Visualizzazione post con etichetta Attualità. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Attualità. Mostra tutti i post

lunedì, settembre 25, 2017

Forte scossa di terremoto ad Ancona

ANCONA - Una breve ma intensa scossa di terremoto è stata avvertita poco fa ad Ancona. Numerose le chiamate ai vigili del fuoco. In corso accertamenti.

Concorsi truccati: arrestati 7 docenti universitari, 59 indagati

FIRENZE - Sono scattati gli arresti domiciliari per sette docenti universitari, titolari di cattedre di diritto tributario in diversi atenei italiani, per reati di corruzione nell'ambito di un'inchiesta sui concorsi truccati.

Altri 22 docenti sono stati interdetti dallo svolgimento delle funzioni di professore universitario e di quelle «connesse ad ogni altro incarico assegnato in ambito accademico per la durata di 12 mesi».

È l'esito dell'operazione «Chiamata alle Armi» eseguita questa mattina dalla Guardia di Finanza di Firenze su tutto il territorio nazionale, dopo che un primo caso di corruzione era stato accertato nel capoluogo fiorentino.

59 I DOCENTI INDAGATI - Sono 59 i docenti complessivamente indagati per reati di corruzione. Le misure coercitive sono state disposte dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Firenze su richiesta della Procura della Repubblica fiorentina diretta dal procuratore capo Giuseppe Creazzo. Sempre stamani sono state eseguite più di 150 perquisizioni domiciliari presso uffici pubblici, abitazioni private e studi professionali.

Nei confronti di altri 7 docenti universitari, il giudice per le indagini preliminari di Firenze, Angelo Antonio Pezzuti, si è riservata la valutazione circa l'applicazione della misura interdittiva dopo l'interrogatorio degli stessi indagati.

Germania: si afferma l’Afd. Schneider: "E’ uno shock"

di ANTONIO GAZZILLO - Lo scrittore tedesco Peter Schneider ha commentato in maniera negativa i risultati dell’elezioni in Germania. “ E’uno shock”, così ha esordito lo scrittore in merito all’affermazione dell’Afd come terza forza politica, segno della decadenza dei grandi partiti.
“ Non c’è stato mai, dopo la fine della seconda guerra mondiale, un altro partito di estrema destra nel Parlamento” ha proseguito sostenendo che ci saranno toni pesanti nelle discussioni sulla questione migranti e sul revisionismo storico.

D’altra parte però, come lo stesso Schneider ha spiegato, si tratta di una novità nata dal fatto che i partiti politici precedenti non hanno saputo trovare soluzioni adatte ai problemi più critici come la crisi dei migranti, tema che preoccupa molto i tedeschi. “ In Germania non esiste una legge specifica sull’immigrazione, ma solo un paragrafo sul diritto d’asilo”, ha poi tuonato, “Ed è ridicolo voler risolvere tutti i problemi in questo modo”.

Sulla sconfitta della Spd, invece, ha spiegato: “ Mi aspettavo questo tonfo. I socialdemocratici hanno puntato sulla giustizia sociale facendo leva soprattutto sui poveri. E’ stato un errore soffermarsi sui temi sociali perché in Germania non esiste una vera e propria povertà visti gli standard di altri paesi e poi i tedeschi sono mossi da altri temi quali l’insicurezza globale, la Corea del Nord, la Brexit e la Turchia”.

“ Ora” ha concluso “ Sarà dura governare per la Merkel perché dovrà continuamente rivolgere l’attenzione alla destra ma potrebbe essere l’opzione migliore, considerata la sua statura globale”.

Germania: vince Merkel ma volano i populisti di Afd

(ANSA/AP)
BERLINO - Angela Merkel vince, ma prende una batosta. Volano i populisti. Crolla l'Spd. E i liberali tornano in Parlamento. Si tratta dell'esito elettorale in Germania, secondo quanto emerge dalle prime proiezioni.

I dati delle proiezioni finali per il rinnovo del Parlamento tedesco diffusi dall'Istituto di sondaggi Zdf: l'Unione Cdu-Csu consegue il 33% dei voti, i socialdemocratici della Spd il 20,5% e gli oltranzisti di destra della Afd il 12,6%.

In particolare, avranno 87 seggi in Parlamento i populisti tedeschi di Afd. La Cdu-Csu avrà la maggioranza dei seggi, e cioè 220, e i socialdemocratici 137. Rispetto al 2013, la Cdu ha visto un calo dell'8,6%, l'Spd ha segnato un -5%, Afd vede un +8,3%, Fdp +5,6%, Verdi +0,7% e Linke +0,3%.

La Merkel non nasconde un po' di delusione per il risultato elettorale. "Non ci gireremo attorno, avremmo voluto naturalmente un risultato migliore", ha afferma la Merkel, la quale, tuttavia aggiunge:."Siamo la forza maggiore del Paese, e contro di noi non può essere formato alcun governo".

Dopo la mezzanotte è arrivato il tweet di Emmanuel Macron per congratularsi con Angela Merkel. "Ho telefonato ad Angela Merkel - ha scritto il capo dello stato francese - proseguiamo con determinazione la nostra essenziale cooperazione per l'Europa e per i nostri paesi".

I due principali sfidanti, Angela Merkel e il leader socialdemocratico Martin Schulz hanno votato rispettivamente a Berlino attorno alle 14.30 e a Wuerselen (nel Nordreno Vestfalia) attorno alle 10 del mattino.

Spagna: braccio di ferro tra Madrid e Barcellona sul referendum

di BEATRICE GALLUZZO - Il fervore catalano per il referendum sull’indipendenza, dichiarato illegale dalla Corte Costituzionale spagnola, non accenna a diminuire. Nonostante nei giorni scorsi il governo centrale di Madrid abbia proceduto al sequestro di un milione di schede elettorali, e nonostante l’arresto di ben 14 alti funzionari dell’amministrazione locale, tra cui Josep Maria Bovè, braccio destro del vice-presidente catalano, il fronte secessionista a Barcellona continua a ripetere come un mantra che questa consultazione referendaria, fissata per il primo di ottobre- seppur priva di valore vincolante- si farà, costi quel che costi.

Madrid, però, corre ai ripari. Sulla testa di Carlos Puidgemont, presidente catalano, pende la possibilità di essere arrestato prima della data fissata per la consultazione popolare, così come ipotizzato da Josè Manuel Maza, procuratore capo dello stato. A quanto pare l’idea rimane “aperta” in quanto Puidgemont è accusato di “malversazione” proprio a causa di questo difficile referendum.  “Non sarebbe una buona idea”, ha detto Puidgemont. “Ma se succederà faremo fronte a qualsiasi decisione”.

Intanto le vie di Barcellona si affollano di manifestanti, e per il primo di ottore- referedum o meno- sono previsti disordini e sciami di catalani in rivolta. In zona sono state inviate diverse unità della Guardia Civil, la polizia nazionale, per afficancare gli agenti dei Mossos d’Esquadra, ovvero le forze dell’ordine catalane. A coordinare i due gruppi sarà direttamente un alto ufficiale del ministero degli Interni di Madrid; con estremo sdegno da parte dell’amministrazione di Barcellona. Puidgemont ha definito le manovre del governo di Rajoy “vergognose, indegne di uno stato democratico”.

Dramma nei cieli: caccia militare precipita in mare durante air show

(ANSA)
TERRACINA - Dramma nei cieli di Terracina, in provincia di Latina, dove un velivolo Eurofighter dell'Aeronautica militare si è schiantato in mare durante l'Air Show 2017. Il velivolo era il penultimo a esibirsi prima della chiusura con le Frecce Tricolori. E' morto il pilota di 36 anni, Gabriele Orlandi, il suo corpo è stato ritrovato.
Secondo quanto l'agenzia ANSA e alcuni testimoni hanno riferito, il pilota non si sarebbe lanciato con il paracadute, abbandonando l'abitacolo. L'air show dell'Aeronautica militare era in corso sul lungomare Circe della cittadina a sud di Roma.

(ANSA)
Erano migliaia le persone che stavano assistendo alla manifestazione.

"È caduto l'#eurofighter davanti ai miei occhi , profonda tristezza e rispetto": è uno dei commenti su Twitter. Sempre su Twitter Pietro Alviti parla di "barche soccorso attorno all'Eurofighter precipitato".

Fincantieri: intesa con Cunard per nuova nave lusso

TRIESTE - Nuova intesa raggiunta tra Fincantieri e Carnival Corporation per la costruzione di una nave passeggeri di prossima generazione per il brand di lusso Cunard. La nuova Cunard sarà di 113.000 tonnellate di stazza e potrà portare 3000 passeggeri. Sarà costruita a Monfalcone (Gorizia) e consegnata nel 2022.

Secondo l'ad Fincantieri, Giuseppe Bono, l'accordo conferma il gruppo come "costruttori capaci di unire la tradizione e l'innovazione come nessun altro al mondo".

Sarà la 249 esima nave a battere la bandiera di Cunard e la prima dal 2010, quando Fincantieri consegnò allo storico brand delle crociere di lusso la "Queen Elizabeth". Tre anni prima, nel 2007, Fincantieri aveva consegnato a Cunard la "Queen Victoria".

Frida, eroina messicana

di PIERO CHIMENTI - È Frida la protagonista del tweet del presidente messicano. Il Labrador della marina messicana ha salvato in carriera 52 persone, anche in situazioni complicate, 'fiutandole' tra le macerie dell'ultimo terremoto del grado 7.1 che ha devastato Città del Messico.

Nonostante la sua indole molto dolce, è molto decisa nel continuare le ricerche per cercare di salvare altre vite.

Riforma Asl, Zullo: "Accorpamento necessario o per far fuori qualche direttore scomodo?"

BARI - Nota del presidente del gruppo regionale di Direzione Italia, Ignazio Zullo. "Sembra una storia già vista. Indiscrezioni di stampa - dichiara Zullo - ci preannunciano quanto è già accaduto già nel dicembre 2006, quando la maggioranza di centrosinistra pur di far fuori qualche direttore “scomodo” al quale non si sapeva come dare il benservito si accorpavano le Asl pugliesi in Asl provinciali. Gli effetti negativi li abbiamo patiti negli anni successivi: sistemi aziendali che avevano trovato anche faticosamente negli anni (dal 1996) il loro equilibrio organizzativo venivano trasformati in mega Asl dove gli equilibri dovevano nuovamente ricercarsi e rifondarsi. E oggi che quegli equilibri iniziano di nuovo a funzionare la storia si ripete e ritorniamo nel caos".

"Potremmo anche capire la decisione - prosegue Zullo - se fondata su un’analisi della situazione organizzativa economica e contabile di ciascuna Asl soggetta all’accorpamento e se questa Riforma fosse accompagnata da uno studio di previsione che mettesse in evidenza un miglioramento dell’efficienza e della qualità aziendale e un allineamento dei conti verso la migliore economicità della spesa. Ma nulla di tutto questo appare nelle indiscrezioni; ciò che, invece, appare evidente è che siamo di fronte all’ennesimo proclama del presidente Emiliano".

"E allora, visto che sempre attraverso la stampa veniamo a conoscenza di una riunione di maggioranza, faccio appello ai colleghi del centrosinistra perché non si appiattiscano ancora una volta sulle posizioni di Emiliano per timor riverenziale o per paura di contraddire il capo, ma si facciano interpreti dei nostri dubbi e degli interessi dei pugliesi, pretendendo un’analisi appropriata della situazione di base e un piano che dimostri la necessità della Riforma in termini di migliore efficienza e spesa sanitaria più razionale", conclude Zullo.

Vini: riconoscimenti internazionali per il rosato del Salento

ROMA - Il rosato è sempre più gustato, ma soprattutto "riconosciuto". Fresco, armonico  e piacevole come il popolo salentino, vitale come il territorio e il clima che lo ispirano, il vino rosato rappresenta l'anima del Salento e oramai un'identità che ha imparato ad imporsi anche nel macro-panorama enoico.

E dati di mercato positivi a parte, sono anche i riconoscimenti "a cascata" a confermarlo: l'Associazione Italiana Sommelier premia il Negroamaro Rosato Rohesia 2016 con "Le Quattro Viti" e Monica Larner assegna 90 punti su "Wine Advocate" - la rivista del famoso critico Robert Parker - al Negroamaro Rosato "Classica" 2016.

Due riconoscimenti per la Cantele, entrambi di grande prestigio, che suggellano il successo di una produzione versatile, fresca, e per questo molto amata anche dal pubblico giovanile, catturato  dalla novità di un vitigno che sa esprimere il proprio significato e da vini a lungo ingiustamente ritenuti marginali.

"Ormai lontani dai primordiali pregiudizi che ritenevano il vino rosato una via di mezzo tra il vino bianco e il vino rosso, oggi il rosato salentino è in grado di raccontarsi, proprio come accade per molte zone vinicole al mondo (si pensi alla Provenza francese) dove il rosato ha da sempre avuto una sua dignità.

Un carattere deciso che lo rende originale e un legame ormai quasi indissolubile con la stagione estiva hanno decretato la riscossa dei rosati salentini, sia in versione bollicine che in quella "ferma", con continui aumenti nei livelli di produzione e di consumo", ha detto Paolo Cantele, brand manager dell'omonima cantina di Guagnano.

"Le potenzialità del Negramaro, non solo come rosso, ma anche come rosato, sono decisamente entusiasmanti e le tendenze degli ultimi anni ci hanno dimostrato che una volta scoperto, il mondo del vino in rosa non si abbandona, anzi invita a nuove ricerche e sperimentazioni. Il vino en rosedel Salento è certamente destinato a diventare celebre anche in fette di mercato prima sconosciute".

Bari, la Biobanca dell'Istituto Tumori spalanca le porte al pubblico


BARI - La Biobanca non ha più segreti. In occasione della European Biotech Week in programma da oggi, 25 settembre, sino al prossimo 1 ottobre, opportunità per avvicinare il grande pubblico alle biotecnologie, l’Istituto di ricerca barese ha deciso di diventare tappa privilegiata di un viaggio alla scoperta delle più avanzate tecnologie.

La bussola dei visitatori indicherà, in particolare, la direzione della “Biobanca”, la innovativa struttura inaugurata lo scorso luglio presso l’Oncologico, unica accreditata in Puglia, che consente di conservare fino a 2 milioni di campioni biologici.

La settimana con il tema “Porte aperte nelle Biobanche. Non solo collezione, ma Biobanca di salute” comincia già domani 26 settembre alle 10 presso la sala conferenze dell’Istituto Tumori  dove ricercatori, rappresentanti dell’industria farmaceutica, del settore produttivo biomedicale e della società civile, nonché pazienti, risponderanno alla domanda “A cosa mi serve una biobanca oncologica”. L’incontro è rivolto a studenti, ricercatori, pazienti curiosi e appassionati di biotecnologie.


Il programma proseguirà mercoledì 27 settembre a partire dalle 10 e fino al tardo pomeriggio, con  la visita guidata alla Biobanca. Accompagnerà e orienterà gli ospiti il Direttore della Biobanca, il dottor Angelo Paradiso, insieme ai suoi collaboratori, il dottor Antonio Tufaro e il dottor Giuseppe Pelagio, pronti a erudire sulle tecnologie del freddo, metodologie di crioconservazione, metodiche di manipolazione e analisi; non mancheranno indicazioni sull’itinerario che il campione biologico esegue a partire dal paziente, attraverso i laboratori di aliquotaggio e di caratterizzazione immunofenotipica, fino al congelamento a -20°C, -80°C, -143°C, -179°C.

«La ricerca attuale in campo oncologico, ma anche in generale per tutte le malattie, fa leva sull'utilizzo e sullo studio di campioni biologici, provenienti dai pazienti, che vengono trattati e crioconservati con procedure ben definite- spiega il dottor Paradiso- Il laboratorio garantisce che questo processo avvenga secondo criteri etici, tecnici e metodologici idonei. Per questo è fondamentale che i cittadini sappiano quello che facciamo nella Biobanca e quali potrebbero essere gli utilizzi della raccolta di tessuti sani e tumorali, liquidi biologici e frammenti di DNA che qui si custodiscono e trattano». 

domenica, settembre 24, 2017

Londra, attacchi con acido: 6 feriti

(credits: Sky News)
LONDRA - Momenti di paura ieri sera a Londra, dove ben sei persone sono state attaccate e ferite con acido nella zona di Stratford, alla periferia est della capitale britannica. La polizia ha precisato che si é trattato della conseguenza di un'unica rissa fra due gruppi di ragazzi molto giovani, tutti maschi, e ha reso noto che un 15enne é stato già arrestato con l'accusa di lesioni. E' stato inoltre confermato che nessuno dei feriti é in pericolo e che l'attacco non risulta avere nulla a che fare con moventi di terrorismo.

Non è il primo episodio criminale accaduto in Inghilterra di questo genere condotto con l'uso di sostanze tossiche liquide o spray.

M5S, Di Maio candidato premier: "Parleremo con tutti"

(ANSA)
RIMINI - “Noi non possiamo illuderci di governare questo paese solo con quelli che ci votano. Andiamo alle elezioni governiamo e pensiamo di rispondere solo a chi ci ha votato, è l’errore che hanno fatto gli altri”. Lo ha dichiarato il candidato premier M5S Luigi Di Maio, parlando a Rimini a Italia 5 stelle.

“Il giorno dopo le elezioni abbiamo il dovere di parlare con tutti quelli che non ci hanno votato. Nel nostro dna ci sono gli strumenti di democrazia partecipata ed è con quelli che li coinvolgeremo”, ha evidenziato. “Siccome siamo la prima forza politica del Paese e non riescono a farci del male – ha aggiunto – stanno facendo una legge per fare della prima forza politica del Paese l’ultima in Parlamento, si chiama Rosatellum bis”.


DI BATTISTA: 'RESTIAMO UNITI' - "Restiamo compatti è obbligatorio". A dichiararlo Alessandro Di Battista in un videointervento trasmesso dal palco di Italia 5 stelle a sorpresa. Di Battista ha letto il suo intervento perché ha dovuto accompagnare la compagna, che aspetta un figlio da lui, all'ospedale dopo che le sono iniziate le doglie.

"Luigi Di Maio si è caricato sulle spalle il Movimento, va sostenuto oggi più che mai", afferma Alessandro Di Battista in un video in cui parla ai militanti di Italia 5 Stelle. Di Battista ringrazia Beppe Grillo - "è un patriota", dice - e sottolinea come Davide Casaleggio stia "proseguendo il sogno di suo padre".

Terremoto in Nordcorea: sismologi escludono test nucleare

ROMA - I sismologi stanno valutando in queste ore che l’evento sismico registrato ieri in Corea del Nord non sarebbe stato conseguenza di un nuovo test nucleare, ma si sarebbe trattato di un evento naturale. Il Centro per i terremoti cinese CENC ha spiegato in una nota che gli studi dei dati a infrasuono hanno determinato che “l’incidente non è stato un’esplosione nucleare, ma ha avuto la natura di un terremoto naturale”.

Già ieri i sismologi sudcoreani e l’agenzia internazionale che monitora il bando sui test nucleari aveva escluso un test nucleare, ma non Pechino che aveva parlato di una “possibile esplosione”.

Stupri: studentessa spagnola denuncia violenza a Rimini

RIMINI - Ancora una presunta violenza sulle donne a Rimini. Una 20enne spagnola, studentessa Erasmus in Italia, ha denunciato di aver subito una violenza sessuale. La giovane si è presentata ieri pomeriggio dai carabinieri di Rimini.

I contorni del racconto sono ancora confusi e da verificare in quanto la giovane non ricorda esattamente la presunta violenza ma solo momenti di una serata trascorsa in compagnia di alcuni ragazzi conosciuti venerdì scorso in un locale notturno della città romagnola e poi conclusa a casa di amici.

La 20enne, secondo quanto riferito ai militari dell'Arma, era giunta in discoteca con un'amica e poi ha bevuto dei drink con alcuni ragazzi italiani. Poi un vuoto di memoria di un paio di ore. La mattina successiva, la studentessa accusando alcuni lievi dolori alle parti intime è stata accompagnata al pronto soccorso dove è stato avviato il protocollo previsto per questi casi. Sono state riscontrate lievissime escoriazioni esterne compatibili con un rapporto sessuale ma che non provano che sia avvenuta una violenza.

I Cc indagano a tutto campo sulla vicenda senza escludere alcuna pista. L'amica della 20enne, già sentita dagli investigatori, ha spiegato che una volta nel locale ha perso di vista la giovane.

"Fondi mai arrivati ad Amatrice", indagini della Procura

RIETI - La Procura di Rieti potrebbe sentire il sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi, nell'ambito di un'indagine riguardante la destinazione degli oltre 33 milioni di euro raccolti con gli sms di solidarietà per i terremotati del centro Italia. Fondi, sempre secondo quanto riferisce il Fatto Quotidiano, che non sarebbero "mai arrivati alle popolazioni colpite dal sisma".

Il Fatto cita quanto ha affermato, l'altroieri, il sindaco di Amatrice dal palco di Atreju, la festa di Fratelli d'Italia, proprio in merito alla mancata destinazione dei fondi sms di solidarietà "alle persone e a quei paesi devastati".

"Nessun euro donato dagli italiani è 'sparito', sottolinea il Dipartimento della Protezione civile. "Infatti, i fondi raccolti, come stabilito nel Protocollo d'intesa con gli operatori della comunicazione e della telefonia, nonché dalla legge 229 del 2016 che ne disciplina il funzionamento, sono destinati a interventi in favore dei territori colpiti dal sisma". Il Dipartimento aggiunge che le donazioni sono nella contabilità del Commissario straordinario.

Renzi a Lecce: "Il candidato premier sono io"

di FRANCESCO GRECO. LECCE – Sfotte Salvini: “Ha detto che starebbe bene nella Corea del Nord? Allora aiutiamolo a casa sua…”. Vetriolo  su Grillo: “Di Maio candidato premier? Non è detto, la lotta è all’ultimo voto”. Cogliona D’Alema: “Certa sinistra ha promesso cose che non ha mai fatto…”. Demolisce il pensiero di Latouche: “La decrescita felice? E’ per chi ha i soldi”.

Dal vangelo secondo Matteo. Scravattato, istrionico, sferzante, un po’ sovrappeso. Renzi-tour fa tappa a Lecce, fra i ruderi del Teatro Romano, nella sera mediterranea odorosa di sale e di mirto. Presenta “Avanti” e a sentirlo sono accorse 500 persone. Siede fra Teresa Bellanova e Dario Stefano (in stand-bye per il listino). Intervista (al bromuro) di Paola Moscardino (La7). Master della banalità.

Uomo “felice, fortunato, forte”, nonostante nessun vitalizio, indennità, immunità parlamentare. Sa di suscitare sentimenti cool, e propone: “E se sostituissimo l’invidia con l’ammirazione?”. Disposto all’autocritica: “Abbiamo criminalizzato intere categorie di lavoratori”.  

Storytelling dejà-vù: 80 euro, tasse abbassate, il 41% alle Europee 2014, la 14ma, il Pil che aumenta, il Jobs Act “ha funzionato, 118 mila nuovi posti di lavoro (poi lievitati a “200mila in 3 anni”), disoccupazione giovanile scesa dal 44% al 35%, canone Rai in bolletta, bonus-bebè, bonus ai 18enni, la “Dopo di noi”, sulle unioni civili, sul caporalato, ecc. “Tutte cose di sinistra…”, sorride. Applausi.
 
Svela retroscena (che sono nel libro Feltrinelli): su Letta 2014 (“la ricostruzione di Stai sereno è sbagliata”), il Nazareno (“l’ha voluto Berlusconi dopo una telefonata con D’Alema, fatti mai smentiti… Ma B. non lo ha rispettato”), elogia i suoi uomini, Gentiloni su tutti (“Lo volli agli Esteri, sono orgoglioso di lui… Siamo una bella squadra”). Mette in guardia dalle fake-news, fa un elenco, ne siamo immersi. L’impressione è che non scaldi i cuori, non folgori le menti.
 
Poi, alla magnifiche sorti e progressive, delinea ipotesi di futuro (“Bellezza e capacità personali“, “Sono un inguaribile ottimista”, vede “un popolo che si rimette in cammino”, “abbiamo le carte in regola per uscire dalla crisi, andare in Europa “a gomiti larghi, farci dare 40 mld per le famiglie e per chi crea lavoro”), nicchia sul ritorno, via Rosatellum 2.0, in discussione (salvo imboscate), il Nazareno II, conferma di candidarsi a premier nel 2018 citando  Luigi XIV: “Il candidato sono io, mi ha scelto il popolo”. E la “concorrenza” di Gentiloni, Minniti, Delrio? Sorride, come a dire: Siamo seri…
 
(credits: A.Biasco)
Il Renzi-pensiero a tutto campo, come un cavaliere medievale, in una sera dolce, di fine estate, incantato da Lecce (“Abbiamo avuto tanto dai nostri padri e dalla natura”), contestato dai No-Tap (“Non attardiamoci su battaglie di retroguardia, abbiamo ritardi per cui l’energia costa di più, per cui l’opera è fondamentale per l’approvvigionamento energetico, al di là da dove approderà...”, apre). Gli risponde un attivista: “Sono laureato in Economia, faccio l’imbianchino per necessità”), nessuna parola sulle trivelle in arrivo al largo di Leuca, star del turismo planetario: la Moscardino tiene famiglia, ignora il tema ambiente, su cui pure il segretario Pd pensa a “interventi”, presenti nel concept del prossimo governo.    

DOMANDA: Torna perché ha dei conti in sospeso?
RISPOSTA: “Assolutamente no. Ho governato per mille giorni e sono uscito con un senso di gratitudine. La politica è fatti ed emozioni”.

D. Banche: avete regalato un po’ di soldi ai banchieri…
R. “Abbiamo salvato i correntisti, anche della 121, banca che qui a Lecce conoscete bene…”.

D. Come evolverà la questione Consip? 
R. “Aspetto di sapere chi ha falsificato i verbali”.

D. Referendum dicembre 2016: una lezione da trarre?  
R. “Ho preso una tramvata in faccia, anche per errori miei: è stata bocciata l’innovazione istituzionale. Davanti alle sconfitte, un leader si assume le sue responsabilità. Ma di referendum non parlerò per i prossimi 73 anni”.

D. Il Rei è una citazione del reddito di cittadinanza del M5S?
R. “Ma no, il reddito di inserimento è ben altro, perché la Costituzione è fondata sul lavoro, non sul sussidio”.

D. Per la legge elettorale finalmente è la volta buona? 
R. “Se son rose fioriranno…”.

D. Cosa vede all’orizzonte della sinistra e del Paese?
R. “Abbiamo fatto tante cose, ma le più belle sono ancora da fare. Smettiamo di litigare su tutto e guardiamo a quel che ci unisce. Fuori dalla sinistra c’è solo Grillo, o Salvini…”.
 
Game over, leccesi in fila per i selfie. Il circo leva le tende, il tour continua: the show must go on…

Le Yamaha fuori dal podio: ad Aragon vince Marquez, Valentino quinto

(Afp)
di PIERO CHIMENTI - Doppietta della Rapsol Honda nel Gp di Aragon, con la vittoria di Marquez, seguito sul podio dal compagno di scuderia Pedrosa. Terzo posto per Lorenzo in Ducati. Si deve accontentare del quinto posto, invece, Valentino Rossi che, nonostante una buona partenza, non riesce a tenere lontano dalla sua M1 il gruppo, preceduto anche da Vinales.

Nonostante il mancato raggiungimento del podio, il 'Dottore' è apparso soddisfatto, date anche le sue condizioni fisiche ancora precarie. Per la corsa mondiale, Marquez con la vittoria stacca Dovizioso arrivato al settimo posto, portandosi a +16 punti. Scala al quinto posto Valentino Rossi, con 168 punti, superato da Pedrosa arrivato a 170.

Lecce, una t-shirt per ricordare Noemi

di PIERO CHIMENTI - A Specchia, in provincia di Lecce, è ancora forte la commozione per la tragica scomparsa della 16enne Noemi, ammazzata violentemente dal suo fidanzato. Le sue amiche, per ricordarla, nella Messa della domenica hanno indossato le maglie raffigurante un grosso cuore con l'immagine della vittima vittima e la scritta: 'Tu vivi dentro i nostri cuori... perché sappiamo che non passerai mai'

Temporali in arrivo sulla Puglia

BARI - Le prossime 36 ore saranno caratterizzate da temporali con e rovesci sulla Puglia. Le piogge saranno moderate, non creando quindi nessuna criticità particolare ai cittadini pugliesi. Maggiori aggiornamenti nelle prossime ore. (Piero Chimenti)