Asl Bari, nessuna criticità all’ospedale 'Di Venere': verifiche periodiche in tutti gli ospedali


BARI – Nessuna criticità dovuta al sovraffollamento, né nell’Ospedale Di Venere né in altri presidi. La ASL Bari smentisce categoricamente quanto apparso su alcuni media.

Non più tardi di lunedì, infatti, il Direttore sanitario Danny Sivo ha effettuato un sopralluogo proprio in questo ospedale, accompagnato dal direttore medico di presidio e dal responsabile dell'unità Operativa di Anestesia e Rianimazione. Le verifiche hanno riguardato le sale operatorie, Terapia intensiva neonatale, Pronto Soccorso, Ostetricia e Ginecologia, Oculistica e Medicina con particolare riferimento alla gestione ottimale dei pazienti e alla loro sistemazione nei reparti, dal confort degli ambienti ai servizi igienici, verificando la presenza di tutti gli accessori e arredi necessari.

Nessuna criticità è stata riscontrata nelle unità operative, segnatamente in Medicina, dove la situazione è risultata assolutamente in ordine, per cui va riconosciuto l’impegno e la dedizione degli operatori di questo reparto e di tutti gli altri.

Tali controlli, inoltre, avvengono metodicamente e con periodicità, anche senza preavviso nell’Ospedale Di Venere come in tutti i presidi ospedalieri della ASL e in qualsiasi periodo dell'anno, motivo per il quale la ASL Bari auspicherebbe una maggiore collaborazione da parte dei sindacati di categoria.

Già dal mese di maggio, infine, la Direzione sanitaria ha concordato con le direzioni mediche di presidio protocolli specifici per evitare episodi di sovraffollamento che, qualora si verifichino, comportano il trasferimento dei pazienti in altri ospedali così da garantire la migliore assistenza possibile in ogni circostanza.

Posta un commento

0 Commenti