Visualizzazione post con etichetta Sport. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Sport. Mostra tutti i post

giovedì, giugno 22, 2017

CONF CUP. Pareggio inutile tra Camerun ed Australia

di PIERO CHIMENTI - E' finita 1-1 la sfida tra Camerun ed Australia, che dicono così addio alle ultime speranze di qualificazione alle semifinali. La partita si sblocca nei minuti di recupero del finale del primo tempo, con il vantaggio dei Leoni d'Africa al 46', che porta la firma di Zambo Anguissa con un tiro di destro dentro l'area.

Nella ripresa la terra dei canguri cerca la via del pareggio, che raggiunge con l'aiuto del Var al 60' su calcio di rigore per il fallo su Gersbach. Dal dischetto si presenta Milligan, che trasforma il penalty per il definitivo 1-1. Nonostante la reazione rabbiosa del Camerun, il risultato non cambia per un pareggio inutile per entrambe le nazionali.

Real Madrid, atteso faccia a faccia tra Perez e Ronaldo

di PIERO CHIMENTI - Mentre il Psg monitora gli avvenimenti in casa Blancos, è atteso verso la fine della Confederations Cup un incontro tra il presidente del Real Perez e CR7. I quotidiani sportivi spagnoli AS e Marca sono 'divisi' sull'esito dell'incontro. Secondo Marca, vicino all'ambiente madridista, la stella di Madeira sottoporrà al presidente un'offerta dei parigini, definita 'irrinunciabile', prendendo così la strada di Parigi.

Per AS, invece, si prospetta dal faccia a faccia la fumata bianca, che permetterà a CR7 di rimanere l'idolo del Bernabeu.

Paparesta riparte come dg dal Matera

di NICOLA ZUCCARO - Dopo 1 anno dalla sua uscita da socio di maggioranza dell'Fc Bari 1908, Gianluca Paparesta torna nel mondo del calcio. L'ex arbitro internazionale, e già Presidente del club biancorosso dal 2014 al 2016, ricoprirà il ruolo di direttore generale del Matera, compagine militante nel Girone C del Campionato di Lega Pro.

L'affidamento di questo incarico è stato determinato dal rapporto di collaborazione che sin dai tempi della direzione biancorossa legava lo stesso Paparesta a Saverio Columella, attuale patron del Matera Calcio.

EUROPEI U21. Repubblica Ceca-Italia 3-1, netta sconfitta per gli azzurrini

di FRANCESCO LOIACONO - Nella seconda partita degli Europei Under 21 in Polonia l’Italia ha perso per 3-1 contro la Repubblica Ceca a Tychy. Nel primo tempo tempo la squadra di Di Biagio insidiosa. Un tiro di Bernardeschi è stato parato dal portiere Zima. La Repubblica Ceca in contropiede. Un destro di Hasek è terminato alto. I nostri avversari sono passati in vantaggio con Travnik, velocissimo con un sinistro da pochi metri a sorprendere il portiere Donnarumma. L’Italia ha replicato. Una pennellata di destro di Berardi su punizione ha sfiorato il palo. I cechi in azione di rimessa. Un colpo col sinistro di Schick ha visto la valida opposizione con le mani di Donnarumma. Gli azzurrini arrembanti. Una botta di destro di Petagna è finita di un soffio a lato. La Repubblica Ceca propositiva. Un tiro di Soucek è stato salvato dal difensore Rugani.

Nel secondo tempo l’Italia Under 21 ha spinto maggiormente sull’acceleratore. Un sinistro di Conti non ha inquadrato la porta. Ci ha provato Berardi, ma Zima ha ribattuto. Di Biagio ha fatto entrare in campo Chiesa al posto di Grassi. Un tentativo di Bernardeschi è stato neutralizzato da Zima. Un calcio piazzato di Berardi ha trovato pronto il numero uno degli avversari. I cechi propositivi. Un destro di Soucek non ha avuto fortuna. L’Italia ha pareggiato per merito di Berardi, abilissimo di testa a battere Zima. Gli azzurrini hanno ripreso vigore. Petagna per un soffio non è riuscito a tirare in porta. L’attaccante ci ha riprovato tutto solo davanti a Zima, ma ha incredibilmente calciato in curva. La Repubblica Ceca è ritornata in vantaggio con Havlik, precisa conclusione di destro. L’Italia ha lasciato molti spazi e i nostri avversari sono andati a segno per la terza volta con Lueftner, forte sinistro da fuori area.

Un ko che non ci voleva per gli azzurrini. Prestazione non certo esaltante per la squadra di Di Biagio. Niente però è compromesso. L’Italia Under 21 ha buone possibilità di riprendersi per cercare di qualificarsi per le semifinali.

'5 alle 5 Bari', al via II edizione manifestazione podistica ludico-motoria

BARI - Si terrà sabato mattina, a partire dalle ore 5, la seconda edizione della “5 alle 5 Bari”, la manifestazione podistica a carattere ludico-motorio organizzata da Bettiol Sports Events A.s.d. in collaborazione con Speedy Runners con il patrocinio dell’assessorato allo Sport.

Il percorso, della lunghezza complessiva di 5 chilometri, attraverserà gli angoli più suggestivi del centro storico e il lungomare di Bari alle prime luci del giorno.

Il ritrovo, in programma alle ore 4.30, è in Piazza Diaz da dove partirà e terminerà la corsa.
Il kit di gara prevede una t-shirt personalizzata, un pettorale di gara simbolico, l’assicurazione, l’assistenza medica e un momento di ristoro finale.

Per informazioni: 346 6491110 - 340 3024382; info@lamezzaditreviso.com. 

CONF CUP. Ronaldo archivia subito la pratica Russia

di PIERO CHIMENTI - Bastano 8' per la stella del Portogallo Cristiano Ronaldo per mettere in discesa la partita per i suoi, con un rabbioso colpo di testa sfruttando il cross di Guerreiro. Nel resto della partita si erge eroe dell'incontro il portiere russo Akinfees, che nega più volte la gioia del raddoppio lusitano.

I padroni di casa, sul finale del match, cercano di pungere gli avversari con un paio di occasioni. Il risultato finale è a favore dei portoghesi per 1-0.

CONF CUP. Messico in rimonta sulla Nuova Zelanda

di PIERO CHIMENTI - E' finita 2-1 per il Messico la seconda partita del girone A. Gli uomini di Oboa trovano più difficoltà del previsto contro i neozelandesi, terminando il primo tempo sotto col risultato, dopo una rete di Wood.

I messicani impiegano appena 20 minuti per ribaltare il risultato, prima con Jimenez al 54' e poi col tiro vincente di Peralta al 72'. Sul finire esplode una rissa in campo, che l'arbitro si limita a punire con dei cartellini gialli.

mercoledì, giugno 21, 2017

Cristiano Ronaldo, 'no' dal Manchester

MADRID - Josè Mourinho non ha interesse all'arrivo di Cristiano Ronaldo al Manchester United. E' l'indiscrezione lanciata oggi dal quotidiano sportivo spagnolo Marca, secondo cui il tecnico portoghese non gradirebbe affatto di riabbracciare CR7 dopo il deteriorarsi del rapporto tra i due, risalente ai tempi in cui lo Special One allenava proprio il Real. Secondo Mourinho, inoltre, l'esborso economico così importante per un 32enne non andrebbe incontro alle necessità dei Red Devils sul mercato.

Ora come ora, quindi, la strada più percorribile da CR7 per allontanarsi da 'casa Real' e lasciarsi alle spalle i problemi col fisco spagnolo e con i media sarebbe il Psg, pronto ad un esborso di 100-150 mln per portare il fuoriclasse lusitano a Parigi.

Nardò, davanti a 2000 spettatori in delirio di scena il raduno della nostalgia: Vucinic e Chevanton protagonisti

di ALESSANDRO NARDELLI - Metti un pomeriggio di un sabato quasi estivo, in quel di Nardò. Metti migliaia di persone in giro per la città, ognuna con una maglia diversa, ma tutte unite da un filo comune, quel trait d'union che riporta in un attimo ai ricordi la memoria di un'infanzia, la nostalgia. Ecco così il terzo raduno di Operazione Nostalgia, organizzato dal trio Andrea Bini, Luca Valentino e Max Tonetto, storico terzino sinistro di Lecce e Roma, gestori della ormai famosissima pagina Facebook, Serie A - Operazione Nostalgia. Loro, partendo da quello spirito nostalgico che attraversa l'intera Nazione, una volta all'anno, danno vita a un raduno che si tiene ogni volta in una parte diversa d'Italia. A collaborare con loro da qualche tempo, anche lo storico giornalista ex di 90° Minuto, Carlo Nesti.

Sabato scorso a Nardò, sono stati circa duemila i tifosi che allo stadio "Giovanni Paolo II", hanno dato vita a un grandissimo spettacolo, con striscioni, cori e fumogeni, per accogliere al meglio delle indimenticabili vecchie glorie che in un modo o nell'altro, hanno lasciato il loro segno nel nostro campionato. Dagli storici calciatori del Lecce Vucinic, ancora in attività e vero mattatore della gara, con due gol, Chevanton, anche lui protagonista con una doppietta e Giacomazzi, già capitano dei giallorossi, a Simone Perrotta, ex Campione del Mondo, come Aldair, vincitore del Mondiale nel 1994 proprio contro l'Italia. Quindi, tanta tecnica, esperienza e soprattutto tanta nostalgia in campo, per questo evento con scopi benefici, con l'incasso che è stato devoluto in beneficenza alle associazioni Fondazione Ant Puglia, AIPD Lecce, Non voglio mica la Luna e Avocad Nardò.

Il match della nostalgia è terminato 3-3 con doppietta di Vucinic e autogol di Aldair per la "Dynamo Nostalgia" e due reti di Chevanton e gol di Delvecchio per il "Real ma che ne sanno". Da segnalare due rigori parati da Vincenzo Sicignano. La squadra di casa, allenata da Rodolfo Giorgetti (ex calciatore del Bari), è scesa in campo con il 4-4-2 con Sicignano in porta, Cassetti, Siviglia, Legrottaglie e Colonnello in difesa, Petrachi, Conticchio, Giacomazzi e Orlandini come centrocampisti, e la coppia d'attacco Vucinic - Schwoch (costretto subito ad abbandonare per problemi al ginocchio). Il "Real ma che ne sanno", invece, allenato da Cavasin, si è schierato con il 4-3-1-2, con Rossi a difesa della porta, Cirillo, Paganin, Aldair e Tonetto dietro, Moriero, Perrotta, Lima in mediana, Zauli sulla trequarti, e Chevanton - Delvecchio in attacco.

A fine gara premiata la maglietta più nostalgica, quella di brasiliano Beto, ex Napoli, mentre il premio della critica è stato assegnato alla maglietta di Atel'kin, calciatore ucraino transitato nel Lecce durante la stagione 1997-98, senza lasciare grosse tracce.

Oltre a CR7 anche Mourinho finisce nella rete del fisco spagnolo

di PIERO CHIMENTI - Dopo Ronaldo, il fisco spagnolo fa un'altra vittima illustre dal passato madridista. Josè Mourinho è accusato di aver non aver versato al fisco circa 3,3 milioni di euro nel suo periodo spagnolo. Non si è fatta attendere la risposta dello Special One, in cui nel comunicato ha fatto sapere di non aver ricevuto al momento nessuna notifica da parte del governo spagnolo nè dalle autorità giudiziarie.

Nel frattempo è stato notificato a Cristiano Ronaldo che dovrà comparire in tribunale, per difendersi dalle accuse di evasione fiscale, il prossimo 31 luglio alle ore 11.

BASKET. Europei femminili, Italia-Slovacchia 68-61: le azzurre si qualificano per gli ottavi di finale

di FRANCESCO LOIACONO - Nella terza partita degli Europei di basket donne in Repubblica Ceca l’Italia ha vinto per 68-61 contro la Slovacchia e si è qualificata per gli ottavi di finale. Primo quarto. Subito 3-0 per le azzurre con Cecilia Zandalasini. Ma le avversarie hanno rimontato con la Balintova, 7-3 per loro. Però il tecnico Andrea Capobianco ha dato saggi consigli alle sue cestiste. Si è messa in evidenza in positivo Giorgia Sottana. L’Italia si è aggiudicata questa fase della gara per 16-12.

Secondo quarto. Imprendibili Francesca Dotto e la Masciadri, 33-24 per le azzurre. La Slovacchia è rimasta in gara per merito della Vynuchalova e della Slamova. Ma l’Italia si è imposta anche stavolta per 33-30. Terzo quarto. Validissima la Dotto, 38-30 per la squadra di Capobianco. Ottimo il contributo della Ress e della Penna. Le azzurre hanno trionfato per 55-43.

Quarto e ultimo quarto. Bene per le slovacche la Balintova e la Ruzickova che riducono a -7 lo svantaggio, 55-48 Italia. Velocissima la Zandalasini, +9 per le azzurre, 57-48. Bellissimo canestro da sotto le plance per la Ress, la squadra azzurra ha vinto questo quarto e l’intera partita per 68-61. Migliori in campo nell’Italia la Zandalasini e la Sottana, per loro 15 punti a testa. Buona partita per la Dotto, score di 11 punti. Nella Slovacchia 13 punti per la Balintova, 11 Vynuchalova e 9 Slamova.

Negli ottavi di finale l’Italia dovrà vedersela contro l’Ungheria per cercare di qualificarsi ai quarti dove affronterebbe il Belgio. Una gara molto ostica per le azzurre allenate da Capobianco. Ma se le ragazze giocheranno con la determinazione e tenacia evidenziate contro la Slovacchia certamente potranno farcela ad andare avanti ancora in questi Europei.

martedì, giugno 20, 2017

Real, Florentino Perez: "Prima o poi parlerò con Ronaldo: ancora nessuna offerta per lui"

MADRID - "Prima o poi parlerò con Cristiano Ronaldo, non l'ho ancora fatto perché non voglio turbare il suo impegno con la Nazionale in Confederations. Di certo non è arrivata alcuna offerta, ne' per lui, ne' per Morata ne' per James, e pensiamo che Ronaldo sia un giocatore del Real Madrid e continuerà a esserlo. Ripeto, non c'e' alcuna offerta" ha dichiarato il presidente del Real Madrid, Florentino Perez,  all'indomani dalla rielezione in un'intervista a 'Marca' e 'Onda Cero'.

"Sono d'accordo con Cristiano, alcuni media hanno offerto una sua immagine più o meno da delinquente e questo, per una persona del suo prestigio, non è semplice da capire. Non si è tenuta in conto la presunzione d'innocenza. Si può parlare di tutto e con il dialogo si può trovare una soluzione. Ho sempre avuto un'ottima opinione di Cristiano e vedremo come andrà a finire. Abbiamo la massima fiducia nei suoi confronti, ha una struttura societaria ad hoc che si occupa delle sue questioni fiscali. Il giocatore, di sicuro, non ha occultato nulla".

Stadio San Nicola, futuro a 'colpi' di penne comunali

di NICOLA ZUCCARO - Prosegue lungo i fiumi di inchiostro la querelle fra il Consiglio e l'Amministrazione comunale, e fra quest'ultima e l'Fc Bari 1908, sul futuro utilizzo e sulla futura gestione dello Stadio San Nicola, da poter affidare all'attuale sodalizio biancorosso. Pur dinanzi alla disponibilità espressa nella lettera trasmessa quest'oggi dal sindaco Antonio Decaro all'amministratore unico della Fc Bari 1908, Cosmo Antonio Giancaspro, all'utilizzo della struttura, le perplessità non mancano all'interno della massima assemblea cittadina.

Dopo quelle sollevate nei giorni scorsi dai consiglieri Melchiorre, Romito e Giannuzzi, nella giornata odierna una corposa lettera firmata da Salvatore Campanelli e da Alfonso Pisicchio (Decaro per Bari) intende andare oltre, pretendendo chiarezza e trasparenza sul processo di riqualificazione dell'impianto di Via Torrebella e sulla sua futura destinazione d'uso.

E, se - come dichiarato nei giorni da Giancaspro - c'è la disponibilità da parte del massimo dirigente biancorosso per una (ri)presentazione del restyling dell'Astronave all'intero Consiglio Comunale alla luce del dibattito a distanza di questi ultimi giorni, la partita sul futuro del San Nicola potrebbe spostarsi (e molto probabilmente in tempi brevi con la convocazione di una seduta monotematica), sull'ostico campo dell'Aula Dalfino.

DECARO SCRIVE A GIANCASPRO - Nelle more delle definizione della procedura aperta per la concessione pluriennale dell’impianto sportivo San Nicola, approvata dal Consiglio comunale con delibera n. 33 del 20 aprile 2017, il sindaco di Bari Antonio Decaro ha inviato oggi una nota all’amministratore unico della FC Bari 1908, Cosmo Antonio Giancaspro, per confermare la disponibilità all’utilizzo, da parte della squadra di calcio cittadina, dello stadio San Nicola. Si tratta di un passaggio necessario a garantire la partecipazione della FC Bari 1908 al campionato nazionale di Serie B per l’anno 2017/18.

EUROPEI U21. Italia-Repubblica Ceca, partita difficile per gli azzurrini

di FRANCESCO LOIACONO - Nella seconda partita degli Europei di calcio Under 21 in Polonia l’Italia dovrà vedersela contro la Repubblica Ceca. La partita si giocherà a Tychy mercoledì alle 18. Per la squadra di Di Biagio si preannuncia una gara difficile. Gli avversari dopo la sconfitta per 2-0 con la Germania cercheranno di vincere per restare in corsa verso la qualificazione alle semifinali. Nella Repubblica Ceca ci sono alcuni calciatori che in qualche maniera hanno avuto a che fare con l’Italia. Il portiere Zima, la scorsa stagione è stato portiere di riserva del Genoa in serie A. Il regista Schick si è messo in evidenza nella Sampdoria ed è attualmente oggetto di una trattativa di mercato con la Juventus. L’attaccante Jankto ha disputato qualche partita con i colori bianconeri dell’Udinese. Da temere anche la punta Cerny, finalista di Europa League con gli olandesi dell’Ajax Amsterdam. Nel suo girone di qualificazione a questi Europei la Repubblica Ceca ha eliminato Belgio, Montenegro Malta Lettonia e Moldavia.

L’Italia dopo il successo per 2-0 sulla Danimarca è chiamata a ripetersi per evitare di farsi scavalcare in classifica dalla Germania, che affronterà nella gara delle 20,45 proprio i danesi. Berardi e Benassi dopo la buona prestazione nel primo incontro sono molto determinati a realizzare il loro primo gol in questo torneo. Donnarumma oggetto di lancio di dollari di carta contro i danesi per il mancato rinnovo col Milan, vuole farsi trovare pronto in chiave mercato. La squadra è in ottima condizione fisica e attraversa un buon momento. Fondamentale garantire giocate di qualità e molto veloci. Determinante impostare azioni di rimessa verso l’area di rigore.

Nell’Italia Under 21 in porta Donnarumma. Nel reparto arretrato Conti, CaldaraRuganiBarreca e Benassi. Esterni Gagliardini e Pellegrini. Trequartista Bernardeschi. In attacco Berardi e Petagna. Nella Repubblica Ceca tra i pali Zima. In difesa Sacek, SimicLuftnerHavel e Soucek. Sulle fasceTravnik eSevcik. Regista Schick. In avanti Jankto e Cerny. Gli azzurrini devono confermarsi per fare felici i loro supporters.

CONFEDERATIONS CUP. La Germania batte l'Australia di misura

di PIERO CHIMENTI - Gli uomini di Loew scendono in campo col lutto al braccio per la scomparsa dell'ex cancelliere Kohl. I tedeschi passano subito in vantaggio al 5' con il gol di Stindl. Vantaggio che viene spezzato sul finire della prima frazione di gioco, quando al 41' un Leno 'distratto' permetto all'Australia di pareggiare con Rogic. I campioni del mondo non ci stanno e prima della pausa si riportano avanti col punteggio grazie al rigore di Draxler per il fallo di Degenek su Goretzka.

Il secondo tempo è ancora di marca teutonica: a ribadire la sua superiorità con la terza marcatura che porta la firma di Goretzka. Al 56' il risultato cambia ancora. I Socceroos approfittano ancora di un Leno impacciato, che non riesce a fermare la conclusione che sbatte sull'australiano Juric e si poggia docile oltre la linea di porta, per un 3-2 che rende meno amara la sconfitta.

lunedì, giugno 19, 2017

Le Mans n.85, vince la Porsche 919 Hybrid

di REDAZIONE - Il Team Porsche Lamp con l'equipaggio composto da Bernhard, Bauber e Harteley, ha vinto l'85.ma 24 ore Le Mans, terminata alle 15 di domenica 18 giugno 2017. Il prototipo 919 Hybrid della casa costruttrice tedesca n.2 ha sbaragliato la concorrenza in una edizione caratterizzata da numerosi ritiri.

Al secondo posto si è classificata la Oreca del Jackie Chan DC Racing, composto nel suo equipaggio da Laurent, Tung e Jarvis.

EUROPEI UNDER 21. Italia-Danimarca 2-0: tre punti importanti per la squadra di Di Biagio

di FRANCESCO LOIACONO - Nella prima partita degli Europei under 21 in Polonia l’Italia ha vinto per 2-0 a Cracovia contro la Danimarca. Tre punti importanti per la squadra di Di Biagio. Nel primo tempo i danesi insidiosi. Un tiro di Borsting è terminato alto. Gli azzurrini velocissimi. Una botta al volo di destro di Conti è finita di poco a lato. Un sinistro da fuori area di Benassi è stato deviato in angolo dal portiere Hojbjerg.

Nel secondo tempo l’Italia ha spinto maggiormente sull’acceleratore. Un colpo di testa di Petagna ha visto il salvataggio in corner del difensore Andersen. Si è fatto notare Berardi, la palla ha sfiorato la traversa. L’Italia under 21 è passata in vantaggio con Pellegrini, abilissimo in mezza rovesciata al volo di destro a sorprendere Hojbjerg. La Danimarca ha replicato. Una pennellata di sinistro di Hjulsager su punizione non ha inquadrato la porta. Il tecnico Di Biagio ha fatto entrare in campo Chiesa al posto di Berardi. Un destro di Gagliardini non ha avuto esito positivo. I danesi sono andati vicini al pareggio. Una conclusione di Hjulsager ha trovato pronto il portiere Donnarumma a respingere con le mani. Gli azzurrini propositivi. Un sinistro di Chiesa è stato intercettato in corner da Hojbjerg. Ci ha provato Petagna, ma il numero uno dei danesi gli ha negato la gioia del gol. L’attaccante ha ritentato però il difensore Norgaard si è rifugiato in angolo. La squadra di Di Biagio ha raddoppiato per merito di Petagna con un tiro al volo di sinistro. Cerri è subentrato a Berardi. La Danimarca under 21 in contropiede. Un destro di Hjulsager non ha centrato il bersaglio. L’Italia ha iniziato col piede giusto questo torneo.

Eccellente la partita disputata dagli azzurrini, compatti e ben disposti. Nell’altra partita del girone la Germania under 21 ha vinto per 2-0 a Tychy contro la Repubblica Ceca con gol realizzati nel primo tempo da Meyer di destro e nella ripresa da Gnabry di sinistro. L’Italia under 21 ha notevoli possibilità di giocare un validissimo Europeo.

CONFEDERATIONS CUP. Vidal-Vargas piegano il Camerun nel finale

di PIERO CHIMENTI - Finisce 0-2 la sfida tra Camerun e Cile. Nonostante il netto possesso di palla del Cile, la partita è stata abbastanza equilibrata, con le squadre che si sono sfidate sopratutto a centrocampo per prendere il predominio sull'avversario.

Il vantaggio sudamericano arriva all'81' con un colpo di testa di Vidal su cross di Alexis Sanchez. Il punto esclamativo sul match al 92' con Vargas, bravo ad insaccare a distanza ravvicinata sulla destra dove il portiere africano Ondoa non può arrivarci.

domenica, giugno 18, 2017

CONFEDERATIONS CUP. Gol protagonisti in Portogallo-Messico

(EPA)
di PIERO CHIMENTI - Finisce con un pirotecnico 2-2 la seconda partita del Girone A. Prima del vantaggio di Quaresma, è la Var protagonista al 21' annullando il gol di Pepe in posizione si offside. I lusitani devono aspettare solo una decina di minuti per passare in vantaggio al 35' col centrocampista, bravo a far sedere il Ochoa e siglare l'1-0. La gioia dura poco, con Chicherito Hernandez che al 42' batte di testa Rui Patricio.

La ripresa si apre con l'equilibrio tra le Nazionali, che comunque provano a superarsi. Al 86' Cedric riporta avanti il Portogallo, che in mischia trova il vantaggio. L'insperato pareggio viene raggiunto dal neo acquisto della Roma Hector Moreno al 92', bravo su calcio d'angolo a sovrastare in elevazione Jose Fonte e deviare in rete di testa il definitivo 2-2.

Zidane chiama Cristiano Ronaldo: "Resta, abbiamo bisogno di te"

MADRID – “Resta al Real perché tu servi a questa squadra”. Sarebbe la frase pronunciata dall’allenatore dei blancos, Zinedine Zidane, al campione portoghese dopo la sua decisione di voler abbandonare Madrid. Il fuoriclasse di Madeira si sarebbe sentito poco protetto dal club dopo le accuse di avere evaso il fisco spagnolo per quasi 15 milioni di euro e così avrebbe fatto sapere di voler andar via.

A distanza di qualche giorno il primo a farsi sentire dal giocatore sarebbe stato il tecnico che, secondo quanto riferisce il quotidiano spagnolo Marca, lo avrebbe telefonato nel ritiro della nazionale portoghese chiedendogli di “rivedere la propria decisione e di non partire in ogni caso, perché il Real ha bisogno di lui”.