Visualizzazione post con etichetta Voli. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Voli. Mostra tutti i post

Paura su volo Lamezia Terme - Berlino: 8 feriti per una violenta turbolenza

ROMA - Una violenta turbolenza aerea ha messo oggi in serie difficoltà un volo di un aereo della compagnia low cost tedesca Eurowings fra l'Italia e la Germania che è stato costretto a fare un atterraggio di emergenza all'aeroporto di Berlino Tegel. All’aeroporto le ambulanze richieste dai piloti hanno dovuto assistere 8 passeggeri feriti, di cui 5 o 6 sono stati ricoverati in ospedale nella capitale tedesca. Una donna ha riportato ferite gravi ma non letali. 

Quando la turbolenza ha investito il volo, molti passeggeri e l’equipaggio non avevano le cinture di sicurezza allacciate. I piloti hanno dichiarato immediatamente l’emergenza sul Boeing. I passeggeri hanno riferito che persino i sedili sono stati strappati dal loro ancoraggio. Molti dei passeggeri seduti senza cinture sono stati proiettati verso l’alto, hanno urtato violentemente con la testa contro i vani bagagli. 

Il volo EW 8855 è atterrato con 15 minuti di ritardo alle 16.50 all'aeroporto di Tegel. L'aereo è atterrato alle 17.00 ora locale a Tegel. Era un aereo a medio raggio del tipo Airbus A319. Ad attenderlo, evidenzia Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, un grande schieramento di vigili del fuoco e ambulanze nella pista di atterraggio.

Pilota del volo Lisbona - Venezia interrompe il decollo dopo un guasto al motore

LISBONA - E' accaduto il 4 settembre all'aeroporto di Lisbona, in Portogallo, dove l'aereo, un Airbus A320 (CS-TMW), della compagnia di bandiera TAP Air Portugal diretto a Venezia, poco prima di alzarsi in volo, ha registrato un'avaria al motore di sinistra. A quel punto il pilota ha deciso di fermare l'aereo, scortato dai vigili del fuoco per i quali, pochi minuti prima era scattata l’emergenza “verde” ovvero il primo livello di allerta del Piano d’emergenza aeroportuale, che prevede che «l’aeromobile o i suoi occupanti possano essere oggetto di pericolo o che si ha notizia certa di avaria e di malfunzionamento dell’aeromobile tale da non richiedere immediata dichiarazione d’emergenza da parte del comandante. 

Dopo lo spegnimento del secondo motore, evidenzia Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti” il mezzo è stato trainato in un'area dello scalo dove i passeggeri sono stati fatti scendere. 

L'aereo - ha dichiarato la direzione circoscrizionale aeroportuale - è riuscito ad attivare le procedure di "decollo abortito" e si è fermato, senza frenate brusche, sulla pista di rullaggio. Per i passeggeri che erano a bordo dell'aereo del volo TP862 - secondo quanto dichiarato dalle fonti aeroportuali - non c'è stata nessuna conseguenza, se non qualche attimo di paura. I passeggeri sono stati riprenotati su un altro volo. Il video è è visionabile collegandosi all'indirizzo: https://www.youtube.com/watch?v=rg_tlieGmnM#action=share

Volo Newark - Roma: atterraggio d'emergenza all'aeroporto di Terranova

ROMA - Brutta avventura per i passeggeri di un volo norvegese operato da EuroAtlantic Airways. L'aereo è stato costretto a fare uno scalo tecnico a Gander, Terranova. L'aereo ha lasciato Newark, in New Jersey, diretto a Roma, in Italia, alle ore 00:30 circa il 5 settembre 2019. Dopo tre ore di volo, il pilota ha chiesto l'atterraggio di emergenza. A bordo del volo DY7194, erano presenti molti italiani. Il velivolo è comunque atterrato sulla pista, senza nessun problema, accolto dai vigili del fuoco, personale dello scalo canadese e i sanitari per verificare le condizioni dei presenti, tutti illesi, che sono scesi normalmente dalle scalette dell’aereo e accompagnati in hotel, dove hanno trascorso la  giornata. 

La compagnia ha tempestivamente considerato aeromobili sostitutivi di uguale capacità nel mercato che però non sono risultati disponibili in tempi migliorativi rispetto ad una riprogrammazione con propri velivoli. Il numero del volo in poi per Roma è stato cambiato in DY7994 dopo l'atterraggio di emergenza. Secondo un passeggero del volo che desidera rimanere anonimo,la situazione era estremamente spaventosa, con molti passeggeri "impazziti". Apparentemente, l'aereo era "piuttosto vecchio e fatiscente all'interno, e l'equipaggio non era molto trasparente con nessuno durante tutto l'atterraggio d'emergenza". Dopo che il pilota ha annunciato che c'erano problemi tecnici e una successiva deviazione, si dice che il volo "sarebbe atterrato a Gander o che la marina avrebbe dovuto prenderci". 

Un portavoce della compagnia, ha dichiarato: “A causa di un problema tecnico, il volo DY7194 da Newark a Roma, che è stato operato da EuroAtlantic per conto norvegese, è stato trasferito all'aeroporto internazionale di Gander. L'aereo è atterrato normalmente e ai passeggeri è stata fornita la sistemazione in hotel fino a quando non è stato possibile organizzare un volo alternativo. Ci scusiamo per gli eventuali disagi causati ai nostri passeggeri a causa di questo ritardo." Secondo il sito web della compagnia aerea , è iniziato come Air Zarco nel 1993. Poco dopo, ha assunto il nome commerciale Air Madeira per sette anni e poi ha assunto il nome attuale nel maggio del 2000. Da allora ha operato con il nome euroAtlantic Airways - Transportes Aéreos SA euroAtlantic Airways si identifica come una compagnia aerea internazionale portoghese di linea e non di linea, “operando sulle rotte più diverse del Nord Atlantico con licenza di trasporto aereo e FAOC per operare negli Stati Uniti e in Canada, Caraibi, America centrale e meridionale, Africa, Medio Oriente , Pacifico, Australia e Oceania ".

La compagnia aerea, evidenzia Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”,fornisce anche servizi di charter, wet-lease e voli Ad-Hoc da "ovunque verso diversi luoghi in Europa e nel resto del mondo".La compagnia aerea ha i seguenti aeromobili nella sua flotta:

Sei B767-300ER
Un B777-200ER
Un B737-800NG

E una Cessna Citation CJ3 per il volo Executive Private

Di recente la Norwegian ha dovuto avvalersi dei servizi di diverse compagnie aeree wetlease in quanto ha affrontato 787 problemi al motore e la messa a terra del Boeing 737 MAX. Sfortunatamente, nella stessa notte di questo incidente di wetlease norvegese, anche uno dei Dreamliner norvegesi è stato deviato. Il volo originariamente andava da Los Angeles a Barcellona, ​​ma doveva deviare a Dublino.

Mosca, due aerei di linea si scontrano in pista durante il rullaggio: paura a bordo

MOSCA - Due aerei di linea di Aeroflot e Royal Flight in fase di rullaggio sono entrati in collisione in aeroporto oggi pomeriggio all'aeroporto di Mosca-Šeremét'evo. La colpa dell’accaduto sarebbe probabilmente da attribuire a una non corretta manovra effettuata dal pilota di un Airbus A 330-300 della compagnia di bandiera russa Aeroflot, in procinto di partire alla volta di Pechino. 

L'urto è avvenuto con le due ali. Quella dell'Aeroflot avrebbe urtato quella dell'aeromobile della compagnia area charter russa Royal Flight, fermo sulla pista di decollo e atterraggio.​ Solo tanto panico tra i passeggeri evacuati. Nessuno è rimasto ferito. 

Il volo Aeroflot Mosca–Pechino sarebbe dovuto partire alle 15:35 del pomeriggio - ora di Mosca - ma a causa dell'incidente il decollo è stato posticipato di quasi tre ore, fino alle 18:15. Accertamenti sono ancora in corso. Intanto sul web, evidenzia Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, vengono caricati video e immagini dai cellulari dei passeggeri. che stanno facendo il giro del web.

Voli: da giugno 2020 nuovo collegamento settimanale tra Bari e Danzica


BARI – Dal prossimo mese di giugno 2020 Wizz Air avvierà il nuovo collegamento tra Bari e Danzica (Gdnask), città polacca nel nord del Paese nonché importante centro portuale sul mar Baltico.

L’operativo dei voli prevede una doppia frequenza settimanale, con partenze ogni lunedì e venerdì. I biglietti sono già in vendita sul sito del vettore www.wizzair.com

Per il Presidente di Aeroporti di Puglia, Tiziano Onesti “la collaborazione con Wizzair continua a produrre ottimi risultati, soprattutto per quanto riguarda lo sviluppo delle connessioni  con mercati, come quello polacco,  che anno dopo anno si dimostrano sempre più importanti per l’industria del turismo pugliese.  L'impegno della Compagnia è rilevante nel supportare la strategia che punta allo sviluppo verso aree di reciproco interesse, caratterizzate da dinamiche di crescita consolidate e da ottimi indicatori economici. Per questo motivo, insieme alla Wizzair, crediamo fortemente ai  collegamenti con la Polonia. Vi è poi un significato speciale per l’aeroporto di Bari, intitolato all’indimenticabile figura di Sua Santità Karol Wojtyla: chi di noi può dimenticare gli anni ‘80 del secolo scorso con gli  operai dei cantieri portuali della città, del  sindacato Solidarnosc  e tutta quella effervescente stagione di eventi che sfociò nella storica caduta della cortina di ferro? Per tutti questi motivi non possiamo non accogliere con grande soddisfazione l’odierno annuncio che è anche un chiaro indicatore del prestigio che la nostra rete aeroportuale vanta presso i grandi vettori per i quali rappresenta, per qualità e efficienza dei servizi prestati, un partner commerciale di grande affidabilità”.

Andras Rado, Corporate communications Manager di Wizz Air ha dichiarato: “Siamo lieti di continuare a espandere la rete di Wizz e offrire grandi opportunità per scoprire una delle destinazioni turistiche più popolari in Polonia. Siamo sicuri che il nuovo collegamento tra Bari e Danzica, sarà apprezzato dai nostri clienti italiani che possono esplorare questa bellissima città sul mare alle tariffe più basse di Wizz Air e su una delle flotte più giovani e moderne d’Europa”.

Air Ambulance si schianta nelle Filippine: nessun sopravvissuto

PANSOL - Il 1 ° settembre, un aereo Beechcraft BE350 (RP-C2296) si è schiantato contro una zona residenziale di Pansol, Laguna, nelle Filippine. L'aereo trasportava nove passeggeri: due piloti, due infermiere, un medico, un paziente, la moglie del paziente e altre due persone, ha riferito la polizia. L'aereo stava operando un volo dall'aeroporto di Dipolog e ha perso il contatto radar intorno alle 15:10 (ora locale) durante un volo di 25 miglia nautiche da Manila. 

Quattro minuti dopo aver ricevuto un avviso ELT (Emergency Locator Transmitter), è stata avviata un'operazione di ricerca e salvataggio. Intorno alle 16:45, le autorità locali hanno confermato che l'incendio derivante dall'incidente era sotto controllo. 

Nessuno dei nove passeggeri, evidenzia Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, è sopravvissuto all'impatto dell'incidente. Gli investigatori del CAAP (Inchiesta sugli incidenti aerei - AIIB) sono stati inviati al sito per determinare la causa dell'incidente.

Il Cairo: atterraggio d'emergenza per un volo della AMC Airlines con 122 italiani a bordo

IL CAIRO - Tanta paura ma nessuna conseguenza dopo il decollo. Secondo quanto reso noto dalle autorità aeroportuali egiziane la causa dell'interruzione di rotta è stata un guasto tecnico. Il volo AMC Airlines YJ 02741 doveva atterrare all'aeroporto napoletano di Capodichino alle 14:30, riportando a casa un gruppo di turisti che aveva trascorso le vacanze nella famosa località del Mar Rosso. 

I passeggeri sono stati fatti scendere dall'aereo e saranno reimbarcati sullo stesso aeromobile o su un altro velivolo dopo che tecnici avranno provveduto a esaminare e se possibile riparare i guasti. Il volo è ripartito dal Cairo alle ore 18:10 locali, operato con un Boeing 737-86Q, come reso noto dal sito dell'aeroporto della capitale egiziana ed è atterrato a Capodichino alle 20:48 di martedì sera.

La compagnia aerea egiziana AMC ("Aircraft Maintenance Company"), evidenzia Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, è una compagnia aerea privata che opera voli charter tra l'Europa e le località egiziane del Cairo, Sharm El Sheikh, Luxor, Hurghada.

Paura a bordo dell'Airbus A320 di Brussels Airlines: scoppia un pneumatico durante l'atterraggio


ROMA - Tanta paura ma nessuna conseguenza durante la fase di atterraggio di un volo di linea di un Airbus A320 della Bruxelles Airlines (OO-TCV) che ha operato il volo SN 3802 tra Faro, in Portogallo e Bruxelles, in Belgio. Durante l'atterraggio sulla pista 07L, l'aereo ha subito lo scoppio di una gomma. I servizi di emergenza attendevano l'aereo. 

I vigili del fuoco nel frattempo, chiusa la pista d'atterraggio, l'hanno cosparsa di liquido "ritardante" contro il pericolo di incendi. Altri due velivoli della Brussels Airlines, per atterrare, sono stati costretti a fare un giro sull'aeroporto toccando terra sulla pista 07R poiché la pista 07L doveva essere pulita dai detriti. 

L'atterraggio, evidenzia Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, è avvenuto un po' traballante ma senza problemi per passeggeri ed equipaggio. Il pilota, infatti, riesce a controllare il mezzo e mette in salvo i 150 passeggeri a bordo, che alla fine della corsa applaudono. Ora aperta un'inchiesta per disastro colposo.

Volo Parigi-Barcellona annullato dopo l'arresto di un uomo che trasportava un coltello

PARIGI - Un volo della compagnia Transavia tra Parigi e Barcellona è stato cancellato giovedì per l’arresto di un uomo che trasportava un coltello di ceramica e che doveva imbarcarsi all'aeroporto di Orly nella capitale francese. 

 Un portavoce degli Aeroporti di Parigi (ADP) ha spiegato che un membro della famiglia del detenuto ha chiamato poco prima per avvertire che il sospetto intendeva commettere un attacco, anche se il portavoce ha anche indicato che dietro questo incidente, avvenuto intorno alle sei del pomeriggio potrebbe esserci una disputa familiare. 

Tutti i passeggeri sono stati sloggiati dall'aereo e la polizia ha effettuato una ricerca approfondita all'interno, trovando nulla di sospetto. Il volo è stato rinviato a venerdì, mentre i viaggiatori si trovavano nella capitale francese. Il resto delle operazioni che hanno avuto luogo all'aeroporto di Orly non sono state influenzate, secondo ADP. Va precisato che il sospettato non è stato fermato per “terrorismo”, ma ha una storia di criminalità comune. 

Si tratta di un precedente unico, rileva Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, che fa nuovamente riflettere sull’importanza assoluta del non dover abbassare mai la guardia negli aeroporti.

I piloti di Ryanair annunciano lo sciopero di 48 ore dal 22 agosto

ROMA - Il modello Ryanair scricchiola sempre di più. Il sindacato dei piloti FORSA, ha proclamato lo sciopero del personale Ryanair di 48 ore per giovedì 22 e venerdì 23 agosto. La data è stata comunicata ieri, mercoledì sera. questa volta preannunciando alla compagnia aerea "ulteriori giorni di sciopero a tempo debito". 

Una situazione che causerà disagi al culmine della stagione estiva per chi viaggia con Ryanair. L'azione è stata decisa, dopo "decenni di rifiuti dell'azienda di firmare accordi sindacali", sulla base di varie contestazioni sul calcolo delle pensioni, sulla garanzie assicurative, sui benefici legati alla maternità o alla paternità, su rimborsi e struttura dei salari. 

Alla fine di agosto nel Regno Unito è in programma anche uno sciopero dei piloti della British Airways, aderenti a un'organizzazione sindacale autonoma, che in una vertenza separata hanno rifiutato il mese scorso l'offerta di un aumento di stipendio dell'11,5% spalmata su 3 anni messa sul piatto dalla compagnia di bandiera dopo il ritorno agli utili e il recente boom di profitti.

Conseguente negative saranno registrate così in buona parte delle basi in 21 Stati. Lo sciopero di 48 ore dei piloto Ryanair giovedì 22 e venerdì 23 agosto è dunque europeo. Per Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti” una vera e propria dichiarazione di guerra Pertanto consigliamo ai passeggeri di controllare sui siti ufficiali degli aeroporti lo stato del volo per restare indenni.

All’aereo scoppiano tutte e quattro le gomme durante l’atterraggio: panico a Palma di Maiorca

PALMA DI MAIORCA - Panico all’aeroporto di Palma di Maiorca, dove si è sfiorata la tragedia quando ad un aereo proveniente dalla Germania sono scoppiate tutte le gomme nel momento del contatto con la pista d’atterraggio. Le immagini rese pubbliche dai social mostrano le eloquenti immagini delle gomme dell'aereo della compagnia Condor del volo DE1508 proveniente da Monaco, giunto all’aeroporto di Palma di Maiorca intorno alle 08:13 di martedì. I testimoni hanno riferito di aver sentito un forte rumore e che il velivolo ha toccato terra “troppo lontano, circa a due terzi della pista”.

Le foto sconvolgenti mostrano le ruote del carrello con tutte le gomme scoppiate dallo sfregamento contro l’asfalto della pista. Quasi tutti i voli previsti verso ed in partenza della nota località marittima spagnola sono stati poi ritardati, deviati o cancellati.

Tanti i disagi causati ai viaggiatori anche italiani. I funzionari dello scalo sono stati costretti a chiudere alcune zone per questioni di sicurezza, mentre nel frattempo tantissimi viaggiatori arrivavano in aeroporto e si ritrovavano a dover fare i conti con voli in ritardo o cancellati.

I portavoce delle varie compagnie coinvolte, si sono pubblicamente scusate con le migliaia di persone vittima dei disagi causati da questa vicenda. evidenzia Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, L'atterraggio è avvenuto un po' traballante ma senza problemi per passeggeri ed equipaggio. Ora aperta un'inchiesta per disastro colposo.

Dall'oblò vedono l'ala che si scoperchia, terrore tra i passeggeri a bordo del volo New York - Shanghai

ROMA - ​Dall'oblo del finestrino dell'aereo vedono un'ala che perde pezzi e un brivido di paura corre lungo la schiena delle 300 persone a bordo Boeing 777-300ER della compagnia China Eastern Airlines, in volo da JFK di New York a Shanghai, in Cina. 

Il velivolo ha perso parte della copertura dell'ala pochi minuti dopo il decollo ed è stato costretto a rientrare all’aeroporto di partenza dopo avere scaricato il carburante. A bordo ci sono stati attimi di terrore: «Quando l’aereo ha accelerato per alzarsi abbiamo visto volare pezzi dell'ala» ha raccontato Hou Yangfang, professore di storia presso l'Università Fudan che era a bordo.

I media americani, evidenzia Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”riferiscono che non ci sono stati feriti. Sull'incidente indaga la Federal Aviation Administration. Una foto scattata da un passeggero mostra che manca un pezzo di spoiler sull'ala sinistra dell'aeromobile, mentre alcune parti interne dell'ala si vedono esposte. La compagnia aerea ha confermato l'incidente. L'incidente è avvenuto il 12 agosto.

Voli British Airways, passeggeri bloccati

(Pixabay)
LONDRA - Un guasto a due dei network utilizzati per i check-in online ha causato oggi l'ondata di cancellazioni e ritardi di voli British Airways (BA) in partenza da Londra che sta creando gravi disagi ai passeggeri nel pieno della stagione delle vacanza estive. Lo precisa l'azienda, sottolineando che non è stata colpita la rete informatica globale di BA, ma due sistemi complementari usati a livello nazionale, e confermando che si lavora per risolvere il guasto. 

L'impatto sull'utenza resta comunque pesante stamattina, con lunghe code e viaggi saltati o rimandati. In particolare a Heathrow, dove sono stati cancellati oltre 80 voli, contro i 10 di Gatwick. Più di 200, inoltre, gli aerei in ritardo. La British, come prima soluzione d'emergenza, ha ripristinato il check-in manuale negli scali coinvolti. 

Per la compagnia di bandiera non si tratta del primo incidente del genere: nei mesi scorsi è stata multata dalle autorità di controllo per non aver saputo tutelare la sicurezza degli utenti da un precedente, e più generalizzato - crash informatico delle sue reti. La compagnia aerea, evidenzia Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, ha offerto ai passeggeri colpiti dai disagi di spostare le loro prenotazioni fra l'otto e il 13 agosto.

Due voli Swiss in un solo giorno colpiti dai fulmini e costretti a tornare indietro

ROMA - Due aerei della Swiss sono stati colpiti oggi da fulmine mentre erano in volo e hanno dovuto fare ritorno a Zurigo per motivi di sicurezza. Il primo a fare dietrofront è stato un Airbus A321 diretto ad Amsterdam, con a bordo 165 passeggeri. L’aereo era decollato alle 9 con oltre un’ora e mezzo di ritardo a causa di un temporale che si era abbattuto sopra all’aeroporto. L’Airbus avrebbe dovuto raggiungere Amsterdam in un’ora e mezza, ma poco dopo il decollo il velivolo è stato colpito da un fulmine e i piloti hanno deciso di tornare a Zurigo. 

È la procedura normale in questi casi, ha spiegato la portavoce. A Zurigo si trova la migliore infrastruttura per controllare gli apparecchi colpiti da fulmini e scoprire eventuali danni. L’A321 si è posato al suolo 40 minuti dopo la partenza, senza intoppi. Nel primo pomeriggio, un altro A321 è stato colpito da un fulmine poco dopo la partenza. 

L’apparecchio, con 158 passeggeri a bordo, era diretto a Lisbona. Anche in questo caso i piloti non hanno notato alcun effetto, ma sono tornati per un controllo. Secondo la compagnia aerea, non c’è stato nessun pericolo per i passeggeri e l’equipaggio. I passeggeri di entrambi i voli sono stati trasferiti su altri velivoli, anche di altre compagnie aeree. In determinate situazioni meteorologiche è possibile che fulmini colpiscano gli aerei in volo, evidenzia Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, ma due in un solo giorno è una caso eccezionale.

Paura su volo British Airways: fumo in cabina, atterraggio d'emergenza a Valencia

LONDRA - Esperienza terrificante per i passeggeri e l'equipaggio del volo BA422 della British Airways partito da Londra e diretto a Valencia, dove ha effettuato un atterraggio d'emergenza perchè si era sprigionato del fumo a bordo. Il volo era partito da London Heathrow alle ore 15:25 e doveva atterrare a Valencia intorno alle 19:00. 

Qualcosa però non ha funzionato e i dieci minuti finali prima dell'atterraggio hanno visto la cabina riempirsi di fumo, tanto da pensare che l'aereo stesse andando in fiamme. Il velivolo ha quindi, effettuato un atterraggio di emergenza che grazie ai due piloti è andato per il verso giusto, nessun ferito ma tanta paura. L'Airbus A321 è atterrato e i passeggeri sono stati fatti evacuare con gli scivoli. 

Sono intervenuti i vigili del fuoco e il velivolo è poi stato trainato fuori dalla pista, che è rimasta chiusa. Al momento in un hangar dell'aeroporto, sono in corso controlli tecnici sul velivolo. Una passeggera, Lucy Brown, ha filmato e condiviso tutto sul suo profilo Twitter descrivendo la scena come "Un film horror". Dal filmato risulta che le maschere di ossigeno non sono state dispiegate La compagnia aerea britannica che ha confermato l'incidente, ha rilasciato un comunicato in cui si scusa con i passeggeri per l'incidente e che quanto prima rilascerà maggiori informazioni su cosa abbia provocato il fumo in cabina. 

Fuoco e il fumo sono tra gli incidenti più pericolosi a bordo degli aerei, evidenzia Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”,e sono quindi sempre trattati preventivamente dagli equipaggi come emergenza di alto livello, anche se successivamente si scopre che il problema è innocuo. Un atterraggio immediato è la procedura standard a meno che la fonte del fumo non possa essere localizzata e arrestata immediatamente.

Gb: arrestati piloti ubriachi mentre l'aereo sta per partire

LONDRA - Doveva essere un normale volo da Glasgow per New York, ma rischiava di trasformarsi in una tragedia, evitata appena in tempo dall'intervento delle forze dell'ordine. I piloti della United Airlines infatti sono stati arrestati quando erano ormai pronti al decollo da Glasgow, perché completamente ubriachi. Gli uomini della polizia, preoccupati per la sicurezza delle oltre 300 persone che si trovavano a bordo, tra equipaggio e passeggeri, hanno fatto irruzione in cabina di pilotaggio appena prima che l'aereo si alzasse, mettendoli le manette ai polsi, dopo essere risultati positivi a un test dell'alcol pochi minuti prima della partenza. 

Arrivati di gran carriera al gate, evidenzia Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, gli agenti hanno portato via i due uomini, un 45enne e un 61enne, che rimarranno in custodia fino a martedì, quando dovranno presentarsi davanti al dipartimento dello Sceriffo di Paisley, in Scozia. La compagnia statunitense, che ha immediatamente rimosso dal servizio i piloti e provveduto a portare a destinazione i passeggeri, ha affermato che la sicurezza dei suoi passeggeri e dell'equipaggio sono "sempre la nostra massima priorità". "Sottoponiamo tutti i nostri impiegati ai più alti standard a abbiamo una tolleranza zero per l'alcol", ha aggiunto. Il volo per New York è stato cancellato.

Il futuro dell'aeroporto di Taranto-Grottaglie tra cielo e spazio: al via piano di interventi

TARANTO - L’aeroporto “Marcello Arlotta” di Taranto-Grottaglie si appresta a cambiare volto. Il Piano di interventi al 2030, tra i quali rientra il riassetto funzionale dell’aerostazione passeggeri, è stato presentato stamani dal Vice Presidente di Aeroporti di Puglia, Antonio Vasile e dal Direttore Tecnico della società nel corso di un incontro al quale sono intervenuti il Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano,  l’assessore regionale allo Sviluppo Economico, Cosimo Borraccino, il Presidente della Provincia di Taranto Giovanni Gugliotti e i Sindaci di Taranto, Rinaldo Melucci, Monteiasi, Cosimo Ciura, Carosino, Arcangelo Sapio, Statte, Francesco Andrioli.

“C'è un bellissimo progetto - ha detto il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano - che oggi Aeroporti di Puglia sta presentando per rendere più attrattiva possibile l’aerostazione di Taranto-Grottaglie. E stiamo attivando tutte le relazioni possibili con le compagnie aeree su questo aeroporto: non è semplice perché le previsioni di traffico da Taranto non sono ancora sufficienti per gestire un aeroporto di questa importanza, rimane quindi fondamentale la necessità di far riprendere il ciclo economico della città. Taranto è la seconda città della Puglia, se questa città riparte avrà anche traffico aereo sufficiente a gestire e a rendere economica la gestione di voli per qualunque destinazione del mondo. Insomma, non si può lavorare su un aeroporto e basta, si deve lavorare sull'intera provincia. E soprattutto bisogna stare uniti, non bisogna litigare, bisogna avere la forza alle volte pensino di ingoiare qualche piccola gaffe da parte dei propri interlocutori, perché Taranto deve fare dell'armonia e della forza interiore l'elemento per spingersi oltre i propri limiti. La città è meravigliosa, i cittadini sono straordinari, hanno accumulato purtroppo quella energia che si chiama rabbia e che io conosco bene perché l'ho vissuta in tante occasioni. Qualcuno dice che sono un po' ossessionato da Taranto e da questa provincia, ebbene, è vero. Mi sono fatto ossessionare da questa grande energia, perché sono certo che quando Taranto sarà al massimo regime, la Puglia avrà raddoppiato la sua performance. Il destino di Taranto è essere al servizio di una Puglia che trainerà tutto il Mezzogiorno. Io a questa cosa credo e il potenziamento dell'aeroporto è in funzione di questa visione”.

“Si è aperta oggi una fase storica per l’aeroporto “Marcello Arlotta” di Grottaglie - dichiara l’assessore Borraccino -  Questo sito, già parte integrante del programma internazionale per la produzione in loco delle fusoliere del Boeing 787, possiede anche tutti i requisiti per diventare definitivamente la piattaforma integrata per la sperimentazione degli aeromobili a pilotaggio remoto.

Ma il riassetto funzionale dell’aeroporto includerà anche i voli di linea, che andranno ad aggiungersi alle attività dell’industria aeronautica che a sua volta, alla luce del rilancio delle attività portuali di Taranto, assicurate dalla concessione del terminal container alla grande società turca Ylport, potrà contare sulla crescita quali-quantitativa dei servizi di cargo-logistica.

È stato osservato che il lancio della Z.E.S. interregionale jonica e l’interesse che già manifestano gruppi imprenditoriali nazionali ed esteri per investire i questi territori non solo nei settori tradizionali dell’industria pesante, della logistica e dell’agricoltura, ma anche del turismo culturale e balneare che interessa interamente la costa jonica pugliese e lucana, inducono a ripensare completamente la funzione dell’aeroporto di Grottaglie. È bene, quindi, che la classe politica colga tempestivamente queste opportunità di crescita e di lavoro e le consegni alle future generazioni”.

“Oggi presentiamo alla comunità pugliese e soprattutto a quella tarantina, un aeroporto più grande, più innovativo, ma al tempo stesso ricco di riferimenti alla tradizione della nostra terra e ancora più rispettoso dell’ambiente – ha dichiarato il Vice Presidente di Aeroporti di Puglia, Antonio Vasile. “Aeroporti di Puglia ha sempre dedicato grande impegno allo sviluppo complessivo della rete aeroportuale regionale, nella quale Taranto Grottaglie assume un ruolo strategico. L’interesse concreto riscontrato anche per il progetto di riqualificazione dell’aerostazione passeggeri, che rientra in un più ampio programma di opere sulle infrastrutture dello scalo, dimostra come, anche grazie al prezioso e costante supporto della Regione Puglia e dell'Enac, nessun traguardo possa essere precluso e si possano centrare obiettivi che consentano lo sviluppo di una struttura così importante per la nostra comunità e per il nostro Paese. Grazie a gli interventi che ci accingiamo a realizzare l’aeroporto di Taranto Grottaglie vedrà crescere ulteriormente il proprio potere attrattivo che viene da tutti riconosciuto e apprezzato, in Italia e all'estero”.

Quattro le fasi previste dal Piano di Sviluppo dell'aeroporto, approvato dall'Ente Nazionale per l'Aviazione Civile, che definisce e pianifica tutti gli interventi fino al 2030 in coerenza con:

- il Piano Nazionale degli Aeroporti, che classifica lo scalo come "Aeroporto di interesse nazionale";
- la Disposizione del D.G. di ENAC (n. 20 del 14 luglio 2014), che qualifica l'aeroporto come idoneo a svolgere, oltre alle attività di traffico commerciale passeggeri, anche quelle connesse alla definizione di "piattaforma logistica per le attività di sviluppo, ricerca e sperimentazione di prodotti aeronautici";
- il Quadro degli interventi previsti dal Piano Regionale dei Trasporti;
- l'Atto di indirizzo (n. 250 del 9.5.2018) del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti che ha individuato Taranto-Grottaglie quale spazio porto nazionale per le esigenze dei voli commerciali suborbitali.

Inoltre, per gli aspetti ambientali, il Piano di Sviluppo ha anche ottenuto la valutazione favorevole da parte del Ministero dell'Ambiente con il rilascio del Decreto VIA (n. 123 del 6 maggio 2019). 

Per la parte specifica riferita all’aerostazione passeggeri, gli interventi prevedono una riqualifica funzionale e richiamano le richieste di ENAC in ordine all’adeguamento sismico e al contenimento dei consumi, attraverso interventi di efficientamento e risparmio energetico che prevedono il totale rifacimento della parte impiantistica e la realizzazione di un impianto fotovoltaico per circa 50 kW (produzione media annuale di circa 72.000 kWh).

Sotto il profilo architettonico, facciate continue in vetro andranno a sostituire le chiusure perimetrali in muratura e gli infissi, così da recuperare l'unitarietà compositiva dell'edificio. Per migliorare la connettività tra i diversi livelli del terminal, lungo i lati corti dell’aerostazione verranno inseriti due nuovi vani scala rivestiti con materiale lapideo locale. Un richiamo alla tradizione locale della ceramica di Grottaglie verrà realizzato con l’inserimento di motivi decorativi di allestimento che rispecchieranno la cromaticità tipica di questa arte.

Sotto il profilo distributivo degli spazi e delle funzioni aeroportuali, è previsto un incremento delle attuali superfici del 20% al piano terra (dagli attuali 2.400 mq a 2.900 mq ) e del 45% al primo piano 
(dagli attuali 960 mq a 1.400 mq). Nello specifico, la superficie della zona Partenze si triplica rispetto agli attuali 260 mq. Mentre l’area arrivi passerà da 265 a 480 mq. Verrà realizzato anche un nuovo impianto di smistamento bagagli (BHS), sia per la zona “Arrivi” che per quella “Partenze”, che consentirà un migliore livello qualitativo dl servizio.

Sono previsti, altresì, interventi di riconfigurazione della viabilità di accesso e del parcheggio auto per l’illuminazione diffusa delle quali si prevede l’utilizzo di torri faro con tecnologia a LED. 

L’intervento verrà realizzato con il finanziamento messo a disposizione della Regione Puglia e derivante dalle economie della Delibera CIPE n. 62/2011, per 5 milioni di euro. Con il finanziamento regionale di 2 milioni di euro a valere sulle risorse di cui alla DGR 444/2018 (royalties idrocarburi), verranno invece realizzati gli impianti speciali a servizio dell’aerostazione passeggeri, quali il BHS, il Metal Detector per il controllo passeggeri e gli apparati radiogeni. 

Quanto alle opere infrastrutturali, si è già conclusa la riqualificazione dell'hangar adiacente allo stabilimento della società Leonardo, per un importo pari a 5 milioni di euro. A settembre, invece partiranno i lavori del piazzale sosta aeromobili, consistenti nella riqualificazione di quello esistente e in un suo ampliamento. Si passerà infatti dagli attuali 17mila metri quadrati a 45mila, e saranno posizionati stalli per: due aeromobili B737/800 (classico aeromobile Ryanair, di apertura alare 36 metri); due aeromobili A320 (Alitalia, Eurowings, Wizzair, EasyJet, Turkish, di apertura alare 34 metri e un aeromobile B717 (Volotea di apertura alare 28 metri). I lavori, il cui ammontare è di circa 7 milioni di euro, riguardano anche il primo tronco della via di rullaggio, di sviluppo pari a 1500 metri, con funzione di collegamento tra il piazzale e la pista di volo. 

Nuovo Aeroporto di Grottaglie: conferenza stampa a Taranto

BARI - Il nuovo aeroporto ‘Marcello Arlotta' (Italian Spaceport) di Taranto – Grottaglie: come crescerà e verso quali orizzonti. Se ne parlerà nel corso di una conferenza stampa che si terrà sabato 3 agosto alle 10.30 nella Sala degli Specchi di Palazzo di Città, in cui verrà presentato il progetto di riassetto funzionale dell'aeroporto.

Uno sguardo quindi al futuro dell'aeroporto e dello spazio porto tarantino che – come ormai è noto - dal 2016 è stato inserito nel Piano Nazionale Aeroporti nella categoria degli aeroporti di interesse nazionale, in quanto specializzato in attività cargo-logistica e in industria aeronautica. E non solo.

La conferenza stampa di sabato sarà anche l'occasione per confrontarsi sui temi dello sviluppo di un sito che ha il potenziale per essere piattaforma logistica integrata per l'attività di ricerca e di sperimentazione (Test-bed) di prodotti aeronautici, con particolare riferimento agli aeromobili a pilotaggio remoto.

Aeroporti pugliesi: al via il progetto 'Fresh Ways'

BARI – Sviluppare una strategia per l’ottimizzazione del sistema dei trasporti che permetta di ridurre sensibilmente il ricorso a vettori su gomma e marittimi e il potenziamento dell’offerta di collegamenti aerei tra Italia e Grecia.
E’ questo l’obiettivo del progetto di cooperazione transfrontaliera "Cross-border mechanisms for Green Intermodal and Multimodal Transport of FRESH products - FRESH WAYS ", presentato questa mattina a Bari nel corso di una conferenza stampa, nell’aeroporto “Karol Wojtyla”. Il progetto, finanziato per 2.621.935,00 euro dal Programma Interreg V-A Grecia–Italia 2014-2020, ha permesso il lancio di nuove rotte verso la Grecia.

I primi voli con destinazione Cefalonia, Zante e Corfù sono decollati lo scorso 23 luglio dall’aeroporto di Bari, operati da Classic Air, aggiudicatario dell’avviso pubblico lanciato da Aeroporti di Puglia lo scorso aprile.

Altro obiettivo del progetto è quello di accrescere il traffico passeggeri fra Italia e Grecia, e sperimentare l'utilizzo di alcune delle tratte destinate al traffico dei passeggeri anche a fini commerciali per il trasporto dei prodotti freschi. Tutto questo attraverso un sapiente utilizzo e monitoraggio in tempo reale delle stive degli aerei e la realizzazione di una piattaforma di informazione e cooperazione tra amministrazioni pubbliche, centri di ricerca e attori del settore industriale e imprenditoriale per facilitare l’individuazione dei più innovativi e adeguati investimenti futuri in tema di trasporto eco-sostenibile. FRESH WAYS nasce dunque come un progetto infrastrutturale che si pone l'obiettivo di promuovere forme di trasporto integrate, sostenibili ed economicamente vantaggiose per l’area di cooperazione interessata.

“Quella di oggi – ha dichiarato il Vice Presidente di Aeroporti di Puglia, Antonio Maria Vasile - è una giornata importante per la storia commerciale, e non solo, tra Italia e Grecia. La nostra regione, che vanta una posizione geografica privilegiata, ha il dovere di guardare al Mediterraneo con uno sguardo mai miope, ma sempre rivolto al futuro. Aeroporti di Puglia, è particolarmente soddisfatta di dare un contributo in questo senso in un progetto che mira alla cooperazione in nome di un concetto in evoluzione di trasporto, tra le due sponde del Mediterraneo, che avrà certamente delle ricadute virtuose sugli scambi commerciali tra Italia e Grecia”. 

“La Regione Puglia partecipa con soddisfazione alla presentazione dei risultati del progetto Fresh Ways” - ha precisato Bernardo Notarangelo, Direttore del Coordinamento Politiche Internazionali di Regione Puglia. “Il progetto Fresh Ways rientra tra i 51 progetti, finanziati dal Programma Grecia-Italia per una totalità di circa 63.000 milioni di euro destinati allo sviluppo dell’intera area di cooperazione che include oltre l’intera Puglia anche la Regione dell’Epiro, Regione delle Isole Ionie e Regione della Grecia Occidentale”.

Il progetto nasce dalla cooperazione tra Aeroporti di Puglia S.p.A. capofila del progetto di concerto con la Camera di Commercio Industria, Artigianato, Agricoltura di Bari, l’Università del Salento – Dipartimento di Ingegneria dell’Innovazione, la Camera di Commercio di Preveza e l’Università di Patrasso – Dipartimento di Ingegneria Civile. La Regione Puglia – Sezione Trasporto Pubblico Locale e Grandi Progetti in veste di partner associato, partecipa all’implementazione del progetto.

Chiusura aeroporto Linate, disagi per la consegna dei bagagli


MILANO - Per centinaia di passeggeri che hanno utilizzato oggi lo scalo di Malpensa ci sarebbero stati disagi per tentare di riprendere i bagagli a causa dell'aumento improvviso di viaggiatori in concomitanza con la temporanea chiusura del vicino aeroporto di Linate. Il disagio sarebbe dipeso dall'insufficienza numerica dei nastri trasportatori e dallo smarrimento di alcuni bagagli. A rivelarlo allo “

Sportello dei Diritti” alcune fonti dell'importante scalo internazionale che hanno anche riferito circa i numerosi reclami giunti agli uffici abilitati. Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, si augura che venga posto immediato rimedio ad una situazione che era ampiamente prevedibile e ricorda a tutti coloro che hanno subito lo smarrimento o il danneggiamento dei propri bagagli è possibile richiedere il rituale indennizzo.

Speciale 83ma Campionaria

Gdp Tv

150° Unità d'Italia AGRICOLTURA AGROALIMENTARE AMBIENTE Animali Annunci Approfondimento Arredamento Arte Attualità Auto e motori Avviso Pubblico Aziende Bari Bari 2014 Bari 2019 Bat Bifest 2011 Bifest 2014 Bifest 2015 Bifest 2016 Bifest 2017 Bifest 2018 Bifest 2019 Brasile2014 Brindisi Calcio Casinò Chiesa cinema Columbus Day COMMENTO Comunicati Stampa Concerti Concorsi Corsi CROCIERE CRONACA CRONACA LOCALE CULTURA DOVE SEI? Cultura e Spettacoli Design Diari da Kinshasa Dimmi come scrivi Discoteche Donna del Giorno Economia Elezioni 2011 Enogastronomia Esoterismo Estate Esteri Eventi Expo 2015 F1 Festival del cinema di Roma 2010 Festival del cinema di Roma 2011 Festival del cinema di Roma 2012 Festival del cinema di Roma 2013 Festival del cinema di Roma 2014 Festival del cinema di Roma 2015 Festival del cinema di Roma 2016 Festival di Venezia '13 Festival di Venezia '14 Festival di Venezia '15 Festival di Venezia '16 Fiera del Levante Filastrocca film Flash Foggia Food Experience Foto Frodi Fumetti Gallery Gastronomia Gdp Junior Ghost Hunters Puglia Giochi Giubileo Gossip Grafico Hot IL MIO AVVOCATO Il Principe Azzurro Immobiliare Inchiesta Intervista Intrattenimento Islam isola dei famosi 5 L'Angolo della Poesia LA CURIOSITA' LA RECENSIONE Latitudeslife LAVORO Lecce Lettera al direttore Libri Link LIVE Lotterie Matera METEO milano Miss Italia MODA Mostre Motociclismo musica Necrologi NOTIZIE DAL MONDO novità musicali Oroscopo Paranormale Perle di storia pugliese photogallery PLAY: MUSICAEDINTORNI Politica Politica locale Potenza PRIMO PIANO Protezione civile Psicologia Pubblica Amministrazione Puglia Punto e a Capo Regionali 2015 Reportage ricerca Ricette Rio 2016 Roma Russia 2018 Salute e benessere Sanità Sanremo 2015 Sanremo 2016 Sanremo 2017 Sanremo 2018 Sanremo 2019 Scheda Scienza e tecnologie Scuola Sentenze europee Sessualità Silent Key Spazio Spazio Emergenti Speciale Speciale 21 dicembre Speciale amministrative 2012 Speciale Amministrative 2014 Speciale Euro 2012 Speciale Fiera Speciale Politiche '13 Spetteguless Sport Storia Taranto Teatro Tennis Territorio TICKER Top Tra scienza e fede Trasporti Turismo Tv UE Università e formazione Us version Vacanze Viabilità Viaggi Video Videogiochi Vignetta Vino diVino Voli Web Zootecnia