BARI - “L’atmosfera che si respira in città comincia ad assomigliare a quella che si respira durante la festa di San Nicola. C’è un’aria di primavera che segna l’inizio della bella stagione, l’inizio dell’ennesimo tentativo di essere felici insieme alle persone che ospiteremo. La Puglia è una regione ospitale, il successo turistico è sotto gli occhi di tutti. Ma noi accogliamo nella stessa maniera anche coloro che non possono pagare e che non hanno alternative: domani sera ne accogliamo altri 190 al porto di Bari e saranno i benvenuti. Siamo felici di poterli accogliere e di provare a restituire a ciascuno un po' di felicità, di speranza, di diritti, di uguaglianza e di tutto ciò in cui crediamo. E il Bifest ci aiuta ad essere migliori, perché ha migliorato molto ciascuno di noi”. Così il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano sul palco del teatro Petruzzelli di Bari per la serata inaugurale della quattordicesima edizione del Bif&st, realizzata da Apulia Film Commission in collaborazione con Regione Puglia e Pugliapromozione, con fondi PO Puglia FESR-FSE 2014-2020.
Con Emiliano sul palco anche il sindaco di Bari Antonio Decaro, il regista tedesco Premio Oscar Volker Schlöndorff, e il direttore del Bif&st Felice Laudadio.
Il ritorno di Casanova ha dato ufficialmente il via al Bari Film Festival, che concluderà il 1° aprile. Presenti il regista Gabriele Salvatores e gli attori Toni Servillo, Fabrizio Bentivoglio, Sara Serraiocco, Bianca Panconi. Prima della proiezione in anteprima assoluta del film, il Premio Oscar Salvatores ha ricevuto il Federico Fellini Platinum Award for Cinematic Excellence.