Visualizzazione post con etichetta Territorio. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Territorio. Mostra tutti i post

domenica, febbraio 19, 2017

Come ‘inventarsi’ un lavoro

di VITTORIO POLITO - In un periodo in cui c’è difficoltà di trovare occupazione, si cerca di inventare il proprio lavoro, e bene ha fatto Davide Antonio Giustino, giovane laureato, formatore ed esperto in processi educativi e relazionali, a programmare alcuni progetti: “Educare al risparmio… i burattini e il danaro”; “La dieta mediterranea e il suo costo in danaro nel tempo”. “Storie, tradizioni e stili di vita corretti”.

Nell’articolazione dei progetti, che vede destinatari i bambini delle Scuole materne ed elementari, si inseriscono molti spaccati in cui appaiono i burattini creati dallo stesso Giustino.

Inoltre, i progetti, presentati anche in lingua inglese, hanno come obiettivo di dare valore al denaro ed al peso dello stesso nel tempo, all’importanza e alla funzione delle banche, e di quelle cooperative in particolare. I progetti sono finalizzati ad approfondire la conoscenza ed il costo degli alimenti, l’importanza ed il valore del denaro, la composizione ed il costo di un pasto completo.

La Banca di Credito Cooperativo di Cassano delle Murge e Tolve ha valutato positivamente i progetti di Giustino e li ha patrocinati, motivo per cui saranno presentati nei seguenti istituti: Scuole dell’Infanzia Paritaria “Associazione Insieme” e “Casa del Fanciullo”; Centro Ludico Prima Infanzia “I Colori del Sorriso”.

Bisogna dare atto al giovane Giustino, che pur cercando di lavorare, ha ideato progetti validi per la crescita e la formazione delle giovani generazioni. Non si può che complimentarsi ed augurargli tutto il successo che merita l’iniziativa.
Condividi:

venerdì, febbraio 17, 2017

Bari, centro comunale a Piazza Balenzano per i 'bisognosi'


di NICOLA ZUCCARO - Il 2017 quale anno che l'Amministrazione Comunale di Bari riserverà al drammatico problema della povertà, come precedentemente accennato da Antonio Decaro in chiusura del 2016, si apre con la destinazione da parte di alcuni imprenditori baresi dei locali ubicati a ridosso di Piazza Balenzano.

Gli stessi saranno destinati a quelle associazioni impegnate nell'assistere i senza fissa dimora alla quotidiana ricerca di un caldo ristoro e di un confortevole riposo. Il luogo visionato nella mattinata odierna dal sindaco di Bari Decaro, dagli assessori Brandi (Patrimonio), Galasso (Lavori Pubblici) e Bottalico (Servizi sociali-accoglienza), inizialmente fungerà da luogo di distribuzione dei beni di prima necessità ma potrebbe diventare, in futuro, anche quel luogo di incontro della rete delle associazioni impegnate per gli ultimi della città, a tutt'oggi operativa, attraverso un tavolo operativo e convocato ogni giovedì presso l'Assessorato al Welfare del Comune di Bari e istituito dallo stesso per monitorare i bisogni delle persone fragili.
Condividi:

Bari, presentato 'Puglia à la Carte' di Mario Bolivar

di FRANCESCO LOIACONO - Ieri sera, a Bari, nella magica cornice della profumeria “Crabtree & Evelyn”, in via Principe Amedeo, è stato presentato il libro “Puglia à la Carte” di Mario Pennelli, in arte Bolivar. Il volume si divide in tre parti. La prima “Leggenda à la Carte”, la seconda “Vini e birre à la Carte”, la terza “Menù à la Carte”.

Nella prima parte lo scrittore, stimolato con domande pungenti ed ironiche dalla moderatrice, l’attrice Lorena Pasotti, ha dichiarato che ha voluto parlare nel suo libro di alcune leggende metropolitane che gli sono state tramandate dalle vecchiette dei paesi che ha visitato in Puglia. Per esempio, a Gravina, vi è la tradizione baccanale in una delle grotte, le famose gravine che danno il nome al paese. Poi ha raccontato della “signora che fa le notissime orecchiette a Bari Vecchia”. In particolare, Pennelli si è soffermato sulla via Traiana che porta a Brindisi, dove le mogli dei contadini gli hanno fatto assaggiare fave e gustosi prodotti locali.

Nella seconda parte, invece, l’autore si è espresso sul vino e la birra che - a suo dire - sono un'occasione unica per stare assieme ai propri cari e agli amici. Bolivar ha parlato quindi del noto Birrificio Svevo che ha sede nei pressi di Modugno in provincia di Bari. Nel volume c’è infatti un vero e proprio catalogo di birre pugliesi che si estende da Lesina, nel foggiano, sino a Santa Maria di Leuca, in provincia di Lecce. La terza e ultima parte comprende infine i piatti tipici della tradizione pugliese con tante ricette, tra cui gli spaghetti col brodo di pesce e la zuppa di mare col notissimo ciambotto.

Quindi è stata la volta di Simone Bracci, che ha letto con grande enfasi alcune pagine di questo libro esprimendosi amabilmente anche in dialetto barese. Il testo è stato pubblicato dall’editore FaLvision. L’autore Pennelli, studioso di enologia e sommelier, organizza anche spettacoli di successo in giro per la Puglia. Questo evento è stato realizzato su iniziativa della gentilissima titolare della profumeria Elisabetta Minenna.

Numeroso il pubblico presente, tra cui uno studente dell’Istituto alberghiero “Perotti”, che presto andrà a lavorare in un importante ristorante di Londra.
Condividi:

martedì, febbraio 14, 2017

'Ikea loves Bari': largo Albicocca diventa la piazza dell'amore

BARI - Questo pomeriggio, in largo Albicocca trasformato grazie agli interventi di riqualificazione curati da Ikea Bari, il sindaco Antonio Decaro ha voluto suggellare le promesse di matrimonio di tre coppie baresi che hanno scelto di condividere un momento importante della loro vita con l’intera città, decretando nei fatti questo spazio nel cuore della città vecchia come la piazza ufficiale dell’amore a Bari.

“A voi - ha detto Decaro rivolgendosi alle coppie presenti - vorrei dire grazie per aver scelto di condividere questo momento speciale con noi e con la città intera. Vi ringrazio per questo gesto d’amore che avete fatto nei confronti di Bari. A voi dico, da uomo, non da sindaco, abbiate coraggio nel vostro amore, non tentennate, non dubitate, anche quando ci saranno momenti difficili.

Una canzone che io amo molto, di Francesco De Gregori, ci ricorda quanto sia importante l’impegno quotidiano, la capacità di affrontare gli ostacoli e trovarsi e ritrovarsi sempre l’uno di fianco all’altro per poter proseguire insieme: Pioggia e sole, cambiano la faccia alle persone, Fanno il diavolo a quattro nel cuore e passano e tornano e non la smettono mai. Sempre e per sempre - dice la canzone - tu ricordati, dovunque sei, se mi cercherai, Sempre e per sempre, dalla stessa parte mi troverai. Il vero amore può nascondersi, confondersi ma non può perdersi mai. Sempre e per sempre dalla stessa parte mi troverai. Buona vita, sappiate rispettarvi, sostenervi e amarvi. Sempre.

E poi - ha proseguito Decaro - vorrei dirvi quello che mio padre ha detto a me quando ho scelto di sposarmi, che è tanto semplice quanto vero: l’amore è un po’ come il mare, a volte è calmo e a volte è tempestoso. Bisogna imparare a navigare, chi ha fatto questo passo prima di voi può sicuramente confermarvi che spesso l’amore è come il mare in tempesta. Per questo ‘augurio che sento di farvi, sicuro che lo condivideranno i vostri amici, i vostri parenti che sono qui e tutti i baresi che abitano in questa bellissima piazza di Bari vecchia, è di continuare a navigare guardando la bussola che indica la direzione giusta, che è data il vostro cuore. Vi faccio gli auguri più sentiti da parte mia, della città di Bari e di tutte le persone che hanno voluto condividere questo momento con voi”.

Largo Albicocca in questi giorni è stato riqualificato con arredi urbani sia negli spazi pubblici sia in quelli privati. Al centro della piazza è stata realizzata un’istallazione per un profumatissimo orto urbano: due ulivi secolari al centro della piazza, circondati da piante di agrumi e da oltre 6 metri di corbezzolo, elemento tipico della macchia mediterranea. Nelle aiuole laterali i sapori mediterranei delle spezie e delle verdure. Gli arredi alterneranno elementi in stile scandinavo a simboli della tradizione locale, come i galletti in ceramica di artigianato barese, mentre i balconi saranno allestiti con tende a fantasia e vasi ornamentali. Le luci, oltre 240 metri di luci a led, contribuiranno a scaldare l’atmosfera e gli edifici che si affacciano sulla piazza.
Condividi:

domenica, febbraio 12, 2017

Grottaglie, riapre le porte la piscina comunale

di PIERO CHIMENTI - Si è svolta in un clima di festa l'inaugurazione della Piscina comunale, chiusa per troppi anni e messa nuovamente a disposizione dei cittadini grottagliesi dopo i lavori d ammodernamento. Le attività sportive saranno organizzate a cura dell'Associazione Sportiva Mediterranea Nuoto.

Al taglio del nastro, preceduto dalla benedizione di Don Ciro Monteforte, presenti il Sindaco Ciro D'Alò, insieme al responsabile tecnico dell'impianto nuotatorio, l'ingegnere Piero Notaro, accompagnati dalla piccola Giorgia, divenuta 'mascotte' dell'evento.

Si è voluto dare all'impianto un tocco di modernità, colorandolo di giallo, bianco, rosso e blu, tipici dell'arte di Mondrian. Nonostante la struttura sportiva sia vecchia di 40 anni, non si è voluto rinunciare all'eco sostenibilità, come l'utilizzo del fotovoltaico, solare termico oltre ad impianti d'infiltrazione.

L'applicazione dell'energia alternativa darà alla piscina coperta un'autonomia di circa il 50%, mentre per quella scoperta la copertura energetica sarà completa. Giunti a bordo vasca, con gli spalti gremiti di gente, il sindaco attuale, insieme al suo predecessore Ciro Alabrese, nel saluto ai cittadini hanno voluto spegnere le critiche con un discorso di unità d'intenti per festeggiare il risultato ottenuto, al di là di ogni compagine politica.
Condividi:

giovedì, febbraio 09, 2017

A Taranto si celebra la startup Europe Week

TARANTO - Taranto ospita alla sua seconda edizione lo Startup Europe Week,  uno degli eventi più attesi dell’anno e promosso da Startup Europe e dalla Commissione Europea per celebrare l’imprenditorialità nel Vecchio Continente, valorizzando le diversità territoriali e le policy locali.

Anche per il 2017 il co-organizzatore individuato per portare la SEW nel capoluogo jonico è l’associazione Puglia Startup, booster di imprese innovative,  che per l’occasione ha messo insieme un partenariato d’eccezione. L’iniziativa è realizzata con il contributo della  Banca di Credito Cooperativo di San Marzano di San Giuseppe  e Finsea, holding del Gruppo Serveco, con il patrocinio della Camera di commercio di Taranto, e di Muumlab, la prima piattaforma di equity crowdfunding basata al Sud.  All’evento collaborano Infocamere, la Società consortile di informatica del sistema camerale. Media partner dell’iniziativa è la piattaforma lucana  Lavoradio, il cui founder e giornalista Vito Verrastro,  modererà la giornata. Tante  le novità in programma in questa edizione a partire dal pomeriggio con il primo “ Puglia Startup Pitch Competition 2017”, il business game aperto alle scuole e le Università pugliesi.

 "La settimana europea delle startup è un momento di confronto importante per stimolare la crescita economica e creare occupazione attraverso i giovani e le nuove idee”. Queste le parole del Direttore Generale della Bcc San Marzano Emanuele Di Palma che continua -  Siamo lieti di sostenere per il secondo anno consecutivo questa iniziativa che mette in relazione startupper ed esperti del mondo istituzionale, produttivo e finanziario con l’obiettivo di creare opportunità per le nuove imprese. Come banca del territorio cerchiamo quotidianamente di promuovere l' innovazione di impresa, favorire  l’ accesso al credito dei giovani e più in generale sensibilizzare la comunità su queste tematiche, al fine di creare un polo di attrazione di energie positive e occasioni di sviluppo".

La mattina è previsto un workshop sui temi dell’innovazione d’impresa e dell’Open Innovation, mentre nel pomeriggio, sarà dato grande spazio agli studenti di scuole superiori, presenti anche nell’ambito di percorsi di Alternanza Scuola – Lavoro, ed Università con l’iniziativa denominata:  Puglia Startup Pitch Competition . È stata lanciata una call online per  presentare idee d’impresa di fronte ad una giuria di esperti ed investitori. Una giuria valuterà e premierà i tre progetti migliori. Sono in tutto 28 i progetti inviati tramite form per la partecipazione al primo Puglia Startup Pitch Competition 2017. Un numero stimolante, che dimostra come la comunità degli studenti pugliesi è sempre più attenta ai temi dell’innovazione d’impresa.

Le 28 proposte arrivano da tutta la Puglia e coprono 3 delle 5 provincie pugliesi : Taranto, Bari e Brindisi. Nello specifico gli istituti che hanno aderito alla call sono provenienti da Bari, Trani, Conversano, Taranto, Francavilla Fontana, Fasano, Massafra, Noci e Melfi ( in compartecipazione con due Istituti pugliesi). Si registrano anche due progetti presentati da studenti di due distinte Università della Regione. Dei 28 progetti, soltanto 15 di essi potranno partecipare alla competition e presentare pubblicamente il loro pitch di fronte al pubblico e valutati dalla giuria tecnica composta da : Emanuele Di Palma ( Direttore Generale Bcc San Marzano San Giuseppe ) Piero Vito Chirulli  ( Presidente CdA Finindustria e Gruppo Finsea ) Aldo Chetry ( Direttore Sede d’Esame di Taranto dell’Università Telematica Pegaso ) Claudia Sanesi ( Segretario f.f. Camera Commercio di Taranto ) Fabrizio Quarto ( Avvocato e Sindaco della città di Massafra ) Maurizio Maraglino Misciagna  ( Commercialista e Presidente Puglia Startup ) Stefano Marastoni ( Economista e Responsabile dell’Area Politiche per il Trasferimento Tecnologico Arti Puglia) Giuseppe Fischetti ( Commercialista e Sindaco della Città di Fragagnano )

L’appuntamento è per il 10 Febbraio a partire dalle ore 09.45 presso l’agorà della Camera di Commercio di Taranto, in Vale Virgilio , 152

Info: info@pugliastartup.it
Condividi:

Bari, siglato il protocollo d’intesa tra Comune e Regione per l’attuazione dei DUC

BARI - Oggi le assessore comunale e regionale allo Sviluppo economico, Carla Palone e Loredana Capone, insieme ai rappresentanti delle associazioni di categoria Confcommercio e Confesercenti hanno siglato il protocollo di intesa tra il Comune di Bari e la Regione Puglia che disciplina il rapporto tra i due enti per l’attuazione di un progetto di valorizzazione commerciale in attuazione del R.R. 15 luglio 2011, n. 15 “I Distretti Urbani del Commercio”.

Finalità comuni ai due enti sono quelle di attuare un programma di sviluppo per la valorizzazione del commercio attraverso il marketing territoriale, la promozione del territorio con le sue eccellenze turistiche ed enogastronomiche e la realizzazione di progetti strategici che favoriscano la ripresa degli investimenti e dei consumi, qualifichino le aree urbane ed evitino l’impoverimento della rete commerciale di prossimità. Nel dettaglio questi gli obiettivi dell’accordo siglato: migliorare i luoghi di interesse commerciale, enogastronomico, della produzione artistica e creativa anche attraverso lo sviluppo dei servizi di accoglienza turistica; valorizzare i centri urbani e le periferie anche attraverso la realizzazione di spazi, oggetti e prodotti creativi capaci di attrarre i turisti; contrastare la desertificazione dei centri storici quali zone delle città a tradizionale vocazione commerciale; valorizzare le associazioni di imprese già costituite, i distretti urbani del commercio, le associazioni di via quali centri commerciali naturali ivi compresi i mercati su aree pubbliche; favorire l’innovazione tecnologica anche attraverso l’e-commerce e attraverso sistemi di sicurezza innovativi; sostenere i progetti che contribuiscono alla tutela dell’ambiente e delle risorse naturali; promuovere azioni di riqualificazione professionale degli addetti, operatori e dipendenti.

Per realizzare le attività previste dal protocollo la Regione si impegna a finanziare tramite procedura di bando la fase di progettazione dei DUC, mentre spetta al Comune gestire con procedure trasparenti e in linea con la normativa sugli appalti le risorse complessive (comprese quelle messe a disposizione da altri eventuali partner pubblici o privati) e a curare la relativa attività amministrativa.
Quanto alle associazioni di categoria, dovranno coinvolgere tutti i loro associati per le finalità del distretto, organizzando eventi di condivisione e diffusione degli obiettivi e realizzando attività di formazione e informazione in favore delle imprese nell’ambito degli interventi programmati.
Per la gestione e l’attuazione delle forme di intervento previste il Comune potrà avvalersi dell’assistenza dei CAT - Centri di assistenza tecnica autorizzati dalla Regione Puglia, al fine di aumentare il livello di servizi territoriali di informazione e ricevere un apporto tecnico e operativo specialistico.

“L’accordo siglato oggi con la Regione - commenta Carla Palone - riconosce il percorso varato dall’amministrazione comunale per la realizzazione dei DUC, delle opere e delle iniziative in essi previsti. Grazie al progetto di mappatura e di comunicazione avviato negli scorsi mesi abbiamo a disposizione un impianto conoscitivo e operativo che sarà fondamentale nella fase attuativa dei DUC. Dopo l’esperienza pilota condotta nella ex Manifattura dei Tabacchi, siamo pronti a lavorare sul quartiere Libertà, con un focus su via Manzoni, come pure su Carrassi, dove esiste un tessuto commerciale che soffre da tempo gli effetti di una crisi generalizzata ma che ha idee e bisogni chiari, che intendiamo mettere a valore proprio attraverso i DUC. Libertà, Carrassi e Murat sono i primi tre quartieri sui quali proporremo l’attuazione dei DUC per dare un sostegno concreto alle attività esistenti, con l’obiettivo di incentivare i commercianti, anche attraverso i fondi disponibili, a lavorare insieme per un progetto che guardi allo sviluppo di una intera zona commerciale. Le azioni per il rilancio del commercio e del tessuto economico e urbano dei quartieri di riferimento andranno dalla riqualificazione degli spazi pubblici alla programmazione di eventi per animare le strade, a interventi tesi a conciliare l’apertura dei negozi con i tempi della città e le esigenze dei turisti, al fine di valorizzare il commercio e le piccole produzioni artigiane della nostra città”.
Condividi:

domenica, febbraio 05, 2017

"Contro il cancro, la prevenzione è per sempre", camminata non competitiva a Foggia

FOGGIA - Oltre 250 partecipanti hanno preso parte, stamane, alla prima camminata non competitiva dal titolo “Contro il Cancro, la prevenzione è per sempre”. Un folto gruppo variegato, composto da donne, uomini, famiglie, tutti mossi da un unico tema e da un unico slogan: combattere il cancro si può e si deve…la prevenzione è per sempre.

L’Associazione Runners Parco San Felice, in occasione della Giornata mondiale contro il cancro, ha voluto organizzare questo evento così sentito e il riscontro è stato importante sia da parte delle associazioni che hanno voluto aderire allo stesso, sia da parte della cittadinanza tutta.

I dati sono davvero allarmanti, con percentuali tumorali in crescita ovunque. Pertanto, occorre intensificare l’attività di informazione e prevenzione. Camminare è la prima forma di prevenzione, gratuita e per tutti. Studi scientifici affermano, sempre più consapevolmente, che l'attività motoria è uno dei pilastri della prevenzione del cancro, unitamente alla corretta alimentazione e nutrizione. Questi tre elementi devono interagire tra loro così da garantire una “buona prevenzione”.

Basta poco per fare davvero tanto, per il nostro corpo e la nostra mente. La prima camminata contro il cancro ha davvero smosso tutti, malati e non, grandi e piccini. Da Piazza Pavoncelli, gli oltre 250 partecipanti hanno percorso le vie del centro urbano, attraversando l’isola pedonale, fino al Parco San Felice, sede dell’associazione promotrice. Ha aderito con grande partecipazione  anche Francesco Morese, Assessore all’ambiente e al verde urbano del Comune di Foggia.

Una volta giunti al Parco Città, non poteva mancare la solita foto di gruppo, lo “yoga pancia” e un ristoro sano e genuino a base di pane integrale e olio. Una camminata come tante ma sentita come poche.

Condividi:

sabato, febbraio 04, 2017

Bari, controllo centralizzato semaforico: al via i lavori su 115 incroci

BARI - Il settore Traffico rende noto che nell'ambito del progetto ITS – Information Transportation System, finanziato dal Ministero dei Trasporti sono stati già sostituiti 25 impianti semaforici nell’ambito della realizzazione del sistema di controllo centralizzato del traffico nei quartieri Murat, Libertà e Madonnella. Si tratta di un intervento fondamentale, previsto su 115 incroci di tutta la città, che permetterà di rendere i flussi veicolari più rapidi e agevoli grazie alla centralizzazione del sistema semaforico gestito da regolatori hardware di ultima generazione, che trasmetteranno i dati alla sala di controllo, da realizzare presso l’attuale comando della Polizia municipale. La disponibilità dei dati sulle condizioni di funzionamento di ogni singolo impianto offerta dal sistema, inoltre, consentirà di migliorare la manutenzione degli impianti ed effettuare gli interventi necessari in tempi molto più rapidi.

I primi lavori sono stati portati a termine in via Dante, corso Cavour, via De Giosa e piazza Luigi di Savoia con la contestuale sostituzione dei centralini e delle vecchie lanterne pedonali e veicolari con lampade a led, che garantiscono un notevole risparmio energetico, una maggiore durata e una migliore visibilità. In questi giorni si stanno completando le installazioni in via Quintino Sella e via De Rossi. Nel complesso il progetto prevede la sostituzione di oltre di 1100 lanterne.

Dal giovedì 9 febbraio, inoltre, nei punti più trafficati della città saranno avviate le operazioni di montaggio di 15 Traficam, videocamere in grado di rilevare in tempo reale informazioni sul traffico da trasmettere alla sala operativa in modo da modificare i piani semaforici a seconda delle effettive condizioni dei flussi veicolari. I lavori procedono contestualmente su viale Einaudi e viale Kennedy dove sarà ripristinata la cosiddetta “onda verde”: una volta completati gli scavi in alcuni punti della strada, gli automobilisti potranno transitare beneficiando così del sincronismo dei semafori presenti. Nei prossimi giorni verrà effettuato lo stesso intervento anche su via De Rossi, via Quintino Sella e via Dante. La conclusione dei lavori, il cui appalto ammonta complessivamente a 2 milioni 200 mila è prevista per il prossimo 10 maggio. L’intero sistema di controllo centralizzato dei semafori interessati dal progetto sarà operativo a partire da settembre.

“Questo è il primo step del piano sulla mobilità urbana che stiamo attuando sulla città di Bari – spiega il sindaco Decaro - la riorganizzazione dei flussi di traffico ci permetterà anche di progettare meglio le nuove corsie preferenziali e favorirà ulteriormente il percorso degli autobus urbani. Con questi interventi sincronizziamo e monitoriamo costantemente il funzionamento dei semafori in modo da non creare ingorghi e disagi in casi di incidente o blocchi stradali e avremo la possibilità di ridurre anche l'inquinamento atmosferico riducendo gli stop&go e le code con i veicoli accesi. Questa operazione, una volta completata ci permetterà di abbattere del 70% circa i costi in Bolletta che la PA sostiene per i semafori. Nel piano triennale della opere pubbliche approvato, abbiamo già previsto il secondo stralcio del progetto ITS che coprirà i semafori di tutta la città. Contemporaneamente stiamo lavorando su interventi di traffic calming, attraverso la realizzazione di bulb outs su via Melo, agli incroci con via Argiro, fino alla creazione di vere e proprie isole ambientali, zone a velocità moderata, nei quartieri Murat e Libertà. Il nostro obiettivo è realizzare una città dove la qualità della vita si possa misurare anche attraverso la possibilità di fare una passeggiata a piedi senza veicoli che procedano ad alta velocità tra le strade e dove il tempo di attesa davanti ad un semaforo sia ridotto e contingentato il più possibile”.  
Condividi:

Lecce, presepe dell'Anfiteatro: gli artigiani adottano i 17 pupi per riportarli al vecchio splendore

LECCE - Sono 11 gli artigiani leccesi della cartapesta che hanno risposto all’appello lanciato una ventina di giorni fa dall’assessore comunale Andrea Guido attraverso le sue pagine di social web e con cui l’amministratore chiedeva aiuto per la manutenzione dei personaggi che compongono il presepe cittadino dell’Anfiteatro.

I maestri recupereranno gratuitamente i 17 elementi in cartapesta realizzati 16 anni fa e che oggi, dopo tante edizioni, necessitano di accurati interventi di manutenzione, ripristino e restauro. Si tratta di interventi importanti, nella maggior parte dei casi volti alla ricostruzione non solo del vestiario dei personaggi, ma di interi arti o degli stessi volti, i quali hanno subito danni ingenti per via dell’esposizione alla pioggia, alla neve, al freddo e alle intemperie in genere.

In base ad un accordo sottoscritto con l’Assessorato di Guido, gli artigiani che hanno aderito all’iniziativa hanno tempo fino al prossimo novembre per effettuare tutti gli interventi necessari a riportare le statue allo status originario. In tempo utile, quindi, per l’allestimento del Natale 2017.

“Dopo 16 anni di utilizzo i 17 pupi che del presepe dell’Anfiteatro Romano erano ridotti davvero male - commenta l’assessore Guido - chi meglio dei nostri maestri della cartapesta avrebbero potuto restituire il vecchio splendore a queste bellissime opere d’artigianato leccese? Sono soddisfatto per l’entusiasmo e il calore con cui i nostri artigiani hanno risposto al mio appello. Grazie davvero a Dante Vincenti di Dan’Art Cartapesta, Gianpaolo Buscicchio della Bottega del Restauro, Carmelo Schipa, i giovani Gabriele D’Aurelio, Gaetano De Pascali e Marina Micelli, allievi del Prof. Mario Didonfrancesco, Maria Ratta, Stefania Guarascio del laboratorio Terra, Carta, Fuoco, Rosaria Pallara del Laboratorio Cartapesta, Carmen Rampino e Gigi Baldari del Museo Misteri e Memoria. La comunità non esitato a darmi tutto il sostegno necessario. È stato un passaparola generale. Maestri, allievi, imprenditori dell’artigianato e amici in genere mi hanno sommerso di offerte. A chi più voleva portare il suo contributo all’iniziativa. A chi più mi indicava amici disponibili e laboratori volenterosi di poter dare una mano. Fiero di essere leccese anche per questo”.

Condividi:

giovedì, febbraio 02, 2017

Lions, a Bari premiazione concorso 'Un Poster per la Pace'

BARI - Da 30 anni i Lions club di tutto il mondo sono orgogliosi di sponsorizzare il Concorso 'Un Poster per la Pace' presso le scuole e i gruppi giovanili locali. Questo concorso artistico riservato ragazzi in età compresa tra gli 11 ed i 13 anni, incoraggia i giovani di tutto il mondo a esprimere la propria visione della pace attraverso, un disegno elaborato con qualsiasi tecnica su sui temi della pace.

La cerimonia di premiazione del Distretto Puglia sarà tenuta Domenica 5 Febbraio alle ore 10, presso il Nicolaus Hotel di Bari alla presenza dei massimi officer e soci Lions dei circa 32 Club che hanno partecipato e dei Presidi, professori, genitori ed alunni rappresentanti delle 74 scuole secondarie che hanno aderito.

Il concorso parte, in tutto il mondo, da ciascuno dei 46.000 Lions Club che con oltre 1,4 milioni di soci compongono l’associazione “Lions Club International“ e vengono premiati i vincitori a livello territoriale, Regionale, Nazionale per poi definire i vincitori a livello Internazionale. Nell’anno sociale 2003-2004 fu una bimba italiana a vincere il concorso ed a ricevere presso il Palazzo dell’ONU,ove viene svolta ogni anno la premiazione l’ambito riconoscimento internazionale con il premio di una borsa di studio.

Nel Distretto Lions 108AB-Puglia Domenica 5 Febbraio durante la grande manifestazione dedicata alla pace ed ai giovani, verranno premiati i ragazzi che hanno partecipato ed i poster che hanno vinto. Più di 3.900 in tutto il Distretto Puglia sono i ragazzi che hanno partecipato alla fase regionale del 'Poster per la pace': un service fiore all'occhiello dei Lionismo Internazionale.
Condividi:

domenica, gennaio 29, 2017

Lecce, strategie di sviluppo: accordo tra Comune e Cgil

LECCE - Lunedì 30 gennaio, alle ore 11.30, nella sala giunta di Palazzo Carafa, verrà firmato un Protocollo d’intesa tra il Comune di Lecce e la Cgil provinciale di Lecce per “costruire eventuali forme di collaborazione orientate alla identificazione delle strategie di sviluppo e alla definizione dei progetti strategici da candidare per attingere alle varie forme di finanziamento coerentemente alle finalità e gli obiettivi individuati dalla nuova programmazione regionale 2014-2020”

All’iniziativa saranno presenti il sindaco di Lecce, Paolo Perrone, l’assessore alle Politiche del Lavoro del Comune di Lecce, Damiano D’Autilia, il segretario generale della Cgil Puglia, Pino Gesmundo, la segretaria generale della Cgil di Lecce, Valentina Fragassi e Mario Barberio, responsabile del dipartimento Sviluppo della Cgil Puglia.

Condividi:

giovedì, gennaio 26, 2017

'Casa dei bimbi': Decaro invita la grande e piccola distribuzione a donare in favore di chi è in difficoltà

BARI - In vista dell’inaugurazione della Casa delle bambine dei bambini, la struttura comunale finanziata in qualità di sponsor esclusivo dalla Banca Popolare di Bari che ne ha riconosciuto la grande valenza sociale per la città e i suoi abitanti, il sindaco Antonio Decaro rivolge un appello a tutti i soggetti della grande e piccola distribuzione che vogliano contribuire all’attività di questo centro polifunzionale innovativo, pensato per i bambini e le loro famiglie.

“Stiamo per aprire alla città uno spazio unico nel suo genere - dichiara il sindaco - all’interno del quale saranno avviati servizi e attività pensati per le esigenze dei bambini che appartengono alle famiglie più fragili, in difficoltà economica ma non solo. Un centro aperto a collaborazioni con le realtà associative impegnate nel sociale e nel contrasto alle povertà. Per noi si tratta di un risultato importantissimo, reso possibile dal sostegno di Banca Popolare di Bari, che ringrazio a nome della città, e che ha già registrato la volontà da parte di una serie di altre realtà del territorio a dare il proprio contributo. Il nostro auspicio è che anche altri soggetti della filiera della distribuzione alimentare, dell’abbigliamento e dei prodotti per la prima infanzia vogliano legare il proprio nome alla nascita di un’esperienza che crediamo saprà rivelarsi incisiva a supporto delle famiglie più vulnerabili e che ci consentirà di rinsaldare, nei fatti, quel senso di comunità che è l’antidoto più forte al degrado sociale e all’emarginazione. Vogliamo che La casa delle bambine e dei bambini diventi un fiore all’occhiello di questa città, un servizio di cui andare fieri, nella consapevolezza che mettere al centro le famiglie, i genitori, i bambini e le bambine, con le loro difficoltà e i loro desideri, significa non solo rispondere a dei bisogni - materiali, psicologici, educativi - ma soprattutto aiutarli ad esprimere le loro potenzialità. Ho fiducia che saranno in tanti a rispondere a questo appello perché so che i baresi, gli imprenditori che vivono e lavorano nella nostra città e nelle aree limitrofe amano il nostro territorio come lo amiamo noi”.

La Casa delle bambine e dei bambini lavorerà in rete con le realtà territoriali che si occupano di sostegno alle responsabilità familiari e che faranno da presidi decentrati sul territorio della nuova struttura comunale.

Possono donare alla Casa delle bambine e dei bambini tutte le aziende che trattano:

Abbigliamento
Abbigliamento per bambini (3 mesi - 5 anni), asciugamani e accappatoi, asciugamani per neonati, bavaglini e bavette, ciabattine, copertine, costumi da bagno, scarpe per bimbi (3 mesi - 5 anni), teli mare.

Cibo e Bevande
Acqua, biscotti, camomilla, creme per prime pappe (riso, mais, tapioca, ...), farina e lieviti (per dolci e salati), latte in polvere, latte UHT, legumi e zuppe secchi, liofilizzati (carne, pesce e verdura), marmellate, merendine, miele, olio d’oliva, olio di semi, omogeneizzati, pane (lunga conservazione), passata di pomodoro, pasta e pastina, pomodori pelati, riso, sale, scatolame a lunga conservazione, snack salati (taralli, crakers, ...), succhi di frutta, the deteinato, zucchero.

Giochi e Cartoleria
Biciclette, tricicli, monopattini, giochi di affezione (bambole, peluches, ...), giochi da tavolo, giochi elettronici, costruzioni, palestrine e tappeti gioco, giochi cavalcabili, giochi di legno, puzzle, libri per genitori e bambini, quaderni e album da colorare, matite e pennarelli, colori (a dita, tempere, ...), zainetti.

Igiene per la Persona e la Casa
Aspiratore nasale per neonati, assorbenti igienici femminili, carta igienica, coppette assorbilatte, cotton fioc bambini, creme neonati e bambini, detergenti per il corpo e shampoo neonati e bimbi, forbicette, gel igienizzante mani, pannolini, salviette detergenti umidificate, soluzione fisiologica, spazzolini. Detersivi delicati neonati e bimbi, disinfettanti per la casa, fazzoletti di carta, posate, bicchieri e piatti di plastica, tovaglioli di carta.

Accessori per l’Infanzia
Biberon, scalda biberon, sterilizzatori biberon, portabiberon e vivande termico (thermos pappa), baby monitor, bilancia per neonati, borracce e tazze con beccuccio, ciucci, portaciucci, marsupi e fasce portabebè, riduttori wc, set prima pappa, tiralatte, vaschette per bagnetto, vasini, minipimer. Arredo Culle, fasciatoi, lettini, passeggini, seggioloni, sdraiette, seggiolini auto, cuscini lettino, cuscini a cuscini allattamento, materassi lettini, materasso letto singolo.

Chiunque voglia contribuire può chiamare il numero verde 800 005 444 o compilare il form su www.cbb.bari.it.

La “Casa delle bambine e dei bambini” è ubicata all’interno di un immobile messo a disposizione dal Comune di Bari presso il complesso “Baridomani”, sulla strada provinciale 110 Modugno-Carbonara.
Condividi:

Convegni: a Lecce 'Il nuovo modello di famiglia dopo la legge 76/2016'

LECCE - Il prossimo 27 Gennaio, alle ore 15.30, presso l'Hotel Tiziano di Lecce si terrà il convegno: Il nuovo modello di famiglia dopo la legge 76/2016 valido per la formazione degli avvocati come evento accreditato dall'Ordine forense di Lecce, e che affronterà l'analisi della legge 76/2016 che introdotto nel nostro ordinamento l'istituto delle unioni civili.

Vista la portata della novità legislativa, verranno analizzati tutti gli aspetti della nuova disciplina, a partire dalla struttura generale dell'istituto e dal nuovo modello di famiglia a cui il legislatore ha inteso dare vita con la legge, permettendo di contrarre una unione con valore giuridico anche a persone dello stesso sesso, e passare in rassegna le varie implicazioni del medesimo: dallo stato civile ai rapporti patrimoniali tra i partner dell'unione, ai diritti successori, le norme sulla genitorialità, agli aspetti penali.

Tutti questi temi verranno affrontati partendo dall'analisi del testo normativo fino a giungere alle situazioni problematiche e/o di dubbio che potrebbero sorgere nell'applicazione della disciplina, il confronto con la disciplina del matrimonio, sia sotto il profilo dei diritti e dei doveri che sotto quello dei partner come genitori, gli aspetti burocratici della disciplina che coinvolgono gli uffici di stato civile presso i quali le unioni devono essere registrate, e le modalità di trascrizione e di eventuale scioglimento delle stesse.

Interveranno gli Avvocati Antonio Palumbo del Foro di Lecce che tratterà l'impianto normativo della nuova disciplina, Anna De Miccolis Angelini del Foro di Bari che si occuperà di esporre il ruolo dell'avvocato nella redazione del contratto di convivenza, e Marina Nenna del Foro di Trani che esporrà gli aspetti penali della materia delle unioni civili.

Moderatore dell'incontro sarà l'Avv. Francesco Saverio Del Buono, organizzatore dell'evento.

Per info: tel 345 9799863 – email: apuliameetings@gmail.com

Condividi:

martedì, gennaio 24, 2017

Bari, "Sei disabile? Allora da qui non puoi passare!"

 BARI - "Sei disabile? Allora da qui non puoi passare! Pura provocazione? No, sacrosanta verità - così il coordinatore cittadino di Forza Italia Giovani Danilo Cancellaro in difesa dei cittadini disabili - "La disabilità non deve essere considerata un problema ne fatta pesare facendo sentire diverso chi la vive. Chi vive un qualsiasi tipo di disabilità deve assolutamente poter svolgere una vita normale. QUESTO dovrebbe accadere in qualsiasi luogo attento a certe esigenze e fruibile a tutti ma.... A BARI NO! Capoluogo di regione? Una delle Regine del Sud? Ma non scherziamo. Bari è, invece, purtroppo, lo specchio di un'amministrazione sciagurata e figlia di un Sindaco, Decaro, che non prova imbarazzo nel definirla città virtuosa".

"Bari è quella città dove purtroppo - continua Cancellaro - ci sono intere strade, anzi, interi quartieri, pieni zeppi di barriere architettoniche. Esempio palese è l'importante Corso Alcide De Gasperi che, come potete vedere dalle foto scattate appena ieri, è strada totalmente priva di scivoli per disabili. Penso ai conclama di Bari città metropolitana o ancora di Bari come polo turistico, ma forse,  il sindaco Decaro e l'amministrazione tutta dimenticano che l'abbattimento delle barriere architettoniche non è solo una bella parola ma è crocevia fondamentale per rendere una città civile e vivibile, per i cittadini e per quanti volessero visitarla. Allora - ha concluso duramente lo stesso coordinatore cittadino di Forza Italia Giovani Cancellaro - chiedo al nostro Sindaco: cosa deve fare un disabile in questo caso? Immettersi e percorrere le vie cittadine a ridosso della carreggiata con il serio e reale pericolo di essere per giunta investito? E ancora, qualche mese fa sono stati investiti soldi pubblici per il rifacimento di alcuni marciapiedi proprio in corso Alcide De Gasperi, ma come è possibile che nessuno ha previsto degli scivoli? È una vergogna!".

A rincarare la dose ci ha pensato poi il responsabile degli Enti Locali di Forza Italia Dino Tartarino che ha aggiunto: “L'assenza di scivoli su corso Alcide De Gasperi come in altre vie è una triste realtà ma colpisce, allo stesso modo, anche lo stato di alcuni marciapiedi con mattonelle completamente divelte, sollevate e/o mancanti a causa sicuramente delle radici degli alberi lì presenti, ma anche a causa di una mancata programmazione degli interventi di ripristino che negli anni ha favorito la creazione di queste situazioni pericolose tanto per i cittadini, soprattutto se bambini o anziani, quanto nei confronti di chi vuole visitare la nostra città. Se qualcuno si fa male, come è successo, chi paga? Urgono risposte, possibilmente con i fatti".

Condividi:

sabato, gennaio 21, 2017

Lecce, al via progetti di micro imprenditorialità giovanile

LECCE - Domenica 22 gennaio 2017, dalle ore 10 alle 12.30, sia la sede in p.tta De Sanctis (via Trinchese) che quella in piazza Palio dell’Istituto “Galilei – Costa” di Lecce apriranno le loro porte, i laboratori, i musei in un Open Day scolastico per far conoscere sia le strutture che il piano dell’offerta formativa.

Ma non basta. Presso la sede in piazzetta De Sanctis angolo Via Trinchese, avrà luogo l’evento “Startup Showcase” in cui gli studenti allestiranno nei corridoi della scuola tanti piccoli stand e si metteranno a disposizione di tutti coloro che si presenteranno, illustrando nomi, loghi, concept e svolgimenti di tutte le loro invenzioni imprenditoriali.

Le start up innovative in esposizione riguardano diversi ambiti: turismo, enogastronomia, musica, ecosostenibilità, abbigliamento, inclusione sociale, lavoro, commercio e, naturalmente, informatica e tecnologia.

Gli studenti under 19 anni presenteranno: “JobOn”, “Movimento 5 Selle”, “ElettroShow”, “MaBasta Antibullismo”, “X-Perience”, “Rapolution”, “X-Music”, “X-Food”, Giorgio_0sm.jpg“SBAM – Stop Bullying Adopt Music”, “X-Eventi”, “X-Corsi”, “MasterProf”, “Landwear”, “Smart Siti”, “N2Y4_Startupping”.

Ricordiamo che la particolare didattica della scuola pugliese le è valsa la nomination al Global Teacher Prize 2015 – Premio “Nobel” per l’Insegnamento e all’Italian Teacher Prize 2017. Inoltre l’alunno Giorgio Armillis il 13 dicembre scorso è stato insignito con il titolo “Alfiere della Repubblica” dal Presidente Mattarella per il grande valore sociale del suo impegno a scuola.
Condividi:

mercoledì, gennaio 18, 2017

Bari, Decaro incontra Invimit per avviare riqualificazione ex Manifattura

BARI - Questa mattina il sindaco Antonio Decaro ha incontrato a Roma l’architetto Elisabetta Spitz - responsabile di INVIMIT per verificare le procedure utili ad avviare le attività della progettazione e dei lavori per la riqualificazione complessiva della ex Manifattura dei Tabacchi, nel quartiere Libertà di Bari.

Lo scorso mese di luglio è stato presentato alla stampa e alla cittadinanza il progetto vincitore del concorso di idee “Mani Futura” promosso da Invimt, sulla base del quale oggi è possibile procedere con la progettazione dell’intero intervento e dei successivi lavori.

L’intenzione concordata oggi tra il sindaco e Invimit è quella che sia proprio quest’ultima a gestire e coordinare la fase di progettazione per l’intero immobile.

Nel frattempo a Bari si è svolta una riunione del coordinamento tecnico tra gli uffici comunali interessati, i referenti tecnici e gestionali di Invimit e i vincitori del concorso di idee per definire le attività progettuali dei lavori da avviare con il relativo cronoprogramma per le opere di riqualificazione.

Entro i prossimi 9 mesi si dovrà presentare il progetto esecutivo per bandire la gara dei lavori che dovrebbe portare ad aprire la fase di cantiere per i primi mesi del 2018. L’intervento complessivo è di circa 45 milioni di euro, 33 dei quali sulla parte del CNR, che riguarda circa 17.500 mq per le strutture scientifiche e 7.500 mq per i servizi a supporto del personale del CNR, tra cui foresteria, asilo aziendale e sale polifunzionali. Per la restante parte, di proprietà comunale, sono previsti circa 12 milioni di euro per la riqualificazione dell’intera zona lato via Nicolai, già candidata ad ospitare una serie di funzioni tra cui un mercato dove sarà possibile vendere e degustare prodotti tipici sulla base di esperienze simili ormai collaudate in altre città italiane ed europee.

Sempre per quanto riguarda le porzioni di immobile di proprietà comunale, entro il 31 gennaio sarà disponibile il progetto esecutivo di Porta Futuro 2, l’incubatore per start up finanziato dalla Regione Puglia con 4,5 milioni di euro, con la previsione di avviare il cantiere per marzo 2017.

“L’accordo con Invimit ci permetterà di avere un intervento coordinato, sin dalla fase di progettazione - spiega Antonio Decaro -. In questo modo avremo riferimenti e tempi certi per la realizzazione dell’opera di riqualificazione e il Comune avrà a disposizione un progetto unitario e omogeneo per un immobile così importante e imponente. L’incontro di questa mattina ci ha permesso di esplorare anche altre questioni che potrebbero vederci ancora collaborare con la società del Ministero delle Finanze: nelle prossime settimane Invimit si è impegnata ad avviare una serie di valutazioni per fare una proposta di acquisto del palazzo, oggi sede della Questura, di proprietà della Città metropolitana e contemporaneamente presenteremo a Bari il progetto “Valore Italia” su cui stanno coinvolgendo tutti i Comuni italiani per l’acquisto e la valorizzazione di immobili pubblici”.

Condividi:

martedì, gennaio 10, 2017

Emergenza neve, Sud Est: piano neve ancora attivo

BARI - E’ ancora in atto il Piano Neve e Gelo attivato da Ferrovie Sud Est per far fronte all’ondata di maltempo sulla Puglia. Grazie al Piano Neve e Gelo è stato finora possibile limitare i disagi per la circolazione ferroviaria anche in presenza di fenomeni nevosi intensi.

Stanti le previsioni meteorologiche della Protezione Civile, questi i servizi ferroviari e automobilistici programmati per la giornata di oggi.

TRENI
Garantiti i collegamenti in arrivo e in partenza da Bari e la quasi totalità dei treni da e per
Lecce. Nel dettaglio le cancellazioni riguarderanno le seguenti linee:
- Linea Martina Franca-Lecce: cancellati i treni AT 212 (p.10.28), AT 219 (p. 12.42),
AT 222 (p.14.31);
- Linea Lecce-Gallipoli: cancellato il treno AT 521 (p.15.42) da Lecce a Zollino;
- Linea Zollino-Gagliano: cancellato treno AT 616 (p.13.51) e AT 619 (p.16.07);
- Linea Gallipoli-Casarano: treni cancellati;
- Linea Maglie –Otranto: treni cancellati
I collegamenti ferroviari potranno subire rallentamenti per le avverse condizioni
atmosferiche con conseguente allungamento dei tempi di viaggio.

AUTOLINEE
Servizi attivi
Linea 100 (Bari–Valenzano-Adelfia)
Linea 110 (Bari-Gioia del Colle-Taranto): garantite corse dirette tra Bari e Taranto, via
autostrada. Unica fermata intermedia Massafra bivio.
Linea 120 (Bari–Triggiano–Capurso–Casamassima
Linea 130 (Bari-Conversano-Castellana-Turi-Putignano): collegamenti garantiti tra Bari e
Conversano.
Linea 150 (Bari–Monopoli–Fasano–Brindisi): collegamenti garantiti tra Bari e Fasano
Linea 160 (Polignano–Conversano-Turi-Casamassima) collegamenti garantiti tra
Polignano e Conversano.
pag. 2
Linea 330 (Avetrana–Manduria-Sava)
Linea 350 (Lecce-Manduria-Taranto)
Linea 360 (San Marzano–Taranto)
Linea 380 (Taranto-San Giorgio–Taranto)
Linea 510 (Torre Santa Susanna- San Pancrazio Salentino).
Su disposizione delle Autorità competenti per oggi sono sospesi i servizi scolastici. I
servizi automobilistici restano sospesi sulle restanti linee.
Aggiornamenti in tempo reale su fseonline.it e sulla pagina Facebook di Ferrovie Sud
Est. 
Condividi:

lunedì, gennaio 09, 2017

Maltempo, Martina, pronti a dichiarare stato calamità

Il Presidente Emiliano, unitamente al presidente del Comitato Regionale Permanente di Protezione Civile, con la Direzione della protezione civile regionale, hanno di fatto costituito l’Unità di Crisi presso la Sala Operativa Regionale e, dal 5 gennaio stanno coordinando le attività di rito per gestire l’emergenza.

Il sistema regionale di protezione civile comprende componenti dello Stato che fanno capo alle Prefetture, i Sindaci, i Presidenti delle Province e della Città Metropolitana, il Volontariato e altre strutture operative. L’attività di coordinamento è svolta dalla Sala Operativa Regionale che sta garantendo e attuando le attività richieste dalla L 225/92.

Si coglie l’occasione per informare che è imminente la dichiarazione dello stato di crisi e di emergenza sul territorio regionale, ai sensi della LR 7/2014, in considerazione della durata e della estensione territoriale interessata dalle avverse condizioni meteorologiche.

di PIERO CHIMENTI - Nonostante abbia smesso di nevicare, restano irrisolte molte criticità sopratutto nel barese. I comuni con le maggiori criticità nel barese sono quelli di Altamura e Cassano, in cui la neve ha raggiunto i 2 metri di altezza. A Santeramo e Canosa sono stati riscontrati problemi nella rete elettrica per la caduta di alberi.

Il personale Enel ha fatto sapere che non potrà garantire il completo ripristino della situazione elettrica, in quanto alcune zone risulterebbero difficilmente raggiungibili. Nel tarantino è ancora Laterza a risultare maggiormente penalizzata dal forte gelo dei giorni scorsi, con la presenza di ghiaccio su molte strade provinciali e masserie isolate.

Intanto dopo tre giorni di stop sono ripresi ieri i collegamenti tra il porto di Termoli e le Isole Tremiti. La motonave merci e passeggeri, ha effettuato la corsa nonostante il perdurare delle avverse condizioni meteomarine. La Capitaneria di Porto ha diramato un avviso di burrasca agli operatori del settore. Il bollettino prevede mare molto mosso e vento di nord-est a forza 8.

Case isolate a Santeramo


MARTINA: PRONTI A DICHIARARE STATO CALAMITA' - "Siamo vicini agli agricoltori e agli allevatori delle zone colpite dal maltempo di questi giorni. Come Ministero siamo pronti a dichiarare lo stato di calamità appena arriverà richiesta dalle Regioni interessate. È necessario portare avanti rapidamente la stima dei danni e metteremo in campo tutti gli strumenti necessari per sostenere le aziende". Così il Ministro delle politiche agricole Maurizio Martina sui danni in agricoltura causati dal maltempo di questi giorni.

EMILIANO CHIEDE A PREFETTO IMPIEGO ESERCITO - Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano si sta recando a Santeramo in Colle, città tra le più colpite dall'emergenza gelo, e ha chiesto al Prefetto di Bari di disporre l'intervento dell'Esercito Italiano per liberarla dalla neve. Lo rende noto un comunicato della Regione.

"Nel corso della giornata il presidente - è detto ancora - si recherà anche presso la sede della Protezione civile regionale, dove ieri ha trascorso l'intera giornata rispondendo alle segnalazioni dei cittadini. Come è noto il presidente, fin dall'inizio dell'allerta meteo, ha anche fornito pubblicamente il suo numero di telefono, come ulteriore canale di comunicazione in aggiunta ai numeri dell'emergenza e a quelli dei Comuni".

LOIZZO: SOLIDARIETA' A MONDO AGRICOLO E APPELLO A STATO E REGIONE - Preoccupazione per l'impatto sui comparti agro-zootecnici delle eccezionali avversità climatiche che hanno colpito l'intera regione e solidarietà agli agricoltori e allevatori pugliesi danneggiati dalla neve e dal gelo di questi giorni, vengono espressi dal presidente del Consiglio regionale della Puglia Mario Loizzo. 

Nevicate di particolare intensità hanno investito soprattutto l'area murgiana in provincia di Bari, un territorio ad alta vocazione agricola, provocando danni alle colture, alle serre e agli allevamenti, oltre a coprire strade, percorsi e intere aziende, bloccando gli accessi ed ogni attività. L'intero settore primario regionale soffre una lunga ondata di maltempo e condizioni climatiche pesantemente avverse. L'auspicio del presidente Loizzo è che "governo nazionale e governo regionale facciano il possibile per alleviare le sofferenze di questo importante mondo produttivo".
Ingenti danni alle colture nel tarantino
PROTEZ. CIVILE: IN PUGLIA NEVE E GELO 24-36 ORE - La vasta area depressionaria ancora presente sull’Europa orientale continua a determinare maltempo sulle regioni adriatiche e al sud. Persistono pertanto le nevicate, seppur a carattere isolato, a quote di bassa collina e localmente al livello del mare, associate a temperature ancora molto basse con estese gelate.

Dalla sera di ieri, Lunedi 09 gennaio 2017, e per le successive 24-36 ore, si prevede il persistere di nevicate, localmente fino al livello del mare, con quota neve in graduale aumento, con apporti al suolo deboli.

Il Centro Funzionale monitorerà gli eventi fornendo aggiornamenti in merito all’evolversi della situazione meteo, in particolare attraverso la pubblicazione di bollettini di aggiornamento relativi alla distribuzione delle temperature registrate dai sensori della rete in telemisura.

La Sezione Protezione Civile seguirà l’evolversi della situazione, invitando ad attenersi alle raccomandazioni di seguito riportate: • prestare maggiore attenzione alla guida di autoveicoli e moderare la velocità, al fine di evitare sbandamenti; • evitare le zone esposte a forte vento per il possibile distacco di oggetti sospesi e mobili (impalcature, segnaletica, ecc.) e di caduta di oggetti anche di piccole dimensioni e relativamente leggeri (vasi, tegole…); • non sostare lungo viali alberati per possibile rottura di rami; • prestare attenzione lungo le zone costiere, e, in presenza di mareggiate, evitare la sosta su moli e pontili. In presenza di nevicate e gelate è buona norma: • procurarsi l’attrezzatura necessaria contro neve e gelo, sia per la tutela della persona (vestiario adeguato, scarponi da neve), sia per togliere la neve dai pressi della propria casa o dell’esercizio commerciale (come pale per spalare e scorte di sale); • avere cura di attrezzare adeguatamente la propria auto, montando pneumatici da neve o portando a bordo catene da neve, preferibilmente a montaggio rapido; controllare che ci sia il liquido antigelo nell’acqua del radiatore, verificare lo stato della batteria e l’efficienza delle spazzole dei tergicristalli, tenere in auto i cavi per l’accensione forzata, pinze, torcia e guanti da lavoro; • verificare la capacità di carico della copertura del proprio stabile così da evitare che l’accumulo di neve e ghiaccio sul tetto possa provocare crolli. • non utilizzare mezzi di trasporto a due ruote e, se si è costretti a prendere l’auto, attuare queste semplici regole di buon comportamento: • liberare interamente l’auto dalla neve; • tenere accese le luci per essere più visibili sulla strada; • mantenere una velocità ridotta, usando marce basse per evitare il più possibile le frenate e prediligere l’uso del freno motore; • aumentare la distanza di sicurezza dal veicolo che precede; • in salita procedere senza mai arrestarsi, perché una volta fermi è difficile ripartire; • prestare attenzione ai lastroni di neve che, soprattutto nella fase di disgelo, potrebbero staccarsi dai tetti; • prestare attenzione alla formazione di ghiaccio sia sulle strade che sui marciapiedi, guidando con particolare prudenza.
Condividi:

Bari, al via i lavori di riqualificazione di via Sparano

BARI - Come annunciato, sono partiti questa mattina dall’isolato compreso tra piazza Moro e piazza Umberto i lavori di riqualificazione che interesseranno l’intera via Sparano. Il cantiere procederà per isolati, per completare ciascuno dei quali il tempo previsto è di circa 50 giorni: nei primi 25 gli operai lavoreranno sui marciapiedi, recintati dai pannelli di cantiere dotati di sezioni in policarbonato per permettere ai clienti di guardare le vetrine, mentre la fascia centrale della strada rimarrà fruibile dai cittadini, che potranno accedere ai negozi e ai portoni grazie alle passerelle che saranno contestualmente realizzate.

Nei successivi 25 giorni il cantiere interesserà la sezione centrale della strada, e i cittadini potranno percorrere i corridoi laterali (ex marciapiedi) riqualificati.

Nel frattempo in piazza Umberto la ditta appaltatrice sta delimitando l’area di cantiere che ospiterà i baraccamenti e consentirà di stoccare i materiali da impiegare nel corso dei lavori.

All’avvio del cantiere questa mattina sono intervenuti l’assessore ai Lavori pubblci Giuseppe Galasso e il rup dei lavori Claudio Laricchia.

“Come promesso, il cantiere di via Sparano è partito oggi - commenta Giuseppe Galasso -  e procederà secondo quanto concordato con le associazioni di cittadini e i commercianti della strada nei mesi scorsi. D’accordo con la ditta appaltatrice, faremo il possibile per ridurre i disagi ma è fondamentale la collaborazione dei residenti e dei commercianti, che alla fine di questi lavori potranno godere della strada più bella di Bari. Con i lavori in corso su via Sparano e quelli che nei prossimi mesi interesseranno via Argiro e i tratti pedonali di via Roberto da Bari, il nostro obiettivo è quello di creare una grande isola pedonale nel centro murattiano”.
Condividi: