Visualizzazione post con etichetta Tv. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Tv. Mostra tutti i post

Sky Cinema, in prima tv "Il talento di Mr. C" con Nicolas Cage



Nicolas Cage interpreta… Nick Cage nella commedia d’azione “IL TALENTO DI MR. C”, in prima tv lunedì 15 agosto alle 21.15 su Sky Cinema Uno e Sky Cinema 4K. Il film sarà anche in streaming su NOW e disponibile on demand, anche in qualità 4K

In questa divertente action-comedy il premio Oscar® Nicolas Cage porta in scena una esilarante e al contempo adrenalinica parodia di sé stesso. Con la regia di Tom Gormican, il film vede nel cast anche Pedro Pascal ("The Mandalorian", "Narcos", "Game of Thrones”), Sharon Horgan, Ike Barinholtz, Alessandra Mastronardi, Jacob Scipio, Neil Patrick Harris e Tiffany Haddish.

Creativamente insoddisfatto e di fronte alla rovina finanziaria, la versione romanzata di Cage deve accettare un’offerta da un milione di dollari per partecipare al compleanno di un pericoloso superfan (Pedro Pascal). Le cose prendono una svolta selvaggiamente inaspettata quando Cage, reclutato da una agente della CIA (Tiffany Haddish), è costretto ad essere all’altezza della propria leggenda, incanalando i suoi personaggi più iconici e amati sullo schermo per salvare sé stesso e i suoi cari. Con una carriera costruita proprio per questo momento, l’attore fondamentale e pluripremiato deve assumere il ruolo di una vita: Nick Cage.

IL TALENTO DI MR. C– Lunedì 15 agosto in prima tv alle 21.15 su Sky Cinema Uno e Sky Cinema 4K, in streaming su NOW e disponibile on demand, anche in qualità 4K.


Foto: Ufficio Stampa Sky.

Le meraviglie di Trani: Su Rai 1 il racconto dello chef stellato Felice Sgarra e il marinaio Giuseppe Laurora

 


TRANI - Lo chef stellato Felice Sgarra e il marinaio poeta Giuseppe Laurora raccontano in diretta su Rai 1 le meraviglie di Trani. Stamattina in collegamento dal porto per Uno Mattina Estate

Dal mare arriva la nuova prestigiosa vetrina dedicata a Trani. Un’imbarcazione salpata dalla Lega Navale di Trani è il cuore ed il motore del collegamento di “Uno Mattina Estate” su RAI 1, che nel servizio andato in onda stamattina alle 10,00 racconta dall’ansa naturale del porto le bellezze artistiche e le peculiarità gastronomiche, le storie ed i personaggi dell’incantevole cittadina affacciata sul mare con la cattedrale romanica che si staglia imponente sullo sfondo.

Da Roma la giornalista Maria Soave apre lo spazio “Alla scoperta dei tesori dell’Italia”, avendo come ospite in studio il curatore delle Guide di Repubblica Giuseppe Cerasa e passa la linea all’inviato Massimo Tosi a Trani.  Il coinvolgente giornalista presenta al pubblico i suoi ospiti: il marinaio poeta Giuseppe Laurora e Felice Sgarra, lo chef stellato Michelin del ristorante Casa Sgarra di Trani, presente anche nell’ultima guida di Repubblica su 'Porti e marine di Puglia'.

La storia di grande fascino della città tra cavalieri templari e Statuti marittimi, e la sua incontestabile bellezza e attrattiva architettonica sono accompagnate nella narrazione dalla legittima eccellenza del cibo pugliese, che è sciorinato con maestria da una gloria dell’enogastronomia. La valorizzazione del pescato del giorno (pesce azzurro, triglie, calamari, scorfani), sta nella maestrìa delle sapienti mani dello chef che presenta al pubblico tv le sue prelibate proposte: “l’insalata da mare” o “da amare”, che dir si voglia, e “il calamaro scottato con mandorle di Toritto”. Immancabile a bordo anche il vino nobile per eccellenza, il Moscato di Trani doc.

Il collegamento di RAI 1 è l’ennesima vetrina della rete ammiraglia per la promozione della cittadina ritenuta Perla dell’Adriatico, è un nuovo omaggio all’estate tranese, che in questa stagione ha prodotto un incredibile numero di visitatori, attirati dalla sua eleganza, dalle numerose attrattive di carattere culturale e dalla ricca offerta di ristorazione di alta scuola.

È un nuovo lusinghiero tributo dei media alla Puglia, eletta tra le mete ideali dei vacanzieri, liberati dalla morsa angosciosa del Covid. È un primato da difendere con orgoglio. 

X Factor 2022: il conto alla rovescia inizia con...Rumore!


MILANO - Ultimi ritocchi prima della grande partenza: mentre la nuova conduttrice Francesca Michielin si prepara in camerino, Fedez, Ambra Angiolini, Dargen D’Amico e Rkomi sono a un passo dal tavolo della giuria di X Factor e non vedono l’ora di iniziare con le Audition. La tensione è tanta, ma ad allentarla e a dargli la carica c'è un pezzo cult, Rumore di Raffaella Carrà, con il suo ritornello da sempre irresistibile, capace di trasformare ogni situazione in un momento di carica trascinante: ed è così che si ritrovano tutti a canticchiare e fischiettare le note di questo pezzo, liberando l'energia e facendo spazio alla musica. Ecco il promo di X Factor 2022, rilasciato oggi, che riunisce per la prima volta la conduttrice e i giudici della nuova edizione dello show Sky Original prodotto da Fremantle, in arrivo dal 15 settembre su Sky e in streaming su NOW.

La strada verso il palco di #XF2022 è carica di attesa anche per loro: quattro sono all'esordio assoluto - Francesca in conduzione e Ambra, Dargen e Rkomi al tavolo – mentre per Fedez è un ritorno, a 4 anni dalla sua ultima edizione come giudice e mentore dei ragazzi in gara. Nel corso delle Audition ascolteranno e scopriranno decine di ragazzi e di progetti musicali, come sempre chi conquisterà 3 sì otterrà il passaggio al turno successivo, i Bootcamp, che si svolgeranno con il classico meccanismo degli switch sulle 6 sedie a loro disposizione; infine, una inedita fase di Last Call in cui sul palco torneranno le 6 sedie e i quattro al tavolo, riascoltando tutti i contendenti delle proprie squadre, sceglieranno i tre che porteranno ai Live Show. Inizia oggi il conto alla rovescia per vivere questa lunga selezione step by step, sfoggiando grinta e determinazione. Ma soprattutto, facendo Rumore.

Lucio Dalla protagonista di “Italiani” su Rai Storia



ROMA - È Lucio Dalla, grande musicista e cantautore, il protagonista di “Italiani”, in onda giovedì 11 agosto alle 17 su Rai Storia. Nato a Bologna il 4 marzo 1943, a 15 anni Lucio Dalla è un clarinettista autodidatta, ma molto promettente sulla scena del jazz bolognese.  Nel 1964, grazie a Gino Paoli, debutta nel mondo della canzone, e nel 1970 arriva il primo successo con la canzone “Occhi di ragazza” scritta per la voce di Gianni Morandi. Da quella data in poi una carriera costellata di successi: “4 marzo 1943“, “Piazza Grande”, “Il gigante e la bambina” e “Anna e Marco”, “L’anno che verrà”, “Attenti al lupo”. 

Musicista appassionato e delle grandissime doti canore, Dalla canta con De Gregori, con Ron, e raggiunge uno straordinario successo con l’album “DallAmeriCaruso”, registrato dal vivo al Village Gate di New York, nel 1986, la celebre “Caruso” vende oltre 9 milioni di copie in tutto il mondo. Gli ultimi vent’anni di attività lo vedono impegnato in moltissimi ambiti artistici: compone musiche da film per Antonioni, Monicelli, Verdone e Placido; realizza programmi televisivi; cura regie teatrali e operistiche, è docente di tecniche e linguaggi pubblicitari presso l’Università di Urbino. Negli ultimi anni propone nei maggiori teatri italiani i suoi classici in una versione jazz, ma anche in una versione sinfonica con la Royal Philarmonic Orchestra di Londra. Muore d’infarto a quasi 70 anni, il 1° marzo del 2012 in Svizzera, a Montreux, dove la sera prima aveva tenuto il suo ultimo concerto. Il ritratto di Dalla, pieno di affetto e di ricordi indelebili, viene tratteggiato da amici, musicisti e critici musicali.


Il fenomeno Bob Dylan



Non è stato semplicemente un artista di talento, ma un autore unico che ha colto lo spirito del tempo, senza restare prigioniero del suo tempo. Non ha parlato di una generazione, ma è diventato la voce di una generazione. A Bob Dylan è dedicato il doc “The Bob Dylan Phenomenon” in onda martedì 9 agosto alle 22.55 su Rai 5, disponibile anche in lingua originale. Attraverso immagini live, dichiarazioni del cantautore e il racconto di giornalisti, esperti del settore e musicisti, si traccia la storia discografica e personale di Bob Dylan.

Siglato Protocollo di intesa "No Women No Panel" tra Rai e Regione Puglia

BARI - Mai più convegni, conferenze e dibattiti senza le donne: con la firma del Protocollo attuativo del Memorandum No Women No Panel promosso dalla Rai, la Puglia diviene Regione Pilota nel sostenere l’equilibrio fra i sessi nella comunicazione pubblica. Oggi nella Sala Di Jeso, sede della Presidenza della Giunta regionale, il Presidente Michele Emiliano e la Presidente Rai Marinella Soldi hanno siglato l’intesa che prevede il monitoraggio dei panel organizzati dalla Regione Puglia, e in cui entrambi i sessi siano rappresentati in misura quanto più possibile paritaria. Un impegno che si inserisce nel quadro dell’Agenda di Genere adottata dalla Giunta regionale e la cui attuazione è coordinata dalla Consigliera Titti De Simone.

“L’unico modo per vincere le battaglie di principio – ha detto il Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano - è immaginare regole che addrizzino il legno storto, come la legge regionale sulla doppia preferenza”. “Laddove c’è un processo selettivo, infatti – ha evidenziato - le donne non hanno problemi, mentre è dove prevalgono meccanismi di potere che le donne vengono emarginate”. E ha assicurato l’impegno dell’amministrazione pugliese in questa battaglia di civiltà “al fianco del servizio pubblico e di una presidente così coraggiosa, una collaborazione di cui siamo onorati” ha dichiarato rivolgendosi alla Presidente Rai Marinella Soldi.

“Sono emozionata nel vedere il frutto del lavoro di tante persone realizzato” - ha affermato la Presidente Soldi - perché è importante metterci impegno ma anche la faccia, non nascondersi dietro a teorie sociologiche, al politically correct: dobbiamo far accadere le cose, come sta facendo la Regione Puglia, sul territorio”. E auspicando che, con la firma odierna, scatti una “competizione virtuosa” fra le altre regioni per aderire al progetto, ha sottolineato la necessità di fare rete per incidere più profondamente: “Il territorio è il luogo ideale per mostrare, tramite azioni concrete, che la discriminazione verso le donne non ha più spazio nel nostro Paese. Con modalità e funzioni diverse noi -Rai- e voi -istituzioni territoriali- siamo comunque tutti servizi pubblici, creati dai cittadini per i cittadini”. E ricordando che la Sostenibilità, nelle sue declinazioni ambientale, sociale e di responsabilità d’impresa, è oggi al centro delle strategie della Rai, in linea il Contratto di Servizio, ha concluso: “Vogliamo contribuire a realizzare uno sviluppo sostenibile, di cui la parità di genere è un pilastro fondamentale”. 

“Sustainable Me” è anche il titolo del prossimo Prix Italia, che proprio in Puglia, a Bari, avrà luogo dal 3 all’8 ottobre 2022.

Tg1, Elisa Anzaldo: "Battuta venuta male, me ne scuso"


ROMA - La giornalista del Tg1 Elisa Anzaldo ha affermato: “Mi rendo conto che una battuta venuta male, nella rassegna delle 7 del mattino, sta dando spazio a interpretazioni distorte del mio pensiero. Nella conversazione con Alessandro Barbano ho chiosato sulla metafora calcistica ma il risultato finale è stato diverso da quello che avrei voluto. Nelle mie intenzioni parlavo ancora di calcio. Poiché il tono è stato avvertito come improprio, me ne scuso”.

Elvis, il nuovo film di Luhrmann in home premiere digitale da martedì 9 agosto

MILANO - Elvis, il nuovo film del visionario regista candidato all'Oscar® Baz Luhrmann, arriva martedì 9 agosto in Home Premiere Digitale per Warner Bros. Home Entertainment. Protagonisti del film Austin Butler, nel ruolo di Elvis, e l’attore premio Oscar® Tom Hanks che interpreta l’enigmatico manager, il colonnello Tom Parker.

Rivisitata in chiave cinematografica, la storia di Elvis (Butler) è vista attraverso il prisma della complicata relazione con l’enigmatico manager, il colonnello Tom Parker (Hanks). Il film, come raccontato da Parker, approfondisce le complesse dinamiche tra i due nell'arco temporale di 20 anni dagli esordi alla fama di Presley, che raggiunse un livello di celebrità senza precedenti sullo sfondo di un panorama culturale in evoluzione che segna la perdita dell'innocenza in America. Al centro di questo viaggio, una delle persone più significative e influenti nella vita di Elvis, Priscilla Presley (Olivia DeJonge).

Recitano al fianco di Butler e Hanks, la pluripremiata attrice teatrale Helen Thomson ("Top of the Lake: China Girl", "Rake") nei panni della madre di Elvis, Gladys, Richard Roxburgh ("Moulin Rouge!" "Breath", " La battaglia di Hacksaw Ridge") in quelli del padre di Elvis, Vernon, mentre Olivia DeJonge ("The Visit", "Stray Dolls") interpreta Priscilla. Luke Bracey ("La battaglia di Hacksaw Ridge", "Point Break") interpreta Jerry Schilling; Natasha Bassett ("Ave, Cesare!") interpreta Dixie Locke; David Wenham ("Il Signore degli Anelli" la trilogia, "Lion– la strada verso casa", "300" ) è Hank Snow; Kelvin Harrison Jr. ("Il processo ai Chicago 7", "L’assistente della star") interpreta B.B. King; Xavier Samuel ("Two Mothers", "Amore e inganni", "The Twilight Saga: Eclipse") interpreta Scotty Moore, e Kodi Smit-McPhee (“Il potere del cane”) interpreta Jimmie Rodgers Snow.

Completano il cast Dacre Montgomery ("Stranger Things", "La galleria dei cuori  infranti") nei panni del regista televisivo Steve Binder, al fianco degli attori australiani Leon Ford ("Gallipoli", "The Pacific") nei panni di Tom Diskin, Kate Mulvany ("Il grande Gatsby”, “Hunters”) in quelli di Marion Keisker; Gareth Davies (“Peter Rabbit,” “Hunters”) come Bones Howe, Charles Grounds (“Crazy & Rich”, “Camp”) come Billy Smith, Josh McConville (“Fantasy Island") è Sam Phillips, e Adam Dunn ("Home and away") nei panni di Bill Black.

Per ritrarre le altre icone della musica del film, Luhrmann ha scelto la cantautrice Yola come Sister Rosetta Tharpe; il modello Alton Mason come Little Richard; il texano di Austin Gary Clark Jr., come Arthur Crudup, e l'artista Shonka Dukureh come Willie Mae "Big Mama" Thornton.

Il candidato all'Oscar Luhrmann ("Il Grande Gatsby", "Moulin Rouge!") ha diretto il film da una sceneggiatura da lui scritta assieme a Sam Bromell, Craig Pearce e Jeremy Doner, basata su una storia dello stesso Baz Luhrmann e Jeremy Doner. I produttori del film sono Luhrmann, la vincitrice dell'Oscar Catherine Martin ("Il Grande Gatsby", "Moulin Rouge!"), Gail Berman, Patrick McCormick e Schuyler Weiss, mentre i produttori esecutivi sono Toby Emmerich, Courtenay Valenti e Kevin McCormick.

Il team creativo che ha lavorato dietro le quinte include la direttrice della fotografia Mandy Walker ("Mulan", "Australia"), la scenografa e costumista premio Oscar Catherine Martin ("Il Grande Gatsby", "Moulin Rouge!"), la scenografa Karen Murphy ("A Star Is Born"), i montatori Matt Villa ("Il Grande Gatsby", "Australia") e Jonathan Redmond ("Il Grande Gatsby"), il supervisore degli effetti visivi nominato all'Oscar Thomas Wood ("Mad Max: Fury Road"), il supervisore musicale Anton Monsted ("Australia", "Moulin Rouge!") e il compositore Elliott Wheeler ("The Get Down").

Le riprese principali di "Elvis" si sono svolte nel Queensland, in Australia, con il sostegno del governo del Queensland, di Screen Queensland e del programma Producer Offset del governo australiano.

Warner Bros. Pictures presenta, una produzione Bazmark Production, Jackal Group, un film di Baz Luhrmann: “Elvis” è stato distribuito in tutto il mondo dalla Warner Bros. Pictures.

Enrico Brignano in "Un'ora sola vi vorrei"

 


ROMA  - In un panorama assuefatto ai “programmi maratona” dalla durata fiume, l’attore e conduttore si mette alla prova con “Un’ora sola vi vorrei”: sessanta minuti per fare tutto, presto e incredibilmente bene. Martedì 2 agosto, alle 21.20 su Rai 2 verranno riproposti i monologhi graffianti di satira di costume, la musica, suonata e ballata, che tiene il ritmo accompagna la corsa contro i minuti che passano. 

Enrico Brignano si cimenterà in un’operazione inedita in cui condensare e raccontare tutto il suo caleidoscopico mondo, con un occhio sempre rivolto a quanti minuti restino. Non mancheranno ospiti di eccezione in uno studio tv progettato come una vera arena dove accogliere il pubblico.


RaiNews24: 'Ritratti d'autori' con Claudio Baglioni



ROMA - Continua, su Rainews24, la serie di interviste 'lunghe venti anni' firmate da Fausto Pellegrini. Stavolta l'appuntamento sarà con Claudio Baglioni che in 'Ritratti d'autore' in onda sabato 30 luglio alle 22.30 e in replica domenica alle 14.30 e 22.30, si racconterà tra palco e realtà. La sua voglia di essere attore e non spettatore della propria vita, accompagnando ed emozionando quelle degli altri.  

La storia umana e musicale di Claudio Baglioni parte da qui, con i tanti incontri che vengono riannodati e messi insieme fino a formare un unico, intenso racconto. In cui la cronaca si fa storia. E viceversa.


Speciale Tg5, in onda sabato 30 luglio 'Marylin la Diva'


COLOGNO MONZESE - Sabato 30 luglio, in seconda serata, su Canale 5, va in onda lo Speciale TG5 «Marilyn, La Diva». L’approfondimento della testata diretta da Clemente Mimun, a cura di Claudio Fico e realizzato da Anna Praderio, è dedicato a Marilyn Monroe, mito assoluto e sempre moderno, in occasione del 60esimo anniversario della prematura scomparsa.

Il 5 agosto 1962, infatti, in circostanze mai del tutto chiarite, Marilyn Monroe muore. Aveva soltanto 36 anni. Era nata il 1º giugno del 1926, a Los Angeles, la città che l’aveva resa celebre quanto infelice, fragile e sola, manipolata e usata e - infine - abbandonata.

Nel 1953, Niagara avvia una giovane Marilyn verso lo status d’icona mondiale di bellezza, sensualità e stile: dopo, nel carnet di titoli leggendari che la vedono protagonista, si susseguono drama e sofisticate commedie. Titoli come Gli uomini preferiscono le bionde, Come sposare un milionario, La magnifica preda, Quando la moglie è in vacanza, Fermata d'autobus, Il Principe e la Ballerina, A qualcuno piace caldo, Facciamo l'amore.

Nel corso dello speciale, la giornalista del TG5 propone alcune delle più celebri sequenze di opere in cui Monroe recita, canta e balla; regala un raro documento dove l’attrice è accanto ad Anna Magnani, per ricevere il David di Donatello; riporta le testimonianze di colleghi, fotografi, collezionisti e giornalisti.

Tra questi, Sharon Stone, Nicole Kidman, Michelle Williams, Ana de Armas, Milla Jovovich, Carroll Baker. I nostri Alba Rohrwacher, Pierfrancesco Favino, Miriam Leone, Luca Argentero, Jasmine Trinca, Claudia Gerini. Il fotografo, Douglas Kirkland. Il collezionista, Ted Stampfer. I giornalisti Piera De Tassis, Laura Delli Colli, Alfonso Signorini. E una delle sue epigoni, Drusilla Foer, alias Gianluca Gori.

'Battiti Live' domani da Gallipoli su Italia 1


COLOGNO MONZESE (MI) - Dopo il successo della scorsa settimana, nuovo appuntamento con “Radio Norba Cornetto Battiti Live”, lo storico programma musicale di Italia 1 condotto da Alan Palmieri ed Elisabetta Gregoraci.

“Radio Norba Cornetto Battiti Live” ospita dal vivo gli artisti più noti della musica nazionale e internazionale, che canteranno le loro hit nella cornice degli splendidi panorami pugliesi: si alterneranno infatti sui palchi di Bari, Gallipoli e Trani.

Mariasole Pollio avrà il compito di raccogliere a caldo l’emozione del pubblico presente nelle piazze.

Gli artisti saranno poi protagonisti di esibizioni on the road in alcune altre bellissime località turistiche pugliesi. Luoghi che offriranno incredibili scenografie naturali agli artisti e ai telespettatori di Italia 1.

Come sempre, la rassegna accoglierà alcuni dei nomi più importanti della musica italiana e internazionale. Questi gli artisti che si esibiranno nella quarta puntata: Elodie, Alvaro Soler, Topic, Rkomi, La rappresentante di Lista, Gabry Ponte,Ana Mena, Rocco Hunt, Fedez, Mara Sattei, Tananai, Francesca Michielin,Aka7even, Carl Brave, Noemi, Lazza, Kayma, Anna, The Kolors, Raf, Dargen D’Amico, Follya, Michele Bravi, Damante.

Protagonisti delle esibizioni on the road saranno, invece, Alex, da Manfredonia e Baby K da Francavilla Fontana.

La regia è affidata a Luigi Antonini.

Ascolti tv: Battiti Live leader della serata sul pubblico attivo


BARI - Il terzo appuntamento del Radio Norba Cornetto Battiti Live leader della serata, anche ieri, sul pubblico attivo, con il il 15,38% di share. Lo rende noto il Gruppo Norba.

Lo show della radio del sud ha conquistato il 21% sui giovani tra i 15 e i 34 anni. Complessivamente la trasmissione su Italia 1 ha realizzato 1.294.000 spettatori totali.

La Rai per il 30° anniversario della strage di via D'Amelio


Era l’estate del 1992. Cinquantasette giorni dopo l’uccisione di Giovanni Falcone, un altro attentato di stampo mafioso: un’autobomba con 50 chili di tritolo esplode il 19 luglio in via D’Amelio, muoiono il giudice del pool antimafia Paolo Borsellino e i cinque membri della scorta Emanuela Loi, Agostino Catalano, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina. Nel “30° anniversario della strage di via D’Amelio” la Rai dedica una serie di iniziative a quel giorno e alla sua storia. Lunedì 18 luglio Rai 1 propone alle 23 la seconda puntata di “Cose Nostre” con il racconto della storia di Paolo Borsellino. Martedì 19 luglio, nel giorno dell’anniversario, Rai 1 racconta quella tragica giornata a cominciare dalla trasmissione Uno Mattina Estate, in onda alle 9.05, mentre in prima serata, alle 21.25, va in onda la fiction “Paolo Borsellino, i 57 giorni” con Luca Zingaretti. Su Rai 3 il filo del ricordo di Borsellino e degli uomini della sua scorta viene dipanato a cominciare dalle 8 con Agorà Estate e continua alle 13.15 con la puntata di “Passato e presente” dal titolo “Le stragi di mafia del ’92”. 

Alle 21.20 Giorgio Zanchini ospita il procuratore Nicola Gratteri nella trasmissione Filorosso. RaiNews24 realizza uno speciale di mezz'ora alle 9 e seguirà con l’inviata Angela Caponnetto le iniziative che si svolgeranno a Palermo, dedicate al ricordo del giudice assassinato. La Tgr Sicilia seguirà le iniziative in programma sul luogo della strage con le scolaresche la mattina e con i protagonisti dell'antimafia nel pomeriggio. Verranno, inoltre, realizzati servizi con interviste a scrittori, giornalisti, magistrati e trasmessi alcuni discorsi di Paolo Borsellino, recuperati dalle teche di Palermo. Tutte le Testate Rai dedicheranno ampia copertura informativa alla ricorrenza nelle edizioni dei rispettivi telegiornali. il Tg2 ricorda Paolo Borsellino e gli uomini della sua scorta, uccisi in quell’attentato, con servizi e approfondimenti nelle edizioni delle 13.00 e delle 20.30 su Rai 2. 

Il ricordo, con la ricostruzione di quanto accadde quel 19 luglio 1992, culminerà con che comprendono anche un’intervista a Luca Tescaroli, pubblico ministero al processo per la strage di Capaci, le immagini dell’ultimo discorso di Borsellino a Marsala e le parole di Agnese Borsellino, la moglie del magistrato, scomparsa nel 2013. Inoltre, la Rai ha prodotto uno spot che sarà trasmesso su tutti i canali da martedì 12 a martedì 19 luglio. Rai 5 manderà in onda alle 18.30 di martedì “Prima della prima. Falcone e Borsellino. L’eredità dei giusti”, una puntata realizzata al teatro Regio di Torino. Su Rai Storia l’ampia programmazione inizierà con “Il giorno e la storia”, a mezzanotte e 40 e in replica alle 5.30, 8.30, 11.30, 14 e 20. Alle 20.30 andrà in onda “Passato e presente. Le stragi di mafia del ’92”, mentre alle 21.10 “Paolo Borsellino, parole e silenzi”, un racconto attraverso le parole del magistrato nelle interviste alla Rai. Alle 21.40 “Diario civile. 

All’altezza degli occhi. Le donne di scorta”, racconto di Alessandro Chiappetta, con la regia di Agostino Pozzi, della vita delle donne in Polizia, di scorta a uomini delle istituzioni e magistrati impegnati contro la criminalità. Alle 23.30 “Diario civile - Paolo Borsellino, l’ultima stagione” ricorderà il giudice Borsellino attraverso le parole di Pietro Grasso, gli ex giudici del pool antimafia Leonardo Guarnotta e Giuseppe Di Lello, la presidente del tribunale di Marsala Alessandra Camassa, l'ex ministro di Grazia e Giustizia Claudio Martelli, il procuratore generale presso la Corte d'Appello di Palermo Roberto Scarpinato, il consigliere di Corte d'Appello del tribunale di Salerno Diego Cavaliero e i giornalisti Francesco La Licata, Saverio Lodato, Attilio Bolzoni, Umberto Lucentini e Giovanni Bianconi. 


Rai Com, Pugliapromozione: tre programmi su Rai 1 per raccontare le vacanze

BARI - Domani venerdì 15 luglio su Rai Uno si conclude la parte dedicata alla Puglia della trasmissione ‘Camper’ che ha spalancata una fresca finestra estiva sulle vacanze degli italiani e sull’enogastronomia pugliese nei territori di cui sono il frutto. Ma questo è solo un primo assaggio delle azioni previste dal protocollo d’Intesa fra Regione Puglia e Rai Com, per il quale Pugliapromozione sta curando l’esecuzione attraverso gli accordi applicativi.

Per il 2022 sono tre i progetti che caratterizzeranno la stagione estiva ed autunnale della Puglia su Rai Uno. Dopo ‘Camper’ in onda in questi giorni, nella prima settimana di agosto ci sarà uno spazio dedicato alla Puglia nel programma ‘Linea Verde Sentieri’ condotto da Lino Zani e Margherita Granbassi. Ad ottobre, a Bari si svolgerà il prestigioso evento Prix Italia, competizione internazionale dedicata a radio, tv e web.

“Valorizziamo la Puglia attraverso il racconto Rai. Le bellezze storiche e artistiche, l’enogastronomia e le aree naturali ed incontaminate della nostra regione, già in questi giorni hanno caratterizzato gli appuntamenti di ‘Camper’ su Rai1 – ha dichiarato Gianfranco Lopane, assessore al Turismo della Regione Puglia - . Non solo l’attenzione del grande pubblico ma anche la partecipazione attiva ed entusiasta dei cittadini residenti nella narrazione delle ricchezze pugliesi. Continueremo, grazie all’intesa tra Rai Com e Pugliapromozione, a coinvolgere i telespettatori nei prossimi appuntamenti, in una terra da sempre accogliente ed ospitale. Promuoviamo le nostre destinazioni turistiche nella considerazione che i posti e le meraviglie meno esplorate rappresentano un volano di crescita importante per l’attrattività della Puglia a livello nazionale e internazionale”.

“Abbiamo lavorato molto nel mettere a punto questi appuntamenti con la rete ammiraglia della Rai, con l’obiettivo di una promozione il più possibile variegata del brand Puglia – dichiara Luca Scandale, direttore generale di Pugliapromozione - . Con ‘Camper’, in onda proprio in questi giorni, i telespettatori stanno apprezzando con uno share elevato un bel racconto della Puglia attraverso il prodotto food. Poi ad agosto, con ‘Linea Verde Sentieri’, porteremo l’attenzione sulla Puglia come meta di vacanze di relax e benessere immersi nella natura. Dal 4 all’7 ottobre, con Prix Italia a Bari, il premio Rai per l’eccellenza dei broadcaster internazionali, accenderemo i riflettori del mondo dei media internazionali sulla Puglia”. In particolare, all’edizione 2022 di Prix Italia che si svolgerà in Puglia si è registrato un + 35% di partecipanti da tutto il globo con la candidatura di ben 155 programmi televisivi, 94 radiofonici e 72 progetti Web, 83 broadcaster concorrenti in rappresentanza di 50 Paesi stranieri tutti dedicati al tema della sostenibilità.

Intanto, godiamoci su Rai Uno ‘Camper’, uno dei programmi ideati da Angelo Mellone, in onda ogni giorno dalle ore 11.30 alle 13.25, condotto da Tinto e Roberta Morise, che vede fra i protagonisti la conduttrice e giornalista tarantina Monica Caradonna con approfondimenti golosi (da rivedere anche su Raiplay.it) fra caciocavallo podolico e fave di carpino, burrata di Andria e olio extravergine di Coratina, pane di Laterza e formaggio pallone di Gravina, con un tuffo sul mare Jonio per la cozza tarantina ed i tubettini con le cozze.

Il ricordo di Ennio Morricone

ROMA - Compositore e direttore d’orchestra, autore di colonne sonore indimenticabili, da “Per un pugno di dollari” a “Nuovo Cinema Paradiso”, premio Oscar. Ennio Morricone ha saputo rendere opera d’arte la musica per film, entrando nella storia del cinema italiano e internazionale. Un grande artista che la Rai ricorda, nel secondo anniversario della scomparsa, mercoledì 6 luglio, con una programmazione dedicata. 

Su Rai 1 - che già sabato scorso ha proposto in prima serata lo spettacolo “Il Volo. Tributo a Ennio Morricone” - il Maestro sarà ricordato a “Unomattina estate” alle 9.10, a “Estate in diretta” alle 17.20, mentre Techetechetè gli dedicherà l’intera puntata in onda alle 20.30.

Su Rai 3 alle 12.15, nel concerto “Ennio’s dreams” la Banda della Polizia di Stato eseguirà un medley dei suoi capolavori.

Rai 2, invece, venerdì 8 luglio alle 23, trasmetterà in differita, a cura di Rai Parlamento, il concerto commemorativo dal Chiostro del Complesso di Vicolo Valdina di Roma.

Nella giornata di mercoledì 6 luglio, tutte le Testate del Servizio pubblico, dedicheranno ampia copertura all’anniversario, nelle edizioni dei rispettivi telegiornali e radio giornali. In particolare, la Tgr Emilia-Romagna realizzerà un’intervista al regista Giuseppe Tornatore che ha dedicato al Maestro Morricone il suo ultimo film. Particolare attenzione anche dalla redazione di Pescara che seguirà le iniziative che saranno realizzate sul territorio. 

RaiNews 24 ricorderà il Maestro con servizi, documenti di Teche e un'intervista a Maurizio Corbella, curatore del volume “Morricone, la musica e il cinema”. 

Rai Cultura renderà omaggio all’artista sul canale Rai Storia con “Il giorno e la Storia”, il programma firmato da Giovanni Paolo Fontana, in onda mercoledì 6 luglio alle 00.05 e in replica alle 5.30, 8.30, 11.30, 14.00, 20.00, che ne ripercorre la carriera, a partire dallo straordinario sodalizio artistico con il regista Sergio Leone, dal quale nacquero colonne sonore passate alla storia. Alle 12 sarà la volta di “Italiani. Ennio Morricone. Il compositore assoluto”, un ritratto del Maestro, dalla formazione artistica presso il Conservatorio di Santa Cecilia a Roma, agli inizi come arrangiatore per i più grandi cantanti della musica leggera italiana, fino alla maturità come compositore di "musica assoluta" e di colonne sonore per il grande cinema italiano e internazionale. Una carriera che lo ha visto vincitore di due premi Oscar nel 2007 e nel 2016. Si proseguirà alle 12.30 con una puntata del programma “Musica da sera”, dalle Teche Rai, interamente dedicata a Morricone e alla sua orchestra con alcuni dei suoi brani più famosi come “Se telefonando” e “L'estasi dell'oro”.

Sempre sul web, RaiPlay ricorderà Morricone con il “suo” cinema, i suoi concerti e le sue parole. Disponibili, tra gli altri, “Nuovo Cinema Paradiso” di Giuseppe Tornatore; “The Hateful Eight” di Quentin Tarantino, il film che gli fece conquistare nel 2016 il suo secondo Oscar dopo quello alla carriera nel 2007; “L'uccello dalle piume di cristallo” e “Il gatto a nove code” di Dario Argento; “La proprietà non è più un furto” di Elio Petri. Insieme ai film, anche una selezione di miniserie e alcuni tra i suoi più suggestivi concerti. Tra i titoli Tv, “Gino Bartali: l’intramontabile”, “Giovanni Falcone, l'uomo che sfidò Cosa Nostra”, “Paolo Borsellino - I 57 giorni”, “La Piovra” e “Perlasca”. Tra i concerti, Ennio Morricone dirige l'Orchestra Sinfonica Nazionale Rai (2013) nel "Concerto di Natale da Assisi" e “Morricone e la sua orchestra” dal programma “Musica da sera” del 1967. Infine, la collezione “Omaggio al Maestro Ennio Morricone”, una selezione di interviste, interventi e schede biografiche del Maestro nei programmi Rai.

L’home page di RaiPlay Sound, infine, esporrà una striscia di contributi da vari programmi, dal titolo “Ennio Morricone, la musica, il cinema”, con interviste al musicista, i film più celebri di cui ha scritto le colonne sonore (tra gli altri da Hollywood Party - Il cinema alla radio: Il buono, il brutto e il cattivo, La battaglia di Algeri, C’era una volta in America) e testimonianze e ricordi di quanti lo hanno conosciuto e hanno collaborato con lui.

Palinsesti Mediaset 2022, Pier Silvio Berlusoni: "Barbara D'Urso è riconfermata''

 

MILANO - La regina del pomeriggio di Canale 5 è stata riconfermata. Pier Silvio Berlusconi spazza via le fake news che volevano fuori da mediaset, Barbara D'Urso. Barbara D'Urso assolutamente rinnovata. Il contratto scadeva a dicembre ed è stato rinnovato per le prossime stagioni. Rifarà Pomeriggio 5. E siccome è una professionista che ha migliaia di ore di volo, intese come diretta totale, sicuramente avrà anche degli altri programmi", commenta l'amministratore delegato di Mediaset. 

Pier Silvio Berlusconi: ''Striscia è un pezzo della televisione italiana


MILANO - Nel corso della presentazione di ieri sera alla stampa delle nuove stagioni tv Mediaset, Pier Silvio Berlusconi ha voluto sottolineare il valore di “Striscia la notizia” che ha appena concluso un’edizione con risultati d’ascolto più che ottimi e una centralità editoriale assoluta.

«’Striscia’», ha detto ai giornalisti l’Amministratore delegato Mediaset, «è una macchina da guerra. Su quasi tutti gli altri canali ci sono giochi, giochi, giochi: l’unica cosa diversa che porta allegria con un livello di credibilità unico è ‘Striscia la Notizia’. Tanti complimenti ad Antonio Ricci e alla sua squadra: un pezzo della televisione italiana e un pezzo di Italia».

Durante la serata, i massimi vertici Mediaset hanno anche anticipato ai giornalisti una novità assoluta: la coppia d’esordio della ripartenza boom di ‘Striscia” prevista martedì 27 settembre sarà composta da Luca Argentero e Alessandro Siani.



Canale 5: 'L'Isola dei Famosi' leader della serata con il 23.3% di share


MILANO - Chiusura in bellezza per “L’isola dei famosi”, ieri sera su Canale 5. La finale del reality show condotto da Ilary Blasi e prodotto da Banijay Italia è stata leader della serata con il 23.3% di share (leadership anche sul target commerciale con il 24%) e 2.575.000 spettatori.  Il momento della vittoria di Nicolas Vaporidis è stato visto dal 38.84% della platea televisiva. 

La sedicesima edizione de “L’isola dei famosi” ha ottenuto una media di 2.500.000 spettatori con il 19.2% di share (20.45% di share attiva). La trasmissione, in particolare, ha conquistato il pubblico giovane registrando una media del 26.64% di share sul target 15-34 anni. Sui giovanissimi 15-19enni, puntate record che hanno superato il 30% di share.  

Boom sui social network: l'hashtag #Isola ha sempre raggiunto il primo posto dei Trend Topic in Italia, confermandosi uno dei programmi più discussi dagli utenti.

Il direttore di Canale 5 Giancarlo Scheri: «La 16esima edizione dell’Isola dei Famosi, con i suoi 25 appuntamenti ha dato linfa e leggerezza al prime-time della stagione primaverile di Canale 5. Serate condotte con polso e ironia da un’ottima Ilary Blasi, con il supporto di Vladimir Luxuria e Nicola Savino, e il brillante Alvin da Cayo Cochinos. 


Una produzione-monstre realizzata grazie all’impeccabile regia di Roberto Cenci e alle tante professionalità autorali e produttive Mediaset e Banijay Italia messe in campo, alle quali - insieme al cast degli isolani - va la calorosa gratitudine di tutta la rete. 

Un bilancio più che attivo, che comprende la costante attenzione di media e social, come le tante declinazioni dello show sulle reti Mediaset. Bravi!».


"D'Annunzio, l'uomo che inventò se stesso"


ROMA - Rai Documentari dedica una prima serata speciale a Gabriele d’Annunzio con “D’Annunzio, l’uomo che inventò sé stesso”, in onda il 23 giugno su Rai 3. Prodotto da Ince Media e Filippo Cellini, in collaborazione con Rai Documentari e Luce Cinecittà, per la regia di Francesca Pirani e Stefano Viali, il documentario propone una rilettura in chiave contemporanea e pop del poeta vate, illuminando la sottile filigrana del tempo che lega la nostra società a uno dei personaggi più discussi del secolo scorso.

“Gli italiani hanno fatto l’Italia unita ma ora bisogna farla grande”: in quest’espressione è racchiusa tutta la volontà di d’Annunzio di influenzare la vita del suo tempo con la sua stessa vita. E l’Italia di inizio Novecento, delusa dai sogni risorgimentali, vide in lui una figura in grado di indicargli una nuova strada, quella della modernità. Con la forza narrativa e la conduzione dello storico Giordano Bruno Guerri, giornalista e Presidente del Vittoriale degli Italiani, il racconto si svolge in un continuo rimando tra vita, imprese e opere del poeta a confronto con l’attualità. 

Sono i ragazzi di oggi nel documentario a paragonare d’Annunzio a Sandro Pertini per l’idea del Paese unito, a Silvio Berlusconi e persino a Greta Thunberg, per la sua capacità di saper smuovere le masse. Attraverso linguaggi differenti e inserimenti di reenactment, d’Annunzio è raccontato come prototipo del divo e progenitore della cultura di massa basata sull’esaltazione del sé: il primo influencer della storia. 

Da Pescara al Collegio Cicognini di Prato, dove fu mandato dal padre che aveva intuito le sue grandi doti, dalla prima raccolta di poesie “Primo Vere” ai primi anni romani e al successo fra la provinciale borghesia italiana di fine Ottocento, dall’amore per il lusso agli amori mutevoli e disinvolti tra cui Isadora Duncan, Luisa Casati, la moglie Maria Hardouin di Gallese e l’amante Luisa Baccara. Per lui le donne sono al tempo stesso tormento e delizia. Definito all’epoca “scandaloso” da una piccola borghesia che in realtà lo invidiava e che gli attribuì ogni perversione, in realtà d’Annunzio ha saputo realizzare i propri desideri e sfidare la società esibendoli, progenitore di una cultura fondata sulla trasgressione delle regole, caratteristiche proprie della cultura contemporanea. Se da un lato rappresentava l’apoteosi del maschio medio, dall’altro anticipava, con il suo deprecato amore per il lusso e la sua bulimia per gli acquisti, un comportamento che oggi si potrebbe bollare come consumismo. Anticipatore e modernizzatore di costumi, mode, tendenze, dal vestiario alla politica (pochi sanno del suo passaggio plateale dalla destra alla sinistra, a fine Ottocento), d’Annunzio viene tuttora giudicato anche per un’adesione al fascismo in realtà mai avvenuta: dalla sua “Impresa di Fiume”, Mussolini prese riti e miti ma non la Carta del Carnaro, una delle costituzioni più avanzate del Novecento, né le due parole che d’Annunzio faceva seguire a eja eja alalà: viva l’amore!

© tutti i diritti sono riservati
made with by templateszoo