Visualizzazione post con etichetta Brindisi. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Brindisi. Mostra tutti i post

mercoledì, marzo 22, 2017

BASKET. Cantù-Enel Brindisi 83-77, i pugliesi sono ottavi in classifica

di FRANCESCO LOIACONO - In A/1 di basket maschile l’Enel Brindisi ha perso 83-77 a Cantù. Nel primo quarto in avanti i lombardi con Pilepic sul 5-2. Si è messo in evidenza Johnson. Scott ha permesso un 14-12 per i pugliesi. Pilepic molto veloce, 18-16 Cantù. Goss e Sgobba hanno tenuto in corsa Brindisi. Goss ha insistito. L’Enel si è aggiudicata questa frazione di gara per 26-24.

Secondo quarto. Due bombe da tre punti di Moore hanno portato sul 33-27 i pugliesi. Ma Dordwell e Johnson con una schiacciata hanno tenuto a galla i lombardi. L’ex Cournooh ha permesso un 39-37 per la squadra di Recalcati. M’Baye in evidenza con una tripla per il team di Sacchetti. Però Quaglia e Johnson hanno permesso a Cantù di imporsi per 43-40.

Terzo quarto. M’Baye con una tripla, 47-46 Enel. Cantù a +5, 55-50 con Acker e Dordwell. Goss ha consentito ai cestisti di Sacchetti di restare nel match. Ma Cournooh ha fatto trionfare i lombardi per 64-62.

Quarto e ultimo quarto. M’Baye eccellente da sotto le plance. Purtroppo Cantù si è portata sul 70-67 con Calathes. M’Baye e Joseph hanno retto bene. Ma i lombardi sono andati avanti 74-73. Pilepic e Johnson imprendibili in contropiede. Cantù ha vinto questo quarto e la gara per 83-77. Una sconfitta che non ci voleva per l’Enel Brindisi dopo la vittoria a Brescia. I pugliesi sono ottavi a 22 punti, restano in zona play off. Bene M’Baye 17 punti, Goss 16 Scott 13 Joseph 12 e Moore 8.

La società biancazzurra ha ingaggiato il pivot giamaicano Samardo Anthony Samuels del 1989. La scorsa stagione ha giocato nei Dragons di Jiangsu in Cina. Inoltre è già stato in Italia diversi anni fa nell’Olimpia Milano. Nel prossimo turno l’Enel Brindisi giocherà in casa contro l’Avellino. Gli irpini cercheranno di imporsi in Puglia dopo aver vinto per 77-65 la gara interna col Sassari. I loro punti di forza sono Randolph e Logan. Ma i pugliesi vogliono centrare i due punti per restare nell’alta classifica.

Teatro, Emilio Solfrizzi ne 'Il borghese gentiluomo e l'abito nuovo'

BARI - Emilio Solfrizzi è Il borghese gentiluomo, di Molière, con la regia di Armando Pugliese. Sarà in Puglia da domani, giovedì 23, per un tour lungo 5 giorni nelle Stagioni di prosa dei Comuni soci del Teatro Pubblico Pugliese. Giovedì 23 a Fasano, Teatro Kennedy, venerdì 24 a Manfredonia, Teatro Lucio Dalla, sabato 25 a Bitonto, Teatro Traetta, domenica 26 a Corato, Teatro Comunale, lunedì 27 a Trani, Teatro Impero.

Il borghese gentiluomo è la storia del signor Jourdain, che sogna di diventare nobile tra persone che lo raggirano e assecondano la sua follia pur di ottenerne un guadagno, e di sua moglie, donna estremamente razionale. Ai Jourdain si aggiunge la coppia dei servitori: Nicoletta e Coviello. Nasce, così, una farsa chiassosa, tipica del teatro comico. Coviello, vestito da turco si presenta a Jourdain e gli fa credere che il figlio del Gran Turco è giunto lì per sposare sua figlia. Lusingato dalle promesse di nobiltà, cade nel tranello e ne nasce un fragoroso balletto-farsa, al termine del quale Jourdain continuerà a sognare tutto quello che non potrà mai avere, divenendo modello esemplare dell’arrampicatore sociale, che pretende di comprare col denaro quei meriti e quei titoli che non avrà mai.

Emilio Solfrizzi
IL BORGHESE GENTILUOMO
di Molière
con Viviana Altieri, Anita Bartolucci, Fabrizio Contri, Cristiano Dessì, Lisa Galantini, Lydia Giordano, Simone Luglio, Elisabetta Mandalari, Roberto Turchetta
regia ARMANDO PUGLIESE

Riprende anche la tournée de L’abito nuovo, il lavoro scritto a quattro mani da Eduardo De Filipo e Luigi Pirandello reinterpretato dalla Compagnia pugliese La luna nel letto Tra il dire e il fare, con la regia, le scene e le luci di Michelangelo Campanale. Con Marco Manchisi, Nunzia Antonino e Salvatore Marci e Vittorio Continelli, Annarita De Michele, Adriana Gallo, Paolo Gubello, Dante Manchisi, Olga Mascolo, Antonella Ruggiero, Luigi Tagliente. Domani giovedì 23, lo spettacolo sarà al Teatro Rossini di Gioia del Colle, venerdì 24 ad Ostuni, Teatro Roma, domenica 26 a Grottaglie, Teatro Monticello.

lunedì, marzo 20, 2017

Lazio, Toscana e Spagna sul podio Biol 2017 VIDEO

OSTUNI (BR) – Sono le eccellenze olivicole di Lazio, Toscana e Spagna a salire sul podio del XXII Premio Biol, il concorso internazionale per gli extravergini biologici che ha emesso i suoi verdetti stamattina a Ostuni. Dunque ai vertici dell’annata olivicola bio, sul gradino più alto il laziale “Olivastro” dell’azienda Quattrociocchi di Alatri (Frosinone); secondo, il “Francibio” prodotto da Franci a Montenero d’Orcia (Grosseto); terzo, il biodinamico andaluso “Finca La Torre - Hojblanca”.

A un passo dal podio, al quarto posto, il “Mimì Coratina” prodotto a Modugno (Bari) da Donato Conserva (che si aggiudica dunque anche il BiolPuglia). Se questi sono risultati i migliori assoluti dell’ultima annata tra i 350 oli in gara da 15 Paesi, ad aggiudicarsi il Premio BiolPack (miglior accoppiata etichetta-packaging assegnato da una specifica giuria di esperti in comunicazione e marketing) il total white del sivigliano “Egregio” - giudicato “Puro, semplice, efficace” - con menzione speciale al barese De Palma e al greco Arbor Beato.

La proclamazione dei vincitori è avvenuta oggi nella Cittadella dell’olio bio allestita nell’ex macello comunale, in una spettacolare cornice formata dai bambini della Giuria BiolKids: progetto che con percorsi formativi e laboratori d’assaggio di oli bio ha coinvolto in sei regioni (Puglia, Calabria, Basilicata, Sardegna, Emilia Romagna e Liguria) oltre 1.800 ragazzi di quarte e quinte classi di 20 scuole primarie. E 60 di loro hanno formato il baby panel che stamattina ha affiancato i giurati senior per assegnare il BiolKids all’olio preferito dai ragazzi: il pugliese “Picholine” della fasanese Profumi di Castro - Adriatica Vivai (l’elenco completo di tutti i riconoscimenti sarà presto online su www.premiobiol.it). A proclamare i vincitori, anche il sindaco di Ostuni e presidente del Gal Alto Salento Gianfranco Coppola - “orgoglioso di aver ospitato un evento internazionale di tale portata, che ha saputo coinvolgere anche le nuove generazioni attraverso il lavoro con le scuole” -  con l’assessora comunale alle Attività produttive Maristella Andriola, il direttore del Parco Dune Costiere, Gianfranco Ciola, e il direttore del Gal Alto Salento, Carmelo Greco.

“Nonostante la difficile annata olivicola – ha sottolineato il coordinatore del Biol Nino Paparella – abbiamo avuto oltre 350 iscritti e un numero cospicuo di new entry, sintomo di una sempre crescente riconoscibilità del premio a livello internazionale. Confermata dalle sale strapiene per il convegno sulla Xylella e la sezione Biolinnova”. Sui risultati, il commento del capopanel Alfredo Marasciulo: “Abbiamo avuto oli straordinari, sia nel Mediterraneo (e nella Top ten spicca anche un olio sloveno) sia in Italia, a riprova che chi sa coltivare vince anche sulle avversità climatiche. Ottimo il livello anche dei pugliesi, ‘padroni di casa’, pur in lotta con la Xylella: a un passo dal podio la coratina, che si conferma non più da taglio, ma eccellenza in purezza”. Vincitori e premiati con Medaglie Extragold saranno pubblicati nella tradizionale Guida annuale degli oli Biol, poi presentata nelle principali fiere internazionali, dal BioFach di Norimberga al Sana di Bologna.

Americo Quattrociocchi
Si chiude dunque la kermesse organizzata dal CIBi e promossa da Camera di Commercio di Bari, Regione Puglia - Assessorato all'Agricoltura e Comune di Ostuni, che tra sessioni della Giuria internazionale (30 giurati da vari continenti) e mostra degli oli in concorso, momenti tecnici, una sezione sulle innovazioni, corsi di assaggio, laboratori, degustazioni e itinerari, per tre giorni ha reso la Città Bianca epicentro internazionale del movimento olivicolo biologico.

Il Premio Biol è patrocinato da Ministero delle Politiche agricole, Ifoam e AgribioMediterraneo. Partner: Ente Parco delle Dune Costiere, Gal Alto Salento, Università di Bari e di Foggia, Associazione Dialoghi Fluidi, Fondazione Dieta Mediterranea, Itas Pantanelli-Monnet di Ostuni, Chemiservice, Consorzio Puglia Natura, Biolitalia, Agap, Rete Utile Buono e Bio.

LEGA PRO. Virtus Francavilla Fontana-Melfi 0-1, seconda sconfitta consecutiva per i pugliesi

di FRANCESCO LOIACONO - La Virtus Francavilla Fontana è stata sconfitta per 1-0 in casa dal Melfi. I biancazzurri rimangono però in zona play off. Nel primo tempo i pugliesi insidiosi. Nzola è stato anticipato di testa dal difensore Romeo. Un tiro cross a rientrare di Triarico è terminato fuori. L’esterno di centrocampo ci ha riprovato, bravo a parare il portiere Gragnaniello. Nzola è stato neutralizzato in angolo da Laezza. Ci ha provato Abate, palla di poco a lato. Colpo di testa di Idda, il numero uno dei lucani gli ha negato la gioia del gol. Il Melfi in contropiede. Un colpo di destro di Gammone non ha inquadrato la porta. Lodesani da fuori area ha mancato il bersaglio. Per i pugliesi Idda, non ha avuto fortuna.

Nel secondo tempo i lucani propositivi con Gammone, il portiere Albertazzi ha bloccato con le mani. Il Melfi è passato in vantaggio con De Vena, tiro di destro da pochi metri. Replica dei biancazzurri. Un sinistro di Abate è stato ribattuto in corner da Laezza. I gialloverdi lucani in contropiede. Si è fatto notare Vicente, Albertazzi si è opposto con sicurezza. Nel Francavilla Fontana è entrato in campo Ayina al posto di De Toma. Nzola dopo una azione veloce ha calciato col destro, sfera di un niente fuori. Un sinistro da fuori area di Galdean è stato neutralizzato in fallo laterale da Bruno. Tentativo di destro di Abate, Gragnaniello in grande giornata non si è fatto sorprendere. I pugliesi in dieci. Nzola ha rimediato due ammonizioni, prima per un fallo su Laezza e dopo per avere colpito il pallone con le mani ed è stato espulso. Fuori anche il tecnico del Francavilla Fontana Calabro per essersi alzato più volte dalla panchina. I biancazzurri vicinissimi al pareggio. Un destro di Ayina ha costretto Romeo a intercettare in angolo. Bella inzuccata di Alessandro, la sfera ha sfiorato la traversa. Il Melfi rapidissimo. Foggia col destro, sicuro Albertazzi nel mandare il pallone in angolo.

Secondo ko consecutivo per i pugliesi dopo il 2-0 subito a Vibo Valentia. Sono quinti in classifica a 48 punti, un piazzamento di rilievo per una squadra che gioca per la prima volta nella storia in lega pro. Possono certamente risalire quanto prima in graduatoria.

Canottaggio, il Cc Barion ritorna da Brindisi con 19 medaglie

BARI - Nove primi posti ed altre dieci volte sul podio. E' di diciannove medaglie il bottino degli atleti del Circolo Canottieri Barion che hanno partecipato a Brindisi alla regata regionale di canottaggio, aperta a tutte le categorie.

Nel campo di gara allestito nel porto dalla locale sezione della Lega Navale Italiana, cala il settebello la squadra agonistica, accompagnata nell'occasione da Sabino Bellomo e Alessandro Dironzo: oro al collo per singolisti Gabriele Loconsole fra i Ragazzi, Luigi Dolce, Stanislao Rogliero e Roberta Licciardi fra gli Juniores, nonché, nel doppio, per Valerio Buono e Michele D'Alessandro fra gli Juniores, e Carlo Quaranta e Piercosimo Rizzo fra i Master. Massima soddisfazione anche nel quattro di coppia, per D'Alessandro, Buono e Dolce che assieme a Valerio Passantino conquistano la prima posizione nella categoria Juniores.

Tre i secondi posti, due ottenuti da Cristina Fiore nel singolo Ragazze (quarta Chiara Viscogliosi) e nel doppio Juniores, assieme a Licciardi, ed uno conseguito da Raffaele Barile nel singolo Ragazzi: per quest'ultimo, anche una terza posizione nel singolo Juniores, davanti a Ruben Barracano. Sul gradino più basso del podio salgono pure Rogliero nel singolo senior ed il doppio junior Loconsole-Passantino.

"Risultati che fanno morale – commenta Dironzo – in vista di verifiche più impegnative. A cominciare dal primo Meeting nazionale, in programma a Piediluco all'inizio di aprile".

Ad impreziosire il bilancio finale anche il bottino della squadra Cas accompagnata dai tecnici Agostino Iurilli e Giuseppe Amoruso: primo posto fra i Cadetti per Ilaria Bovio, nel singolo e nel doppio misto con Barletta, e fra gli Allievi per Daniele Loconsole, nel 7.20. Nella stessa categoria, argento per Alessandra Quaranta, Luigi Francolino e Nina Renna nel 7.20, con il bronzo di Roberto Sivo nel 7.20 Cadetti a completare il medagliere.

Appena fuori dal podio, ma ugualmente protagonisti di buoni piazzamenti, Giuseppe Bellomo nel 7.20 Cadetti, e Martina Ranieri, Gerardo Tamborrino, Michelangelo Quaranta e Francesco Capone nel 7.20 Allievi.

domenica, marzo 19, 2017

Brindisi, trans brasiliana finisce in reparto uomini Cie

BRINDISI - Perde il lavoro ed il permesso di soggiorno e finisce nel Cie di Brindisi. Adriana, transgender di nazionalità brasiliana da 17 anni in Italia, è detenuta però nel reparto maschile della struttura ed ha iniziato da otto giorni lo sciopero della fame per essere trasferita perché teme per la sua incolumità. A denunciare la sua situazione il Mit (movimento identità transessuale) e Sinistra Italiana che presenterà un'interrogazione al governo.

"Adriana - spiega Cathy La Torre, legale del Mit e componente della segreteria di Sinistra italiana - è al Cie di Brindisi dal 21 febbraio, e si trova in mezzo a centinaia di uomini, correndo ogni istante evidenti rischi di violenze. Abita in Puglia ed è stata prelevata da un albergo dove si trovava con il suo fidanzato. Proviene da una zona pericolosa del Brasile, dove ogni anno vengono uccisi 200 trans.

Vogliamo che della questione si interessi il ministro della Giustizia e il Dap, perché Adriana passa 23 ore al giorno in cella per proteggersi. Abbiamo scritto al prefetto di Brindisi che ha detto di aver chiesto il suo trasferimento: il problema è che al Cie di Brindisi non esiste un reparto femminile. E non le viene somministrata nemmeno la terapia ormonale, perché non c'è nessuno che può prescrivergliela. Per risolvere questa situazione basterebbe una circolare ministeriale". Nei prossimi giorni, oltre al coinvolgimento del governo con un'interrogazione parlamentale, il Mit farà altre iniziative per chiedere la soluzione della situazione di Adriana e per sensibilizzare le istituzione sul tema. Intanto, non sono mancate le reazioni politiche.

"Quali sono i diritti di una persona trans quando si trova rinchiusa in un luogo di reclusione - scrive Nichi Vendola sul suo blog dell'Huffington Post -, Quanto conta la sua vita, quanto pesa la sua storia, quanto vale la sua dignità? Se ne avessi il potere, vorrei su questo specifico argomento interrogare i ministri competenti, Marco Minniti e Andrea Orlando".

Biol, a Ostuni in tanti alla scoperta dell’olio biologico. Domani Biolkids e vincitori

OSTUNI (BR) – Da un lato, i lavori della Giuria internazionale, che stanno selezionando i finalisti fra i 350 oli biologici in concorso da vari continenti. Dall’altro, una Cittadella in fermento, fra laboratori, corsi, mostre, degustazioni, itinerari per operatori, consumatori e famiglie. Questi i due binari su cui sta viaggiando a Ostuni il XXII Premio Biol, il concorso internazionale che pone a confronto le eccellenze olivicole mondiali. Epicentro la Cittadella dell’olio allestita nell’ex macello comunale (Centro Gal Alto Salento - SS 16, km 876, C.da Li Cuti, 4) e aperta dalle 10 alle 19, con ingresso gratuito.

Qui domani – lunedì 20 – l’evento organizzato dal CiBi e promosso dall’assessorato all’Agricoltura delle Regione Puglia, Camera di Commercio di Bari e Comune di Ostuni chiuderà i battenti con la proclamazione dei vincitori. Vari i riconoscimenti: il Premio Biol al miglior olio dell’annata; il BiolPack - assegnato da una specifica giuria di comunicatori, consumatori ed esperti tra cui quest’anno anche Nick Difino, foodhacker e Global Ambassador Future Food Institute - al miglior packaging, ossia il confezionamento di prodotto con il migliore design e l’etichettatura più chiara; più vari premi territoriali e tematici, come il BiolKids, riservato ai giovani palati delle scuole elementari. E proprio Il BiolKids prenderà il via alle 10, quando la Giuria dei bambini affiancherà i giurati senior per assegnare il premio omonimo all’olio più gradevole per i giovani palati; alle 12 la proclamazione di tutti i vincitori, a cui interverranno tra gli altri l’assessore regionale all’Agricoltura Leonardo Di Gioia, il sindaco di Ostuni Gianfranco Coppola, il direttore del Parco Dune Costiere Gianfranco Ciola e il coordinatore del Biol Nino Paparella.

Il BiolKids, in particolare, è un progetto avviato con successo negli ultimi anni che mira a educare le giovani generazioni a riconoscere l’olio di qualità, l’agricoltura bio e la corretta alimentazione. Quest’anno ha coinvolto, in sei regioni, oltre 1.800 ragazzi di quarte e quinte classi di 20 scuole primarie italiane: 10 in Puglia (4 a Bari, 3 a Brindisi, una ad Andria, Lecce e Foggia), il resto dislocate in Emilia Romagna, Basilicata, Calabria, Sardegna e Liguria. Dopo un percorso formativo sull’assaggio rivolto a tutti gli alunni, e seminari per genitori e insegnanti, una selezione di una sessantina di ragazzi domani formerà, appunto, il minipanel.

A far da cornice le tante attività della Cittadella. Qui grande interesse per la nuova sezione Biolinnova sulle innovazioni in olivicoltura bio, in collaborazione con Università ed enti di ricerca: 5 best practices presentano i loro progetti all’avanguardia per tecniche produttive, di prodotto e di filiera, e salvaguardia ambientale.

Infine le tante attività: la tradizionale mostra degli oli in concorso; corsi gratuiti di analisi sensoriale di miele (ore 10.30), pane (11.30, a cura di Inap) e olio bio (ore 16); open bar con assaggi guidati di olio e miele; bistrot con ristorazione bio; laboratori di produzione di sapone ed estratti naturali (10 e 15.30, a cura di Labo Naturae) e di stampe naturali su carta e stoffa con i colori delle piante del Parco delle Dune Costiere (11 e 16.30, a cura del Gran Teatro del Click); analisi gratuita degli extravergini portati da casa, in collaborazione con Itas Pantanelli; corner espositivi tematici; itinerari guidati, oggi gli ultimi: a piedi per il centro storico ostunese (a cura di Ats Bi-Hortus e Gaia E. Tours) o in bici attraverso le bellezze del Parco delle Dune Costiere (a cura di Madera Bike).

Il Premio Biol - premiobiol.it; fb: 22° Premio Biol - è patrocinato da Ministero delle Politiche agricole, Ifoam e AgribioMediterraneo. Partner: Ente Parco delle Dune Costiere, Gal Alto Salento, Università di Bari e di Foggia, Associazione Dialoghi Fluidi, Fondazione Dieta Mediterranea, Itas Pantanelli di Ostuni, Chemiservice, Consorzio Puglia Natura, Biolitalia, Agap, Rete Utile Buono e Bio.

sabato, marzo 18, 2017

Agrigento, catturato scafista: violentava migranti

ROMA - Pesanti accuse per lo scafista arrestato in Sicilia. Associazione a delinquere finalizzata alla tratta, al sequestro di persona, alla violenza sessuale, all’omicidio aggravato e al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Con queste accuse la Polizia di Stato di Agrigento ha arrestato un ventenne cittadino ghanese, sbarcato a Lampedusa il 5 marzo scorso e nei giorni scorsi, sottratto a un tentativo di linciaggio da parte di alcuni migranti che lo avevano riconosciuto come uno dei responsabili di torture, sevizie e stupri perpetrati in Libia all’interno di una ‘safe house’ dove i migranti venivano privati della libertà personale prima di intraprendere la traversata in mare per le coste italiane.

Dal racconto dei migranti, ascoltati dai poliziotti della Squadra Mobile agrigentina, è emerso che gli stessi venivano sottoposti a torture, anche in diretta telefonica con i propri parenti, ai quali veniva richiesto il pagamento di un riscatto per porre fine alle sofferenze dei loro cari. “Ogni volta che dovevo telefonare a casa, lui mi legava e mi faceva sdraiare per terra con i piedi in sospensione e, così immobilizzato, mi colpiva ripetutamente e violentemente con un tubo di gomma in tutte le parti del corpo e in special modo nelle piante dei piedi, tanto da rendermi quasi impossibile la deambulazione”.

“Spesso collegava degli elettrodi alla mia lingua per farmi scaricare addosso la corrente elettrica”. “Porto ancora addosso i segni delle violenze fisiche subite, in particolare delle ustioni dovute a dell’acqua bollente che mi veniva versata addosso”.

Sono solo alcune delle atroci esperienze raccontate dai migranti, che hanno determintato i pubblici ministeri Calogero Ferrara e Giorgia Spiri della Direzione Distrettuale Antimafia di Palermo, guidata da Francesco Lo Voi, ad emettere, lo scorso 14 marzo, un provvedimento di fermo, che è stato eseguito dai poliziotti agrigentini e convalidato dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Agrigento.

Bindisi, morta bimba di 2 mesi: medico indagato

di PIERO CHIMENTI - Una triste vicenda ha colpito una famiglia di Brindisi, la cui figlia di 2 mesi è giunta senza vita al Perrino. La bimba accusava dei problemi di respirazione che il pediatra di famiglia aveva provato a risolvere con dei farmaci. Le cure non avevano portato a nessun risultato positivo, facendo anzi precipitare la situazione.

Dopo la denuncia fatta dai genitori alle autorità competenti, è stata disposta l'autopsia sul corpicino, oltre a iscrivere il pediatra nel registro degli indagati come atto dovuto.

Ostuni, al via il Biol 2017

OSTUNI (BR) – “Qualità dell’olio bio e salvaguardia ambientale: i due cardini del prezioso lavoro del Biol per operatori e consumatori sono un patrimonio di sapere costruito negli anni a livello internazionale, in simbiosi con la scrittura della Carta europea dell’agricoltura sostenibile che prende il via in questi giorni”. Così il presidente del Parco Dune Costiere Enzo Lavarra, ex parlamentare europeo- Commissione agricoltura,ha inaugurato stamattina a Ostuni il XXII Premio Biol, il concorso internazionale per i migliori extravergini biologici al mondo,e la sua Cittadella dell’olio allestita nell’ex macello comunale.Al taglio del nastro anche la dirigente regionale dell’assessorato all’Agricoltura Angelica Anglani, il direttore del Parco Gianfranco Ciola e il direttore del Gal Alto Salento Carmelo Greco, unanimi nel sottolineare l’importanza per il territorio di un evento che, col suo format, valorizza il metodo biologico e le sue eccellenze a livello mondiale.

Presentata dunque la giuria internazionale formata da 30 esperti di tutto il mondo - molti componenti  anche operatori e stakeholder – che ha subito iniziato a valutare i 350 oli in concorso da 15 Paesi. Di particolare interesse l’area sulle innovazioni in olivicoltura bio, in collaborazione con Università ed enti di ricerca: best practices che guidano la crescita delle tecniche produttive di prodotto e di filiera, abbinate alla salvaguardia ambientale. Tema in qualche modo legato alla tavola rotonda del pomeriggio “La difesa dell’olivo biologico e la Xylella”, un aggiornamento per produttori e operatori sulle ultime novità in materia, declinate in chiave biologica.

Molto apprezzati gli spazi e le varie attività della Cittadella (Centro Gal Alto Salento, SS 16, km 876, C.da Li Cuti, 4; ogni giorno dalle 10 alle 19, ingresso gratuito)che sta attirando operatori del settore ma anche consumatori e famiglie. Fino a lunedì, giorno di chiusura e di proclamazione dei vincitori, il programma dell’evento - organizzato dal CiBi, e promosso dall’assessorato all’Agricoltura della Regione Puglia, Camera di Commercio di Bari e Comune di Ostuni – offre dalla tradizionale mostra degli oli in concorso. Poi corsi gratuiti di analisi sensoriale di miele (ore 10.30), pane (11.30, a cura di Inap) e olio bio (ore 16); open bar con assaggi guidati di olio e miele; bistrot con ristorazione bio; laboratori di produzione di sapone ed estratti naturali (10 e 15.30, a cura di LaboNaturae) e di stampe naturali su carta e stoffa con i colori delle piante del Parco delle Dune Costiere (11 e 16.30, a cura del Gran Teatro del Click); analisi gratuita degli extravergini portati da casa, in collaborazione con Itas Pantanelli; corner espositivi tematici. Infine, gli itinerari guidati: a piedi per il centro storico ostunese (ore 10.15 e 15.45, a cura di Ats Bi-Hortus e Gaia E. Tours) o in bici attraverso le bellezze del Parco delle Dune Costiere (da Albergabici, stesse ore, a cura di Madera Bike).

Il Premio Biol– tutti i dettagli su www.premiobiol.it; fb: 22° Premio Biol - è patrocinato da Ministero delle Politiche agricole, Ifoam e AgribioMediterraneo. Partner: Ente Parco delle Dune Costiere, Gal Alto Salento, Università di Bari e di Foggia, Associazione Dialoghi Fluidi, Fondazione Dieta Mediterranea, Itas Pantanelli di Ostuni, Chemiservice, Consorzio Puglia Natura, Biolitalia, Agap, Rete Utile Buono e Bio.

venerdì, marzo 17, 2017

LEGA PRO. Virtus Francavilla Fontana-Melfi, gara non semplice per i pugliesi

di FRANCESCO LOIACONO - La Virtus Francavilla Fontana giocherà in casa contro il Melfi. Il match si disputerà domenica alle 14,45. Per i biancazzurri si preannuncia una gara non semplice. I lucani dopo il successo interno per 1-0 sul Catanzaro cercheranno di ripetersi per scollarsi dal penultimo posto in classifica. I pugliesi dovranno evitare di concedere spazi a Marano, De Angelis Foggia e De Vena. Di questi ultimi due il primo ha segnato 9 gol nel girone C di lega pro. Il secondo ha sorpreso 7 volte i portieri avversari.

Il Melfi si è ripreso con l’arrivo del nuovo tecnico Diana al posto dell’esonerato Bitetto. Ha ottenuto due vittorie consecutive. L’altra è stata il 2-0 a Catania. L’unico ex della partita sarà De Angelis del Melfi. Nelle ultime tre gare fuori casa i gialloverdi lucani hanno totalizzato tre punti. Imponendosi 2-0 a Catania. Perdendo 2-1 a Fondi e 3-1 a Siracusa. Il Francavilla Fontana dopo la sconfitta per 2-0 a Vibo Valentia è deciso a vincere per confermarsi in zona play off. Il tecnico Calabro dovrà rinunciare ad Albertini fermato dal giudice sportivo perché era in diffida ed è stato ammonito in Calabria. Ma potrà contare sul ritorno di Alessandro dopo la squalifica.

Nella gara di andata a Melfi vinsero i pugliesi per 1-0 con un gol realizzato dall’attaccante Abate nel secondo tempo. Negli ultimi tre match casalinghi i biancazzurri hanno conquistato altrettante vittorie. Superando 2-0 l’Akragas, 1-0 il Cosenza e 2-1 il Lecce. Vogliono continuare il loro eclatante cammino nel loro stadio, il “Giovanni Paolo II” per proseguire bene il finora eccellente storico campionato di lega pro. Sarà decisivo garantire giocate di qualità per superare gli avversari.

Nella Virtus Francavilla Fontana in porta Albertazzi. Nel reparto arretrato Pino, Idda Abruzzese De Toma e Galdean. Esterni Biason e Alessandro. Regista Prezioso. In attacco Nzola e Abate. Nel Melfi tra i pali Gragnaniello. In difesa Bruno, Laezza RomeoLodesani ed Esposito. Sulle fasce Vicente e Marano. Trequartista De Angelis. In avanti Foggia e De Vena. I pugliesi desiderano soddisfare i loro tifosi.

giovedì, marzo 16, 2017

Spazio, Emiliano: "Spettacolare immagine di Brindisi dal satellite sentinella"

BRINDISI - “Che emozione vedere la nostra regione da questa prospettiva unica e spettacolare”. Il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano ringrazia il direttore Josef Aschbacher (Earth Observation Programmes ESA) per avergli inviato la prima presa dal satellite Sentinella 2B, una bellissima immagine di Brindisi (in allegato).

Il satellite  Sentinella 2B del programma europeo Copernicus è stato lanciato con successo lo scorso 7 marzo con il Vettore Vega dalla Guyana francese.

Dopo le fasi iniziali legate alle operazioni, che si sono concluse dopo tre giorni, lo strumento a bordo del satellite (una camera multispettrale ottica) è stato accesso ieri. La prima immagine acquisita e recuperata attraverso la stazione di Matera riguarda la Puglia e la città di Brindisi.

mercoledì, marzo 15, 2017

BASKET. Brescia-Enel Brindisi 81-91, seconda vittoria consecutiva per i pugliesi

di FRANCESCO LOIACONO - In A/1 di basket maschile l’Enel Brindisi ha vinto per 91-81 a Brescia. Due punti fondamentali per i pugliesi. Nel primo quarto notevole bomba da tre punti di Joseph per l’Enel. I lombardi si sono portati sul 10-7 con Berggren. Ma Scott ha impattato, 10-10. La squadra di Sacchetti in avanti 15-12 con Goss. Landry ha consentito a Brescia un 19-15 a suo favore. Però Spanghero si è evidenziato in positivo, 21-19 Brindisi. Brescia non ha mollato. Molto bravo Goss per i pugliesi. L’Enel si è aggiudicata questa frazione di gara per 23-21.

Secondo quarto. M’Baye imprendibile, 33-24 per Brindisi. Moss e Moore hanno tenuto a galla Brescia. La squadra pugliese di Sacchetti ha iniziato a velocizzare le sue manovre in contropiede. Scott validissimo con una tripla, 40-38 Brindisi. Mesicek con un canestro sotto le plance ha permesso ai pugliesi di allungare sul 42-38. Berggren ha riaperto il match per la squadra di Diana. L’Enel Brindisi però ha vinto anche stavolta per 42-40.

Terzo quarto. Goss ha indovinato due bombe da tre punti per i biancazzurri pugliesi. Brescia avanti con Moss per 55-54. M’Baye preciso con le sue schiacciate, 63-57 per l’Enel. E’ stato espulso per proteste l’allenatore dei lombardi Diana. Moss ha permesso ai lombardi di non farsi schiacciare come punteggio. L’Enel ha trionfato per 66-64.

Quarto e ultimo quarto. Joseph infallibile dalla lunga distanza, grande tripla di Spanghero e 74-66 Brindisi. Una bomba da tre di M’Baye, 80-71 Enel. Joseph ha consentito un+10, 85-75 ai pugliesi. Laganà e Bushat hanno fatto reggere nel match Brescia. Però l’Enel Brindisi ha vinto questo quarto e l’intera gara per 91-81. Successo importante per i pugliesi in trasferta dopo ben tre mesi. Secondo consecutivo per la squadra di Sacchetti dopo quello in casa contro il Cremona. I biancazzurri brindisini sono ottavi a 22 punti in zona play off scudetto. Migliore in campo Goss con 25 punti. Bene anche M’Baye, score di 21. Eccellente Scott che ha chiuso a 17 e Carter 12.

Nel prossimo turno l’Enel Brindisi giocherà a Cantù. I lombardi dopo il successo per 85-79 a Caserta cercheranno di ripetersi per fare un importante passo in avanti verso la salvezza. I loro elementi di spicco sono Johnson e l’ex Cournooh. Ma l’Enel Brindisi è determinata ad imporsi a Desio per continuare a salire in classifica.

lunedì, marzo 13, 2017

LEGA PRO. Vibonese-Virtus Francavilla Fontana 2-0, i pugliesi sono quinti in classifica

di FRANCESCO LOIACONO - La Virtus Francavilla Fontana è stata sconfitta per 2-0 fuori casa dalla Vibonese. Un ko questo che però non compromette l’eccellente torneo dei biancazzurri pugliesi. La squadra di Calabro si conferma in zona play off. Nel primo tempo i calabresi arrembanti. Legras è stato anticipato dal difensore Abruzzese. Burmas si è visto neutralizzare la sua veloce incursione dal terzino Idda. I pugliesi in contropiede. Nzola si è inserito in area di rigore ma Silvestri ha respinto. L’attaccante francese ci ha riprovato, bravo il portiere Russo ad opporsi con le mani in uscita.

Nel secondo tempo i calabresi insidiosi. Un colpo di testa di Manzo è terminato di un soffio a lato. La Vibonese è passata in vantaggio con Bubas il quale con un tiro di destro a rientrare ha sorpreso il portiere Albertazzi. La Virtus Francavilla Fontana ha replicato. Una conclusione di Abate è stata deviata in angolo dal difensore Manzo. I calabresi hanno raddoppiato per merito di Sowe che di sinistro ha superato Albertazzi. La squadra di Calabro ha cercato di riaprire la partita. Un colpo col sinistro di Albertini è stato ribattuto dal portiere Russo. La Vibonese rapidissima. Una percussione di Sowe ha visto il pronto intervento in corner del difensore Pastore. Settima sconfitta stagionale in trasferta per la Virtus Francavilla Fontana. La squadra della provincia di Brindisi è quinta in classifica a 48 punti. Prestazione purtroppo non convincente per i biancazzurri. Non sono riusciti a controbattere nella seconda fase del match alle iniziative della Vibonese. Ma può succedere a una formazione che per la prima volta nella sua storia sta giocando in lega pro.

Buona nonostante il ko la prova di Albertazzi. Nzola è stato ben contrastato dai difensori dei calabresi. Niente di grave però. Il Francavilla Fontana sta disputando un campionato al di sopra delle sue aspettative. Ha ottime possibilità di riprendersi e di tornare a soddisfare i suoi tifosi.

venerdì, marzo 10, 2017

LEGA PRO. Vibonese-Virtus Francavilla Fontana, match ostico per i biancazzurri

di FRANCESCO LOIACONO - La Virtus Francavilla Fontana giocherà fuori casa contro la Vibonese. La partita si disputerà domenica alle 18,30. Per i pugliesi si preannuncia un match non semplice. I calabresi dopo la sconfitta per 4-1 a Siracusa cercheranno di imporsi per abbandonare l’ultimo posto in classifica. I biancazzurri pugliesi non dovranno permettere rapidi inserimenti a Giuffrida, Bubas Viola Scapellato Sowe e Piroska.

Negli ultimi tre incontri disputati in casa la Vibonese ha totalizzato un solo punto. Perdendo 3-1 col Foggia e 1-0 con la Juve Stabia. Pareggiando 1-1 col Cosenza nel derby calabrese. Di recente la società calabrese ha esonerato il tecnico Costantini sostituendolo con Campilongo ma senza risultati positivi. La Virtus Francavilla Fontana dopo la vittoria interna per 2-1 sul Lecce nel derby pugliese è determinata a centrare un colpo esterno per confermarsi al quinto posto. Il tecnico Calabro non potrà utilizzare Faisca infortunato e Alessandro per squalifica. Ma i calciatori a sua disposizione sono di grande qualità per cui chiunque giocherà si metterà certamente in notevole evidenza.

Nella Vibonese non giocheranno Favasuli fermato dal giudice sportivo, Saraniti Moi e Cogliati acciaccati. Nelle ultime tre gare esterne i pugliesi hanno raggranellato tre punti. Vincendo 3-2 a Matera. Uscendo ko da Foggia 5-1, e Caserta 1-0. Nella gara di andata vinsero i pugliesi per 3-1 in casa con reti realizzate nel secondo tempo da Galdean, Idda e Alessandro. A Francavilla Fontana c’è entusiasmo. I biancazzurri saranno seguiti a Vibo Valentia da un discreto numero di tifosi. Per i biancazzurri sarà determinante giocare con veloci azioni in contropiede per sorprendere i calabresi. Fondamentale concretizzare al massimo le occasioni da gol per assicurarsi i tre punti.

Nella Virtus Francavilla Fontana in porta Albertazzi. Nel reparto arretrato Idda, Pino Abruzzese Albertini e Prezioso. Esterni Galdean e Triarico. Regista Vetrugno. In attacco Nzola e Abate. Nella Vibonese tra i pali Russo. In difesa Franchino, Sicignano Manzo Minarini e Giuffrida. Sulle fasce Bubas e Viola. Trequartista Scapellato. In avanti Sowe e Piroska. Saranno presenti allo stadio “Razza” circa 1000 spettatori di cui almeno 100 da Francavilla Fontana.

mercoledì, marzo 08, 2017

BASKET. Enel Brindisi-Cremona 94-82, i pugliesi sono ottavi in classifica

di FRANCESCO LOIACONO - In A/1 di basket maschile l’Enel Brindisi ha vinto per 94-82 in casa contro il Cremona. Due punti fondamentali per la squadra di Sacchetti che è tornata in zona play off. Nel primo quarto i pugliesi in vantaggio 17-14 con Moore e Agbelese. Scott guarito a tempo di record dopo un infortunio muscolare e Carter hanno permesso un 22-18. Cremona non ha mollato con Biligha e Turner. Ma i brindisini si sono imposti 25-21.

Secondo quarto. Canestri in contropiede di Odom e Carlino per i lombardi. L’Enel ha risposto presente con la precisione di Spanghero e Goss, +7 e 33-26 a favore. Brindisi imprendibile grazie alle schiacciate a due mani di Moore e Scott, 43-37. Un tiro libero su due realizzato da M’Baye. Scott eccellente sotto le plance. L’Enel si è aggiudicato questa fase di partita per 55-43.

Terzo quarto. Bravissimo Agbelese. Però Thomas ed Harris hanno tenuto a galla la squadra di Lepore. Sacchetti ha chiesto ed ottenuto un time-out. Joseph e Goss implacabili con le bombe da tre punti, Brindisi avanti 65-49. I pugliesi hanno trionfato per 69-61.

Quarto quarto. Sacchetti ha inserito sul parquet Cardillo. Incredibili triple realizzate da Gaspardo per Cremona.Goss ha capito che non si poteva più sbagliare e si è fatto notare in positivo, 76-64 per l’Enel. Carter ha permesso ai brindisini un +17, 81-64. M’Baye sostenuto dai 3534 tifosi presenti al “Pala Pentassuglia” ha esibito delle velocissime percussioni. L’Enel ha vinto questo quarto e la partita per 94-82. I pugliesi si sono subito ripresi dopo l’immeritata sconfitta subita a Torino. Sono ottavi in classifica a 20 punti. Valido il contributo di Moore che ha chiuso a quota 22. Per Scott e M’Baye uno score di 19, Carter 13 e Goss 9.

Nel prossimo turno l’Enel Brindisi giocherà a Brescia. I lombardi dopo il ko subito a Capo d’Orlando per 71-67 vorranno aggiudicarsi il match per superare in classifica i pugliesi. Elementi di spicco per la squadra di Diana sono Landry e Berggren. Ma l’Enel vuole imporsi per svoltare bene in trasferta.

lunedì, marzo 06, 2017

Brindisi, gambizzato dinanzi a moglie e figlia

di PIERO CHIMENTI - Torna la paura nel brindisino, dove un 27enne è stato ferito al ginocchio, dopo essere stato colpito da un proiettile. L'episodio è accaduto nel centro storico di Ceglie Messapica, quando la vittima, una volta chiusa l'attività commerciale, tornava a casa in auto con la propria famiglia.

Nei pressi della Piazza Vecchia, un veicolo con all'interno due fratelli gli ha bloccato il passaggio. Da qui è nata una discussione, 'terminata' con l'esplosione di colpi di pistola uno dei quali ha colpito l'arto inferiore del giovane. Sull'accaduto indagano i Carabinieri, mentre la vittima si trova ricoverata al Perrino di Brindisi, in cui verrà sottoposto ad intervento chirurgico.

sabato, marzo 04, 2017

Brindisi, workshop M5S sulla progettazione europea: al via le iscrizioni

BRINDISI - Si terrà dal 24 al 26 marzo a Brindisi il "Workshop Base sulla progettazione con i fondi europei indiretti" promosso da Rosa D’Amato, capodelegazione M5S al Parlamento europeo. Il corso è gratuito ed è rivolto a un numero massimo di 24 partecipanti residenti nelle province di Taranto, Brindisi e Lecce.

Gli interessati dovranno fare richiesta di partecipazione compilando la domanda secondo il modello prestabilito, scaricabile dal sito http://damatorosa.eu ed allegando il proprio Curriculum Vitae.

Le domande di ammissione dovranno pervenire entro le mezzanotte del 12 Marzo 2017 al seguente indirizzo di posta elettronica: staff.europa.workshop@gmail.com.

Per maggiori informazioni:
http://damatorosa.eu

giovedì, marzo 02, 2017

Brindisi, 38enne muore dopo aver dato alla luce due gemelli

di PIERO CHIMENTI - La gioia si è tramutata subito in tragedia per la famiglia di una donna di Statte, nel tarantino, deceduta dopo aver messo alla luce due gemellini con parto cesareo. Le cause della morte sembrano siano dovute ad un'emorragia interna che neanche la prontezza dei medici è riuscita ad evitare.

La triste vicenda è avvenuta a Francavilla Fontana, nel Brindisino, presso l'ospedale Camberlingo. I familiari della vittima hanno denunciato il fatto ai carabinieri, mentre l'Asl di Brindisi ha avvisato un'indagine interna per far luce sull'accaduto.

Oncologia, a Brindisi il 1° Festival della prevenzione e innovazione. Ospite Flavia Pennetta

BRINDISI - La lotta ai tumori scende in piazza a Brindisi. La terza tappa del “Festival della prevenzione e innovazione in oncologia” si svolge proprio nel capoluogo pugliese. Un motorhome, cioè un pullman, sarà allestito per tre giorni, dal 3 al 5 marzo, in Piazza della Vittoria (dalle 10 alle 18), dove gli oncologi dell’AIOM (Associazione Italiana di Oncologia Medica) forniranno informazioni sulla prevenzione, sull’innovazione terapeutica e sui progressi nella ricerca in campo oncologico. Non solo. Domenica 5 marzo, alle 9.30, è in programma anche una “passeggiata in rosa” a cui darà il via la Sindaca Angela Carluccio (con partenza da Piazza della Vittoria), realizzata in collaborazione con l’associazione “Cuore di donna”. E domenica mattina ci sarà il cantante Al Bano Carrisi. Ospite della manifestazione anche la campionessa di tennis Flavia Pennetta.

L’obiettivo è portare ai cittadini un messaggio fondamentale: il cancro non va più considerato un male incurabile e contro questa malattia si deve giocare d’anticipo. “Lanciamo, sul modello dei festival della letteratura, il primo ‘Festival della prevenzione e innovazione in oncologia’ per spiegare agli italiani il nuovo corso dell’oncologia, che spazia dai corretti stili di vita, agli screening, alle armi innovative come l’immuno-oncologia e le terapie a bersaglio molecolare, fino alla riabilitazione, al reinserimento nel mondo del lavoro e al ritorno alla vita – spiega il prof. Carmine Pinto, presidente nazionale AIOM -. Grazie alla diagnosi precoce e alle nuove armi il 60% dei pazienti sconfigge la malattia, percentuale che raggiunge il 70% nelle neoplasie più frequenti”.

La manifestazione itinerante, resa possibile grazie al sostegno di Bristol-Myers Squibb, tocca 16 città con eventi che dureranno tre giorni. In Italia nel 2016 sono stati stimati 365.800 nuovi casi di tumore (189.600 negli uomini e 176.200 nelle donne), in Puglia 21.900 (11.600 uomini e 10.300 donne). E a Brindisi ogni anno si registrano circa 2.000 nuove diagnosi (1.054 uomini e 918 donne, Registro Tumori Puglia - Rapporto 2015). “Resta ancora molto da fare sul piano della prevenzione - continua il prof. Saverio Cinieri, tesoriere nazionale AIOM, Direttore del Dipartimento di Oncologia medica e Responsabile della Breast Unit dell’Ospedale Perrino di Brindisi -, se pensiamo che l’Italia destina solo il 4,2% della spesa sanitaria totale a queste attività, collocandosi negli ultimi posti per investimenti in prevenzione fra i 34 Paesi che fanno parte dell’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OECD)”.

Molti studi hanno dimostrato che il 40% dei tumori può essere evitato con uno stile di vita sano (no al fumo, attività fisica costante e dieta corretta), ma pochi italiani seguono queste regole. Anche in Puglia emergono dati preoccupanti (Report del sistema di sorveglianza PASSI 2012-2015): l’eccesso ponderale è superiore rispetto alla media nazionale, infatti il sovrappeso riguarda il 32,4% dei cittadini della Regione (31,6% Italia) e il 12,5% è obeso (10,4% Italia). Il 46,8% dei pugliesi consuma alcol ed il 40,3% è completamente sedentario (32% Italia). Migliori rispetto alla media nazionale i dati relativi al fumo: è tabagista il 25,9% (26,9% Italia). “Una monografia della Società Americana di Oncologia Clinica (American Society of Clinical Oncology) pubblicata a fine 2016 – continua il prof. Cinieri - ha analizzato la correlazione tra tumori e obesità: quest’ultima è diventata nel mondo occidentale la prima causa di rischio oncologico non solo per le patologie più diffuse (mammella, prostata, colon), ma anche per quelle meno frequenti (tumori del distretto testa-collo, endometrio, pancreas e stomaco). Ed è ormai ampiamente dimostrato che correggere comportamenti scorretti aiuta anche i pazienti con cancro avanzato a rallentare la progressione della malattia”.

Oltre alle nuove terapie, anche la diagnosi precoce grazie agli screening svolge un ruolo fondamentale nel miglioramento delle percentuali di guarigione. Ma nella Regione ancora pochi cittadini aderiscono a questi fondamentali programmi di prevenzione: nel biennio 2011-2012 solo il 55,9% delle donne pugliesi ha aderito all’invito alla mammografia, fondamentale per la diagnosi precoce del tumore del seno (60,9% Italia); il 30% ha eseguito il Pap test per la diagnosi iniziale del tumore del collo dell’utero (40,8% Italia) e il 36,5% dei cittadini ha eseguito il test per la ricerca del sangue occulto nelle feci per individuare in fase precoce il cancro del colon retto (47,1% Italia).

Interverranno al “Festival” testimonial sportivi che saranno presenti nel motorhome: venerdì 3 marzo dalle 17 alle 18 Carlo Molfetta, campione olimpionico di taekwondo; sabato 4 marzo, dalle 11 alle 12 la squadra Virtus Francavilla Calcio, e dalle 16 alle 18 la squadra della serie A di pallacanestro, New Basket Brindisi. Domenica 5 marzo parteciperà anche il dott. Giuseppe Pasqualone, Direttore Generale ASL Brindisi. Interverranno anche rappresentanti delle associazioni dei pazienti, tra cui A.N.D.O.S. (Associazione Nazionale Donne Operate al Seno).

Durante gli eventi saranno distribuiti ai cittadini opuscoli sulle principali regole della prevenzione oncologica e sulle nuove armi in grado di sconfiggere la malattia o di migliorare la sopravvivenza in modo significativo.