Lecce, Petrichor di Andrea Baccassino a Nasca


LECCE
- Prosegue Unica - Fuoribordo, seconda stagione per il pubblico di tutte le età di teatro, musica, danza, mostre, laboratori, incontri di Nasca - Il teatro a Lecce, realizzata con la direzione artistica di Ippolito Chiarello e Barbara Toma, con il sostegno dell'amministrazione comunale e della Fondazione AMI - Alta Mane Italia e in collaborazione con numerose realtà del territorio.

Domenica 10 dicembre alle 19 (ingresso con contributo associativo - info 3474741759 - nasca@ippolitochiarello.it) appuntamento con Petrichor di Andrea Baccassino (voce, tastiere, basso, chitarra, sequenze). Le musiche si ispirano a sonorità rock, prog, alla musica etnica ed elettronica, al synth pop, alla world music. I testi (in italiano, inglese e dialetto salentino) parlano di umanità, di natura, di politica, di lavoro, di coscienza collettiva, di amore e di magia. Petrichor propone un repertorio di inediti, in un mix di canzoni e brani strumentali dalla forte carica sonora. I testi trattano tematiche vicine alla vita di tutti i giorni: immigrazione, difficoltà a trovare lavoro, nuove tecnologie, social network, con un occhio particolare alla Natura, alla distruzione dell’ambiente e del clima, all’uomo, senza dimenticarsi del vero motore della nostra esistenza: l’Amore. Scrittore, autore, cabarettista, produttore e regista cinematografico, musicista, compositore, cantautore, editore, Andrea Baccassino si è formato alla Scuola Holden di Torino (diretta da Alessandro Baricco) e alla Piccola Scuola di Scrittura Creativa di Padova (diretta da Giulio Mozzi). Nel corso degli anni ha scritto per il teatro e il cinema e ha pubblicato racconti su giornali e riviste locali e su antologie collettive. Nel 2002 ha curato la traduzione in dialetto salentino di “Le avventure di Pinocchio” di Collodi e ha pubblicato "La caduta dell'Impero Romano", il suo primo romanzo.
Il programma di Unica - Fuoribordo proseguirà a dicembre con lo spettacolo Junchio e la Principessa di Principio Attivo Teatro (domenica 17 - ore 18) e l'immancabile replica di Oggi Sposi di Ippolito Chiarello e Luigi Bubbico (venerdì 22 - ore 20:30). Venerdì 26 gennaio (ore 20:30) in scena il Discorso sul mito dell'associazione culturale Sidera di e con Vittorio Continelli. A febbraio spazio a 3D, rassegna di danza dedicata all'improvvisazione con la direzione artistica Barbara Toma (da venerdì 9 a domenica 11) e allo spettacolo Evelina vien dal mare (domenica 18 - ore 18) di e con Elisabetta Aloia. A marzo appuntamento con Orlando furiosamente solo rotolando di Armamaxa teatro con Enrico Messina (venerdì 8 - ore 20:30), l'Ecologico film fest con la direzione artistica di Roberto Quarta con la mostra Questo non è un poster a cura della Casa per la vita Artemide (da giovedì 14 a domenica 17) e Oliver Twist di e con Angela De Gaetano, liberamente ispirato al romanzo di Charles Dickens (venerdì 22 - ore 20:30). Ad aprile la proiezione del documentario Il cerchio, scritto e diretto da Sophie Chiarello, vincitore del David di Donatello 2023 (domenica 7 - ore 18) e lo spettacolo Manzoni senza filtro di e con Manuela De Meo, scritto con la collaborazione di Francesco Niccolini e Roberto Aldorasi (venerdì 26 - ore 20:30). A maggio il cantautore Massimo Donno racconterà e interpreterà l'opera di Pierangelo Bertoli (venerdì 10 - ore 20:30) durante la prima serata di Solitaria, concorso per progetti teatrali in fieri (venerdì 10/domenica 12). Saranno presentati al pubblico anche i risultati dei percorsi laboratoriali per grandi e piccoli (sabato 18 e domenica 19). Durante i mesi proseguiranno gli incontri e le conversazioni e non mancheranno i live jazz in collaborazione con l'associazione Good Vibes, con la direzione artistica di Marco Bardoscia, e i concerti a cura del Conservatorio di Musica "Tito Schipa". Domenica 26 maggio la festa di Fine stagione con lo spettacolo per famiglie "Storia della liberbici" con Michele Volpi, musica e regali per tutte le socie e i soci.
Dal 2022 il viaggio nomade in giro per il mondo dell'attore, autore e regista Ippolito Chiarello (ideatore del Barbonaggio teatrale) e della sua compagnia Nasca Teatri di Terra, ha trovato una vera casa in via Siracusa 28 nella Zona 167/B del Quartiere Stadio. Nasca è una delle associazioni alle quali, grazie alla collaborazione con il Comune di Lecce, è stato assegnato un immobile al piano terra dei condomini di edilizia residenziale pubblica Arca Sud nella Zona 167/B del capoluogo salentino.

Info
Le attività sono riservate ai soci.
Tesseramento a questo link

Daniele Martini

Sono un giornalista pubblicista, docente di comunicazione e sostegno. Sono un operatore della comunicazione.

Posta un commento

Nuova Vecchia

Modulo di contatto