'Mamme, amore e...fornelli': giovedì 3 novembre lezione speciale al Redentore di Bari


BARI - Giovedì tre novembre lezione speciale con una giovane ospite barese che racconterà la sua esperienza imprenditoriale domestica: il primo laboratorio di pasticceria in casa a Bari.

Una testimonianza chiave per lanciare alle donne un messaggio forte: combattere la crisi economica si può attraverso l’innovativa esperienza dell’imprenditoria domestica. Lezione speciale giovedì 3 novembre alle ore 18 a “Mamme, amore e Fornelli”, il corso di cucina gratuito nato dalla collaborazione tra il Redentore di Bari e la F. Divella S.p.A e dedicato alle donne che vogliono avvicinarsi al mondo della ristorazione. Ospite gradita, infatti, sarà la 24enne barese Ilaria Carone che ha deciso di aprire un laboratorio di pasticceria in casa. È il primo esperimento in città di IAD, ovvero impresa alimentare domestica. Dopo un corso di alta pasticceria, un contratto a tempo indeterminato al quale ha rinunciato, Ilaria ha vinto il bando regionale “Resto al Sud” per avviare una sua attività. 

“L'idea è nata dal fatto che dovevo aprire una pasticceria e il progetto non è andato a buon fine per diversi motivi – spiega Ilaria Carone - cosi mi sono informata su come aprire un laboratorio in casa ed eccomi qua. In questo periodo difficile che stiamo attraversando immettersi nel circuito lavorativo inventandosi un lavoro è la cosa più saggia che si possa fare”. Nel suo piccolo laboratorio di 25metri quadri a Santo Spirito la giovane pasticcera sforna ogni giorno decine e decine di cornetti. Questo e tanto altro racconterà Ilaria Carone alle donne che stanno frequentando dal 6 ottobre scorso il corso di cucina gratuito organizzato dal Corporate Chef della F. Divella S.p.A Donato Carra. Tanti i segreti in cucina già imparati e tanti ancora da scoprire. “Siamo onorati di avere come ospite questa giovane donna – spiega il dottor Domenico Divella - che ha deciso di non arrendersi. E che ha avuto la geniale idea di fare impresa in modo alternativo. Non vediamo l'ora di ascoltare la sua esperienza. Va premiato il suo coraggio, in tempi come questi dove i rincari sulle materie prime e sulle bollette stanno mettendo in difficoltà molti imprenditori. Siamo certi che il “Little Lab” di Ilaria sarà un esempio concreto per queste donne, anch’esse alla ricerca di un futuro professionale stabile che inizia proprio con la partecipazione a questo corso di cucina gratuito. È il primo passo verso il raggiungimento di grandi obiettivi”.

Posta un commento

0 Commenti