Visualizzazione post con etichetta Cultura e Spettacoli. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Cultura e Spettacoli. Mostra tutti i post

giovedì, giugno 22, 2017

Mottola, numeri da record per il Festival internazionale della chitarra

MOTTOLA - Eventi, esclusive nazionali e regionali, 57 musicisti, giovani provenienti da ogni parte del mondo, concorsi, tantissimi concerti gratuiti, ospiti in arrivo da Croazia, Francia, Giappone, Argentina e Venezuela e il primo omaggio in tutta Italia all’indimenticato Roland Dyens: sono i numeri della XXV edizione del Festival Internazionale della Chitarra- Città di Mottola, in programma a Mottola e Ginosa, in provincia di Taranto, dall’1 al 9 luglio.

La manifestazione è organizzata dall’Associazione Accademia della Chitarra con la direzione artistica del Maestro Michele Libraro ed è patrocinata da Regione Puglia, Comune di Mottola, Comune di Ginosa e Lions Club Massafra-Mottola “Le Cripte”. I dettagli sono stati illustrati nel corso di una conferenza stampa nella sede della Biblioteca Acclavio di Taranto che ha allestito la mostra “Guitar on record”, la chitarra immortalata sulle copertine dei dischi in vinile. “Impegno, entusiasmo, sacrificio e tante gratificazioni- dice Libraro- questi 25 anni di attività sono per noi il segno tangibile di una storia che continua”. In conferenza stampa, presenti il vicesindaco di Mottola Gianni Bello e l’assessore alla cultura Annamaria Notaristefano -che hanno sottolineato la vicinanza che, in questi anni, l’amministrazione ha riservato alla manifestazione- e alcuni musicisti dell’Orchestra Mancina, tra gli ospiti della prima serata.

Ad aprire il cartellone di eventi, sabato 1 luglio, saranno le “Serenate” nel centro storico di Mottola a partire dalle 20.30, con ingresso gratuito. Si tratta di un percorso itinerante tra le tante postazioni allestite tra i vicoli, che spaziano dal Fado e dal Tango (con il Mascara Quartet in arrivo dalla Croazia) alla musica classica di Armenia e Argentina (con il Duo Talisman dalla Francia), passando per jazz (Luca Di Luzio Blues Room Trio), classica (Duoporto), ethno jazz (Triat), rock acustico (Freezap), ska e reggae (Orchestra Mancina), pop (2 Barra 3), strumentale d’autore (Flumine Tour) e anche un omaggio a Fabrizio De Andrè (con Paola Matarrese Trio).

Dal Giappone arriva invece Rieko Okuma con il suo flauto, accompagnato da Lapo Vannucci alla chitarra e Luca Torrigiani al pianoforte: saranno insieme come Trio Rospigliosi martedì 4 a Ginosa presso il Teatro Alcanices per un concerto gratuito con inizio alle 20.30. A seguire, spettacolo multimediale con i “Rain” (con la chitarra di Andrea Vettoretti e la voce di Alice Guidolin).

Quest’anno, poi, il tutto assume una valore emotivo particolare: pochi mesi fa, infatti, è scomparso Roland Dyens, grande amico del Festival, esibitosi proprio l’anno scorso, in uno dei suoi ultimi concerti. A questo compositore e musicista straordinario, considerato uno dei migliori chitarristi al mondo, sarà dedicata la serata del 6 (Liceo Scientifico Einstein di Mottola, ore 20.30, ingresso 7,50 euro), con l’esibizione dell’Orchestra Mottola Festival con la direzione del Maestro Leonardo Lospalluti. Per questo tributo, arriveranno chitarristi dall’Italia, dall’Argentina e dal Venezuela, amici ai quali Roland ha dedicato dei brani e persino la sorella Laura. Tra i chitarristi: Gabriel Guillén, Marco Corsi, Roberto Aussel, Alessandro Deiana e Aniello Desiderio. A moderare la serata il Maestro Lindo Monaco.

Venerdì 7 il Liceo Einstein di Mottola alle 20.30 ad ingresso gratuito ospita un doppio concerto: il chitarrista Gabriel Guillén e, a seguire, La ultima Curda (Fabio Furia al bandoneon e Alessandro Deiana alla chitarra) con un percorso sul tango.

Sabato 8 (Mottola, Liceo Einstein, ingresso libero, ore 18) esibizione dell’Orchestra Giovanile di Chitarre Chitarreinsieme, mentre alle 20.30 (ingresso 7,50 euro) concerto del musicista argentino Roberto Aussel.

Domenica 9 dalle 19 il Liceo ospita il Concorso Internazionale di Esecuzione Musicale per Chitarra con il concerto dei finalisti e una mostra fotografica sui i 25 anni del Festival a cura di Giuseppe Palmiotto. Informazioni: www.mottolafestival.com, 346. 2264572.

"Stop all'abbandono delle bellezze della città", a Taranto nasce 'Opera prima'

di PIERO CHIMENTI - 17 sigle composte da associazioni di categoria, ordini professionali e rappresentanti delle imprese, cogliendo l'invito di coesione sociale dell'Arcivescovo di Taranto, Mons. Filippo Santoro, hanno dato vita a Taranto Opera Prima. Lo scopo del progetto creato dalle varie unioni, tra cui da ANCE Taranto, Assonautica di Taranto, Casartigiani Taranto, C.L.A.A.I. Puglia delegazione Taranto e Brindisi, CNA Taranto, Collegio dei Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Taranto, Collegio dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati della Provincia di Taranto, Confagricoltura Taranto, Confartigianato Imprese Taranto, Confcommercio Taranto, Confcooperative Taranto, Confesercenti Taranto, Confindustria Taranto, Ordine degli Architetti Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Taranto, Ordine degli Ingegneri della Provincia di Taranto, UNSIC Taranto, U.P.A.L.A.P., è quello di indicare delle linee guida, da affidare al Sindaco che uscirà dai ballottaggio, sul tema di urbanistica il decoro urbano, il recupero del patrimonio immobiliare pubblico e privato e il recupero di quella bellezza paesaggistica, infrastrutturale e ambientale in fase di abbandono nel corso degli ultimi anni.

Cristiano Malgioglio lancia il nuovo singolo

MILANO - Da venerdì 23 giugno sarà in rotazione radiofonica “O MAIOR GOLPE DO MUNDO (MI SONO INNAMORATO DI TUO MARITO)”, il nuovo singolo di Cristiano Malgioglio. Il brano, originariamente portato al successo negli anni ’70 dal duo brasiliano Deny e Dino e di cui Malgioglio ha adattato parte del testo in italiano, è già disponibile in digital download e su tutte le piattaforme streaming.

Il singolo anticipa il nuovo album di Cristiano Malgioglio di prossima pubblicazione, in cui l’artista reinterpreta pezzi storici di grandi autori sudamericani che lo hanno influenzato e brani della nuova generazione di artisti brasiliani.

SAGGI. Le idee di Prodi contro 'Il piano inclinato'

di FRANCESCO GRECO - “Se vogliamo risalire il piano inclinato in cui siamo precipitati…”. In tempi di relativismo diffuso, di “letture” confuse o interessate, Romano Prodi (fondatore e leader dell’Ulivo, due volte premier, presidente della commissione UE, ecc.), pur tenendosi lontano dalla tentazione di un ritorno dicendosi “un pensionato felice”, offre un serio contributo di idee cool e di analisi puntuali per agganciare la ripresa e non restare schiacciati sotto il masso del declino e di una interpretazione elitaria della globalizzazione.
 
E lo fa da par suo, i toni bassi del divulgatore di razza (insegna a Bologna e Shangai), come in stato di grazia, in certi passaggi quasi in trance per come padroneggia il puzzle ispido e magmatico del reale e immagina il domani vagheggiando scenari oggettivamente possibili, recuperando e ridando etimologia (e nobiltà) a un termine antico ormai in disuso, quasi rottamato: uguaglianza, che mette sullo sfondo come se fosse un’utopia affatto impossibile.
 
“Il piano inclinato” (Crescita senza uguaglianza), Il Mulino, Bologna 2017, pp. 160, euro 13,00, sorprende e conquista per la nitidezza e l’acutezza di uno sguardo polisemico su un mondo ormai fattosi angusto, interdipendente, in cui – come si dice con un’allegoria poetica – il battito di ali di una farfalla in Amazzonia ha effetti sulla nostra quotidianità e il futuro in progress.
 
Il saggio, incalzante nella sua sintetica koinè, può sommariamente dividersi in due parti: nella prima il Professore (interrogato da Giulio Santagata e Luigi Scarola) riflette sullo status quo e le sue infinite criticità, amplificate dalla crisi di questo decennio terribilis (dal 2007 ai giorni nostri), in cui tutto è e stato destrutturato e relativizzato, la ricchezza s’è perduta, la precarietà ci ha afferrati tutti, come se il reale fosse posseduto da un dèmone perverso e capriccioso e noi attratti dalla cupio dissolvi irrazionale del “the end”.  
 
Una storytelling che scandaglia mali endemici e contingenti in un paese al fondo conservatore: il nanismo delle imprese, l’innovazione illusoria, la modernizzazione in ritardo, la ricerca schizofrenica pur in presenza di eccellenze, l’accesso al credito sempre più ostico (e non sempre per colpa delle banche), la criminalità che sporca i territori, l’evasione fiscale che li impoverisce, l‘inadeguatezza e i ritardi della politica, lo sbando della classe media, ecc.
 
Nella seconda suggerisce, ben articolato, il mainstream della rinascita: culturale, politica, economica. “Visioni” trasfigurate in un “manifesto” che mette l’uomo al centro,  la valorizzazione delle risorse umane, come se intravedesse, imminente, un neo-Umanesino che rimetta l’uomo, la sua ricchezza infinita, al centro del tutto. Un nuovo “patto sociale” che includa e non ricacci ai margini i più.
 
C’è da essere ottimisti? Passerà la “nuttata” (“stagnazione secolare”)? Finirà mai il fatalismo, la rassegnazione, l’autodenigrazione, verrà un po’ di autostima? Siamo pur sempre il paese di Caravaggio e Leopardi, Carmelo Bene e Fellini, grandi “visionari”, è il nostro dna.
 
“Sembra che solo le grandi catastrofi hanno portato una maggiore giustizia”. Gli italiani fecero volentieri i sacrifici chiesti da Prodi per la causa nobile di un’Europa che poi smarrì la sua mission. Risanò i conti trovando persino un “tesoretto”. Prevalse l’idea di bene comune opposta a quella esclusiva di Berlusconi e i suoi conflitti di interessi belli turgidi.
 
Peccato che una mente così lucida e umanamente altruista – erede e sintesi della nostra migliore tradizione culturale – preferisca i giardinetti e i nipotini. Cosa buona e giusta: Prodi ha già dato (anche agli iconoclasti sempre in agguato). E se qualcuno lo convincesse che il ruolo di nonno è compatibile, non esclude altri concept, da padre della (povera, come direbbe Battiato) patria? Il programma è in stand-bye.

LIBRI. 'Il foulard rosso', una storia affascinante

BARI - Mercoledì 28 giugno alle ore 18,00 presso la “Feltrinelli” di Bari sarà presentato il romanzo "Il Foulard Rosso" (Wip edizioni) scritto da Antonio Perruggini e Annamaria Vivacqua. Modererà l’incontro la dott.ssa Marika Massara, attrice e psicologa, mentre Daniele Ciavarella, attore leggerà alcuni brani del romanzo.

Il romanzo dal profondo contenuto umano e sensuale è ambientato nella Puglia anni ’70 e narra le vicissitudini di una donna (Suor Cecilia “La Monaca di Palo”) rifugiatasi in un convento in segno di penitenza per i suoi delitti, vivendo all’interno della clausura numerosi eventi scandalosi che lasciano il lettore affascinato dalla prima all'ultima pagina. La trama è impreziosita dalla coinvolgente lettura di tre diari che la narratrice riceve dopo la morte della madre, “La Monaca di Palo”.

“Il Foulard Rosso” è recensito dai giornalisti Lia Mintrone (“Una girandola di emozioni e stati d’animo accompagna il lettore dalla prima all’ultima pagina, lo cattura e lo tiene con il fiato sospeso. Lasciare questo romanzo è impossibile”) e Nicola Morisco (“Una storia avvincente e, allo stesso tempo, seducente e tratteggiata di noir. Il “Foulard Rosso” nasconde amore e sesso al limite della totale trasgressione con dialoghi minuziosi e ben costruiti”).

La prefazione è di Lydia Deiure, magistrato.

L'opera è presente nel programma ufficiale delle presentazioni che si svolgerà a Polignano a Mare il 6 luglio, durante la nota rassegna “Il Libro Possibile”, che si svolgerà a Bisceglie il 6 Agosto, durante la manifestazione "Libri nel Borgo Antico", mentre il 30 settembre sarà presentato presso la Biblioteca Comunale di Bitonto e nei mesi di Ottobre e Novembre nelle città di Roma, Torino e Milano.

mercoledì, giugno 21, 2017

I Beatles a fumetti in mostra ai Romics 2017

ROMA - A oltre cinquant’anni dagli storici primi concerti in Italia, I Beatles rimangono il più grande fenomeno musicale e di costume nel mondo dello spettacolo. Quando John, Paul, George e Ringo dalla loro Liverpool giungeranno a Londra per invadere il mondo, cambieranno del tutto, in profondità, le regole del gioco.

Mutano il gusto, il senso e la storia della musica moderna. Romics, in collaborazione con Solares Fondazione delle Arti, vuole celebrare l’anniversario della pubblicazione del disco Sgt. Pepper's Lonely Hearts Club Band e oltre 50 anni dalla loro prima e unica visita in Italia. Questa mostra, rappresenta un nuovo tassello per meglio comprendere la rivoluzione culturale, di costume, di gusto, che hanno apportato i Beatles con la loro musica, anticipando per certi versi e accompagnando straordinariamente per altri i cambiamenti epocali che stavano avvenendo nella società in quegli anni.
L’esposizione indaga e documenta l’interesse che disegnatori, editori ed appassionati hanno mostrato allo speciale rapporto tra il gruppo di Liverpool e l’universo dei fumetti e del cinema di animazione, un universo variegato e ricco di migliaia di pubblicazioni, con una fitta produzione che arriva fino ai giorni nostri. In particolare va ad evidenziare il legame che i Fab4 hanno vissuto con il mondo dei fumetti e dell’illustrazione d'autore. La grande mostra sarà composta da tavole di fumetti originali, oggetti e gadgettistica d'epoca da collezione, di memorabilia, manifesti, stampe e riproduzioni, filmati, tutto dedicato al caleidoscopico universo dei Beatles.

Una scelta di immagini che tocca le testate più importanti, ma anche esempi poco conosciuti dagli stessi esperti, una cronologia completa perseguire i Beatles fino ad oggi. Romics curerà inoltre una sezione importante, che racconta come l'immaginario dei Beatles continui ad ispirare ed affascinare gli artisti grafici contemporanei, chiamando fumettisti e illustratori perrealizzare tavole originali che si aggiungeranno così a quelle già presenti in mostra.

L'avventura dei cartoons e della trasformazione dei Beatles in elemento colorato, dinamico, buffo, tipico di una sintassi ultraterrena, diventa paradigmatica e fondamentale per la comprensione di una trasformazione dalle radici del gioco mediatico. Perché se le canzoni e la straordinaria vena poetica, melodica dei loro dischi, restano un esemplare battistrada per raccontare un'epoca, filtrare quella storia con il segno grafico di oltre mezzo secolo di pubblicazioni, consente di fornire uno specchio stimolante e capace di svelare una realtà per molti segreta e misteriosa. E a spiegare perché, dopo tutta la musica, le band e le canzoni incontrate e ascoltate, i Beatles restano inimitabili e unici. Un modello per il presente, una proiezione per il futuro: ovvero, come loro, nessuno mai.

I curatori della mostra, in collaborazione con Fondazione Arti Solares, e Romics sono: Enzo Gentile, giornalista e critico musicale, ha scritto per innumerevoli testate, autore di libri, programmi radio-televisivi, mostre e festival dedicati alla musica del nostro tempo. Storico del rock, è docente all’Università Cattolica di Milano. Fabio Schiavo, critico musicale, giornalista professionista dal 1990. Collabora con diverse testate. È stato redattore a Rolling Stone dal 2004 al 2014. Appassionato di mode e tendenze e dei riflessi nella società.

Fasano, Raf in Concerto in Piazza Ciaia

FASANO - Lunedì 26 Giugno si conclude in grande stile la Festa Patronale della Città di Fasano con il concerto di RAF, accompagnato dalla sua band nella meravigliosa Piazza Ciaia.

Una carriera tutta in discesa quella del noto e apprezzato cantautore pugliese.
Nel 1984 Raf incide con Carrere, la più importante etichetta francese, il suo primo singolo, “Self Control”, un brano dance che raggiunge il primo posto nelle classifiche di tutto il mondo. Alla fine dell’anno esce il primo album intitolato “Raf”.
Nel 1987, in coppia con Umberto Tozzi, scrive e interpreta “Gente di mare”, una hit in tutta Europa, mentre l’anno seguente, a Sanremo, canta “Inevitabile follia”.

Tanti i successi firmati da Raf: nel 1989, a Sanremo, “Cosa resterà degli anni Ottanta” conquista il grande pubblico, nell’agosto 1989 “Ti pretendo” è l’hit dell’estate e nel 1991 “Interminatamente”, “Oggi un Dio non ho” e “Siamo soli nell’immenso vuoto che c’è” vanno a colpo sicuro. Nel 1993 “Cannibali” è 6 volte disco di platino. Si tratta di un album ricco di canzoni di successo (“Il battito animale”, “Due”, “Stai con me”).

Negli anni seguenti il cantante pubblica numerosi album di successo.  Nel 2015 partecipa nuovamente al Festival di Sanremo con il brano “Come una Favola”. Seguono i singoli “Rimani tu” ed “Eclissi totale”, immediatamente in vetta alla classifica iTunes, tutti contenuti nell’album “Sono io”, pubblicato a giugno. Ha presentato il nuovo lavoro discografico con un lungo tour.

Festa Patronale Città di Fasano – Piazza Ciaia – Ingresso Libero - Start ore 21.00 – Info 3480157326

martedì, giugno 20, 2017

Nicole Kidman, 50 anni e non sentirli

ROMA - Nicole Kidman spegne 50 candeline. Due matrimoni, con Tom Cruise e il cantante country Keith Urban, un premio Oscar come migliore attrice per The Hours, quattro figlie, Isabella e Connor adottati con Cruise, Sunday Rose e Faith Margaret nata da una madre surrogata. Compie oggi 50 anni l'attrice australiana Nicole Kidman.

Ambasciatrice di buona volontà per l’Unicef dal 1994 e per Unifem dal 2006, nata a Honolulu nelle Hawaii da genitori australiani ha sempre voluto fare l'attrice.

Ha cominciato con la tv nei primi anni '80, nell'87 in Italia ha girato Un'australiana a Roma con la regia di Sergio Martino. La sua carriera prende il via nel 1989, dopo l'apparizione nel film statunitense Ore 10: calma piatta per la regia di Phillip Noyce al fianco di Sam Neill e Billy Zane che ottiene buone critiche e buona accoglienza da parte del pubblico. Il film della svolta per la rossa australiana è Giorni di tuono (1990) , dove interpreta una giovane neurochirurga innamorata di un conducente di vetture NASCAR, quest'ultimo interpretato dal suo futuro marito Tom Cruise.

La Kidman in 'Grace' (2009)
Si è imposta all'attenzione internazionale per i suoi ruoli in film come, Billy Bathgate - A scuola di gangster (1991), Cuori ribelli (1992), Ritratto di signora (1996), e Eyes Wide Shut (1999). Nel 1996, ha vinto il suo primo Golden Globe per la sua interpretazione nel film noir Da morire, mentre nel 2002 si aggiudica il suo secondo Golden Globe e ricevuto la sua prima nomination al Premio Oscar alla miglior attrice per il film musicale Moulin Rouge!. Nel 2003, il suo ritratto di Virginia Woolf in The Hours (2002) le è valso l'Oscar alla miglior attrice, il BAFTA alla migliore attrice protagonista, il Golden Globe per la migliore attrice in un film drammatico e l'Orso d'argento per la migliore attrice al Festival di Berlino. Ha ricevuto la sua terza e quarta nomination agli Oscar nella sezione miglior attrice per Rabbit Hole nel 2011, e nella sezione miglior attrice non protagonista per Lion - La strada verso casa nel 2017.

Nel 2017 è nel cast del film L'inganno, accanto a Kirsten Dunst e Colin Farrell. La pellicola diretta da Sofia Coppola è tratta dall'omonimo romanzo di Thomas Cullinan, e narra la storia di un collegio femminile nello stato della Virginia del 1864, che durante la guerra civile viene protetto dal mondo esterno fino a quando un soldato ferito viene trovato nelle vicinanze. La pellicola è stata presentata durante il Festival di Cannes. E' stata la regina del festival con quattro film e un premio prestigioso come quello per il 70/mo anniversario di Cannes.

Eremo Club, Marianne Mirage e il dj-set di Ghemon per il primo Giovedì Friendly

MOLFETTA - E’ Marianne Mirage la prima protagonista dell’evento più cool dell’estate pugliese: il Giovedì Friendly dell’Eremo Club di Molfetta (S.S. Molfetta-Giovinazzo Km. 779, uscita Cola Olidda. Info: 340/72.25.770). Appuntamento inclusivo e accogliente per definizione in grado di dar spazio con semplicità e leggerezza a tutti “i mondi possibili dell'amore”, come ama dire la direttrice artistica Luigia Altamura. Un esperimento leggero e festoso, arrivato al suo terzo anno di vita forte di una proposta artistica priva di barriere di genere, linguistiche, musicali, culturali e anagrafiche.

Dopo il breve showcase dell’anno scorso,  Marianne Mirage torna all’Eremo giovedì 22 giugno (apertura porte 20.30, ingresso gratuito)  con la sua voce moderna e la presenza scenica sensuale e carismatica. Fresca finalista di Sanremo Giovani con il brano Le canzoni fanno male, scritto da Francesco Bianconi (Baustelle) e Kaballà, che ha dato  anche il titolo all’Ep pubblicato a febbraio, ritratto di  una musicista completa che porta, insieme alla sua inseparabile chitarra, nel pop del futuro l’anima e tutti i colori della musica black. Scrittura e canto jazz/soul con una produzione che guarda alle tendenze più attuali del pop confluite in “Le canzoni fanno male“, registrato a Londra e prodotto da due vincitori di Grammy come Tommaso Colliva e Riccardo Damian, un progetto di passaggio prima del prossimo lavoro discografico, una transizione ricca di una nuova energia e di una visione maturata con le esperienze di molti viaggi e dell’ultimo periodo di live acustici nei club: voce-chitarra (la storica Gibson 335) e calabash (percussione africana).

Giovanna Gardelli da Cesena, alias Marianne Mirage, è un’altra scoperta di Caterina Caselli, artista poliedrica (è laureata in Lettere e Filosofia e diplomata in recitazione presso il Centro Sperimentale di Cinematografia di Milano) che esprime la sua creatività con la voce e la chitarra, ma anche come regista dei suoi videoclip e come disegnatrice, curando l’artwork del primo disco, “Quelli come me” (2016) edito dalla Sugar e i visual dei suoi concerti. Il jazz come ispirazione, il cantautorato francese come passione, Mirage ha trascorso l’adolescenza on the road, in due anni si è esibita già in una lunga serie di concerti in Italia e all‘estero (Berlino, Parigi, Tokyo che hanno fatto da sfondo ad alcuni dei suoi videclip) ed è stata opening act di importanti artisti come Patty Pravo, Zucchero, Negramaro, Raphael Gualazzi, Benjamin Clementine e a maggio 2017 delle date italiane di Patti Smith.

Ma il primo appuntamento con il Giovedì Friendly non finisce qui. A seguire, sulla terrazza vista mare, la scena sarà nelle mani di GHEMON, al secolo Gianluca Picariello, classe '82, un poeta dell'hip-hop italiano, che incontra la storia della black music e si trasforma in cantante, dando vita ad un mix di generi unico. Il suo prossimo album, “Mezzanotte”, è atteso per fine 2017. Il suo dj-set abbraccerà in pieno i ritmi del funky e del soul, per un fiume di groove in piena.

A completare la serata, le selezioni musicali di Vodkatheduck, le creazioni artistiche di Adry De Martino e la danza Bhangra di Ashkara. Info e gadget sul Puglia Pride di scena a Bari il prossimo 1° luglio in un banchetto allestito per l’occasione negli spazi esterni dell’Eremo.

 - GIOVEDÌ FRIENDLY - proseguirà con Cristina Donà (29 giugno), Cesare Basile (6 giugno), Julie’s Haircut (20 luglio), Gazzelle (3 agosto) e Angela Baraldi (10 agosto). Programma in continuo aggiornamento.

Giovedì Friendly - 22 giugno

MARIANNE MIRAGE  in concerto (Apertura porte: ore 20.30, ingresso gratuito)  - GHEMON dj-set

Percorsi musicali: Vodkatheduck (terrazza)
Expo: Adry De Martino Illustration
Performance: Ashkara ( danza Bhangra)
Food: Frisce e Mange
+ Banchetto info sul Puglia Pride

Info: 340/72.25.770
Eremo Club - S.S. Molfetta-Giovinazzo Km. 779 (Uscita Cola Olidda)

Ostuni, al via la 10ma edizione del 'Medit Summer Fashion'

OSTUNI - Riparte il Medit Summer Fashion…dopo 4 anni di assenza ritorna l’evento più glamour della Puglia. Per celebrare il suo 10° anno ha scelto una location prestigiosa, e una cornice incantevole, Cala di Rosa Marina.

Il Presidente del Consorzio C.O.V.CA.,  Dott. Antonio Clarizio,  ha fortemente voluto l’evento all’interno del villaggio e ha creato le condizioni per una edizione straordinaria

Come sempre l’organizzazione ha messo in campo tutte le risorse per dare lustro alla Puglia e a tutti i protagonisti dell’evento.  Il format rimane invariato, giovani stilisti emergenti si contenderanno il 1°, 2° e 3° premio  del Concorso che sarà presieduto da una giuria qualificata.

Promotore del Concorso “Giovani stilisti emergenti, Banca Mediolanum con sede a Bari, in Viale Einaudi 42/44/46 , che ha sposato l’iniziativa con molto entusiasmo.

Questa decima edizione del Medit Summer Fashion è organizzata dalla omonima Associazione Culturale in collaborazione con African Fashion Gate, una fondazione internazionale, che sostiene  un programma di sviluppo sociale e culturale per favorire un processo osmotico sul valore del patrimonio culturale africano con quello del resto del mondo.

Ogni passerella, su cui sfileranno le creazioni, le modelle e i modelli, rappresenta un ponte simbolico per promuovere il dialogo interculturale e la contaminazione tra i vari “linguaggi artistici”.

I CINQUE SENSI 
Sabato 15 LUGLIO ORE 21 Cala di Rosa Marina - Ostuni

La giuria:

Adrien Roberts, Director  of  Education Accademia Costume e Moda Roma; International Trustee Graduate
Fashion Week

Roberto Alessi, Direttore del settimanale Novella 2000
Betta Guerreri, stilista  di vip del cinema e della televisione
Erika Gottardi, Direttrice della Rivista Woman & Bride.
dott. Nicola Paparusso Segretario Generale A.F.G.
Antonio Clarizio Presidente Villaggio C.O.V.C.A.

Tema della manifestazione: “I CINQUE SENSI “

Otto stilisti emergenti  presenteranno un abito ciascuno ispirato ai cinque sensi:
Lorena Casile e Giada Rinaldi,  Istituto Burgo di Reggio Calabria
Marianna Calabrese, Melfi
Michela Marangio, San Pietro Vernotico
Domenico Iorio, Potenza
Ileana Colavitto, Bari
Luciana Campanale, Bari
Riccardo Cappelli, Mesagne
Natascia Conte, Andria

Sfileranno le creazione di :
Domenico Burdi, creatore  Maestro Orafo;
Haute Couture Valentina Giura, che presenterà  l’arte del moulage,  vincitrice del premio Moda Sanremo 2017;
Massimo Orsini, stilista galantuomo che crea con estro e ricercatezza;
Maria Roma e Davide Perretta, disegner e pittura con Dama Collezioni;
Anna White, che rappresenterà la Puglia con accessori e borse esclusivamente artigianali;
Federica Maggio con Lucrezia alta moda sposa, che propone una sposa innovativa e preziosa;
Stilista ospite,  Betta Contemporary Couture che chiuderà la serata e presenterà abiti di classe, contraddistinti da grinta e femminilità.
Il Make up è affidato alle sapienti mani di Luana Mitrugno- Beauty For Estetic  Mesagne
Hair Styling : Anna Dentamaro Il Bello delle Donne –Triggiano
Diego Ignone –Ignone Parruchieri –Brindisi 

lunedì, giugno 19, 2017

Beyoncè, la popstar è diventata mamma

di REDAZIONE - E' di nuovo mamma la bellissima pop star mondiale Beyoncè. La neo mamma ha dato alla luce i due gemellini (un maschio e una femmina) in una clinica privata di Los Angeles, lunedì scorso, ma resta ancora in ospedale.

Tutti e tre stanno bene, anche se i medici hanno preferito trattenerli per motivi precauzionali.

Ritorna il Taranto Rock Festival: ecco i nomi dei big

TARANTO - Le associazioni altramusicalive e Rumore dal Basso, ideatrici del Taranto Rock Festival, spinte dal fermento nato su internet, ufficializzano in anteprima alcuni dei nomi dei big delle due giornate di eventi che si terranno venerdì 11 e sabato 12 agosto 2017 nel Parco archeologico di Saturo – Marina di Leporano (TA), grazie alla collaborazione della Cooperativa Polisviluppo.

I SUPER OSPITI. Si alterneranno sul palco del Taranto Rock Festival:
Luca Madonia, cantautore siciliano del gruppo Denovo, attivo dagli anni ’80 ai 90’, da solista incide le hit Passioni e manie, Bambolina e Moto perpetuo. Vanta collaborazioni con Franco Battiato, Carmen Consoli e Mario Venuti. All’attivo quasi 20 Ep ed è autore per Patty Pravo, Gianni Morandi, Andrea Mirò e Eugenio Finardi.

Management del dolore post-operatorio, tra i migliori esponenti del genere hard pop in Italia, contano oltre dieci anni di concerti e cinque album. Nato in Abruzzo, il gruppo garantisce live che colpiscono sia per la musica proposta sia per le performance originali e ficcanti. Tra i loro singoli Il Vento, Un incubo stupendo, Naufragando.

La Municipàl, con i fratelli Carmine e Isabella Tundo che rappresentano una band moderna ma che sa miscelare la tradizione italiana e le nuove sperimentazioni. Salentini, hanno già prodotto successi come Lettere dalla provincia leccese, Discografica Milano e Le ferie di metà settembre.

Appaloosa, gruppo nato a Livorno e che ha prodotto sei dischi. Centinaia di concerti in Italia e in Europa, con l’ultimo disco Bab che rappresenta la parte più tenace e incisiva della band.
Venus in Furs, una band toscana che già dal primo disco Siamo pur sempre animali ha raccolto ottimi riscontri dalla critica. Tra gli ultimi lavori, l’album Carnival.

MUSICA E ACCOGLIENZA. Sul palco è previsto anche il Salam Music Stage, progetto discografico di musica e solidarietà realizzato dalla Joe Black Production in collaborazione con la ONG Salam. Protagonisti quattro richiedenti asilo ospiti a Taranto: Kya Man e Black Soul (riuniti in un duo), Yike Euro e Zil Djzibril che eseguiranno alcuni brani durante il TRF 17.
Saranno inoltre presenti Il Giunto Di Cardàno (eclettica band vincitrice del premio “Taranto Rock Festival 2016”) e gli Eva Braun (vincitori del premio “Festival” organizzato da “La Fame Dischi”).

I CASTING PER I GIOVANI. Durante le due serate del TRF17 molto spazio, così come da tradizione, sarà riservato alle esibizioni delle band emergenti. In questi giorni lo staff artistico sta selezionando le oltre 200 richieste di partecipazione giunte da gruppi musicali disseminati in tutta Italia. Nelle prossime settimane verranno annunciati i nomi che avranno superato il casting.

UN FESTIVAL PER TUTTI. Oltre alla buona musica sarà possibile gustare ottimo street food locale (carne alla brace, frittura di pesce, panini gourmet), prelibate preparazioni vegane e senza glutine, dolci (crepes e zucchero filato), birra artigianale e degustazioni di vini.
Confermata inoltre la presenza di postazioni dedicate all’artigianato locale e alle arti visive.

PREVENDITA BIGLIETTI. I biglietti sono già disponibili al prezzo di 6 euro (valido per una giornata di concerto) e 10 euro (valido per due giornate di concerto). Queste due tipologie sono acquistabili in prevendita online su www.tarantorockfestival.it e a breve anche presso rivenditori che verranno comunicati sullo stesso sito internet.

I prezzi al botteghino (acquistabile la giornata stessa del concerto) sono di 8 euro per una giornata e 12 euro per due giornate.

PROMOZIONI E SCONTI. Pacchetti promozionali con forti sconti sarrano disponibili a breve sul sito www.obabaluba.it(pacchetti limitati). Inoltre, per agevolare le famiglie, il prezzo per i bambini fino a 12 anni è di 3 euro (per ogni giornata di concerto) e sarà allestita una zona baby parking con animatori (posti disponibili fino ad esaurimento) per lasciare i propri bimbi in totale sicurezza.

LIBRI. 'Manuale pratico delle adozioni', presentazioni a Bari e Lecce

BARI - I prossimi 21 giugno, alle ore 18 presso la libreria Di Marsico 2015 di Bari (Via Calefati 134/136), e 23 giugno a Lecce presso la sala letteraria "Mino Carbone" della Libreria Adriatica (Piazza V. Aymone 7 - Porta Napoli) si terranno le presentazioni del libro “Manuale pratico delle adozioni”, opera dell'autrice Ilaria Fustinoni, edito da Primiceri Editore, prime presentazioni nazionali del testo medesimo.

Gli eventi, moderati dall'Avv. Francesco Saverio Del Buono, prevedono la partecipazione dell'autrice, Avvocato del Foro di Milano esperto in diritto di famiglia, e del Presidente dell'Ordine degli Assistenti Sociali di Puglia, Dr. Antonio Nappi, nell'evento di Bari, e dell'Avvocato salentino Antonio Palumbo per l'evento di Lecce.

Il volume costituisce un completo e agevole strumento pratico sulla materia delle adozioni. Alla chiarezza dell’esposizione teorica si aggiunge un ampio e formulario pronto all’uso, molto utile soprattutto per il professionista legale che opera nel campo del diritto di famiglia.

L'autrice, giurista giusfamiliarista, mediatrice civile e familiare, laureata in Giurisprudenza presso l’Università Statale degli Studi di Milano, città nella quale esercita la propria professione, dedicandosi alle materie relative alla tutela della famiglia e della persona, anche in diritto comparato, è alla sua prima pubblicazione.

Gli eventi intendono essere anche un utile momento di riflessione sul tema delle adozioni, sulla  situazione attuale nel nostro paese del settore e della tutela del minore in generale, anche alla luce del dibattito sulla riforma della giustizia minorile.

Organizza gli eventi Apulia Meetings
Entrata libera
Per info: tel 345 9799863 – email: apuliameetings@gmail.com

domenica, giugno 18, 2017

Paul McCartney compie 75 anni

(ANSA)
LONDRA - Paul McCartney spegne oggi 75 candeline. L'autore, con John Lennon, delle più belle ballad degli anni Sessanta, giunge a questa meta ancora attivo e capace di affrontare il palcoscenico e circondato dall'affetto della famiglia e di una moltitudine di fan in giro per il mondo.

Sir James Paul McCartney, appena promosso al rango di Companion of Honour: Compagno d'Onore di Sua Maestà la Regina Elisabetta, raggiunse la fama internazionale come bassista nei Beatles e insieme con Lennon formò una delle coppie di compositori di maggior influenza di tutti i tempi, scrivendo alcune delle canzoni più amate nella storia della musica contemporanea.

Numerose le testimonianze di affetto che giungono oggi dai suoi cari e dai fan di tutto il mondo. La figlia, la stilista Stella McCartney, pubblica su Instagram una foto con il messaggio: "Happy birthday and happy Father's Day dad". Nella miriade di messaggi d'auguri spiccano quelli di Yoko Ono, che twitta: "Buon compleanno @PaulMcCartney e felicitazioni. Tanto amore da Yoko".

'Salento book festival', sesto giorno di rassegna a Gallipoli

GALLIPOLI - Uscito nelle librerie e sui book store on line da solo qualche giorno, dopo il debutto davanti a migliaia di fan in Piazza Duomo a Milano lo scorso lunedì, viene presentato a Gallipoli, nella Biblioteca Comunale, in via Sant’Angelo, domani, 19 giugno, l’ultimo libro di Francesco Sole, il blogger e conduttore tv fenomeno del web (il giorno successivo, 20 giugno, sarà a Nardò, in Piazza Pio XI, sempre ospite del SBF). Si intitola “Ti voglio bene” (Mondadori) e mette insieme le poesie che hanno generato milioni di visualizzazioni sui social diventando, appunto, un libro. Il 23enne modenese che è stato tra l’altro conduttore di «Tú sí que vales», il talent show in prima serata su Canale 5, per Mondadori ha già pubblicato “Stati d'animo su fogli di carta”. L’incontro con Francesco Sole, previsto alle ore 20, sarà introdotto dalla giornalista Azzurra De Razza.

Sempre lunedì prossimo ma alle 21, invece, ospite del Salento Book Festival a Gallipoli sarà il giornalista "meridionalista" più seguito in Italia, Pino Aprile, che presenterà l’ultima sua fatica, “Carnefici” (Piemme), la sua opera più ambiziosa, ancor più di “Terroni”, il best-seller da 250mila copie tradotto anche all’estero. «Io so. So tutti i nomi e so tutti i fatti di cui si sono resi colpevoli. Io so. Ma non ho le prove». È il cuore di un celeberrimo atto d'accusa di Pier Paolo Pasolini pubblicato sul Corriere della Sera. Anche Pino Aprile sa. Sa tutto quello che è stato fatto perché gli italiani del Sud diventassero "meridionali". Lo ha appreso con stupore e sgomento, e lo ha raccontato in un libro spartiacque, Terroni, che ha aperto una breccia irreparabile sulla facciata del trionfalismo nazionalistico. Se mancavano ancora prove, ora le ha trovate tutte, al termine di un'incalzante e drammatica ricerca durata cinque anni. E sono le prove di un genocidio. L’incontro con Pino Aprile sarà ospitato all’interno della Biblioteca Comunale e vedrà la partecipazione di Nandu Popu dei Sud Sound System. L’intervista sarà a cura del giornalista Fernando d’Aprile.

Prima dei due incontri con gli autori, alle 18, sempre a Gallipoli, presso la Galleria dei due mari, l’appuntamento dedicato a bambini e ragazzi, fruitori di libri liberi da preconcetti. A cura di Zeromaccanico Teatro, con Ottavia Perrone e Francesco Cortese, il laboratorio sulla costruzione di un libro. Aprire un libro è come spalancare una finestra su nuovi mondi in bilico tra realtà e fantasia: mediante il gioco e la sperimentazione personale, i partecipanti scopriranno il piacere di essere autori di immagini e parole, superando l’idea del libro “solo” scritto. Alla fine del percorso, sarà allestita una mostra di libri fatti dai bambini e dai ragazzi, da leggere e sfogliare. “PER FARE UN LIBRO” è un laboratorio dedicato alla fascia 5/11 anni e 12/14 anni. Costo: € 3,00 (fratello/sorella € 5,00). Info prenotazioni 348/5465650.

Giovedì e venerdì prossimi sarà ospite del SBF il Premio Strega EDOARDO ALBINATI, che presenterà il libro “UN ADULTERIO” (Rizzoli).


PROGRAMMA GIORNALIERO della settimana

Lunedì 19 giugno 2017 – GALLIPOLI

- Ore 18.00 – Galleria dei due Mari.

“PER FARE UN LIBRO” con OTTAVIA PERRONE e FRANCESCO CORTESE di ZEROMECCANICO TEATRO. Laboratorio per bambini da 5 a 11 anni e ragazzi da 12 a 14 anni. Numero massimo partecipanti: 15 – Costo: € 3,00 (fratello/sorella € 5,00). Info prenotazioni: 348/5465650.

- Ore 20.00 – Biblioteca Comunale, via Sant’Angelo.

FRANCESCO SOLE presenta il libro “TI VOGLIO BENE” (Mondadori). Introduzione a cura di AZZURRA DE RAZZA.

- Ore 21.00 – Biblioteca Comunale, via Sant’Angelo.

PINO APRILE presenta il libro “CARNEFICI” (Piemme) con la partecipazione di NANDU POPU. Intervista a cura di FERNANDO D’APRILE.


Martedì 20 giugno 2017 – NARDO’

- Ore 18.00 – Piazza Pio XI.

“PER FARE UN LIBRO” con OTTAVIA PERRONE e FRANCESCO CORTESE di ZEROMECCANICO TEATRO. Laboratorio per bambini da 5 a 11 anni e ragazzi da 12 a 14 anni. Numero massimo partecipanti: 15 – Costo: € 3,00 (fratello/sorella € 5,00). Info prenotazioni: 348/5465650.

- Ore 20.00 – Piazza Pio XI.

BIG SUR presenta “RICETTE SCUMBENATE”, dodici ricette “atipiche” salentine con EFREM BARROTTA, FRANCESCO MAGGIORE, PAOLO PISANELLI e GIORGIA SALICANDRO per Edizioni Scumbenate (Big Sur e Industrie Servizi Grafici Panico).

- Ore 21.00 – Piazza Pio XI.

FRANCESCO SOLE presenta il libro “TI VOGLIO BENE” (Mondadori). Introduzione a cura di AZZURRA DE RAZZA.


Giovedì 22 giugno 2017 – GALLIPOLI

- Ore 20.00 – Biblioteca Comunale, via Sant’Angelo.

Il “Premio Strega 2016” EDOARDO ALBINATI presenta il libro “UN ADULTERIO” (Rizzoli). Intervista a cura di ANNA RITA CORRADO.


Venerdì 23 giugno 2017 – NARDO’

- Ore 18.00 – Piazza C. Battisti.

Esposizione dei lavori prodotti durante il laboratorio “PER FARE UN LIBRO”.

“STORIE IN TECHNICOLOR” con OTTAVIA PERRONE e FRANCESCO CORTESE di ZEROMECCANICO TEATRO. Spettacolo-laboratorio per bambini da 5 a 11 anni. Numero massimo partecipanti: 20 – Costo: € 3,00 (fratello/sorella € 5,00). Info prenotazioni: 348/5465650.

- Ore 20.00 – Piazza C. Battisti.

Il “Premio Strega 2016” EDOARDO ALBINATI presenta il libro “UN ADULTERIO” (Rizzoli). Intervista a cura di ILARIA MARINACI.  Introduce GIANPIERO PISANELLO, Direttore Artistico del “SALENTO BOOK FESTIVAL”. Saluta PIPPI MELLONE, Sindaco di Nardò e FRANCESCO PLANTERA, Assessore alla Cultura della Città di Nardò. Partecipa LOREDANA CAPONE, Assessore all’Industria Turistica e Culturale della Regione Puglia per la consegna del Premio “SALENTO BOOK 2017” all’autore.

- Ore 21.00 – Piazza C. Battisti.

Consegna degli attestati di partecipazione ai bambini ed ai ragazzi del laboratorio “PER FARE UN LIBRO”. Partecipano OTTAVIA PERRONE e FRANCESCO CORTESE di ZEROMECCANICO TEATRO, curatori del Laboratorio; LOREDANA CAPONE, Assessore all’Industria Turistica e Culturale della Regione Puglia.

venerdì, giugno 16, 2017

Danza orientale, al via a Taranto V edizione 'Tarab elegance'

TARANTO - Tarab Elegance 2017 V Edizione, un evento realizzato per divulgare la conoscenza della danza orientale in tutti i suoi stili.

Guest Stars, della quinta edizione, due maestri di fama internazionale Zadiel Sasmaz da Berlino e Kaouther Ben Amor da Parigi.

I maestri si esibiranno insieme al corpo di ballo: "Jairam e Le Perle dell'Araba Fenice", venerdi 7 Luglio 2017 in uno show elegante e raffinato dai suoni, colori e sapori orientali, presso il teatro Tatà in via G. Deledda a Taranto.

A rendere magica l'atmosfera ci penseranno:

- I musicisti che suoneranno dal vivo: Oliveti Antonio (percuccioni), Andrea Musci (chitarra) e Susanna Curci (Arpa);
- Le ospiti nazionali: Shamy Kater, Samira Paola Brescia, Marketa Minarikova, Mimma Forleo e Luciana Arnesano The Tamish, Giorgia Mahaila, Fortunata Layla Giuliano e Luce De Santis.
- Il Fotografo di scena Sergio Malfatti con mostra fotografica intitolata:"MAROCCO";
- il Bazar di abiti orientali e sfilata con Dounia Di Sami Bazar Milano;
- Mehndi ....Tatuaggi all'Hennè.

Inoltre sarà possibile partecipare, nella giornata del sabato 8 Luglio 2017 e domenica 9 Luglio 2017, ai due workshop dei maestri ZADIEL e KAOUTHER della durata di 12 ore, presso il centro sportivo Vivisport a Taranto.

Direttrice Artistica: Giliberto Maria Immacolata

CONTATTI:
Giliberto Maria Immacolata
mail: tarab.taranto@libero.it
fb: giliberto maria immacolata

giovedì, giugno 15, 2017

Sbarca a Bari 'Grafite Kids', la prima scuola di disegno e fumetto per under 13

BARI - Grafite apre le porte ai più piccoli. Sbarca a Bari il Grafite Kids, la prima scuola di disegno e fumetto rivolta agli under13 che potranno apprendere metodi, stili e tecniche del racconto per immagini, lavorando fianco a fianco con i grandi maestri dei Comics e dei Manga; a loro disposizione ci saranno cartoonist, fumettisti e illustratori professionisti. Dallo studio artistico della figura alla storia dei supereroi, dal disegno degli animali alla composizione di storie complete, quello pensato da Grafite è un percorso divertente e oculato alla scoperta di un mezzo di comunicazione-chiave dell'epoca contemporanea, crocevia di culture, linguaggi, tradizioni all'insegna della continuità tra antiche arti e nuovi media.

La scuola, forte dell'esperienza maturata nei suoi 5 anni di attività e dell'altissima professionalità del corpo docente, ha deciso così di creare corsi di fumetto su misura per i ragazzi delle scuole elementari e medie. Personaggi americani o orientali, eroi, robot giganti e creature fantastiche faranno da spunto per innescare la carica creativa degli artisti in erba.

Grafite Kids è un progetto pilota che partirà nel mese di luglio 2017 a Bari, ma l’obiettivo è quello di ampliare l’offerta per i più piccoli già a partire dall’Autunno, anche nelle altre due sedi della scuola a Taranto e Lecce.

Coccaro Jazz Festival, al via la 16ma edizione

LECCE - Giunge alla 16 edizione il Coccaro Jazz Festival che quest’anno propone un percorso itinerante attraverso le location più suggestive nel cuore della Puglia, dove il lusso sposa l’eleganza e si confonde con la bellezza offerta dalla natura: Coccaro Beach Club a Monopoli (Contrada Capitolo), Masseria Torre Coccaro e Masseria Torre Maizza  a Savelletri (Fasano).

La manifestazione, diventata negli anni un’etichetta di comprovata qualità artistica, vedrà anche in questa edizione nomi celebri del panorama musicale nazionale e internazionale, in’un atmosfera intima e raffinata a stretto contatto con il pubblico.

Ingresso con Prenotazione
Formula Cena con Concerto ore 21.00 – Formula solo Concerto ore 22.30
Info: 080/4123467 – 333/9635304

Foggia, con 'Borgo en rose' l’Incoronata mette l’abito da sera

FOGGIA - Nel “film” personale della vita di ogni foggiano, Borgo Incoronata è un luogo presente da sempre. Tra i ricordi in bianco e nero e quelli più recenti, coi colori vivi del presente, l’Incoronata è tante cose insieme, tutte belle perché appartengono all’identità stessa e alla ‘fanciullezza’ di Foggia: la Madonna nera e la sua maestosa dimora, le bancarelle del Santuario, l’aria fresca delle giornate di gita abbracciate dal bosco, e poi quei sapori meravigliosi, la dolcezza dell’uva, la fragranza del pane, la bontà dell’olio e di 100 altre leccornìe di un’agricoltura fiorente, ricca di colori e profumi.

Quanto ci vuole per arrivare da Foggia a Borgo Incoronata? Niente, il tempo di un lampo nella memoria, 10 minuti scarsi per ritrovarsi giusto al centro di quel “film” dei ricordi e aggiungervi nuove scene. La borgata, durante tutta la sera e la notte di sabato 24 giugno, si colorerà letteralmente di luce nuova con Borgo en Rose, un percorso enogastronomico tra musica, gusto e cultura alla scoperta delle aziende e dei prodotti più rappresentativi della grande vocazione e tradizione contadina espressa dalla borgata, con eccellenze di prim’ordine.

Bisceglie, una città a suon di jazz

BISCEGLIE - Presentato stamattina nella splendida cornice del porto turistico di Bisceglie, Bisceglie Approdi, il Bisceglie Jazz Festival, festival internazionale di jazz. La Fondazione S.E.C.A., rappresentata in conferenza stampa da Natale Pagano, ha scelto per la rassegna estiva Fuori Museo di valicare le mura della città di Trani e guardare alla vicina Bisceglie.

“Ho voluto sostenere fortemente questo primo festival internazionale di jazz a Bisceglie per completare in modo eccellente la qualità dell’offerta culturale che la città che amministro da 11 anni propone. Ringrazio la Fondazione S.E.C.A. per aver individuato pregevoli location per lo svolgimento dell’evento, - così il primo cittadino, il sindaco di Bisceglie Francesco Spina - con l’auspicio che questo diventi un appuntamento annuale costante e caratterizzi Bisceglie come punto di riferimento internazionale per la musica jazz e per i suoi estimatori. Bisceglie annualmente organizza ben due cartelloni teatrali diversi presso il Teatro Garibaldi e il Don Luigi Sturzo, a cui si aggiungerà a breve quello del Bastione San Martino. Verrà presto realizzato, infatti, nell’area portuale “un teatro urbano all’aperto” con 600 posti, che assieme all’Anfiteatro Mediterraneo permetteranno lo svolgimento delle iniziative culturali e teatrali anche durante il periodo estivo con il suggestivo skyline del mare. Numerose inoltre le rassegne culturali tra Palazzo Tupputi, Chiesa di Santa Margherita, Castello normanno svevo, Museo diocesano e Casale di Pacciano: musica, danza, teatro, editoria, arte, astronomia e ora anche JAZZ. Bisceglie si conferma così un vero e proprio polo attrattivo culturale ed artistico ed un grande centro turistico a livello regionale e nazionale - seguita Spina. Contiamo infatti in questo modo di superare largamente il record di oltre 74.000 presenze registrato nel 2016 con un turismo di qualità. Lo sviluppo di Bisceglie in questi anni è dovuto essenzialmente agli ingenti investimenti effettuati per i beni e le iniziative culturali, costituendo la cultura per la nostra comunità un vero e proprio volano di crescita, progresso sociale, civile ed economico.”

5 straordinarie location, scelte dalla produzione, tra il centro storico e la litoranea, tutte con lo skyline del mare, trasformeranno Bisceglie il 5-6 e 7 agosto in una città a suon di jazz.

“La Fondazione S.E.C.A. rilancia la seconda edizione della rassegna Fuori Museo 2017 con un festival di alto profilo e approda anche a Bisceglie. È Natale Pagano che rappresenta la Fondazione a commentare. È proprio questa la grande novità dell'estate che incalza e che vede le proposte degli organizzatori estendersi al di fuori delle mura di Trani, sede storica della Fondazione e del Polo museale. Bontà e qualità del progetto hanno convinto l'amministrazione comunale di Bisceglie ad ospitare il “Bisceglie jazz festival”. Si preannuncia entusiasmante infatti il clima che i protagonisti del festival del jazz incontreranno in una Bisceglie che attende con ansia gli eventi che la Fondazione le ha riservato”.

Un cartellone fitto di appuntamenti quello illustrato dal curatore artistico del BJF, il musicista compositore Mimmo Campanale. Non solo concerti ma anche tante sorprese tra mostre, happening, jam session e “feste swing”, senza dimenticare un tributo al musicista tranese Davide Santorsola, recentemente scomparso, di Nico Morelli in piano solo e ospiti di assoluto rilievo della scena internazionale, tra i quali spicca il nome di Stanley Jordan, virtuoso ed eclettico chitarrista.

Preludio del festival sabato 5 agosto una chicca assoluta: il piano solo di un ispirato Mirko Signorile In Open your sky, che ci invita ad aprire il nostro cielo e guardare oltre, forse oltre il mare, dall’Isolotto “La Cassa”, storico attracco di imbarcazioni con tanto di bitte, immerso in pieno porto. Luoghi suggestivi e carichi di storia, in cui veri fuoriclasse del jazz si esibiranno a beneficio di un pubblico di appassionati ed estimatori. Lo stesso giorno a pochi passi dal porto, dopo l’apertura di Signorile, la caratteristica piazzetta Largo Porta di Mare ospiterà il Carolina Bubbico trio, e poi ancora in un vero percorso sulle note del jazz sù sino al Torrione Sant’Angelo, per l’asso della tromba, Fabrizio Bosso & Spiritual trio feat. Walter Ricci, un bravissimo cantante. I primi due concerti saranno gratuiti.

Domenica 6 agosto ci si sposta sulla Panoramica U. Paternostro, una delle più belle litoranee del nord barese, per godere del Mario Rosini trio a partire dalle 20,30 in una location adiacente al Teatro Mediterraneo, da poco risorta a nuova vita, Puerto Azul. Dopo le 22,00 nello splendido teatro abbracciato dal mare sul palco il batterista Israel Varela con il suo gruppo nel progetto “Frida en silencio”.

Lunedì 7 agosto serata conclusiva e scoppiettante in una alternanza di palchi tra Puerto Azul e Teatro Mediterraneo con Guido di Leone Pocket Orchestra & Francesca Leone, a partire dalle 20,30, sino alla star più attesa al Teatro Mediterraneo: il camaleontico Jordan. I concerti nei palchi B di Puerto Azul di domenica e lunedì sono gratuiti, con diritto di seduta per chi esibisce il titolo degli abbonamenti.

In conferenza stampa anche il presidente della società consortile Bisceglie Approdi, Antonello Soldani, e l’assessore Rachele Barra che hanno confermato come il centro storico, il porto e la città tutta siano stati rivalutati moltissimo dall’amministrazione negli ultimi anni e che Bisceglie sia pronta e matura culturalmente anche per un festival jazz di questa portata.

Le serate del festival saranno introdotte dal giornalista Alceste Ayroldi con la sua competenza e professionalità in materia di jazz. Due i direttori di produzione impegnati nel BJF Francesco Fisfola e Niky Battaglia, Antonio Moschetta curerà la direzione tecnica. Comunicazione a cura di Sinestesie mediterranee.

Biglietti disponibili su www.bookingshow.it