Visualizzazione post con etichetta Attualità. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Attualità. Mostra tutti i post

giovedì, giugno 22, 2017

Bomboletta spray toglie la vita a blogger

di PIERO CHIMENTI - Un incidente domestico ha tolto la vita a Rebecca Burger, 33 anni, famosa blogger che gestiva il canale Youtube sullo sport e lifestyle. Nella sua abitazione nell'Alsazia le è esplosa una bomboletta spray per montare la panna, riportando gravi ferite al torace.

Nonostante la corsa in ospedale di Mulhouse, la fitness non è riuscita superare la notte per i traumi riportati.

Monza, è morto bimbo contagiato da morbillo

MONZA - Non ce l'ha fatta il piccolo di 6 anni che si trovava nel reparto di rianimazione dell’Ospedale San Gerardo di Monza. Il bimbo è morto per complicanze della malattia. “La storia di questo piccolo affetto da leucemia è l’esempio di come la cosiddetta ‘immunità di gregge’ sia fondamentale per la protezione di coloro che, per la loro malattia o per lo stato di trattamento in cui si trovano, non sono protetti, anche quando fossero vaccinati dal morbillo così come da altre malattie infettive”, ha dichiarato l’assessore al Welfare di Regione Lombardia, Giulio Gallera, in una nota.

“Il piccolo – ha spiegato l’assessore – era affetto da una Leucemia Linfoblastica Acuta (LLA), malattia che oggi ha una probabilità di guarigione in oltre 85% dei casi con forme simili. In data 15 Marzo, per il sospetto di infezione da morbillo (diagnosi confermata il 16 marzo), è stato trasferito in terapia intensiva per il peggioramento progressivo del quadro polmonare con necessità di assistenza respiratoria. È stato intubato e successivamente è iniziata l’assistenza mediante ECMO per insufficienza cardiaca o respiratoria, proseguita fino alla data di oggi”.

“Ci tengo a sottolineare – ha terminato l’assessore – come solo la vaccinazione di oltre il 95% dei bambini, sia l’unica strada per tutelare soggetti immunodepressi o che hanno contratto malattie come nel caso del piccolo del San Gerardo, che per queste ragioni non possono vaccinarsi”.

Maturità: seconda prova, Seneca al Classico, matematica allo Scientifico

Si è svolta oggi la seconda prova della maturità 2017 per circa mezzo milione di studenti impegnati con gli esami in tutta Italia. E' Seneca l'autore proposto al liceo Classico per la versione di latino. Di Seneca è stato proposto un brano tratto da 'Il valore della filosofia'.

Stavolta i pronostici non sono stati disattesi. Le ipotesi del toto-esame precedente l'inizio della maturità davano proprio Seneca come candidato principale: secondo il sondaggio di Skuola.net su 2500 maturandi, 1 su 4 (la maggioranza) si aspettava questo autore.

Al Liceo Scientifico la prova è di Matematica. Tra le tracce un problema sulla possibilità di pedalare su una bicicletta a ruote quadrate, citando il caso del MoMath Museum of Mathematics di New York. Nel problema sulla bici quadrata si chiede di calcolare il profilo della pedana per far muovere una bicicletta dalle ruote quadrate. Un secondo problema con il quale si stanno cimentando gli studenti dello scientifico è lo studio di una funzione.

Al liceo Scienze umane (opzione economico sociale) per Diritto ed economia politica si chiede di mettere in relazione il tasso di crescita/decrescita disoccupazione con le condizioni economica di Usa e Uk dal 1955 al 2016 proponendo poi nella seconda parte alcuni quesiti relativi al tema. E nello stesso liceo, in altro indirizzo, si chiede ai liceali di commentare un brano tratto da "Apocalittici e Integrati" che analizza il rapporto tra mass media e cultura.

Lo studio svizzero: uccelli 'stressati' da droni

LUCERNA - Una vera e propria mania è esplosa a livello globale, quella dell'utilizzo di droni. Per lavoro, ricerche scientifiche o semplice nuovo hobby del terzo millennio, sono sempre più gli apparecchi che si vedono librare in volo e aggirarsi un po' dappertutto col caratteristico lampeggiare delle luci led rosse e verdi e l'inconfondibile ronzio udibile a decine di metri di distanza. A causa dell'aumento del crescente aumento dell'utilizzo di questi dispositivi alcuni studiosi si sono chiesti che tipo di influenza possono avere sugli uccelli e gli altri animali selvatici.

Una ricerca della Stazione ornitologica svizzera di Sempach ha tentato di rispondere a questa domanda e ha fornito alcune raccomandazioni che Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, ritiene utile diffondere per sensibilizzare gli utilizzatori al fine di ridurre al minimo i disturbi agli animali.

Per i ricercatori svizzeri, che hanno diramato una nota in data odierna, lo studio dimostrerebbe che, in generale, gli uccelli reagiscono maggiormente nei confronti dei droni rispetto ad altri animali selvatici. Tuttavia, anche tra gli uccelli esistono differenze e alcuni sembra non abbiano nessuna reazione. Ciò non significa tuttavia che questi ultimi non risentano effetti. Gli "uccelli in cova, ad esempio, non abbandonano il nido neanche se disturbati. Malgrado ciò sono comunque sotto stress", si legge nel comunicato.

Nei prossimi mesi gli esperti della Stazione ornitologica di Sempach hanno fatto sapere che si incontreranno con le autorità, gli utilizzatori di droni e gli operatori che a vario titolo si occupano della protezione della natura per sviluppare, assieme a loro, "regole che possano godere di un ampio consenso per un utilizzo dei droni rispettoso degli animali selvatici".

"I disturbi sono un problema in crescita, da prendere in considerazione seriamente, per gli animali selvatici" avverte la Stazione ornitologica. "È particolarmente drammatico quando gli uccelli smettono di covare, oppure non iniziano nemmeno. Inoltre, se un uccello o un altro animale selvatico viene periodicamente costretto a fuggire, in casi estremi può morire per sfinimento", spiega.

Tra le raccomandazioni messe a punto dalla Stazione ornitologica svizzera vi sono ad esempio: non far volare mai direttamente i droni verso gli uccelli, preferire piccoli apparecchi silenziosi o anche rinunciare a voli lungo pareti rocciose, in particolare tra febbraio e luglio, periodo di nidificazione di specie sensibili come il Falco pellegrino o il Gufo reale.

Albania al voto, 'guerra' tra i sondaggisti italiani

TIRANA - Domenica prossima 25 giugno 2017, poco più di 1,7 milioni di elettori albanesi si recheranno alle urne per eleggere il nuovo Parlamento che resterà in carica quattro anni. Secondo le speranze e la propaganda politica, saranno quelli che vedranno l’Albania iniziare i negoziati di adesione alla Unione Europea, ma soprattutto saranno quelli che vedranno l’attuazione di una riforma della giustizia che ha dilaniato la politica albanese per più di un anno, e che potrebbe determinare, se dovesse funzionare, significativi scossoni anche nell’ambiente politico.
 
La situazione è assai tesa, notizie di qualche pestaggio politico interrompono la lunga serie di attacchi verbali che il premier Edi Rama, il Presidente del Parlamento e Presidente della Repubblica eletto Ilir Meta, e il nuovo capo del Partito Democratico Lulzim Basha (che ha preso il posto dell’ex Presidente Berisha), si scambiano ogni giorno, spesso con toni e argomenti molto aggressivi.
 
Sono loro i tre capi dei partiti che si divideranno i mandati parlamentari secondo i voti degli albanesi.

A differenza delle volte precedenti, quando il Partito Socialista e il Partito Democratico, con le proprie coalizioni, si dividevano la quasi totalità dei voti e degli eletti, questa volta una serie di cambiamenti alle procedure elettorali hanno provocato la nascita di un sistema tripolare, tutti contro tutti, con il Movimento Socialista per l’Integrazione (LSI) di Ilir Meta che si presenta come un serio candidato a raccogliere voti e mandati, sottraendoli agli altri due partiti.

I quattro anni di governo di Edi Rama sono passati tra scandali per contratti milionari e forti polemiche sulla diffusione della coltivazione della marjuana, e a fronte di un’economia non più ruggente, e negli ultimi due anni, con continue liti con il partner di coalizione Ilir Meta.

I principali analisti ritengono che Rama non possa superare il risultato del 2013 quando prese il 41,3%, risultato che gli garantirebbe oggi l’elezione di non più di una sessantina di deputati sui 140 totali, quindi non sufficiente per un governo monocolore.

Queste novità hanno scatenato una vera guerra dei sondaggi elettorali (che in Albania non sono regolamentati) con due televisioni concorrenti, anche se entrambe vicine al Premier Rama, che hanno pubblicato sondaggi realizzati da istituti italiani che vedono Rama vicino alla maggioranza assoluta e vedono invece Meta molto indietro, mentre un sondaggio riservato realizzato da un altro sondaggista italiano per conto di un cliente privato straniero, riporta il partito di Meta al secondo posto davanti al Partito Democratico, con il Partito Socialista sempre primo ma fortemente ridimensionato.
 
Si profila quindi un altro governo di coalizione, ma questa volta il gioco sembra apertissimo, con tutti i tre partiti che saranno in grado di scegliere con chi degli altri due fare una coalizione di governo.
 
Il voto terminerà domenica sera alle ore 19, ma le procedure di conteggio dei voti dovrebbero durare alcuni giorni. Domenica sera uno degli istituti di sondaggi italiani pubblicherà degli exit- poll, mentre per la convocazione del nuovo  Parlamento e la fiducia al nuovo governo bisognerà attendere settembre.

Sfratti in Puglia: Sicet Cisl, "un bollettino di guerra"

BARI - “Sono 6401 le richieste di sfratti esecutivi (Taranto esclusa) registrati in Puglia nel 2016, 1644 già eseguiti, con un incremento del 2,94% rispetto all’anno precedente. Ogni 12 mesi è un bollettino di guerra”. Il segretario generale del Sicet Cisl Puglia, Paolo Cicerone, esprime la sua preoccupazione per l’andamento negativo dei dati forniti annualmente dall’Ufficio statistico del Ministero degli Interni.

“La situazione peggiore – sottolinea il responsabile regionale del Sindacato Inquilini Casa e Territorio – si riscontra nella provincia di Lecce con 2081 sfratti per morosità, quasi un terzo del totale regionale; segue la Bat con 1319 e la provincia di Bari con 1292. La Capitanata ha registrato un incremento forte degli sfratti rispetto allo scorso anno, da 778 a 1033; mentre Brindisi conta 676 sfratti. Per la provincia di Taranto il Ministero fornisce un dato non definitivo pur segnalando 866 sfratti per morosità”. Per il Sicet Cisl si tratta di cifre impressionanti se si associano alle famiglie che rischiano di rimanere senza un tetto nonostante le riforme dell’Edilizia pubblica. “Per fronteggiare questa emergenza – conclude Cicerone – è necessario che il Governo predisponga un piano di edilizia pubblica degno di questo nome e torni a finanziare il Fondo sostegno affitti, entrambe misure finalizzate ad arrestare l’andata di sfratti che incide sulla vita di migliaia di famiglie”.

Lecce, Spider-man e Tom Holland contro il bullismo

LECCE - Appena un mese fa i 14 ragazzi di “Mabasta”, studenti della classe 2°A del “Galilei-Costa” di Lecce e ideatori del Movimento Anti Bullismo Animato da STudenti Adolescenti, hanno avuto il piacere e l’onore di incontrare Papa Francesco e nominarlo loro “Ambassador” adulto e martedì 20 giugno il protagonista del nuovo film Spider-Man Homecoming, il giovanissimo attore Tom Holland, ha voluto aderire al loro movimento e affiancarli nella lotta contro ogni forma di bullismo e cyberbullismo.

Tom Holland e Jon Watts, rispettivamente attore protagonista e regista del nuovo film che sarà nelle sale italiane il 6 luglio, erano a Roma per presentare la pellicola, la quale presenta un giovanissimo Peter Parker in età di liceo e vittima di bullismo. Per questo motivo, in Italia, la produzione di Super-Man nell’affrontare il delicato tema del bullismo ha voluto accanto a sé due partner emblematici che arrivano subito ai giovani e giovanissimi, l’editore Panini Comics ed il movimento Mabasta di Lecce, che contrasta il fenomeno agendo dal basso, a partire dagli stessi giovani.

«C’è un supereroe nascosto dentro ognuno di noi» racconta Tom Holland nel video messaggio ufficiale che ha registrato per parlare di bullismo. Nel video Tom invita i ragazzi a essere consapevoli del potere che hanno nella loro vita quotidiana e nei rapporti con gli altri, bisogna avere rispetto perché «essere diversi è cool!». Il messaggio si chiude con un ringraziamento a “Mabasta”” e un forte invito che Tom Holland ha voluto pronunciare in italiano trattandosi di un’iniziativa nata nel nostro paese: "#Nonfareilbullo", hashtag ufficiale di questa iniziativa.

In collaborazione con MaBasta, Panini supporta questa campagna con un fumetto speciale di Spider-Man interamente dedicato alla lotta al bullismo con ben tre storie assolutamente inedite su questo tema in edicola dal 15 giugno. L’edizione, che contiene un poster di Spider-Man: Homecoming, distribuita nelle edicole e nelle fumetterie, contiene anche un articolo dedicato a MaBasta e viene utilizzata insieme al video di Tom Holland per le campagne di sensibilizzazione nelle scuole portate avanti dal movimento.

Ora i ragazzi di Mabasta faranno leva sul potere immaginifico di Spider-Man e sulla sua capacità di parlare ai ragazzi per intensificare la campagna nelle scuole, per cui nelle prossime settimane e nel prossimo anno scolastico utilizzeranno il video messaggio di Tom Holland per rafforzare ancora di più la loro azione. «Spider-Man è un ragazzo giovane, uno studente come tanti, anzi, Peter Parker nel film è proprio un soggetto vittima di bullismo – commentano i ragazzi di MaBasta - per questo è una figura simbolo nel nostro progetto. Ora che abbiamo un grande supereroe come Spider-Man al nostro fianco, un personaggio amatissimo proprio dai ragazzi nella fascia d’età più soggetta, ci sentiamo più forti e “spalleggiati” in questa nostra lotta ad ogni forma di bullismo e cyberbullismo. Non finiremo mai di ringraziare la Warner, la Sony, la Panini e tutti coloro che ci hanno voluto coinvolgere in questa grandiosa campagna di Spider-Man #Nonfareilbullo».

L’attività di MaBasta è rivolta ai ragazzi vittima di bullismo, ai bulli e agli spettatori di atti di bullismo, e si concentra nel proporre l’adozione da parte delle scuole e delle classi di misure pratiche. Come il bollino delle “Classi Debullizzate”, una locandina da affiggere sulla porta dell’aula, a indicare che è una classe debullizzata (sono già 200 le classi che hanno aderito), l’istituzione dei Bulliziotti e delle Bulliziotte, studenti della classe che si impegnano a smorzare sul nascere ogni azione di bullismo o cyberbullismo, fungendo da ponte tra la classe e gli adulti della scuola, e l’introduzione delle BulliBox, urne posizionate in ogni istituto in cui si possono imbucare, anche in forma anonima, eventuali segnalazioni di atti di bullismo o episodi di cyberbullismo.

Giornata Mondiale dell’Ambiente 2017, le iniziative in Puglia

di DONATO FORENZA - La Giornata Mondiale dell’Ambiente, che viene festeggiata ogni anno in giugno, fu proclamata nel 1972, durante la “United Nations Conference on the Human Environment” che si tenne a Stoccolma, in Svezia, ed esiste dal 1974, istituita dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite. La Giornata Mondiale dell’Ambiente è stata ampiamente valorizzata anche in Puglia quale straordinaria ricorrenza per analizzare la complessità dei temi ambientali, concernenti il clima, la protezione delle foreste, l’inquinamento, la sovrappopolazione,  il surriscaldamento globale, il verde urbano e le numerose misure per il miglioramento della qualità della vita. Non va confusa con la Giornata della Terra che si celebra in aprile dagli anni Settanta (iniziativa di Gaylord Nelson, Senatore USA).

Il tema è pensato per portare nuova consapevolezza; quest’anno, riguarda il rapporto tra Uomo e Natura:  “Connecting People to Nature”. Nel Pianeta, nel 2015 fu l’Italia ad ospitare la Giornata Mondiale dell’Ambiente, mentre quest’anno è il Canada. La Puglia è stata molto sensibile alle tematiche della protezione dell’Ambiente e si sono registrate numerose importanti manifestazioni in sedi scientifiche, nelle scuole, nel mondo del Volontariato e dell’associazionismo. Tra i consigli raccomandati: l’utilizzo di lampadine a basso consumo e delle nuove lampadine LED; - impiegare la raccolta differenziata; - ridurre i costi della tassa per i rifiuti; - aria condizionata e riscaldamento devono essere tenuti entro un intervallo di 5 °C rispetto alla temperatura esterna; - usare mezzi pubblici, biciclette o i piedi, quali sostituti dell’automobile; - più attenzione da parte delle amministrazioni cittadine; - l’acqua non è una risorsa infinita; - non lasciare il rubinetto aperto mentre ci si lavano i denti;  - utilizzare elettrodomestici solo a pieno carico; - cambio di elettrodomestici con quelli di categoria A; - i rifiuti speciali devono essere portati nei centri di raccolta.

La Giornata Mondiale dell’Ambiente ha trattato temi importanti sui metodi per contrastare il riscaldamento globale e per ridurre le emissioni di anidride carbonica, pericoloso gas serra che condiziona i parametri climatici della Terra.

"Grave pericolosità nel 2017 per gli incendi boschivi in Puglia"

di DONATO FORENZA - Il problema degli incendi boschivi e rurali nella Puglia si sta aggravando già da alcuni giorni. Anche quest’anno è stata effettuata la “Dichiarazione di stato di grave pericolosità per gli incendi boschivi” nell’anno 2017, ai sensi della L. 353/2000 e della Legge regionale 7/2014 . La grave pericolosità per gli incendi per tutte le aree boscate, cespugliate, arborate ed a pascolo del territorio della Regione Puglia, concerne il periodo dal 15 giugno al 15 settembre 2017, e se necessario va prolungato al 30 settembre lo stato di allertamento delle strutture operative.

Pertanto, durante il suddetto periodo, in tutte le aree a rischio di incendio boschivo (art. 2 della legge 353/2000) e/o immediatamente  ad esse adiacenti, è tassativamente vietato: accendere fuochi; usare apparecchi a fiamma o elettrici per tagliare metalli; usare motori (fatta eccezione per quelli impiegati per eseguire i lavori forestali autorizzati), usare fornelli che producano faville o brace; tenere in esercizio fornaci, forni a legna, discariche incontrollate; fumare, gettare fiammiferi, sigari o sigarette accese; compiere ogni operazione che possa creare pericolo di incendio; accendere fuochi d’artificio, lanciare razzi o lanterne volanti dotate di fiamme libere, transitare e/o sostare con autoveicoli su viabilità non asfaltata all’interno di aree boscate; abbandonare rifiuti nei boschi e in discariche abusive ed altri divieti.

Inoltre, i proprietari, gli affittuari e i conduttori dei campi a coltura cerealicola a conclusione delle operazioni di mietitrebbiatura, devono prontamente realizzare perimetralmente e all’interno della superficie coltivata una fascia protettiva sgombra da ogni residuo di vegetazione, per una larghezza continua di almeno quindici metri tale da assicurare che il fuoco non si propaghi. La fascia protettiva deve essere comunque realizzata entro il 15 luglio.

Chiunque avvisti un incendio che interessi o minacci aree boscate, cespugliate, arborate e a pascolo è tenuto a darne immediata comunicazione alle competenti Autorità riferendo gli elementi per la localizzazione. Per la prevenzione, sono comunque in vigore tutti gli articoli delle normative. Occore, purtuttavia una vasta attività di Educazione ambientale, paesaggistica e forestale antincendio ed una intensificazione dei Piani Comunali di Protezione Civile.

"Stop all'abbandono delle bellezze della città", a Taranto nasce 'Opera prima'

di PIERO CHIMENTI - 17 sigle composte da associazioni di categoria, ordini professionali e rappresentanti delle imprese, cogliendo l'invito di coesione sociale dell'Arcivescovo di Taranto, Mons. Filippo Santoro, hanno dato vita a Taranto Opera Prima. Lo scopo del progetto creato dalle varie unioni, tra cui da ANCE Taranto, Assonautica di Taranto, Casartigiani Taranto, C.L.A.A.I. Puglia delegazione Taranto e Brindisi, CNA Taranto, Collegio dei Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Taranto, Collegio dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati della Provincia di Taranto, Confagricoltura Taranto, Confartigianato Imprese Taranto, Confcommercio Taranto, Confcooperative Taranto, Confesercenti Taranto, Confindustria Taranto, Ordine degli Architetti Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Taranto, Ordine degli Ingegneri della Provincia di Taranto, UNSIC Taranto, U.P.A.L.A.P., è quello di indicare delle linee guida, da affidare al Sindaco che uscirà dai ballottaggio, sul tema di urbanistica il decoro urbano, il recupero del patrimonio immobiliare pubblico e privato e il recupero di quella bellezza paesaggistica, infrastrutturale e ambientale in fase di abbandono nel corso degli ultimi anni.

Castellaneta, al via sagra più grande d'Italia

CASTELLANETA - Degustazioni di prodotti enogastronomici dell’eccellenza pugliese e musica di tanti generi sono il segreto del successo della Sagra da far'nedd e dei Sapori di Puglia Città di Rodolfo Valentino, la più grande d'Italia, che domenica 13 agosto 2017 torna nella magica cornice del centro storico di Castellaneta, organizzata dall’associazione Uni.Com.Art. di Castellaneta, sostenuta dalla Fondazione Rodolfo Valentino e patrocinata dal Comune di Castellaneta e dalla Regione Puglia Assessorato alle Risorse Agroalimentari.

Una delle grandi novità di questa edizione è la degustazione del formaggio del benessere Perlavi da taglio vaccino con pochi grassi e senza lattosio e a ridotto contenuto di colesterolo, un plus rispetto ad altri formaggi, di pasta bianca morbida e compatta con rada occhiatura, dolce e delicato; il formaggio è ricavato da latte pastorizzato, caglio, sale, fermenti lattici e contiene glucosio e galattosio.

A proporre questo formaggio è Nova Marte con una storia imprenditoriale e commerciale di 40 anni che a gennaio ha ottenuto la certificazione sulla sicurezza alimentare per la maniera approfondita e accurata di tutte le fasi, dalla produzione al confezionamento. La creazione di una linea di formaggi interamente dedicata al benessere ha l’obiettivo di voler essere all’avanguardia con proposte sempre nuove e vicine alle esigenze del consumatore.

Anche quest’anno le degustazioni sono con un unico ticket che comprenderà il bicchiere ufficiale dell’evento con proverbi in vernacolo, realizzato a mano in ceramica tipica pugliese: le degustazioni enogastronomiche saranno una decina, a cominciare dalla ‘far’nèdd’, la farinella di ceci, friselle di Fornerie Laertine maestri fornai di Laterza con olio extravergine del Frantoio Vito Antonio Terrusi, vino, frutta, gelato Negus e la birra Raffo a fiumi della tradizione tarantina.

La sarabanda di prelibatezze servite all’ombra di vicoli, slarghi, pendii, chiese e palazzi storici é una formula vincente, data l’affluenza di migliaia di presenze della passata edizione nel centro storico, con le sensazioni tipiche delle melodie dei gruppi musicali che allietano la lunga sera della Sagra da far'nedd e dei Sapori di Puglia Città di Rodolfo Valentino.

La Sagra da far'nedd e dei Sapori di Puglia Città di Rodolfo Valentino è giustamente considerata la più grande d’Italia con i suoi 2,5 km di percorso nel cuore della storia architettonica castellanetana.

Inoltre sarà ampliato lo spazio espositivo riservato a commercianti del territorio con l’istallazione di numerosi stand per proporre prodotti e servizi di ogni genere legati al mondo dell'artigianato e dell'enogastronomia; la prenotazione degli stand é possibile telefonando al 320.9732857.

mercoledì, giugno 21, 2017

Usa, accoltella agente al grido di 'Allah Akbar'

STATI UNITI - Arrestato dopo aver accoltellato un agente all'aeroporto di Flint, in Michigan. La vittima è stata trasportata in ospedale in condizioni critiche. A renderlo noto i media statunitensi. Il poliziotto è stato colpito al collo. L'attentato è stato fatto al grido di "Allah Akbar", secondo quanto riporta la Nbc che cita alcuni testimoni e alcune fonti investigative.

Fbi indaga l'accaduto come "possibile atto di terrorismo", riporta sempre la Nbc.

Roma, Raggi a rischio processo: no dimissioni, si va avanti

di MARIAGRAZIA DI RAIMONDO - Alla sindaca di Roma Virginia Raggi è stato notificato l'avviso di chiusura indagini per la vicenda delle nomine al Capodoglio. Il sindaco di Roma rischia di finire a processo per abuso d'ufficio e falso. A riguardo è intervenuto l'avvocato della Raggi, dichiarando: "Sul fascicolo che riguarda Renato Marra, prendiamo atto che cade l'ipotesi di abuso per la sindaca. Sul fascicolo Romeo siamo assolutamente certi di poter chiarire la sua posizione, ma prima dovremo avere piena contezza del contenuto delle indagini. Solo dopo questo passaggio vaglieremo tutte le possibilità, dal deposito di una memoria alla richiesta di essere ascoltati".

Le reazioni politiche non sono mancate. Si è espresso fiducioso il vicesindaco Luca Bergamo che ha ribadito, con toni decisi, di andare avanti perché, malgrado ci sia una valutazione e un giudizio finale, sono tutti tranquilli. Paola Muraro, ex Assessore all'Ambiente della giunta Raggi, dimessa nel dicembre 2016, ha puntato il dito sul Movemto 5 Stelle. Muraro si è dimessa in quanto indagata e perché lo prevedeva il codice etico del movimento. L'ex assessore ha rilasciato delle dichiarazioni in cui dice: "oggi il codice è cambiato per questo non credo che la Raggi si dimetta e per quanto riguarda le mie, mi hanno fatta fuori''.

Ieri sera, a Carta Bianca su Rai3, la diretta interessata Virginia Raggi ha dichiarato: "Seguo le regole del codice etico del M5S. Qui non stiamo parlando del fatto che io abbia rubato soldi, ma di una firma e di una procedura di nomina mai stata contestata. Sono abbastanza tranquilla e con i miei legali credo che potremo spiegare. Per quanto riguarda le dimissioni di Muraro, una sua scelta". A difendere la Raggi ci sono le dichiarazioni di Matteo Salvini, leader della Lega. Per lui la sindaca non deve dimettersi e dovrebbe farlo solo se condannata e non per un rinvio a giudizio.

Strage Piazza della Loggia, confermati ergastoli Maggi e Tramonte

ROMA - Dopo una lunga camera di Consiglio la Corte di Cassazione conferma le condanne all’ergastolo per Carlo Maria Maggi e Maurizio Tramonte, ritenuti responsabili della strage di Piazza della Loggia a Brescia del 28 maggio 1974, uno degli eventi simbolo degli Anni di piombo italiani e l’ultima ancora in attesa di una verità processuale.

Quel giorno nella principale piazza bresciana persero la vita otto persone e oltre cento furono ferite. La sentenza definitiva arriva 43 anni dopo e ratifica quanto deciso dai giudici d’appello il 22 luglio 2015.

La Cassazione ha ritenuto Maggi e Tramonte mandante ed esecutore materiale della strage, accogliendo le richieste del sostituto procuratore generale. Le difese avevano invece chiesto l’assoluzione. Maggi e Tramonte appartenevano alla formazione neofascista Ordine Nuovo e sono considerati esponenti di quella “destra eversiva”, come avevano scritto i giudici di secondo grado, che voleva, attraverso la strategia stragista, “destabilizzare il sistema politico italiano”.

Maturità 2017, tracce: Caproni, idillio e minaccia verso la natura, robotica e ricostruzione


Partita la prima prova della Maturità 2017. Caproni è l'autore scelto per l'analisi del testo. E' una delle tracce proposte ai maturandi 2017 per il primo scritto di Italiano, con al centro della prova il rapporto tra idillio e minaccia nei confronti della natura. I decenni 50 e 60 per il tema storico; Nuove tecnologie e lavoro, robotica e futuro, per il tema scientifico; la natura tra minaccia e idillio in arte e letteratura per il saggio breve artistico e letterario.

"Versicoli quasi ecologici" di Giorgio Caproni (raccolta Res Amissa)

Non uccidete il mare,
la libellula, il vento.
Non soffocate il lamento
(il canto!) del lamantino.
Il galagone, il pino:
anche di questo è fatto
l’uomo. E chi per profitto vile
fulmina un pesce, un fiume,
non fatelo cavaliere
del lavoro. L’amore
finisce dove finisce l’erba
e l’acqua muore. Dove
sparendo la foresta
e l’aria verde, chi resta
sospira nel sempre più vasto
paese guasto: Come
potrebbe tornare a essere bella,
scomparso l’uomo, la terra.

Mezzo milione di studenti affronta tra poco la prima prova scritta, quella di Italiano uguale per tutti gli indirizzi. Quest'anno sono 12.691 le commissioni per 25.256 classi coinvolte. 505.686 i candidati iscritti all'esame (489.168 interni e 16.518 esterni).

Quest'anno gli ammessi all'esame, secondo le prime rilevazioni del Miur sono il 96,3%; la Sardegna è la regione che fa registrare il tasso più basso, 94%, mentre la Basilicata con il 98,5% è quella che sforna la più alta percentuale.

A tutti gli studenti sono arrivate le raccomandazioni dello chef Alessandro Borghese nell'ambito della campagna #NoPanic del ministero, pensata per parlare ai giovani con il loro linguaggio, accompagnandoli al fatidico appuntamento, via social, con video consigli, grafiche, post sulle principali scadenze. "È importante - suggerisce il cuoco stellato in una clip che chiude il cerchio dei video consigli già dispensati dal linguista Luca Serianni e dall'astronauta Samantha - mangiare bene e a orari regolari, e mangiare sia carboidrati sia proteine. Perché servono tutti e due. Servono a far funzionare la testa".

Gli appuntamenti per i circa 500 mila candidati, come ogni anno, saranno serrati. Dopo il tema di italiano il 21 giugno, i ragazzi dovranno tornare tra i banchi il giorno dopo, 22 giugno, per il secondo scritto. Il 26, dopo un week end per tirare il fiato, si cimenteranno con il famigerato quizzone. Quarta prova scritta, per gli indirizzi in cui è prevista, il 27; mentre per le scuole sedi di seggio elettorale la terza e quarta prova scritta si svolgeranno il 27 e il 28.

Caso nomine, rischio processo per Raggi

ROMA - Il sindaco di Roma, Virginia Raggi, risulterebbe a rischio rinvio a giudizio per le accuse di falso e abuso d'ufficio. La procura di Roma ha chiuso le indagini, atto che di norma precede la richiesta di processo, per il cosiddetto 'pacchetto nomine'. Alla sindaca è contestato l'abuso d'ufficio in relazione alla nomina di Salvatore Romeo a capo della segreteria politica, il falso per quella alla direzione Turismo del Campidoglio di Renato Marra, fratello di Raffaele, ex capo del personale.

La Procura di Roma chiederebbe invece di archiviare la posizione della Raggi dall'accusa di abuso d'ufficio in relazione alla nomina di Renato Marra a capo del dipartimento Turismo. Reato contestato, invece, al fratello, Raffaele, all'epoca capo del personale del sindaco. L'ex braccio destro del sindaco, attualmente sotto processo per corruzione, secondo la Procura si sarebbe dovuto astenere da quella nomina in quanto coinvolgeva il fratello e invece se ne occupò in prima persona.

LEGALE RAGGI: "SU ROMEO CERTI DI POTER CHIARIRE TUTTO" - L'avvocato di Virginia Raggi, Alessandro Mancori, ha reso noto all'Ansa che non intende commentare in modo articolato "finché non accederemo agli atti depositati dai Pm". "Sul fascicolo che riguarda Renato Marra prendiamo atto che cade l'ipotesi di abuso per la Sindaca - ha dichiarato -. Sul fascicolo Romeo siamo assolutamente certi di poter chiarire la posizione della sindaca, ma prima dovremo avere piena contezza del contenuto delle indagini".

Taranto, fregata Carabiniere e il sommergibile Romeo Romei per la prima volta in Mar Piccolo


TARANTO - “Sono qui per testimoniare il grandissimo affetto che ha tutta la comunità pugliese per la Marina Militare. Venire qui è un’emozione fortissima. Viene un nodo alla gola nel vedere questa grande energia del Paese a servizio di operazioni umanitarie in tutto il mondo. Questa nave è stata in luoghi lontanissimi, adesso torna a casa ed è giusto che qualcuno abbracci la nave e il suo equipaggio”.
Così il Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano partecipando questa mattina a Taranto, su invito della Marina Militare, al transito nel Mar Piccolo della fregata Carabiniere e del sommergibile Romeo Romei, seguite da Nave Mimbelli, al rientro dall’impegno del G7 a largo di Taormina.

“Ringrazio la Marina Militare – ha continuato Emiliano - nella persona dell’Ammiraglio Marzano e del Ministro della Difesa,Pinotti, per aver mantenuto l’impegno a dislocare qui a Taranto importanti unità di nuovissima concezione e costruzione. È un incoraggiamento in un momento difficile per l’economia della nostra regione e della Città, ma è anche un momento di grande felicità e di orgoglio nel vedere i tanti ragazzi pugliesi che fanno parte di questi equipaggi”.

Per l’occasione, nel pomeriggio di oggi sarà effettuata l’apertura straordinaria del Ponte Girevole.

La Fregata Europea Multi Missione (FREMM) Carabiniere è la quarta unità della classe, costruita nei cantieri navali della Fincantieri, varata il 29 marzo 2014 e consegnata alla Marina Militare nell’aprile del 2015, è la prima nave della sua classe ad attraversare il canale navigabile. Lunga 139 mt, larga 19,70 mt, ha un Equipaggio di 131 uomini e donne di cui 19 Ufficiali, 90 Sottufficiali e 22 Marinai. L'Unita è rientrata recentemente da una lunga campagna navale in Australia e nel Sud est asiatico, terminata lo scorso 9 giugno a Civitavecchia, dove ha ricevuto la Bandiera di Combattimento alla presenza del Presidente della Repubblica. La fregata sosterà presso l’Arsenale Militare per alcune lavorazioni al termine delle quali sarà definitivamente assegnata alla sede di Taranto, diventando la prima FREMM di base nella “città dei due mari”.

Il sommergibile Romeo Romei, quarto battello della classe U212, consegnato alla Marina Militare lo scorso 11 maggio, raggiunge per la prima volta la sede di Taranto, al termine di un periodo di addestramento preliminare.

Bari, giunta approva cofinanziamento interventi accessibilità Casa Piccinni

BARI - Su proposta dell’assessore alle Culture Silvio Maselli, la giunta comunale ha approvato questa mattina la delibera relativa alla partecipazione e cofinanziamento al bando promosso dal FAI nell’ambito dell’8° censimento “I luoghi del cuore” con il progetto finalizzato all’accessibilità di Casa Niccolò Piccinni - 1° stralcio - piano terra.

Con 6.530 segnalazioni la Casa di Niccolò Piccinni, affacciata su una delle più belle e importanti piazze di Bari vecchia, è risultata infatti il luogo del cuore FAI della città di Bari.

Nel dettaglio l’atto prevede l’approvazione del progetto con l’indicazione puntuale degli interventi da realizzare per rendere pienamente fruibile il piano terra di Casa Piccinni; la candidatura al bando con le “Linee guida per la selezione degli interventi a favore dei luoghi votati all’8° edizione del Censimento 2016”, che disciplinano le modalità di presentazione delle domande per beneficiare del contributo diretto da parte della Fondazione per tutti i luoghi del cuore che hanno ricevuto almeno 1.500 segnalazioni al censimento 2016 e, infine, la copertura di spesa degli interventi in progetto, che di seguito si elencano:

•          realizzazione di una rampa in corrispondenza dell’ingresso da piazza Mercantile;
•          sostituzione della porta a vetri scorrevole esistente (ad apertura elettrificata) con una porta antipanico;
•          realizzazione di una rampa amovibile, con struttura in legno, tanto da consentire il superamento del dislivello tra il secondo e il terzo ambiente;
•          rivestimento con intonaco di tipo deumidificante delle pareti del primo vano, previa rimozione delle pannellature in cartongesso e spicconatura degli intonaci esistenti;
•          installazione di pedane in legno, totalmente amovibili, a costituire un palco per piccoli eventi;
•          ampliamento del varco tra il secondo e il terzo ambiente, per consentire un maggior filtraggio della luce, mediante demolizione e successiva ricostruzione della spalletta e rinforzo dell’arco sovrastante;
•          realizzazione di una rampa per consentire il superamento del dislivello tra il terzo e il quarto ambiente;
•          realizzazione di servizio igienico, dotato di antiwc, attrezzato per la fruizione da parte di soggetti con disabilità motorie.
Dei 37.500 euro necessari per i lavori, 7.500 sono iscritti al civico bilancio mentre i restanti 30.000 sono da richiedere al FAI come contributo.

“Nel 1700 i più grandi musicisti della scena europea e internazionale erano Wolfgang Amadeus Mozart e Niccolò Piccinni - commenta Silvio Maselli -. La differenza è che a Mozart sono stati dedicati non solo film di straordinaria importanza ma anche teatri, luoghi di fruizione musicale e prestigiose istituzioni culturali e le sue partiture musicali vengono studiate ed eseguite in tutto il mondo, mentre Niccolò Piccinni, forse perché nato a Bari, ha visto non solo le sue opere neglette perfino alle nostre latitudini ma soprattutto una mancata valorizzazione della sua casa natale. Infatti, sebbene Casa Pccinni sia stata donata alla città dall’architetto Stella, il Comune per lungo tempo non ne ha potuto sfruttare a pieno le potenzialità nonostante il restauro effettuato già nel 1998. Ora è arrivato finalmente il tempo di restituire questo importantissimo contenitore culturale alla città non solo per il valore estetico dell’immobile, una fascia tipica dell’Alto Medioevo che campeggia nel cuore di piazza Mercantile, ma soprattutto per il valore immateriale e simbolico che esso rappresenta. La casa in cui operò nei primi anni della sua vita uno dei più grandi geni musicali della storia, sicuramente il più grande talento che questa terra abbia mai espresso adesso, grazie al sostegno del FAI potrà essere al centro di un significativo intervento di recupero e valorizzazione”.

Bari, bis toponomastico per Nino Rota

di NICOLA ZUCCARO - Esplorando la mappa cittadina di Bari e la sua toponomastica comunale, un posto di primo piano per la duplice dedica spetta a Nino Rota. Dopo una 'via' nel Rione San Girolamo, dal pomeriggio di mercoledì 21 giugno il 'lato Cognetti' del Teatro Petruzzelli porterà il nome del compositore musicale, autore di celebri colonne sonore cinematografiche, con la seguente denominazione: Largo Nino Rota (1911-1979).

Si è svolta nel pomeriggio di mercoledì 21 giugno, in occasione della Festa della Musica, la cerimonia di intitolazione al maestro Nino Rota del largo ubicato tra via Cognetti e Corso Cavour, lato destro del Teatro Petruzzelli.

Alla cerimonia sono intervenuti il sindaco Antonio Decaro, gli assessori alla Toponomastica, Angelo Tomasicchio, e alle Culture, Silvio Maselli, e i direttori e presidenti dei Conservatori di Bari e Monopoli e de Il Coro del Faro.

L’intitolazione è stata decisa dalla giunta comunale che ha accolto la petizione presentata dall’associazione Ambiente Puglia, presieduta da Paolo Lepore, e sottoscritta da molti cittadini baresi, con l’obiettivo di ricordare il grande maestro che, nei trent’anni passati alla direzione del Liceo e poi Conservatorio di Musica “Piccinni” di Bari, seppe creare un fermento artistico-musicale nel quale si sono formate diverse generazioni di giovani musicisti.

“Il riconoscimento a Nino Rota, compositore tra i più influenti e amati della storia del cinema - ha dichiarato il sindaco di Bari - rappresenta per l’amministrazione comunale un modo per legare il nome del maestro alla città di Bari, che di fatto diventò la sua città adottiva, il luogo dove il maestro Rota ideò alcune delle sue memorabili composizioni e dove formò decine e decine di musicisti. Non è dunque un caso se abbiamo voluto dedicargli questo spazio accanto al Teatro Petruzzelli, tempio per eccellenza della musica, dell’arte e della cultura della nostra città. Ci è sembrato giusto che tutti i baresi che attraversano queste strade e questi luoghi si chiedano perché questo largo sia stato intitolato a Nino Rota, quale sia stato il suo legame con Bari e cosa abbia lasciato alla nostra città. Desidero ringraziare l’associazione Ambiente Puglia che ha stimolato l’amministrazione a procedere su questo fronte perché, grazie alla loro sensibilità, oggi possiamo regalare alla nostra città e a questa piazza un nuovo nome e un nuovo significato. Da oggi questo sarà largo Nino Rota e la piazza della musica”.

Emergenza caldo, tavolo tecnico a Palazzo di Città

BARI - Si è riunito nella mattinata di mercoledì 21 giugno a Palazzo di Città, il tavolo tecnico istituzionale, cui ha partecipato anche la rete delle realtà di volontariato laico e cattolico, convocato dall’assessorato comunale al Welfare per coordinare i servizi e le azioni socio-sanitarie finalizzate a sostenere gli anziani e le persone più vulnerabili durante la stagione estiva e in caso di ondate di calore.

Si è trattato del primo incontro del tavolo, al quale sono intervenute anche nuove realtà che contribuiranno a promuovere e ampliare le attività in programma per l’estate 2017, a partire dalla rete delle farmacie e dei servizi socio-educativi e di prossimità che offriranno interventi e presidi fissi di ascolto e orientamento in tutti i Municipi, in particolare nei quartieri periferici.

Con ausilio dei Municipi e della ASL verranno individuati inoltre anziani soli e soggetti a rischio, in maniera da offrire un piano di sorveglianza attiva e monitoraggio che raggiunga quante più persone possibile.

“Questo percorso - ha commentato l’assessora al Welfare Francesca Bottalico - rientra in una strategia più ampia messa in campo dall’assessorato per potenziare e innovare la rete dei servizi rivolti ai casi di grave marginalità che riguardano sia gli anziani soli sia le persone senza fissa dimora che, soprattutto se soffrono già di diversi tipi di patologie, vedono inevitabilmente aggravarsi le proprie condizioni di salute in concomitanza con le alte temperature. Per questo ampliare la rete dei soggetti pubblici e privati impegnati a sostenere chi vive in condizioni di fragilità, è fondamentale: perché vogliamo che nella nostra città possano crescere e consolidarsi la cultura dell’accoglienza e il senso di comunità. Nella prima settimana di luglio saremo in grado di illustrare nel dettaglio tutte le azioni messe in campo per fronteggiare l’emergenza caldo”.

L’assessorato al Welfare, inoltre, ha comunicato che sabato 24 giugno, a partire dalle ore 9.30, negli spazi della Casa delle Culture, si terrà un’intera giornata di confronto e formazione sulle politiche e i servizi finalizzati al contrasto della grave marginalità adulta.

Il programma prevede la costituzione di gruppi di lavoro impegnati su tematiche specifiche, seminari formativi e mostre fotografiche.