Visualizzazione post con etichetta Lecce. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Lecce. Mostra tutti i post

martedì, febbraio 21, 2017

La leggenda delle Pupe leccesi

(credits: ceramichepuglia.it)
di MARIO CONTINO - Conoscete le 'Pupe leccesi'? Ogni turista in visita nella magica Lecce, prima o poi, incappa in qualche bottega artigiana che, tra i capolavori esposti dai maestri, espone una strana coppia di donne in ceramica (pupe in dialetto). Sono particolarissime bambole in ceramica: un uomo baffuto vestito con abiti femminili e una vestita con abiti provocanti.

Le forme risalgono al XVII secolo, al periodo della dominazione spagnola, periodo nel quale il popolo non era per nulla incline ad accettare la sovranità vigente ed i suoi 'capricci'. Il signorotto esercitava un’autorità assoluta sulle terre a lui assegnate ed era vigente l'odiato 'ius primae noctis', ossia il diritto di trascorrere la prima notte di nozze con la sposa di un proprio servo.

Secondo la leggenda popolare, un contadino decise di sottrarre la moglie a questo sopruso, travestendosi egli stesso da donna per offrirsi al padrone. Una delle versioni della leggenda afferma che l'uomo si sia mascherato per 'donarsi' al posto della moglie: in questo caso la statuina maschile reggerebbe un dono; altre affermano che si sia travestito per assassinare il suo signore ed in quest’altro caso impugnerebbe un pugnale.

Il contadino, come prevedibile, venne però smascherato a causa dei baffi che aveva dimenticato di tagliare e venne giustiziato. Questo assassinio smosse la popolazione che insorse e riuscì a far decadere questa ingiusta legge.

Questa ed altre leggende rendono grande il nostro Salento, la nostra Puglia, noi stessi che da questi atti di forza dovremmo imparare a reagire, con coraggio, alle avversità della vita.

Condividi:

Lecce, apre al Fazzi il reparto 'Medicina 4'

LECCE - La nuova sezione di Medicina ha aperto le corsie venerdì 17 e, a dispetto delle credenze popolari, gli auspici sono più che promettenti. Si è partiti con 12 posti letto e già ieri, lunedì, sono diventati 18. Destinati a Medicina e a Pneumologia, le due branche più bersagliate dall’aggressività dell’influenza.

Com’era prevedibile, il reparto, situato al 4° piano del nosocomio leccese, è già pieno. Anzi, questa mattina la Medicina ha dovuto «extralocare» 3 pazienti: 2 in Chirurgia plastica e 1 in Chirurgia generale.

Nelle scorse settimane la direzione generale della Asl si è prodigata per reperire il personale, soprattutto medici e infermieri per garantire i turni autonomi.

Considerata la stagione, molte patologie riguardano ancora l’apparato respiratorio. Tanto che , a differenza degli altri anni, gli ammalati «pneumologici» superano quelli di medicina. L’anno scorso per esempio, a febbraio, Pneumologia era già decongestionata.
Oggi al Fazzi sono attivi 70 posti letto di Medicina. Tre sezioni al 4° piano: Medicina 1 (20 p.l.) – Medicina 2 (20 P.L.) – Medicina 4 (18 p.l.) e una sezione, Medicina 3, al 5° piano (12 p.l.).

La direzione sanitaria ha dotato l’unità di Medicina del personale sufficiente a garantire una corretta turnazione, senza affanno: circa 20 medici; circa 60 infermieri; e 10 OSS.

Il Fazzi si lascia alle spalle quindi i momenti critici del picco influenzale, quando il Pronto soccorso è stato costretto a «piazzare» in qualche modo fino a 25-27 «extralocati».

Quando passerà del tutto l’ondata influenzale (attorno alla metà di aprile), i 18 nuovi posti letto saranno  riservati tutti alla Medicina.
Condividi:

lunedì, febbraio 20, 2017

Lecce, ritorna 'L'acchiappalibri'

LECCE - Ritorna anche quest'anno la Banca del Libro, denominata “L’Acchiappalibri”. Il  progetto è stato promosso dall'Assessorato alla Pubblica Istruzione del Comune di Lecce. L’obiettivo è quello di donare libri alle biblioteche scolastiche della città promuovendo, consolidando e sviluppando l’amore per i libri e per la lettura  in famiglia e tra le giovani generazioni.

Durante tutto l’anno, la Banca del Libro acquisisce attraverso spontanee liberalità da parte di cittadini, librerie, Enti ed Associazioni, libri in buono stato, per tutte le età  e  di vario genere del panorama letterario nazionale ed internazionale. Una volta acquisiti, li dona gratuitamente ai cittadini interessati che ne fanno richiesta e alle biblioteche scolastiche del primo e del secondo ciclo, desiderose di arricchire il proprio patrimonio.

La Banca accoglie oltre tremila libri tra classici, biografie, lavori letterari dei più disparati generi (gialli, fantascienza, letteratura d’inchiesta, fumetti, umoristici, eccetera eccetera) romanzi in lingua, saggistica varia e di vario argomento (tecnologia, geografia, storia, religione, filosofia, critica letteraria. Non è una biblioteca ma un luogo di scambio dove è possibile donare i propri libri – in buono stato – e scegliere quelli da portare via.

“L’Acchiappalibri” si trova nella sede dell'Assessorato alla Pubblica Istruzioen del Comune di Lecce, in viale Ugo Foscolo 31/a. E' possibile vedere comodamente sul proprio smartphon cosa offre “L’Acchiappalibri”. Basta scaricare l'applicazione “Telegram” , aprire il canale @opendatalecce cliccare su Acchiappalibri ed effettuare così una ricerca  per titolo o autore, verificarne la disponibilità in quel momento e prenotare direttamente il volume on line. Opendata è accessibile anche sul sito del Comuen di Lecce www.comune.lecce.it

La Banca del libro è aperta al pubblico il martedì pomeriggio, dalle 15.30 alle 17.30, ed il mercoledì dalle 9 alle 12, oppure altri giorni su richiesta. Per le donazioni è possibile contattare l'Ufficio al numero 0832 682622. Non si accettano enciclopedie e libri scolastici.

Chi lo desidera può inserire  il proprio nome ed una dedica sulla terza di copertina del libro donato.

“Per stimolare l’amore per i libri nei nostri figli – sottolinea l'assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Lecce, Nunzia Brandi -  dobbiamo essere degli esempi da prendere a modello. I bambini imparano ciò che vedono. Anche per voi la lettura deve essere importante, infatti un figlio che vede libri in casa e in mano ai genitori, diventerà probabilmente un buon lettore, un lettore abituale da grande. Vi aspettiamo in Assessorato”.
Condividi:

domenica, febbraio 19, 2017

Turismo, boom di presenze per Btm Puglia 2017

BARI - Un boom di presenze in questa terza edizione del  BTM Business Tourism Management, fiera del turismo, ormai punto di riferimento in Puglia. 120 espositori, circa 50 buyers internazionali selezionati, relatori e bloggers hanno dato vita ad un evento strepitoso in una cornice d’eccellenza,il Castello di Carlo V.

Sale conferenze gremite di gente, numerosi interventi di importanti relatori delle più grandi realtà nazionali e internazionali del settore hanno attirato l’attenzione del pubblico presente; si è discusso di strategie commerciali con azioni e monitoraggio del risultato, di marketing and promotion, di comunicazione, di formazione turistica, di valorizzazione del territorio e ancora dell’importanza dei social network e tantissimi altri temi uniti da un unico denominatore, il turismo.

Feedback più che positivi da parte dei numerosi espositori pugliesi, nazionali ed internazionali del BTM Puglia ed anche dalle aziende del nostro territorio che hanno partecipato  alla sezione Gusto. Per quest’ultima si sono svolte numerose attività insieme anche a chef stellati: il tour in Corte, il percorso sensoriale enogastronomico, i momenti del Corner del Gusto, laboratori interattivi, Cooking Class e Showcooking.

Soddisfazioni anche da parte dei numerosi buyer, blogger e youtuber presenti e che in questi giorni, oltre ad aver visitato alcune tra le mete turistiche pugliesi, accompagnati dallo staff del BTM, hanno partecipato ad un incontro B2B, un’ occasione di networking e business matching.

Ci riteniamo felici e soddisfatti per il successo di questa terza edizione – afferma l’ideatore di BTM Puglia Nevio D’Arpa – e ci tengo a ringraziare tutti, dagli espositori, ai relatori, ai buyer, alle aziende del BTM Gusto, a tutti i numerosissimi visitatori e all’assessore Loredana Capone della Regione Puglia per averci dato fiducia e supportato in questo cammino. E non per ultimo tutta la mia squadra che ha lavorato con grande impegno al successo di questo evento.

Avevo detto qualche anno fa “facciamo rete”, stiamo crescendo ogni anno ed è anche grazie a questa rete che siamo riusciti a costruire. Ci vediamo l’anno prossimo”.

Orgoglioso tutto lo staff del BTM Puglia che anche quest’anno ha centrato l’obiettivo: riunire gli operatori del settore turistico e tutti i cittadini per fare rete insieme ed apportare un contributo efficace al nostro territorio.

Per maggiori informazioni sull’evento, visitate il sito www.btmpuglia.it
Condividi:

sabato, febbraio 18, 2017

LEGA PRO. Reggina-Lecce 1-2, i salentini si confermano primi da soli

di FRANCESCO LOIACONO - Il Lecce ha vinto per 2-1 fuori casa contro la Reggina. Tre punti importanti per i salentini. Si portano a quota 55. Restano da soli al primo posto in classifica nella corsa verso la promozione in B. Nel primo tempo i calabresi insidiosi. Un tiro di destro di Cane è stato deviato in angolo dal difensore Giosa. Ci ha provato Maesano, ma il portiere dei pugliesi Perucchini si è opposto bene con le mani. Il Lecce in contropiede. Una botta col sinistro di Costa Ferreira è stata ribattuta dal terzino Gianola. Un tentativo di Mancosu ha sfiorato il palo. Il Lecce è passato in vantaggio con Marconi il quale con un preciso tiro di destro ha sorpreso il portiere Sala. Per l’attaccante primo gol stagionale. La Reggina ha replicato. Un sinistro di De Francesco è stato intercettato in corner da Perucchini. I calabresi hanno pareggiato per merito di Coralli velocissimo con un pallonetto di destro a battere Perucchini.

Nel secondo tempo i salentini sono ritornati in vantaggio grazie a Doumbia prontissimo di testa a superare Sala. Per l’attaccante francese terzo gol nel girone C di lega pro. La squadra di Padalino ha insistito. Una pennellata col destro di Pacilli su punizione è terminata di poco a lato. Il centrocampista ci ha riprovato, però Sala ha neutralizzato con sicurezza. Padalino ha fatto entrare in campo l’attaccante Caturano al posto di Marconi. La Reggina è andata vicina al pareggio. Un bolide col sinistro di Cane non ha inquadrato la porta per un niente.

Secondo successo consecutivo per il Lecce dopo quello per 2-1 in casa sul Siracusa. Eccellente momento per la squadra di Padalino. Caturano ha giocato solo una parte della ripresa perché in settimana si è allenato poco per l’influenza. Giosa ha contrastato con grande efficacia l’insidioso esterno della Reggina Porcino. Migliori in campo nella squadra di PadalinoDoumbia, Marconi Costa Ferreira e Pacilli. Molto efficace Perucchini. Entusiasti a fine gara i 50 tifosi che hanno seguito la squadra a Reggio Calabria. Il Lecce può puntare certamente al salto di categoria.
Condividi:

giovedì, febbraio 16, 2017

Santa Cesarea Terme, baia di Porto Miggiano invasa dai rifiuti. "La Regione agisca subito"

LECCE - “Continua l’aggressione ai danni delle spiagge pugliesi travolte da una grande quantità di rifiuti soprattutto plastica con conseguenze drammatiche per la fauna, l’economia e il turismo”. È quanto dichiara il consigliere del M5S Antonio Trevisi dopo la denuncia di un cittadino che sul suo profilo Fb ha pubblicato le foto della Baia di Porto Miggiano a Santa Cesarea Terme coperta di rifiuti di ogni tipo dopo le mareggiate dei giorni scorsi.

“Tartarughe marine, uccelli e mammiferi marini possono restare intrappolati nelle reti da pesca e negli attrezzi di cattura professionale oppure morire per soffocamento a causa dell’ingestione accidentale di rifiuti (in particolare buste di plastica) scambiati per cibo - continua il consigliere pentastellato.  C’è da considerare, inoltre, che le microplastiche presenti nelle acque marine vengono ingerite da pesci, molluschi e crostacei e di conseguenza arrivano anche all'uomo che se ne ciba. Il problema non riguarda solo la spazzatura di grandi dimensioni (che spesso forma delle vere e proprie isole in mezzo all’acqua), ma anche i rifiuti che non riusciamo a vedere: la concentrazione delle microplastiche a largo delle nostre coste è persino maggiore di quella del Pacifico.

Trevisi chiede alla Regione di agire immediatamente per salvare le spiagge pugliesi: “Da un lato bisogna diminuire il consumo di plastica, dall’altro c’è la necessità di smaltirla nel modo corretto. Dovremmo guardare a città, come San Francisco, Amburgo e Montreal, che hanno messo al bando le bottiglie di plastica, o ad altre hanno avviato campagne per sensibilizzare più gente possibile su una corretta differenziata. La cosa più importante, è non buttare la plastica per strada o nei corsi d’acqua. Per raggiungere risultati concreti c’è bisogno della collaborazione tra  Regione, cittadini e aziende. La plastica se correttamente differenziata non dovrebbe più finire nell’ambiente: una parte dovrebbe essere sostituita con materiale biodegradabile e un’altra usata per il riciclo - conclude -  sarebbe una goccia di civiltà in un oceano di spazzatura che sta minacciando il nostro futuro”.

Condividi:

Lecce, successo per la terza edizione della Fiera del turismo

LECCE - Grande partecipazione questa mattina negli splendidi saloni del Castello Carlo V a Lecce alla inaugurazione della terza edizione del BTM, la fiera del Turismo che quest'anno ha un respiro non solo salentino, ma pugliese, e ospita oltre cinquanta buyer internazionali per l'incontro btob.

"Ai  turisti vogliamo raccontare, e soprattutto offrire, l'unicità della Puglia. Le nostre masserie, la costa, i borghi, la nostra identità, che rappresentano la forza più grande che abbiamo, un unicum da valorizzare e da vivere - ha detto l'assessore all'Industria Turistica e Culturale della Regione Puglia Loredana Capone - oggi la Puglia è conosciuta in tutto il mondo ma c'è stato un tempo in cui, per i tanti turisti stranieri, l'Italia era solo Milano, Venezia, Firenze, Roma. Oggi non è più così, sono stati fatti passi da gigante. Ed è un risultato corale: delle istituzioni, degli operatori, dei cittadini. Negli scorsi anni abbiamo fatto una grande promozione, in Italia e all'estero. Oggi, però, la promozione non basta più, deve essere accompagnata dall'accoglienza. Perché – ha continuato l’assessore - se è vero che parlando di noi non abbiamo più bisogno di spiegare che siamo 'il tacco d'Italia', dobbiamo, tuttavia, preoccuparci di accogliere bene i turisti tutto l'anno, non solo nella stagione estiva e non solo con l'indole innata della buona educazione, ma anche con professionalità e strutture e servizi di qualità. Per questo dobbiamo rimboccarci le maniche. Anche perché vogliamo incrementare, attraverso il turismo, il lavoro, un'occupazione più stabile e professionale. Ma come fare? Puntando sul turismo culturale, sportivo, congressuale. Insieme dobbiamo costruire nuovi 'prodotti' turistici. Per questo stiamo preparando un importante bando di sostegno alle reti di impresa che si costituiranno per garantire prodotti di qualità. Contemporaneamente, però, occorre lavorare sulla formazione, sulle competenze, sull'accoglienza".

"Il nostro augurio – ha concluso la Capone - oggi qui, a BTM Puglia, che è un esempio straordinario di networking tra pubblico e privato, tra Regione e organizzatori, è allora che la Puglia si attrezzi per essere sempre più attrattiva e che raggiunga nuovi traguardi. C'è bisogno di più Puglia ma soprattutto c'è bisogno dei pugliesi che, come hanno dimostrato in questi anni di crisi, di buona volontà e coraggio ne hanno da vendere”.

Condividi:

SERIE D. Il Bisceglie gioca col Manfredonia, il Nardò contro la Nocerina

di FRANCESCO LOIACONO - Nel prossimo turno del campionato di serie D girone H domenica prossima il Bisceglie giocherà in casa contro il Manfredonia. Sarà un derby pugliese abbastanza interessante. I nerazzurri dopo l’1-1 sul campo del Gelbison devono ottenere i tre punti per confermarsi in zona play off. I sipontini vogliono centrare un colpo esterno al “Ventura” per rifarsi dopo il 2-2 interno con l’Anzio.

Il Bisceglie purtroppo ha avuto una brutta tegola. E’ stato penalizzato ancora di un punto per non avere pagato gli stipendi ai propri calciatori dopo che era stato sanzionato già qualche settimana fa. Per cui resta terzo in classifica ma scende da quota 44 a 43. Ma la squadra di Ragno certamente supererà con determinazione questo. L’attaccante argentino Montaldi cercherà di realizzare il quindicesimo gol stagionale. Il Manfredonia mira a inanellare il settimo risultato utile consecutivo. Nella squadra della provincia di Foggia è in grande forma Malcore autore di ben 11 gol finora in questo torneo, vuole continuare a battere i portieri avversari.

Il Gravina dovrà vedersela in trasferta col Picerno. Un match che si annuncia difficile poiché i lucani vogliono subito rifarsi dopo la sconfitta a Rionero. I gialloblu desiderano bissare in Basilicata il successo casalingo con l’Agropoli. Per il neo tecnico Silvestri sarà l’esordio lontano dai suoi tifosi. Il Gravina avrà 500 supporters al seguito. Il Nardò sarà in trasferta sul campo della Nocerina seconda in classifica. Una gara che si preannuncia molto insidiosa per i neretini. I campani tornati a mani vuote da Potenza vogliono imporsi per provare a ridurre l’attuale distacco di 5 punti che li separa dalla solitaria capolista Trastevere. Però i pugliesi possono contare su un Patierno in gran spolvero, determinato ad andare a segno per l’undicesima volta in questa stagione.

Il San Severo sarà di scena a Ciampino. I laziali sono ultimi a quota 16. Una occasione propizia questa per vincere e abbandonare il terzultimo posto. L’Apricena sarà in casa contro ilCynthia Genzano. Dopo il 3-0 subito a Nardò i pugliesi non possono mancare l’appuntamento con i tre punti per scollarsi dal fondo classifica.
Condividi:

mercoledì, febbraio 15, 2017

Radiologia Fazzi, "Asl Lecce spacchetta unità operativa senza spiegazioni, eppure è sempre stata efficiente"

LECCE - "Spacchettata, senza alcuna spiegazione, l’Unità Operativa di Radiologia dell'ospedale "Vito Fazzi" di Lecce, nonostante il parere negativo vincolante del suo Direttore. Per questo, ho depositato un'interrogazione diretta ad Emiliano, assessore regionale alla Sanità". Così il presidente del Gruppo consiliare di Forza Italia, Andrea Caroppo.

"Dal 26 gennaio – aggiunge - la direzione sanitaria della Asl Lecce ha deciso di costituire un'attività interventistica presso l’Unità Operativa di Neuroradiologia, trasferendo anche due dirigenti medici e promettendo la contestuale integrazione del personale nell’Unità Radiologica. Ad oggi, però, questa assicurazione non ha trovato riscontro. Una scelta incomprensibile, considerando che il reparto ha svolto, fino a quel momento, la copertura delle emergenze di ‘radiologia body interventistica’ sempre in modo egregio”.

“Per questo - conclude Caroppo - chiedo ad Emiliano se sia a conoscenza di questa decisione e se condivida l'esigenza di ripristinare a stretto giro la situazione preesistente che ha consentito l'erogazione di un servizio efficiente ed efficace alla comunità". 
Condividi:

Lecce, svaligiato bancomat

LECCE - Ancora furti e rapine nel leccese. Un dispositivo bancomat e' stato svaligiato la scorsa notte a Castri' di Lecce. I banditi sono entrati in azione in un Istituto di credito di via Cesare Battisti, dove dopo aver neutralizzato il sistema di allarme, hanno forzato l'erogatore automatico di banconote impossessandosi di tutto il denaro contenuto. I Cc della compagnia di Lecce indagano in queste ore per risalire alle identita' dei ladri e recuperare la refurtiva.
Condividi:

LEGA PRO. Reggina-Lecce, partita insidiosa per i salentini

di FRANCESCO LOIACONO - Il Lecce giocherà fuori casa contro la Reggina. La partita si disputerà sabato alle 16,30. Per i salentini si prospetta una gara molto insidiosa. I calabresi dopo il pareggio per 2-2 a Cosenza nel derby cercheranno di vincere per abbandonare il quartultimo posto e la zona play out. I pugliesi dovranno contrastare con notevole efficacia in particolare Knudsen, Leonetti Kosnic Porcino e Coralli. Quest’ultimo ha segnato 8 gol nel girone C di lega pro. Nelle ultime tre gare giocate in casa la Reggina ha totalizzato ben 7 punti. Vincendo 2-1 con Fondi e Akragas. Pareggiando 0-0 col Monopoli.

L’unico ex della gara è il difensore dei pugliesi Giosa. Il tecnico dei calabresi Karel Zeman figlio del notissimo Zdenek, potrà contare sul rientro del congolese Bangu dopo quattro giornate di squalifica. Il Lecce che ha battuto 2-1 nella gara interna il Siracusa sabato scorso deve centrare un colpo esterno in Calabria. Questo per confermarsi da solo al primo posto nella corsa verso il salto in B.

L’allenatore dei pugliesi Padalino dovrà rinunciare a Drudi fermato dal giudice sportivo. Ma la rosa di calciatori a sua disposizione è molto competitiva per cui non dovrebbero esserci particolari problemi. Sicuramente i giallorossi non dovranno commettere le ingenuità che sabato scorso sul 2-0 a loro favore sono costate la rete dei siciliani e le difficoltà che hanno poi avuto per assicurarsi i tre punti. Nelle ultime tre trasferte i pugliesi hanno ottenuto 6 punti. Espugnando 2-0 il campo dell’Akragas e 2-1 quello del Catanzaro. Dovendo cedere 1-0 a Caserta. Il centrocampista Lepore il cui contratto scadeva a giugno del 2017 ha rinnovato fino al 2018. Una buona notizia questa per uno dei principali punti di riferimento della squadra pugliese.

A Lecce c’è entusiasmo. La squadra sarà seguita a Reggio Calabria da un discreto numero di tifosi. Sarà fondamentale giocare in modo rapido per avere la meglio. Nel Lecce in porta Perucchini. Nel reparto arretrato Agostinone, Cosenza Giosa Ciancio e Costa Ferreira. Esterni Lepore e Mancosu. Regista Doumbia. In attacco Caturano e Pacilli. Nella Reggina tra i pali Sala. In difesa Gianola, Kosnic Possenti Knudsen e De Vito. Sulle fasce Bangu e Botta. Trequartista Porcino. In avanti Coralli e Leonetti. Negli ultimi precedenti una vittoria per parte ed un pareggio.
Condividi:

martedì, febbraio 14, 2017

Lecce, imbavagliano bimba durante rapina in casa

di PIERO CHIMENTI - Una villetta di Carmiano, nel Leccese, è stata presa d'assalto da rapinatori a volto coperto ed armati di pistola, mentre al suo interno c'era una bambina di 11 anni imbavagliata e la sua mamma. L'abitazione è quella del presidente del Consiglio comunale del paese del leccese.

I rapinatori, dopo aver rovistato i cassetti nella vana ricerca degli orologi di valore in possesso del politico locale, si sono 'accontentati' di 10 mila euro in contanti. Allontanatisi a piedi, hanno fatto perdere le loro tracce.

Sul caso stanno indagando i carabinieri con l'aiuto delle telecamere site nella zona della rapina.
Condividi:

I cardiologi della Asl fanno prevenzione tra gli studenti delle scuole di Copertino e Maglie

LECCE - Un dolore forte al braccio, il battito accelerato anche quando non dovrebbe, uno strano senso di oppressione sul petto. Quando il cuore lancia un certo tipo di segnali, bisogna ascoltarlo: prima che sia troppo tardi. Prevenzione e sensibilizzazione, informazione e un po’ di buon senso: tutto utile per avere cura di se stessi e del “muscolo” più importante.

Torneranno sicuramente preziosi i consigli dei cardiologi della ASL di Lecce che, in questa settimana, saranno a disposizione nelle loro Cardiologie ma soprattutto “fuori”.

E’ questo, infatti, l’obiettivo di “Cardiologie Aperte”, la tradizionale iniziativa nazionale promossa tra il 12 e il 19 febbraio 2017 (non a caso a cavallo di San Valentino) dall’Associazione Nazionale Medici Cardiologi Ospedalieri (ANMCO) e dalla Fondazione per il Tuo Cuore - HCF ONLUS.

I cardiologi, smesso per un attimo il camice bianco, saranno sul campo a spiegare l’importanza della prevenzione, nel senso più ampio di cultura della salute. Dagli stili di vita corretti alle cattive abitudini, passando per la sana alimentazione oppure per una salutare camminata.

Il primo appuntamento locale con la campagna nazionale “Per il tuo cuore” è a Copertino, mercoledì 15 febbraio 2017 alle ore 9,30, tra i ragazzi dell’istituto “Bachelet” e con l’intervento di medici ed esperti, tra i quali il dott. Cosimo Esposito, direttore del Distretto Socio-Sanitario di Nardò, e il dott. Francesco Magliari, direttore UOC Cardiologia dell’Ospedale “Vito Fazzi”.

In particolare, i primari delle Cardiologie della Asl Lecce punteranno l’attenzione su alcuni temi sensibili, come l’”Uso di droghe e le cardiopatie” (dott. Giovanni Carlo  Piccinni - direttore UOC Cardiologia Ospedale Casarano-Gallipoli),  “Il movimento e l'alimentazione  nella prevenzione delle malattie cardiovascolari” (dott. Eugenio Vilei - direttore ff UOC Cardiologia Ospedale di Scorrano), “La  prevenzione dell’arresto cardiaco nei giovani  e il  Progetto Bancom@Heart” (dott. Antonio  F.  Amico - Direttore dell’UOC Cardiologia dell’Ospedale di Copertino).

Toccherà quindi al dott. Francesco Tarantino, dirigente del Centro Antifumo di Copertino della ASL Lecce, illustrare il capitolo dei problemi cardiaci legati al fumo, mentre Mauro Caldararo (coordinatore Infermieristico S.C. Cardiologia UTIC – P.O. Copertino) fornirà una dimostrazione pratica sul “trattamento dell’arresto cardiaco extra-ospedaliero nei giovani”.

Doppia tappa il successivo venerdì 17 febbraio a Maglie, prima nel Liceo Scientifico "Da Vinci" (ore 11) e poi a Palazzo De Marco (dalle 14) con gli allievi dell'Istituto Alberghiero di Santa Cesarea Terme, che prepareranno il "Pranzo del Cuore".

Protagonista sarà la Dieta Mediterranea, vero e proprio “toccasana” per la prevenzione delle malattie cardiovascolari, con un occhio di riguardo al vino rosso e all’olio d'oliva, “alleati” della salute che fanno bene al cuore e perché no anche alla gola, come spiegherà il dott. Borrelli, nutrizionista clinico dell’Ospedale “Fazzi”.

Ai ragazzi maggiorenni sarà quindi proposto il progetto “Banca del Cuore”, che mira a costruire il più ampio database nazionale contenente dati clinici cardiologici essenziali dei cittadini italiani. Ogni studente che aderirà al progetto, anche in successive occasioni di promozione, riceverà una “BancomHeart”, la card di accesso simile ad un bancomat contenente i dati anagrafici e l’elettrocardiogramma, oltre alle credenziali di accesso personali uniche e indecifrabili. Uno strumento fondamentale anche per raccogliere informazioni mediche, ad esempio per le rare patologie elettrico-cardiache che possono provocare la “morte improvvisa”, oppure per motivi di ricerca scientifica, in modo da poter studiare nella loro evoluzione futura patologie non frequenti ma presenti proprio nella popolazione giovanile.  

In sostanza, una preziosa banca dati accessibile online (sul sito www.bancadelcuore.it) dal cittadino/utente o dal medico curante per tenere sotto controllo il cuore, anche in tempo reale grazie all’uso di computer, iPad e smartphone.
Condividi:

lunedì, febbraio 13, 2017

Giornata epilessia, la Puglia si illumina di viola

di NICOLA ZUCCARO - Nel blu dipinto di viola che illumina la colonna infame ubicata a Bari in Piazza Mercantile. Parafrasando un celebre motivo musicale, il capoluogo pugliese ha onorato così la Giornata internazionale per l'Epilessia che si è celebrata oggi - lunedì 13 febbraio 2017, ndr - insieme alle altre 5 Province del Tacco d'Italia.

Monumenti e palazzi illuminati dal color viola anche nella città di Foggia (Fontana del Sele e Biblioteca Comunale) ed in Provincia a Monte Sant'Angelo (Basilica di San Michele), a San Severo e a San Marco in Lamis, presso il Convento di San Matteo. Nella Bat, illuminato il Teatro Comunale di Bisceglie. A Brindisi le colonne romane. A Taranto e a Casarano (Lecce) le facciate dei rispettivi Municipi.
Condividi:

Business Tourism Management a Lecce, Capone: "Il Salento ha un'attrattiva speciale"

LECCE - Presentata oggi a Lecce la terza edizione di BTM, il contenitore di eventi legati da un unico denominatore, il turismo, che riunirà in tre giorni, dal 16 al 18, tutti i principali protagonisti del settore, consentendo un confronto fra domanda e offerta per pianificare nuove strategie di marketing per la crescita del territorio.

Ideato, organizzato e promosso dall’agenzia di comunicazione PASSWORD AD, nell’ambito del progetto “365 giorni in Puglia”, il BTM, che  quest’anno prevede la presenza di 120 espositori, circa 50 buyers internazionali selezionati, relatori e bloggers, è patrocinato dalla Regione Puglia.

 "Unire entroterra e costa, luoghi della cultura e mare, - ha detto l’assessore regionale all’Industria Turistica e Culturale, Loredana Capone - per una Puglia e un Salento attrattivi 365 giorni l'anno. È questo l'obiettivo del sodalizio con la fiera BTM di Lecce. Perché l'investimento su manifestazioni di networking com'è BTM, insieme a Buy Puglia, uno realizzato con il concorso di privati e l'altro tutto pubblico, è un investimento che produce risultato. Portare in Puglia buyer internazionali e dare loro l'opportunità di respirare e vivere sulla propria pelle le bellezze del Salento e della Puglia, e non soltanto attraverso video o semplici cartine, significa, infatti, invogliarli a investire. Perché la Puglia va vissuta tutta, dall'enogastronomia alla cultura, ai paesaggi, alle pietre, alla luce, al calore di chi è sempre pronto ad accogliere. Lo dimostrano i dati emersi in occasione di Buy Puglia: il 93% di quelli che hanno potuto raggiungere la Puglia poi hanno dichiarato di volervi investire. La Regione ci crede e crediamo soprattutto che sostenere lo sforzo del privato significhi stimolare sempre più la sinergia tra pubblico e privato. Una sinergia fondamentale perché il turismo in Puglia è fatto di operatori commerciali, di botteghe artigiane, di alberghi, b&b, di cittadini. Siamo entusiasti dei risultati sinora ottenuti: a ottobre 2016 i turisti stranieri erano il 13% in più rispetto all'intero 2015. In questo senso concorrono a nostro favore anche le nuove rotte. Tra poco avremo quelle verso Liverpool, Norimberga, Madrid, Corfù e Preveza da Bari e Monaco, Vienna, Londra e Lugano da Brindisi e saranno potenziate le tratte verso l'Europa e gli Stati Uniti. Dobbiamo, però, puntare sempre più in alto e migliorare le nostre performance in materia di accoglienza, quindi, lingue, competenze, prodotto. Intanto la Regione sta lavorando sulla partecipazione alle più prestigiose fiere d'Europa e del mondo. Sono convinta che con BTM aggiungiamo un tassello importante al calendario turistico pugliese".

Alla BTM 2017 presenze aziendali forti del panorama turistico come Alitalia, Turkish Airlines, Royal Caribbean International, Grimaldi Lines, Costa Crociere, Trenitalia, Alpitour, Francorosso, Booking.com, Airbnb, Trivago, Sky e tantissime altre, si alterneranno in una delle novità di
questa edizione: il travel trade, una sezione speciale dedicata all’incontro tra compagnie aeree e marittime, tour operator e agenzie viaggi.Un’altra importante novità di questa terza edizione sarà la nuova sezione Turismo Enogastronomico, il BTM GUSTO che ospiterà nei tre giorni dell’evento produttori, artisti e custodi del gusto. Infine l’ incontro B2B, un’occasione di networking e business matching che coinvolgerà 50 buyers provenienti da tutto il mondo e che, già dal 12 febbraio, saranno in Puglia per partecipare ad un Fam Trip.

Gli ospiti internazionali visiteranno le bellezze del territorio pugliese in un programma stabilito ad hoc basato non solo sul vedere e scoprire bensì sul vivere esperienze ed emozioni legate all’autenticità dei luoghi. BTM Puglia sarà live su tutti i social network dedicati con l’hashtag #BTMPuglia2017.
Condividi:

"Grazie a loro faccio ancora parte di questo mondo". La riconoscenza di una paziente ai medici della Chirurgia Toracica del Fazzi

LECCE - Pubblichiamo la lettera accorata che una paziente 50enne, calabrese, operata di tumore al polmone ha inviato a Salute Salento. La giovane signora ha trovato nel reparto di Chirurgia Toracica del Fazzi, diretto dal dottor Gaetano Di Rienzo (in foto), e dalla sua equipe, quell’umanità e quelle cure che le hanno consentito di riappropriarsi della sua vita. Otto mesi fa alla signora è stato asportato un lobo del polmone con la tecnica della “Vatslobectomy”, un’eccellenza ai primi posti in Italia.

«Mi chiamo Carmela Cannata - scrive la paziente a Salute Salento - e sono nata in un piccolo paese della provincia di Cosenza a Corigliano Calabro nel 1967. Da due anni soffrivo di continue febbri e i medici del mio paese mi curavano per bronco polmonite e pleurite. Grazie a dei conoscenti, sono riuscita ad avere il recapito telefonico del professore Di Rienzo che mi ha visitato e subito ha diagnosticato la completa atalassia del lobo inferiore del polmone destro.

Il primario, con la collaborazione del dottor Corrado Surrente, mi ha eseguito una broncoscopia, che ha rilevato la presenza di un carcinoide atipico che ostruiva il bronco. Dopo aver eseguito tutti gli esami di routine sono stata operata il 13 giugno 2016 per neoplasia polmonare destra e sottoposta a VATS biportale destra presso l'ospedale “Vito Fazzi” a Lecce dal professore Di Rienzo e dalla sua equipe.

Nel corso della degenza, sia prima che dopo l’intervento, ho avvertito attorno a me una grande solidarietà, non solo professionale, ma anche umana.Anche il personale infermieristico è stato sempre disponibile e pronto.

Ritengo giusto segnalare inoltre, che nel perimetro dell'ospedale è ubicata una casa d'accoglienza per i familiari dei pazienti lontani (Casa di Accoglienza S. Caterina Labourè – ndr).

Credo che questa sia un grande aiuto dal punto di vista economico, infatti è richiesto solo un contributo volontario. Io, personalmente ringrazio Dio e non smetto mai di ringraziare i medici che mi hanno curata e grazie a loro faccio ancora parte di questo mondo. Sarò sempre riconoscente», conclude la lettera.                                                                                                                                                                                          

Condividi:

L’'Hermes Piano Quartet' all'Antoniano di Lecce

LECCE - Sarà l’Hermes Piano Quartet guidato da Alessandro Perpich il protagonista del prossimo concerto della Camerata Musicale Salentina, sabato 18 febbraio al Teatro Antoniano di Lecce.

Il quartetto, il cui nome è ispirato al dio Hermes, indosserà come nel mito la veste di messaggero della musica, trasportando gli spettatori da una dimensione musicale all’altra, tra Brahms, Schubert e Schumann, con sorprendente semplicità.

Gruppo di prim'ordine del panorama musicale italiano, l’Hermes Piano Quartet è formato da Alina Company (storico primo violino del celebre Quartetto di Fiesole, questa volta impegnata in veste di violista), Alessandro Perpich (violino), Marco Dalsass (violoncello) e Vincenzo Rana (pianoforte), tutti considerati fra i più raffinati e accreditati cameristi italiani della loro generazione.

Hermes, il messaggero degli dèi, artefice di incontri, contatti e sinergie ha riunito i quattro musicisti con la forza di straordinarie coincidenze: da sempre vicini nell’amicizia e in un passato professionale, che in molte occasioni li ha portati a collaborare in duo, in trio e nella didattica, con l’Hermes Piano Quartet hanno dato vita a una meravigliosa fusione di esperienze che si plasmano con versatilità in geometrie di organico variabile.
Il quartetto eseguirà affascinanti musiche di Brahms, Schubert e Schumann

Prevendite disponibili presso la Camerata Musicale Salentina e presso il botteghino del Teatro Antoniano.

Info:
Camerata Musicale Salentina
Via XXV Luglio 2B – Lecce
Tel: 0832 309901 - Cell: 348 0072654 (Info) - 348 0072655 (Ufficio Stampa)
Email: ufficiostampa.cms@gmail.com
Sito: www.cameratamusicalesalentina.com
Condividi:

SERIE D. Vincono Gravina e Nardò

di FRANCESCO LOIACONO - Nel campionato di calcio di serie D girone H il Bisceglie ha pareggiato per 1-1 in trasferta contro il Gelbison. Due punti persi per i nerazzurri che sono a 9 lunghezze dalla capolista Trastevere la quale ha vinto per 1-0 in casa con l’Ercolano. Nel primo tempo i pugliesi insidiosi. Una conclusione di Aiello ha sfiorato la traversa. Si è fatto notare Raucci, il cui destro è stato bloccato dal portiere D’Agostino. Nella ripresa il Bisceglie è passato in vantaggio con l’argentino Montaldi, botta di sinistro. Per l’attaccante quattordicesimo gol stagionale. Ma il Gelbison ha pareggiato con Ferraioli di destro. I pugliesi sono terzi a quota 44. Il Gravina ha battuto per 4-0 in casa l’Agropoli. Prima frazione di gara. In gol i gialloblu con Vacca di testa.

Secondo tempo. Raddoppio di Chiaradia, tiro da pochi metri. Terza rete di Presicce col piede destro. Quarto gol di Mazzilli di sinistro. Il Gravina è quarto a 41 punti.

Il Nardò ha superato davanti ai suoi tifosi per 3-0 l’Apricena. Nel primo tempo i neretini avanti con Patierno su rigore concesso per fallo di Montuori su Kyeremateng. Ha bissato lo stesso Kyeremateng con un tiro al volo di destro. Nel secondo tempo terza marcatura ancora di Kyeremateng, colpo di piatto sinistro. I dauni si sono riversati in contropiede. De Sio si è visto respingere il suo tentativo dal portiere Petrachi. Per i granata quarta vittoria consecutiva e quarto posto a quota 41. L’Apricena è ultimo a 16 punti. Il Manfredonia si è dovuto accontentare di un 2-2 interno con l’Anzio. Nel primo tempo sfortunati i sipontini. Una inzuccata di Pazienza è stata salvata sulla linea dal difensore Salvagni. I laziali sono andati in rete con Giampaolo, tiro da breve distanza. Hanno raddoppiato grazie a Salvagni di testa. Nella ripresa la rimonta dei pugliesi. Prima ha accorciato le distanze La Porta, tiro di destro a rientrare da fuori area. Poi ha pareggiato Malcore di sinistro. Il Manfredonia è sesto a 32 punti.

Non ha portato bene al San Severo il debutto in panchina del nuovo tecnico Di Domenico subentrato all’esonerato Dell’Atti. I giallorossi pugliesi hanno pareggiato 1-1 in casa col Francavilla in Sinni. Entrambe le reti nella ripresa. In gol il San Severo con Falconieri di destro. Pareggio dei lucani grazie a Del Prete, tiro di sinistro. I pugliesi si trovano al terzultimo posto a 26 punti ma possono risalire presto in classifica.
Condividi:

sabato, febbraio 11, 2017

Lecce, sospeso dirigente Conservatoria

LECCE - Sospensione, per l'ipotesi di reato di induzione indebita, dall'esercizio della funzione pubblica di un dirigente della Conservatoria dei Registri immobiliari di Lecce. Gli agenti della Digos gli hanno notificato un provvedimento cautelare emesso dal gip del tribunale di Lecce su richiesta del sostituto procuratore.

LE INDAGINI - A far scattare le indagini un esposto arrivato in Procura. Secondo l'accusa, il dirigente della Conservatoria avrebbe indotto i segretari generali di molti Comuni della provincia a richiedere consulenze ipotecarie alla società della compagna per la predisposizione di pratiche da presentare in Conservatoria, assicurando prezzi inferiori rispetto agli importi praticati da altre agenzie ed un iter di definizione privo di impedimenti di sorta.

Di fatto, la società era gestita personalmente dall'uomo di 62 anni. Durante le perquisizioni nell'abitazione e in ufficio dell'indagato sono state trovate buste contenenti denaro per circa 19 mila euro.
Condividi:

LEGA PRO. Lecce-Siracusa 2-1, i salentini sono primi in classifica da soli


di FRANCESCO LOIACONO - Il Lecce ha vinto per 2-1 in casa contro il Siracusa. Tre punti fondamentali per la squadra di Padalino. I salentini sono primi da soli a quota 52 nella corsa verso la promozione in B. Nel primo tempo i pugliesi insidiosi. Un tiro di destro di Doumbia è stato parato dal portiere Santurro. I siciliani in contropiede. Ci ha provato Azzi, la sua conclusione è finita fuori. Il Siracusa ha insistito. Un sinistro di Catania è stato intercettato in corner dal portiere Perucchini.E’ stata la volta di Spinelli, il numero uno dei giallorossi pugliesi si è opposto con le mani. I salentini rapidissimi. Un destro di Caturano è stato ribattuto con un piede da Santurro. Il Lecce è passato in vantaggio con Caturano su rigore concesso per un fallo di Toscano su Costa Ferreira. Per l’attaccante sedicesimo gol nel girone C di lega pro.

Nel secondo tempo il Siracusa ha sbagliato un rigore dato perché Perucchini ha atterrato De Silvestro. Catania si è fatto parare il tiro dall’estremo difensore dei pugliesi. Il Lecce ha raddoppiato con una autorete di Malerba che nel tentativo di anticipare Pacilli ha involontariamente sorpreso il proprio compagno di squadra Santurro. I pugliesi propositivi. Costa Ferreira ha visto il suo sinistro non inquadrare la porta. Ha tentato Pacilli, Santurro gli ha negato il gol. Il Siracusa ha riaperto la gara per merito di De Silvestro, velocissimo di destro a superare Perucchini. I siciliani vicini al pareggio. Un colpo di testa di Catania ha sfiorato la traversa. La squadra di Padalino ha cercato di chiudere la partita. Un bolide col destro di Lepore non ha avuto fortuna.

Successo importante per il Lecce. I salentini si sono subito ripresi dopo la sconfitta per 1-0 subita a Caserta. Eccellente la partita dei pugliesi, molto determinati e ben disposti in campo. Grande entusiasmo dei tifosi a fine match al “Via del Mare”. Il Lecce ha le carte in regola per centrare il tanto desiderato salto di categoria.
Condividi: