Header Ads

Storie, curiosità e proverbi: l’ultimo libro di Vittorio Polito


di PIERO LADISA –
Vittorio Polito colpisce ancora nel segno. Lo storico collaboratore del Giornale di Puglia, che rappresenta un autentico vanto per la nostra testata per la quantità di argomenti che riesce a trattare quotidianamente, ha pubblicato recentemente un nuovo ed interessante volumetto dal titolo Storie, curiosità e proverbi (Wip edizioni 2021, pp. 151, € 18). Qualche mese dopo l’uscita di Baresi doc, un libro che non può assolutamente mancare nelle case degli stessi baresi e degli amanti della baresità, il caro Vittorio sforna una nuova opera che sottolinea ancora una volta, qualora ce ne fosse bisogno, il suo instancabile attivismo letterario. 

Storia, curiosità e proverbi è una pubblicazione frutto dei numerosi articoli che lo stesso Polito ha pubblicato sul GdP e che per l’occasione sono stati rivisitati e ampliati con immagini. Lo scopo di Polito è quello di far conoscere a coloro che leggeranno il libro storie, curiosità, saggezza popolare e proverbi che costituiscono certamente una base e un arricchimento culturale per la nostra società. Il libro è formato da oltre 30 argomenti che spaziano dagli animali alla natura, da beni di prima necessità passando per alcune figure professionali e non, fino ad arrivare al dialetto barese e all'immancabile figura di San Nicola che ricorre oramai costantemente nelle opere di Polito.

Tra le sezioni argomentate è presente anche quella relativa alla donna, dove vengono citate due personalità femminili che hanno lavorato con lo stesso Polito: le artiste Anna Maria di Terlizzi e Marialuisa Sabato, con quest’ultima che ha curato la bellissima copertina del libro fresco di stampa e  alcune illustrazioni interne.

Da segnalare anche la prefazione curata da Matteo Gelardi, Professore di Otorinolaringologia dell’Università di Foggia, che sottolinea l’instancabile attività letteraria di Polito che ancora una volta ha prodotto un contributo valido portando alla ribalta detti antichi che potrebbero anche rischiare l’estinzione se non continuassero ad essere tramandati. Quello di Polito è senza ombra di dubbio un contributo che esula dalla solita narrativa e che rappresenta un regalo certamente fuori dal comune in vista delle imminenti festività natalizie.