Visualizzazione post con etichetta MODA. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta MODA. Mostra tutti i post

Milan Fashion Week '19-'20: Stefania Bravi, "Ecco i 9 trends da seguire"

MILANO La Milano Fashion Week, dedicata alle collezioni autunno/inverno 2019-20, si è ufficialmente conclusa. Un’ondata di sfilate, eventi e presentazioni ha portato, come di consueto, la città di Milano sotto ai brillanti riflettori della moda.

Addetti al settore, Vip, Talent ed Influencer in prima fila, pronti ad ammirare le nuove collezioni e a condividerle sui social, tra di loro Stefania Bravi, influencer milanese e noto volto di brand del settore moda e luxury. Grazie alla sua pagina Instagram Stefania Bravi è riuscita a mostrare in diretta, ai suoi 115mila followers, le nuove collezioni presentate alla fashion week di Milano.

Per chi se le fosse perse, un recap delle tendenze per l’autunno inverno 2019-20.

L’inverno 2019 si prospetta sicuramente colorato, eccentrico e fuori dagli schemi.

- I COLORI. Non passano di certo inosservati. Si parte dal beige-marrone per arrivare agli accenti pastello e ai colori fluorescenti, in tutte le loro sfumature. Non mancano il fucsia, il rosa, il viola, il giallo e l’azzurro fluo.

- VOLUMI OVERSIZE, con spalle larghe.

- RUCHES. Tornano di moda, per la gioia di tutti i romantici. Dove? Spalline, maniche, polsini, orli e chi più ne ha più ne metta.

- STIVALI ALTI. in tutte le loro sfumature. In pelle, vernice e addirittura in pelliccia.

- COLLO ALTO. Via libera al dolcevita per coprire il collo ma valorizzarlo allo stesso tempo.

- LOOK MASCOLINI. Si al look da uomo in versione femminile, arricchito da gioielli ed eleganti dettagli dorati o argentati.

- PELLICCIA. Nessun limite alle pellicce, ma meglio se eco. Via libera ai colori: viola, arancio, rosa, azzurro, anche fluo.

- GLITTER. Non manca mai. Per questa stagione lo troviamo su abiti, giacche ma anche sui dolcevita.

- PUNTO VITA. Focus sul punto vita, per sottolineare la femminilità e la silhouette a clessidra della donna.

Tra i brand che hanno ospitato l’influencer Stefania Bravi: Ermanno Scervino, Elisabetta Franchi, Iceberg, Moncler, Hogan, Byblos, Annakiki, Fila, Santoni, Montblanc, Blumarine, Trussardi.

SOCIAL: 

Ph credits: Gaia Bonanomi

Moda: è morto il leggendario Karl Lagerfeld

ROMA - E' scomparso Karl Lagerfeld, lo stilista e fotografo tedesco tra i grandi della moda. Famoso per gli occhiali scuri e lo stile eccentrico, Lagerfeld è stato direttore artistico di Fendi e Chanel. Aveva 85 anni, ma aveva sempre tenuto segreta la data esatta della sua nascita.

Lagerfeld a avuto una sua etichetta e nonostante il successo non ha disdegnato le collaborazioni con i colossi del low cost: per H&M ha firmato nel 2001 una collezione a edizione limitata andata a ruba in due giorni. Dal 2010 ha firmato per quattro stagioni le collezioni di Hogan, per cui ha ripensato i modelli classici del brand, sneakers e ballerine. Nel 2006 ha lanciato una collezione casual uomo-donna, K Karl Lagerfeld, che includeva T-shirt e blue jeans. Nato da Christian ed Elisabeth Lagerfeld ad Amburgo, in Germania, Lagerfeld era figlio unico. Suo padre era socio di una banca d'affari svedese che fece fortuna introducendo il latte condensato in Germania. La sua data di nascita per molto tempo è stata un vero mistero. La scrittrice Alicia Drake sosteneva che fosse nato nel 1933. Lagerfeld diceva di essere nato nel 1935.

I registri di nascita in Germania non sono aperti a ispezioni. Certa la data in cui Lagerfeld emigrò a Parigi con sua madre il 1953. Karl incontra la moda grazie a sua madre che nel 1949 lo porta alla sua prima sfilata, di Dior, a Parigi, dove poi si trasferisce e dove nel '54 da Pierre Balmain ha il suo primo lavoro nella moda avendo vinto un concorso per disegnare un cappotto sponsorizzato dal Segretariato Internazionale della Lana. Nel 1962 diventa il primo freelancer dell'industria della moda lavorando tra Francia, Italia, GB e Germania e lancia un'etichetta sua. Nel '65 ha comincia la collaborazione con Fendi. Nel '64 è la volta di Chloe. Un docufilm racconta l'amicizia con lo storico rivale Yves Saint Laurent fino al litigio nel 1975. Aveva vinto anche il concorso per un premio di abiti sponsorizzato da YSL. "Saint Laurent lavorava per Dior- ricordava Karl - altri giovani che conoscevo pensavano che fosse Dio, invece io non ero così impressionato". Dopo tre anni si trasferì da Jean Patou. "Mi annoiavo anche qui perciò mi licenziai e provai a tornare a scuola, ma non studiavo quindi ho passato più due anni sulle spiagge, suppongo di aver studiato la vita in quel modo". L'annoiato Karl con i soldi della sua ricca famiglia ad un certo punto però fonda un piccolo negozio a Parigi. In questo periodo, come altri colleghi, consultava spesso Madame Zereakian, la veggente armena di Christian Dior. "Fu lei a dirmi che avrei avuto successo con la moda e i profumi" rivelò in seguito.

Nel 1980 Lagerfeld fondò la sua etichetta e con il suo nome lanciò in effetti profumi e abiti. Karl ha vestito pop star come Kylie Minogue e Madonna. Claudia Schiffer è stata la sua modella preferita degli anni '80-'90, Kaia Gerber l'ultima musa. Il docufilm cerca di fare luce nelle pieghe degli episodi privati dello stilista e svelarne la personalità. Lagerfeld possiede una collezione di 50mila libri (ha aperto una libreria nel '99 a Parigi) e modi di relazionarsi agli altri da imperatore come suggerisce il suo soprannome. 

Dal 1987 firma tutte le campagne fotografiche, scoprendo un talento anche con le immagini. Lagerfeld era commendatore dell'Ordine della Legion d'Onore dal 2010. Appassionato di architettura è stato grande amico di Zaha Hadid a cui ha commissionato il Mobile Art Pavilion per Chanel. A Tadao Ando ha affidato la realizzazione della sua casa-studio a Biarritz, in Francia. Aveva colpito la sua assenza all'ultima sfilata di Chanel, lo scorso 22 gennaio: non era mai accaduto prima.

Stefania Bravi (intervista): "Tanto studio e passione dietro il lavoro dell'influencer"

(ph:G.Bonanomi)
MILANO - Quest'oggi abbiamo il piacere di ospitare nella sezione 'Interviste' del Giornale di Puglia la fashion influencer milanese Stefania Bravi. Stefania nasce a Milano il 3 settembre 1992 e studia danza fin da piccola diplomandosi come danzatrice professionista presso l’accademia Dancehaus di Susanna Beltrami, di Milano, per la danza classica e contemporanea. Continua a lavorare come danzatrice fino al 2017. Personaggio nel film Italy Amore Mio di Ettore Pasculli per Uci cinema e per Crozza nel paese delle meraviglie.

Da sempre appassionata al mondo della moda, affianca alla danza studi di moda, fin dai suoi 18 anni.
Si diploma all’istituto Naba di Milano in Fashion Styling e Fashion Marketing e studia Fashion Image & Styling all’Istituto Marangoni di Miami, in America.

Nel 2013 apre il suo primo blog di moda, divenuto nel 2018 Gylda Creative, e sempre nel 2013 viene scelta come personaggio e ballerina per il film Italy Amore Mio, diretto da Ettore Pasculli. Poco tempo dopo partecipa al programma Crozza Nel Paese Delle Meraviglie su La7.

(ph: A.Mochetti)
Dal 2013 lavora come Web Influencer e volto per diversi brand, creando contenuti social e web dedicati al mondo luxury, fashion, lifestyle e travel.

Nel 2015 viene scelta, per un anno, come ambassador da Mini Cooper. Nel 2016 diventa uno dei volti della campagna Ops Objects (cartacea e web) e viene nominata da Les Cahiers Fashion Marketing tra le blogger italiane più influenti. Nel 2018 appare nella vetrina del Brian & Berry Building di Milano come Ambassador della campagna di San Valentino ed è volto della trasmissione Follow Us su Tele7Gold. Nel 2018 diventa ambassador di Toyota, South Dade, a Miami. A dicembre 2018 si trasferisce per due mesi in Florida, grazie ad un importate progetto social in collaborazione con l’Istituto Marangoni di Miami.

(ph: A.Mochetti)
Nel corso degli anni grazie alla sua influente presenza social collabora e rappresenta molti brand del settore moda e lifestyle come Hogan, Ferragamo, Dior, Elisabetta Franchi, Yamamay, Lancia, Fendi, Antonio Croce. Ad agosto 2018 vola in Canada e a Miami come ambassador ufficiale di Air Canada.

Ha collaborato, grazie al suo account Instagram, con brand quali Steven Madden, Tara Jarmon, Dove, Tiffany, Carlo Pignatelli, Swatch, Nomination, Angelo Marani, Burberry, Freddy, Melia Hotels, Me by Melia, Marriott, Shangri-La, Savini.

(ph:A.Mochetti)
Dal 2017 lavora a tempo pieno con il suo account Instagram e il suo blog occupandosi di progetti legati al mondo moda e travel, in collaborazione con importanti brand, enti e strutture turistiche. Amante del mondo luxury, della moda e dell’arte, dedica molto tempo alla ricerca e allo studio delle tendenze. Maniacale per i dettagli e per la forma, definisce il suo stile elegante e ricercato.  Dal 2018, lavora anche come Art Director, dedicandosi alla progettazione di brevi Fashion Film.

Videointervista a cura di Edoardo Giacovazzo.

SOCIAL:

Miss Progress International 2019 approda in Puglia

MARUGGIO (TA) - Al via la settima edizione di Miss Progress International-Donne per il Progresso. Il prossimo 27 settembre le ambasciatrici del Progresso e i loro direttori nazionali saranno accolti all’aeroporto di Brindisi e, per i successivi dieci giorni, saranno guidati alla scoperta delle meraviglie della Puglia, nominata come la regione più bella del mondo dalla rivista National Geographic Traveler.

L’associazione culturale In Progress, proprietaria di tutti i diritti di questo originale format, sta lavorando per far godere a tutti loro il loro soggiorno nell’elegante Grand Hotel dei Cavalieri di Maruggio (Ta).

Il 4 ottobre il mondo conoscerà il nome di chi succederà a Eyra Baquero, la concorrente colombiana che ha vinto l’edizione 2018 con il suo progetto dedicato ai diritti delle donne.

Come negli anni passati, ci sarà un racconto quotidiano sulle attività: visite guidate, spettacoli, degustazioni di cibi e vini e così via e la notte dell’incoronazione sarà trasmessa in diretta streaming.

Miss Progress International-Donne per il Progresso è un'esclusiva mondiale dell'Associazione Culturale In Progress.

www.missprogressinternational.com

Paola Modugno: «Fashion blogger? C’è una linea sottile tra il semplice mostrare o applicarsi in ciò che si fa»

di NICOLA RICCHITELLI – Un gradito ritorno sulle pagine del nostro giornale. Abbiamo conosciuto l’ospite di quest’oggi, infatti, in un'intervista realizzata per il Giornale di Puglia qualche anno fa – era il 28 marzo del 2015 – quando ancora forse il tutto era allo stato primordiale: stiamo parlando della fashion blogger barlettana Paola Modugno.

Non potevano che essere la moda e il mondo delle fashion blogger i temi al centro della nostra chiacchierata: «La figura della fashion blogger ormai sta prendendo il sopravvento, mi piace vedere che ogni giorno spunta un talento diverso, ma ci tengo anche a precisare, "ci tengo”, che c’è una linea sottile tra il semplice mostrare o applicarsi in ciò che si fa…», il tutto volgendo lo sguardo a Milano e alla prossima settimana della moda che prenderà il via il prossimo 19 febbraio: «Non vedo l’ora di chiudermi nella settimana dei mie sogni dando vita ad outfit grintosi e di carattere, questo 2019 ci riserverà molta eleganza e semplicità coccolandoci tra seta balze di organza e cosi tante piume, rispetto all’edizioni precedenti ci siamo avvolti da vinile, vernice e pelle».

Paola, innanzitutto vorrei chiederti se hai seguito l’ultima edizione del Pitti Uomo 95 appena conclusasi a Firenze e quindi se ti va di fare un sunto sulle nuove tendenze in termini di moda maschile…
R:«In realtà non ho mai partecipato alle edizioni del Pitti perché mi viene una tale confusione nel vedere tanti omini che si muovono in modo bizzarro, credo che non sia un concetto di moda ma un improvvisazione della tendenza estrema. Con questo non voglio discriminare chi si impegna nella propria attività ma scelgo sempre il buongusto».

Tra qualche settimana tra l’altro – 19 febbraio/25 febbraio – a Milano prenderà il via la settimana della moda. Cosa c’è da aspettarsi in questo 2019?
R:«Ebbene si, non vedo l’ora di chiudermi nella settimana dei miei sogni dando vita ad outfit grintosi e di carattere; questo 2019 ci riserverà molta eleganza e semplicità coccolandoci tra seta balze di organza e cosi tante piume, rispetto all’edizioni precedenti ci siamo avvolti da vinile, vernice e pelle».

In generale come è cambiata in questi anni la figura della fashion blogger e soprattutto avranno un futuro?
R:«Direi proprio di si, la figura della fashion blogger ormai sta prendendo il sopravvento, mi piace vedere che ogni giorno spunta un talento diverso, ma ci tengo anche a precisare, "ci tengo”, che c’è una linea sottile tra il semplice mostrare o applicarsi in ciò che si fa. Spesso vedo dei contenuti sbagliati o dei messaggi che non sono tanto di buon esempio. Io non mi definisco Santa, però meglio un contenuto in meno e più professionalità. Al fine di questo exploit saremo un po’ tutti spettatori di quello che riserva il futuro».

Come è cambiata la tua vita da quando hai deciso di aprire il blog?
R:«La mia vita è cambiata, questo è certo, mi sento più sicura e felice di aver fatto qualche anno fa quel passo così tanto contestato e ridicolizzato dagli altri, ringrazio anche loro per quello che svolgo oggi, per me è stata una sfida continua e lo è ancora oggi. Il mio percorso è cambiato tantissimo, inizialmente condividevo quelle che erano le mie passioni o a cosa mi dedicavo nel mio tempo libero fino ad oggi che non c’è più tempo libero ma c’è una responsabilità di un lavoro vero e proprio».

Quali le soddisfazioni maggiori avute fin qui? 
R:«Le soddisfazioni avute fin qui sono tante, innumerevoli, non mi basterebbe una pagina di giornale per descriverle. Ma la soddisfazione più grande la ricevo ogni giorno quando sono in contatto con chi mi segue ed è felice nel farlo, rendendomi un loro esempio d’ispirazione».

Paola, qualche settimana fa sei approdata sulla nota rivista Glamour per dei consigli sul trucco. Qual è il tuo rapporto con rossetti e fondotinta? 
R:«Glamour è stata una tra le mie tante soddisfazioni. I mie consigli sono stati molto utili, in quella sezione mi sono occupata di beauty e makeup che va di pari passo con la moda! Il mio rapporto con rossetti e fondotinta è infinito, non ci separiamo mai, per essere sempre sul pezzo devi essere impeccabile questo comporta molta cura dell’aspetto estetico».

Quanto è importante saper abbinare il trucco giusto ad un bel vestito?
R:«Abbinare il giusto trucco ad un bel vestito è importantissimo, basta calcare un po’ più del dovuto e si ha un risultato poco elegante, il makeup varia molto dalle situazioni, bisogna capire quando puoi eccedere o meno. Questa vita è imprevedibile ecco perché scelgo di avere un rossetto YSL sempre a portata di mano…».

Quali gli elementi che possono rendere un trucco inadeguato?   
R:«Non ci sono elementi che rendono un trucco inadeguato, il segreto è non eccedere. Amo tanto quella canzone degli Stadio “acqua e sapone” perché credo che fondamentale è la nostra persona che crea il carattere che si esprime sul volto e cosi è subito magia!».

Che caratteristiche deve avere un brand per attirare la tua attenzione?
R:«Un brand per attirare la mia attenzione deve avere delle caratteristiche, in particolare la semplicità l’eleganza e deve essere d’impatto! Sono amante della moda, non sarei sincera se ti dicessi che a me piace solo l’eleganza e la semplicità, credo che mostrare il brand che si indossa nella mia professione e nella mia persona sia esauriente!».

In futuro c’è da aspettarsi un marchio che abbia il tuo nome?   
R:«Si, ci sto lavorando su… forse avrei bisogno di un altro viaggio per un'ulteriore ispirazione».

In generale c’è da aspettarsi che anziché dettare la moda passi dall’altra parte a farla? 
R:«Ho molto rispetto per quello che faccio. Per me i giganti della moda non si toccano, sono inarrivabili dal mio punto di vista. Certo, sviluppare una collezione e creare siti digital web con un lancio di un marchio che va bene perché sei sempre sulla cresta dell’onda sarebbe perfetto! Ma per me moda è Armani, Valentino, Dior, Fendi, Chanel… quindi resto sempre della mia idea in questo momento! Io non creo la moda, io detto la moda ogni giorno attraverso i miei social!».

SOCIAL:

La Carmen Martorana eventi al galà della moda sanremese

SANREMO - La Carmen Martorana Eventi sarà al Galà della Moda che si svolgerà al Casino di Sanremo, il più antico d’Italia, sabato 9 febbraio 2019, dalle ore 16.00 alle ore 18.00, in collaborazione con SanremoInTheWorld.

Il consueto elegante appuntamento del sabato pomeriggio anticiperà la serata finale del Festival della Canzone Italiana di Sanremo, in programma al Teatro Ariston alle ore 20.30.

La presenza di prestigiose personalità delle istituzioni, dello spettacolo e della stampa, e un trionfo di bellezza e stile caratterizzeranno il Galà della Moda. Quattro modelle di Top Fashion Model, il master professionale per la moda ideato e organizzato dalla Carmen Martorana Eventi che individua e valorizza i nuovi talenti del fashion, parteciperanno alla prestigiosa kermesse: Roberta Molinini, Top Fashion Model 2017, Sharis Borgomastro, Fabiola Vino e Alessia Abbatescianni.

Il loro splendore e la loro eleganza incanteranno il pubblico così come i fluttuanti abiti firmati Vittoria Romano, realizzati con tessuti rari e preziosi e caratterizzati da raffinati giochi di volume, una accurata lavorazione ed esclusivi accessori, per un look sofisticato ma al tempo stesso naturale.

Il fascino delle giovani modelle pugliesi sarà valorizzato da professionisti del settore: per il make up da Francesca Pellerano e per le acconciature da Silvia D’Amora, Mariella Galati, Riccardo Mari e Lena Petrucelli.

Le Top Fashion Model saranno infine protagoniste anche di uno shooting a cura del photographer Massimo Ruvio.

Alessandra Mudadu: «I bikini sono la mia passione, ora sogno un marchio che porti il mio nome»

di NICOLA RICCHITELLI – La voce di quest’oggi arriva dalla Sardegna, da Ossi per la precisione, un piccolo paese di 5672 anime situato in provincia di Sassari.

Sulle pagine del nostro giornale la storia di Alessandra Mudadu, studentessa di Infermieristica presso l’Università degli studi di Sassari, ma con la passione per la moda, e per un capo in particolare, il bikini: «Sono sempre stata una collezionista, mi piacciono troppo, forse sono stata influenzata anche dal fatto che vivo in Sardegna e sono una amante del mare».

Succede così che tra uno shooting fotografico e l’altro, la studentessa sarda inizia a dare forma alla sua passione, decidendo di non solo di indossarli quei bikini, ma di pensarli e disegnarli secondo il suo gusto, iniziando quindi a realizzare il suo sogno: «Avendo un pò di tempo libero ho iniziato provando a creare qualcosa, inizialmente per me anche perché avevo un po’ di paura a nel lanciarmi, non mi sentivo sicura non avevo molta esperienza…».

A quel punto Instagram fa tutto il resto, perché le creazioni di Alessandra piacciono ed in poco tempo la sua pagina inizia a crescere in maniera esponenziale, una crescita che ha decretato la bontà delle sue idee e che l’hanno portata a collaborare con diversi marchi del settore, fino ad arrivare a posare per un grande marchio come quello di Patrizia Pepe: «E' stata una bella esperienza in un posto fantastico, condivisa assieme ad altre ragazze».

Tra i tanti sogni da realizzare c’è appunto quello di un marchio tutto suo: «Per il momento continuo a studiare ovviamente e nel tempo libero non trascurerò niente, continuo e continuerò a fare tutto quello che ho fatto fino ad adesso, sperando che le persone mi continuino a dare questa possibilità».
 
Alessandra, grazie per aver accettato di essere ospite del nostro spazio virtuale. Disegnare costumi: come nasce questa passione?
R:«Grazie a voi per avermi contattata e per avermi dato questa opportunità. Sono stata ispirata da Instagram a dire il vero, avendo un pò di tempo libero ho iniziato provando a creare qualcosa, inizialmente per me anche perché avevo un po’ di paura a nel lanciarmi. Non mi sentivo sicura, non avendo molta esperienza».

Se non sbaglio però i primi risultati non sono tardati ad arrivare visto che hai già prodotto una tua linea di costumi?
R:«Vero, sono rimasta molto soddisfatta, questo grazie al mio profilo Instagram. Ovviamente siamo ancora in una dimensione ridotta, però non mi sarei mai immaginata di ricevere così tante richieste».

Perché proprio il bikini?
R:«Ho scelto i bikini perché sono sempre stata una collezionista, mi piacciono troppo, forse sono stata influenzata anche dal fatto che vivo in Sardegna e sono una amante del mare».

In tutto questo che peso hanno avuto i social?
R:«I social, come ho già detto, mi hanno aiutato tantissimo, specialmente il mio profilo originale “alessandramudadu”. Infatti poi ho deciso di creare una pagina dedicata solo ai bikini (am_bikini) in modo da avere una cosa più ordinata e non mischiare le cose».

Quanto è importante saper gestire un mezzo come quello dei social?
R:«Per me Instagram è molto importante e ho capito che può dare tanto. Nel momento che il mio profilo ha iniziato a crescere ho ricevuto molte proposte per collaborare con marchi, e per sponsorizzare i loro prodotti o profili, quindi diciamo che è diventato un piccolo “lavoro”».

Nei tuoi scatti cosa cerchi di comunicare?
R:«Nei miei scatti, a dire il vero, non punto a comunicare qualcosa in particolare, rappresento me stessa: niente di più niente di meno».

Inoltre hai realizzato lavori come modella. Qual è il tuo rapporto con la fotografia?
R:«Attraverso il mio profilo Instagram arrivano anche proposte per shooting fotografici. Devo dire che mi piace molto posare, mi sento a mio agio, avendo posato per diversi fotografi posso dire che il tutto sta anche da chi hai davanti e per il momento mi sono sempre trovata bene, niente da dire».

Come modella hai posato per un grande marchio della moda internazionale, Patrizia Pepe. Come hai vissuto questa esperienza?
R:«Si vero, ho posato per il marchio Patrizia Pepe per l’abbigliamento sportivo. E' stata una bella esperienza in un posto fantastico, condivisa assieme ad altre ragazze».

Nonostante tutto, da qualche mese hai iniziato i tuoi studi alla facoltà di infermieristica…
R:«Si, superando il test ho realizzando il mio sogno più grande e questo mi ha reso orgogliosa di me, avevo studiato davvero tanto per poter entrare. Sono passati alcuni mesi ormai e ogni giorno che passa sono sempre più convinta della scelta che ho fatto; mi piace avere contatto con le persone, è una passione che mi porto dentro da molto tempo, mi piace aiutare chi ha bisogno, soprattutto nei momenti di sofferenza... sono convinta che una parola o un sorriso in certe circostanze possono fare tanto!».

Come riuscirai in futuro a conciliare i due sogni di infermiera e disegnatrice?
R:«Sono della convinzione che nella vita si possono fare tante cose... mi auguro di trovare subito lavoro come infermiera una volta finiti gli studi. Per il momento continuo a studiare ovviamente e nel tempo libero non trascurerò niente, continuo a fare tutto quello che ho fatto fino ad adesso, sperando che le persone mi continuino a dare questa possibilità».

Social:
https://www.instagram.com/alessandramudadu/
https://www.instagram.com/am_bikini/

Intervista al direttore di StarsSystem Alessandro Nava


di EDOARDO GIACOVAZZO - Videointervista del Giornale di Puglia al direttore di StarsSystem, influencer, modello, autore e produttore Alessandro Nava. Una vera full immersion nel suo mondo fatto di bellezza ma anche ricco di contenuti e mai autoreferenziale: “Senza anima non puoi fare neanche il manichino. Cerco di raccontare le persone e i sogni che prendono forma”, spiega Nava.

Il magazine StarsSystem nasce - come egli stesso dice - dalla passione e da una precisa necessità, quella di creare uno spazio, un luogo dove poter far confluire ed esprimere le nuove forze che animano il panorama della comunicazione, dello spettacolo e dell’entertainment, senza condizionamenti, raccomandazioni, giochi di potere, ma esclusivamente per meriti “acquisiti sul campo” o sulla scorta di un grande talento meritevole di essere coltivato ed accudito.


Contacts: 

https://www.instagram.com/alessandronavastars/
https://www.facebook.com/StarsSystem.tv/

Made in Italy: la scommessa di Donatella Piccarreta a Bari con una finestra su Miami


BARI - Una vocazione tramandata da tre generazioni. Una passione tra stoffe e merletti cominciata nel 1955. Donatella Piccarreta ha ereditato l’amore per gli abiti da sposa dai nonni paterni che da metà del novecento creavano abiti da sposa in un piccolo negozio a Bari. Nonna cuciva e nonno comprava i tessuti ai tempi in cui il Made in Italy era cosa scontata. Oggi, che sia una quarantenne a decidere che gli abiti da lei firmati siano creati solo con stoffe nostrane è una notizia “d’altri tempi”.

Dopo una lunga esperienza nella capitale, Donatella torna a Bari per seguire l’azienda di famiglia con una doppia intenzione: difendere la tradizione ereditata e continuare a produrre abiti e accessori nella fabbrica di famiglia, ma con una esperienza settoriale in più. Donatella realizza i suoi abiti direttamente sui manichini affiancata da sarti di esperienza. Il capo viene quindi prima immaginato, poi realizzato con un lavoro artigianale e di qualità.

"Seguo tutti i passaggi della produzione, dal primo all’ultimo, con quindici sarti che lavorano con la nostra azienda da tantissimi anni” spiega Donatella. Con un unico must: stoffe made in Italy. E se è vero che sono molte le fabbriche che scelgono di realizzare alcuni passaggi della produzione fuori dall’Italia, è anche vero che in molti ancora credono che la qualità italiana non esista altrove.

“Ci sono ancora aziende disposte a puntare sulla materia prima e sulla manodopera italiana. È un sacrificio che fa la differenza”. Lo sa bene il fratello di Donatella che a Miami gestisce un atelier dove vende solo abiti realizzati nella fabbrica di famiglia. Il giorno del proprio matrimonio resta - secondo la stilista - il più grande sogno per tutte le donne che nella scelta dell’abito perfetto hanno bisogno di essere seguite e consigliate al meglio.  “L’abito da sposa deve rispecchiare la personalità di chi lo indossa. Anche se la moda fa da padrona almeno nell’idea iniziale” spiega. Nell’anno appena trascorso a dettare legge è stato il matrimonio di Meghan e Harry di Inghilterra.  “Una conferma – racconta - del ritorno alla cerimonia romantica. D’altronde il giorno del sì arriva una volta nella vita e noi siamo qui per contribuire a renderlo perfetto”.

L'inaugurazione dell'atelier di Donatella Piccarreta è fissata per sabato 12 gennaio alle ore 18 in via Andrea da Bari 121

Moda: al Pitti Angelo Inglese presenta il turismo sartoriale in realtà virtuale


FIRENZE - Valorizzare territorio e tradizioni con l’ausilio della realtà virtuale è il mood che anima il lancio della nuova collezione del sarto italiano Angelo Inglese. Da sempre vocato all’innovazione senza dimenticare le proprie origini territoriali e la cultura sartoriale del fatto a mano su misura, quest’anno Angelo Inglese presenterà presso il suo stand del Pitti Uomo una immersione nel mondo della sua produzione e del suo territorio grazie all’ausilio della realtà virtuale.

Disponibili anche mediante l’app GInglese, i contenuti in realtà virtuale consentono di vivere l’esclusività dei momenti di produzione dell’azienda di Ginosa e la bellezza dei panorami mozzafiato della città murgiana ricca di storia e tradizioni.

‘Dare evidenza concreta delle potenzialità della tecnologia e della proprietà intellettuale applicata al nostro settore è il riscontro più bello che vogliamo offrire quest’anno al Pitti Uomo‘ dice il sarto Angelo Inglese ‘è l’occasione per raccontare il nostro percorso innovativo di diversi anni che ha visto crescere notevolmente il nostro personale e il livello di esclusività del prodotto e servizio offerto’.

Lo sviluppo della realtà virtuale in app mediante cardboard è a cura del team della PMi innovativa iInformatica, che ha visto il contributo di Alessandro D’Alcantara, Diego Sinito’ , Emilio Massa e Michele Di Lecce.

Un percorso innovativo poliedrico quello di Inglese che ha visto anche il suo coinvolgimento nell’esperienza di Botteghe Digitali di Tim Business e che ha intrapreso un’innovazione orientata alla blockchain sartoriale per la tutela del Made in Italy.

Alice Parise: «Per me la seduzione consiste nell’essere per metà sexy e per metà dolci»

di NICOLA RICCHITELLI – L’ospite di oggi arriva dal mondo delle fashion blogger, nonché dal palcoscenico virtuale di Instgram: stiamo parlando della vicentina Alice Parise.

Alice, negli ultimi anni anche tu sei riuscita a conquistarti il tuo spazio nel mondo delle fashion blogger. Ti va di raccontarci la tua esperienza a riguardo?
R:«Certo, è iniziato tutto per caso: ho iniziato a fare foto e postarle. Ho visto che riscontravano successo, crescevano rapidamente il numero di followers e like. Quindi ho iniziato a curare di più i dettagli (outfit, nitidezza, ecc.) e di conseguenza venivano apprezzate ancora di più. Da cosa nasce cosa e adesso sono sempre in crescita, ma sono sempre impegnata a migliorarmi e migliorare la qualità delle foto».

Come spieghi l'aumento esponenziale in questi ultimi anni delle fashion blogger?
R:«Credo che i social siano una grandissima vetrina e regalino tantissima visibilità, sono usati da tantissime persone e quindi è normale che chi riesce a curare in modo particolare il proprio profilo ha diverse chance di diventare fashion blogger».

Come nasce la tua passione per la moda?
R:«Nasce fin da piccola, mia mamma ha sempre avuto la passione dei vestiti e me l’ha trasmessa portandomi sempre nei negozi di alta moda. Restavo incantata nel guardare i vestiti, da quel momento è rimasta una passione che mi sono portata fino ad oggi».

Che vuol dire per te sedurre e cos'è e la seduzione?
R:«Per me la seduzione consiste nell’essere per metà sexy e per metà dolci».

Quali sono le caratteristiche che contraddistinguono i tuoi outfit?
R:«Sicuramente mi piace esaltare le forme, ma non in modo volgare. Preferisco sempre indossare vestitini corti e stretti, ma molto femminili. Li scelgo solitamente scollati davanti o scollati dietro non entrambe le cose insieme».

Cosa non deve mancare mai nel tuo armadio?
R:«Non devono mancare vestitini di qualsiasi tessuto e colore. Prediligo le tonalità che brillano come l’oro e l’argento. E penso che ogni ragazza dovrebbe averne uno molto scollato sulla schiena».

Qual è il tuo rapporto con i tuoi followers?
R:«Molto bello. Leggo ogni commento e ogni messaggio anche se non riesco a rispondere a tutti. Sono fortunata perché sono tutti gentilissimi, mi riempiono di complimenti e non ho followers maleducati. Mi inviano poesie e a volte mi commuovo a leggerli».

C'è qualcosa che non ti piace dei social e della vita social?
R:«Non mi piace chi insulta, se non ti piace una cosa non guardarla».

In quali progetti lavorativi ti vedremo impegnata in futuro?
R:«A febbraio farò uno shooting per una famosissima rivista internazionale ma non posso dire niente fino ad allora».

CONTACTS:

https://www.instagram.com/aliceparise/

Emilia Paolicelli: «La bellezza non è solo estetica ma significa anche esprimersi e saper comunicare»

di NICOLA RICCHITELLI – L’ospite di quest’oggi arriva dalla Città della Disfida: è la modella e ballerina Emilia Paolicelli, che con la pettorina numero 13 e la fascia di”Miss Miluna Puglia” fu tra le protagoniste – nel 2017 - della settantottesima edizione del concorso di Miss Italia: «Prendere parte al concorso di Miss Italia è un’opportunità che permette di mettersi in gioco. Dà modo di mostrare, oltre alla bellezza esterna, i propri valori e le proprie capacità».

Emilia, inizio questa intervista andando un po' indietro nel tempo di un anno... fino a giungere a Jesolo. Che significa per una ragazza poter prendere parte al concorso di Miss Italia?
R:«Prendere parte al concorso di Miss Italia è un’opportunità che permette di mettersi in gioco. Da modo di mostrare, oltre alla bellezza esterna, i propri valori e le proprie capacità».

Cosa ti aspettavi da questa esperienza?
R:«Speravo andasse per il meglio, senza aspettarmi grandi cose. Mi sono messa in gioco, godendomi ogni singolo momento delle tre settimane trascorse a Jesolo e sono soddisfatta del risultato ottenuto».

Da dove nasce l'idea di intraprendere questo percorso?
R:«Ho sempre voluto partecipare a questo concorso, ma a causa della mia timidezza mi sono sempre tirata indietro. Fino a quando l’iscrizione non è stata fatta da mio fratello e, dopo un iniziale perplessità, ho deciso di tentare vincendo la mia timidezza».

Quale il ricordo più bello che ti porti dentro di questa esperienza?
R:«Il ricordo più bello che mi porto dietro è il giorno in cui ho saputo di essere tra le prime trenta finaliste, che coincide con il giorno in cui è nato il mio primo nipotino».

Cos'è per te la bellezza?
R:«Per me la bellezza non è solo quella che si coglie con gli occhi. Non faccio della bellezza solo una questione di estetica perché bisogna inevitabilmente andare oltre l’aspetto esteriore. Bellezza è il modo di porsi, di esprimersi, di comunicare. Insomma, è un insieme di tante qualità».

Altro palcoscenico importante è stato quello del concorso di Miss Mondo Italia 2018  a Gallipoli. Che esperienza è stata?
R:«Ho vissuto l’esperienza di Miss Mondo in maniera differente, grazie alle sicurezze acquisite durante il percorso di Miss Italia. A Miss Mondo ho avuto l’opportunità di dimostrare anche il mio talento nel ballo. Dunque posso dire che è stata una bellissima esperienza ricca di soddisfazioni ed emozioni».

Le esperienze vissute immagino lascino spazio ora a delle ambizioni ben precise?
R:«Assolutamente si, con queste esperienze ho fatto un po’ di chiarezza. Mentre prima di intraprendere questo percorso ero più insicura su quello che sarebbe stato il mio futuro, ora so che l’interesse per il mondo della moda è cresciuto ed è entrato a far parte dei miei obiettivi».

Emilia, in quali progetti ti vedremo impegnata in futuro? 
R:«Di progetti ce ne sono, ma attualmente non posso parlarne».

E il ballo? Che posto avrà nel tuo futuro?
R:«La danza è e sarà sempre al primo posto perché è nata come passione ed è diventata un lavoro. Infatti col tempo sono riuscita a mettere su la mia scuola di ballo “POWER DANCE ACADEMY”, che mi ha dato e continua a darmi grandi soddisfazioni».

Contacts:

https://www.instagram.com/emilia.paolicelli/

Dolce&Gabbana: "Chiediamo scusa alla Cina"

MILANO - Hanno chiesto pubblicamente scusa gli stilisti Dolce & Gabbana, promettendo che quanto avvenuto in questi giorni non accadrà più in futuro, dopo le veementi polemiche in Cina per l’ultima campagna pubblicitaria.

“In questi giorni abbiamo ripensato moltissimo, con grande dispiacere, a tutto quello che ci è successo e a quello che abbiamo causato nel vostro Paese e ci scusiamo moltissimo. Le nostre famiglie ci hanno sempre insegnato a rispettare le varie culture di tutto il mondo e per questo vogliamo chiedervi scusa se abbiamo commesso degli errori nell’interpretare la vostra”, dichiara lo stilista Domenica Dolce, nel video, a fianco del co-fondatore della maison, Stefano Gabbana.

“Vogliamo anche chiedere scusa a tutti i cinesi nel mondo, perché ce ne sono molti, e prendiamo molto seriamente questa scusa e questo messaggio”, ha continuato Gabbana. “Siamo sempre stati molto innamorati della Cina: abbiamo visitato moltissime città, amiamo la vostra cultura e certamente abbiamo ancora molto da imparare. Per questo ci scusiamo se abbiamo sbagliato nel nostro modo di esprimerci”, ha ripreso la parola Dolce.

“Faremo tesoro di questa esperienza e sicuramente non succederà mai più. Anzi, proveremo a fare di meglio, e rispetteremo la cultura cinese in tutto e per tutto. Dal profondo del nostro cuore vi chiediamo scusa”, ha aggiunto Gabbana. Al termine del video i due stilisti concludono con la parola cinese usata per chiedere scusa: “duibuqi”.

Nunzia Amato vola in Cina: parte la sfida di Miss World per la 21enne

BARI - Tratti mediterranei e sogni internazionali. Parte con questi bellissimi auspici il sogno di Miss Mondo Italia 2018 Nunzia Amato, già volata in Cina per partecipare la finale internazionale di Miss World, il più antico e prestigioso concorso di bellezza del pianeta. Nata a San Gennaro Vesuviano (Na) e residente a Brusciano, Nunzia ha 21 anni e tanta voglia di puntare e traguardare l’obiettivo. Ben 180 centimetri di altezza, occhi verdi e magnetici, capelli lunghi e castani. Un concentrato di bellezza con tanto carisma partenopeo pronto a conquistare il mondo. Tipica bellezza mediterranea, orgogliosa e sicura prima della partenza per il Medio Oriente ha dichiarato di essere enormemente felice: «Miss Mondo Italia è un’esperienza unica e fantastica. Io adoro conoscere nuove persone e confrontarmi con loro; amo confrontarmi con nuovi territori e nuove culture e la finale di Miss World è un immenso sogno che si realizza e che mi cambierà la vita».

Studentessa al primo anno di Giurisprudenza, ma con il sogno di diventare attrice e modella, la Amato nella finale nazionale del giugno sorso a Gallipoli ha avuto la meglio sulle altre 49 concorrenti. Nunzia è abituata alle competizioni, avendo per anni praticato ciclismo agonistico. “L’esperienza di Miss Mondo come ho detto -ribadisce sorridente ed emozionata prima di imbarcarsi- è stata qualcosa di incredibile, inimmaginabile, unico”. Ha poi ringraziato i suoi genitori, mamma Maddalena, casalinga, e papà Amodio, operaio: «ho una famiglia fantastica, e in questi giorni lontano da casa mi mancherà molto. Loro fanno grandi sacrifici per permettermi di realizzare i miei sogni ed io devo tutto a loro e a mio fratello più grande, una persona meravigliosa. Mi hanno seguito in quello che faccio, incoraggiato e invitato a studiare ed a continuare la mia crescita professionale. Li amo».

Ora, a Nunzia Amato non resta che iniziare a competere con tutte le bellezze del pianeta e tenere alto il tricolore. A Sanya, l’8 dicembre prossimo si svolgerà la finale internazionale di Miss World e li che deve puntare e magari se lo augurano davvero in tanti vincere. La giovane campana che rappresenterà il nostro Paese, si è detta elettrizzata dalla celebre manifestazione. “Sono sicura di poter imparare qualcosa di molto prezioso. Del resto, la neo-eletta Miss Mondo Italia non ho mai fatto mistero del mio desiderio di lavorare nel mondo dello spettacolo e della moda, e quello è sicuramente uno dei palcoscenici più promettenti per un fortunato debutto. Il mio grazie infinito -conclude- va anche e soprattutto al direttore Antonio Marzano a sua moglie Maria Rosaria De Simone ed a tutta la splendida famiglia di Miss Mondo Italia che mi ha supportato alla grande nel mio percorso di avvicinamento alla finale mondiale”.

Gucci conquista la West Coast

LOS ANGELES - Riflettori su Gucci al Los Angeles County Museum of Art (LACMA), che ha ospitato l’ottava edizione dell’annuale Art+Film Gala, presentato dalla maison italian, e che quest’anno ha premiato la creatività della fotografa Catherine Opie e del regista Guillermo del Toro.

Sono state numerose le star del cinema che hanno partecipato alla serata, dai registi Alfondo Cuaron e Alejandro Inarritu a Dakota Johnson, ma anche Kim Kardashian West con la sorella Kourtney Kardashian, Paris Jackson, Lou Doillon, St. Vincent e Jared Leto.

Non poteva mancare ovviamente il direttore creativo di Gucci, Alessandro Michele, che ha fatto diventare Gucci il marchio più brillante del gruppo Kering: assieme a lui c’erano anche il presidente di Kering François Henri Pinault insieme alla moglie Salma Hayek.

Quasi tutti gli invitati, peraltro, indossavano abiti Gucci.


Moda: al via 'Fiera Salento Sposi'


LECCE - Arriva a Carpignano Salentino il tour event dell’Agenzia Platinum, di Giovanni Conversano e Giada Pezzaioli, interamente dedicato a matrimonio o unione civile. Sabato 3 e domenica 4 novembre sarà Tenuta Montenari (Prov.le 153) ad accogliere la quarta tappa della quinta edizione di Fiera Salento Sposi. Un format studiato per le diverse esigenze di chi è in procinto di sposarsi o di unirsi civilmente, che consente alle coppie un incontro a tu per tu con le aziende leader del settore e, più in generale, a scoprire il dietro le quinte del matrimonio, aprendo le porte di alcune delle location più gettonate del Salento, tutte sale ricevimenti selezionate, anche per aree geografiche differenti. E questa volta è il sud Salento protagonista.

Le coppie hanno la possibilità di raccogliere idee originali, proposte nuove, consigli, spunti creativi e soprattutto servizi di qualità per personalizzare la propria festa nuziale. Fiera Salento Sposi propone una soluzione organizzativa completa di tutti i servizi che ruotano intorno al “marriage”. Abiti da sposa e sposo, hair style e make up, fedi nuziali e jewelery, lista nozze, finanziamenti per matrimonio, addobbi floreali, bomboniere, servizio foto e video, catering e banqueting, animazione e intrattenimento, torta nuziale, wedding planner, noleggio auto per matrimoni, abbigliamento da cerimonia per testimoni, damigelle, paggetti e per tutti gli invitati, viaggio di nozze e luna di miele, arredamento interni ed esterni. Insomma, tutti i temi che scandiscono uno dei giorni più belli della vita di uomini e donne.

Tra le novità di questa due giorni a Carpignano Salentino ci sarà “specchio selfie”, uno degli oggetti di tendenza del periodo per feste e matrimoni.

Il tour 2018 in alcune delle sale ricevimenti più esclusive e caratteristiche del territorio salentino, si conclude il 17 e 18 novembre al San Giorgio Resort di Cutrofiano.

Grazie alle prime tre tappe (Sternatia, Lecce e Veglie) oltre 1300 coppie hanno già chiuso accordi per la propria festa nuziale tramite Salento Sposi.

Ingresso libero. Orario: sabato dalle 16 alle 20, domenica dalle 10 alle 13 e dalle 15,30 alle 21.

Informazioni al numero 3774676877.Dettagli su www.fierasalentosposi.it. In palio per le prime 300 coppie che si registrano online, un coupon del valore di 500 euro.

Bari, dal 25 al 28 ottobre torna il salone nazionale 'Promessi sposi, il matrimonio in vetrina'

BARI - Si inaugura giovedì 25 ottobre la 33° edizione del salone nazionale “Promessi Sposi, il matrimonio in vetrina”, evento patrocinato dal Comune di Bari e organizzato dall’agenzia “Pubblivela” nel nuovo padiglione della Fiera del Levante (ingresso Orientale) sino a domenica 28 ottobre. Si tratta della più grande fiera settoriale d’Europa rivolta al grande pubblico con 200 espositori e numerose novità. Saranno diversi i brand che sfileranno nel padiglione adiacente a quello dell’esposizione, trasformato nel mondo dedicato agli sposi: sabato 27 si terrà il Puglia Fashion Show, la sfilata collettiva dedicata ai produttori pugliesi (Giotta Spose, Cotin Sposa, Donatella Piccarreta, Galizia Spose) nata per far risaltare le peculiarità dell’artigianato locale e del bridal che rende famosa la Puglia nel mondo. Sempre sulla passerella si potrà ammirare Promessi Sposi Bridal Show dedicata all’alta moda sposi con brand di caratura nazionale e internazionale, come Via della Spiga Milano, Thomas Pina, Andrea Versali Cerimonia, Petrelli Uomo Cerimonia, Errico Maria Alta Moda Sposi e altri.

La rassegna è stata presentata questa mattina a Palazzo di Città da Gaetano Portoghese, amministratore unico di Pubblivela, alla presenza dell’assessora allo Sviluppo economico Carla Palone. Alla presentazione dell’evento ha partecipato anche Stefano Marrone dirigente dell’IPSIA “Luigi Santarella”.

“La nostra - ha spiegato Gaetano Portoghese, amministratore Pubblivela - è una manifestazione itinerante che abbraccia le maggiori città della Puglia. Dopo Lecce, siamo giunti qui a Bari e la risposta che ci sta dando il territorio è davvero importante: più di 200 espositori stanno rendendo bellissimo il nuovo padiglione della Fiera del Levante. D’altronde la Puglia è ormai fulcro del wedding, si pensi che quest’anno ha addirittura superato la Toscana nell’ambito del “wedding tourism” e di questo parleremo proprio in fiera nel workshop tenuto da 4 aziende pugliesi esperte di wedding planning. Promessi Sposi, oltre ad essere esposizione, è anche un contenitore di eventi, come le sfilate di alta moda sposi con i produttori pugliesi di abiti da sposa che da sempre sono l’eccellenza del tessile italiano e che sfileranno proprio per noi nel “Puglia Fashion Show”; poi il concorso “Un giorno da modella” in collaborazione con White Sposa che sta registrando numeri mai visti con centinaia di iscritte; ancora i tanti vip che si alterneranno in fiera, da Anna Safroncik a Cecilia Rodriguez e Ignazio Moser. Quest’anno c’è anche una novità: l’area dedicata al Levantecake, un salone nel salone, una zona completamente dedicata al wedding cake. Non solo: corsi, workshop, contest e tanto altro, con la presenza di un maestro d’eccezione, l’inglese Alan Dunn che farà la sua unica tappa italiana proprio qui a Bari e terrà due corsi sui fiori in pasta di zucchero. Da segnalare anche il workshop di Silviadeifiori che abbiamo voluto fortemente qui in fiera a Bari e che racconterà agli iscritti nella giornata di sabato tutti i segreti di un allestimento floreale perfetto. La fiera Promessi Sposi esprime tutto l’amore delle aziende pugliesi del settore nuziale per il wedding e tutta la risonanza che un evento come quello del matrimonio può suscitare nelle coppie e nelle famiglie pugliesi. Ecco perché il nostro claim è da sempre “Puglia in Love””.

“Ringrazio Pubblivela - ha detto Carla Palone - per aver confermato anche quest’anno la scelta di Bari quale sede di quello che è ormai diventato un appuntamento attesissimo sia dagli addetti ai lavori sia dai tantissimi promessi sposi. Il successo di pubblico non mancherà anche per questa edizione, che si preannuncia particolarmente interessante anche visti i numeri e i nomi degli imprenditori del settore che vi partecipano. Da sempre l’amministrazione comunale crede nelle capacità dell’indotto che ruota intorno al settore delle cerimonie nuziali. Con orgoglio possiamo vantare un’ottima tradizione di aziende che operano nel settore con la massima professionalità, capaci di rispondere alle esigenze di chi chiede per il proprio giorno più bello un abito sartoriale e di gamma alta. Tale capacità imprenditoriale, riconosciuta peraltro sul territorio nazionale, coniugata alle meravigliose location della Puglia, costituisce senza dubbio un cardine fondamentale dello sviluppo economico della città di Bari e dell’intero territorio pugliese”.

“Promessi Sposi” si avvarrà della collaborazione dell’Istituto superiore “Luigi Santarella” di Bari, nei suoi settori Moda e Audiovisivo, che porterà gli alunni a fare esperienza lavorativa in fiera, nell’ambito di un progetto di alternanza scuola lavoro molto proficuo dal punto di vista educativo ed esperienziale, come ha spiegato Stefano Marrone ringraziando Gaetano Portoghese per la disponibilità accordata anche quest’anno agli alunni del Santarella.. I ragazzi saranno impegnati nel back stage delle sfilate e nel reparto foto/video del Salone “Promessi Sposi”.

Novità di quest’anno il Levantecake: un’area interamente dedicata alla torta nuziale e al wedding cake in tutte le sue sfumature. Un evento nell’evento con corsi tematici, contest, mostre, competition con ospiti famosissimi nel settore come il grande sugarcrafter inglese Alan Dunn, artista delle decorazioni floreali di zucchero famoso in tutto il mondo. Dunn terrà due dimostrazioni in programma giovedì 25 e venerdì 26 con corsisti provenienti addirittura da Hong Kong. Tra gli ospiti Matteo Cutolo, il vip del gelato vincitore del campionato mondiale di pasticceria e gelateria 2017, e Luciano Sorbillo, pizzaiolo napoletano, figlio di Rodolfo che nel 1957 propose al presidente Giovanni Agnelli la prima pizza con cornicione ripieno di ricotta, condita con rucola, fiordilatte e scaglie di parmigiano.

Atteso il ritorno del concorso nazionale Un giorno da modella, dedicato alla future spose e realizzato in collaborazione con la rivista settoriale White Sposa. Le future spose che si saranno iscritte ai casting sul sito bari.promessisposi.info sfileranno in passerella il 27 ottobre: alcune di loro riceveranno regali esclusivi, come una crociera offerta da Costa Crociere, un abito da sposa, le fedi, le bomboniere, l’autonoleggio.

Nei quattro giorni alla Fiera del Levante non mancheranno ospiti di eccezione come Ignazio Moser, testimonial di Andrea Versali, che salirà in passerella insieme a Cecila Rodriguez per il brand, per poi fermarsi a disposizione dei visitatori. Con loro anche Simone Susinna (Isola dei Famosi), Valerio Logrieco (Grande Fratello), Gianluca Di Sotto e Akash Kumar per il brand Petrelli Uomo.

Spazio anche alle decorazioni floreali con il workshop a cura della famosa ‘event and emotional designer’ Silviadeifiori, in calendario la mattina di sabato 27. Un intenso percorso formativo dedicato non solo ai flower designer o aspiranti tali, ma anche alle spose più attente che vogliano conoscere le novità e tutti i nuovi trend dell’allestimento floreale.

Infine, venerdì 26 ottobre, Promessi sposi ha organizzato una serata tra musica, esibizioni spettacolari e tante sorprese dedicata al mondo del wedding e rivolta agli espositori, alla stampa, ai rappresentanti istituzionali e ai visitatori: appuntamento a partire dalle ore 21,30, a Villa Romanazzi Carducci.

Il taglio del nastro è previsto per giovedì 25 ottobre, alle ore 16.30, alla presenza dell’attrice e madrina dell’evento Anna Safroncik.

Per ulteriori informazioni https://www.promessisposi.info/

Promessi Sposi di avvarrà della collaborazione con l’Istituto superiore “Luigi Santarella” (settori moda e audiovisivo), che porterà gli alunni a fare esperienze lavorative in fiera nell’ambito di un progetto di alternanza scuola-lavoro. Gli studenti saranno impegnati nel back stage delle sfilate e al reparto foto/video del Salone Promessi Sposi.

Promessi sposi 2018: a Bari eventi, sfilate e showcooking


BARI - Abiti e accessori, passerelle, ma anche tante idee per rendere il proprio matrimonio un giorno speciale. Spegne 33 candeline Promessi sposi, il matrimonio in vetrina, il salone nazionale dedicato interamente al giorno del grande «Sì» in programma nel Nuovo Padiglione della Fiera del Levante dal 25 al 28 ottobre prossimi. Nata da una idea di Pubblivela, la rassegna, che si svolge anche a Lecce e a Taranto, si conferma la più grande fiera settoriale d'Europa rivolta al grande pubblico. Promessi Sposi per il 2018 ricrea il profumo di un magico sì, che percorre i territori, si nutre dei suoi frutti e arriva al coronamento di un bellissimo sogno.

Duecento gli espositori e numerose le novità in campo per questa edizione. Saranno tanti i brand che sfileranno nel padiglione adiacente a quello dell'esposizione, trasformato nel mondo dei sogni per ogni coppia di sposi. Sabato 27 in passerella ci sarà il Puglia Fashion Show, sfilata collettiva dedicata ai produttori pugliesi (Giotta Spose, Cotin Sposa, Donatella Piccarreta, Galizia Spose) nata per far risaltare le peculiarità dell’artigianato locale e del bridal che rende famosa la Puglia nel mondo. E poi il bellissimo Promessi Sposi Bridal Show, le passerella dell'alta moda sposi con brand di caratura nazionale e internazionale come Via della Spiga Milano, Thomas Pina, Andrea Versali Cerimonia, Petrelli Uomo Cerimonia, Errico Maria Alta Moda Sposi e altri.

Grandissima novità di quest'anno il Levantecake: un'area interamente dedicata alla torta nuziale e al wedding cake in tutte le sue sfumature. Un vero evento nell’evento con corsi tematici, contest, mostre, competition con ospiti famosissimi nel settore come il grande sugarcrafter inglese Alan Dunn, artista delle decorazioni floreali di zucchero famoso in tutto il mondo. Dunn terrà due dimostrazioni giovedì 25 e venerdì 26 con corsisti provenienti appositamente per lui addirittura da Hong Kong. E poi Matteo Cutolo, il vip del gelato, vincitore del Campionato Mondiale di Pasticceria e Gelateria 2017 FIPGC. Tra gli ospiti anche Luciano Sorbillo, pizzaiolo napoletano, figlio di Rodolfo, che nel 1957 propose al presidente Giovanni Agnelli la prima pizza con cornicione ripieno di ricotta, condita con rucola, fiordilatte e scaglie di parmigiano.

Attesissimo, poi, il ritorno del concorso nazionale Un giorno da modella dedicato alla future spose e realizzato in collaborazione con la rivista settoriale White Sposa. Tutte le ragazze, future spose che si saranno iscritte ai casting sul sito bari.promessisposi.info, sfileranno in passerella il 27 ottobre. Solo alcune di loro, però, potranno ricevere regali esclusivi come una crociera offerta da Costa Crociere, un abito da sposa, le fedi, le bomboniere, l'autonoleggio.

Nei quattro giorni alla Fiera del Levante non mancheranno anche ospiti di eccezione come Ignazio Moser, testimonial di Andrea Versali, che salirà in passerella insieme a Cecila Rodriguez per il brand, per poi fermarsi a disposizione dei visitatori. Con loro anche Simone Susinna (Isola dei Famosi), Valerio Logrieco (Grande Fratello), Gianluca Di Sotto e Akash Kumar per il brand Petrelli Uomo.

Tassello immancabile per ogni cerimonia che si rispetti sono, infine, le decorazioni floreali. Per questo non poteva mancare il workshop a cura della famosa 'event and emotional designer' Silviadeifiori in calendario per sabato 27, al mattino. Un intenso percorso formativo dedicato non solo ai flower designer o aspiranti tali, ma anche alle spose più attente che vogliano conoscere le novità dell’ultima ora e tutti i nuovi trend dell'allestimento floreale. Per non farsi mancare davvero niente, venerdì 26 ottobre Promessi sposi ha organizzato per i visitatori una one night dedicata al mondo del wedding, rivolta agli espositori, alla stampa e ai rappresentanti istituzionali. L’appuntamento è a partire dalle ore 21:30 a Villa Romanazzi Carducci a Bari, tra musica, esibizioni spettacolari e tante sorprese.

Oltre a tutti questi eventi, la rassegna accoglierà come sempre tutti i prodotti e i servizi che riguardano il variegato mondo delle nozze, ben 200 espositori tra abiti da sposa, sposo e cerimonia, sale ricevimenti, chef e pasticceria, wedding planner, liste nozze e bomboniere, viaggi, oggettistica, confetti, autonoleggio, gioielli, fiori, bellezza e cosmesi, arredo, e tanto altro. Importante la presenza dei produttori di abiti da sposa, provenienti da tutta la Puglia, terra di artigianalità sartoriale per eccellenza, ma anche da altre regioni e nazioni.

Massima attenzione non solo verso il matrimonio religioso, ma anche civile e, perché no, per chi ha deciso di convolare a seconde nozze. Il rito, considerato nel suo valore assoluto, rinasce a nuova vita, si rinnova in continuazione e si attualizza, diventando un moderno idealtipo di weberiana memoria. Proprio per questo la Fiera Promessi Sposi si presenta come baluardo di questo successo della modernità.

Inaugurazione è prevista per Giovedì 25 ottobre alle ore 16.30. Per accedere al Salone Nazionale Promessi Sposi di Bari si può scaricare il biglietto dal sito bari.promessisposi.info e presentarlo al botteghino col solo contributo di 2 euro.

Gdp Tv

150° Unità d'Italia AGRICOLTURA AGROALIMENTARE AMBIENTE Animali Annunci Approfondimento Arredamento Arte Attualità Auto e motori Avviso Pubblico Aziende Bari Bari 2014 Bari 2019 Bat Bifest 2011 Bifest 2014 Bifest 2015 Bifest 2016 Bifest 2017 Bifest 2018 Brasile2014 Bricolage Brindisi Calcio Casinò Chiesa cinema Columbus Day COMMENTO Comunicati Stampa Concerti Concorsi Corsi CROCIERE CRONACA CRONACA LOCALE CULTURA DOVE SEI? Cultura e Spettacoli Design Diari da Kinshasa Dimmi come scrivi Discoteche Donna del Giorno Economia Elezioni 2011 Enogastronomia Estate Esteri Eventi Expo 2015 Festival del cinema di Roma 2010 Festival del cinema di Roma 2011 Festival del cinema di Roma 2012 Festival del cinema di Roma 2013 Festival del cinema di Roma 2014 Festival del cinema di Roma 2015 Festival del cinema di Roma 2016 Festival di Venezia '13 Festival di Venezia '14 Festival di Venezia '15 Festival di Venezia '16 Fiera del Levante Filastrocca film Flash Foggia Food Experience Foto Frodi Fumetti Gallery Gastronomia Gdp Junior Ghost Hunters Puglia Giochi Giubileo Gossip Grafico Hot IL MIO AVVOCATO Il Principe Azzurro Inchiesta Intervista Intrattenimento Islam isola dei famosi 5 L'Angolo della Poesia LA CURIOSITA' LA RECENSIONE Latitudeslife LAVORO Lecce Lettera al direttore Libri Link LIVE Lotterie Matera METEO milano Miss Italia MODA Mostre Motociclismo musica Necrologi NOTIZIE DAL MONDO novità musicali Oroscopo Paranormale Perle di storia pugliese photogallery PLAY: MUSICAEDINTORNI Politica Politica locale Potenza PRIMO PIANO Protezione civile Psicologia Pubblica Amministrazione Puglia Punto e a Capo Regionali 2015 Reportage ricerca Ricette Rio 2016 Roma Russia 2018 Salute e benessere Sanità Sanremo 2015 Sanremo 2016 Sanremo 2017 Sanremo 2018 Sanremo 2019 Scheda Scienza e tecnologie Scuola Sentenze europee Sessualità Silent Key Spazio Spazio Emergenti Speciale Speciale 21 dicembre Speciale amministrative 2012 Speciale Amministrative 2014 Speciale Euro 2012 Speciale Fiera Speciale Politiche '13 Spetteguless Sport Storia Taranto Tennis Territorio TICKER Top Tra scienza e fede Trasporti Turismo Tv UE Università e formazione Us version Vacanze Viabilità Viaggi Video Videogiochi Vignetta Vino diVino Voli Web Zootecnia