Taranto. Noa: sold out e applausi al Teatro Orfeo


TARANTO
- «…E ricordate, che la vita è bella». Così Noa, giovedì sera al teatro Orfeo di Taranto, al secondo bis, a sottolineare il suo impegno per la pace nel mondo e contro ogni conflitto. Non appena cominciata la Stagione Eventi 2022/2023, fa registrare uno dei momenti più emozionanti, più partecipati. Intona uno dei suoi motivi più noti, la versione cantata della bellissima colonna sonora scritta da Nicola Piovani per il doppio Oscar "La vita è bella" di Roberto Benigni. Il pubblico applaude a scena aperta, invoca l’artista israeliana a gran voce, lavora di smartphone per immortalare uno dei momenti più alti di una fantastica performance durata oltre un’ora e mezza.

Shalom, Three days, Mishaela, Uri, Look at the moon, I don’t know, Child of man, e ancora un tributo all’Italia con veduta sul Vesuvio: Era di Maggio, del tarantino Mario Costa su testo di Salvatore Di Giacomo, Santa Lucia, Tammurriata, proseguendo con Keren or e, all’invito a tornare sul palco, Ave Maria e Beautiful that way (La vita è bella).
L’Orchestra della Magna Grecia diretta dal Maestro Piero Romano, direttore artistico della rassegna musicale che celebra i trent’anni dell’ICO tarantina. E’ Romano, insieme con Fabiano Marti, assessore alla Cultura e allo Spettacolo del Comune di Taranto, ad introdurre l’ultima star della rassegna che torna ad esibirsi a Taranto dopo una decina di anni (e un tour nazionale con l’ICO tarantina). Un ritorno a grande richiesta, quello di Noa, al pari di altri artisti che nel tempo hanno contribuito all’affermazione ad alti livelli dell’attività orchestrale che nel tempo ha declinato oltre a lirica e opere, anche con rock e pop.
La Stagione Eventi musicali è organizzata dall’Orchestra della Magna Grecia in collaborazione con il Comune di Taranto, il patrocinio del Ministero della Cultura, la Regione Puglia e con il sostegno di BCC San Marzano di San Giuseppe, Teleperformance, Varvaglione Vini, Programma Sviluppo, Caffè Ninfole, Kyma Mobilità, Baux Cucine e Comes.
"Con Noa, dieci anni fa, un concerto tarantino e un tour italiano di grande successo – ha dichiarato Romano – così abbiamo pensato di rivolgerle l’invito a celebrare i nostri trent’anni di attività; trent’anni, i nostri, compiuti con progetti incredibili che saranno rievocati in questa Stagione; mi piace ricordare che l’Orchestra oltre a produrre musica è impegnata in progetti di formazione, giovanili, di residenza, ricerca, sperimentazione; vogliamo continuare a dare armonia, ma soprattutto serate indimenticabili e regalare alla città un’identità straordinariamente culturale, cosa che facciamo con eventi che partono dalla tradizione e vanno verso una sperimentazione che segna un avvicinamento dei giovani; per i trent’anni, oltre ad una rassegna che resterà negli annali, stiamo pensando ad una serata speciale nel corso della quale premiare i nostri abbonati più affezionati".
Radici e un’educazione che abbracciano Yemen, Israele e Stati Uniti, Achinoam Nini più nota come Noa, è una cantante, compositrice, poetessa e percussionista. Ha pubblicato quindici album internazionali ed è stata ospite di molti dei palcoscenici più importanti e prestigiosi del mondo, ma anche della Casa Bianca e di tre papi, condividendo la scena con Pat Metheny e Quincy Jones, leggende come Stevie Wonder, Andrea Bocelli e Sting.
Tra i suoi numerosi riconoscimenti ricordiamo quello di Commendatore dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana, il ruolo di primo ambasciatore di Israele presso l’Organizzazione delle Nazioni Unite e quello di sostenitore pubblico di una serie di organizzazioni per i diritti umani e la pace in Israele e all’estero.
Fra i prossimi ospiti della rassegna Eventi musicali 2022/2023: Serena Autieri, Elly Suh, Claudio Santamaria, Joseph Calleja, Tony Hadley, Antonella Ruggiero, Lucas Debargue, Stefano Bollani e Hyung-Ki Joo, Giuliana Gianfaldoni. Fra gli altri eventi, tributo ai Queen, alle musiche da Oscar di Dario Marianelli, il Concerto di Natale in chiave reggae e tanto altro ancora.

Posta un commento

0 Commenti