Visualizzazione post con etichetta Concorsi. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Concorsi. Mostra tutti i post

Concorsone Regione Puglia: nota dell'assessore al Personale

BARI - “Lunedì 23 maggio, alle ore 10,30, sarò presente alla Fiera di Foggia - assieme al Commissario straordinario e al Segretario generale dell’Ente, rispettivamente Avv. Massimiliano Arena e Dr. Raimondo Ursitti - per confrontarmi con i candidati che lo vorranno e rendermi conto di persona di eventuali disagi, precisando però che gli orari indicati segnalano quando ci si deve obbligatoriamente presentare fisicamente nel luogo della prova, mentre per l’inizio concreto degli esami sia di mattina che di pomeriggio, per l'altissimo numero di partecipanti previsto in particolar modo proprio per lunedì e martedì, si prevede uno slittamento di una/due ore”. Così l’Assessore al Personale della Regione Puglia in una nota in cui si precisano le modalità tecniche e procedurali obbligatorie “affinché le prove si svolgano nella massima trasparenza”.

L’assessore ne approfitta per scusarsi, anche a nome di Formez, “se soprattutto il primo giorno ci sono stati ritardi nell’avvio della prova scritta, ma si devono avviare una serie di procedure, non da ultime quelle previste dalle norme anti Covid, che applicate a centinaia, se non migliaia di persone – e nell’esclusivo interesse di queste - obbligano ad uno slittamento dell’inizio concreto dell’esame”.

Una situazione che non è eccezionale, dal momento che riguarda tutte le procedure concorsuali, e non solo quelle attuali e future della Regione Puglia. Infatti per la seduta del 23 e 24 maggio prossimo, quando si prevede l’afflusso di migliaia di persone nelle quattro prove in programma, alla sede della Fiera di Foggia, la più grande finora a disposizione, si aggiungerà la Fiera di Lecce, dove saranno presenti il Direttore di Dipartimento, Dott. Ciro Imperio e il Direttore di Sezione, Dott. Nicola Paladino”.

Infine l’Assessore fa appello a “donne e uomini, ragazze e ragazzi che sono certo daranno il massimo impegno in queste prove e nelle prossime che abbiamo giù messo in cantiere: abbiamo lavorato duramente per darvi delle opportunità serie non solo dal punto di vista professionale, ma umano, dedicate queste giornate esclusivamente al concorso, con la massima disponibilità e concentrazione”.

La Puglia guarda al futuro della Medicina generale: oggi a Bari il concorso nazionale per 226 posti in tutta la regione


BARI - Anche la Puglia guarda al futuro della Medicina generale. Oggi a Bari, come nel resto d’Italia, è in corso la prova unica del concorso nazionale destinato a formare nuovi medici di Medicina generale. Sono 264 i partecipanti provenienti da diverse regioni del Centro-Sud su 385 candidati ammessi al Corso triennale di Formazione Specifica in Medicina Generale della Regione Puglia (triennio 2021/2024) che prevede nel complesso 226 posti.

“E’ una giornata importante – dichiara l’assessore alla Sanità, Rocco Palese – ringrazio la struttura e la commissione che hanno consentito il corretto svolgimento di questa procedura concorsuale, faccio un grande in bocca al lupo ai partecipanti, nella piena consapevolezza che rappresentano il futuro del sistema sanitario pugliese, anche alla luce degli sviluppi determinati dal Pnrr che vede il territorio come uno dei protagonisti principali dell'assistenza sanitaria futura.”


L’unica prova in forma scritta si sta svolgendo nel nuovo padiglione della Fiera del Levante, nell’ambito della procedura selettiva che oggi è in corso in tutte le regioni italiane. A coordinare la selezione, Antonella Caroli, dirigente Servizio strategie e governo dell'assistenza territoriale della Regione Puglia. “Il concorso di oggi è una opportunità – ha commentato Caroli - per il sistema sanitario nazionale e pugliese perché l’assistenza territoriale è una risorsa, come ci ha insegnato l’emergenza Covid, per ridurre le ospedalizzazioni e il ruolo del medico di Medicina generale è strategico nella gestione del paziente, ancora di più se consideriamo le cronicità, l’invecchiamento della popolazione e quindi la necessità che il medico di base possa rappresentare il luogo di cura più prossimo.”

La commissione è presieduta da Pietro Scalera e composta da Maria Zamparella e Giuseppe Bartucci. L’organizzazione del concorso è stata infine supportata dalla ASL di Bari, forte dell’esperienza maturata nei due anni di pandemia nell’allestimento e gestione di prove concorsuali che, per l’elevato numero di candidati, necessitano di percorsi adeguati e misure di prevenzione, oltre a quanto previsto in materia di certificazione verde Covid-19, per consentire lo svolgimento della prova scritta nella massima tranquillità e sicurezza.

Bandi pubblici: nel decreto ‘Sostegni ter’ previste clausole revisione prezzi


BARI - «Sebbene sia apprezzabile l’introduzione delle clausole di revisione dei prezzi nei bandi per opere pubbliche, la nuova disposizione non soddisfa il mondo delle imprese: su di esse continuerà a ricadere circa un quarto dei rincari dei materiali di costruzione che, in alcuni casi, hanno raddoppiato o triplicato il loro prezzo. Il rischio che anche in Puglia molti cantieri saltino e che tante nuove gare vadano deserte non è, purtroppo, fugato». 
Commenta così il presidente dell’ANCE Puglia, Nicola Bonerba, il recente intervento del Governo in materia di contratti pubblici che, nel decreto ‘Sostegni ter’, introduce un regime revisionale sui prezzi: in pratica, dallo scorso 27 gennaio e sino al 31 dicembre 2023, bandi e avvisi per l’affidamento di contratti pubblici, per qualsiasi importo, dovranno contenere clausole di revisione prezzi. Nello specifico, le stazioni appaltanti saranno tenute a considerare le variazioni di prezzo dei singoli materiali superiori al 5% (che resteranno a carico dell’impresa), riconoscendo compensazioni nella misura massima dell’80% per la parte eccedente il 5%.

L’obbligo è stato introdotto per far fronte alle ricadute negative causate dall’emergenza pandemica e per tutelare da un lato l’appaltatore, costretto a fronteggiare un anomalo incremento dei prezzi delle materie prime e, dall’altro, l’ente appaltante che rischia di incorrere in notevoli ritardi fino ad arrivare, in alcuni casi, all’interruzione dei lavori.

«Peraltro, il provvedimento entrerebbe in vigore da fine gennaio – sottolinea Bonerba - non disciplinando i tantissimi contratti attualmente in corso; inoltre, anche per gli appalti che rientrano nell’ambito applicativo del decreto, la situazione non è del tutto rosea considerando che l’operatività potrebbe non essere tempestiva, a fronte di molteplici adempimenti da espletare».

«Come sistema ANCE – spiega il presidente dei costruttori edili pugliesi - abbiamo formulato nel tempo diverse proposte per la risoluzione dei problemi. Saremo al fianco delle imprese che ci segnaleranno i casi in cui le clausole di revisione dei prezzi non siano effettivamente inserite nei bandi dalle stazioni appaltanti; siamo pronti a impugnare i bandi inadeguati chiedendo l’annullamento in autotutela con rettifica e inserimento delle clausole. Saremo attenti e vigili affinché le imprese sane possano essere messe nelle condizioni di lavorare».

Regione Puglia: al via concorso per 721 assunzioni


BARI - In rampa di lancio 52 bandi di concorso pubblico, per titoli ed esame, per l’assunzione a tempo pieno e indeterminato di 721 unità a copertura di vari profili professionali (206 nella categoria B3; 306 da inquadrare nella categoria C, posizione economica C1; 209 unità da inquadrare nella categoria D, posizione economica D1) presso la Regione Puglia. Dopo il concorso relativo ai 126 Operatori telefonici specializzati da assegnare alla CUR – Centrale Unica di Risposta – del servizio NUE 112 della Regione Puglia, arrivano anche i concorsi per rinforzare gli uffici regionali. L’Assessorato al Personale ha ultimato le procedure concorsuali a tempo di record e la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale – dove ci saranno anche le procedure da seguire per l’iscrizione - dei diversi bandi di concorso si avrà domani 28 dicembre 2021. Il bando resterà aperto fino al 27 gennaio 2022.

“Come promesso abbiamo accelerato i tempi per sostituire il personale dipendente in uscita e favorire i giovani pugliesi magari dando loro la possibilità di rientrare dall'estero e dalle Regioni del Nord Italia”, afferma l’Assessore regionale al Personale, Gianni Stea che assicura tempi brevissimi per l’espletamento dei concorsi offrendo opportunità significative ai nostri giovani più bravi. “Come da me promesso, siamo riusciti ad approntare tutto entro il 31 dicembre. Il mio impegno è di arrivare alle assunzioni entro il 31 marzo prossimo, sperando che non ci siano disagi causati dalla pandemia. Ringrazio comunque i dirigenti e tutto il personale dell’Assessorato per il lavoro profuso in queste settimane. Era da anni che non si facevano concorsi in Regione con questi numeri e con profili professionali moderni in ruoli anche particolarmente delicati. Abbiamo così confermato il piano generale di turn over negli Uffici dell’Ente, necessario per rendere la macchina amministrativa al passo con i tempi e sempre più efficiente”.

Concorsi pubblici: i bandi in scadenza a settembre


ROMA - Le posizioni aperte nella P.a. sono 11mila. Diverse le figure ricercate, dai funzionari amministrativi ai profili informatici. Nella maggior parte dei casi il bando scade il 30 settembre. Ecco tutti i dettagli.

L’Agenzia delle Entrate ha bandito un concorso per 2320 funzionari amministrativi diretto ai laureati. Le domande possono essere presentate entro il 30 settembre. Previste assunzioni a tempo indeterminato per impiegati in attività amministrativo-tributarie.

Il 30 settembre scade anche il bando per il concorso che riguarda l’assunzione di 100 funzionari informatici laureati a tempo indeterminato. Il ministero della Giustizia sta invece cercando 8.171 addetti all’Ufficio per il processo. I termini per la domanda scadono il 23 settembre.

Il bando di concorso aperto per 500 assunzioni a tempo determinato di personale non dirigenziale, di cui 80 da assegnare al MEF e 420 alle amministrazioni centrali titolari, scade invece il 20 settembre.

La Marina Militare ha previsto un concorso per il reclutamento di 212 volontari Vfp 4 nelle Forze speciali e componenti specialistiche, compreso il Corpo delle capitanerie di porto. La selezione è rivolta ai volontari in ferma prefissata di un anno della Marina Militare in servizio, anche in rafferma annuale, o in congedo per fine ferma. La domanda dovrà essere presentata entro il 12 settembre 2021.

Si attende ancora il bando per il concorso relativo all’assunzione di 100 assistenti alla fruizione, accoglienza e vigilanza e 50 operatori alla custodia, vigilanza, accoglienza al ministero della Cultura. Le figure saranno impiegate in musei, archivi di Stato, gallerie d’arte, parchi archeologici, biblioteche, complessi monumentali.

Pnrr: al Mims 120 assunzioni a tempo indeterminato per ingegneri e geologi. Pubblicato il bando in Gazzetta Ufficiale

(ZeeChow /Pixabay)
ROMA – È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il bando di concorso pubblico per l’assunzione di 120 ingegneri e geologi a tempo pieno e indeterminato da inquadrare nell’organico del Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, nelle sedi centrali e periferiche.

Il concorso, annunciato nei giorni scorsi dal Ministro Enrico Giovannini, risponde alla necessità di riqualificare il personale dell’amministrazione, anche in vista dell’attuazione dei progetti del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

“La differenza la fanno le persone e l’amministrazione ha la necessità di contare su personale giovane e qualificato”, commenta il Ministro Giovannini. “I nuovi assunti lavoreranno sui progetti del Pnrr, nei provveditorati e nelle motorizzazioni. Ma questo è solo il primo passo”, sottolinea il Ministro. “Dopo la pausa estiva verrà lanciato anche il concorso per dirigenti tecnici. Chiuderemo il primo concorso entro la fine dell’anno grazie alle nuove regole di reclutamento adottate dal Governo e proseguiremo la campagna di reclutamento anche nel 2022”.

Come indicato sulla piattaforma Formez la domanda di ammissione al concorso deve essere presentata attraverso il Sistema pubblico di identità digitale (SPID), compilando l’apposito modulo elettronico sul sistema “Step-One 2019”, all’indirizzo https://www.ripam.cloud/ entro 30 giorni decorrenti dal giorno successivo alla data di pubblicazione del bando nella Gazzetta Ufficiale.

L’iniziativa si inquadra in un processo più ampio di rinnovamento e di riqualificazione del personale anche nelle stazioni appaltanti. Nei giorni scorsi il Mims ha infatti lanciato la “Pnrr Academy”, un progetto di aggiornamento professionale in materia di appalti che prevede un percorso formativo destinato ai Responsabili Unici di Procedimento delle stazioni appaltanti, per le stazioni di committenza e per il personale degli uffici per la ricostruzione nei territori compiti dal sisma del Centro-Italia del 2016. ​

Concorso per 60 tecnici della prevenzione: 516 partecipanti alle prime prove in Fiera

BARI – Sono 516 i partecipanti alla prima giornata delle prove per il Concorso a tempo indeterminato per 60 Tecnici della Prevenzione in corso quest’oggi in Fiera del Levante. La ASL Bari, dopo la positiva esperienza del maxi-concorso unico per 566 infermieri, ha organizzato questa nuova procedura riproponendo i percorsi e i livelli di sicurezza diventati ormai un “modello” in tempo di pandemia. Grandi spazi, una dozzina di varchi per i controlli, ingressi scaglionati e distanziamento tra i banchi, oltre al consueto uso delle mascherine e igienizzazione delle mani, rendono la selezione concorsuale totalmente sicura.

In 516 candidati, su 984 ammessi, hanno superato in varchi d’ingresso - e più di qualche candidata, per allattare il proprio neonato, ha fatto tappa nella nursery allestita all’interno del padiglione fieristico – per affrontare la prima giornata che, in questa fase, prevede in un’unica tornata sia la prova scritta sia quella pratica.
Massima trasparenza anche nella correzione degli elaborati, che viene effettuata automaticamente e in diretta streaming sotto la vigilanza del presidente della commissione d’esame, il direttore dello Spesal Area Nord ASL Bari Giorgio Di Leone.

Il concorso organizzato dall’Area Gestione Risorse Umane della Asl Bari, al termine della procedura, garantirà nuovo personale alle varie articolazioni del Dipartimento di Prevenzione, tra cui il Servizio di Prevenzione e Protezione Aziendale (SPPA). Nuove risorse umane per la ASL Bari e per le ASL BT e Brindisi, che potranno attingere dalla graduatoria dei vincitori.

AIMS Eventi: al via il primo corso nazionale di tecniche di redazione di atti e pareri per l’esame di avvocato

BARI - A partire da gennaio, AIMS Eventi organizza il primo Corso nazionale di tecniche di redazione di atti e pareri per l’esame di avvocato – mediante la tecnologia live webinar – con direzione scientifica affidata all’avvocato Paolo Iannone. Già si era annunciato nell’anno 2021 la volontà di AIMS Eventi di erogare Corsi di Formazione anche per il mondo forense mediante una tecnologia informatica all’avanguardia per la Formazione A Distanza (FAD). Le lezioni del Corso, completamente online con la possibilità di interagire in diretta con il docente, si terranno il sabato mattina. A tal proposito, AIMS Eventi ha voluto affidare la Direzione Scientifica del Corso all’avvocato Paolo Iannone – noto all’ambiente accademico vantando oltre cento pubblicazioni scientifiche ed altrettante relazioni a convegni – uno dei più giovani autori di opere scientifiche monografiche relazionando alla Camera dei Deputati e ricoprendo il ruolo di docente in convegni organizzati dalla Scuola Superiore della Magistratura.

I corsisti riceveranno, in esclusiva, anche un manuale pratico di tecniche di redazione degli scritti giuridici – in formato e-book – sempre a cura dell’avvocato Paolo Iannone, oltre al fatto che saranno seguiti dai tutor della scuola per la correzione individuale dei compiti che settimanalmente verranno assegnati, ovvero un atto e un parere di civile e penale e, in più, secondo un metodo del tutto rivoluzionario nel corso delle lezioni verranno – di volta in volta – corretti in classe quattro elaborati, a discrezione del docente, il tutto nel pieno rispetto della privacy e della riservatezza del corsista, al fine di evidenziare gli errori più comuni commessi con lo scopo di far adottare al discente gli opportuni correttivi per raggiungere l'obiettivo del superamento dell'esame di avvocato.

Una novità assoluta nel panorama giuridico nazionale con la prima lezione in programma sabato 9 gennaio 2021 alle ore 10:00 in diretta webinar con un metodo di studio completamente innovativo che dovrà consentire al corsista di affrontare in completa sicurezza le prove d’esame. Al riguardo, l’avvocato Paolo Iannone baserà le sue lezioni giuridiche non solo sull’analisi degli istituti e delle più recenti sentenze dei giudici di merito e di legittimità, ma anche sul corretto utilizzo dei connettivi argomentativi nella stesura degli elaborati unitamente all’uso del pensiero laterale, al fine di consentire al discente di osservare il problema da angolazioni differenti per giungere alla soluzione, poiché le difficoltà – secondo l’avvocato Iannone – sono insite nei limiti auto-imposti dall’essere umano.

Direttore del Corso l’avvocato Paolo Iannone

Concorso infermieri, (FDI): “Grande fuga da strutture e servizi privati verso il pubblico''


BARI -  “Dopo cinque anni in cui il presidente-assessore alla Sanità non si è minimamente preoccupato di battersi affinché fosse eliminato il numero chiuso dalle facoltà di medicina e di professioni sanitarie né si è speso per accrescere l’offerta formativa della Puglia, oggi si bandiscono maxi concorsi e procedure di acquisizioni di infermieri pre-elettorali le cui prove iniziano prima delle elezioni e si concluderanno inevitabilmente dopo con una marea di operatori sanitari preda del mercimonio. E c'è di più: si sta provocando il collasso del nostro sistema sanitario e socio-sanitario privato accreditato e non.
L’offerta di posti, infatti, è superiore al numero di infermieri sul territorio e questo sta già determinando e determinerà sempre più una fuga dal sistema privato verso il pubblico.
Ci domandiamo, allora, come faranno le  RSSA, i centri diurni, gli ospice dei malati terminali, le strutture di recupero da dipendenze patologiche...tutte strutture e servizi privati (accreditati e non) che rischiano di essere depauperati di assistenza infermieristica. Chi si occuperà delle persone fragili, degli anziani non autosufficienti, dei soggetti affetti da demenza, delle persone con malattie mentali, dei malati terminali, dei disabili e dei soggetti affetti da disturbi dello spettro autistico? Capiamo che Emiliano sia in preda alla foga di accaparrarsi voti con un sistema clientelare, con maxi concorsi e co.co.co al Policlinico a pochi giorni dalle elezioni... ma la sua inadeguatezza, ormai chiara a tutti, è proprio qui: non avendo una visione precisa e a tutto tondo del Servizio Sanitario e dei Livelli di Assistenza Essenziali da assicurare, non si rende conto del danno che sta prrpetrando dopo che per cinque anni non ha mai lavorato per la tenuta del sistema sanitario. Lo ringrazieranno i pazienti e le loro famiglie per l’ennesimo disastro compiuto nell’ansia di annunciare grandi infornate”.

Marina militare: pubblicato il bando di concorso per accedere all'Accademia di Livorno

ROMA - E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale (nr.102 del 28.12.2018 – 4^ Serie Speciale) e terminerà il 28 gennaio il bando di concorso per l’ingresso in Accademia Navale dei futuri ufficiali della Marina Militare. Nel 2019 sono 110 i posti disponibili per la 1^ classe dei corsi normali dell’Università del Mare che offre un’opportunità formativa esclusiva e avvincente per ragazzi e ragazze che vogliono investire da subito sul proprio futuro, per diventare veri professionisti del mare.

Tanti e variegati sono infatti  i  percorsi di studio e gli indirizzi professionali a seconda del Corpo di appartenenza: in Scienze Marittime e Navali per il Corpo di Stato Maggiore, in Ingegneria Navale, Ingegneria civile e ambientale, Ingegneria delle Telecomunicazioni per il Corpo del Genio della Marina, in Medicina e Chirurgia per il Corpo Sanitario Militare Marittimo, in Giurisprudenza per il Corpo di Commissariato Militare Marittimo ed in Scienze dell’Amministrazione e Governo del Mare per il Corpo delle Capitanerie di Porto.

Lo slogan della campagna per l’arruolamento #IlTuoFuturoèilMare rappresenta la sintesi di un percorso impegnativo ed ambizioso con il quale i ragazzi e le ragazze dovranno confrontarsi con le proprie capacità e aspirazioni per garantire a se stessi un futuro da protagonisti con il mare.
L’Ufficiale di Marina, sia che ricopra ruoli di tipo operativo, che tecnico-logistico o di supporto, conduce una vita dinamica, piena di soddisfazioni professionali ed umane e di grande responsabilità in quanto vene chiamato da subito a condurre team di uomini e donne,  oltre alla gestione dei mezzi e delle risorse a disposizione della Forza Armata.

Questo concorso costituisce quindi un’occasione irripetibile per i giovani che vogliono intraprendere una carriera ad alta specializzazione in un ambiente lavorativo in cui ogni persona è un elemento imprescindibile di un ingranaggio perfetto, partendo comunque da un patrimonio unico di tradizioni, storia e valori etici e morali fondamentali per formare i leader del futuro, capaci di operare con professionalità e spirito di sacrificio in molteplici contesti per la sicurezza e la salvaguardia del Paese e a beneficio della collettività con una naturale propensione alla tutela dell’ambiente marino.

Per conoscere meglio la realtà dell’Accademia Navale, nei giorni 19 e 26 gennaio l’Istituto aprirà le porte ai visitatori che potranno così scoprire le varie attività svolte dagli allievi. Sulla pagina dedicata del sito www.marina.difesa.it sarà possibile trovare tutte le informazioni necessarie per partecipare al concorso.

MISS ITALIA 2016. Intervista alla finalista pugliese Sara Selvaggia Cassiano

di PIERPAOLO DE NATALE - Si conclude oggi il nostro viaggio alla scoperta delle tre ragazze giunte alla fase finale di Miss Italia 2016. Ben undici pugliesi erano arrivate alle prefinali di Jesolo, ma solo tre di loro sono riuscite a superare l'irrevocabile giudizio della commissione tecnica presieduta da Cinzia Torrini. Negli scorsi giorni abbiamo intervistato la biscegliese Naomi Povia e la barese Viviana Vogliacco ed ora è giunto il momento di spostarci ancora più a sud, lungo il tacco d'Italia, per conoscere una bellezza tutta brindisina.

Infatti, a portare alto il nome della nostra regione ci sarà anche la ventenne Sara Selvaggia Cassiano, in gara con il numero 31. Alta 1,78 m, capelli castani ed occhi marroni, Sara si è diplomata all'istituto tecnico commerciale e da qualche anno è entrata nel mondo della moda, lavorando con entusiasmo a numerose sfilate e servizi fotografici. Fra le sue irrinunciabili passioni ci sono il cinema e la lettura, di cui apprezza soprattutto i romanzi.
In attesa di vederla sabato 10 settembre in diretta su La7, ecco cosa ha risposto alle nostre domande.




Sara, descriviti in tre aggettivi.
Direi permalosa, testarda e sognatrice.

Cosa si prova a rappresentare la Puglia fra le 40 finaliste?
È una soddisfazione immensa, ma soprattutto un grandissimo onore. È un onore perché amo la mia terra, con i suoi meravigliosi luoghi, i suoi colori e le sue sfumature, gli odori delle sue coste, dell'entroterra e dell'impareggiabile cucina... per non parlare dello straordinario calore dei pugliesi. È per questi motivi spero di rappresentarla al meglio.

Al di là dell'esito del concorso, come cambierà Sara dopo Miss Italia 2016?
A differenza di quanto ci si possa attendere, questo concorso non mi cambierà affatto. Credo che resterò la Sara di sempre, la ragazza umile e sorridente che tutti conoscono. Senza dubbio porterò nel cuore tanti fantastici ricordi e non dimenticherò mai le emozioni di questa esperienza a dir poco unica!

MISS ITALIA 2016. Intervista alla finalista pugliese Viviana Vogliacco

di PIERPAOLO DE NATALE - Continua questa domenica il viaggio del nostro Giornale per conoscere le tre ragazze pugliesi giunte a Jesolo per la finale di Miss Italia 2016. La scorsa volta abbiamo intervistato la biscegliese Naomi Povia, mentre oggi ci spostiamo a Bari. Dal capoluogo, infatti, arriva la 18 enne Viviana Vogliacco.

Già Miss Bellezza Rocchetta Puglia, Viviana è alta 1,80 m, ha capelli biondi ed occhi marroni. In gara col numero 28, la giovane barese frequenta l'ultimo anno al liceo classico e per il futuro ha idee ben chiare. Nei suoi piani ci sono una laurea in Ingegneria biomedica a Milano ed una vita in continuo movimento, infatti dice "amo viaggiare ed imparare, ma anche per la mia ossessione per la libertà”.

Colori e tratti somatici sono un'eredità della nonna austriaca e del nonno dell'ex Jugoslavia. La sua passione? Tutta opera del padre - titolare di un noto ristorante del centro cittadino - che l'ha avvicinata al calcio. L'aspirante Miss, infatti, è stata arbitro fino a poco tempo fa, quando ha dovuto mettere da parte questo ruolo per far spazio allo studio.
Ecco cosa ci risponde, in attesa della finale che sabato 10 settembre la vedrà in onda su La7 con le altre concorrenti.

Viviana, descriviti in tre aggettivi.
Semplice, determinata e umile.

Cosa si prova a rappresentare la Puglia fra le 40 finaliste?
Rappresentare la mia regione è ciò che mi gratifica di più. Il sud Italia spesso viene sottovalutato, perciò spero di portare in alto il nome della mia Puglia. Essere fra le quaranta finaliste è una soddisfazione troppo grande e descrivere ciò che si prova è davvero impossibile.

Al di là dell'esito del concorso, come sarà Viviana dopo Miss Italia 2016?
Essere arrivata fin qui è stupendo e non me lo sarei mai aspettata, ma questo percorso per me non è un traguardo e piuttosto rappresenta un trampolino, un punto di inizio. Dopo Miss Italia sarò più determinata di prima, a prescindere dal risultato che otterrò.
Sono già stata contattata da diverse agenzie e quando tonerà a Bari deciderò insieme ai miei genitori il da farsi.

MISS ITALIA 2016. Intervista alla finalista pugliese Naomi Povia

di PIERPAOLO DE NATALE - Inizia oggi il piccolo viaggio del Giornale di Puglia alla scoperta delle bellezze della nostra regione che gareggeranno nella finale di Miss Italia 2016, provando a conquistare l'ambita coroncina. Ben undici pugliesi erano riuscite ad aggiudicarsi le prefinali, ma solo tre hanno superato il giudizio della giuria tecnica di Jesolo, presieduta da Cinzia Torrini e composta da Enzo Miccio, Rosanna Lambertucci, Federica Moro, Pino Pellegrino, Elvia Grazi, Veronica Maya, Elisa D’Ospina e Maria Mazza.

Partiamo dunque da Bisceglie, città della 19 enne Naomi Povia, eletta Miss Equilibra Puglia e in gara col numero 23. Alta 1,72 m, ha capelli biondi e occhi marroni. Naomi è geometra e vorrebbe proseguire gli studi presso la Facoltà di Scienze agrarie. Fra le sue passioni ci sono il tennis, sport in cui si desidera raggiungere un buon livello, le giostre pericolose e la moda. Non a caso, l'aspirante miss rivela di essere fan del celebre Enzo Miccio e dichiara: "abbiamo gli stessi gusti e pensieri sul modo di vestire nelle varie occasioni".

Naomi, descriviti in tre aggettivi.
Determinata, schietta e rompiscatole!

Cosa si prova a rappresentare la Puglia fra le 40 finaliste?
Rappresentare la Puglia è per me un'emozione indescrivibile. Si tratta di qualcosa che che ho sempre desiderato, fin da quando mi sono avvicinata al mondo della moda. Mi sembra tutto così straordinario e sono felicissima di essere entrata fra le quaranta ragazze più belle d'Italia

Al di là dell'esito del concorso, come sarà Naomi dopo Miss Italia 2016?
Io non sono mai cambiata,mi sono sempre presentata come sono e non cambierò mai neanche dopo Miss Italia. Perchè l'importante è essere se stessi!



Architettura: 6 neolaureati baresi vincono concorso internazionale

una foto del progetto
BARI - Sono 6 neolaureati del Politecnico di Bari ad essersi aggiudicati il primo premio del concorso Europan. Ad essersi aggiudicati il titolo sono i baresi Antonietta Canta, Roberto Carlucci, Alessandro Labriola, Daniela Mancini, Giuditta Matarrese e Maria Piepoli, tutti architetti under 40. Il gruppo, composto da soli baresi, ha realizzato un progetto di sviluppo per Azenha do Mar, un villaggio di pescatori portoghese situato sulla costa atlantica. “Concettualizzazione di un approccio minimalista e rispettoso con una logica riguardante il suo sviluppo. Una forte enfasi sulla separazione tra il contesto morbido della scogliera e l'indipendenza dalla griglia urbana" - con questa motivazione, la giuria del concorso a cadenza biennale ha scelto di premiare il talento pugliese.

Miss Italia: 10 mila iscritte all'edizione 2015

Clarissa Marchese, Miss Italia 2014
Terminate le iscrizioni al concorso di bellezza più famoso d'Italia e l'ultima aspirante Miss è Giusy, una ragazza di Palermo che con la sua partecipazione porta a diecimila il numero di ragazze che quest'anno concorreranno per l'ambita coroncina. Non tutte faranno in tempo a sfilare sulla passerella di Miss Italia, per cui, coloro che non riusciranno a gareggiare nelle selezioni regionali (ormai quasi tutte esaurite) dovranno attendere il prossimo anno.

“È un fenomeno sorprendente basta pensare che nelle ultime due settimane si sono iscritte ben tremila candidate. Gli elementi che hanno determinato il record di adesioni sono varie, ma il primo punto è il grande interesse che suscita Miss Italia, sempre viva tra le ragazze e le loro famiglie; poi ci sono altri aspetti, come il ‘traino’ delle curvy, di cui tanto si parla ovunque, e l’età delle miss portata fino a 30 anni. Questi risultati, mentre siamo alla vigilia della partenza delle oltre 200 miss per Jesolo, offrono grande soddisfazione”, ha detto Patrizia Marigliani.

Miss Italia, voto online per la "curvy"


Sono aperte da oggi le votazioni per la "Curvy di Miss Italia". Collegandosi al sito del concorso di bellezza sarà possibile esprimere la propria preferenza fino al 25 agosto, scegliendo tra le undici ragazze che hanno superato il casting a Roma.

Le tre aspiranti Miss che conquisteranno il maggior numero di voti si aggiudicheranno un posto alle prefinali nazionali, che si terranno a Jesolo dal primo al quattro settembre. La finale di Miss Italia 2015 andrà invece in onda su La7 domenica 20 settembre.

Stop altezza minima per diventare militari e poliziotti


ROMA - Il Consiglio dei Ministri ha approvato ieri il Regolamento in materia di parametri fisici per l'ammissione ai concorsi per i reclutamenti. Non sarà più necessario essere in possesso di un altezza minima per accedere alle forze armate, ma vi sono nuovi requisiti da soddisfare. Importanti saranno, infatti, la composizione corporea, la forza muscolare e la massa metabolicamente attiva dei candidati aspiranti militari e poliziotti.

Bari: aggiudicate 14 borse di studio per laureati nell'a.a. 2008/2009

BARI. Sono state pubblicate le due graduatorie (una per i dipendenti comunali, una per i candidati esterni) utili per il conferimento di 14 borse di studio in favore di laureati nell'anno accademico 2008/2009 presso qualsiasi facoltà e corso di studio universitario che hanno trattato tesi di laurea specifiche sulla Città di Bari e sui problemi ad essa connessi nell'ambito delle aree umanistico-letterarie e tecnico-scientifiche. L'importo di ciascuna borsa è di 1.549,38 euro. Per visualizzare le graduatorie vai al link: http://www.comune.bari.it/portal/page/portal/bari/bandiEConcorsi/concorsi?id_upload=822

Concorsi: Stabilimenti lancia 'Contieni la Puglia'

BARI. STABILIMENTI, con il patrocinio della Regione Puglia, lancia un concorso di design per invitare i creativi italiani e stranieri a progettare un set di elementi-contenitore assemblabili e riconfigurabili da realizzare in ceramica che rielaborino l’uso tradizionale della terracotta grottagliese in chiave contemporanea: conservare e assaporare la Puglia fuori casa.
Il concorso vuole stimolare i partecipanti alla creazione di un oggetto che permetta di consumare un pranzo tradizionale “en plein air”, attraverso la riscoperta dell’antico legame tra la materia e i prodotti della terra, reinventandone aspetto, forme, colori. Condizioni necessarie: semplicità d'uso, trasportabilità e versatilità, affinché il Set possa essere utilizzabile in contesti non domestici, occasioni insolite, trasportato magari in un cesto di bici, per un pic-nic.
Finalità del concorso è la PROTOTIPAZIONE della proposta progettuale vincitrice. Pertanto, si chiede ai partecipanti di trovare soluzioni in linea con le tecniche di realizzazione e modellazione del materiale ceramico, nonché di illustrare nel dettaglio le caratteristiche di quanto progettato.

PREMIO: 1° classificato: 1.000,00 euro e la prototipazione dell’oggetto

Sarà valutata anche la possibilità di prototipare i progetti meritevoli di
menzione, coerentemente alle disponibilità dell’azienda partner, alle
caratteristiche di realizzabilità e produzione degli stessi.

L'ESPOSIZIONE - A conclusione dei lavori, sarà allestita una esposizione, aperta al pubblico,
all’interno dello “spazio-vetrina” di STABILIMENTI in via Cardassi 85-87 - Bari, nella quale verranno esposti i prototipi realizzati e le tavole di progetto più rappresentative al fine di promuovere e divulgare l’esito del concorso.
Tutti i progetti ammessi secondo regolamento saranno raccolti in una pubblicazione e faranno parte del portfolio virtuale pubblicato sul sito www.stabilimentionline.it

SCADENZA: consegna entro il 31 ottobre 2011

Per ulteriori info contattare:

STABILIMENTI
Via Cardassi n°85-87
70121 BARI
www.stabilimentionline.it
info@stabilimentionline.it
© tutti i diritti sono riservati
made with by templateszoo