Visualizzazione post con etichetta Bari. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Bari. Mostra tutti i post

mercoledì, febbraio 22, 2017

Bari, cavi della linea metro tranciati e aeroporto isolato

BARI - Ferrotramviaria ancora sotto attacco. Nella notte scorsa, in cinque punti diversi, la linea elettrica aerea è stata resa inutilizzabile, provocando gravi disagi ai passeggeri e l'isolamento dell'aeroporto di Bari-Palese. E' il quarto episodio - informa l'ufficio stampa - che si è verificato a distanza di 20 giorni.
Condividi:

Cava dei dinosauri, "Straordinaria opportunità per la nostra Regione in vista di Matera 2019"

BARI - “Un’ottima notizia che valorizza il nostro patrimonio, dopo anni di battaglie ambientaliste, dopo anni di sofferenze. È una vittoria della cittadinanza attiva della Puglia”.
Il presidente della VI Commissione Cultura e consigliere regionale de La Puglia con Emiliano, Alfonso Pisicchio, commenta così il nuovo cronoprogramma annunciato nelle scorse ore dal Mibact sull’apertura della Cava dei dinosauri ad Altamura.

“Apprendere che questo straordinario sito – sottolinea Pisicchio - potrà essere fruibile entro la data del 2019 è una straordinaria opportunità di crescita culturale e sociale: il 2019 potrebbe diventare il nostro anno felix con la vicina Matera, Capitale europea della Cultura. Per questo occorre che la Regione Puglia attivi da subito con il Ministero ai Beni Culturali un capillare programma di promozione per ammirare le 50mila impronte presenti nel sito e che sia in rete con la Basilicata”.

“Al tempo stesso però non ci sono buone notizie per il museo archeologico di Santa Scolastica a Bari. Il bando per l’ampliamento e i lavori del piano terra e del primo piano va a rilento. Per tanto il mio appello va all’ente proprietario del sito, la Città Metropolitana di Bari: faccia presto e in fretta per restituire alla città questo scrigno di preziosi reperti. Potrebbe diventare il volàno del turismo e della cultura barese”.
Condividi:

Bari, derubano minorenne dinanzi al liceo: 2 arresti

BARI - Sono due i giovani, di 16 e 20 anni, arrestati a Bari dalla polizia con l'accusa di rapina aggravata in concorso, e denunciato altri due minorenni per una rapina in danno di un altro minore. La rapina si è consumata ieri pomeriggio, quando i quattro hanno avvicinato la vittima nei pressi del Liceo 'Scacchi', dopo averlo minacciato, lo hanno costretto a lasciare loro lo scooter, il casco e le chiavi di casa.

Il giovane ha quindi contattato il '113', fornendo una descrizione precisa dei rapinatori e del ciclomotore, rintracciato poco dopo da una pattuglia della sezione Volanti in corso Cavour con a bordo due dei quattro aggressori che sono stati bloccati e accompagnati in Questura.

Addosso al piu' grande sono state rinvenute le chiavi dell'abitazione della vittima. Il ciclomotore, il casco e le chiavi sono state restituite alla vittima. I due rapinatori sono stati rinchiusi rispettivamente in carcere e nell'Istituto per i minorenni 'Fornelli'.
Condividi:

Bari, mostra fotografica 'Territori'

di DONATO FORENZA - Presso il Centro Polifunzionale Studenti dell'Università degli Studi di Bari “Aldo Moro” (Piazza Cesare Battisti, Bari) è stata programmata la mostra fotografica "Territori. Visioni e mutazioni del paesaggio salentino", dal 16 febbraio al 3 marzo 2017.

La mostra è organizzata da Pio Meledandri, ed evidenzia aspetti del Salento percepiti dall’autore, Pio Tarantini. La rassegna iconica, tra documentazione e memoria personale, presenta una peculiare selezione di immagini dedicate al paesaggio pugliese e in particolare al Salento; vengono evocati territori ove Tarantini ha trascorso e vissuto la sua giovinezza fino al 1973 per poi trasferirsi a Milano.

Le opere in mostra sono state selezionate  da un archivio rilevante di fotografie; la loro scelta  è stata effettuata basandosi su poliedriche composizioni di paesaggi peculiari, dove la rappresentazione degli spazi evidenzia interessanti elementi compositivi e densi significati della visione quotidiana. La determinazione grafemica e cromatica della scansione fotografica dell’autore si esprime in dimensioni di valenze luminose variabili nell’ambito della reale documentazione ed emergono simbolici racconti temporali. Parte cospicua della mostra consta di immagini inedite recenti, mentre altre foto sono state presentate anche in importanti occasioni  (Museo Provinciale di Lecce, Castello di Monopoli, Antico Palmento di Brindisi).

L’antropologia del paesaggio connota approcci semiologici in rapida evoluzione. La mostra è strutturata con immagini ricche di analogie polivalenti con alcuni paesaggi mediterranei, e talvolta emerge una tessitura territoriale avanzata; emergono contesti socialmente caratterizzati da gap derivanti da difficoltà di sviluppo del meridione.

Peculiari risultano gli scorci di paesaggio con parametri architettonici delle valenze della tradizione paesaggistica salentina e pugliese tra cui luminarie barocche, pareti a calce in via di estinzione, matericità tissutali di manufatti litei e tufacei. Interessanti grafemi millenari si correlano a simboli e archetipi moderni in connubio con il dinamismo antropologico della presenza umana nell’ambiente.

Condividi:

Bari, presentati gli Smart Nutrition Days

BARI - Sono stati presentati ieri mattina, a Palazzo di Città, i risultati del progetto pilota di educazione, informazione e sensibilizzazione alimentare e ambientale “Bari Smart Nutrition Days”, promosso e coordinato dall’assessorato all’Ambiente in collaborazione con la commissione Cultura del Municipio II, nell’ambito delle attività previste dal Comune di Bari e dalla Fondazione Italiana Biologi (FIB). Gli esiti dell’iniziativa, che ha visto coinvolti gli alunni e i genitori di otto istituti scolastici tra scuole elementari e medie del territorio del Municipio II, sono stati illustrati nel dettaglio da Maria Campanile, responsabile scientifica del progetto, alla presenza dell’assessore all’Ambiente Pietro Petruzzelli, di Giovanna Salemmi, componente della commissione Cultura del Municipio II e del presidente della FIB Ermanno Calcatelli.

“Bari Smart Nutrition Days - ha detto l’assessore Petruzzelli - è un progetto fortemente voluto dall’assessorato allo Sport e Ambiente perché si colloca nel più ampio percorso che continua a vederci impegnati con l’obiettivo di elevare il tasso di sportivizzazione dei baresi attraverso iniziative e attività diffuse sul territorio cittadino, finalizzate non solo alla competizione sportiva ma anche a stimolare i cittadini affinché adottino comportamenti virtuosi e salutari. Ringrazio pertanto la Fondazione Italiana Biologi per il lavoro svolto al fianco di questa Amministrazione che, nell’ambito azioni congiunte, è impegnata nella promozione del benessere e della qualità della vita dei cittadini.

Per queste ragioni abbiamo ritenuto opportuna la presenza di uno stand informativo del progetto all’interno della “Piazza dei nuovi stili di vita”, l’iniziativa organizzata e promossa dal Municipio II ormai da diversi anni, e che ha visto l’ultima edizione notevolmente arricchita proprio dai Nutrition days”.

Ringraziando l'amministrazione comunale per il sostegno all'iniziativa, il presidente Calcatelli ha osservato che, a conclusione del progetto, è emerso come la pubblicità provochi indubbiamente un effetto negativo sulle nostre abitudini alimentari. “Gli abitanti della nostra regione, che possono vantare una dieta genuina e ricca di sapori, spesso acquistano cibi provenienti da altri territori - ha aggiunto Calcatelli -. Il nostro obiettivo è sensibilizzare i cittadini ad una sana alimentazione, consci che il cibo di qualità previene le malattie cardiovascolari e il diabete, patologia quest'ultima in costante aumento proprio a causa delle cattive abitudini alimentari”. “Nelle scuole primarie e medie del nostro Municipio che hanno aderito al progetto - ha continuato Giovanna Salemmi – sono stati distribuiti opuscoli informativi e materiale didattico e somministrati 1700 questionari per raccogliere informazioni sulle abitudini alimentari degli alunni. Nella scuola ‘Re David’ si è anche tenuto un incontro con studenti e famiglie per diffondere informazioni sui corretti stili e sulla sicurezza alimentare. Siamo quindi orgogliosi di aver collaborato a questo importante progetto. Il Municipio II conta oltre 100mila abitanti, suppongo pertanto che i risultati dei questionari, ai quali alunni e genitori hanno risposto, certamente saranno in linea con quelli dell'intera cittadinanza”.

“Nella nostra campagna di sensibilizzazione, rivolta sia ai ragazzi sia ai loro genitori, abbiamo puntato molto sugli incontri nelle scuole aderenti all'iniziativa - ha concluso Maria Campanile -. Inoltre, il nostro progetto si è inserito con successo all'interno di altre iniziative dell'amministrazione comunale, quali la maratona di San Nicola e l'Avon Running; abbiamo anche affrontato ulteriori aspetti del problema organizzando, in collaborazione con la Asl e l'ordine dei Medici, un'iniziativa su Fertilità e corretta alimentazione. Il nostro materiale didattico ha valorizzato la dieta mediterranea. Agli alunni delle sette scuole del II Municipio aderenti all'iniziativa abbiamo somministrato circa 1.700 questionari, divisi tra studenti e genitori, e tra scuole elementari e medie, a breve pubblicheremo le conclusioni”.

Queste le scuole che hanno aderito a “BARI SMART NUTRITION DAYS”

· XI Circolo Didattico " San Filippo Neri" · XVII C.D. “Tauro-Carrante-King” · XIV C.D. “Re David-Gandhi”, · ICS “Zingarelli-A.Frank” · S.M.S. “Tommaso Fiore” · S.M.S. “Michelangelo” · ICS “Massari-Galilei-Montello” · ICS “Santomauro
Condividi:

martedì, febbraio 21, 2017

Omicidio Luisi, 5 arresti a Bari

BARI - Sono cinque le persone arrestate con l'accusa di omicidio premeditato, porto abusivo di armi da fuoco in concorso e evasione. I 5 sono ritenuti i presunti responsabili dell'omicidio di Luigi Luisi, un pregiudicato 47enne ferito gravemente da numerosi colpi di arma da fuoco la sera del 31 ottobre 2016 a Bari e deceduto il successivo 14 novembre. Per i cinque la polizia ha dato esecuzione al fermo di indiziato di delitto, disposto dalla Direzione distrettuale antimafia della procura della repubblica del Tribunale di Bari.

Le indagini, condotte dalla sezione criminalita' organizzata della squadra mobile, grazie anche alle dichiarazioni di un collaboratore di giustizia e da numerose audizioni testimoniali, hanno anche fatto ritenere la vicinanza degli arrestati al clan mafioso barese degli "Strisciuglio".
Condividi:

Bari, appaltato da Rfi il sottopasso tra viale Einaudi e Japigia. "Un'opera strategica fondamentale"

BARI - L’assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso rende noto che, nell’ambito dei lavori complementari relativi allo spostamento del nodo ferroviario a sud di Bari, RFI ha appaltato i lavori del sottopasso che congiungerà via Diomede Fresa, prosecuzione stradale di viale Einaudi, a viale San Pio, la strada ubicata alle spalle della rotatoria realizzata tra via Caldarola e via Salapia, nel quartiere Japigia.

Si tratta di un’opera molto importante che consentirà di collegare due quartieri divisi dai fasci di binari ferroviari che corrono paralleli a via Amendola. L’intervento deriva da un’opera di compensazione ottenuta in cambio della futura demolizione del ponte di San Pio che collega via Omodeo con viale Magna Grecia. Il viadotto sarà, infatti, abbattuto per poter essere ricostruito in modo tale da consentire la realizzazione, al di sotto della infrastruttura, di più binari ferroviari, che oggi ospitano solo le tratte delle Ferrovie Sud Est, proprio in vista dello spostamento del nodo ferroviario e della necessità di far transitare più linee lungo lo stesso tracciato. Pertanto, il sottopasso, che sarà realizzato preventivamente, assicurerà il collegamento tra i quartieri San Pasquale e Japigia durante la ricostruzione del ponte.

Il nuovo viadotto assicurerà le attuali quattro corsie, anche se più ampie per adeguarle alla normativa vigente, con l’aggiunta di una pista ciclabile bidirezionale, che si collegherà alle piste ciclabili realizzate su via Caldarola e un marciapiedi che consenta una migliore fruibilità del ponte da parte dei pedoni.

“Questo intervento, previsto per il 2018, rappresenta un’opera di fondamentale importanza per il deflusso dei veicoli in ingresso in città, oltre a collegare due quartieri separati dai binari - commenta Giuseppe Galasso -. In questo modo si compone il progetto complessivo della viabilità di questa zona della città che tiene dentro una serie di interventi fondamentali, tra cui: l’allargamento di via Amendola, la realizzazione del nuovo ponte di San Pio e la realizzazione delle due rotatorie in via Caldarola, in particolare quella che incrocia via Salapia, dove confluirà il sottopasso che sarà realizzato. Infatti, durante il cantiere per la ricostruzione del ponte, proprio la rotatoria di via Salapia sarà l’incrocio nevralgico per il collegamento tra diverse aree della città e garantirà il flusso di veicoli in totale sicurezza. Quando il nuovo ponte di San Pio sarà realizzato, avremo ben due collegamenti tra queste aree che consentiranno di snellire notevolmente i flussi di traffico. Ovviamente anche le due piste ciclabili, in fase di realizzazione su via Caldarola, si riconnetteranno al nuovo ponte San Pio, creando quindi un percorso unico. Nell’ambito degli interventi legati al progetto delle due rotatorie di via Caldarola sono previsti anche interventi di riqualificazione urbana degli spazi tra la chiesa della Resurrezione e il mercato coperto di via Caldarola, dove saranno anche piantumati nuovi alberi”.
Condividi:

Carnevale di Putignano, un riconoscimento a Filomena Di Gennaro per denunciare il femminicidio

PUTIGNANO - Baciata dal sole la seconda sfilata del Carnevale di Putignano, edizione numero 623. Domenica 19 in tanti, già dalla mattinata, hanno iniziato ad affollare il centro di Putignano. Famiglie, ragazzi e amanti della grande manifestazione carnevalesca che non hanno voluto perdere l’attesa parata dei giganti di cartapesta.

Circa 8400 i biglietti staccati tra interi, ridotti e tribuna, ai quali vanno aggiunti quelli venduti online. «Nonostante l’introduzione del ticket, novità di quest’anno, e il pagamento di un importo maggiore rispetto alla prima sfilata – dichiara il Presidente della Fondazione Carnevale di Putignano Giampaolo Loperfido – siamo contenti del risultato ottenuto e contenti che in tanti abbiano scelto di prendere parte alla nostra festa. Il potenziamento delle biglietterie presenti ai varchi di accesso al percorso mascherato ha agevolato i flussi di visitatori e l’intera macchina organizzativa ha funzionato».

Protagonisti della seconda parata i sette grandi carri allegorici, le colorate maschere di carattere e i coinvolgenti gruppi mascherati ispirati al tema dei “mostri” che hanno messo in scena lo spettacolo a cielo aperto più lungo d’Europa. Divertimento e allegria alternati a momenti di riflessione sui temi sociali, perché il Carnevale è stato anche occasione per soffermarsi su un tema delicato e purtroppo attuale come la  violenza sulle donne. Denso di significati il momento durante il quale, al passaggio del carro che denuncia il femminicidio, il Presidente della Fondazione Carnevale di Putignano Loperfido ha consegnato una targa a Filomena Di Gennaro, vittima della brutalità di un uomo che l’ha costretta alla sedia a rotelle. Filomena ha portato un messaggio di forza e speranza «a tutte le donne che stanno subendo atti di violenza diciamo di denunciare. Essenziale è prevenire a partire dalla scuole».

Archiviata la seconda sfilata, ci si prepara all’ultima settima di festa ricca di appuntamenti per grandi e bambini. Il lungo weekend inizierà giovedì 23, il giovedì grasso, con la partecipazione di una delegazione del Carnevale di Putignano a La Prova del Cuoco, la trasmissione condotta da Antonella Clerici che sarà omaggiata con prodotti tipici e con una riproduzione in cartapesta della maschera di Farinella. Nel giovedì dedicato ai cornuti (gli uomini sposati) non mancherà il consueto evento curato dall’Accademia delle Corna caratterizzato dall’incoronazione del “Gran Cornuto” dell’anno e dal taglio delle corna, per cancellare i segni del tradimento. Appuntamento nel segno della tradizione che, tra la goliardia e il puro divertimento di Carnevale N’de Jos’r – balli, maschere e gastronomia nei bassi del centro storico, ci condurrà all’atteso concerto di Max Casacci e Ninja dei SUBSONICA che presenteranno DEMONOLOGY HI FI.
Condividi:

SERIE B. Il Bari a Benevento contro la seconda della classe

di NICOLA ZUCCARO - Benevento, seconda forza del campionato in condominio con l'Hellas Verona. E' quanto scaturito dal posticipo del Bentogodi, disputatosi nella serata di lunedì 20 febbraio, valevole per la 26ma giornata della Serie B 2016-17 che ha opposto gli scaligeri alla Spal e terminato con un pareggio a reti bianche. Un risultato che renderà ancor più incandescente l'anticipo del 27mo turno, in programma alle ore 21 di venerdì 24 febbraio al Vigorito, dove il Bari vorrà scenderà in campo per riscattare, innanzitutto, il 4-0 subito dal Benevento nella gara disputatasi al San Nicola il 24 settembre 2016.

Sostenuti da circa 500 tifosi al seguito, gli uomini di Colantuono avranno un motivo in più per lasciare l'ottava posizione della graduatoria, evitando di disputare il turno preliminare quale primo scoglio della lotteria dei playoff.
Condividi:

Bari, il Redentore organizza la sfilata di Carnevale tra le strade del quartiere Libertà



BARI - Tra maschere, colori e sorrisi, il carnevale arriva per far divertire adulti, giovani e bambini. Per la prima volta il quartiere Libertà diventa sede di una grande parata di carnevale. L'Oratorio Salesiano Redentore di Bari organizza la sfilata di Carnevale per le vie del rione. L'appuntamento è per domenica 26 febbraio alle ore 17:00 presso la piazza del Redentore.

Al termine della sfilata sarà premiata la maschera più bella fra tutte. "Creare alternative positive, colorare le strade del nostro quartiere, diffondere allegria e fiducia è il senso di questa manifestazione rivolta alle famiglie e ai bambini", spiegano gli organizzatori della manifestazione.

L'invito a partecipare è rivolto a tutti. Alle associazioni, alle scuole, alle famiglie, ai bambini e a quanti vorranno trascorrere un pomeriggio in allegria.
Condividi:

lunedì, febbraio 20, 2017

Armi e droga, sei arresti nel Nord Barese

BARI - I carabinieri del Comando Provinciale di Bari hanno disarticolato un gruppo criminale dedito al traffico di droga che disponeva anche di armi da fuoco. L'operazione e' scattata la scorsa notte, tra Bitonto, Noicattaro (Ba), San Severo (Fg) e Voghera (Pv), dove i militari hanno eseguito 7 ordinanze di custodia cautelare emesse dal gip del Tribunale di Bari, su richiesta della locale Dia.

Il provvedimento è scaturito da un'indagine avviata nell'agosto del 2015 dai carabinieri di Molfetta che hanno scoperto a Bitonto una associazione criminale rientrante nell'area di influenza del potente 'clan Striscuglio' di Bari. L'organizzazione era dedita alla gestione delle piu' fiorenti piazze di spaccio della droga, in alcuni comuni del Nord barese.

Ingenti i quantitativi di cocaina e marijuana, approvvigionati nell'hinterland del capoluogo regionale, per un volume d'affari giornaliero stimato in diverse migliaia di euro. L'inchiesta ha inoltre evidenziato come tre della banda abbiano prelevato e trattenuto, minacciandolo con le armi, un pregiudicato bitontino, fino ad ottenere un corrispettivo in denaro per la sua liberazione, allo scopo di affermare il loro predominio nell'area.
Condividi:

Bari, Via Sparano: da venerdì in corso la posa della pavimentazione nel primo isolato

BARI - Da venerdì scorso, 17 febbraio, è in corso la posa della nuova pavimentazione basaltica in via Sparano, nell’isolato compreso tra piazza Moro e piazza Umberto. La previsione è quella di poter completare la pavimentazione delle due fasce laterali entro questa settimana, ad eccezione dell’area che ospiterà il salotto della Musica di fronte al negozio di strumenti musicali “Giannini”, le cui lavorazioni cominceranno la settimana prossima. L’intero isolato sarà terminato al massimo nelle prime settimane di marzo.

“Seguiamo giorno dopo giorno l’evoluzione del cantiere e con la posa della nuova pavimentazione spero si possa già intravedere la differenza della qualità della strada, che sarà a tutti gli effetti una strada pedonale" - spiega il sindaco Antonio Decaro.

“L’isolato oggetto degli interventi sarà concluso a metà marzo, a causa di alcuni imprevisti riscontrati nelle intercapedini - precisa l’assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso -. Per ottimizzare i tempi, l’azienda ha comunque deciso di iniziare contemporaneamente i lavori sul secondo isolato previsto dal cronoprogramma, quello tra corso Vittorio Emanuele e via Piccinni, già dai prossimi giorni, non appena Enel avrà terminato i suoi lavori, in modo da recuperare subito lo slittamento delle attività. Questo sarà possibile senza creare ulteriori disagi ai cittadini e ai commercianti, visto che gli isolati interessati dai lavori sono praticamente agli antipodi della strada”.
Condividi:

Bari, Decaro in visita allo stabilimento Peroni

BARI - Questa mattina il sindaco di Bari, alla presenza del Direttore Relazioni Esterne di Birra Peroni, Federico Sannella, e del Direttore dello Stabilimento, Michele Cason, e del Direttore Vendite Sud Italia (canale HORECA), Michele Tatone - il sito produttivo della storica azienda birraria barese della Peroni. L’azienda, presente a Bari da 170 anni è parte integrante del tessuto economico della città e dell’intera regione sia in termini di presenza sul territorio, dal punto di vista occupazionale e di volume d’affari sull’indotto, ogni anno l'azienda investe circa 30 milioni di euro, per i beni e i servizi forniti dalle aziende del territorio, sia sul fronte dello sviluppo industriale, gli stabilimenti presenti a Bari sono tra i primi in Europa per modernità e tecnologie di lavorazione della birra.

 “Oggi ho visitato l’azienda dei baresi – spiega Antonio Decaro – perché nonostante la proprietà sia giapponese già da qualche anno, la Proni è un simbolo identitario della nostra città e della nostra cultura e tutto, nello stabilimento parla di Bari e ai baresi. È molto importante per noi avere un produttore multinazionale che sceglie di restare a Bari e soprattutto di investire sul nostro territorio. Questa mattina gli amministratori mi hanno confermato la volontà di investire circa nove milioni di euro nei prossimi tre anni utili per l'introduzione di nuove tecnologie, il miglioramento della qualità e della sicurezza dell’impianto e per l’aumento della produttività e dell'efficientamento energetico".

"L’impatto della Peroni sul territorio si misura anche in termini di risorse occupate, 113 sono i dipendenti diretti che già lavorando presso l’impianto cittadino, che in alta stagione arrivano a 180. Durante la visita di oggi abbiamo valutato alcuni azioni da intraprendere insieme, dalle infrastrutture da realizzare per migliorare i collegamenti tra lo stabilimento e il porto, alla valorizzazione del legame che da sempre lega la Peroni alla città e al nostro territorio, circa il 50% della birra prodotta si vende proprio a Bari e nell’area metropolitana. Per i prossimi mesi, in vista dell’estate, stiamo valutando l’avvio di una campagna di sensibilizzazione per incentivare la cultura dell’utilizzo del “vuoto a rendere”, su cui l’azienda sta già investendo, in modo risparmiare nella produzione di vetro e individuare dei meccanismi di riciclo che salvaguardino l’ambiente”.

"La visita di oggi del Primo Cittadino di Bari al nostro stabilimento- ha dichiarato Federico Sannella - non solo ci rende orgogliosi ma sottolinea il forte legame che da sempre unisce Birra Peroni, il capoluogo di Regione e il meraviglioso territorio pugliese”.
Condividi:

Campionato di Vela d'altura Bari, sole e maestrale nella seconda giornata

BARI - Continua l’avvincente Campionato Invernale di Vela d’Altura Città di Bari organizzata dai sei circoli velici baresi Circolo della Vela Bari, CUS Bari, del CC Barion, Lega Navale Italiana, Circolo Nautico il Maestrale e Circolo Nautico Bari. Anche nella seconda giornata di regate è stato rispettato il programma con le due prove su percorso a bastone, portate a termine regolarmente in una mattinata caratterizzata da sole, mare mosso e vento di maestrale sui 15 nodi che ha soffiato sul campo di regata, a sud del lungomare barese.

35 le imbarcazioni che si sono sfidate in una giornata ideale per regatare tra le boe, e con esse grandi nomi della vela internazionale, come Paolo Montefusco tattico della Obelix dell’armatore Giuseppe Ciaravolo (CUS Bari) prima in classifica in ORC Over All che racconta “Una bellissima giornata di vela e di mare quella appena conclusa, per Obelix è stata una giornata molto positiva. Quali sono gli avversari da battere? Sempre noi stessi, quindi fare il meglio possibile per affrontare il campionato. A parte il vento per vincere un campionato, come si dice a Lecce “petra su petra ergi parete” e altre mille componenti. Mi piace ricordare che la Puglia è fra le zone DOC per la vela internazionale, i grossi nomi sono tanti e qui la vela è di qualità, di competenza e professionalità. Bene fanno i sei circoli velici baresi ad unirsi e collaborare per migliorare il servizio ai regatanti.  E’ la soluzione migliore, se la collaborazione è positiva per crescere e diventare attrattivi”

Al termine della seconda giornata  il primo posto in classifica OVERALL per l’altura è andato a Obelix di Giuseppe Ciaravolo (CUS Bari), alle sue spalle con un buon secondo posto   Morgan IV  di Nicola De Gemmis (CC Barion), e NEO Poliba di Eugenio Di Sciascio (CUS Bari) al terzo.

Nelle sotto classifiche per le categorie Gran Crociera e Crociera Regata, Minialtura e LIBERA le seguinti posizioni :

- Gran Crociera, al comando l’imbarcazione Orione di Nunzio Pio Bellincontro (LNI Bari), seguita da Jolly Roger di Angelo Volpe (C.C.Barion) e  GAIOS di  Giuseppe De Vanna/ Pasquale Amoroso(CUS Bari);

- Crociera/Regata in testa il team dell’imbarcazione Obelix di Giuseppe Ciaravolo (CUS Bari), seguita dalla Morgan IV di Nicola De Gemmis (CC Barion) e terzo posto per NEO POLIBA di Eugenio Disciascio (CUS Bari);

Minialtura:
-  Minialtura overall classifica è guidata dal team dell’imbarcazione Argentina di Francesco Lorusso (CN Bari), seguita da Cocò di Vitantonio Natuzzi (CN Bari), e Extravagance di Giuseppe Pannarale (CUS Bari);

- Monotipi Surprise: al primo posto Argentina di Francesco Lorusso (CN Bari), Cocò di Vitantonio Natuzzi (CN Bari) e Gamberetto di Alberto Lorusso (CN Bari);

- Libera Primo gruppo in testa FaustX2 di Michelangelo Bonvino (CN Bari), secondo gruppo prima classificata l’imbarcazione Pandora di Raffaele Gangai (CUS Bari) e terzo gruppo prima posizione per Cecilia di Simon Proctor (Lymington Town);

Una classifica che non fa altro che confermare la validità qualitativa della flotta delle  imbarcazioni partecipanti e la grande competizione che accompagna armatori ed equipaggi ambiziosi alla ricerca di vittorie.

Prossimo appuntamento domenica 5 marzo.
Condividi:

Bari, al Teatro Forma 'Ditegli sempre di sì'

BARI - Il noto attore e autore tarantino Fabiano Marti, insieme all’associazione culturale Echo Events, diretta da Donato Sasso, ha organizzato la rassegna “Sorrisi e Canzoni”, che una volta al mese propone vari eventi che abbracciano diversi ambiti culturali come esibizioni musicali, spettacoli di cabaret e performance teatrali.

Venerdì 24 febbraio al teatro Forma di Bari, si terrà un nuovo appuntamento con “Sorrisi e Canzoni” durante il quale la compagnia instabile “Napolinscena” porterà in scena lo spettacolo “Ditegli sempre di sì”, commedia in due atti scritta da Eduardo De Filippo nel 1927, diretta dal regista Ascanio Cimmino.

“Abbiamo scelto questo’opera – ha commentato Cimmino – perché si ride pensando. L'attualità di questo testo è "drammaticamente" evidente. La pazzia è e rimane un tema difficile da affrontare ed Eduardo non solo lo fa con acutezza e profondità ma anche con la leggerezza e l'ironia che gli sono proverbiali”.

Nella storia di Eduardo Michele Murri, il protagonista, è appena uscito dal manicomio. Nessuno però sa di questa sua esperienza e né tanto meno lo suppongono vista la sua affabilità e cortesia. L’unico suo difetto è di prendere per vera ogni cosa che viene detta e per oro colato i desideri delle persone. Questo da inizio a varie situazioni divertenti e ingarbugliate.

“Rispetto a quello che porteremo in scena non ci sono modifiche sostanziali al testo dell’opera. È stato mantenuto integro, a parte alcuni tagli fisiologici e sono state aggiunte alcune battute, le più divertenti, tratte dalla presentazione televisiva degli anni ‘50. Una particolarità del nostro lavoro è certamente la scena, povera e semplice, pensata creando un filtro che fa da fondale. È come una griglia che serve a marcare un dentro e un fuori, una separazione che non è netta, decisa o totale. In qualche modo rappresenta lo specchio della condizione del protagonista e dei suoi compagni di viaggio”.

In scena, oltre allo stesso regista che vestirà i panni di Luigi Strada, ci saranno altri dodici attori della Compagnia instabile Napolinscena. Questa è stata costituita nel 2011 come gruppo teatrale dell’associazione culturale “d’Eduardo” di Taranto, per iniziativa di tre amici e attori, Francesco D’Andria, Ascanio Cimmino e Mimmo Macrì, che dopo una lunga esperienza comune in altre compagnie, in cui hanno maturato una profonda dimestichezza col teatro napoletano e con la lingua partenopea, hanno deciso di consacrare la nuova formazione al nume di Eduardo e l’hanno definita in maniera spiritosa e un po’ scaramantica, “instabile”.

Teatro Forma – Via Fanelli 206/1– Bari
Infotel: 0805018161
Sipario: 21:00
Condividi:

domenica, febbraio 19, 2017

Bari, ragazzo sbalzato da auto

di PIERO CHIMENTI - Un'auto, con all'interno quattro giovani tra i 22 e 24 anni d'età di Cassano Murgia, ha perso il controllo andando a sbattere contro il guardrail, nei pressi dello svincolo di Polignano sud, mentre viaggiavano in direzione Brindisi.

Nell'impatto, un ragazzo è stato sbalzato fuori dall'abitacolo. Soccorso dal 118 e dalla polizia accorsi, è stato trasportato in prognosi riservata all'Ospedale di Monopoli, mentre gli altri componenti del gruppo hanno riportato lievi ferite, medicate all'Ospedale Di Venere di Bari.
Condividi:

Canottaggio, Abbagnale al Barion: "La Puglia del remo è in crescita"

BARI - La presentazione del libro “Italia del Canottaggio” come occasione per salutare protagonisti vecchi e nuovi del mondo remiero pugliese. Tappa barese al Circolo Canottieri Barion per il presidente Federazione Italiana Canottaggio Giuseppe Abbagnale, nella due giorni pugliese che l'ha visto impegnato da Monopoli a Barletta passando, appunto, per il capoluogo.

L'opera, un libro fotografico a cura di Claudio Tranquilli (testi) e Gabriele Crozzoli (immagini), è stata presentata nel salone superiore del circolo di molo San Nicola, con il presidente del Circolo Canottieri Barion Luigi Lobuono a fare gli onori di casa davanti a tanti dirigenti ed appassionati. Presenti, fra gli altri, il presidente Coni Puglia Elio Sannicandro, il presidente Fic Puglia e Basilicata Nicola Sgobba ed il campione del mondo ed ex atleta Canottieri Barion Ruggero Verroca, oltre a Bruno D'Ambrosio e Mauro De Santis, rispettivamente past president e direttore sportivo del circolo. L'evento si è concluso con gli interventi degli autori: “Questo libro – ha spiegato Tranquilli – è la carta d'identità del canottaggio. Abbiamo messo le foto moderne assieme alle nostre radici, a ciò che non vogliamo dimenticare”. Fra le innumerevoli immagini, anche alcune, bellissime, dedicate a Bari ed al Circolo Canottieri Barion.

Fotogrammi di un passato glorioso che la Puglia del remo potrebbe tornare a rivivere, in un futuro non lontano: “Il canottaggio pugliese – ha ricordato Abbagnale a margine della presentazione – sta crescendo molto, sopratutto sotto l'impulso delle due società monopolitane distintesi in ambito nazionale ed internazionale. Anche su Bari c'è una discreta attività ed in generale c'è grande fermento, come si denota pure dalle nuove affiliazioni”. Nel Foggiano si studia intanto una nuova iniziativa dedicata al canottaggio integrato: “Si tratta di un progetto presentato da Dario Naccari, già capo allenatore del gruppo paralimpico, che si sta sviluppando proprio in questi giorni. C'è grande attenzione per la promozione e la diffusione del para-rowing”.
Condividi:

SERIE B. Bari-Ternana, tridente da strappa applausi

di NICOLA ZUCCARO - Applausi. Uno dei più noti brani musicali dei Camaleonti ha fatto da colonna sonora al primo successo del 2017, e con più di 2 reti, nel pomeriggio di sabato 18 febbraio al San Nicola, particolarmente dedicato a Franco Brienza, ad Antonio Floro Flores e a Cristian Galano al momento delle loro sostituzioni, rispettivamente effettuate al 19', al 29' e al 39' del secondo tempo di Bari-Ternana.

Il tributo speciale ad essi riservato è senza dubbio motivato dal fatto di aver trascinato la squadra, in quanto marcatori e componenti del tridente d'attacco, ad un successo che, dopo il provvisorio 1-1 firmato dall'omaggiato ex di turno Marino Defendi, sembrava essere insperato a causa dalle consuete amnesie e dal calo fisico di un 'undici' che fatica ancora a reggere i 90' per l'elevata media anagrafica.

Di contro a questi difetti, quei pregi, rappresentati dalla capacità di trovare il terminale offensivo per mezzo del cross sulla 3/4 e della circolazione di palla; quest'ultima migliorata sul piano della rapidità del 'giro'. Elementi sulla base dei quali si può sostenere che il Bari di questa seconda parte del torneo cadetto 2016-17, anche sul piano caratteriale, stia gradualmente assimilando i dettami sia motivazionali sia tecnico-tattici di Stefano Colantuono.
Condividi:

sabato, febbraio 18, 2017

Gran successo a Pescaria: il pesce pugliese vola a Milano


di PIERPAOLO DE NATALE - Ormai, ogni pugliese amante della cucina di mare, avrà sicuramente fatto tappa in quel di Polignano. Nella celebre città di Domenico Modugno è impossibile non fermarsi per un boccone da Pescaria, il ristorante di pesce più chiacchierato di tutta la regione. Grandi e piccoli, coppie e famiglie: tutti apprezzano ed esaltano a gran voce l'impareggiabile cucina dello chef Lucio Mele, che da due anni firma con la sua bravura ogni singolo piatto di quella cucina. Tartare, insalate, crudi, cotti e fritture di mare: ogni opzione fa venir l'acquolina in bocca, anche se a far da padrone sono sempre loro, le iconiche tartarughe di semola pugliese.

Dalla cucina di piazza Moro, il menù di Lucio Mele ha preso il volo, atterrando a Milano in via Bonnet. E pure qui, fin da subito, lo street food di pesce pugliese ha riscosso grandissimo successo. Come a Polignano, anche nel capoluogo lombardo i tavoli di Pescaria registrano sempre il "tutto esaurito". A qualche mese dall'inaugurazione, abbiamo incontrato Domingo Iudice, co-founder dell'ormai più amato ristorante di pesce di tutta la Puglia.

Un anno fa ci rivelaste il desiderio di portare Pescaria a Milano. "Missione compiuta"?
Direi di si. Almeno per ora. Ma siamo al lavoro per nuove missioni anche su Milano.

Ci sono differenze tra la richiesta pugliese e quella lombarda?
Sicuramente a Polignano ci richiedono di più i crudi della tradizione: tagliatella di seppia e mitili crudi. A Milano sono apprezzatissimi i carpacci, salmone in particolare. Il fritto è un piatto intramontabile che, insieme ai nostri panini, costituiscono le colonne portanti del nostro menù. C'è un cosa che però mette tutti d'accordo: i ricci di mare, che anche a Milano fanno davvero furore e incetta di appassionati consumatori!

Qualche curiosità logistica... esportate il pesce pugliese in quel di Milano o usate materie prime più "vicine"?
Portiamo ogni 48 ore pesce e ortaggi che acquistiamo qui in Puglia. Ovviamente ci sono pesci non locali, come il salmone o il tonno pinna gialla. Ma anche in questi casi, preferiamo portare tutto dalla Puglia: riusciamo a controllare la qualità e la freschezza del prodotto.

E per la maestria di Lucio Mele? Avete clonato l'impareggiabile chef di Pescaria?
Nessuna clonazione! Lucio Mele è il nostro unico executive chef. In questi mesi abbiamo organizzato le nostre brigate di cucina con gerarchie e protocolli, mansionari e responsabili di cucina molto rigorosi. Le brigate seguono ricette e composizioni precise, si confrontano quotidianamente con Chef Lucio per gestire anche i piatti del giorno e soprattutto sono formati costantemente per mantenere uno standard elevato per far si che ogni panino sia esattamente come lo chef l'ha concepito.

Visto l'inarrestabile successo della vostra cucina, avete in programma nuove destinazioni?
Assolutamente si. Vogliamo portare la nostra cucina e il nostro servizio in giro. Prima per l'Italia e poi, perchè no, all'estero.

Tutto volge per il meglio anche a Polignano, dove avete persino cambiato sede per garantire più coperti!
La sede polignanese è un'attività che ci ha da sempre dato soddisfazioni inimmaginabili. Siamo partiti in un piccolo locale di 45mq dove la lamentela più frequente era relativa alle code, alle attese e agli spazi. A distanza di un anno, abbiamo deciso di investire per migliorare l'esperienza di una clientela ben più grande del pianificato. Abbiamo investito in una grande cucina, più capace e soprattutto dove Lucio può cimentarsi. Abbiamo introdotto una sezione di piatti cotti e tra gli speciali del giorno c'è sempre una pasta. Insomma, abbiamo cercato di migliorare Pescaria incontrando le richieste più frequenti e facendo tesoro di recensioni, critiche e consigli. Possiamo sicuramente dire che l'attività su Polignano va bene e che daremo il massimo perchè vada anche meglio. A proposito: il 28 febbraio, martedì grasso, presentiamo il nuovo menù.
Condividi:

SERIE B. Bari-Ternana 3-1, Brienza Galano e Floro Flores stendono gli umbri

di REDAZIONE – Il Bari vince per 3-1 in casa contro la Ternana. Decisivo nel primo tempo Brienza con un pallonetto. Dopo l’intervallo le realizzazioni di Galano al volo di destro e Floro Flores, un diagonale di sinistro. Per gli umbri aveva provvisoriamente pareggiato l’ex Di Noia con un tocco in acrobazia al 46’ della prima fase di partita. Terzo gol stagionale di Floro Flores dopo quelli al “San Nicola” col Vicenza e a Cesena. La Ternana è rimasta in dieci sull’1-0 per i biancorossi. Coppola si è fatto espellere per un fallo duro su Basha dopo che era stato già ammonito. Nel primo tempo Floro Flores ha sfiorato il palo. Galano col destro ci ha provato, palla di un soffio a lato.

Durante la ripresa una conclusione di Ledesma non ha inquadrato la porta dei pugliesi. Bravo il portiere Alastra ad opporsi in due tempi a Floro Flores e Salzano. Nel Bari Maniero è subentrato a Brienza. Raicevic è entrato al posto di Floro Flores. Parigini in luogo di Galano. Nelle ultime 11 partite interne 7 successi del Bari e solo 4 pareggi.

La squadra di Colantuono è ottava a 37 punti in zona play off. Seconda rete col Bari di Galano. L’esterno era andato a segno pure contro il Vicenza. Quinta soddisfazione personale per Brienza. I biancorossi possono puntare all’alta classifica.
Condividi: