Visualizzazione post con etichetta Sport. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Sport. Mostra tutti i post

giovedì, marzo 23, 2017

Sport di mare al 15mo Salone Nautico di Puglia

di NICOLA ZUCCARO - Un 'Villaggio dello Sport' animato da attività ludico-formative, dalla Lega Navale italiana e sotto la supervisione delle Federazioni Vela, Canoa e Kayak, Canottaggio, nonchè della Federazione Pesca Sportiva e della Federazione italiana nuoto. Sarà una delle novità della 15a edizione del Salone Nautico della Puglia che prenderà il via mercoledì 29 marzo e che si concluderà nella giornata di domenica 2 aprile presso la Fiera del Levante di Bari con area espositiva centrale nel nuovo padiglione.

La rassegna fieristica per le dimostrazioni legate alle discipline nautiche e marinaresche è patrocinata anche dal Comitato regionale CONI Puglia.

Podolski saluta la nazionale con il gol vittoria contro l'Inghilterra

di PIERO CHIMENTI - L'amichevole andata in scena allo stadio di Dortmund tra Germania e Inghilterra è stata una passerella per salutare l'addio alla nazionale tedesca di Podolski, giunto a 130 presenze con la maglia teutonica, con cui ha vinto il mondiale 2014. L'attaccante, con un passato poco fortunato nell'Inter, ha deciso l'incontro con un bel tiro da fuori che non ha lasciato scampo ad Hart.

Tutti i tifosi hanno salutato l'uscita dal campo di "Poldi" con una standing ovation. L'attaccante tedesco, che nel recente passato ha giocato nell'Inter, concluderà la stagione con la maglia del Galatasaray, per poi iniziare da giugno una nuova avventura nella J1 League giapponese nelle file del Vissel Kobe, dove ha firmato un triennale da 15 mln di euro.

LEGA PRO. Aggrediti i calciatori jonici, rinviata Taranto-Paganese

di FRANCESCO LOIACONO - Rinviata a data da destinarsi la partita del girone C di lega pro Taranto-Paganese che doveva giocarsi domenica alle 16,30. Questo in conseguenza di gravissimi fatti avvenuti al campo B dello stadio “Jacovone”. Durante l’allenamento i calciatori del Taranto, alcuni dirigenti e il tecnico Ciullo sono stati colpiti con schiaffi e pugni e minacciati con mazze e coltelli. I più bersagliati sono stati il portiere Maurantonio, il difensore Altobello e il terzino Stendardo. L’aggressione è avvenuta da parte di una trentina di persone incappucciate.

La decisione di non fare giocare questa gara è stata presa dal presidente della lega pro Gabriele Gravina d’accordo con l’AIC, associazione italiana calciatori. La presidentessa del Taranto Elisabetta Zelatore ha manifestato notevole solidarietà ai calciatori e tecnici colpiti e condannato questa violenza. Sono in corso indagini da parte della Digos e delle forze dell’ordine di Taranto per individuare i colpevoli. Il vice presidente dell’AIC Calcagno aveva prospettato un blocco dei campionati di calcio. Poi però dopo avere discusso col presidente Gravina ha deciso di non far disputare solo il match del Taranto. Questo rinvio è una risposta forte che segue ai 15 minuti di ritardo delle gare di domenica scorsa in lega pro a seguito di altri fatti di violenza accaduti le scorse settimane contro i calciatori di Matera, Catanzaro e Ancona.

Questo ennesimo grave episodio verificatosi in lega pro sarà oggetto di discussione del consiglio federale di lunedì 27 marzo. La situazione a Taranto è precipitata dopo la sconfitta per 3-1 a Messina, seconda consecutiva dopo quella per 2-0 in casa con l’Akragas che ha portato gli jonici in zona play out e le critiche dure della società ai calciatori per la deludente prestazione in Sicilia. Tutto questo però non giustifica il brutto episodio di violenza ai danni dei tesserati del Taranto.

SERIE D. Il Bisceglie gioca col Francavilla in Sinni e il Gravina a Nocera Inferiore

di FRANCESCO LOIACONO - Nel prossimo turno del campionato di calcio di serie D girone H il Bisceglie giocherà in casa col Francavilla in Sinni in anticipo sabato. I nerazzurri di Ragno devono vincere per confermarsi al secondo posto in zona play off. L’attaccante argentino Montaldi sarà determinato a realizzare il suo quindicesimo gol stagionale. I pugliesi avranno così un giorno in più di tempo per preparare il match in trasferta con il capolista solitario Trastevere che sarà recuperato mercoledì 29 marzo dopo il rinvio di domenica scorsa per il torneo giovanile di Viareggio.

La semifinale di ritorno di Coppa Italia Albalonga-Bisceglie sarà disputata il 19 aprile dopo il pareggio per 0-0 al “Ventura” dell’andata. Le altre gare si giocheranno domenica. Il Gravina sarà impegnato in trasferta contro la Nocerina. Un match difficile per i murgiani che dovranno assicurarsi i tre punti per restare nelle zone alte della classifica. Per i gialloblu sarà fondamentale contrastare con efficacia l’insidioso attaccante dei campani Siclari il quale ha segnato 12 reti finora in questo torneo. La partita si giocherà a porte chiuse senza i tifosi delle due squadre per la squalifica dello stadio “San Francesco” di Nocera Inferiore data dal giudice sportivo per gli incidenti avvenuti durante il match pareggiato per 1-1 dai campani sul campo dell’Ercolano. Il Nardò dovrà vedersela in casa col Manfredonia.

I neretini dopo il successo per 5-3 fuori casa contro il Gelbison vorranno ripetersi per confermarsi al quinto posto. Nei granata sarà assente Patierno che deve scontare due giornate di squalifica. Ma il tecnico Foglia Manzillo potrà contare suKyeremateng che ha sorpreso 5 volte i portieri avversari. I sipontini dopo il ko interno con l’Apricena non possono permettersi un nuovo passo falso per non precipitare in zona play out.

Il San Severo sarà di scena a Picerno. I giallogranata dopo il 6-3 rifilato all’Agropoli vogliono un risultato positivo in chiave salvezza. L’Apricena giocherà il match casalingo col Potenza. I pugliesi dopo l’impresa di Manfredonia cercheranno un nuovo successo per lasciare il terzultimo posto nella corsa verso la permanenza in questo campionato.

mercoledì, marzo 22, 2017

CHAMPIONS. Juventus-Barcellona in chiaro su Canale 5

di REDAZIONE - In attesa della "seconda" - proveniente dal campo per una eventuale vittoria - la tifoseria juventina impossibilitata nel raggiungere martedì 11 aprile lo Stadium di Torino può già assaporare una prima gioia per la diretta tv in chiaro e su Canale 5 di Juventus-Barcellona. La gara di andata dei quarti di Champions League avrà inizio alle 20.45.

LEGA PRO. Lecce-Fondi, gara insidiosa per i salentini

di FRANCESCO LOIACONO - Il Lecce giocherà in casa contro il Fondi. La partita si disputerà domenica alle 14,30. Per i salentini si preannuncia una gara insidiosa. I laziali dopo la sconfitta interna per 2-1 con la Casertana cercheranno di vincere in Puglia per confermarsi in zona play off. I pugliesi dovranno evitare di lasciare troppi spazi a De Martino, Giannone Tommaselli Albadoro e Calderini. Di questi ultimi due il primo ha realizzato 10 gol nel girone C di lega pro. Il secondo ha sorpreso 7 volte i portieri avversari. Il tecnico Pochesci dovrà rinunciare a D’Angelo e Marino squalificati.

Nelle ultime tre gare in trasferta il Fondi ha totalizzato due punti. Pareggiando 1-1 a Castellammare di Stabia e 2-2 a Cosenza. Perdendo 1-0 a Siracusa. Il Lecce dopo la sconfitta per 3-0 a Foggia deve assicurarsi i tre punti per evitare di farsi distaccare troppo dai dauni nella corsa verso la promozione in serie B. In Salento c’è delusione per il ko nel derby che ha portato a quattro i punti di svantaggio nei confronti dei rossoneri di Stroppa. Ma non mancherà certo il sostegno dei supporters che sproneranno i calciatori a dare il massimo per riprendersi subito. L’allenatore Padalino non potrà utilizzare Lepore fermato dal giudice sportivo. Ma è di nuovo disponibile Torromino dopo due turni di squalifica. Rientrerà anche Mancosu dopo un infortunio.

Nella gara di andata nel Lazio i salentini pareggiarono per 2-2. Le due reti dei giallorossi pugliesi furono realizzate da Torromino e Pacilli nel primo tempo. Per la squadra di Padalino sarà fondamentale impostare un gioco veloce. Non dovrà commettere le gravi ingenuità difensive evidenziate purtroppo a Foggia. Importante inoltre effettuare azioni in contropiede insistenti per sorprendere gli avversari.

Nel Lecce in porta Perucchini. Nel reparto arretrato Ciancio, Cosenza Giosa Agostinone e Fiordilino. Esterni Torromino e Mancosu. Regista Doumbia. In attacco Caturano e Pacilli. Nel Fondi tra i pali Baiocco. In difesa Galasso, Signorini Tommaselli Pompei e Varone. Sulle fasce De Martino e Giannone. Trequartista Addessi. In avanti Albadoro e Calderini. Al “Via del Mare” saranno presenti almeno 10000 spettatori, dei quali 100 arriveranno dal Lazio.

BASKET. Cantù-Enel Brindisi 83-77, i pugliesi sono ottavi in classifica

di FRANCESCO LOIACONO - In A/1 di basket maschile l’Enel Brindisi ha perso 83-77 a Cantù. Nel primo quarto in avanti i lombardi con Pilepic sul 5-2. Si è messo in evidenza Johnson. Scott ha permesso un 14-12 per i pugliesi. Pilepic molto veloce, 18-16 Cantù. Goss e Sgobba hanno tenuto in corsa Brindisi. Goss ha insistito. L’Enel si è aggiudicata questa frazione di gara per 26-24.

Secondo quarto. Due bombe da tre punti di Moore hanno portato sul 33-27 i pugliesi. Ma Dordwell e Johnson con una schiacciata hanno tenuto a galla i lombardi. L’ex Cournooh ha permesso un 39-37 per la squadra di Recalcati. M’Baye in evidenza con una tripla per il team di Sacchetti. Però Quaglia e Johnson hanno permesso a Cantù di imporsi per 43-40.

Terzo quarto. M’Baye con una tripla, 47-46 Enel. Cantù a +5, 55-50 con Acker e Dordwell. Goss ha consentito ai cestisti di Sacchetti di restare nel match. Ma Cournooh ha fatto trionfare i lombardi per 64-62.

Quarto e ultimo quarto. M’Baye eccellente da sotto le plance. Purtroppo Cantù si è portata sul 70-67 con Calathes. M’Baye e Joseph hanno retto bene. Ma i lombardi sono andati avanti 74-73. Pilepic e Johnson imprendibili in contropiede. Cantù ha vinto questo quarto e la gara per 83-77. Una sconfitta che non ci voleva per l’Enel Brindisi dopo la vittoria a Brescia. I pugliesi sono ottavi a 22 punti, restano in zona play off. Bene M’Baye 17 punti, Goss 16 Scott 13 Joseph 12 e Moore 8.

La società biancazzurra ha ingaggiato il pivot giamaicano Samardo Anthony Samuels del 1989. La scorsa stagione ha giocato nei Dragons di Jiangsu in Cina. Inoltre è già stato in Italia diversi anni fa nell’Olimpia Milano. Nel prossimo turno l’Enel Brindisi giocherà in casa contro l’Avellino. Gli irpini cercheranno di imporsi in Puglia dopo aver vinto per 77-65 la gara interna col Sassari. I loro punti di forza sono Randolph e Logan. Ma i pugliesi vogliono centrare i due punti per restare nell’alta classifica.

Ravanelli si candida come ct del Ghana

di PIERO CHIMENTI - Fabrizio Ravanelli ha presentato il proprio cv alla federazione calcio ghanese per guidare la nazionale africana dopo l'addio del ct Grant. L'ex 'penna bianca' è così sicuro del suo progetto tecnico che punta a vincere la coppa d'Africa alla guida degli "Black Stars", ma dovrà contendersi la panchina con tecnici del calibro di Redknapp ed Kwesi Appiah.

martedì, marzo 21, 2017

Un aeroporto per Cristiano Ronaldo

di PIERO CHIMENTI - In Portogallo Ronaldo è simbolo del calcio, sopratutto dopo la conquista degli Europei con la Nazionale.

Per questo motivo a Madeira, già nota per ospitare una statua di bronzo ed un museo dedicato al campione lusitano, vorrebbero intestare a CR7 l'aeroporto locale chiamandolo Aeroporto da Madeira-Cristiano Ronaldo, nonostante l'iniziativa non trovi i favori del Governo nazionale.

LEGA PRO. Catanzaro-Monopoli 1-1, sesto pareggio in trasferta per i biancoverdi

di FRANCESCO LOIACONO - Il Monopoli ha pareggiato per 1-1 a Catanzaro. Un punto importante per i biancoverdi. Fanno un passo in avanti fondamentale nella corsa verso la salvezza. Nel primo tempo i pugliesi propositivi. Una botta di destro di Pinto su punizione è stata respinta con le mani dal portiere De Lucia. Balestrero non è riuscito a tirare in porta da buona posizione. I calabresi arrembanti. Due punizioni, una di Carcione e l’altra di Giovinco hanno sfiorato la traversa. Il Catanzaro è passato in vantaggio con Giovinco su rigore concesso per un fallo di Esposito sullo stesso Giovinco. I giallorossi hanno insistito. Una pennellata su calcio piazzato di Carcione non ha inquadrato la porta.

Nel secondo tempo il Monopoli ha pareggiato con Nadarevic su rigore dato per un fallo di Sarao su Sounas. Per il centrocampista bosniaco primo gol nel girone C di lega pro. I pugliesi incisivi. Un tiro cross di Ricucci è stato bloccato con difficoltà da De Lucia. Una conclusione di Balestrero ha lambito il palo. Un colpo di sinistro di Montini è terminato di un soffio a lato. Ha tentato Pinto, bravo De Lucia ad opporsi in tuffo. Il Catanzaro sfortunato. Un colpo di testa di Prestia ha centrato il palo. I biancoverdi sono rimasti in dieci. Ricucci è stato espulso per un fallo da ultimo uomo su Mancuso.

Il Monopoli ha 31 punti. Si è subito ripreso dopo la sconfitta per 2-0 in casa contro il Foggia nel derby pugliese. Sesto pareggio stagionale in trasferta per la squadra di Bucaro. Sounas ha impostato con rapidità il gioco. Nadarevic si è messo in evidenza in positivo per dinamicità e concretezza. Mercadante ha contrastato con efficacia Sarao. Il Monopoli può riuscire a ottenere la salvezza in Lega Pro.

SERIE D. Vincono il Gravina col Rionero e il Nardò contro il Gelbison

di FRANCESCO LOIACONO - Il campionato di serie D girone H è ripreso dopo la sosta per il torneo giovanile di Viareggio. Il Gravina ha vinto per 2-1 in casa contro il Rionero. Tre punti importanti per i gialloblu murgiani. Sono quarti a quota 50 in zona play off. Nel primo tempo in vantaggio i pugliesi con Mbida il quale di sinistro ha sorpreso il portiere Landi.

Nel secondo tempo i lucani hanno pareggiato per merito di De Stefano che con una scivolata di destro ha superato il portiere Vicino. Il Gravina è ritornato in avanti con Morga, velocissimo di sinistro a mandare il pallone in rete.

Il Nardò ha vinto 5-3 sul campo del Gelbison. I neretini sono quinti a 46 punti. Prima fase di gara. Nardò in gol, Benvenga di destro. Pareggio dei campani con Maggio di sinistro. In vantaggio i pugliesi, Rosato con un tocco al volo. Ma il Gelbison ha impattato, Cappiello con un gran tiro. Il Nardò di nuovo in rete. Kyeremateng, preciso colpo di testa. Ma Cappiello di sinistro ha di nuovo pareggiato per i campani.

Nella ripresa il Nardò in vantaggio con Kyeremateng, pallonetto di destro. I pugliesi hanno realizzato la quinta rete grazie ad Ancora, di sinistro.

Il San Severo ha vinto 6-3 in casa con l’Agropoli. Primo tempo. In gol i giallogranata pugliesi con Laboragine su punizione. Raddoppio di Falconieri di sinistro. I campani in rete con Cherillo su rigore per fallo di Ragone su Tiboni. Hanno pareggiato con Cherillo di destro. Il San Severo di nuovo in vantaggio, De Vivo di sinistro. Quarto gol di Falconieri con un diagonale.

Secondo tempo. Quinto gol dei pugliesi, Falconieri con un tocco al volo. L’Agropoli ha segnato. Autogol di Ragone che ha involontariamente battuto il suo portiere Romaniello. Sesto gol del San Severo. Ancora De Vivo di destro. I pugliesi sono undicesimi a 33 punti.

Gran colpo dell’Apricena che ha vinto 1-0 a Manfredonia. A decidere una rete nel primo tempo di Lupo, botta di destro. L’Apricena è terzultimo a 22 punti, i sipontini invece sono undicesimi a quota 33.

Vela d'altura, Morgan IV si aggiudica la XVIII edizione del campionato invernale barese

BARI - Si è conclusa la XVIII edizione del Campionato invernale di Vela d'Altura "Città di Bari" che ha visto i 35 equipaggi iscritti scendere in acqua e disputare 7 prove nelle quattro giornate. Sole, mare con onda contraria e vento leggero rinforzato verso la fine delle due prove, hanno fatto da cornice all’ultima bellissima giornata di campionato. Anche nella quarta giornata di regate è stato rispettato il programma come per le prime due, su percorso a bastone portate a termine regolarmente a sud del lungomare barese

I vincitori del XVIII Campionato invernale di vela d'altura "Città di Bari" sono  per l’altura "Morgan IV" di Nicola De Gemmis con Mario Zaetta al timone, (CC Barion) che sale sul gradino più alto del podio per il terzo anno consecutivo,  e per la minialtura  “Cocò” di Natuzzi Vitantonio con Marco Magrone al timone (CN Bari). A loro si aggiungono i vincitori delle diverse categorie e quelli della classe libera.

Pertanto le classifiche al termine delle 7 prove portate a termine, che hanno preso il via lo scorso 5 febbraio risultano le seguenti:

CLASSE ALTURA

Nella classifica overall la prima classificata è "Morgan IV" seguita da Obelix di Giuseppe Ciaravolo (CUS Bari) con al timone Fabrizio Buono, terzo posto alla NEO Poliba di Eugenio Di Sciascio con al timone Valerio Galati (CUS Bari

In classe Crociera/Regata ai vertici della classifica primo e secondo posto a "Morgan IV" e Obelix di Giuseppe Ciaravolo (CUS Bari) con al timone Fabrizio Buono, seguite da NEO Poliba di Eugenio Di Sciascio con al timone Valerio Galati (CUS Bari)

In classe Gran Crociera, invece prima classificata è Orione di Nunzio Pio Bellincontro (LNI Bari) con Salvatore Cervellieri al timone, seguito al secondo e terzo posto da Jolly Roger di Angelo Volpe (C.C.Barion),  e GAIOS di Giuseppe De Vanna/ Pasquale Amoroso (CUS Bari)

Classe Minialtura, conquista il vertice della classifica l’imbarcazione “Cocò” di Vitantonio Natuzzi (CN Bari) con Marco Magrone al timone, seguita da Argentina di Francesco Lorusso (CN Bari), e Extravagance di Giuseppe Pannarale (CUS Bari);

Tra i Surprise al primo posto sempre l’imbarcazione Cocò di Vitantonio Natuzzi (CN Bari) seguita da Argentina di Francesco Lorusso (CN Bari), e Gamberetto di Alberto Lorusso (CN Bari);

- Libera Primo gruppo in testa FaustX2 di Michelangelo Bonvino (CN Bari), secondo gruppo prima classificata l’imbarcazione Magic Rita di Nicola Antonacci   (CC Barion) e terzo gruppo prima posizione per Cecilia di Simon Proctor (Lymington Town).

Soddisfatto il Comitato Organizzatore, composto dai sei circoli velici baresi Circolo della Vela Bari, CUS Bari, del CC Barion, Lega Navale Italiana, Circolo Nautico il Maestrale e Circolo Nautico Bari: “Alla luce del lavoro svolto visto il risultato finale raggiunto, siamo tutti orgogliosi, non solo perché conferma la bontà del lavoro di tutta la squadra, ma soprattutto perché afferma il potenziale del mar Adriatico per la vela e, in particolare della nostra città. Un sentito ringraziamento è rivolto  a tutti coloro che hanno reso possibile una così capillare e intensa organizzazione e visibilità, come gli Ufficiali di regata, i posaboe, i soci dei diversi Circoli, i marinai, i professionisti della comunicazione e le professionalità dedicate alla realizzazione delle fotografie e  immagini, alla grafica, alla gestione dei social media, agli sponsor ( Obiettivo Mare, YachtShop, Nautica Ranieri, Officine Grimaldi, Divani Living, Banca Credito Cooperativo Degli Ulivi Terra di Bari, Oliveti D’Italia),  ai partner (Assessorato allo Sport del Comune di Bari CONI Puglia e della VIII Zona FIV), agli organi di informazione che hanno dimostrato grande attenzione per questo tipo di eventi che promuovono il territorio e creano opportunità. È anche grazie a tutti loro se oggi possiamo dire, che con questo campionato hanno vinto con noi, tutti coloro che amano, il mare, la vela e la nostra città.

Sabato 1 aprile alle ore 18.00, la cerimonia di premiazione del Campionato c/o lo SNIM 2017 Salone Nautico di Puglia

lunedì, marzo 20, 2017

Calendario definito per il Campionato italiano ACI Karting 2017. Si parte da Lonato del Garda

di ROBERTO BERLOCO - Ormai partito il conto alla rovescia per il Campionato nazionale che l’Automobile Club d’Italia dedica alla formula base dell’automobilismo agonistico.

Sarà Lonato del Garda, nel bresciano, ad ospitare l’appuntamento d’ingresso, con inizio fissato al 29 d’Aprile e séguito nelle ventiquattrore appresso fino al Primo di Maggio, per i piloti di kart da competizione provenienti da tutta la penisola.

Seconda fase distribuita nelle date del 26, 27 e 28 di Maggio presso il “Circuito Internazionale di Napoli” a Sarno, in provincia di Salerno. Si proseguirà dal 2 al 4 di Giugno ancora in terra campana, con i semafori accesi del percorso del Sele, a Battipaglia.

Il quarto momento, spalmato nell’arco temporale estivo compreso tra il 14 e il 16 di Luglio, sarà appannaggio della pista “Karting Raceway” di Adria, in Veneto, mentre l’ultimo atto si consumerà sull’asfalto senese di Castelnuovo Berardenga, durante i primi tre giorni di Settembre.

Ammesse, in ognuna delle cinque tappe, quasi tutte le categorie ufficializzate dal regolamento in vigore per questa nuova stagione sportiva: “KZ2”, “60 Mini”, “OK”, “ACI Kart”, “OK Junior” e “ACI Kart Junior”.

A queste s’affiancheranno in turnazione la “KZ3” (ex 125 Prodriver) e la “KZ4” (ex 125 Club), vale a dire, rispettivamente, la prima nelle giornate di Sarno e d’Adria, mentre la seconda in quelle di Lonato del Garda e di Battipaglia. Solo nell’occasione della finale toscana, invece, saranno presenti entrambe.

SERIE A. Juve in formato trasferta a +8 sulla Roma

di NICOLA ZUCCARO - Un colpo di testa di Cuadrado al 7' di Sampdoria-Juventus restituisce al Campionato una Vecchia Signora che pur non brillando nel gioco, conquista quei tre punti necessari per portare a +8 il margine di vantaggio sulla Roma, tornata al successo dopo l'eliminazione dall'Europa League sul Sassuolo per 3-1.

E' la copertina del Turno n.29 che fino alle 15 di domenica 19 marzo aveva visto i giallorossi essere affiancati al secondo posto dal Napoli, vittorioso dal Castellani per 3-2 sull'Empoli e di una giornata che avrebbe dovuto registrare per Lazio e Inter, un balzo in avanti verso gli obiettivi dell'Europa e della Champions League.

Per i biancocelesti il punto ottenuto a Cagliari, a seguito del pareggio a reti bianche, risulterà al triplice fischio, essere più utile ai Sardi - in chiave salvezza - anzichè agli uomini di Simone Inzaghi. Diverso il 2-2 nel primo anticipo disputatosi al Grande Torino nella serata del 18 marzo, dove l'Inter non riesce nell'impresa di espugnare il Vecchio Comunale, rimontando per due volte il Toro.

Vittorie importanti per il Bologna ( 4-1 al Dall'Ara sul Chievo) e dell'Udinese che, con lo stesso risultato, liquida al Friuli un Palermo sempre più vicino alla retrocessione, unitamente al Crotone e al Pescara rispettivamente sconfitti dalla Fiorentina (0-1) e dalla rivelazione Atalanta a Bergamo per 3-0.

E' il quadro di un torneo che, dopo la sosta per gli impegni delle Nazionali legati alle Qualificazioni per Russia 2018, tornerà con un turno decisivo per l'assegnazione dello Scudetto, con la Juventus impegnata al San Paolo contro il Napoli, alle 20.45 di domenica 2 aprile, e con la Roma che 24 ore prima all'Olimpico affronterà l'Empoli, inchiodato al quartultimo posto della graduatoria della Serie 2016-17.

SERIE A. Roma-Sassuolo 3-1: Paredes, Salah e Dzeko difendono il secondo posto

di STELLA DIBENEDETTO - La Roma risponde al Napoli. I giallorossi battono il Sassuolo per 3-1 grazie alle reti di Paredes, Salah e Dzeko e riprendono possesso del secondo posto in classifica, alle spalle della Juventus. Sedicesima sconfitta stagionale per la squadra di Eusebio Di Francesco, a netto di vittorie da un mese esatto.

Primo tempo scoppiettante allo stadio Olimpico con le due squadre che si sono affrontate a viso aperto e senza timori. La prima occasione da gol capita sui piedi di Salah ma Consigli è bravissimo a respingerlo. Pochi minuti dopo è il Sassuolo a rendersi pericoloso con Defrel, autore del gol che sblocca il match: traversone basso di Berardi dal limite di sinistra, velo di Politano e sinistro sotto l'incrocio di Defrel. La Roma non accusa il colpo e dopo pochi minuti risponde con un tiro di Paredes sul quale Consigli non arriva. Al 44’ è ancora Defrel a rendersi pericoloso ma il portiere giallorosso riesce a difendere il pareggio. Prima dell’intervallo, però, la Roma trova il guizzo vincente per segnare la rete del 2-1 con Salah.

Nella ripresa, il Sassuolo inizia bene. Gli uomini di Di Francesco cercano subito il pareggio con il solito Defrel, il più pericoloso dei suoi. Dall’altra parte ci prova Salah ma Consigli non si fa sorprendere. Al quarto d’ora, Spalletti manda in campo Dzeko al posto di uno spento Bruno Peres. Proprio il bosniaco è l’autore del gol della tranquillità: al 23’, al limite dell’area, lotta e difende il pallone da due avversari, scarica per Strootman che invita a nozze Dzeko con un passaggio di ritorno. Il bosniaco non si fa pregare e infila Consigli per il 3-1 definitivo.

Tegola Gabbiadini: dovrà rinunciare alla Nazionale

di PIERO CHIMENTI - Brutte notizie per Manolo Gabbiadini, che nell'ultimo turno di Premier è dovuto uscire anzitempo dal campo a causa di un infortunio muscolare. Ancora non si conosce la gravità del problema muscolare che ha fermato l'attaccante del Southempton, ma certamente sarà costretto a rinunciare la convocazione azzurra per la sfida di qualificazione mondiale contro l'Albania, di venerdì 24 marzo, e l'amichevole contro l'Olanda.

Al suo posto il ct Ventura ha convocato Petagna, che esordisce così in Nazionale.

LEGA PRO. Virtus Francavilla Fontana-Melfi 0-1, seconda sconfitta consecutiva per i pugliesi

di FRANCESCO LOIACONO - La Virtus Francavilla Fontana è stata sconfitta per 1-0 in casa dal Melfi. I biancazzurri rimangono però in zona play off. Nel primo tempo i pugliesi insidiosi. Nzola è stato anticipato di testa dal difensore Romeo. Un tiro cross a rientrare di Triarico è terminato fuori. L’esterno di centrocampo ci ha riprovato, bravo a parare il portiere Gragnaniello. Nzola è stato neutralizzato in angolo da Laezza. Ci ha provato Abate, palla di poco a lato. Colpo di testa di Idda, il numero uno dei lucani gli ha negato la gioia del gol. Il Melfi in contropiede. Un colpo di destro di Gammone non ha inquadrato la porta. Lodesani da fuori area ha mancato il bersaglio. Per i pugliesi Idda, non ha avuto fortuna.

Nel secondo tempo i lucani propositivi con Gammone, il portiere Albertazzi ha bloccato con le mani. Il Melfi è passato in vantaggio con De Vena, tiro di destro da pochi metri. Replica dei biancazzurri. Un sinistro di Abate è stato ribattuto in corner da Laezza. I gialloverdi lucani in contropiede. Si è fatto notare Vicente, Albertazzi si è opposto con sicurezza. Nel Francavilla Fontana è entrato in campo Ayina al posto di De Toma. Nzola dopo una azione veloce ha calciato col destro, sfera di un niente fuori. Un sinistro da fuori area di Galdean è stato neutralizzato in fallo laterale da Bruno. Tentativo di destro di Abate, Gragnaniello in grande giornata non si è fatto sorprendere. I pugliesi in dieci. Nzola ha rimediato due ammonizioni, prima per un fallo su Laezza e dopo per avere colpito il pallone con le mani ed è stato espulso. Fuori anche il tecnico del Francavilla Fontana Calabro per essersi alzato più volte dalla panchina. I biancazzurri vicinissimi al pareggio. Un destro di Ayina ha costretto Romeo a intercettare in angolo. Bella inzuccata di Alessandro, la sfera ha sfiorato la traversa. Il Melfi rapidissimo. Foggia col destro, sicuro Albertazzi nel mandare il pallone in angolo.

Secondo ko consecutivo per i pugliesi dopo il 2-0 subito a Vibo Valentia. Sono quinti in classifica a 48 punti, un piazzamento di rilievo per una squadra che gioca per la prima volta nella storia in lega pro. Possono certamente risalire quanto prima in graduatoria.

LEGA PRO. Messina-Taranto 3-1, gli jonici sono in zona play out


di FRANCESCO LOIACONO - Il Taranto ha perso 3-1 a Messina. Un passo falso che non ci voleva per gli jonici. Restano a 29 punti. Sono in zona play out. Nel primo tempo i siciliani in vantaggio con Anastasi, rapidissimo di tacco a battere il portiere Maurantonio. I pugliesi hanno replicato. Una conclusione di Potenza è finita di un niente a lato. Il Messina ha raddoppiato per merito di Foresta con un pallonetto di destro. I pugliesi rapidissimi. Magnaghi con un forte colpo di destro ha sfiorato la traversa. Il Messina propositivo. Ci ha provato Milinkovic da venticinque metri, la palla è terminata fuori. Il Taranto arrembante. Un sinistro di Som non ha inquadrato la porta. Un colpo col destro di Magnaghi è stato neutralizzato dal portiere Berardi. Una pennellata col sinistro di Stendardo su punizione non ha avuto esito positivo. I siciliani sfortunati. Foresta di destro ha centrato il palo.

Nel secondo tempo il Messina propositivo. Una conclusione di Milinkovic ha visto la valida opposizione con le mani di Maurantonio. Gli jonici incisivi. Emmausso col destro, palla non lontana dalla porta. I peloritani determinati. Un bolide di Capua ha lambito il palo. Il Taranto ha riaperto la gara con Emmausso che in sforbiciata ha sorpreso Berardi. Primo gol dell’attaccante nel girone C di lega pro. Ma i siciliani hanno realizzato la terza rete con Milinkovic di destro.

Seconda sconfitta consecutiva per il Taranto dopo quella per 2-0 in casa con l’Akragas. Brutto momento per i rossoblu pugliesi. Non sono bastate grinta, tenacia e convinzione nei propri mezzi per tornare da Messina con un risultato positivo. Purtroppo sono stati commessi gravi errori in difesa. In area di rigore è mancata la freddezza necessaria per segnare più di una rete. Ma nessun dramma però. Gli jonici possono riprendersi e risalire presto in classifica.

Canottaggio, il Cc Barion ritorna da Brindisi con 19 medaglie

BARI - Nove primi posti ed altre dieci volte sul podio. E' di diciannove medaglie il bottino degli atleti del Circolo Canottieri Barion che hanno partecipato a Brindisi alla regata regionale di canottaggio, aperta a tutte le categorie.

Nel campo di gara allestito nel porto dalla locale sezione della Lega Navale Italiana, cala il settebello la squadra agonistica, accompagnata nell'occasione da Sabino Bellomo e Alessandro Dironzo: oro al collo per singolisti Gabriele Loconsole fra i Ragazzi, Luigi Dolce, Stanislao Rogliero e Roberta Licciardi fra gli Juniores, nonché, nel doppio, per Valerio Buono e Michele D'Alessandro fra gli Juniores, e Carlo Quaranta e Piercosimo Rizzo fra i Master. Massima soddisfazione anche nel quattro di coppia, per D'Alessandro, Buono e Dolce che assieme a Valerio Passantino conquistano la prima posizione nella categoria Juniores.

Tre i secondi posti, due ottenuti da Cristina Fiore nel singolo Ragazze (quarta Chiara Viscogliosi) e nel doppio Juniores, assieme a Licciardi, ed uno conseguito da Raffaele Barile nel singolo Ragazzi: per quest'ultimo, anche una terza posizione nel singolo Juniores, davanti a Ruben Barracano. Sul gradino più basso del podio salgono pure Rogliero nel singolo senior ed il doppio junior Loconsole-Passantino.

"Risultati che fanno morale – commenta Dironzo – in vista di verifiche più impegnative. A cominciare dal primo Meeting nazionale, in programma a Piediluco all'inizio di aprile".

Ad impreziosire il bilancio finale anche il bottino della squadra Cas accompagnata dai tecnici Agostino Iurilli e Giuseppe Amoruso: primo posto fra i Cadetti per Ilaria Bovio, nel singolo e nel doppio misto con Barletta, e fra gli Allievi per Daniele Loconsole, nel 7.20. Nella stessa categoria, argento per Alessandra Quaranta, Luigi Francolino e Nina Renna nel 7.20, con il bronzo di Roberto Sivo nel 7.20 Cadetti a completare il medagliere.

Appena fuori dal podio, ma ugualmente protagonisti di buoni piazzamenti, Giuseppe Bellomo nel 7.20 Cadetti, e Martina Ranieri, Gerardo Tamborrino, Michelangelo Quaranta e Francesco Capone nel 7.20 Allievi.

domenica, marzo 19, 2017

SERIE A. Sampdoria-Juventus 0-1, Cuadrado regala il successo ai bianconeri

di FRANCESCO LOIACONO - La Juventus ha vinto per 1-0 fuori casa contro la Sampdoria. Tre punti importanti per i bianconeri che hanno fatto un passo in avanti fondamentale verso lo scudetto. Sono primi a +10 sul Napoli che ha vinto 3-2 a Empoli. Nel primo tempo la squadra di Allegri propositiva. Un tiro di Higuain è stato bloccato dal portiere Puggioni. I blucerchiati in contropiede. Una conclusione di Quagliarella ha sfiorato il palo. La Juve è passata in vantaggio con Cuadrado il quale di testa ha sorpreso Puggioni. Secondo gol in serie A per il centrocampista colombiano. Ci ha provato Higuain ma stavolta il numero uno della squadra di Giampaolo ha neutralizzato. Una brutta tegola per la Juve. Si è infortunato Dybala, problema ad una coscia. Al suo posto è entrato in campo Pjaca. La Samp rapidissima. Una rovesciata di Quagliarella si è persa di un soffio a lato.

Nel secondo tempo la punta dei liguri col destro, bravo il portiere Buffon ad opporsi con le mani in due tempi. Schick è stato anticipato all’ultimo momento da Asamoah. Allegri ha inserito il francese Lemina in luogo di Cuadrado. Quagliarella per la Samp in acrobazia, la sfera ha sfiorato la traversa. Nei bianconeri Allegri ha rinforzato la difesa con Lichtsteiner che è subentrato ad Higuain. I liguri vicinissimi al pareggio. Una inzuccata di Regini è finita di pochissimo alta. Nono successo in trasferta per la Juventus. Inoltre nona vttoria dei bianconeri nelle ultime dieci partite di serie A. La Sampdoria è stata sconfitta dopo sette risultati utili consecutivi.

Record per Buffon. Con 39681 minuti giocati è il giocatore dei bianconeri che nella storia ha giocato più minuti in serie A. Nel finale Allegri si è un po’ infastidito con i suoi calciatori per l’atteggiamento troppo difensivista dei bianconeri. La Juve ha le carte in regola per vincere anche in questa stagione il titolo.