Visualizzazione post con etichetta MODA. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta MODA. Mostra tutti i post

Nugnes & Stella McCartney: il talk sulla sostenibilità della moda con Eva Geraldine Fontanelli

TRANI (BT) - Evento di Nugnes di venerdì 20 maggio 2022, alle ore 18,00, presso la Sala delle danze di Palazzo Pugliese, in corso Vittorio Emanuele 189 a Trani (BT), TALK "The Future of Sustainability" sul Futuro della sostenibilità nel mondo della moda con Eva Geraldine Fontanelli.

L’eco-imprenditrice milanese, già collaboratrice con le Nazioni unite per progetti sulla sostenibilità, interprete e portavoce della filosofia del brand di Stella McCartney, pioniera paladina della moda etica, di cui condivide sensibilità, valori e stile, ha dialogato con gli ospiti, ponendo l’accento sulla sostenibilità che non rinuncia all’estetica, e sulla ricerca e studio di nuove frontiere nel mondo della moda, come una pelle vegana ottenuta dalla lavorazione del micelio dei funghi. Per celebrare la collezione Stella McCartney Summer 2022 Eva Geraldine Fontanelli ha esplorato le qualità di questi organismi e il loro potenziale illimitato. 
Nel video potrete apprezzare qualche ripresa dell' evento e l'intervista con Beppe Nugnes, uno dei più autorevoli imprenditori del fashion del territorio e oggi, per la sua storica boutique dalle grandi firme, può vantare una “casa” altrettanto iconica e prestigiosa. 

Com'è nato il Brand Nugnes Beppe? 

"Il brand Nugnes nasce da una lunga storia sartoriale. Nel 1929 nonno aprì la prima bottega che poi col tempo si è evoluta grazie al supporto di mio papà e di mio zio. Nel ‘64 vi fu il primo grande passo con l’approdo a Palazzo Pugliese: un locale piccolo rispetto a quello attuale, ma con una boutique che affiancava la sartoria. Io sono entrato in azienda nel 1983 e nel 1989 abbiamo invece iniziato ad occuparci anche di abbigliamento donna. Nel ‘99 abbiamo rilevato un’altra area di Palazzo Pugliese sino ad arrivare ad oggi, dove il Palazzo è diventato interamente nostro, portando a compimento un nostro sogno. Uno spazio del quale sono sempre stato innamorato, sin da bambino. Io sono nato in questa strada e ho vissuto sempre queste stanze e questi luoghi dove oggi operiamo. Abbiamo dato seguito alla nostra storia", sottolinea Beppe Nugnes.
(ph Paola Pansini)
Dalle ore 19.00, poi, il Mushroom cocktail party ha animato la Sala delle danze e le terrazze di Palazzo Pugliese, allestite con i visual di Stella McCartney. Mentre i ritmi della serata sono stati scanditi dalla music designer Miss Pia, gli ospiti invece sono stati deliziati dalle proposte veggy di food & beverage, a cura di Alegra hospitality group, in cui verrà esaltata l’anima mediterranea e vegetale della Puglia. A seguire anche l'intervista con Marinella De Pinto, collaboratrice di Beppe Nugnes, che ci ha raccontato altre info sull'evento. (videointervista a cura di Edoardo Giacovazzo)

Per Stella McCartney ‘i funghi sono il futuro’. Nugnes 1920 si conferma ambasciatore di brand internazionali e di messaggi universali

TRANI (BT) - Grande attenzione di pubblico e media per l’evento esclusivo in collaborazione con Stella McCartney che ha visto Palazzo Pugliese rivelarsi ancora una volta tempio della moda e della cultura, luogo di visioni e contenitore esperienziale, anche per le grandi maison internazionali. La dimora storica, ora scrigno della prestigiosa boutique Nugnes 1920, in corso Vittorio Emanuele è diventata teatro di un talk sulle nuove frontiere dell’ecosostenibile nella moda. Ancora una volta Nugnes si conferma ambasciatore di brand internazionali per il proprio spirito inclusivo ed eclettico, in un’ottica curatoriale, che si nutre delle ispirazioni sofisticate e colte della sua terra, la Puglia.
Per celebrare la collezione Summer 2022 di Stella McCartney e le qualità incredibili dei funghi, un attento uditorio ha potuto ascoltare nella incantevole Sala delle danze, mirabilmente affrescata, le brillanti parole di Eva Geraldine Fontanelli. La fondatrice di gOOOders ha illustrato ad una platea consapevole di opinion leader, top clients della boutique e giornalisti la visione della maison e le qualità di questi piccoli organismi e il loro potenziale illimitato. L’eco-imprenditrice milanese, già collaboratrice delle Nazioni unite per progetti sulla sostenibilità, interprete e portavoce del brand Stella McCartney, con il quale condivide sensibilità, valori e stile, ha dialogato con gli ospiti di sostenibilità che non rinuncia all’estetica e di ricerca e studio delle nuove frontiere nel modo della moda.
La collezione Summer 2022 della stilista britannica evoca una femminilità sensuale attraverso un racconto visivo che invita le ‘donne Stella’ a ridefinire la bellezza attraverso la leggerezza e la delicatezza. I capi rispecchiano la semplicità caratteristica del brand, traendo ispirazioni inaspettate dall'esplorazione e dall'approfondimento della sostenibilità. Stella si è ispirata alle qualità trascendentali e trasformatrici dei funghi viste in Fantastic Fungi, il documentario che esplora il potenziale illimitato di questi incredibili organismi. Si tratta di un viaggio psichedelico nella natura basato sull'idea che i funghi siano un elemento fondamentale di connessione nel mondo. Il micologo britannico e autore di Entangled Life, Merlin Sheldrake, contribuisce a raccontare la storia che uni- sce i funghi all'umanità, collegando il passato delle nostre specie e infondendo ottimismo sul futuro del nostro pianeta.
I funghi rappresentano anche una speranza per l'innovazione sostenibile della moda già esplorata con la nuova borsa Frayme MyloTM , realizzata in micelio vegano ricavato dalle radici dei funghi e presentata durante la sfilata Summer 2022 lo scorso ottobre. Creata in collaborazione con Bolt Threads, è la prima borsa al mondo di un brand di lusso ricavata da questo materiale e sarà disponibile nei prossimi mesi in edizione limitata.
Nella collezione Summer 2022 di Stella McCartney frange ondeggianti donano movimento a pantaloni, gilet e abiti con stampe di funghi disegnate a mano su organza leggera, con scolli strutturati. Tagli biofilici riconnettono i capi con Madre Natura negli abiti aderenti e nei top in maglia, indossati sotto dei capi sartoriali. La palette colori della collezione, prendendo spunto dalla base organica, si ispira a tinte presenti in natura e mescola la luminosità con la naturalezza.
Come sempre, la collezione non prevede l'uso di pelle, piume e pellicce e presenta poliestere ed elastan riciclati, nylon rigenerato, cotone e lino biologici, viscosa rispettosa delle foreste, lana responsabile e tracciabile proveniente da allevamenti rigenerativi, pelle premium artigianale senza solventi, Alter Mat, jersey realizzato con fibre di indumenti riciclati RefibraTM, cupro, tintura Recycrom, utilizzando rifiuti tessili riciclati su denim di cotone biologico e altro ancora.
Un vero successo il party che è seguito al talk, un pubblico frizzante e giovanile ha animato le terrazze di Palazzo Pugliese, allestite con l’installazione luminosa di lettere giganti, a formare il nome Stella, e funghi psichedelici, ispirati alle stampe della collezione estiva della stylist londinese. Il ritmo del Mushroom cocktail party è stato scandito dalla music designer Miss Pia, che ha evocato sonorità vintage, rigorosamente suonate con vinili. Gli ospiti sono stati deliziati dalle proposte veggy di food & beverage, a cura di Alegra hospitality group, in cui sono state esaltate alcune tipicità pugliesi e l’anima mediterranea e vegetale della regione. Acque infusionate, in pieno stile healthy, un tributo alle qualità organolettiche dei funghi utilizzati anche come ingrediente, sono state accostate allo special drink della serata, il Margarita, realizzato con la ricetta della leggenda Paul McCartney, padre di Stella.
Ha divertito e incuriosito inoltre la sharing box grazie alla quale gli ospiti hanno potuto immortalare il momento dinanzi al backdrop dedicato a Stella McCartney e avere un ricordo in foto della serata speciale.

Intimissimi si conferma un brand amato dalle celebrities

MILANO - La linea cotone di Intimissimi presenta un intimo semplice, che valorizza la femminilità e la donna che lo indossa, in grado di far sentire bene con sé stesse. 

Elisabetta Canalis mostra la sua sensualità e il suo corpo in perfetta forma indossando il reggiseno in cotone con coppa preformata e rinforzata grazie un impercettibile supporto in tulle. La showgirl italiana sceglie il completo top e slip nel colore blu carta da zucchero, per un effetto fresco ed estivo.

Beatrice Valli sceglie la linea cotone per sentirsi avvolta e come abbracciata dal proprio intimo: un reggiseno a triangolo senza imbottitura e senza ferretto abbinato a uno slip brasiliana in cotone la rende comfort e romantica.

La famosa influencer Giulia Gaudino sceglie un completo intimo grigio che valorizza le sue forme restando elegante e comoda. La brassière in cotone si caratterizza per la spalla larga e l’elastico ricoperto in cotone sotto il seno. Senza ferretto e senza chiusura, è comodo e confortevole e ideale per momenti di realx o per il tempo libero.

Per Stella McCartney 'i funghi sono il futuro'

(ph Paola Pansini)
TRANI (BT) - Intercettare l’evoluzione del territorio verso prospettive contemporanee per un pubblico sempre più consapevole è ciò che fa di Palazzo Pugliese un tempio della moda e della cultura, luogo di visioni e contenitore esperienziale, anche per le grandi maison internazionali.

Venerdì 20 maggio dalle ore 18.00 il Palazzo in corso Vittorio Emanuele diventa teatro di un talk sulle nuove frontiere dell’ecosostenibile nella moda. Ancora una volta Nugnes si conferma ambasciatore di brand internazionali per il proprio spirito inclusivo ed eclettico, in un’ottica curatoriale, che si nutre delle ispirazioni sofisticate e colte della sua terra, la Puglia.

Per celebrare la collezione Summer 2022 e le qualità dei funghi, Palazzo Pugliese ospiterà un evento esclusivo in collaborazione con Stella McCartney durante il quale Eva Geraldine Fontanelli, fondatrice di gOOOders, racconterà la visione della maison ed esplorerà le qualità di questi organismi e il loro potenziale illimitato. L’eco-imprenditrice milanese, già collaboratrice con le Nazioni unite per progetti sulla sostenibilità, interprete e portavoce del brand Stella McCartney, con il quale condivide sensibilità e valori, dialogherà con gli ospiti di sostenibilità che non rinuncia all’estetica e di ricerca e studio delle nuove frontiere nel modo della moda. «I brand che ce la faranno – sostiene la Fontanelli - saranno quelli che saranno in grado di accostare alla moda una filosofia di vita, una missione».

La collezione Summer 2022 di Stella McCartney evoca una femminilità sensuale attraverso un racconto visivo che invita le ‘donne Stella’ a ridefinire la bellezza attraverso la leggerezza e la delicatezza. I capi rispecchiano la semplicità caratteristica del brand, traendo ispirazioni inaspettate dall'esplorazione e dall'approfondimento della sostenibilità. Stella si è ispirata alle qualità trascendentali e trasformatrici dei funghi viste in Fantastic Fungi, il documentario che esplora il potenziale illimitato di questi incredibili organismi. Si tratta di un viaggio psichedelico nella natura basato sull'idea che i funghi siano un elemento fondamentale di connessione nel mondo. Il micologo britannico e autore di Entangled Life, Merlin Sheldrake, contribuisce a raccontare la storia che uni- sce i funghi all'umanità, collegando il passato delle nostre specie e infondendo ottimismo sul futuro del nostro pianeta.

I funghi rappresentano anche una speranza per l'innovazione sostenibile della moda già esplorata con la nuova borsa Frayme MyloTM , realizzata in micelio vegano ricavato dalle radici dei funghi e presentata durante la sfilata Summer 2022 lo scorso ottobre. Creata in collaborazione con Bolt Threads, è la prima borsa al mondo di un brand di lusso ricavata da questo materiale e sarà disponibile nei prossimi mesi in edizione limitata.

Nella collezione Summer 2022 di Stella McCartney frange ondeggianti donano movimento a pantaloni, gilet e abiti con stampe di funghi disegnate a mano su organza leggera, con scolli strutturati. Tagli biofilici riconnettono i capi con Madre Natura negli abiti aderenti e nei top in maglia, indossati sotto dei capi sartoriali. La palette colori della collezione, prendendo spunto dalla base organica, si ispira a tinte presenti in natura e mescola la luminosità con la naturalezza.

Come sempre, la collezione non prevede l'uso di pelle, piume e pellicce e presenta poliestere ed elastan riciclati, nylon rigenerato, cotone e lino biologici, viscosa rispettosa delle foreste, lana responsabile e tracciabile proveniente da allevamenti rigenerativi, pelle premium artigianale senza solventi, Alter Mat, jersey realizzato con fibre di indumenti riciclati RefibraTM, cupro, tintura Recycrom, utilizzando rifiuti tessili riciclati su denim di cotone biologico e altro ancora.

Dalle ore 19.00 il Mushroom cocktail party animerà la Sala delle danze e le terrazze di Palazzo Pugliese allestite con i visual di Stella McCartney. Mentre i ritmi della serata saranno scanditi dalla music designer Miss Pia, gli ospiti saranno deliziati dalle proposte veggy di food & beverage, a cura di Alegra hospitality group, in cui verrà esaltata l’anima mediterranea e vegetale della Puglia. Acque infusionate, in pieno stile healthy, un tributo alle qualità organolettiche dei funghi, si accosteranno allo special drink della serata, il Margarita realizzato con la ricetta di Paul McCartney, padre di Stella.

A Lecce le creazioni dello stilista Pietro Paradiso


LECCE - Nella splendida cornice della Chiesa di San Francesco della Scarpa, in Lecce, la sfilata di moda Animus, dove le creazioni dello stilista Pietro Paradiso, insieme agli accessori di Michela Anastasia creatrice del brand Michy_hm_ accessories e i Bijoux di Patrizia e Antonella Cardone, titolari del brand La habitual, hanno omaggiato le donne, la loro anima generosa, coraggiosa, riflessiva.

Donne che vivono la propria vita sempre a testa alta, che ne sanno cogliere le sfumature, che sanno rialzarsi, mogli, madri, figlie e nonne in equilibrio tra mille impegni lavorativi, familiari e personali, rappresentate straordinariamente dalle nostre modelle per un giorno, Paola, Carmela, Ornella, Anna Rita, Antonella, Anna, Fernanda, Chiara e Maria Assunta.

La kermesse, patrocinata dalla provincia di Lecce, è stata curata e diretta da Daria Vernaleone.  M Arti di Lecce che ha allestito per l’occasione  una mostra di abiti e accessori realizzati nel corso di Decorazione che afferisce al DIPARTIMENTO DI ARTI VISIVE, diretto dalla Professoressa Lucia Ghionna Antonella Vadruccio mekup style e Massimo Fedele  hair stylist della serata.

In collaborazione con Banca Popolare Pugliese, Fatano 1880, Cantine Sanpancrazio e l'Accademia di Belle. 


Andria, Gucci arriva al vicolo Casalino nella 'via più stretta'


ANDRIA (BT) - Finito il clamore mediatico della sfilata a Castel del Monte, si accendono i riflettori sul centro storico della città di Andria. Come preannunciato alcune ore fa, nella giornata di martedì 17 maggio è previsto uno shooting fotografico nel cuore del centro stoico della città federiciana e il Presidente dell’Associazione Civica “Io Ci Sono!”, Savino Montaruli, non perde l’occasione per porre in evidenza questo evento peraltro forse neppure preventivato ma sicuramente frutto della bellissima iniziativa che ha colpito l’attenzione dei Media chiamata “La Sfilata dei Mingucci”. 

Il presidente di “Io Ci Sono!”, a proposito dello shooting nel centro storico ha dichiarato: “ero certo che in qualche modo la città di Andria, dopo le nostre critiche costruttive, potesse avere un seppur minimo riconoscimento dalla presenza dello Staff Gucci sul territorio. Portare le modelle di della Casa di Moda nel nostro Centro Storico andriese significa riconoscere il grande lavoro svolto da cittadini e residenti nel Primo Vicolo Casalino. 

Un luogo dapprima esaltato, poi denigrato e persino condannato con la multa salata a carico di chi se ne prende cura ed oggi i riflettori di Gucci. Un risultato che ci onoriamo di aver contribuito a raggiungere e che mette fine a polemiche ed ad atti persecutori che avrebbe portato alla sconfitta dell’iniziativa. Senza l’amore di chi se ne è preso cura oggi quel luogo non avrebbe mai potuto diventare il fulcro dello shooting di Gucci. Benvenuti nella Via Più Stretta”.

Piccoli stilisti crescono, da Leuca alla conquista del mondo

(credits: Nico Giaccari)
FRANCESCO GRECO - LEUCA (LE). Concept dettato dall’attualità quotidiana che sta rimodulando tutti i nostri archetipi culturali: riciclaggio di materiali e ripescaggio di vecchi abiti, soffitte e bauli della nonna sempre generosi per il vintage e saccheggiati dalle nipoti (perfino l’uso del loro telaio). E poi l’uncinetto, tulle e organze, stoffe della memoria e tante provocazioni (uso di catene, bicchieri di plastica, frammenti di cd, tappi di bottiglia, blister di farmaci, mascherine a rete) come forma di esorcismo delle paure del presente. In sintonia con la filosofia del nostro tempo barocco.

Background mediterraneo nei richiami all’arte egizia e greca, postulati estetici di una dichiarata, perseguita “voglia di rinascita”. Ma, a ben guardare, ci sono tanti altri intrecci e password sottintese, suggestioni e contaminazioni carsiche nell’evento “Arte è moda” (Armonia fra i due mari), concorso per giovani fashion designer che si è svolto a Leuca, nella deliziosa location di Villa Antonio Fuortes, sede della Pro Loco (guidata dall’infaticabile presidente Vincenzo Corina, col prezioso lavoro del suo staff), davanti al mare argentato di Santa Maria de Finibus Terrae, guest star graditissima la luna piena.

E’ partita così, in una serata magica, fiabesca, di una calda domenica di metà maggio - ma sembrava già agosto - la stagione 2022. Sotto una buona stella, perché tutti hanno dato il massimo in impegno, passione, professionalità, il che, dati i tempi, ci rende un po’ ottimisti per il domani; e se è vero quel che diceva Dostoevskij, che “la bellezza salverà il mondo”, siamo sulla buona strada.

Una giuria autorevole (guidata da Maria Luisa Morroy Capasa e composta da Santo Fino, Rosanna Calcagnile, Isabella Diso-Pisani, Rita Melcarne, Giuseppe Coluccia, Paolo Protopapa, Rossella Galante Arditi e Francesca Sergi), era chiamata a esprimersi sulle proposte di studenti e studentesse delle scuole del territorio di Terra d’Otranto, tutte di ottimo livello e con insegnanti appassionati: Accademia Calcagnile, Lecce, Accademia Cordella, Lecce, “Enrico Giannelli” (Parabita-Gallipoli), “Egidio Lanoce” (Maglie), “Don Tonino Bello” (Tricase), Politecnico Moda Casarano, e alcun stilisti indipendenti, alla loro prima, emozionante uscita, singoli e gruppi, con le proposte di abiti e accessori (le borse di Maria Francesca Ferraro, “Preziosi straccetti”, etc.).

(credits: Nico Giaccari)

La proposta più trasgressiva è apparsa quella di Michela Stefanelli da Montesardo con “CDress”, un abito incredibile fatto di pezzi di cd-room. Quelli più romantici, che evocano atmosfere delicate, intimiste “Leuca” e “Aurora su Leuca” (Alessandra De Matteis, fuori concorso). “Vivere a colori” di Anastasia Tramacere (Aradeo), in organza, il più sofisticato. Il più sobrio quello della deliziosa bambina Eleonora (“Le Veneri”). Mentre Laura Forestieri, siciliana, ha proposto “Vivere a Palermo”: ha solo 14 anni, è la stilista più giovane d’Italia e ha mandato modelli, disegni e abiti tramite la nonna che vive a Leuca.

La giuria ha espresso queste valutazioni: vincitore assoluto “Notre Dame de Paris” (di Sofia Siciliano e Emanuele Corvaglia, Istituto “Don Tonino Bello”, Tricase); al secondo posto “Ecce homo” (di Federica Manco, Istituto “Filippo Bottazzi”, Taurisano); terzo “CDress” (Michela Stefanelli, Accademia Cordella, Lecce). Categoria gruppi: “Recynciling e Vintage” (Istituto “Lanoce”, Maglie).

La manifestazione è stata sostenuta dal Comune di Castrignano del Capo, l’UNPLI e un pool di aziende del territorio. In video-collegamento, l’evento è stato “lanciato” da Ennio Capasa: “E’ importante collegare il mondo della scuola a quello del lavoro per le nuove generazioni – ha detto – il nostro è un mestiere affascinante, che richiede professionalità… Siamo leader mondiali nella moda”.

Piccoli stilisti crescono, a Sud-Est, e partono da Finibus Terrae, agorà millenaria di incanto e bellezza, alla conquista del mondo con le loro proposte fresche, innovative, provocatorie. E se nello sguardo del maestro Santo Fino da Gagliano, che negli anni del dopoguerra a Roma ha vestito le star del cinema e politici famosi, c’era una luce di approvazione, è segno che la qualità c’è.

Ha condotto con brio e professionalità la bravissima stilista Romina Morciano (atelier a Castrignano, frequentatissimo, ambitissimo), gli applauditi intermezzi musicali della maestra Dionisia Cassiano (pianoforte e canto)e l’apertura della Cascata Monumentale con i suoi giochi di colori hanno chiuso una serata da tramandare ai posteri. Le riprese della web-tv di Michelle Ferilli hanno spalmato urbi et orbi il sogno, la bellezza, la poesia, la magia.

Bravi! Bravi! Bravi e… arrivederci al 2023!

Trani, 'Senza mare non so amare': si concretizza il progetto di sostenibilità ambientale di Nugnes


TRANI (BT) - Alle porte della stagione estiva, si concretizza il progetto “Senza mare non so amare”, in cui moda e territorio si fondono in una nuova missione per la salvaguardia dell’ambiente e la valorizzazione e il rispetto del nostro mare. Venerdì 13 maggio, alle ore 10.30, verrà collocato nel porto di Trani, presso la Lega Navale (Molo Sant’Antuono), il sistema di smaltimento di rifiuti donato da Nugnes alla stessa Lega.

L’iniziativa, promossa da Nugnes lo scorso dicembre e partita proprio dalla perla dell’Adriatico, punta i riflettori sui valori importanti dell’azienda e del suo ceo, Beppe Nugnes, promotori di un messaggio di rispetto per l’ambiente e per il mare. Un mare da salvaguardare non soltanto durante le vacanze estive, perché da sempre patrimonio culturale e ventre prolifico per Nugnes e per la Puglia con la sua cultura vitale ed eclettica.

Simbolo di questa iniziativa le t-shirt, firmate Nugnes, nel colore rosa portafortuna dell’azienda, con un claim evocativo “Senza mare non so amare”.

Dopo il boom di vendita delle magliette destinate a contribuire al nobile progetto, venerdì prossimo presso la Lega Navale di Trani grazie a Beppe Nugnes, amministratore delegato di Nugnes 1920, in collaborazione con Seabin Project e Love Boat, giovane azienda che si occupa della distribuzione del Seabin Project nel Sud Italia, sarà installato, alla presenza del sindaco di Trani Amedeo Bottaro, il primo sistema al mondo di smaltimento di rifiuti in mare. Il contenitore galleggiante è dotato di un meccanismo a pompa, alimentato elettricamente, che convoglia al suo interno fino a 25.000 litri d’acqua all’ora, filtrandola e ripulendola dai detriti galleggianti. Tale sistema può raccogliere 3,9 kg di detriti al giorno, pari a mezza tonnellata di rifiuti di plastiche e microplastiche l’anno.


La vendita delle magliette continua per progetti futuri di salvaguardia ambientale, che non si fermeranno alla città di Trani. Il loro acquisto, al costo di 33€, sarà un gesto per fare la propria parte come individui e cittadini, uniti per la stessa causa. Le magliette continuano ad essere in vendita sia nella boutique Nugnes in Corso Vittorio Emanuele, 189 a Trani, sia online https://it.nugnes1920.com/pages/senza-mare-non-so-amare.

«Sosteniamo convintamente l’iniziativa di Nugnes – evidenzia il sindaco Amedeo Bottaro. Trani è stata fra le prime città a dotarsi, già a maggio del 2020, di questa innovativa tecnologia che sta dando buoni risultati. Poter contare su ulteriori dispositivi a protezione dello specchio acqueo del porto non può che renderci felici. Politiche di protezione ambientale ed un rapporto sempre più stretto con il mare sono fra gli obiettivi strategici di questa amministrazione, motivo per il quale siamo al fianco del ‘privato’ e di tutti quei privati che con convinzione sposano la causa della sostenibilità ambientale della città».

Come sottolinea Beppe Nugnes, ceo dell’omonima azienda: «Sono molto orgoglioso di partecipare attivamente alla tutela del nostro mare, contribuendo in maniera concreta all’operazione attraverso il progetto ‘Senza mare non so amare’. L’unico mare di cui possiamo fare a meno è quello di rifiuti, ci auguriamo di poter fare sempre di più per salvaguardare e migliorare insieme la nostra terra ed essere promotori di un messaggio che veda sempre più imprenditori e aziende operare in questa direzione».

Liu Jo Luxury presenta Teen, il nuovo smartwatch che colora l'estate 2022




Liu Jo Luxury, brand extension di gioielli e orologi dell’omonimo marchio di abbigliamento, continua con energia il suo percorso hi-tech evolvendo in chiave fresca e cool quello che è stato definito il “perfetto connubio tra glamour e tecnologia”. Nasce così lo smartwatch Teen, destinato a diventare il protagonista della Spring/Summer 2022 grazie ad una palette colori che racchiude tutte i sapori dell’estate. 

L’estro e lo stile proprio dei teenagers, a cui questo accessorio deve il nome, sono stati i driver che hanno portato alla creazione di una collezione di orologi unisex, in cui il design essenziale è stato interpretato secondo una ricetta cromatica che mixa tonalità differenti, dando vita ad una capsule collection in grado di rappresentare quell’anima glam e contemporanea adatta ad ogni età. Tra le funzioni dell’orologio, la possibilità di ricevere notifiche, avvisi, promemoria, monitorare l’attività sportiva o la propria salute; a ciò si aggiunge un alto grado di personalizzazione dello schermo, grazie all’ampia scelta di sfondi disponibili e alla possibilità di utilizzare proprie foto.

Il classico smartwatch Liu Jo viene così declinato in una nuova versione energica e frizzante, in cui l’attento studio delle caratteristiche tecniche si accompagna a quello di una ricercata palette colori che vede il quadrante ed il cinturino vestirsi di tonalità accese che vanno dal rosa bubble all’arancione passando per l’azzurro cielo ed il verde lime.

A completare questa speciale capsule, una versione degli auricolari bluetooth Liu Jo campita a monocromo secondo un’ampia gamma di tonalità frizzanti, per dare vita ad un divertente e colorato mix&match tecnologico.

“Vogliamo nel nostro piccolo migliorare ulteriormente un prodotto che ha avuto un grande successo nella sua prima declinazione. Due anni fa infatti abbiamo creato uno smartwatch che non solo rispondeva ai canoni del brand, ma applicava le maggiori funzioni quotidiane per migliorare le proprie abitudini”, ha commentato Bruno Nardelli, AD di Liu Jo Luxury. “Vogliamo continuare l’importante azione strategica che abbiamo intrapreso con questa avventura tech, lavorando attentamente sulla proposta tecnologica, che si è ampliata con la nascita degli auricolati bluetooth, e stilistica perché l’attenzione al glam e al dettaglio non devono mai mancare.”

Lo smartwatch Teen si presenta come il perfetto accessorio glam-tech, curato nei minimi particolari e con quel tocco di vivacità regalato da una palette colori energica e brillante. La spensieratezza del vivere quotidiano e del sapersi prendere tempo per sé stessi parte da questi speciali accessori.

Gucci sceglie Castel del Monte


BARI - Contaminazione di passato e presente, arte e moda che trova nella bellezza il linguaggio comune. È racchiusa in questo magnetico incastro la scelta da parte di Alessandro Michele di presentare, il prossimo 16 maggio a Castel del Monte, la nuova collezione Gucci, lanciando in tutto il mondo l’immagine del Castello e del paesaggio pugliese.​

Il dialogo artistico-culturale con Gucci andrà, però, ben oltre l’evento, con l’impegno a finanziare un importante progetto di valorizzazione, pensato per potenziare l’esperienza di visita a Castel del Monte.

«Eventi di grande risonanza come questo – spiega il Direttore Generale Musei, Prof. Massimo Osanna – lasciano dietro una scia che parte dal luogo protagonista dell’iniziativa e si espande su tutto il territorio, con effetti benefici e ricadute positive sull’immagine internazionale, sui flussi turistici e sul patrimonio culturale della Regione, in linea con le strategie che caratterizzano il Sistema Museale Nazionale. L’occasione risponde anche all’opportunità di fare sistema tra pubblico e privato, nell’unico intento di creare e moltiplicare il valore, un percorso che la Direzione Generale Musei sta promuovendo da anni».

«Questa iniziativa – commenta il Direttore Regionale Musei Puglia, dott. Luca Mercuri – porterà un beneficio concreto e duraturo al Monumento e al suo pubblico, grazie alla sensibilità dimostrata dal brand e alla volontà sinergica di promuovere un progetto innovativo di valorizzazione. Ringrazio, oltre a Gucci, il prof. Massimo Osanna per il sostegno e la lungimiranza: l’evento, del resto, è in linea con la volontà del Ministero della Cultura di promuovere la creatività contemporanea e l’industria creativa anche nel settore della fotografia, del design e naturalmente della moda».

Per questioni legate all’organizzazione dell’iniziativa – precisa la direttrice del sito, Dott.ssa Elena Saponaro – l’orario di ingresso al Castello sarà rimodulato come segue: sabato 14 e domenica 15 maggio Castel del Monte sarà fruibile dalle 10.00 alle 14.00; il 16 maggio è prevista la giornata di chiusura; il 17 maggio, invece, il sito sarà aperto al pubblico dalle 14.00 alle 19.00.

Considerato che le attività di allestimento cominceranno il 7 maggio, a partire da quella data e fino al 17 maggio, per tutto il pubblico il biglietto d’ingresso a Castel del Monte sarà eccezionalmente di Euro 2,00 (salvo le gratuità di legge).

Carmen Martorana è la nuova esclusivista di Miss Italia in Puglia


BARI - È Carmen Martorana, titolare della Carmen Martorana Eventi, la nuova esclusivista per la Puglia di Miss Italia, il più celebre concorso di bellezza nazionale giunto alla 83^ edizione. Prende il posto di Mimmo Rollo, figura storica nella regione scomparso qualche mese fa e il cui ricordo è sempre vivo.

La patron Patrizia Mirigliani ha scelto di affidarsi ad una donna, professionista del settore per l’organizzazione delle selezioni e delle finali regionali. Nel 2010 ha fondato la Carmen Martorana Eventi, agenzia di organizzazione eventi moda e talent scouting. Ha scoperto modelle pugliesi che oggi calcano le passerelle più prestigiose e ha collaborato con kermesse del fashion di Roma, Milano, Sanremo, Parigi e Dubai. Ha fondato Top Fashion Model un master professionale per la moda presente anche ai Caraibi e l’associazione Ufficio Moda Italia che raduna fotografi, stilisti, make up artist ed hair styist.

La Carmen Martorana Eventi è una realtà radicata tra le più accreditate che lavora con serietà, professionalità e qualità e che è onorata di ricevere il mandato per la Puglia di Miss Italia.

'Burberry: Fifty Years Of Crossing Paths' accende Trani


FRANCESCO LOIACONO - Si è svolto ieri sera nella suggestiva ambientazione di Palazzo Pugliese a Trani, in Corso Vittorio Emanuele, l’evento di moda “Burberry: Fifty Years Of Crossing Paths”, 50 anni di percorsi trasversali. La serata è stata allietata dalla musica in sottofondo di alcuni dee jays. 


Durante l’evento sono stati mostrati capi rappresentativi del brand iconico, tra cui diversi tipi di calzature, trench in gabardine e numerosi altri tipi di abbigliamento. Perfetta l’organizzazione. Presente un pubblico abbastanza numeroso. Molto accogliente il personale di sala. 

Hanno partecipato all’evento diversi fotografi e numerose tv private.




Moda: Nugnes e Burberry festeggiano un'amicizia che racconta la Puglia da 50 anni

(Ph: Paola Pansini)

TRANI (BT) - Lontani geograficamente ma uniti da una di quelle amicizie che superano le distanze e si aprono alla contaminazione. Una collaborazione, quella tra Burberry e Nugnes, che dura da 50 anni, e che ha regalato al tessuto sociale pugliese tradizioni da tramandare e storie condivise. Un traguardo da festeggiare, giovedì 7 aprile a partire dalle ore 19,00, nella cornice di Palazzo Pugliese, casa dello storico multi-brand di Trani e vero polo del lusso in Puglia.

Il filo diretto capace di collegare il tacco d'Italia e l'Inghilterra, è stato teso già negli anni '60 quando gli impermeabili del brand arrivavano nella boutique non appesi, come accade oggi, ma più poeticamente ripiegati in bustine. Un legame che si è saldato portando lo spirito britannico molto lontano dalle terre natali. È stata così forte la fascinazione del brand nato a Basingstoke e così capace di superare i confini nazionali e inserirsi senza sforzo negli usi e costumi pugliesi, tanto che negli anni '80 le sciarpe di Burberry rappresentavano il regalo più ambito per i giovani che compivano 18 anni. Più che un semplice accessorio, un vero e proprio amuleto, da indossare per affrontare le sfide dell'età adulta, dotati del giusto equipaggiamento.

Una storia condivisa, costruita sulle solide basi della stima e dell'apertura alla contaminazione culturale, che prosegue seguendo la missione dei fondatori, raccontando ancora oggi come due identità così apparentemente lontane possano invece parlare la stessa lingua nel segno dell’eleganza.

Ad unirle anche un approccio rispettoso delle rispettive origini, capace però di cogliere lo spirito dei tempi e declinare di conseguenza l'offerta verso il proprio pubblico. Se Beppe Nugnes ha trasformato la sartoria del nonno in una boutique dall'appeal di un moderno caffè letterario, mantenendo intatto il rapporto di complicità che fa sentire unico ogni cliente, il direttore creativo di Burberry, Riccardo Tisci - altro pugliese doc nativo di Taranto – è stato capace di trasportare nella modernità il brand inglese. Un'impresa di traduzione dei codici estetici che ha rivoluzionato accessori e capisaldi, come il classico impermeabile in tela di gabardine, marchio di fabbrica di Thomas Burberry, nato nel 1879, ancora oggi uno status symbol per generazioni diverse da quelle per le quali è nato.

(ph Paola Pansini)

Una collaborazione sugellata dalla “pugliesità”, uno sguardo abituato al bello, che si ritrova nei contrasti e nelle mescolanze, così come si sono storicamente mescolati popoli e usanze nel corso della storia del Mezzogiorno. Il risultato è un eclettismo capace di trasformarsi, sempre tenendo fede alla propria storia.

Un'amicizia, quella tra Nugnes e Burberry, che trova ulteriore collante nell'approccio comune e condiviso verso la sostenibilità. Sul sito del retailer pugliese spicca, infatti, la sezione ‘Sustainable is fashionable’, che mette in front row i brand e i prodotti green del suo portfolio, mentre le vetrine fisiche “circular economy” premiano i designer che hanno messo la protezione dell'ambiente al centro del loro operato. Un gruppo del quale Burberry fa parte, avendo adottato da anni procedure alternative nella produzione dei suoi capi, dalle conciature “verdi”, che utilizzano un mix di minerali e agenti vegetali per trattare la pelle, al sostegno ad associazioni che impiegano materiali di scarto per creare limited edition, come nel caso di Quid.

Proprio per onorare la strada percorsa insieme, le due realtà hanno deciso di festeggiare nello scenario suggestivo di Palazzo Pugliese in Corso Vittorio Emanuele a Trani – storica dimora di fine '800 e oasi dello stile nel Mezzogiorno – che con le sue 18 vetrine illustra a passanti e clienti lo stato dell'arte dell'eleganza.

Vetrine customizzate – dove protagonisti saranno i capi della s/s 2022 del brand – una sala dedicata alle novità di stagione, e, inoltre, un'installazione artistica site specific dedicata al savoir-faire della storica maison inglese. Un evento che coinvolgerà la vibrante e affezionata community pugliese che nel corso dei decenni si è abituata a considerare Burberry come un alleato imprescindibile del proprio guardaroba, da cui spicca la tela in gabardine sulla quale si intreccia da cinquant’anni la storia comune di Burberry e Nugnes.

Gli ospiti per l’occasione saranno deliziati con gli amuse-gueules ideati da un’altra eccellenza del territorio, lo chef stellato Felice Sgarra, ispirato dall’eclettismo di Beppe Nugnes e dal motivo tartan simbolo dello storico marchio inglese: una proposta che ben si sposerà con i vini di qualità San Marzano.
La storia. Nugnes nasce all’alba degli anni 20 come una sartoria nel cuore di Trani. Ritornato in Puglia da Milano, Giuseppe Nugnes, il nonno dell’attuale amministratore unico, porta un’idea di eleganza raffinata e assolutamente moderna per i tempi nella sua città natale, trovando immediato consenso negli uomini più sofisticati e ricercati di Puglia che potevano trovare in Nugnes un perfetto interprete dei loro desideri di eleganza. Grazie al supporto dei figli Franco e Tonino, Nugnes a metà degli anni ‘60 è in grado di produrre circa 600 capi su misura all’anno e nel 1956 lo spirito imprenditoriale della famiglia conduce all’apertura della prima boutique uomo che diventa un punto di riferimento nella perla dell’Adriatico, importante crocevia nell’Italia del sud. Su spinta della terza generazione, nel 1989 Nugnes, consapevole della forza del proprio marchio allarga la visione all’universo femminile inaugurando il primo store donna. Nel 1999 la terza generazione della dinastia, capeggiata da Giuseppe Nugnes con la sorella Elisabetta e la cugina Alba Rosa, rileva l’azienda di famiglia, prendendone il timone, e acquisisce il piano terra di Palazzo Pugliese, consolidando il brand sul territorio, affacciandosi al mercato estero e ponendo le basi per il progetto ambizioso appena inaugurato nel 2021.

A seguito di una progressiva acquisizione degli spazi e un’accurata ristrutturazione di essi, orchestrata a quattro mani dallo Studio Dini Cataldi in stretta collaborazione con Giuseppe Nugnes, il Palazzo diventa oggi casa accogliente e raffinata in cui si riflette la visione di Nugnes. Progettato con l’obiettivo di creare una sorta di salotto, il nuovo concept store, che si sviluppa su una superficie di 1,000 metri quadrati su due livelli, unisce i tre satelliti di Nugnes – il salotto bespoke, l’area dei globetrotter minimal e la moda donna al piano nobile, - in un luogo dove la personalità unica di 250 marchi internazionali viene esaltata ed interpretata attraverso il filtro inconfondibile di Nugnes. L’ambizioso progetto, non si limita ad offrire una costellazione di articoli accuratamente selezionati, ma diventa spazio di incontro della community che si è creata attorno alla boutique.

Nugnes si distingue oggi nel panorama della moda internazionale per il proprio spirito inclusivo ed eclettico, con cui interpreta il proprio ruolo da ambasciatore di numerose griffe internazionali in un’ottica curatoriale, che si nutre delle ispirazioni sofisticate e colte della sua terra, la Puglia.

Moda: sfilate milanesi per le modelle della Top Fashion Model


MILANO - È partito da Milano il 2022 della Carmen Martorana Eventi. L’agenzia di moda e spettacolo, frenata negli scorsi mesi dalla pandemia e dalle misure di contenimento, è stata ospite della B&20 Events e Paris City Fashion Week, eventi moda che il 26 e 27 febbraio hanno richiamato nello storico Palazzo Barozzi stampa, buyers, invitati e personalità tra cui Agostino Picicco, responsabile cultura dell’Associazione Regionale Pugliesi del capoluogo lombardo.

Ad indossare le creazioni di giovani talenti internazionali, Luciana Contegiacomo da Conversano, la 14enne esordiente Miheret Caldarulo da Giovinazzo, Benedetta Palladino da Cerignola, Valeriia Krasalopova dall’Ucraina.

E proprio al Paese dell’Est Europa colpito dalla guerra è andato il pensiero collettivo, con gli appelli alla pace giunti anche dal defilé di bambine avvolte dalla bandiera giallo-blu.

Per le modelle della Top Fashion Model, sfilare nella capitale della moda proprio nei giorni di una delle più famose e attese fashion week mondiali è stata senz’altro una esperienza incredibile ed indimenticabile.


Una sfilata di moda sul mare a bordo di Costa Toscana

GENOVA - Jessica Minh Anh, producer di alcune delle sfilate di moda più innovative al mondo, ha trasformato Costa Toscana, nuova nave da crociera alimentata a gas naturale liquefatto, in una passerella sul mare di fronte a Portofino. Sullo sfondo cinematografico della Riviera Ligure, il “J Spring Fashion Show 2022” ha segnato il ritorno in scena di Jessica Minh Anh, trasmettendo al contempo un messaggio di sostenibilità e innovazione. La straordinaria produzione ha presentato in anteprima collezioni di haute couture, prêt-à-porter, accessori e costumi da bagno provenienti da Francia, USA, Malesia, Paraguay, Australia, Senegal, Pakistan e Vietnam.

La sfilata si è svolta sullo skywalk di poppa di Costa Toscana, al ponte 18, uno dei punti panoramici più spettacolari della nuova nave, che partirà per la sua prima crociera il 5 marzo da Savona.

Jessica Minh Anh ha aperto la passerella indossando un abito rosso couture elegante e senza tempo, con un intreccio di perline, della casa malese Emmanuel Haute Couture. Per completare il suo look unico, l'abito a più strati a sirena della top model è stato completato da una spettacolare acconciatura ispirata alle conchiglie. Jessica era accompagnata da una splendida schiera di modelle, che indossavano angelici abiti bianchi e rosa. Maestro nella creazione di abiti di raffinata fattura artigianale, Emmanuel Haute Couture ha portato con successo la seduzione sulla passerella di Costa Toscana, in questa sua terza partecipazione ad una produzione di Jessica Minh Anh, dopo quelle sulla Senna e sulla diga di Hoover.

Il secondo a sfilare è stato il marchio australiano di prêt-à-porter Ngali con la collezione "Nginha" ispirata alla tranquillità e agli spazi aperti. La splendida opera d'arte dell'artista indigena australiana Lindsay Malay è stata stampata su sete di lusso. Le tecniche tradizionali di trapuntatura sono state combinate con punti verticali e ricami, per aggiungere profondità e consistenza alla morbidezza degli abiti.

Il marchio di beachwear statunitense Sauvage ha presentato una collezione audace, con colori vivaci e pezzi unici aggiungendo un tocco di glamour e trasgressione alla sfilata. Ispirata all'"anno della tigre", la collezione della designer Elizabeth Southwood presentava stampe a tema giungla, cristalli Swarovski e dettagli chic.

Sulla passerella di Jessica Minh Anh per l'ottava volta, il talento pakistano Syeda Amera ha presentato in anteprima la collezione couture "ORO", che, come suggerisce il nome, è dominata dall'oro. Le sue stravaganti creazioni sono arricchite da tessuti a mano, tagli sperimentali e generosi dettagli di perline metalliche, pietre preziose, cristalli e paillettes. Un approccio unico alla femminilità, attraverso una squisita maestria e la decostruzione della couture.

Il sudamericano La Paix, dal Paraguay, ha portato la raffinatezza al J Spring Fashion Show 2022, con pezzi couture spettacolari. Ispirata dalla natura, dall'architettura, dalla cultura, dall'arte e dalla vita stessa, la collezione ha mostrato silhouette audaci, volumi accentuati, modelli teatrali ma eleganti.

La designer californiana Johana Hernandez del marchio GLAUDI ha presentato in anteprima una collezione celebrativa dell'amore e della vita post pandemia. I pezzi di spicco includevano abiti di raso nero con morbidi luccichii, abiti dorati con fiori che sbocciano, e classici look da sposa bianchi con lo strascico. A chiudere la collezione di GLAUDI, Jessica Minh Anh ha incarnato una dea delle fiabe in un grande abito haute couture bordato a mano con migliaia di cristalli.

Tornata a sfilare con Jessica Minh Anh dopo lo show alla diga di Hoover, la stilista africana Kine Dion ha affascinato il pubblico con una collezione haute couture che evidenzia la diversità e la complessità di una donna moderna. Tecniche di tessitura speciali, motivi architettonici, ricami elaborati e perle fatte a mano sono stati utilizzati per creare pezzi unici.



Ultimo degli stilisti in passerella, il vietnamita Hoang Hai ha presentato in anteprima una straordinaria collezione di haute couture ispirata alla natura. I suoi sontuosi disegni "l'Oriente incontra l'Occidente", insieme alla sua passione per la versatilità, rappresentano efficacemente la personalità di una donna. Abiti bianchi, blu, oro e rossi, bordati a mano con abbellimenti di cristallo hanno incantato gli spettatori. A chiudere lo show Jessica Minh Anh è apparsa come una visione in un abito argentato strutturato a forma di cigno, fatto di cristalli Swarovski. L'impressionante capolavoro, che ha richiesto più di mille ore di lavoro, ha accentuato la silhouette classica e la sensualità di Jessica, con uno spacco a taglio alto e un meraviglioso lungo strascico. Accattivante e ispiratrice, Jessica ha guidato una splendida sfilata di modelle sulla passerella panoramica della nave, sullo sfondo pittoresco del mare di Portofino.

Le eccezionali collezioni di abiti sono state accompagnate dal marchio parigino di hair accessories Alexandre de Paris, che ha già collaborato con Jessica Minh Anh a Parigi e Venezia. I pezzi creativi, che includono cerchietti a fiori, forcine con farfalle e libellule, cerchietti ingioiellati, hanno portato un'atmosfera di glamour francese allo show.

Questa è stata la quarta collaborazione di Jessica Minh Anh con Costa Crociere, dopo le strabilianti sfilate in crociera a Sydney, Dubai e Hong Kong. A proposito della scelta di Costa Toscana per la sfilata, Jessica Minh Anh ha dichiarato: "Questo particolare momento storico offre l'opportunità di una "ripartenza" sostenibile della nostra società. Costa Toscana si sposa perfettamente con la mia missione di promuovere la sostenibilità in un modo visivamente attraente. È stato un onore celebrare la rinascita del business e dello stile su questa nuova nave da crociera alimentata a LNG". Lo show è stato realizzato anche grazie la collaborazione di altre aziende sostenibili, che comprendono DHL Italia, Kevin.Murphy, OnHair Salon, Michela Mele Beauty e PRIME.

"È stato un grande piacere ospitare a bordo Jessica Minh Anh, che ha trasformato la nostra nuova ammiraglia LNG in una passerella fenomenale. Lei è stata una pioniera nel coniugare la moda con la sostenibilità, proprio come Costa nell'offrire navi sempre più sostenibili. È stato un evento perfetto per celebrare una nave così innovativa e bella come Costa Toscana, che tra pochi giorni partirà per la sua prima crociera, dando il via alla piena ripresa della flotta Costa nella prossima estate", ha dichiarato Mario Zanetti, Direttore Generale di Costa Crociere.

“J Spring Fashion Show 2022” ha segnato il ritorno in passerella di Jessica Minh Anh dopo il grande successo di “Runway on the Runway”, sfilata che si è tenuta prima della pandemia all'aeroporto internazionale JFK di New York, dove la top model diventata imprenditrice ha promosso la catena di approvvigionamento sostenibile a livello globale. Lo show a bordo di Costa Toscana ha combinato le tre famose serie di sfilate di Jessica - Fashion x Sustainability, Catwalk-On-Water e Sky-High - in un’esibizione straordinaria. Le edizioni precedenti delle sfilate di Jessica si sono tenute sulla Torre Eiffel, sul Tower Bridge di Londra, sul Grand Canyon Skywalk, sulla diga di Hoover, alla centrale elettrica Gemasolar, e a bordo di navi da crociera internazionali a Dubai, New York, Sydney e Hong Kong.

J Spring Fashion Show 2022 è stata la 26° produzione della serie di innovative sfilate di Jessica Minh Anh, inaugurate con lo show sull'iconico Tower Bridge di Londra. La regina delle passerelle sta già puntando ad una location ancora più spettacolare: lo spazio. Per maggiori informazioni, visita il sito web di JMA.

Rivoluzionaria, prestigiosa e con una forte identità: la nuova donna di Elisabetta Franchi


Rivoluzionaria, autentica e prestigiosa, con uno stile sempre attuale e una forte identità. Questa è la donna di Elisabetta Franchi, che la stilista traduce in una sfilata senza precedenti. Non più solo modelle che interpretano uno stereotipo femminile, ma anche donne vere, credibili, contemporanee, che ogni giorno rappresentano il brand nel mondo, le veste e le porta in passarella per promuovere un modello di autenticità femminile.

Sono le donne che da sempre scelgono le creazioni della maison, che vestono il brand nella vita di tutti i giorni e che ne condividono i valori. Sono tutte quelle donne che con le loro diverse personalità hanno trovato ispirazione in Elisabetta   Franchi, contribuendo alle sue creazioni. In un continuo scambio fra la stilista e le sue interpreti, prende forma una collezione che segna un nuovo capitolo del marchio.

La passerella si accende di passione: il red velvet danza con il nero assoluto e si illumina nello smeraldo. I corpi fasciati e sensuali, il passo femminile e deciso sono un elogio alla bellezza e alla vanità, alla forza e allo spirito femminile.


La collezione Fall-Winter 2022-23 mescola scelte estetiche e messaggi. È un manifesto contemporaneo che mette al centro l’esperienza creativa, e la consapevolezza del corpo è un racconto gioioso che mette in scena gli abiti in una suggestiva dimensione senza tempo. Giochi di luci e musica accompagnano lo show in un crescendo di emozioni e vibrazioni positive che rivela un movimento di donne oltraggiose, decise, consapevoli e terribilmente sensuali, pronte a portare nel mondo un messaggio di cambiamento.

Bari, al via la 'Panetti Pitagora Fashion Week'

BARI - Eleganza, sport, cinema/serie tv, anni 80/90 e i mestieri: a scuola con un dress code diverso ogni giorno, è la settimana della moda, che punta a stimolare la creatività degli stessi studenti.

L’iniziativa, in programma da oggi, 22, fino al 26 Febbraio all’I.T.T. “Panetti-Pitagora” di Bari, è organizzata dagli rappresentanti d’istituto in carica.

Nello specifico questa mattina gli studenti hanno vestito eleganza, domani sport, giovedì mestieri, venerdì cinema/tv e sabato anni '80/'90.
«È bello vedere girare nella scuola studenti in giacca e cravatta - dicono gli studenti - un tocco di creatività durante la giornata».

Le classi dello stesso istituto competono in un contest digitale, gli stessi studenti caricano le foto su un’app dedicata e su un numero dedicato su WhatsApp ed è caccia ai like sulla stessa app. La classe che raggiungerà più like al termine, vincerà un premio nella prossima assemblea d’istituto.

«È una bellissima iniziativa - prosegue qualcuno - ai giovani non tanto piace fare cose del genere ma invece molti si sono avventurati e hanno partecipato.».

Intimissimi, la linea San Valentino conquista le celebrity e influencer più seguite




MILANO - C’è un fil noir che lega le influencer e celebrity amiche del brand per i loro scatti dedicati alla linea San Valentino firmata Intimissimi. 

Da Los Angeles Elisabetta Canalis showgirl e fitness addicted posa con un reggiseno a balconcino non imbottito realizzato in tulle ricamato con romantici fiori in stile anni '60 e rifinito con raffinati dettagli in raso.
A rendere questo modello ancor più elegante il dettaglio perle nel centro seno e le spalline rivestite in raso. Della stessa famiglia Jolie Poesie lo slip modello brasiliano d’ispirazione Eighteen.

Non rinuncia ad uno scatto in lingerie Intimissimi nemmeno Chiara Ferragni. In vacanza in montagna, la celebrity stupisce ancora una volta i suoi fan con uno scatto che racchiude femminilità, raffinatezza e quella naturalezza che da sempre contraddistinguono l’imprenditrice digitale. La digital ambassador del marchio italiano di lingerie ha scelto un reggiseno a balconcino non imbottito con ferretto, profonda scollatura e coppa allungata ad effetto triangolo. Questo modello si caratterizza inoltre per l’utilizzo di pizzo elasticizzato contenente filato di poliammide riciclato a fantasia floreale e con dettaglio nel centro seno. Conclude il look il perizoma in pizzo e tulle in stile anni '80 con motivo di elastici.


La raffinatezza di questa linea ha conquistato anche Beatrice Valli che oltre ai due bra sfoggiati da Chiara ed Elisabetta, ha scelto di indossare il baby-doll della famiglia Heart Beat con coppe a triangolo e taglio sotto seno realizzato interamente in pizzo, impreziosito da rifiniture in raso e da motivi in pizzo nella parte posteriore. 

Giulia Gaudino sceglie un effetto vedo-non-vedo dal gusto retrò creato anche da scatti con particolari giochi di luci. L’ influencer indossa un body di pizzo e tulle ricamato con doppie spalline e dettaglio al centro seno e lo abbina ad un kimono realizzato interamente in pizzo impreziosito da dettagli in balza. Anche lei non resiste al fascino dei set firmati Intimissimi e posa con due differenti modelli: il reggiseno a triangolo realizzato in romantico tulle con ricamo ad effetto piume che incornicia la scollatura e il reggiseno a balconcino Giulia con un raffinato ed elegante pizzo floreale ed è impreziosito da rifiniture in raso.

Costa Crociere: prima sfilata sostenibile sul mare


GENOVA - Il 28 febbraio 2022, Jessica Minh Anh, la creatrice dei progetti “Fashion x Sustainability” più innovativi al mondo, trasformerà Costa Toscana, nuova nave da crociera alimentata a gas naturale liquefatto, in una passerella in mezzo al mare. Sullo sfondo cinematografico della Riviera ligure, il “J Spring Fashion Show 2022” porterà un messaggio di sostenibilità e stile, con un’iniziativa davvero unica nel mondo della moda e dell’industria crocieristica.

Questo evento speciale, che accoglierà media e ospiti internazionali, si svolgerà a bordo di Costa Toscana prima della sua crociera inaugurale, con la nave, una vera e propria “smart city” galleggiante, ormeggiata davanti a Portofino. I brand partecipanti, che saranno svelati all’inizio di febbraio, presenteranno in anteprima una combinazione di collezioni di haute couture, prêt-à-porter e accessori creativi provenienti dai cinque continenti. Alle precedenti sfilate di Jessica hanno preso parte Paul Costelloe, Montblanc, Yumi Katsura, Ziad Nakad, Shiatzy Chen e Tony Ward. Il red-carpet sarà caratterizzato dal meglio dell’arte, dell’architettura, della cultura, del lusso e delle prelibatezze italiane, che accompagneranno la suggestiva sfilata.

Parlando della scelta di Costa Toscana per la sua sfilata, Jessica Minh Anh ha dichiarato: "Questo particolare periodo storico offre l'opportunità per una ripartenza sostenibile della nostra società. Costa Toscana si sposa perfettamente con il mio obiettivo di promuovere la sostenibilità in un modo che sia anche attraente dal punto di vista estetico. Questa nave è alimentata a gas naturale liquefatto, una delle tecnologie più avanzate disponibili per una riduzione immediata delle emissioni. Rappresenta una svolta nel settore del turismo. Sono lieta di celebrare la rinascita del business e dello stile a bordo di una nave così unica".

“J Spring Fashion Show 2022” segna il ritorno in passerella di Jessica Minh Anh dopo il grande successo di “Runway on the Runway”, sfilata che si è tenuta prima della pandemia all'aeroporto internazionale JFK di New York, dove la top model diventata imprenditrice ha promosso la catena di approvvigionamento sostenibile a livello globale. Lo show a bordo di Costa Toscana combinerà le tre famose serie di sfilate di Jessica - Fashion x Sustainability, Catwalk-On-Water e Sky-High - in un’esibizione straordinaria. Le edizioni precedenti delle sfilate di Jessica si sono tenute sulla Torre Eiffel, sul Tower Bridge di Londra, sul Grand Canyon Skywalk, sulla diga di Hoover, alla centrale elettrica Gemasolar, e a bordo di navi da crociera internazionali a Dubai, New York, Sydney e Hong Kong.

“Jessica Minh Anh ha innovato il mondo della moda coniugandolo con la sostenibilità, proprio come Costa Crociere ha innovato il settore crociere con navi sempre più sostenibili” - ha dichiarato Mario Zanetti, Direttore Generale di Costa Crociere. "Siamo stati la prima compagnia di crociere al mondo ad introdurre navi alimentate a LNG, e siamo lavorando per promuovere un turismo di valore, sostenibile e inclusivo. In questa fase di ripresa graduale dell'industria del turismo, è una grande opportunità avere Jessica a bordo della nostra nuova ammiraglia Costa Toscana per lanciare un messaggio così importante, in un modo così creativo. Siamo inoltre lieti che questa collaborazione avvenga proprio in Italia, e in particolare in Liguria, la nostra casa”.

In preparazione al “J Spring Fashion Show 2022”, lo scorso weekend Jessica Minh Anh ha incontrato il Direttore Generale di Costa Crociere a bordo di Costa Toscana, a Civitavecchia. Nel video ufficiale della campagna di lancio dello show, girato in questa occasione, Jessica Minh Anh sfila sulla Passeggiata Volare, uno dei punti più spettacolari della nave, indossando un abito rosa brillante, sullo sfondo pittoresco dei ponti esterni di Costa Toscana e del mare e del cielo del Mediterraneo. Per ulteriori informazioni, visitare JMA Website.

E' morto lo stilista francese Thierry Mugler


PARIGI - Si è spento a 73 anni per "cause naturali": a darne l'annuncio è stato il suo agente. Nel corso della sua carriera, Mugler aveva fatto indossare i suoi iconici corsetti a star com Madonna, Sharon Stone e Lady Gaga.

Mugler, che ha lanciato il suo marchio nel 1973, è diventato famoso per il suo stile caratterizzato da spalle larghe e una vita sottile. L'uso di un tessuto futuristico simile alla plastica nei suoi abiti scolpiti è diventato un suo marchio di fabbrica. 

Ha definito l'haute couture per diversi decenni, vestendo star del calibro di Diana Ross e Beyonce in occasione di gala, sui red carpet e sulle passerelle di tutto il mondo. I suoi modelli non temevano di essere stravaganti, a volte somigliavano ad abiti robotici con forme coniche sporgenti. Mugler aveva anche una famosa linea di profumi, che ha avviato negli anni '90.
© tutti i diritti sono riservati
made with by templateszoo