Visualizzazione post con etichetta Voli. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Voli. Mostra tutti i post

Alitalia: Fs sceglie Atlantia come partner

(Pixabay)
ROMA - Fs ha individuato Atlantia come partner in Alitalia. Il cda di Ferrovie dello Stato italiane, "valutate le conferme di interesse pervenute, ha individuato Atlantia quale partner da affiancare a Delta Air Lines e al ministero dell’Economia e delle Finanze per l’operazione Alitalia". Fs Italiane, si legge in una nota, "inizierà a lavorare quanto prima con i partners individuati per condividere un Piano industriale e gli altri elementi dell’eventuale offerta".

Paura su volo fra Canada e Australia: 35 feriti per una violenta turbolenza


ROMA - Una violenta turbolenza aerea ha messo ieri in serie difficoltà un volo fra il Canada e l'Australia che è stato costretto a fare un atterraggio di emergenza alle Hawaii. All’aeroporto le ambulanze richieste dai piloti hanno dovuto assistere 35 passeggeri feriti, con lesioni minori. Quando la turbolenza ha investito il volo, molti passeggeri e l’equipaggio non avevano le cinture di sicurezza allacciate. I piloti hanno dichiarato immediatamente l’emergenza sul Boeing.

I passeggeri hanno riferito che persino i sedili sono stati strappati dal loro ancoraggio. Molti dei passeggeri seduti senza cinture sono stati proiettati verso l’alto, hanno urtato violentemente con la testa contro i vani bagagli. Secondo quanto riporta la CNN online, il volo della Air Canada, evidenzia Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, con 284 persone a bordo, era partito da Vancouver diretto a Sydney e circa due ore dopo avere oltrepassato le Hawaii è stato colpito dalla turbolenza.

Paura su volo Lufthansa Bucarest - Francoforte: fumo in cabina, atterraggio d'emergenza a Vienna


VIENNA - Un volo della Lufthansa partito da Bucarest e diretto a Francoforte, è stato dirottato su Vienna per un atterraggio d'emergenza perchè si era sprigionato del fumo a bordo. Il volo 1419 dell' Airbus A320-200 di martedì pomeriggio 9 luglio partito da Bucarest alle ore 14:17, stava viaggiando con rotta a Francoforte, quando i piloti si sono rivolti ai controllori del traffico aereo a un'altitudine di 36.000 piedi nello spazio aereo austriaco e hanno richiesto il permesso di atterrare immediatamente a Vienna a causa di problemi tecnici. 

Il velivolo ha quindi, effettuato un atterraggio di emergenza nella capitale austriaca. L'aereo, in questione, avrebbe riportato un problema in cabina di pilotaggio a causa di fumo che ha causato l'odore acre. Nessuno dei membri della cabina di pilotaggio, fa sapere l'Azienda è rimasto intossicato. Sono intervenuti i vigili del fuoco e il velivolo è poi stato trainato fuori dalla pista, che è rimasta chiusa. Al momento in un hangar dell'aeroporto, sono in corso controlli tecnici sul velivolo. 

Fuoco e il fumo sono tra gli incidenti più pericolosi a bordo degli aerei, evidenzia Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”,e sono quindi sempre trattati preventivamente dagli equipaggi come emergenza di alto livello, anche se successivamente si scopre che il problema è innocuo. Un atterraggio immediato è la procedura standard a meno che la fonte del fumo non possa essere localizzata e arrestata immediatamente.

Aeroporti: traffico passeggeri in continua crescita sugli scali pugliesi

BARI - Nel mese di giugno i passeggeri in arrivo e in partenza dagli aeroporti di Bari e Brindisi sono stati 807.070, in crescita del +11,8% rispetto a giugno 2018. Ottimo risultato per il traffico di linea internazionale che con 327.668 passeggeri registra un incremento del 22,9% rispetto allo scorso anno. In dettaglio i passeggeri di linea internazionale sono stati 244.831 su Bari (+21,5%) e 82.837 (+27,1%) su Brindisi.

“La lettura dei dati di giugno e del primo semestre non può non essere accolta con grande soddisfazione”, ha commentato il Presidente di Aeroporti di Puglia Tiziano Onesti. “Una soddisfazione che nasce anche dalla consapevolezza di aver ben operato, in raccordo con la Regione Puglia e con le sue Agenzie, nel creare le migliori condizioni che potessero favorire la crescita del traffico. Alla base di questi eccellenti risultati vi è lo sviluppo del network perseguito con grande attenzione e che garantisce oggi una capillarità di collegamenti, soprattutto di quelli internazionali, che sono alla base della crescita della nostra rete aeroportuale e del territorio che su essa gravita. Tutto ciò rappresenta un determinante fattore di sviluppo per il sistema economico della Puglia, in particolare per l’industria del turismo che beneficia di una capacità attrattiva che cresce di pari passo con una migliore accessibilità aerea dai mercati esteri strategici per questo comparto”.

Eccellente il consuntivo del primo semestre 2019 che tra Bari e Brindisi registra 3.704.548 passeggeri – in arrivo e partenza –, in crescita del +10,8% rispetto al primo semestre 2018. Ottima performance per la linea nazionale con 2.352.683 passeggeri (+6,4%) e per la linea internazionale che con 1.306.991 passeggeri segna un +20,2% rispetto ai primi sei mesi dello scorso anno. Relativamente ai singoli scali, nei primi sei mesi, i passeggeri su Bari sono stati 2.503.843 (+13%) e 1.200.705 (+6,6%) quelli su Brindisi, 292mila dei quali riferiti ai voli di linea internazionale (+22,8%).

Il telefono cellulare prende fuoco e costringe un volo a un atterraggio di emergenza

NEW YORK - I passeggeri di un volo New York-Londra hanno senza dubbio avuto paura per le loro vite nella notte tra martedì 2 e mercoledì 3 luglio. Un aereo Virgin Atlantic è dovuto atterrare con urgenza dopo l'incendio a bordo. I 217 viaggiatori sono stati evacuati in sicurezza all'aeroporto internazionale Logan di Boston. Tutto è partito da un posto che ha preso fuoco quando l'aereo era in rotta per l'aeroporto di Heathrow a Londra. Un passeggero avvertì il capitano.

Il fatto: una batteria del telefono al litio che ha preso fuoco. Il motivo per cui il dispositivo è improvvisamente esploso non è ancora noto. Non è insolito che le batterie al litio causino incidenti. L'uso del caricatore del telefono sbagliato sulla batteria o il caricamento eccessivo della batteria potrebbero causare il surriscaldamento. Dopo l'atterraggio, gli investigatori hanno scoperto una batteria del telefono carbonizzato che sarebbe stata la fonte dell'incendio. Nessun passeggero è rimasto ferito e una persona ha rifiutato il ricovero in ospedale a seguito di inalazione del fumo. La compagnia aerea Virgin confermando l'episodio confermò a spiegato che il volo era stato dirottato a Boston a causa dei fumi visti a bordo. 

Negli ultimi anni, evidenzia Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, sono stati segnalati molti incidenti dopo l'esplosione di sigarette elettroniche, smartphone o semplici batterie. Le normative europee e statunitensi vietano ai passeggeri di trasportare bagaglio a mano e bagaglio registrato con una batteria al litio con una potenza superiore a 160 watt. D'altra parte, sono consentite batterie con una potenza massima di 160 watt. Non si tratta dell'unico caso con circostanze simili.

Puglia, Lezzi: "Finalmente un collegamento tra aeroporto Brindisi e altre città"

ROMA - "Chi oggi arriva all'aeroporto di Brindisi purtroppo incontra serie difficoltà per raggiungere con i mezzi pubblici le città di Lecce e Taranto, nonché la zona barese. È impensabile che nel 2019 vi siano ancora queste gravi carenze, e per questo stiamo lavorando per sciogliere gli ultimi nodi affinché, a partire da settembre, si avvii il percorso per la realizzazione di un adeguato collegamento con queste città, e dare finalmente una risposta ai cittadini e ai turisti che arrivano numerosi nell'aeroporto pugliese".

Lo ha dichiarato il ministro per il Sud Barbara Lezzi che oggi ha incontrato a Roma, presso la Presidenza del Consiglio, il sindaco di Brindisi Riccardo Rossi, il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, i rappresentanti del Dipartimento e l'Agenzia per la Coesione, nonché RFI.

Borraccino, fiera aerospazio a Grottaglie: chiesta collaborazione a Governo


BARI - "Ho trasmesso una nota formale al Ministro dello Sviluppo Economico, on. Luigi di Maio, per chiedere la collaborazione del Governo italiano nella organizzazione di una grande fiera dell'Aerospazio da realizzarsi, nei primi mesi del 2020, presso l'Aeroporto di Grottaglie". Così l'assessore allo Sviluppo Economico, Mino Borraccino.

"Come è noto, il settore dell'aerospazio in Puglia - prosegue - ha acquisito negli ultimi anni un ruolo strategico via via crescente per lo sviluppo dell'economia regionale, con la presenza di oltre 560 imprese (tra grandi multinazionali, PMI e start-up) che operano direttamente e indirettamente in questo campo, occupando oltre 7.550 addetti, molti dei quali dedicati ad attività di ricerca e innovazione.

Questo ruolo strategico per la Puglia viene riconosciuto, oggi, anche a livello internazionale come ho potuto constatare direttamente durante la partecipazione della Regione Puglia al "Paris Air Show", svoltosi a Parigi dal 17 al 23 giugno, evento durante il quale abbiamo presentato, dinnanzi a una platea composta dai principali operatori del settore su scala mondiale, i punti di forza del "Sistema Puglia" riscuotendo grande interesse e attenzione.

L'evento che intendiamo organizzare potrà rappresentare una straordinaria occasione per creare una rete di contatti e di opportunità di business fra il mondo delle imprese innovative e delle start up del settore aerospaziale con investitori italiani e internazionali, in modo da dare una ulteriore e significativa spinta alla crescita di questo comparto della nostra economia.

L'Aeroporto di Grottaglie rappresenta certamente la location ideale per questa iniziativa dal momento che è già sede di importanti insediamenti industriali e tecnologici, e costituisce un'infrastruttura strategica della rete aeroportuale regionale, gestita da Aeroporti di Puglia SpA. Come noto, il "Marcello Arlotta" vanta la più grande pista d'atterraggio d'Europa, ed è stato recentemente designato dal Governo Italiano e dall'Enac come sede del primo e unico spazioporto italiano, da cui potranno decollare orizzontalmente i vettori del futuro, nonché unica sede nel Sud Europa di un'area "Test Bed" per la sperimentazione delle nuove soluzioni aeronautiche, in particolare per i droni.

La fiera internazionale di Grottaglie alla quale stiamo già lavorando sarà caratterizzata da un ricco programma di esposizioni, convegni e workshop, cui seguiranno sessioni di incontri B2B e singole presentazioni delle aziende che avranno a disposizione spazi espositivi dove presentare idee e prodotti, incontrare le imprese partner e i potenziali investitori.

Per questo, vista l'importanza strategica che questo appuntamento può rivestire per lo sviluppo della Puglia, ho voluto proporre al Ministro Luigi Di Maio (dopo averne parlato, in occasione del Paris Air Show, anche con il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, e con il Ministro della Difesa, Elisabetta Trenta) di collaborare per la realizzazione di questo evento che, tra l'altro, si inserisce perfettamente nell'ambito degli obiettivi e degli interventi previsti dal Tavolo Istituzionale permanente per l'area di Taranto, coordinato dallo stesso Ministro Di Maio, senza dimenticare che l'Aeroporto di Grottaglie rientra nella ZES Ionica di recente istituzione e rappresenta certamente uno snodo di fondamentale importanza anche per questo.

Auspico, pertanto, nel pieno rispetto del principio di leale collaborazione tra diversi livelli di governo, che il Ministro per lo Sviluppo Economico assicuri il suo contributo, anche attraverso il coinvolgimento dell'ICE, l'Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane, dal momento che sono certo che dalla buona riuscita di questo evento potranno esserci significative ricadute positive per il territorio nonché per l'immagine della Puglia e dell'Italia nel mondo", conclude Borraccino.

Volo Iberia Express tra Bari e Madrid

BARI – Aeroporti di Puglia comunica che questo pomeriggio, con l’arrivo del primo volo, è stato inaugurato il collegamento Bari-Madrid di Iberia Express. L’arrivo dell’aeromobile, un Airbus A320, è stato salutato con il tradizionale “water cannon” dei Vigili del fuoco. Il collegamento, che prevede due frequenze settimanali (ogni lunedì e venerdì) sarà attivo fino al 13 settembre prossimo. In prosecuzione da Madrid è possibile raggiungere più di 130 destinazioni che il gruppo Iberia offre attraverso il proprio hub.

I 168 passeggeri in arrivo sono stati accolti dal Vice presidente e dal Direttore Generale di Aeroporti di Puglia, Antonio Vasile e Marco Catamerò, e da un gruppo musicale folk pugliese che ha allietato i passeggeri con un’allegra esibizione all’insegna di musiche popolari.

“Il volo Bari – Madrid – dichiara il Vice presidente di aeroporti di Puglia, Antonio Vasile - completa la rete di destinazioni internazionali collegate alla Puglia e si inserisce in una strategia che punta a incrementare le connessioni offerte e a far  crescere, per numero e importanza, i vettori che operano nei nostri aeroporti. Tutto ciò favorisce, altres,ì lo sviluppo del mercato offrendo opportunità di alto valore in termini di qualità ed  efficienza. L’hub di Iberia di Madrid, infatti, rappresenta uno dei più importanti punti di collegamento con il Centro e Sud America, mercato sul quale il vettore è uno dei più prestigiosi player. Inoltre, la scelta di operare i voli ogni lunedì e venerdì – conclude - rappresenta un’opportunità per quanti sceglieranno di trascorrere del tempo in Puglia – anche per un breve week end – all’insegna dell’arte, della cultura, e della ricchezza enogastronomica ”.

Con Iberia Express, si rafforza la presenza in Puglia del gruppo IAG holding, già operante su Bari e Brindisi con British Airways e Vueling.

Uccello finito nel motore, aereo della compagnia di bandiera israeliana effettua atterraggio d'emergenza


TEL AVIV - L’aereo, un Boeing 737-804, era diretto dall'aeroporto bulgaro di Sofia a Tel Aviv. Dopo circa 40 minuti il Boeing ha invertito la rotta per tornare verso Sofia. Secondo le prime informazioni riportate da i media locali e non ancora confermate, la causa dell’incidente sarebbe un uccello finito nel motore. Nell'aereo si osservano emissioni di fumo. 

La torre di controllo ha concesso subito l'autorizzazione e in pochi minuti l'aereo è atterrato senza problemi nella piazzola di parcheggio e facendo scendere normalmente dalla scaletta tutti i passeggeri, ha riferito Hristo Hristov, capo dell'unità investigativa incidente aereo del ministero.

C’è un pericolo, evidenzia Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”,di cui pochi sono al corrente, che ogni giorno causa disagi all’aviazione civile, anche con gravi conseguenze. Si tratta del “birdstrike”, la collisione tra uccelli e aeroplani in fase di decollo o di atterraggio.

UNICEF e Aeroporti di Puglia: inaugurato al Karol Wojtyla il nuovo Baby Pit Stop 'Qui la mamma che allatta è benvenuta'

BARI – Oggi presso l’aeroporto Karol Woityla di Bari, l’UNICEF Italia insieme con Aeroporti di Puglia ha inaugurato il primo Baby Pit Stop per garantire a tutte le famiglie uno spazio sicuro e adeguato in cui poter allattare e prendersi cura dei propri bambini. L’inaugurazione è avvenuta alla presenza di Michele Corriero, Presidente Comitato Provinciale UNICEF di Bari e Tiziano Onesti, Presidente di Aeroporti di Puglia.

“Vogliamo che i nostri aeroporti divengano un luogo adatto a tutti, dedicando un’attenzione particolare alle famiglie - dichiara il Presidente di Aeroporti di Puglia Tiziano Onesti -. Per questo motivo, in linea con questo percorso, è sembrato naturale, prima ancora che doveroso, aprire le porte dei nostri aeroporti all’Unicef con un’iniziativa semplice, ma di grandissimo valore sociale, prevedendo nei nostri aeroporti un piccolo spazio riservato alle esigenze delle mamme e dei loro bimbi. Anche attraverso questa iniziativa diamo ulteriore forza al miglioramento degli standard di servizio prestati all’utenza, ma soprattutto confermiamo con quale e quanta attenzione ci poniamo nei confronti dei piccoli viaggiatori e delle loro famiglie. Un’attenzione reale, che si sostanzia attraverso le “piccole grandi” iniziative già realizzate – l’area giochi dell’aeroporto di Bari, la realizzazione del libricino sui “Trullalleri” divenuto un simpatico compagno di viaggio per i piccoli – e che fanno di Aeroporti di Puglia un’azienda modello”.

“Allattare un bambino è un gesto semplice e naturale che dovrebbe esser poter fatto ovunque, anche se a volte risulta difficile.” – ha dichiarato Michele Corriero, Presidente Comitato Provinciale UNICEF di Bari. “I Baby Pit Stop promossi dall’UNICEF sono spazi appositamente pensati per le famiglie e i loro bambini.  Un’area dove è possibile gratuitamente allattare e cambiare il pannolino ai propri bambini, in un ambiente riservato e accogliente.  Il termine pit stop è in uso nella Formula 1 e indica un’area di sosta per il rifornimento veloce di carburante. Il Baby Pit Stop è invece un’area allestita dove è possibile “fare il pieno di latte” e il cambio del pannolino.”

Il Baby Pit Stop dell’Aeroporto Karol Woityla di Bari si trova nell’area arrivi, airside, ed è fornito di poltrona e fasciatoio. Il prossimo Baby Pit Stop sarà aperto presso l’Aeroporto di Brindisi.

L’iniziativa dei Baby Pit Stop, fa parte del programma dell’UNICEF Italia “Insieme per l’Allattamento - Ospedali e Comunità amici dei bambini” per la promozione della cultura dell’allattamento e per garantire i diritti sanciti dalla Convenzione Internazionale sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza. Ad oggi sono circa 750 i Baby Pit Stop promossi dall’UNICEF presenti in tutta Italia presso Aeroporti, Musei, Biblioteche, Municipi e altri luoghi di socialità.

UNICEF - L’UNICEF promuove in ogni sua attività i diritti e il benessere di ogni bambino. Insieme ai propri partner, l’UNICEF è presente in oltre 190 paesi e territori per tradurre tale impegno in azioni concrete, per il bene di tutti i bambini, con particolare attenzione a quelli più vulnerabili, in qualsiasi parte del mondo.  

Per saperne di più sull’UNICEF e sulle sue attività, visita www.unicef.it e segui l’UNICEF su Facebook e Twitter.

Volo Londra- Turchia, fumo nella cabina di pilotaggio della British Airways


LONDRA - Un aereo della compagnia inglese British Airways proveniente da Londra ha effettuato martedì sera un atterraggio in condizioni di emergenza all'aeroporto di Francoforte, dopo che il pilota aveva segnalato odore di bruciato in cabina ed in quella di pilotaggio. L'allarme è scattato un'ora prima circa dell'orario previsto per l'arrivo nello spazio aereo tedesco e l'apparecchio del volo BA2562, «si è posato sulla pista senza problemi», ha detto il portavoce dell'aeroscalo. Nessun ferito tra i passeggeri, solo un grosso spavento e un sospiro di sollievo per essere tornati a terra sani e salvi. 

Sono intervenuti i vigili del fuoco e il velivolo è poi stato trainato fuori dalla pista, che è rimasta chiusa per una ventina di minuti. British Airways ha confermato che il volo è stato dirottato per motivi di sicurezza e che i passeggeri sono stati portati negli ospedali per accertamenti dopo avere avvertito malori che hanno causato epistassi, vomito, nausea e persino svenimento. Il motivo dello scalo è stato un "errore tecnico".

L’allarme, evidenzia Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti” è scattato a causa di “odore di bruciato” all’interno della cabina di pilotaggio. Ma si è trattato solo in un guasto tecnico e non di un incendio. British Airways, ha comunicato che dopo sette ore è partito un volo sostitutivo da Francoforte per Dalaman, che è arrivato lì senza ulteriori incidenti. 

Boeing 737, nuova allerta: atterraggio d’emergenza per un aereo in Russia decollato da Milano


MILANO - Ancora un problema per un Boeing 737: questa volta in Russia, dove un aereo, giorno 16 giugno, è stato costretto a un atterraggio di emergenza a Sheremetyevo dopo che il sensore di depressurizzazione si è attivato.

Questo è stato segnalato ai media russi da fonti informate. Il comandante dell'aereo in volo da Milano a Mosca, mentre l'aeromobile si trovava nei cieli della Bielorussia, non lontano dall'aeroporto di Minsk-2, ha riferito dell'attivazione del sensore di depressurizzazione e ha richiesto una discesa di emergenza. 

I dispatcher hanno dato il permesso all'aereo di scendere a settemila metri di quota dove l'aeromobile ha continuato a volare fino all'aeroporto di Mosca Sheremetyevo. Secondo quanto appreso, evidenzia Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti” il Boeing è atterrato 40 minuti dopo a Sheremetyevo, senza problemi.

L’aerospazio made in Puglia all’International Paris Air Show


BARI - La Regione Puglia continua a puntare sull’aerospazio quale settore strategico e potente attrattore di investimenti. Dopo il successo della conferenza internazionale di Grottaglie, partecipa alla 53a edizione dell’International Paris Air Show, manifestazione che, insieme con il Salone britannico di Farnborough, rappresenta il più importante evento mondiale per l’industria aerospaziale. L’Air Show francese si svolgerà dal 17 al 23 giugno del 2019 a Parigi-Le Bourget con un’offerta che affianca alla parte espositiva un programma fitto di incontri ed attività collaterali.

La Regione Puglia (Sezione Internazionalizzazione) in collaborazione con Puglia Sviluppo e con i due Distretti aerospaziali pugliesi, produttivo e tecnologico, accompagna a Parigi una delegazione di imprese. Con loro anche i rappresentanti del Dta (Distretto tecnologico aerospaziale), di Aeroporti di Puglia.

L’assessore regionale allo Sviluppo economico, Cosimo Borraccino, prenderà parte all’evento incontrando imprenditori, delegazioni estere e giornalisti specializzati.

“La partecipazione al Salone internazionale di Parigi – sottolinea - è un’opportunità rilevante per le nostre imprese, ma lo è ancora di più per la Puglia perché ci consente di attrarre investimenti promuovendo le opportunità presenti sul territorio pugliese. 

Oggi abbiamo a disposizione delle imprese dodici strumenti regionali di agevolazione tutti attivi e privi di scadenza. Il settore aerospaziale è stato tra i maggiori fruitori delle nostre misure con investimenti superiori ai 150 milioni di euro in questo ciclo di programmazione. Vogliamo attrarre altre realtà che producono e fanno ricerca anche facendo leva su quel patrimonio che è l’aeroporto di Grottaglie. La mia partecipazione all’evento si connette moltissimo con la valorizzazione di questo scalo”.

Per il presidente del Dta Giuseppe Acierno, “Paris Air Show è uno dei momenti più significativi, a livello mondiale, nel settore dell’aeronautica e dello spazio dove ci si confronta sul mercato, l’evoluzione tecnologica, le idee sul futuro. Consapevoli della nostra dimensione ma anche del grande lavoro sviluppato in questi anni, partecipiamo anche a questa edizione nello stand della Regione Puglia, per portare i risultati delle nostre attività ed i programmi futuri. Accanto ai programmi attivati ed in corso, l’attività convegnistica e formativa e i progetti futuri, Dta a Parigi presenta l’area Test Bed di Grottaglie per la sperimentazione delle nuove soluzioni aeronautiche, riconosciuta per decreto ed inserita nel piano nazionale aeroporti e, sempre a Grottaglie, l’unico spazioporto del sud Europa”.

Sulla stessa lunghezza d’onda il presidente di Aeroporti di Puglia, Tiziano Onesti: “La presenza di Aeroporti di Puglia al Salone internazionale dell’aeronautica e dello spazio di Parigi, dopo quella dello scorso anno a Farnborough - spiega - è un chiaro indicatore dell’assoluto valore strategico che Grottaglie, primo e  unico spazioporto italiano,  riveste per il  settore aerospaziale, un comparto di altissima specializzazione e di grande prospettiva. Nell’ambito della rete aeroportuale pugliese, prima e unica rete in Italia, Grottaglie si conferma punto di riferimento dell’aerospazio e polo di attrazione di investimenti e competenze scientifiche di livello internazionale, capaci di generare sviluppo e ricchezza per la Puglia e il Paese”.

Un’ottima occasione di promozione dell’aeroporto tarantino sarà il seminario “Italy: The Perfect Platform for Aerospace”, organizzato da ICE/Invitalia il 19 giugno dalle 9,00 alle 11,30 e finalizzato ad illustrare le opportunità di investimento presenti in Puglia e in Italia nel settore aerospaziale.

Lunedì 17 giugno, in occasione dell’inaugurazione del Paris Air Show da parte del Presidente francese Emmanuel Macron, è prevista la visita istituzionale del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte che si recherà al padiglione Italia per conoscere le imprese e le delegazioni regionali.

Martedì 18 giugno il padiglione Italia, all’interno del quale c’è anche lo stand pugliese, sarà visitato dalla delegazione istituzionale guidata dal ministro della Difesa, Elisabetta Trenta, mentre l’assessore Borraccino incontrerà le imprese pugliesi alle 14,30.

Tra le altre attività attività collaterali che impegneranno le imprese della delegazione regionale anche l’iniziativa di networking, “B2B Meetings”, in programma dal 18 al 20 giugno 2019 organizzata dalla società BCI. 

Il 17 e il 18, alle 16,00, all’interno dello spazio istituzionale della Regione Puglia si svolgeranno degli eventi di networking per accrescere le opportunità di collaborazione con le imprese estere. 

Aeroporti di Puglia: confermato a maggio l’incremento del traffico passeggeri su Bari e Brindisi


BARI – Aeroporti di Puglia comunica che nel mese di maggio, i  passeggeri in arrivo e in partenza dagli aeroporti di Bari e Brindisi sono stati 745mila, in crescita del +12,6% rispetto a maggio del 2018. In particolare si segnala l’incremento del 24% delle linea internazionale, determinato dal +22,2% (221mila passeggeri) di Bari e dal +30% (70mila passeggeri) di Brindisi.

Il consuntivo dei primi cinque mesi dei passeggeri – in arrivo e partenza – su Bari e Brindisi è di 2,9milioni, in crescita del +10,5% rispetto allo stesso periodo del 2018. La linea nazionale, con  1,89 milioni di passeggeri,  registra un  incremento del 6,7%, mentre la linea internazionale fa registrare +19,3%.  Relativamente ai singoli scali, nei primi cinque mesi, i passeggeri su Bari sono stati 1,98 milioni ( +13,8%) e 916mila (+4%) quelli su Brindisi, 210mila dei quali  riferiti a voli di linea internazionale (+21,2%).

“Il dato del mese di maggio e dei primi cinque mesi, consolida il trend positivo sin qui evidenziato e caratterizzato dal continuo riscontro positivo degli indici, specie di quelli  riferiti al traffico internazionale” dichiara Tiziano Onesti Presidente di Aeroporti di Puglia.

“A tale risultato contribuisce l’avvio di nuovi collegamenti già partiti all’inizio della summer e ai quali, ben presto, se ne aggiungeranno altri. Va sottolineato anche il positivo andamento in questa prima parte dell’anno della linea nazionale, il tutto nel solco del piano strategico approvato dal CdA. Ancora una volta i nostri aeroporti si confermano sempre più supporto fondamentale per la crescita del territorio, grazie anche al lavoro congiunto con le Agenzie di sviluppo della Regione Puglia.”

"Ryanair e Puglia binomio straordinario per il successo turistico"

BARI - "Ryanair e Puglia sono un binomio straordinario. Ryanair è un partner per la Regione, esiste una amicizia e una solidarietà tra di noi che ha contribuito al successo turistico della Puglia. Questa compagnia continuerà a servire la Puglia, aumenterà il numero dei voli, ma non lo farà più con un finanziamento pubblico bensì attraverso un accordo commerciale con Aeroporti di Puglia. Accordo che Adp potrà allargare anche alle altre compagnie per ottenere gli stessi incentivi per la effettuazione dei voli".
Così il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano intervenuto questa mattina in conferenza stampa a Bari insieme con il Presidente di AdP Tiziano Onesti e il Chief Commercial Officer di Ryanair, David O’Brien per annunciare le novità nel rapporto con la compagnia aerea irlandese che prevede per gli anni 2019/2020 di contribuire in Puglia al trasporto di quasi 4 milioni di clienti l’anno da e per gli aeroporti di Bari e Brindisi con complessivamente 47 rotte, 30 da Bari e 17 da Brindisi. Alla conferenza stampa hanno partecipato anche gli assessori regionali al Trasporto Giovanni Giannini e all’Industria turistica e culturale Loredana Capone.

“Si tratta – ha continuato Emiliano - di un sollievo notevole per il bilancio della Regione Puglia che spendeva in passato 70 milioni di euro, 12 milioni di euro l'anno, e questo per noi è un risultato molto importante perché in questo modo avremo un abbassamento dei costi ma anche un aumento dei voli”.

“Abbiamo chiesto a Ryanair di esaminare seriamente la possibilità di utilizzare almeno uno degli altri due aeroporti pugliesi, quello di Foggia o quello di Taranto. Noi naturalmente speriamo che Ryanair, ma anche altre compagnie, ci facciano offerte, manifestazioni di interesse per questi aeroporti che possono essere ristrutturati e adeguati alle esigenze dei nuovi vettori. Questo perché la Puglia è lunga e quattro aeroporti sono meglio di due”.

“Il capo di Ryanair, David O’Brien ha lanciato un allarme – ha continuato il Presidente – e cioè l'idea che sta balzando a questo Governo italiano piuttosto singolare, di finanziare il buco dell'Alitalia aumentando le tasse comunali aeroportuali.


Naturalmente noi siamo totalmente contrari a questa ipotesi perché il modello di trasporto di Ryanair, ma anche di altri vettori, un modello di trasporto regionale (si parte cioè dai capoluoghi di regione o da altri aeroporti regionali e si va direttamente all'estero senza passare dagli hub di Roma o di Milano) è un meccanismo che aumenta il flusso turistico perché ovviamente prendere due aerei anziché uno solo rende più difficile la scelta di andare in alcune località turistiche tra le quali la Puglia.

Il volo diretto è di fondamentale importanza, se si aumentano le tasse municipali si rischia di gravare anche fino al 30 per cento in più di costi per queste compagnie low cost che ovviamente potrebbero essere indotte a smontare i voli regionali e a convergere tutte su Roma. Noi ci opporremo fermamente a questa ipotesi”.

Emiliano ha poi chiarito la relazione, che ora sarà diretta, tra AdP e Ryanair. “AdP ha fatto un accordo bancario per il quale c'è una disponibilità, come succede per tutti i cittadini e le aziende, fino a 60 milioni di credito. Questo a dimostrazione della solidità finanziaria di Aeroporti di Puglia. Dopodiché c'è un accordo che va finanziato da Aeroporti di Puglia, in misura molto inferiore che in passato perché in passato noi abbiamo speso soldi importantissimi ma insostenibili per le finanze della Regione Puglia. La Regione non spenderà più questi soldi, Aeroporti di Puglia dovrà dare questo incentivo nella misura in cui gli è consentito dagli utili che realizzerà”.

“In questi anni di nostra gestione – ha sottolineato infine il Presidente - Aeroporti di Puglia costano meno che in passato, hanno risparmiato moltissimi soldi, stanno stringendo su tutto e con questi ricavi noi pensiamo di potere remunerare tutti quei vettori che ci offriranno dei voli, voli che peraltro provocano utili all'aeroporto sia chiaro, è un'attività economica come tutte le altre e gli aeroporti in Europa devono stare al mercato non possono essere sostenuti con danaro pubblico, altrimenti ci sono infrazioni europee”.

“Da oggi – ha spiegato l’assessore Loredana Capone – voi trovate in Puglia più rotte e maggiori frequenze per Bari e per Brindisi. Le trovate con minor costo per la Regione rispetto a quanto prima investiva e anzi le trovate senza costi diretti per la Regione poiché è direttamente Aeroporti di Puglia che vi provvede, facendo ricorso al mercato finanziario e le trovate senza aumentare le tariffe. Quindi praticamente più rotte e più frequente senza ulteriori oneri per la Regione e senza aumento delle tariffe e per giunta con un aumento dei posti di lavoro”.

“Così – ha proseguito l’assessore - la nostra regione sarà ancora più accessibile, soprattutto nei periodi di bassa stagione, e il brand Puglia potenziato a livello internazionale. Più 199% è, infatti, la previsione sul traffico internazionale della compagnia irlandese da qui al 2024. 

Un risultato straordinario per la Puglia che nel 2018 ha visto il tasso di internazionalizzazione arrivare al 25,6% per gli arrivi, con un incremento del +4,3% in soli tre anni. Accessibilità, destagionalizzazione, internazionalizzazione, accoglienza: sono queste le azioni strategiche che la Puglia ha individuato, per prima in Italia, in un piano strategico per il turismo regionale “Puglia365”. 

“Credo che se un partner così rilevante a livello economico come Ryanair ha scelto di fare con noi questo tipo di accordo, vuol dire che ha trovato un luogo dove l'investimento può rendere e questo investimento deriva dalla bellezza della Regione e dalla capacità di accoglienza che ha questa Regione”.

Avaria in volo, aereo torna indietro all'aeroporto di Zurigo

ZURIGO - Rientro in aeroporto subito dopo il decollo, alle ore 07:00 circa, per un aereo della Helvetic Airways in codeshare con Swiss. L'avaria si è verificata sabato mattina sul volo LX2020 con destinazione Madrid nello spazio aereo della Francia. Dopo essersi alzati in volo, dopo circa un'ora, i piloti hanno notato una spia d'allarme nel computer di bordo che ha segnalato un errore di sistema ad un motore. Hanno dunque deciso di invertire la rotta atterrando dopo circa due ore, ma sempre nello stesso punto a Zurigo. 

Il comandante ha subito informato i 98 passeggeri che comunque non c' era alcun pericolo per la loro incolumità, assistiti comunque dai mezzi di soccorso sulla pista di atterraggio dell'aeroporto. L' inconveniente tecnico, è rimasto in ogni momento sotto controllo, precisano dalla Helvetic Airways, tanto è vero che la casa costruttrice dell'aereo, un E190, prevede addirittura che il volo possa proseguire, ma il comandante ha ritenuto, per una precauzione maggiore, di far rientro in aeroporto e sul fatto che è più facile ed economicamente ragionevole analizzare le cause esatte e portare avanti una possibile azione di manutenzione a Zurigo anziché a Madrid. 

I passeggeri sono partiti questa mattina a mezzogiorno con un altro volo di nuovo a Madrid con un aereo più grande tipo A321. E' evidente, commenta Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti” che ci sono troppi incidenti sfiorati.

Minaccia di morte i passeggeri dell’aereo ma muore dopo aver tentato di strangolare una donna

SIMFEROPOL - Un passeggero di un volo Red Wings è stato filmato mentre minacciava di “uccidere tutti a bordo”. ll velivolo era partito sabato scorso da Mosca ed era diretto a Simferopol, la capitale dell'annessa Crimea, una famosa regione turistica del Mar Nero, quando ad un certo punto un passeggero ha iniziato a urlare. L’uomo, un russo di 56 anni, ha dapprima usato un telefono cellulare per colpire ripetutamente un passeggero sulla testa, minacciando di uccidere tutti i presenti, e in seguito ha addirittura tentato di strangolare una donna dell’aereo. 

Nel video, evidenzia Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, si sente chiaramente l’uomo che minaccia di morte i passeggeri del volo. “Sentivo chiaramente questo uomo urlare cose agli altri passeggeri” ha raccontato un testimone. I passeggeri e l’equipaggio hanno dovuto tenerlo riuscendolo a legare al suo posto, ma l’individuo era totalmente fuori controllo. Mentre si trovava legato alla poltrona ha avuto un arresto cardiaco. Il capitano ha deciso di tornare e ha richiesto un atterraggio di emergenza all'aeroporto di Mosca Domodedovo da dove era partito. 

Il dramma sul volo dall'inferno si è svolto in soli 38 minuti, dal momento decollo a quello dell'atterraggio di emergenza. Polizia e ambulanza stavano aspettando sulla pista l'aeromobile. L'uomo è stato dichiarato morto dai paramedici pochi minuti dopo. Rapporti non confermati hanno detto che l'aggressore presentava una ferita alla testa procuratasi durante la colluttazione. "I paramedici arrivati ​​all'aereo hanno iniziato a fornire assistenza medica, ma l'uomo è morto per insufficienza cardiaca acuta", ha dichiarato Svetlana Petrenko in una nota rilasciata dal comitato investigativo russo. È in corso un'indagine formale sull'incidente.

Bari quinta migliore meta estate '19. Adp: "Migliorare accessibilità aerea"


BARI - Per “Best in Europe 2019”, la classifica pubblicata da Lonely Planet che segnala le prime 10 destinazioni europee da non perdere, Bari è la quinta migliore meta dell’estate 2019. Il capoluogo pugliese, infatti, viene indicato tra le destinazioni che possono rappresentare una scoperta per viaggiatori alla ricerca di novità e luoghi speciali.

Commentando l’importante riconoscimento, Tiziano Onesti, presidente di Aeroporti di Puglia, ha sottolineato il ruolo degli aeroporti pugliesi quale asset strategico per le politiche di sviluppo turistico.  

“In questi ultimi anni, la rete aeroportuale pugliese - maggiormente lo scalo di Bari - ha registrato una crescita del traffico, in particolare quello internazionale, di assoluto valore. L’intensa attività di promozione della Puglia, sui principali mercati ha permesso altresì, di creare e consolidare un network ampio di collegamenti che copre tutte le principali destinazioni nazionali e internazionali. Un mix di opportunità garantito da collegamenti “point to point”, o attraverso gli hub europei, che hanno fatto della nostra regione un brand turistico riconosciuto su scala globale”.

“Migliorare l’accessibilità aerea e potenziare le politiche attrattive - ha concluso il presidente Tiziano Onesti - è essenziale e strategico per stimolare la crescita del territorio e lo sviluppo del traffico leisure. Non a caso, il Piano strategico 2019-2028 di Aeroporti di Puglia tiene conto delle dinamiche e previsioni di crescita del traffico, ridisegna le strategie di sviluppo verso ulteriori mercati con grandi potenzialità, per garantire nuove opportunità di business e per potenziare la brand awareness del marchio "Puglia" in un contesto di qualità delle infrastrutture e dei servizi prestati, attrazione verso i passeggeri e interesse dei vettori“.

Due aerei della Smartwings si scontrano in pista: paura a bordo


PRAGA - Due Boeing 737 MAX 8 sono entrati in collisione in aeroporto a Praga in Repubblica Ceca. Gli aerei, entrambi appartenenti alla compagnia aerea Smartwings, dovevano partire rispettivamente per Madeira e Monastir. Solo tanto panico tra i passeggeri, nessuno è rimasto ferito. Immagini online mostrano il momento dello scontro. 

L'incidente, evidenzia Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, è avvenuto nel pomeriggio di venerdì 17 maggio. I tecnici della compagnia aerea coinvolta hanno ispezionato gli aerei per valutare eventuali danni. L'agenzia governativa dell'Air Accidents è stata informata della collisione, che ha confermato e che indagherà sull'incidente.

Gino Lisa: proseguono lavori prolungamento pista


FOGGIA – Con riferimento  alle notizie di stampa dei giorni scorsi e alle dichiarazioni del “Comitato Vola Gino Lisa” in ordine a presunti ritardi nell’esecuzione dei lavori di prolungamento della pista di volo 15/33 dell’aeroporto di Foggia, Aeroporti di Puglia comunica che, contrariamente a quanto dichiarato e ai dubbi espressi, tutte le fasi previste dal cronoprogramma dei lavori, e pubblicamente rese note, sono in pieno e regolare svolgimento.

In particolare si comunica che  si stanno completando le operazioni di B.O.B. (Bonifica Ordigni Bellici) sulla nuova “bretella” di raccordo tra Tratturo Castelluccio e Tratturo Camporeale (area già espropriata, esterna al sedime aeroportuale), effettuate sotto la sorveglianza del 10° Reparto Infrastrutture di Napoli dell’Esercito Italiano.

Tale delicata attività, coordinata dal RUP, ing. Donato D’Auria, dal Direttore dei Lavori, ing. Michele Mongelli e dal Coordinatore per la Sicurezza, arch. Roberto Faedda, peraltro prevista in sede di programmazione e nota anche a quanti seguono con attenzione le vicende relative all’aeroporto Gino Lisa, ha  interessato parte delle nuove aree oggetto dei lavori di prolungamento della pista di volo e ha permesso di rinvenire numerosi residuati bellici del secondo conflitto mondiale durante il quale tutta la città e i suoi principali centri nevralgici di trasporto, compreso l’aeroporto,  furono letteralmente devastati dai continui e disastrosi bombardamenti aerei che comportarono un altissimo prezzo di vite umane.

Il Direttore Generale di Aeroporti di Puglia, arch. Marco Catamerò, conferma che contestualmente a tali interventi, l’ATI “F.lli De Bellis srl e Sideco srl”,  sta completando la progettazione esecutiva, anch’essa rientrante nel cronoprogramma dei lavori, così come procede alacremente, ed è in via di completamento, tutta la complessa procedura amministrativa relativa agli espropri delle aree.

Gdp Tv

150° Unità d'Italia AGRICOLTURA AGROALIMENTARE AMBIENTE Animali Annunci Approfondimento Arredamento Arte Attualità Auto e motori Avviso Pubblico Aziende Bari Bari 2014 Bari 2019 Bat Bifest 2011 Bifest 2014 Bifest 2015 Bifest 2016 Bifest 2017 Bifest 2018 Bifest 2019 Brasile2014 Bricolage Brindisi Calcio Casinò Chiesa cinema Columbus Day COMMENTO Comunicati Stampa Concerti Concorsi Corsi CROCIERE CRONACA CRONACA LOCALE CULTURA DOVE SEI? Cultura e Spettacoli Design Diari da Kinshasa Dimmi come scrivi Discoteche Donna del Giorno Economia Elezioni 2011 Enogastronomia Esoterismo Estate Esteri Eventi Expo 2015 F1 Festival del cinema di Roma 2010 Festival del cinema di Roma 2011 Festival del cinema di Roma 2012 Festival del cinema di Roma 2013 Festival del cinema di Roma 2014 Festival del cinema di Roma 2015 Festival del cinema di Roma 2016 Festival di Venezia '13 Festival di Venezia '14 Festival di Venezia '15 Festival di Venezia '16 Fiera del Levante Filastrocca film Flash Foggia Food Experience Foto Frodi Fumetti Gallery Gastronomia Gdp Junior Ghost Hunters Puglia Giochi Giubileo Gossip Grafico Hot IL MIO AVVOCATO Il Principe Azzurro Inchiesta Intervista Intrattenimento Islam isola dei famosi 5 L'Angolo della Poesia LA CURIOSITA' LA RECENSIONE Latitudeslife LAVORO Lecce Lettera al direttore Libri Link LIVE Lotterie Matera METEO milano Miss Italia MODA Mostre Motociclismo musica Necrologi NOTIZIE DAL MONDO novità musicali Oroscopo Paranormale Perle di storia pugliese photogallery PLAY: MUSICAEDINTORNI Politica Politica locale Potenza PRIMO PIANO Protezione civile Psicologia Pubblica Amministrazione Puglia Punto e a Capo Regionali 2015 Reportage ricerca Ricette Rio 2016 Roma Russia 2018 Salute e benessere Sanità Sanremo 2015 Sanremo 2016 Sanremo 2017 Sanremo 2018 Sanremo 2019 Scheda Scienza e tecnologie Scuola Sentenze europee Sessualità Silent Key Spazio Spazio Emergenti Speciale Speciale 21 dicembre Speciale amministrative 2012 Speciale Amministrative 2014 Speciale Euro 2012 Speciale Fiera Speciale Politiche '13 Spetteguless Sport Storia Taranto Tennis Territorio TICKER Top Tra scienza e fede Trasporti Turismo Tv UE Università e formazione Us version Vacanze Viabilità Viaggi Video Videogiochi Vignetta Vino diVino Voli Web Zootecnia