Assegno di cura, Zullo: "La risposta di Emiliano alle famiglie dei disabili e’ intollerabile sul piano umano"

BARI - “Piacione in tv e livoroso sui palchi e con i deboli: questa la vera natura del presidente Michele Emiliano, dove nella sua Stalingrado noi dovevamo ‘sputare sangue’ e le famiglie dei disabili non hanno il diritto di lamentarsi". Così il capogruppo di Fratelli d’Italia, Ignazio Zullo.

“Proprio così - prosegue Emiliano - perché ci viene riferito da alcune famiglie di disabili pugliesi che gli hanno scritto su WhatsApp:, aggiungendo la richiesta che l'assegno di cura potesse essere continuativo e non cambiare negli anni a seconda dei bandi per … il presidente ha risposto:

“All’appello di persone che ogni giorno più che combattere la malattia del proprio congiunto devono combattere con la ristrettezza delle risorse, bandi cavillosi e burocrazia regionale, a questa gente, già fortemente provata dalla vita e dalla Regione, Emiliano non può rispondere in maniera glaciale e da padre onnipotente, come dire: VIETATO LAMENTARSI. Queste non sono le parole che un presidente di Regione deve usare nei confronti delle famiglie dei disabili.

“Quando si decide di dare il proprio numero a tutti o si è in grado di dare risposte umane oppure meglio il silenzio. Offende meno” conclude Emiliano.

Posta un commento

0 Commenti