Visualizzazione post con etichetta Bari. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Bari. Mostra tutti i post

giovedì, maggio 25, 2017

Migranti, Viminale: a Bari primo Cpr

ROMA - "Il primo Centro permanente per i rimpatri che sara' attivato e' quello di Bari-Palese, da 126 posti, perche' i lavori di ristrutturazione di una struttura gia' esistente sono terminati ed e' in fase di emanazione il bando per la gestione: ma abbiamo gia' individuato le localita' in cui far sorgere gli altri Centri previsti dalla nuova legge, ci delle ipotesi su cui si sta lavorando, siamo in attesa dell'ok delle regioni". Così Gerarda Pantalone, capo del Dipartimento Liberta' civili e Immigrazione, durante un'audizione davanti alla Commissione migranti disegna una prima, possibile 'mappa' dei nuovi Cpr, destinati a sostituire i vecchi Cie.

Poi aggiunge: "la legge prevede dei tempi e dei costi per la realizzazione, 500 posti per il prossimo anno e gli altri per l'anno successivo fino a 1.600 ma noi siamo partiti da subito perche' l'interesse del ministro Minniti, se le regioni ci aiutano, e' quello di riuscire a partire gia' da ieri".

Scendendo nel dettagli, "a Roma e' previsto il potenziamento di una struttura gia' esistente ma danneggiata, e i lavori sono gia' in corso: ci sono solo 125 posti dedicati alle donne, ce ne saranno altri 125 per gli uomini. A Torino i posti disponibili per il Cpr oggi sono 118, sono in fase di definizione i lavori per altri 35 sino ad arrivare ai 180 previsti. A Potenza e' in corso il riadattamento di una struttura che in passato avrebbe dovuto ospitare un Cie, poi mai aperto: i lavori, gia' in corso, per una capienza di 150 posti dovrebbero terminare entro la fine dell'anno". 

Trenitalia, due nuove corse tra Bari e Roma

BARI - Questa mattina, nell’ambito della presentazione nuova programmazione estiva del Frecciargento, Trenitalia ha annunciato l’avvio di due nuovi collegamenti veloci tra Bari e Roma.

Il sindaco di Bari, Antonio Decaro, che si era fatto promotore dell’attivazione di un nuovo collegamento tra Bari e Roma che avesse tempi brevi, commenta soddisfatto: “Voglio ringraziare RFI e Trenitalia per aver tenuto in conto nella nuova programmazione delle richieste della città di Bari, che finalmente, al pari degli altri capoluoghi di regione del resto d’Italia, avrà collegamenti veloci con la capitale. Saranno due corse Frecciargento, andata e ritorno, che favoriranno i collegamenti con Roma agevolando gli spostamenti di tutti i cittadini verso la capitale. Si tratta di un diritto che finalmente viene riconosciuto anche alle città del sud – prosegue Decaro - che scontano ancora collegamenti infrastrutturali non competitivi. La mia non è una battaglia di campanile, ma la richiesta di un collegamento che ci è dovuto perché Bari, come altre realtà importanti del Mezzogiorno, ha tutte la carte in regola per rappresentare un Sud che vuole e può stare al passo con il resto d’Italia. In ottica di sviluppo e crescita del nostro territorio, poter contare su un ulteriore collegamento rappresenta sicuramente un primo passo. Attendiamo fiduciosi le modalità di attuazione del nuovo collegamento veloce”.

Migranti, continua la grande solidarietà dei baresi nelle donazioni di indumenti e beni di prima necessità

BARI - Non si ferma il grande slancio di solidarietà con cui i cittadini e le associazioni baresi hanno risposto all’appello lanciato dall’assessorato al Welfare in occasione dell’arrivo al porto di Bari di 250 migranti. Continuano infatti le donazioni di alimenti, prodotti per l’igiene personale e indumenti che l’amministrazione comunale sta destinando alla distribuzione per rispondere ad esigenze immediate e all’allestimento di un magazzino di beni in rete con le associazioni di volontariato in base alle necessità.

Delle ultime ore è invece la notizia che, grazie ad un accordo tra il corpo di Polizia municipale e l’assessorato al Welfare, le merci sequestrate negli ultimi giorni sul territorio comunale - prevalentemente indumenti e scarpe -, una volta inventariate, saranno consegnate alla rete cittadina per entrare nel circuito della distribuzione solidale.

“Solo questa mattina sono state sequestrate e confiscate 360 paia di scarpe da ginnastica vendute abusivamente - commenta l’assessora al Welfare Francesca Bottalico - e, grazie alla collaborazione con la PM, potremo distribuirle a breve a quanti ne abbiano bisogno e in particolare adulti in condizioni di grave marginalità, sia migranti sia italiani. Stiamo lavorando fianco a fianco, pubblico e privato sociale, per riuscire ad accogliere al meglio uomini, donne e bambini che arrivano a Bari spinti dal bisogno e dalla disperazione, così come cerchiamo di fare ogni giorno con tutte le persone che si trovano in situazioni di vulnerabilità. Questo accordo con la Polizia municipale rappresenta un nuovo, importante passaggio per far funzionare al meglio la grande macchina della solidarietà cittadina”.

Bari, 'I geologi si confrontano su sicurezza e prevenzione'

di DONATO FORENZA - Organizzato dal Consiglio Nazionale dei Geologi, dalla Fondazione Centro Studi del Consiglio Nazionale, dalla European Federation of Geologists, in collaborazione con l’Ordine dei Geologi della Regione Puglia, si è svolto a Bari, presso il Centro Congressi dell’Hotel Majesty, il Convegno interdisciplinare  “I Geologi si confrontano su sicurezza e prevenzione”.

Nei lavori sono state analizzate utili strategie da implementare per le attività di prevenzione dei disastri naturali e per la inderogabile pianificazione necessaria per la messa in sicurezza del Paese; inoltre sono state esaminate le complesse tematiche del Programma nazionale “Casa Italia”, le Nuove Norme Tecniche per le Costruzioni, il recente Codice degli Appalti, la Rete delle Professioni Tecniche, la Tutela Ambientale e la Gestione del Territorio, il fascicolo del fabbricato, aspetti della Protezione civile, la certificazione di eccellenza degli studi di geologia e fattori correlati.

Hanno relazionato prestigiosi studiosi tra i quali il presidente dell’Ordine dei Geologi della Regione Puglia Salvatore Valletta, il  Presidente del Consiglio Nazionale dei Geologi Francesco Peduto che hanno evidenziato la gravità delle ripercussioni sull’ambiente dei terremoti e dei dissesti idrogeologici.

L’Italia ha speso circa 150 miliardi di euro negli ultimi 50 anni per riparare i danni da terremoto! Si tratta di somma che corrisponde a quanto il governo pensa di stanziare annualmente per Casa Italia. Il nostro Paese presenta (ISPRA 2015) 530 mila frane (oltre il 70% di quelle in Europa) e quindi occorre una nuova legislazione efficace per evitare catastrofi. Anche il geologo può fornire contributi notevolissimi  per valide scelte progettuali e per la pianificazione territoriale. Sono intervenuti   numerosi illustri rappresentanti delle professioni tecnico-scientifiche. E’ stata programmata la partecipazione di Alessandro Reina, docente di Geologia al Politecnico di Bari, del sindaco di Bari Antonio Decaro, del governatore della Regione Puglia Michele Emiliano, di Gianni Giannini e Antonio Nunziante assessori della regione Puglia, di Ruggiero Mennea, presidente Comitato regionale permanente della Protezione civile e di altri esperti, tra i quali vari membri del Consiglio Nazionale dei Geologi. L’evento ha riscosso notevole successo.

mercoledì, maggio 24, 2017

Aeroporti di Puglia, "In dieci anni fatti passi da gigante"

BARI - “Il sistema aeroportuale pugliese ha fatto passi da gigante nell'ultimo decennio, contribuendo a fare della Puglia la regione più attrattiva sul piano turistico. Aver deciso di confermare il contributo annuale a Ryanair ne è la dimostrazione. La Regione continua a dare il massimo, ma questo regime ha bisogno di aprirsi alle esigenze del mercato. È bene, pertanto, tenere aperta una ricerca senza soluzioni preordinate e senza pregiudizi”. A dichiararlo è il presidente del gruppo regionale Pd, Michele Mazzarano, a margine dell’audizione di oggi, in seconda commissione consiliare, dei vertici di Aeroporti di Puglia. Un confronto serrato con i consiglieri regionali, che ha visto la partecipazione del presidente Tiziano Onesti e della consigliera Beatrice Lucarella, del direttore generale Marco Franchini e del direttore amministrativo Patrizio Summa, oltre che del capo di gabinetto della Regione Puglia, Claudio Stefanazzi.

“É stato giusto - prosegue Mazzarano - avviare un confronto tra cda di Adp e Consiglio regionale. Quando parliamo di Aeroporti di Puglia, e non solo, dovremmo provare ad uscire dalla sindrome di una sorta di sensazionalismo legato al rapporto tra pubblico e privato, secondo cui si ritiene efficiente e sano ciò che è esclusivamente legato al controllo pubblico. Questo è un retaggio ideologico che non ci appartiene”.

L’esponente del Pd ha anche sollevato la questione aeroporto Grottaglie, che è abilitato tanto al trasporto industriale quanto a quello civile. “Dobbiamo capire come conciliare lo sviluppo della già ampiamente definita vocazione industriale e avvio dei voli civili”, ha detto. “La pista di Grottaglie è una delle più lunghe del Sud Europa e, quindi, adatta anche ai voli intercontinentali. Non vogliamo certo l'aeroporto sotto casa, ma nel caso di Grottaglie si può immaginare uno sviluppo integrato che valorizzi le sue potenzialità”.

“Questo, ovviamente, può valere – ha concluso - anche per altri aeroporti minori come quello di Foggia”.

G7 Finanze, i ringraziamenti del Prefetto Magno

di REDAZIONE - Dopo il plauso personale espresso ai vertici provinciali delle Forze dell'Ordine per l'impegno profuso durante la settimana del G7 delle Finanze, il Prefetto della Provincia di Bari, Marilisa Magno, manifesterà la propria gratitudine a tutte le autorità locali e istituzioni coinvolte nell'organizzazione dell'evento internazionale. Un atto che sarà formalizzato in una lettera. Ad annunciarlo una nota stampa della Prefettura di Bari, diffusa nelle ultime ore a tutti gli organi di informazione locale.

Reliquie di San Nicola: è la prima volta in assoluto che varcano la soglia di Bari

di VITTORIO POLITO - In questi giorni, per volere di Sua Santità Papa Francesco, in accoglimento della richiesta del patriarca Kirill, è stata trasferita provvisoriamente a Mosca, e per due mesi, una reliquia di San Nicola, per sottoporla alla venerazione dei cittadini russi. È la prima volta in nove secoli che una reliquia ossea esce dall’urna della cripta di San Nicola per varcare la soglia di Bari. Lo afferma padre Gerardo Cioffari, storico della Basilica di San Nicola, smentendo alcuni giornali. Cioffari ha diffuso il foglio “St Nicolas News”, nel quale dimostra che effettivamente è la “prima volta” che ciò avviene in 930 anni. Nel foglio padre Cioffari scrive anche delle reliquie di Saint Nicolas de Port, San Niccolò del Lido, Fribourg, Rimini, Bucharest, San Pietroburgo, Rjazan e Čeljabinsk (riportando puntualmente in appendice le loro fonti).

“Il sito russo Bol’šoj Vopros.ru. che, in risposta ad una domanda, ha scritto: “Non si può affermare che le reliquie di San Nicola vengono portate in Russia per la prima volta nel 2017”. Questo non corrisponde alla realtà, scrive Cioffari che interviene energicamente su una questione che ha cercato sempre di evitare, perché mentre urta la sensibilità di tanti fedeli che credono ciecamente a questa o a quella reliquia, in altri suscita sarcasmo o scetticismo come se fosse tutto da mettere in dubbio e sottolinea, che il suo intervento non riguarda l’autenticità delle reliquie prese in considerazione, ma si limita ad esaminare unicamente le “argomentazioni” addotte a sostegno, dando in appendice (per gli studiosi) le fonti originali, laddove ci sono. Lo scopo è di dimostrare che il 21 maggio 2017 è davvero la prima volta in assoluto che una reliquia esce dall’urna della cripta barese. Non potendo sul St Nicholas News trattare delle circa 200 reliquie di San Nicola che circolano nel mondo, ha scelto otto tra le più famose, includendo anche alcune che non pretendono di venire da Bari: San Niccolò del Lido (Venezia), Saint Nicolas de Port (Lorena), Fribourg (Svizzera), San Pietroburgo (Russia), Rimini (Italia), Bucharest (Romania), Rjazan/Radovickij (Russia) Čeljabinsk (Russia).

Padre Gerardo afferma con dati di fatto, che mai da Bari è uscita una reliquia. È la prima volta in assoluto che una reliquia ossea di San Nicola lascia la città di Bari. Per comprendere l’ovvietà di questa affermazione basti pensare allo status giuridico della Basilica: col diritto della “forza” i re normanni, svevi e primi angioini, e per concessione pontificia tutti i re dopo il 1304, unica autorità che avrebbe potuto fare uscire una reliquia di san Nicola da Bari era il Re di Napoli; senza il suo regio exequatur i preti non potevano obbedire né al Papa né all’Arcivescovo di Bari (fino al Concordato del 1929).  Ora, nell’Archivio di San Nicola non c’è alcun regio exequatur in tal senso, afferma la storico ella Basilica, né le ‘Conclusioni Capitolari’ registrano fuoriuscite diverse dalla Santa manna, ad eccezione di qualche pezzettino del legno della cassa in cui i marinai portarono a Bari le reliquie del Santo.

Pertanto, se la reliquia di San Nicola, presente a Mosca, ha potuto essere estratta dall’urna è soltanto perché dal 1929 lo Stato Italiano, dopo aver spogliato la Basilica di tutti i suoi beni, l’ha sottratta alla potestà del Re, restituendola all’assoluta autorità del Papa. I Domenicani sono dal 1951 solo i custodi, abilitati unicamente all’amministrazione ordinaria sotto la vigilanza dell’arcivescovo di Bari, che è il delegato pontificio: tutte le decisioni straordinarie sulla Basilica le prende il Papa. È lui che personalmente, dopo aver consultato l’Arcivescovo di Bari, ha deciso di rispondere positivamente alla richiesta del patriarca Kirill, permettendo alla Chiesa russa del Patriarcato di Mosca di vivere la gioia di questo evento storico. Tutte le altre notizie che circolano sui mass media sono solo frutto della fantasia e non corrispondono né alla storia e neanche alla leggenda.

E, se queste argomentazioni, sono di padre Gerardo Cioffari, grande agiografo di San Nicola, non c’è che da sottoscriverle.

Bari, parte la riqualificazione di Corso Italia a cura delle Fal

BARI - Questa mattina l’assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso ha incontrato i responsabili di FAL - Ferrovie Appulo Lucane per discutere del progetto di valorizzazione di locali e immobili commerciali, di proprietà dell’azienda di trasporti, presenti su corso Italia con affaccio su strada. La prevista riqualificazione interesserà anche il marciapiede antistante con un’ipotesi di ridisegno che vede coinvolta l’amministrazione comunale. Si sta valutando infatti la possibilità di realizzare contestualmente sia una pista ciclabile bidirezionale, larga 2.50 metri, sia una regolarizzazione delle corsie di marcia, una preferenziale per gli autobus e l’altra per le autovetture, con il mantenimento delle aree di parcheggio esistenti sul marciapiede opposto ai locali delle FAL. Nell’ambito dell’intervento è prevista anche la creazione di aiuole in cui piantare nuovi alberi.

“L’incontro odierno è stato utile per definire alcuni dettagli significativi di questo progetto - commenta Giuseppe Galasso - che darà nuova veste e nuova qualità urbana a una strada importante del centro cittadino. Corso Italia di domani sarà una strada alberata, con più ampi marciapiedi su cui si affacciano attività commerciali in modo da favorire la vitalità e il passaggio di persone. Stiamo mettendo a punto anche gli ultimi dettagli relativi alla localizzazione di un tratto di pista ciclabile che consentirà di raggiungere facilmente la velostazione presente. Inoltre stiamo valutando la possibilità che la pista possa essere prolungata con un successivo intervento dell’amministrazione comunale in modo da attraversare il sottopassaggio di via Quintino Sella. A breve, una volta definiti gli ultimi particolari, presenteremo alla città questo importante intervento di riqualificazione urbana nel suo complesso”. 

Bari, al via il piano di pulizia di spiagge e coste cittadine

BARI - È partito il piano estivo di pulizia del litorale a cura di Amiu Puglia. Anche quest’anno il programma si realizzerà in due differenti fasi. Durante la prima, operatori e mezzi aziendali provvederanno alla rimozione di rifiuti ingombranti, e comunque di medio-grandi dimensioni, arenati sul litorale. Si tratta di un servizio straordinario che proseguirà fino al prossimo 31 maggio.

Dal 1° giugno, invece, prenderà il via il servizio ordinario di pulizia di spiagge e coste cittadine. Un’attività che vedrà impegnati 30 operatori, suddivisi in 10 squadre e distribuiti uniformemente su tutto il litorale cittadino, fino a
l 15 settembre.

Sono due le novità introdotte quest’anno nel servizio: gli addetti raccoglieranno i rifiuti e, ove possibile, li selezioneranno in modo differenziato, utilizzando delle buste di colore differente a seconda della frazione di rifiuto ritrovata e rimossa. Inoltre, tutti gli operatori avranno a disposizione del materiale informativo relativo alla raccolta differenziata e al corretto conferimento dei rifiuti, che sarà distribuito a bagnanti e cittadini durante l’orario di servizio.

Sono escluse dal estivo di pulizia le spiagge private e i lidi di Torre Quetta e Pane e Pomodoro, in quanto queste ultime sono già oggetto di un servizio esclusivamente dedicato.

Infine, dal 1° giugno verranno posizionati, lungo tutto il litorale cittadino, con particolare attenzione alle spiagge e ai tratti costieri più frequentati da cittadini e turisti, circa 300 contenitori mobili - i cosiddetti getta rifiuti - per il conferimento dei rifiuti.

“Con l’avvio della nuova stagione balneare - dichiara l’assessore all’Ambiente Pietro Petruzzelli - anche il servizio quotidiano di pulizia delle spiagge sarà improntato a una nuova attenzione alla raccolta differenziata dei rifiuti, anche quelli portati dal mare. Questo conferma il nostro impegno, condiviso appieno da Amiu Puglia, nel sensibilizzare i cittadini sulla cura degli spazi pubblici e sull’importanza di separare ogni tipo di rifiuto. Credo non ci sia nulla di più convincente che il buon esempio, e vedere gli operatori Amiu muniti di buste differenti per ripulire le nostre spiagge e consegnare il materiale informativo sulla differenziata è un segnale più che eloquente”. 

Cibo da strada da tutto il mondo e musica dal vivo a Eataly Bari

BARI - Eataly Bari, in collaborazione con l’associazione Origens e il progetto Ethnic Cook di Ana Estrela, propone tre giorni dedicati interamente alla Cucina Internazionale: appuntamento da venerdì 26 a domenica 28 maggio con lo Street Food Festival.

L'associazione Origens, fondata nel novembre del 2008, nasce dall'idea di promuovere sul territorio barese la cultura brasiliana (e non solo), con l’intento di valorizzare il dialogo inter-culturale e unire così persone di nazionalità e cultura differenti. Proprio per questo Eataly Bari è orgogliosa di aprire le proprie cucine a piatti internazionali, confrontandosi con culture e tradizioni diverse per far sì che l'integrazione diventi interazione e spiegando, grazie alla metafora del cibo, che essere diversi è la più grande fortuna che abbiamo.

Palestina, Marocco, Senegal, Mauritius, Afghanistan, Brasile, Nigeria, Perù, Costa D'Avorio: queste saranno le cucine internazionali ospiti dello Street Food Festival di Eataly Bari, senza dimenticare naturalmente anche la tradizione italiana. Dai conosciuti falafel palestinesi, al bourani bademjan, piatto afgano a base di melanzane fritte in salsa di pomodoro e yogurt, passando per la fataya, panzerotto ripieno di tonno direttamente dal Senegal, l’alokò, il platano fritto della Costa d’Avorio e molto altro da scoprire e assaggiare.

In abbinamento l'ottima birra artigianale del Birrificio Svevo di Modugno (Ba). Tutte le degustazioni saranno acquistabili presso le casse preposte al primo piano di Eataly Bari.

Non mancherà l’intrattenimento: sabato 27 a partire dalle ore 21.30 al primo piano si esibiranno gruppi di musica etnica provenienti dai diversi Paesi coinvolti nell'evento.

Orari: venerdì 26 e sabato 27 dalle 19.30 alle 24.00;
          domenica 28 maggio dalle 19.30 alle 23.00;

'REstate a Madonnella', con le Faraualla al via eventi al Joy's Pub

di LUIGI LAGUARAGNELLA - Attorno ad un tavolo e sorseggiando un po’ di birra è nato “REstate a Madonnella”, il progetto promosso dal Joy’s pub che ha accolto le idee e le proposte di comuni cittadini e semplici frequentatori del pub creando una serie di iniziative che saranno l’attrattore (e non solo) del quartiere Madonnella. Con le strade della città che si svuotano, nonostante le persone che si piombano nelle località balneari, durante l’estate, il Joy’s lancia un programma che punta a “fare comunità”, a socializzare, a far conoscere realtà, movimenti, associazioni impegnate nel loro quotidiano alla valorizzazione del territorio, alla cittadinanza attiva, alla partecipazione.

Frequentare il pub è anche poter partecipare e sentirsi protagonisti in una semplice serata che non si limita ad assaporare birra irlandese.

Grazie alla disponibilità della chiesa di San Giuseppe, per tutta l’estate da maggio a settembre, largo Mons. Curi, sarà la “sede estiva del Joy’s” e il palco sociale dove verranno condivise e raccontate esperienze, si alterneranno realtà associative, alcune delle quali, senza far molto rumore, sono molto attive nel territorio cittadino. Conoscere le loro attività  è quel tentativo di mettere in circolo la solidarietà che esiste, ma troppo spesso è chiusa da notizie o messaggi negativi che non aprono alla bellezza del bene comune. “REstate a Madonnella” è proprio lo spazio aperto ad accogliere tutti coloro che fanno dell’impegno sociale, di qualunque tipo, uno stile di vita.

“REstate a Madonnella” vuole proprio essere una vetrina a cui famiglie, ragazzi, comitive possono avvicinarsi, conoscere, scoprire. E mentre berranno birra irlandese o in attesa di un panino al proprio tavolo possono essere coinvolti attivamente. Il progetto lanciato da Marco Protano del Joy’s che ha accolto le idee di comuni frequentatori del pub è a forte impatto sociale.

Sono 26 le associazioni coinvolte, che per tutta l’estate, si alterneranno in largo Mons. Curi, in uno spazio di scambio, di dialogo, di condivisione. Laboratori, workshop, dibattiti, incontri di musica, di lettura, mostre fotografiche.  Il Joy’s, con questo ampio programma estivo, sostiene e condivide alcuni progetti di solidarietà (Emergenza Sorrisi, Afriaca, Colibrì, Incontra). “REstate a Madonnella” sarà lo spazio aperto che accomunerà ogni tipo di associazione: da quella impegnata in progetti umanitari a quella che si occupa di bullismo e realtà giovanili; da quella vicina alle persone con disabilità ai senza fissa dimora. E ancora: spazio all’arte, alla musica, alla lettura. Intanto si inizia venerdì 26 con il concerto delle Faraualla. E’ un progetto in divenire e perciò è necessario seguire la pagina Facebook “REstate e Madonnella”.

Molte realtà, oltre ad essere concentrate in attività nel territorio cittadino, sono impegnate in progetti che vanno oltre i confini. Così, in qualche modo, venire a bere birra al Joy’s può trasformarsi in un viaggio per altri mondi rimanendo in città.

CALCIO FEMMINILE. Pink Bari-Roma 6-5 ai rigori, le pugliesi ritornano in serie A

di FRANCESCO LOIACONO - A Pescara la Pink Bari ha vinto per 6-5 ai rigori lo spareggio contro la Roma e dopo un solo anno è ritornata nella serie A di calcio donne. Nel primo tempo le pugliesi insidiose. Un tiro della Parascandolo è stato bloccato dalla portiera Casaroli. Le laziali hanno replicato. Un destro della Visentin ha visto la valida opposizione della portiera Aprile. Un sinistro della Pittaccio è finito di un soffio a lato.

Nel secondo tempo la Roma arrembante. Una botta di destro della Pittaccio è stata deviata in angolo dalla difensora Deborah Novellino. Un sinistro della Proietti ha centrato il palo. Nella Pink Bari è entrata in campo Marina Rogazione al posto di Lucia Strisciuglio. La Rogazione tutta sola in area di rigore ha incredibilmente calciato alto. Marina ci ha riprovato, brava la Casaroli a intercettare in angolo. Necessari i tempi supplementari. Nel primo extra time la Pink Bari è passata in vantaggio con Lucia Ceci di testa.

Ma nel secondo e ultimo tempo supplementare la Roma ha pareggiato per merito della Pittaccio di destro. Sull’1-1 inevitabili i rigori. La Ceci per la Pink ha tirato alto. La Roma ha segnato con la Pittaccio. Gol della Manno per le baresi. La Morra ha battuto la Aprile. Rete della Rogazione. Imprendibile il destro della Lorè. Gol della Parascandolo. Rete della Cortelli. La capitana della Pink Piro ha sorpreso la Casaroli. Però la Proietti ha calciato alto per la Roma. Si è andati avanti a oltranza. Per le baresi la Cangiano ha segnato. La Castiello si è fatta parare il tiro dalla Aprile. Errore questo decisivo.

La Pink Bari può far festa per un traguardo meritato. E’ stata infatti l’unica squadra a battere per due volte la Roma che prima dell’ultima giornata di ritorno di serie B di calcio donne e di questo spareggio non aveva mai perso. Le pugliesi dovranno attrezzarsi per riuscire a salvarsi la prossima stagione.

Bari, al Redentore la festa di Maria Ausiliatrice


BARI - Entra nel vivo la “Festa di Maria Ausiliatrice - Maggio in Libertà” organizzata dal Redentore Salesiani di Bari. Dopo l'inaugurazione della mostra iconografica mariana, presso la Biblioteca di Quartiere "don Bosco" al Redentore, organizzata dal Laboratorio don Bosco oggi e dall'Associazione Spacca Bari, stasera in Oratorio ci sarà la veglia di preghiera alle ore 20.

Oggi 24 Maggio alle ore 18,30 presso la Chiesa del Redentore è prevista la Concelebrazione Eucaristica nella solennità di Maria Ausiliatrice, madre della gioia. Segue la processione con la "banda musicale della Città di Santeramo in Colle" e gli sbandieratori della "Militia Sancti Nicolai" per le vie del quartiere Libertà che si concluderà presso l’Oratorio del Redentore. In Oratorio, la festa continuerà con giochi e premi per i ragazzi e la sagra del panzerotto per le famiglie. Anche i giovani del social pub “Lupi & Agnelli” per l’occasione prepareranno un buon panino con la porchetta.

"La gioia di essere figli di Dio celebrata nella solennità di Maria Ausiliatrice - affermano gli organizzatori del Redentore - sarà impegno nella legalità, nello sport, nel lavoro e nella musica. Ecco il senso ed il significato degli appuntamenti programmati per il 25, 26, 27 maggio".

Giovedì 25 Maggio l’appuntamento è al mattino alle ore 9.30, presso il piazzale Aldo Moro, dove ci sarà un marcia con le rappresentanze delle scuole elementari e medie del territorio nella memoria e nell’impegno di Giovanni Falcone, Paolo Borsellino delle vittime di mafia e nel nome di Stefano Fumarulo, giovane dirigente della Regione Puglia impegnato nelle politiche dell’antimafia sociale e recentemente scomparso. Saranno premiati i ragazzi del Maggio Oratoriano e del concorso Sogna il tuo quartiere. Per il 25 Maggio è stata lanciata la campagna DisarmiAMO la città: ogni ragazzo consegnando un’arma giocattolo riceverà in cambio un fidgetspinner. La memoria di uomini che hanno dedicato la propria vita alla giustizia si fa concretamente impegno nell’affermare una cultura dell’amicizia e del sano divertimento e nel contrastare una cultura della morte e della violenza. La manifestazione, promossa nella settimana della legalità indetta dalla Regione Puglia, è organizzata dal Redentore vedrà il coinvolgimento del Comune di Bari, dell’Associazione Nazionale Magistrati, di Libera. Sono attesi gli interventi di autorità e magistrati.

Nella serata alle ore 19,30 presso l’Oratorio del Redentore ci sarà il primo Memorial “Mimmo Bucci” nel decennale della sua prematura morte avvenuta tragicamente sul lungomare di Bari. Si tratta di un Triangolare di calcio a 7 tra "Gli amici di Mimmo - Vecchie glorie del Bari - Giornalisti USSI PUGLIA”. La manifestazione è presentata da Loredana Caporizzi e Enrico Presicci ed è realizzata in collaborazione con Telebari, Moab Bari eventi, Canale 100 la radio, De Ruvo dal 1971, Smart x Mimmo Bucci.

Venerdì 26 Maggio alle ore 17,00 ci sarà l’inaugurazione del Chiosco “Mimmo Bucci”, che intende promuovere ed accompagnare la cura dell'omonimo giardino nel rispetto delle regole e nello stile dell'animazione culturale in collaborazione con l'Oratorio salesiano Redentore. Il progetto teso alla riqualificazione culturale, sociale ed educativa del giardino è frutto della collaborazione tra Istituto salesiano Redentore e Comune di Bari e vede il coinvolgimento di partner istituzionali come la Regione Puglia ed alcune aziende come la Peroni srl che ha curato l'allestimento del chiosco, la Saicaf spa che ha donato la macchina del caffé e la EP spa che permetterà l'inserimento socio-lavorativo di alcuni giovani neet del quartiere Libertà di Bari. Alla manifestazione interverrà il Sindaco di Bari, ing. Antonio Decaro; il Presidente della Regione Puglia, dott. Michele Emiliano; la mamma di Mimmo Bucci, la sig.ra Franca. La manifestazione si concluderà con un intervento musicale di Antonello Vannucci.

Sabato 27 Maggio alle ore 20, presso l'Oratorio Redentore, ci sarà il momento conclusivo con il concerto dei Bari Jungle Brothers che hanno scelto proprio il Maggio in Libertà come tappa del loro ultimo tuor "Moh", preceduti dal gruppo dei Noir Le Club, il tutto presentato da Barbara Cirillo, volto noto di Telebari, e "disturbato" dalle incursioni del musicomico Antonello Vannucci.

Al Medimex i professionisti della musica internazionale

BARI - Al Medimex, l’International Festival & Music Conference promosso da Puglia Sounds in programma a Bari da giovedì 8 a domenica 11 giugno 2017, tornano gli incontri professionali con esperti del mercato mondiale della musica in cui artisti e operatori musicali potranno incontrare direttori di festival, responsabili di agenzie, etichette discografiche e stakeholder internazionali. Il finanziamento pubblico alla musica, il futuro della music economy, i media e le forme di narrazione online, il collecting e la sincronizzazione sono alcuni dei temi al centro dei panel, workshop, case study e attività di networking in programma 9, 10 e 11 giugno all’ex Palazzo delle Poste di Bari.

Sono aperte sul sito www.medimex.it le iscrizioni per partecipare alla tre giorni di incontri professionali che si apre venerdì 9 giugno (ore 10.30-12, hall 1) con il panel Money. Finanziamento pubblico e incentivi allo sviluppo della filiera musicale al quale prenderanno parte il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, l’assessore all’Industria Turistica e Culturale e allo Sviluppo Economico della Regione Puglia, Loredana Capone, il dirigente della Struttura giovani, arti performative e multidisciplinari, Fund Raising e Patrocini della Regione Lombardia, Graziella Gattulli, il dirigente Servizio Cultura, Sport , Settore Spettacolo della Regione Emilia Romagna,  Gianni Cottafavi,  e il coordinatore di Puglia Sounds, Cesare Veronico. Segue (ore 12-13.30, hall 2) il panel I media e la musica tra news e nuove forme di narrazione online con Paolo Andreotti (Microsoft), Paolo Landi (Mondadori), Giampiero Di Carlo (Rockol), il blogger Michele Boroni, Luca De Gennaro (Mtv), Davide Antonio Bellalba (Federazione italiana comunicatori e operatori multimediali) e l’artista Michele Bravi che discuteranno dei cambiamenti nei rapporti tra industria musicale, fruizione, modelli di business e media. Sul tema al centro del panel Music Economy: fattori e tendenze chiave del prossimo biennio per l’industria musicale (ore 15-16.30, hall 1), dedicato al cambio di rotta rispetto alle tendenze negative degli ultimi anni, si confrontano, coordinati da Giampiero Di Carlo (Rockol), Luca Bernini (Gilbiterra Management), Giuseppe Mosca (Tim Music), Claudio Ferrante (Artist First), Marco Alboni (Warner Music), Emiliano Colasanti (42 Records), Alessandro Massara (Universal Music) e Maria Letizia Bixio (Studio Pr eviti). Delle attuali dinamiche nella distribuzione dei biglietti nel mercato della musica dal vivo si parla nel panel Il futuro del Ticketing (ore 17-18.30, hall 2) moderato da Davide Poliani (Rockol) al quale prenderanno parte Silvano Taiani (Best Union), Gennaro Milzi (Siae), Stefano Lionetti (TicketOne), Claudio Trotta (Barley Arts) e Ferdinano Salzano (F&P Group). Sempre venerdì 9 giugno sono previsti due workshop: Definiamo “Collecting (ore 11-12, hall 4) sui meccanismi di gestione collettiva dei diritti d’autore riguardanti le carriere di artisti noti ed emergenti, lezione che sarà tenuta da Matteo Fedeli (Siae), e Video Content Strategy sull’ascesa dei video nei contenuti online condotto da Gabriele Aprile (Rockol). Mentre  Vittorio Gianotti e Tommaso Bernini (Ticketag) presentano il case study di una piattaforma di Ticketing progettata e lanciata da una startup italiana (12.30 -13.30, hall 4).
Completa il programma professional di venerdì 9 giugno una Networking Session (12-13-30, Perimetro dell’ex Palazzo delle Poste) aperta a tutti gli operatori e realizzata in collaborazione con EJN (European Jazz Network) e Associazione I-Jazz.

Tre gli appuntamenti previsti sabato 10 giugno. Il ruolo del nostro Paese nel panorama mondiale della musica dal vivo è al centro del panel How to put Italy on the map of International Live Music Business (10.30-11.30,  hall 2) moderato da Carlo Pastore (Radio Due). Intervengono Stefan Julin (Pitch & Smith), Livio Montarese (Wise Entertainment), Marco Ercolani (Barley Arts) e lo storico produttore e giornalista musicale Ashley Khan, mentre il workshop Sync (ore 11.30-12.30, hall 5) viene condotto da Valentina Iacoacci e Anna Collabolletta (Sony/ATV Music Publishing).  Nel pomeriggio riflettori puntati su Il lavoro del jazz (ore 15-16.30, hall 2) con un panel di Giovanni Scoz e Giovanni Taglialatela a cura di I-Jazz, in collaborazione con Associazione Musicisti Italiani di Jazz MIDJ, coordinato da Michela Parolin, presidente di UpMusic.  Chiusu ra domenica 11 giugno con il panel Vita, morte e nuove incarnazioni del clubbing in Italia (ore 12-13.30, hall 2) sulla crisi della club culture in Italia. Curato da Barbara Laneve (Discipline, Bari) e Stefania Paolini e moderato da Lele Sacchi (dj, producer, art director e docente IED, Milano), prevede gli interventi di Alessandro Adriani (Mannequin Records) e Ivan Bonatesta (promoter e fondatore di The Flame).

Il Medimex è anche formazione e quest’anno, dall’8 all’11 giugno, offre due importanti occasioni di contatto diretto con il mondo della musica per un corretto inserimento e un’adeguata crescita professionale. Il discografico Stefano Senardi e il giornalista Ernesto Assante coordinano Puglia Sounds Musicarium, una scuola con lezioni full immersion dedicate alle vari professioni del settore, dalla fotografia al giornalismo multimediale (iscrizioni entro il 5 giugno), mentre Sony/ATV è partner di Songwriting Camp Medimex 2017, una quattro giorni durante la quale gli allievi imparano a proporre correttamente i loro brani, dalla creazione sino alla produzione (iscrizioni entro il 30 maggio). Per entrambi i corsi è necessario compilare il form online sul sito www.medimex.it.

Medimex è un progetto di Puglia Sounds, il programma della Regione Puglia per lo sviluppo del sistema musicale regionale attuato dal Teatro Pubblico Pugliese nell’ambito del Fondo di Sviluppo e di Coesione 2014-2020 – Patto per la Puglia Area di Intervento IV “Turismo, cultura e valorizzazione delle risorse naturali. www.pugliasounds.it

martedì, maggio 23, 2017

Il maltempo non lascia la Puglia

BARI - Persiste il maltempo in Puglia. La Prefettura di Bari ha comunicato il rischio idrogeologico dalla mattinata di domani 24 maggio. L'allarme è esteso in tutta la Regione. Maggiori aggiornamenti nelle prossime ore. (P.Chimenti)

Perseguita ex moglie, arrestato 47enne nel Barese

BARI - Non accettava la fine della relazione e, nonostante il divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dall'ex moglie, aveva continuato a perseguitarla. Per questo motivo un 46enne e' finito ai domiciliari a Gioia del Colle.

Negli scorsi mesi la donna lo aveva nuovamente denunciato ai carabinieri, che ieri, a conclusione delle indagini, hanno notificato all'uomo il provvedimento restrittivo emesso dal gip del Tribunale di Bari, su richiesta della locale Procura della Repubblica, che ha cosi' disposto la sostituzione della misura del divieto di avvicinamento con quella dei domiciliari.

Bari, in piazza Battisti lavori in corso per la nuova illuminazione

BARI - Terminati i lavori per l’installazione del sistema di videosorveglianza in piazza Umberto (16 telecamere) e in piazza Cesare Battisti (12 telecamere), sono cominciati i lavori per il montaggio dei 56 corpi illuminanti che miglioreranno e potenzieranno l’attuale illuminazione in piazza Cesare Battisti.

Tutti i dispositivi di videosorveglianza sono stati collegati tra loro attraverso la fibra ottica e nei prossimi giorni saranno configurati con gli apparati centrali che trasmetteranno direttamente le immagini alla centrale operativa della Polizia municipale.

“I lavori per l’impianto di illuminazione termineranno nei primi giorni di giugno e finalmente avremo una piazza più illuminata e vivibile anche nelle ore serali - commenta Galasso -. Un'illuminazione più potente e un sistema di videosorveglianza efficiente serviranno a far sentire più sicuri i cittadini che attraversano le due piazze centrali di Bari ma questi strumenti da soli non bastano, perché è il presidio dei cittadini a cambiare l’immagine e la qualità degli spazi pubblici. In piazza Cesare Battisti con le nuove luci abbiamo completato l’intervento e in questo modo potranno essere organizzate iniziative anche di sera, mentre per piazza Umberto, dove sono state installate 16 telecamere dopo l’asse centrale, di cui è prevista la riqualificazione nell’ambito del progetto di via Sparano, avvieremo i lavori per la riqualificazione di entrambe le zone laterali, interessate da giardini storici. Di questo intervento abbiamo già aggiudicato la progettazione e stiamo lavorando per trovare i fondi utili a finanziare i lavori”.

Bari, con omaggio a Dostoevskij chiude Festival arte russa

BARI - Si chiude con un omaggio al più illustre rappresentante della cultura russa mondo l'unidicesima edizione del Festival dell'Arte russa in Italia, 'Giardino estivo delle arti': domani, mercoledì 24 maggio, alle 18 nella Chiesa Russa di Bari sarà presentato il prezioso volume 'Disegni e calligrafia di Fedor Dostoevskij: dall’immagine alla parola' (Lemma Press, Bergamo 2016).

Interverranno il professore Marco Caratozzolo, responsabile della cattedra di Letteratura russa all’Università di Bari; padre Andrej Bojcov; il rettore dell’Università di Bari, Antonio Uricchio; l’editore Nicola Baudo; e il direttore generale del Centro economia e sviluppo italo-russo (Cesvir), Rocky Malatesta. L’ingresso all'evento è libero.

Il volume che sarà presentato è un'opera "unica nella storia dell'editoria: i taccuini di Dostoevskij, in parte inediti assoluti, sono riprodotti per la prima volta in dimensioni originali e con totale fedeltà cromatica". Più di 200 illustrazioni e 150 manoscritti, con ritratti, architetture gotiche, arabeschi e prove calligrafiche. L'opera è corredata da un saggio del loro più autorevole studioso, Konstantin Barst, per un affresco della vita e della creazione dostoevskiana ricco di informazioni, piacevole e rigoroso, destinato ad appassionati,  esperti, e a chiunque voglia scoprire il grande romanziere russo.

A Bari la prima conferenza nazionale sui Piani Urbani della Mobilità Sostenibile

di DONATO FORENZA - Presso la Cittadella della Cultura si è svolta a Bari la Prima Conferenza Nazionale sui Piani Urbani della Mobilità Sostenibile, organizzata da Euromobility e Regione Puglia, che ha registrato un notevole risultato di valenze poliedriche della Pianificazione interdisciplinare e delle strategie per migliorare la qualità della vita in molte aree urbane e metropolitane. La Conferenza è stata pianificata secondo una versatile articolazione in due giornate di lavoro, con intense sessioni plenarie e ricchi workshop tematici che hanno coronato il successo della manifestazione.

La European Conference on SUMPs, la Conferenza Europea sui PUMS, da 4 anni rappresenta un asse fondamentale di riferimento principale europeo in relazione alla pianificazione urbana sostenibile. La Prima Conferenza Nazionale sui Piani Urbani della Mobilità Sostenibile crea una mirabile correlazione tecnica e scientifica di prassi applicativa, da implementare in virtù dell’esperienza e del successo riscontrati in molti eventi; sono emersi esempi e  confronti su casi esemplari di linee di indirizzo sui PUMS e di PUMS adottati in Italia, e di esperienze verificatesi a livello europeo.

L’Osservatorio dei Piani Urbani della Mobilità Sostenibile ha ritenuto di proporre una importante percezione innovativa relativa a differenti esemplificazioni di strategie complesse ed efficaci, in connessione con varie situazioni italiane, al fine di far conoscere nuovi metodi, risultati, ottimizzazioni di valide pratiche e nuovi sistemi ed algoritmi di pianificazione e progettazione integrata.

Notevole l’osmosi sui risultati emersi dai workshops tematici nei due giorni dei lavori. Le Conclusioni hanno raccolto le attente osservazioni di Odette van de Riet (Vicepresidente di EPOMM), Maurizio Pernice (Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare), Giuseppe D’Angelo (Conferenza delle Regioni e delle Province autonome) e di Giovanni Giannini (Assessore Regione Puglia).

25° Anniversario strage di Capaci, commemorazione a Bari


BARI - Questa mattina il vicesindaco Vincenzo Brandi ha partecipato alla cerimonia di commemorazione del 25° anniversario della strage di Capaci, in cui persero la vita Giovanni Falcone, Francesca Morvillo e gli uomini della scorta Rocco Dicillo, Antonio Montinaro e Vito Schifani, nel giardino "Peppino Impastato”, a Catino, dove è stata deposta una corona presso “L’albero Falcone”.

A seguire, si è svolta la manifestazione “Palermo chiama Puglia" organizzata dal MIUR - Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia in collaborazione con l’associazione “G. Falcone” di Catino e il Comune di Bari, nel corso della quale si sono alternate testimonianze e performance degli studenti delle scuole che hanno aderito alla manifestazione nel segno della legalità.

“L’impegno contro tutte le mafie è un dovere quotidiano - ha dichiarato Vincenzo Brandi durante la deposizione della corona -, essere qui oggi, testimoniare ai bambini una storia di legalità, impegno civile e amore per il nostro Paese, quale è quella di Giovanni Falcone, non significa solo commemorare la scomparsa di 5 servitori dello Stato morti per mano mafiosa. Dopo 25 anni sentiamo ancora di più il dovere di ricordare l’esempio di Falcone con il nostro lavoro quotidiano, con il nostro modo quotidiano di essere cittadini e di insegnare ad essere cittadini, ognuno nel proprio ruolo e con le proprie azioni, a partire da chi ci sta più vicino, i compagni di scuola, gli amici, e dai luoghi a noi prossimi, penso al rispetto per gli spazi pubblici della nostra città. Giovanni Falcone è stato un uomo e un magistrato straordinario, ma le sue battaglie e le idee su cui si sono fondate sono straordinariamente normali e devono ispirare tutti noi nel nostro agire quotidiano. Vorrei ringraziare l’associazione Giovanni Falcone di Catino che ogni anno rinnova questo appuntamento e che custodisce con le sue attività uno dei luoghi più belli del quartiere, presidio e simbolo di straordinarie storie di uomini e donne del nostro Paese”.

Questa mattina  altre due corone d'alloro sono state deposte per commemorare le vittime della strage di Capaci: la prima in via Falcone e Borsellino, a Carrassi, e la seconda in via Rocco di Cillo, a Carbonara.