a un’altezza dove l’uomo è preso da vertigine ed è difficile conservare la sanità della mente. Nell’arte, come in ogni lotta, ci sono eroi che si dedicano interamente alla loro missione, e che periscono senza raggiungere la meta [...] l’arte è un’attività umana il cui fine è la trasmissione ad altri dei più eletti e migliori sentimenti a cui gli uomini abbiano saputo assurgere». Ritengo che Marialuisa Sabato, con le sue magnifiche opere, rientri nella categoria degli eletti citata da Tolstoj.